PS3 rimpiazzerà il player DivX

Il prossimo anno Sony rilascerà un firmware per PlayStation 3 in grado di riprodurre i video codificati nel diffusissimo formato DivX e, forse, Xvid. Si riaccendono le speranze anche per gli utenti di Xbox 360

Roma – Con un annuncio che sarà probabilmente accolto dagli urrà di molti videogamer, DivX ha annunciato che PlayStation 3 supporterà a breve la riproduzione del suo omonimo e celebre formato multimediale.

Alcuni indizi sulla succosa novità erano peraltro contenuti nella recentissima versione 2.0 del firmware, in grado di riconoscere (ma ancora non riprodurre) i file in formato DivX e Xvid , e nell’equivalente release del PS3 Software Development Kit , che ora permette agli sviluppatori di codificare i video dei loro giochi in DivX .

La mamma di DivX ha fatto sapere che Sony sta attualmente adempiendo alle procedure necessarie per certificare la propria console . La società non ha detto quanto tempo ci vorrà perché PS3 ottenga la certificazione DivX, ma è probabile che questo non avverrà prima del prossimo anno.

Quando pronto, il supporto a DivX potrà essere rilasciato da Sony sotto forma di aggiornamento al firmware di PS3: ciò consentirà a tutti gli attuali possessori della console di installare il nuovo codec video.

Dal momento che, come si è già detto, l’ultimo firmware di PS3 è in grado di riconoscere anche il formato Xvid, è ipotizzabile che Sony abbia intenzione di introdurre il supporto anche a quest’ultimo codec . Xvid è l’alternativa gratuita a DivX più gettonata dagli utenti della Rete, ed al contrario di quest’ultimo, il suo codice è completamente open source.

Mentre il matrimonio tra DivX e PS3 sembra già cosa fatta, sul versante Xbox 360 non c’è ancora nulla di certo . A ridare speranza agli utenti della console di Microsoft è stata una recente intervista di gamasutra.com al CEO di DivX, Kevin Hell, secondo il quale la propria azienda sarebbe attualmente in trattative con BigM per portare il famoso codec su Xbox 360. Fra l’altro Microsoft ha appena concluso un accordo con DivX che le permetterà di aggiungere il supporto all’omonimo formato video nelle prossime versioni dei suoi Media Center Extender.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Krane scrive:
    Un motivo per usare Tor
    http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=220392
  • nOra scrive:
    OT: doppio click su "TOR"
    Raga, siccome non sapevo cosa fosse "TOR" ho provato a fare una ricerca per vedere di cosa trattava.Per fare ciò, anzichè scriverlo con la tastiera (la parola TOR, n.d.r), l'ho evidenziato col mouse e mi è scappato un doppio click (ho starnutito nel mentre).Risultato: mi si è aperta una pagina di Wikipedia... ma cos'è questa feature? Sta nella pagine di .informatico? Su IE? Mah...
    • tux_orka scrive:
      Re: OT: doppio click su "TOR"
      - Scritto da: nOra
      Raga, siccome non sapevo cosa fosse "TOR" ho
      provato a fare una ricerca per vedere di cosa
      trattava.
      Per fare ciò, anzichè scriverlo con la tastiera
      (la parola TOR, n.d.r), l'ho evidenziato col
      mouse e mi è scappato un doppio click (ho
      starnutito nel
      mentre).
      Risultato: mi si è aperta una pagina di
      Wikipedia... ma cos'è questa feature? Sta nella
      pagine di .informatico? Su IE?
      Mah...si tratta di una recente funzionalità aggiunta nella pagine del sito di Punto Informatico, è basato su codice javascript...cya
  • misterxx scrive:
    tor fai da te
    Chi fa da se fa per tre, con 10 euro scarsi al mese vi affittate un server virtuale, poi:Se la vostra connessione ha un proxy (trasparente o meno) con httptunnel e putty, ssh, openvpn.. create un tunnel criptato sopra httptnnel.Senza proxy potete usare ssh,putty etc.. in tunnelling.Ora vi ritrovate a navigare anonimamente, certo il provider del vostro servizio virtuale potrebbe monitorare il traffico (rischiando pene severe), ma che gliene frega a lui di voi?
    • Mr.Blond scrive:
      Re: tor fai da te
      Miglior cosa per l'anonimato è navigare da un Internet Point pubblico.in Italia basterebbe avere un documento d'identità falso. In altre nazioni non serve la carta d'identità per accedere da un internet point.Cmq in Italia volendo, si può evitare l'esibizione del documento, esempio: entro in una copisteria con la scusa di stampare un file su una stampante in lan, apro da penna il file che voglio lanciare in Internet e lo eseguo, poi stampo pago e esco. Senza esibire la carta d'identità.Ciao
      • Alex scrive:
        Re: tor fai da te
        In genere i computer di un internet point hanno l'accesso a internet solo dopo aver inserito un codice, e per averlo serve un documento, sempre che non si faccia tutto all'italiana.
Chiudi i commenti