Qtel, arrestati i dirigenti del provider

La società di telecomunicazione nel mirino dell'indagine della Guardia di Finanza che parla di associazione a delinquere e truffa nei confronti dei consumatori. Accertate disconnessioni ad hoc per addebitare più scatti alla risposta


Cagliari – Le sue offerte tra il 2001 e il 2002 avevano attirato molti utenti tanto verso i servizi di telefonia quanto verso quelli di connettività internet. Ma, secondo l’inchiesta della Guardia di Finanza, molte erano le truffe che si consumavano nella compagnia di telecomunicazioni sarda Qtel .

In una nota diffusa ieri, il Comando provinciale delle Fiamme Gialle cagliaritane ha comunicato di aver tratto in arresto amministratori e responsabili della società accusati di truffa pluriaggravata e continuata nei confronti degli utenti nonché di bancarotta fraudolenta.

La Guardia di Finanza ha spiegato che, dopo un anno di indagine, quella che è emersa è una associazione a delinquere che ha spinto il GIP del Tribunale di Cagliari, su richiesta della Procura della Repubblica, a firmare 10 ordinanze di custodia cautelare.

La Qtel SpA di Cagliari, come molti ricorderanno, proponeva servizi di telefonia su tutto il territorio nazionale sia attraverso la vendita di carte telefoniche prepagate che con servizi ADSL. E su entrambi i fronti, secondo gli inquirenti, sono state messe in atto truffe e raggiri.

In particolare, i sistemi informativi della Qtel, manutenuti in una server farm milanese, “erano programmati – come spiega la nota della GdF – in modo tale da creare fraudolente maggiorazioni sugli addebiti telefonici”. Ciò avveniva conteggiando il tempo più velocemente e causando disconnessioni studiate preventivamente per spingere l’utente a ricollegarsi e a pagare, ogni volta, lo scatto alla risposta. Una pratica, questa, di cui sono stati accusati più volte diversi operatori di telefonia dai propri abbonati, ma è la prima volta che ciò emerge in una indagine di questo tipo.

Non solo. Qtel, secondo gli inquirenti, acquistava connettività per un valore complessivo di milioni di euro da tutti i grandi carrier nazionali (Telecom Italia, Albacom, Edistontel, MCI WorldCom ecc.) ma “in modo premeditato” non provvedeva ai pagamenti. “Per tale ragione – si legge nella nota – i carrier, dopo vari solleciti di pagamento, interrompevano il servizio”.

A questo punto, spiegano le Fiamme Gialle, sfruttando una tempistica perfetta e una strategia predefinita proprio in vista di queste cessazioni, gli amministratori Qtel per garantire la continuità del servizio stipulavano nuovi contratti di fornitura con altre società sfruttando “a questo scopo società di capitali appositamente e fittiziamente costituite o utilizzando prestanomi”.

I debiti accumulati nei confronti dei carrier superano i 5 milioni di euro .

L’indagine che è stata condotta non solo a Cagliari ma anche a Milano, Bologna, Roma, Napoli e Caserta, ha portato a perquisizioni in dieci società di telefonia collegate alla Qtel che sono risultate a vario titolo coinvolte nelle attività illegali dell’azienda.

La Guardia di Finanza ha anche sottolineato di aver sequestrato più di 800mila schede telefoniche che erano già pronte per essere immesse sul mercato e il cui valore è pari a quasi 3 milioni di euro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    OTTIMO W LA POLIZIA
    era ora che i farabutti andassero in galera!sono proprio contetno!qui si lucra sul lavoro della gente, chi vuole sentire musica o vedere un film paghi!
    • Anonimo scrive:
      Re: OTTIMO W LA POLIZIA
      - Scritto da: Anonimo
      era ora che i farabutti andassero in galera!
      sono proprio contetno!
      qui si lucra sul lavoro della gente, chi
      vuole sentire musica o vedere un film paghi!Ai Ragionne. Bisonierebbe mandarli tuti ala sedia elettricha.Communisti.
  • Anonimo scrive:
    IN BARBA A TUTTI!!!
    E' sconcertante trovare siti come questo:http://www.soft-number-one.com/index.htmdove il lucro è evidentissimo (ti fanno persino lo sconto se ordini grosse quantità)!!!!!NO COMMENT......:|:|:|
  • Anonimo scrive:
    IL MIO COMMENTO
    Piuttosto che andare a punire l'uso personale, potrebbero andare prima a sequestrare i siti PEDOFILI che ci sono in circolazione. Eh sì, in effetti è più importante proteggere i diritti d'autore che i bambini, vero? Andando avanti così, non so che fine faremo, e comunque la "zappa sui piedi se la sono tirati da soli": vedrete come aumenterà il numero di pirati adesso. Non ho parole.
    • Anonimo scrive:
      Re: IL MIO COMMENTO
      ma io non credo proprio che aumentera', sai?conosco un bel numero di persone che da quando e' uscita questa cosa del decreto urbani hanno disdetto (o stanno per farlo) i loro contratti adsl.meno male che l'hanno capita, la pacchia e' durata anche troppo.i cd costano troppo? non compriamoli!
  • Anonimo scrive:
    COSI SI Fà
    ecco come veramente si arresta la pirateria.ecco chi sono i veri pirati.
  • Anonimo scrive:
    Sono questi i pirati e non chi usa p2p
  • Anonimo scrive:
    I pirati aumentano con le nuove leggi
    I pirati ora hanno un mercato piu' largo grazie alla legge urbani e potranno solo aumentare di numero. Ancora una volta, questa legge dimostra la sua stupidità, in quanto le povere persone normali che non hanno i soldi per comprare sempre ogni dvd, cade poi vittima di questi truffatori. Questi sono i veri ladri, le vere persone da condannare, non coloro che usano il p2p a scopo personale. Chiudendo il p2p hanno solo aiutato queste persone, che ora hanno un mercato piu' largo. Casi come questo in futuro si moltiplicheranno purtroppo
    • Anonimo scrive:
      Re: I pirati aumentano con le nuove leggi
      Dai non esageriamo!Il p2p non si riesce mica a chiudere con una legge!
      • Anonimo scrive:
        Re: I pirati aumentano con le nuove leggi
        - Scritto da: Anonimo
        Dai non esageriamo!
        Il p2p non si riesce mica a chiudere con una
        legge!Appunto!
    • Tharon scrive:
      Re: I pirati aumentano con le nuove leggi
      Sono d'accordo.Ora chi non vuole spendere un capitale per un film in DVD perchè non può permettersi di comprarlo, perchè ne compra già tanti o semplicemente perchè degli originali non gliene frega niente invece di scaricarselo da internet se lo va a comprare pirata.Così si evita di essere "tracciato" e si tiene pulito...e foraggia il mercato illegale che fa danni VERI all'industria cinematografica (come a quella discografica e videoludica).Non solo.......spesso chi scarica acquista anche, chi invece si fornisce di materiale pirata (e quindi lo paga) difficilmente andrà mai a comprare qualcosa originale.Una bella legge...non c'è che dire.
      • Anonimo scrive:
        Re: I pirati aumentano con le nuove leggi
        Non dico che il p2p sia morto, bisogna ancora vedere come si evolverà la faccenda, certo questa legge non fa bene a nessuno
  • ryoga scrive:
    Dove finiranno...
    i vari cd, dvd, masterizzatori, le auto etc.etc. appena sequestrate?Saranno messe all'asta per i soliti noti, oppure distrutti?Sarebbe interessante saperlo.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove finiranno...
      - Scritto da: ryoga
      i vari cd, dvd, masterizzatori, le auto
      etc.etc. appena sequestrate?

      Saranno messe all'asta per i soliti noti,
      oppure distrutti?

      Sarebbe interessante saperlo.....the second one
      • Anonimo scrive:
        Re: Dove finiranno...
        Distrutti?Cd vergini, custodie e macchine (??).Non credo (mo non vedo neanche troppe alternative!)che spreco
        • Anonimo scrive:
          Re: Dove finiranno...
          ovviamente i cd e dvd masterizzati distrutti ma i masterizzatori e dvd vergini non sono mica illegali..
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove finiranno...
      I supporti (CD, DVD, ecc.) dopo una permanenza sotto sequestro presso l'autorità giudiziaria (o presso la polizia giudiziaria che ha agito: la GDF in questo caso) sono distrutti, mentre i masterizzatori, PC ecc. dopo un periodo di sequestro, con sentenza passata in giudicato possono essere confiscati dall'autorità giudiziaria.Avicenna
  • Anonimo scrive:
    Re: Che spreco
    - Scritto da: sh4d
    tutto questo ben di dio di tecnologia per
    masterizzare quella cagata di sanremo.Purtroppo ci sono i babbei che la comprano, ergo quelli masterizzano :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Che spreco
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: sh4d

      tutto questo ben di dio di tecnologia
      per

      masterizzare quella cagata di sanremo.

      Purtroppo ci sono i babbei che la comprano,
      ergo quelli masterizzano :|Ecco cosa devono fare, questo (uso commerciale!)! E lasciare in pace a noi del P2p (uso personale).
      • Anonimo scrive:
        Re: Che spreco

        Ecco cosa devono fare, questo (uso
        commerciale!)! E lasciare in pace a noi del
        P2p (uso personale). IO la pirateria di questo genere non la ammetto anzi dovete farli davvero molto male perkè non c'entriamo niente noi.Da questo punto di vista posso dire un Graize alla GdF per questi sono i veri pirati i ;)
  • sh4d scrive:
    Che spreco
    tutto questo ben di dio di tecnologia per masterizzare quella cagata di sanremo.
Chiudi i commenti