Quattro anni di Skype

Ha l'età di un bambino, ma ha fatto tanta strada e ha raggiunto 220 milioni di utenti. Cadendo una sola volta

Roma – Correva l’anno 2003 quando, sul finire dell’estate, i due papà di Kazaa Niklas Zennström e Janus Friis lanciarono in rete la versione beta di un’applicazione destinata a diventare una delle più popolari soluzioni di comunicazione su Internet: Skype . Che oggi, dopo quattro anni, conta oltre 220 milioni di utenti registrati in tutto il mondo.

Il blog di Skype dedica all’anniversario un post che, nel delineare in poche parole l’evoluzione del popolare soft-VoIP, ospita la breve celebrazione scritta dal CEO Niklas Zennström: “Oggi Skype compie quattro anni. Stento a credere che sia trascorso tutto questo tempo. Sembra ieri che Janus e io parlavamo di persone in grado di usare il computer come un telefono. Ma senza telefono. E senza bolletta.
In meno di sei mesi, siamo passati da 200 utenti a 2 milioni. Oggi abbiamo oltre 220 milioni di utenti registrati. Persone reali, che parlano – e non solo – realmente con Skype”.

Tra le parole di entusiasmo per i traguardi raggiunti non manca l’occasione per un richiamo al black-out che nella settimana di Ferragosto ha messo KO l’applicazione per due giorni, un malfunzionamento che Skype ha motivato con il “riavvio quasi simultaneo di molti PC in tutto il mondo, dopo l’installazione degli ultimi aggiornamenti di sicurezza”, nefasta coincidenza che avrebbe causato “un carico inaspettato di richieste di login, che, combinato al ridotto numero di risorse peer-to-peer, ha prodotto una reazione a catena di livello critico”.
L’eventualità ha portato alla luce un bug che l’azienda dichiara di aver identificato e risolto.

Ma il black-out di due settimane fa è considerato ormai acqua passata: nel messaggio di Zennström si legge la volontà di far dimenticare l’incidente e di brindare al futuro. Un futuro che, con tutta probabilità, dovrà vedere Skype sempre più integrato nella realtà e nel business di eBay , che ha acquistato Skype Technologies due anni fa .

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e cognome scrive:
    A volte ritornano
    Se non erro, c'era gia stato un tentativo qualche anno fà e fu un buco nell'acqua. Se la notizia è genuina e presumo lo sia, è l'ennesimo tentativo di riproporre lo stesso oggetto. Puo darsi che oggi i produttori siano interessati a questo tipo di produzione se il loro marketing conferma un possibile successo. In ogni caso non è assolutamente ecologico, poichè per fare questi telefoni si dovranno abbattere degli alberi e in ogni caso la componentistica interna resta altamente inquinante. Credo proprio che in questo caso la "cara, vecchia e buona" plastica, per una volta, sia più ecologicamente conveniente. Almeno per quanto riguarda lo chassis.
  • Axxxx scrive:
    e l'alluminio ?
    E' riciclabile forse piu del legno e ha un minore costo di lavorazione.. inoltre un cellulare di alluminio sarebbe veramente molto cool !!!
    • delbyblue scrive:
      Re: e l'alluminio ?
      Però il legno, anche se penso sia molto meno riciclabile dell'alluminio ed escluso il fatto che viene da una delle tante foreste che satanno scomparendo, ha impatto pressoché nullo sull'ecosistema.
    • ottomano scrive:
      Re: e l'alluminio ?
      Beh, c'è il Momodesign (Amoi 9109) che è fatto in alluminio anodizzato con parti in plastica soft-touch... davvero molto piacevole al tocco.Unico neo... i tasti sono piccoli e a volte possono risultare scomodi.http://tre.it/3foryou/Videofonini/index_11826_ITA_HTML.htmbye
  • Gino scrive:
    Cellulare ecologico?
    Certo...certo... proprio ecologico. Se contiamo i milioni di telefonini che ci sono in giro, sapete quanti alberi dovremmo abbattere? Per fortuna che è ecologico. Non si potrebbero invece fare di alluminio? (che è riciclabile)
    • ba1782 scrive:
      Re: Cellulare ecologico?
      Di alluminio?! Spettacolo!!!!!!Comunque è vero, è assurdo che c'è gente che si oppone alla plastica dicendo che non è ecologica, e poi magari devasta un albero per fare una cosa del genere..! Come è stato già detto, l'Amazzonia non aspettava altro :P
  • Gianluca Farina scrive:
    Celllulare di legno
    Ottima idea!
  • 123 scrive:
    prendere spunto?
    [quote]non prenda spunto da questa realizzazione per lanciare la produzione in serie un cellulare ecologico[/quote]ecologico?ma si abbattiamo alberi e facciamone cover per cellulari, l'amazonia non chiede altro...
    • soulista scrive:
      Re: prendere spunto?
      - Scritto da: 123
      [quote]
      non prenda spunto da questa realizzazione per
      lanciare la produzione in serie un cellulare
      ecologico
      [/quote]

      ecologico?

      ma si abbattiamo alberi e facciamone cover per
      cellulari, l'amazonia non chiede
      altro...La plastica deriva dal petrolio che non é "sostenibile" perchè viene tirato fuori da sottoterra qualcosa che é sottoterra per un buon motivo, e vengono immessi nell'atmosfera tonnellate di idrocarburi che nell'ecosistema terrestre non dovrebbero esserci. L'amazzonia viene disboscata per far spazio alla "civiltà" e ai pascoli, non tanto per il legno o la carta.Ci sono aziende che disboscano per utilizzare il legno ma si impegnano a ripiantare nuovi alberi; il problema del cellulare in legno penso sia più che altro il costo di produzione... quello no, non é eco(nomicamente) sostenibile.(del resto ci sono un sacco di plastiche derivate da vegetali come la canapa o il mais...)
  • Farlocco scrive:
    E' bellissimo
    Lo voglio!
    • ... scrive:
      Re: E' bellissimo
      Il prossimo anno andrà di moda il cellulare in pelle di cinghiale, tasti in avorio di elefante del serengeti e un pizzico di panda (che non guasta mai). Vuoi anche quello, te lo prenoto? -_-'
Chiudi i commenti