Quest'anno il wireless conoscerà WiMAX

WiMAX, o 802.16, è un nuovo standard wireless che promette di competere, sia per costi che per velocità, con ADSL e altre forme di connettività via cavo. I primi dispositivi compatibili arriveranno entro al fine dell'anno


San Jose (USA) – La nuova promessa delle comunicazioni wireless è rappresentato dal neo standard 802.16, anche noto con il nome commerciale di WiMAX (Worldwide Interoperability for Microwave Access), il quale dovrebbe ridurre sensibilmente i costi e aumentare la disponibilità delle tecnologie wireless a banda larga con estensione metropolitana (WMAN).

Le caratteristiche tecniche di questa nuova specifica partorita dall’ IEEE parlano di una portata massima di 50 Km – dunque ben superiore alle poche centinaia di metri di Wi-Fi – e di una larghezza di banda che può spingersi, in condizioni ideali, fino a 74 Mbps. La tecnologia può operare su bande di frequenza che vanno dai 6 agli 11 GHz.

Il WiMAX Forum, un gruppo industriale composto da oltre 60 aziende, afferma che fra alcuni anni il neo standard potrà porsi come alternativa economica alle linee xDSL e agli altri tipi di accesso ad Internet su cavo, incluse le soluzioni di connettività – cablate o wireless – oggi proposte per coprire l’ultimo miglio. A parte quest’ultimo caso, la tecnologia 802.16 rappresenta un complemento delle reti WLAN Wi-Fi permettendo, ad esempio, la connessione degli hotspot 802.11 a Internet.

Fra i maggiori supporter di WiMAX vi è Intel che, durante un recente simposio organizzato dalla Wireless Communications Association ( WCA ) ha annunciato l’intenzione di commercializzare i primi chip basati sulla specifica 802.16d durante la seconda metà dell’anno.

?I service provider wireless e il settore delle telecomunicazioni sono mobilitati a sostegno della tecnologia WiMAX grazie ai notevoli vantaggi economici che offre per fornire la connettività dell’ultimo miglio in grandi aree del mondo che risultano troppo costose da gestire con le tecnologie wired?, ha commentato Maloney. ?I sistemi WiMAX-Certified forniranno i componenti per collegare i prossimi cinque miliardi di utenti a Internet e favorire la rivoluzione del wireless in banda larga?.

?Prevediamo un’implementazione in tre fasi della tecnologia 802.16, che inizierà con l’installazione di antenne esterne fisse per introdurre rapidamente il wireless nei mercati emergenti e velocizzare l’installazione di servizi in banda larga senza la necessità di posare cavi o fili elettrici?, ha continuato Maloney. ?I progressi della tecnologia riguarderanno quindi l’installazione di antenne interne, un aspetto particolarmente interessante per i carrier che vogliono semplificare l’installazione presso le sedi dei clienti. Infine, nella terza fase, l’hardware WiMAX-Certified sarà disponibile nelle soluzioni portatili per gli utenti che desiderano spostarsi all’interno o tra le aree del servizio tramite roaming?.

Lo standard 802.16d prende in considerazione solo le connessioni wireless ad alta velocità utilizzate nelle installazioni ad antenna fissa. Entro la fine dell’anno l’IEEE conta di rilasciare una nuova specifica, 802.16e, pensata per la mobilità e il roaming.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Facciamo un po' di chiarezza
    Allora, ognuno penso possa essere della sua idea, e come tale credo e spero che tutti la pensino come me nel dire che il senso di questa ( molto probabilmente inutile) frase sia (comunque) giusto. Fermiamoci a tirare un sospiro e pensiamo: è vero che il sofware che non sia free o share è comunque migliore. Migliore nella grafica, molte volte nei contenuti, nei risultati, in tutto quello che si vuole dire. Bene, ok. Questo non vuol dire però che il software che libero sia una cosa dannosa, questo proprio no. Ricordiamo che il cliente ha sempre ragione, e per questo le sue scelte ricadranno sempre su qualcosa che a lui conviene, che siano di materia morale, materiale o quel che sia. Sinceramente parlando uso XP, e non mi trovo male. Ma quando ho qualche problema mi dico sempre:"Beh, è XP, pazienza". Anche se comunque una distro di linux è nel cassetto dei prossimi cambiamenti. Può essere che io non sia del tutto "colto? in materia di win, ma se devo pensare (faccio un esempio lampante, non perché è windows) che devo usare un SO per lavoro, pagando una cosa che mi dà problemi, la sicurezza fa letteralmente schifo perché ogni altro giorno ci sono patch su patch da scaricare, e che come se non bastasse non gira sempre come dico, beh, allora lì ricomincio a pensare di aver pagato e di avere in mano una cosa che non è affidabile come mi servirebbe. Pensiamo ora ad un utente home ad esempio, dove per forza quando va a comprare un pc vicino casa si trova un bel windows installato. Magari c'aveva anche pensato su un bel po' prima di comprarlo perché magari costava un po?. Ma attenzione: abbiamo pagato anche le licenze assieme al pc ( che poi, se siamo proprio curiosi, andiamo a leggere bene che TIPO di licenza è). Bene, se questi costosi software non ci fossero stati forse pinco pallino di prima avrebbe pensato meno a prendere il pc, magari proprio perché avendo una distro semplice installata di linux aveva risparmiato dei soldi, così come openoffice e tanti altri, e magari avrebbe poi speso lo stesso quei soldi per comprare una stampante, e poi carta e cartucce quando sarebbe occorso...un piccolo esempio molto molto banale. Penso, per finire, che chi usa software a pagamento non sbagli, ma neanche chi usa software libero o per passione o per curiosità o per una semplice questione di costi (come ad esempio quelli statali e scolastici che poi si ripercuotono sulle NOSTRE tasche) o qualsiasi altro motivo. Chi spara a zero affermando che la licenza GPL sia una cosa sbagliata, dannosa e quant'altro, spero siano persone che non si rendano conto di quel che dicono, e nel sappiano bene il peso delle loro parole credo siano persone con la sola fame di soldi e potere. Fish
  • Anonimo scrive:
    E se l'Iran ci chiedesse le .....royalty
    Salve a tutti, la mia non vuole essere nè una provocazione nè una sterile discussione.Mi domando: e se gli Iraniani chiedessero le royalty.........a noi occidentali??????Beh il discorso è semplice........Immaginate che quasi 5mila anni fa si svegliò la mattina presto un tipo a cui piacesse molto il disegno e che a un certo punto gli venisse questa idea: al posto di disegnare su un muro un pesce.....potrei utilizzare un simbolo che gli rassomiglia....insomma un carattere"tipo" una sorta di "segno" stilizzato a forma di pesce da usare per la riproduzione diciamo una cosa che al giorno d'oggi rassomiglia a una "T".......!!!!!!!!!!!Beh il tipo ha pensato giustamente che allo stesso modo poteva usare altri segni per i buoi, l'aratro, gli uomini, le donne, il fuoco, l'ascia,......etc.!!!!!Poi tutto d'un colpo ebbe una idea ancora + formidabile di questa:"se ogni segno rappresenta una cosa potrei anche usare una sorta di "metafora" per cui ad ogni segno faccio corrispondere solo il suono iniziale della parola che indica il nome della cosa: "T" per pesce, "A" per ascia.......etc".Ebbene sto tizio che abitava in un posto lontano nel tempo ma molto attuale al giorno d'oggi( pensate!!! non si era accorto di avere inventato l'alfabeto!!!!! Che scemo.........!!!!!)era abitante dell'Asia centrale insomma quella zona del mondo abitata dagli antenati di iraniani,iracheni, pachistani, palestinesi, siriani...Forse allora non esisteva la legge sul copyright, però se ci soffermiamo bene sulla proposta di SCO al Congresso americano.......... perchè Alì Baba discendente di Ghigalmesh (supposto inventore dell'alfabeto!!!!) non può chiederci le royalty sulle parole scritte????Perchè addirittura non potrebbe vietarci di usare L'alfabeto in quanto America e paesi Alleati.....sono suoi nemici????In ultimo: ma siamo sicuri che poi il telefono lo abbia .................ineventato Bell!!!!!???????A presto
  • Anonimo scrive:
    L' Open Source è un pericolo!
    PPPPPPppppprprprprprrrrrrrrrrrr!!!!!!!!!!!!!!!Winsozz è un pericolo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    NASA Linux
    Molto codice per piattaforme 64bit, specialmente alpha (mi viene in mente il supporto SMP per Alphaserver 4000/4100/1200) è stato scritto da dipendenti NASA...Come al solito SCO agisce male e in ritardo!Fan**lo SCO!gl :)
  • Anonimo scrive:
    Ottima pubblicità
    Oltre alla politica (...) tirano pure in ballo i militari ( potenza di calcolo per i paesi non alleati... ), è stata proprio un'ottima pubblicità per Linux, direi geniale, complimenti.Francesco
  • Anonimo scrive:
    La GPL spaventa!
    Se non fosse così spaventosa tutti questi fantomatici "programmatori" di oggi non avrebbero paura... Continuerebbero a riciclare i loro "software gestionali" fatti in Visual Basic (non è che col VB si faccia molto altro invero...) e se ne sbatterebbero se c'è qualcuno che offre i propri software gratis. Ma l'opensource sta avendo successo. E loro hanno paura che qualcuno dei loro clienti rifiuti i loro software per il software libero.Dotnet (con tutto il rispetto) penso sia un'esemplare di questa specie.
  • Anonimo scrive:
    finirà così...
    1 - sarà vietato sviluppare sw in GPL perchè danneggia le (anzi, LA) multinazionale del sw2 - sarà vietato fare jogging all'aperto perchè si danneggiano le palestre, quindi se vorrete correre, pagate una palestra e muovete le gambe3 - sarà vietata l'assistenza (gratuita!) dei figli ai genitori anziani perchè danneggia gli infermieri che lo fanno per mestiere4 - Sarà vietato diffondere gratuitamente notizie su internet, perchè danneggia i giornalisti che fanno i giornali per vendere5 - sarà vietato bere l'acqua del rubinetto perchè danneggia chi vende le bottiglie di acqua minerale... senza parole...
    • Anonimo scrive:
      Re: finirà così...
      - Scritto da: Anonimo
      1 - sarà vietato sviluppare sw in GPL
      perchè danneggia le (anzi, LA)
      multinazionale del sw

      2 - sarà vietato fare jogging
      all'aperto perchè si danneggiano le
      palestre, quindi se vorrete correre, pagate
      una palestra e muovete le gambe

      3 - sarà vietata l'assistenza
      (gratuita!) dei figli ai genitori anziani
      perchè danneggia gli infermieri che
      lo fanno per mestiere

      4 - Sarà vietato diffondere
      gratuitamente notizie su internet,
      perchè danneggia i giornalisti che
      fanno i giornali per vendere

      5 - sarà vietato bere l'acqua del
      rubinetto perchè danneggia chi vende
      le bottiglie di acqua minerale
      6 sara' vietato "liberarsi" delle proprie deiezioni corporali perche' cosi' facendo si priva del giusto guadagno chi vende concimi :D
      ... senza parole...
  • stux scrive:
    [Un po' OT]: Giochi x linux, aiuto !
    Ciao ciao,ogni volta che c'e' una diatriba qui su PI tra windows e linux esce sempre qualcuno che tira fuori una lista di giochi giocabili con Linux.A parte Unreal Tournament, c'e' qualcuno che mi ripete per favore la lista dei piu' belli ?Sto pensando di costruire una nuova distro Linux solo per i giochi, tipo una consolle (sto anche cercando di progettare l'hardware usando componenti comunemente reperibili, una specie di xbox espandibile insomma): qualcuno che ha esperienza di giochi su Linux mi da una mano ? Anche solo via mail.GrazieJack ( http://gpstudio.com/stux/ )
    • Anonimo scrive:
      Re: [Un po' OT]: Giochi x linux, aiuto !
      - Scritto da: stux

      Ciao ciao,
      ogni volta che c'e' una diatriba qui su PI
      tra windows e linux esce sempre qualcuno che
      tira fuori una lista di giochi giocabili con
      Linux.
      A parte Unreal Tournament, c'e' qualcuno che
      mi ripete per favore la lista dei piu' belli
      ?
      Sto pensando di costruire una nuova distro
      Linux solo per i giochi, tipo una consolle
      (sto anche cercando di progettare l'hardware
      usando componenti comunemente reperibili,
      una specie di xbox espandibile insomma):
      qualcuno che ha esperienza di giochi su
      Linux mi da una mano ? Anche solo via mail.
      Graziehttp://www.linuxgames.com
      • Anonimo scrive:
        Re: [Un po' OT]: Giochi x linux, aiuto !
        http://happypenguin.org/forums/viewforum.php?f=17
      • Anonimo scrive:
        Re: [Un po' OT]: Giochi x linux, aiuto !
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: stux



        Ciao ciao,

        ogni volta che c'e' una diatriba qui su
        PI

        tra windows e linux esce sempre
        qualcuno che

        tira fuori una lista di giochi
        giocabili con

        Linux.

        A parte Unreal Tournament, c'e'
        qualcuno che

        mi ripete per favore la lista dei piu'
        belli

        ?

        Sto pensando di costruire una nuova
        distro

        Linux solo per i giochi, tipo una
        consolle

        (sto anche cercando di progettare
        l'hardware

        usando componenti comunemente
        reperibili,

        una specie di xbox espandibile insomma):

        qualcuno che ha esperienza di giochi su

        Linux mi da una mano ? Anche solo via
        mail.

        Grazie


        www.linuxgames.comGrazie dei link. Ma a voi quale piace di piu' ?Jack
  • Anonimo scrive:
    Per i Linuxiani...
    Rispondo ad alcune vostre affermazioni che trovo in vari reply letti qui...Secondo voi comprare un Win XP a 180 euro significa svenarsi il portafoglio?Ma guadagnate così poco, che non avete i soldi per pagarvi i "ferri" del mestiere e quindi li pretendete gratis?Io non ho mai sentito un elettricista lamentarsi di comprare quel cacciavite o quella speciale pinza che gli serve per il proprio lavoro...Queste str****ate le sento solo quando si parla di software: i "ferri" del mestiere dello sviluppatore.Se non guadagnate abbastanza lasciate lavorare chi incassa a sufficienza e statevene a casa......e se siete linuxiani in special modo...
    • opazz scrive:
      Re: Per i Linuxiani...
      Ancora che parli..
      Rispondo ad alcune vostre affermazioni che
      trovo in vari reply letti qui...
      Secondo voi comprare un Win XP a 180 euro
      significa svenarsi il portafoglio?Assolutamente no. Ma se c'è qualcosa di alternativo e migliore perchè voler spendere a tutti i costi.
      Ma guadagnate così poco, che non
      avete i soldi per pagarvi i "ferri" del
      mestiere e quindi li pretendete gratis?Ahaha bella questa.. Adesso sei anche in grado di dire che tu guadagni più rispetto a noi grazie a Windows e Microsoft.. Questa la rivendo al prossimo convegno Microsoft, si faranno 2 risate.
      Io non ho mai sentito un elettricista
      lamentarsi di comprare quel cacciavite o
      quella speciale pinza che gli serve per il
      proprio lavoro...Neanche io. Ma ho sentito parecchi Informatici lamentarsi per le onerose licenze che un sistema operativo come microsoft impone. Se gli strumenti possono essere diversi e a minor costo, e visto che sono altrettanto validi perchè spendere di più?
      Queste str****ate le sento solo quando si
      parla di software: i "ferri" del mestiere
      dello sviluppatore.Ah si.. XP nudo e crudo cosa mi mette per sviluppare??
      Se non guadagnate abbastanza lasciate
      lavorare chi incassa a sufficienza e
      statevene a casa...Beh inizia ad accomodarti allora..
      ...e se siete linuxiani in special modo...Ahahahahha.. Come rido.. MA tanto si sa.. ride bene chi ride ultimo.. Raccontaballe..
      • opazz scrive:
        Re: Per i Linuxiani...
        Questa frase che hai scritto, un tempo l'avrei utilizzata come TAGLINE.. Certo che se campa con quello è messo parecchio male.
        • Ics-pi scrive:
          Re: Per i Linuxiani...
          Cmq XP Pro oem costa 170? perchè dalle mie parti costa molto di piu'MICROSOFT Windows 2000 Professional Full 412,80 MICROSOFT Windows 2000 Pro Upg da Win NT Workst. 200,40MICROSOFT Windows 2000 Pro Upg da Win 9.x 265,20MICROSOFT Windows XP Home Full 285,60 238,00 MICROSOFT Windows XP Home Upg. 132,00 110,00 MICROSOFT Windows XP Professional Upg. 288,00 Listino SD (XP Pro full non c'è stranamente...)
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i Linuxiani...

      Con una qualsiasi distribuzione linux ci
      sono server di vario tipo (web, ftp, nfs,
      samba, mysql, postgresql), linguaggi a go go
      (perl, python, php, c, c++, objective c,
      tcl/tk, bash, ecc.), programmi di
      fotoritocco, grafica vettoriale, office ecc.
      (gimp, openoffice, sodipodi, ecc)

      E tutto questo me lo scarico gratis su 2-3
      cd da internet. Se poi voglio svenarmi con
      una SUSE di 80 euro ci sta anche manuale di
      1000 pagine e 7 CD pieni zeppi di roba di
      qualsiasi tipo.
      Quanto costa Win XP se ci aggiungi lo
      stesso tipo di cose? Devi ringraziare il
      mondo opensource se ci si ferma a 180 euro e
      le stesse cose che hai con Linux le hai
      anche per Win (GIMP, gcc, Python, php,
      mysql, apache, ecc.).

      Non so te, ma io vedo che il paragone non
      regge. Siamo sempre a 180 euro in meno per
      una Debian o Slackware o 100 in meno per una
      SUSE.

      Tornatene da dove sei uscito!eheh credo di essere un po' OT, scrivo a mechano perchè forse è il tipo più giusto per queste cose. bene, stasera ero a cena con un amico e mi dice 'la vostra è solo una moda che passera' '. egli ha installato la suse 8.1 e non riusciva a trovare il prog da masterizzare, ed è ingegnere. ora si può anche discutere che unix non sia ancora pronto per il desktop, ma dire che è una moda è esagerato. moda saranno il desktop di longhorn e il windows media center con i vari temi (ancora non ho capito cosa ha di speciale questo media center). se proprio per assurdo sco vince la causa passo a BSD, se decolla palladium vado su mac o sun, se anche quelli vanno a ... allora mi metto a leggere classici latini e greci, visti che non sono coperti da diritti d'autore...
      • Mechano scrive:
        Re: Per i Linuxiani...
        - Scritto da: Anonimo
        eheh credo di essere un po' OT, scrivo a
        mechano perchè forse è il tipo
        più giusto per queste cose. bene,
        stasera ero a cena con un amico e mi dice
        'la vostra è solo una moda che
        passera' '. egli ha installato la suse 8.1 e
        non riusciva a trovare il prog da
        masterizzare, ed è ingegnere. ora siMe la permetti una battuta cattiva?Di' al tuo amico che prenda lalaurea (presa al CEPU?), ci metta un po' di roba buona, la rolli per bene e se la fumi.Non credo gli sarebbe servita a molto altro visto come e' messo... :-)--Ciao. Mr. Mechano
    • Anonimo scrive:
      Re: Per i Linuxiani...

      Secondo voi comprare un Win XP a 180 euro
      significa svenarsi il portafoglio?1) Peccato che con 180 euro compri solo il S.O. e poi che ci fai?2) L'azienda in cui lavoro ha 400 computer ca, quindi 180x400=72.000 euro 72.000euro=139.411.440lirecon 72.000 euro l'azienda ci paga il lavoro di 4 persone di per un anno.ciao
    • pippo75 scrive:
      Re: Per i Linuxiani...

      Dove stanno i "ferri" del mestiere dello
      sviluppatore di cui parli?
      Non vedo ne linguaggi ne manuali anche in
      formato elettronico.Editor di testoEditor VideoPlayer Video/AudioProgrammi di masterizzazioneSupporto allo sviluppo (una collezione di API già disponibili)Linguaggio VBScriptSpiacente ma hai toppato.
      Quanto costa Win XP se ci aggiungi lo
      stesso tipo di cose? Devi ringraziare il
      mondo opensource se ci si ferma a 180 euro e
      le stesse cose che hai con Linux le hai
      anche per Win (GIMP, gcc, Python, php,
      mysql, apache, ecc.).Sicuramente il mondo Linux ha dato una spinta ad un miglioramento, questo nessuno penso lo possa negare.Ma il costo per una ditta non deriva solo dal sistema operativo, questo in molti casi è il minimo.Programmi come Gimp, Python, Open Office esistono anche per windows.
      Non so te, ma io vedo che il paragone non
      regge. Siamo sempre a 180 euro in meno per
      una Debian o Slackware o 100 in meno per una
      SUSE.Sicuramente, ma lui parlava di ferri del mestiere, quindi penso che si riferisse ad un uso professionale (e penso che 180 euro non siano poi cosi' tanti in ambito professionale).Poi dipende, proprio lunedi' stavo parlando con uno (che usa il PC per lavoro, consulente commerciale) e mi diceva che MS office non lo comprava visto il costo (doveva pagarselo lui), gli ho introdotto dell'esistenza di OO (era scettico sul gratis).Il Pc non l'ha comprato lui (ma l'ha avuto dalla ditta)
      • opazz scrive:
        Re: Per i Linuxiani...


        Dove stanno i "ferri" del mestiere dello

        sviluppatore di cui parli?

        Non vedo ne linguaggi ne manuali anche in

        formato elettronico.
        Editor di testo
        Editor Video
        Player Video/Audio
        Programmi di masterizzazioneSe questi me li chiami strumenti di sviluppo per fare applicativi..
        Supporto allo sviluppo (una collezione di
        API già disponibili)
        Linguaggio VBScript
        Spiacente ma hai toppato.Azz toppato? Mi sa che quel che toppa sei tu. Con il VBScript è la stessa microsoft che dice che non è uno strumento x developer ma al più uno strumento per l'ausilio dell'amministrazione del sistema.

        Quanto costa Win XP se ci aggiungi lo

        stesso tipo di cose? Devi ringraziare il

        mondo opensource se ci si ferma a 180 euro e

        le stesse cose che hai con Linux le hai

        anche per Win (GIMP, gcc, Python, php,

        mysql, apache, ecc.).
        Sicuramente il mondo Linux ha dato una
        spinta ad un miglioramento, questo nessuno
        penso lo possa negare.Beh basta aprire gli occhi e vedere cosa afferma l'autore del post.. Ah dimenticavo, c'era "qualcuno" che diceva che "LINUX è un cancro"...
        Ma il costo per una ditta non deriva solo
        dal sistema operativo, questo in molti casi
        è il minimo.E' il minimo se non sai fare una strategia e pianificazione di upgrade del parco macchine. Il costo della licenza è sicuramente una fetta decisiva su tutto il costo. Se un PC con un buon hardware ti costa sui 600 euro, se 200 sono di licenza del solo s.o. la cosa è determinante.Si perchè cmq per far girare BENE XP puoi alleggerirlo quanto vuoi ma una macchina piuttosto vecchia non lo tiene. Invece per dirti 2000 lo vedo bene anche su portatili ad esempio come i ThinkPAD 570, che non hanno una grandissima estrazione a livello hw.
        Programmi come Gimp, Python, Open Office
        esistono anche per windows.Certo che esistono anche per Windows chi lo nega. Ma visto che molti "gli fa schifo" usarli si prendono la copia "piratata" di Photoshop..

        Non so te, ma io vedo che il paragone non

        regge. Siamo sempre a 180 euro in meno per

        una Debian o Slackware o 100 in meno per una

        SUSE.
        Sicuramente, ma lui parlava di ferri del
        mestiere, quindi penso che si riferisse ad
        un uso professionale (e penso che 180 euro
        non siano poi cosi' tanti in ambito
        professionale).E cosa ci fai di professionale con XP nudo e crudo? La marmellata? Le API che tu parli e il VBSCRIPT non ti servono a nulla, non puoi distribuire nulla con quelle visto che non hanno le potenzialita dei tool di sviluppo integrati con linux.
        Poi dipende, proprio lunedi' stavo parlando
        con uno (che usa il PC per lavoro,
        consulente commerciale) e mi diceva che MS
        office non lo comprava visto il costo
        (doveva pagarselo lui), gli ho introdotto
        dell'esistenza di OO (era scettico sul
        gratis).Hai fatto bene.
        Il Pc non l'ha comprato lui (ma l'ha avuto dalla ditta)Eh tu pensa.. Chissa quanto gli è costato tutto l'ambaradan alla ditta..
        • pippo75 scrive:
          Re: Per i Linuxiani...


          Editor di testo

          Editor Video

          Player Video/Audio

          Programmi di masterizzazione

          Se questi me li chiami strumenti di sviluppo
          per fare applicativi..Il movie maker non è poi cosi' scarso, anche se a livello professionale si preferisce programmi tipo premiere/vegas video che costano almeno 500 euro .

          Supporto allo sviluppo (una collezione
          di

          API già disponibili)

          Linguaggio VBScript

          Spiacente ma hai toppato.

          Azz toppato? Mi sa che quel che toppa sei
          tu. Con il VBScript è la stessa
          microsoft che dice che non è uno
          strumento x developer ma al più uno
          strumento per l'ausilio dell'amministrazione
          del sistema.Ma tutte le API di cui dispone windows (comunicazione, grafica, video, .....)

          Beh basta aprire gli occhi e vedere cosa
          afferma l'autore del post.. Ah dimenticavo,
          c'era "qualcuno" che diceva che "LINUX
          è un cancro"... In un mercato statico puo' essere un cancro, ma lo potrebbe essere anche windows, tutto dipende da come si imposta la propria strategia.Poi molti dicono "linux=cancro" solo per dire e per trolleggiare.
          costo. Se un PC con un buon hardware ti
          costa sui 600 euro, se 200 sono di licenza
          del solo s.o. la cosa è determinante.
          Si perchè cmq per far girare BENE XP
          puoi alleggerirlo quanto vuoi ma una
          macchina piuttosto vecchia non lo tiene.
          Invece per dirti 2000 lo vedo bene anche su
          portatili ad esempio come i ThinkPAD 570,
          che non hanno una grandissima estrazione a
          livello hw.Se consideri gli altri costi, la persona che lavora: 1300 euro (lordi) al mese (minimo)I programmi (Oltre ad Office sono presenti Cad, Video, Contabilità, Gestione Magazzino, ......)

          E cosa ci fai di professionale con XP nudo e
          crudo? La marmellata? Le API che tu parli e
          il VBSCRIPT non ti servono a nulla, non puoi
          distribuire nulla con quelle visto che non
          hanno le potenzialita dei tool di sviluppo
          integrati con linux.Tra le API c'e' presente anche DirectX, se questo è poco.......E la media delle persona cosa ci fa con una distro linux?Montaggi video, ma fammi il piacere, ho visto vari programmi di questo tipo, nessuno era neanche all'altezza di "movie maker" (spero di sbaglire e tu mi possa dire uno che fa filmati, anche analogici).Grafica/Foto, Gimp va bene a livelli base/web, ma quando devi avere colori giusti e bilanciati (forse neanche windows va proprio bene)Fatturazione e contabilità? (nessuno dei due)OpenOffice, ma lo stesso esiste anche per windows (se uno non lo usa sotto windows perche' deve usarlo con linux?)Compilatori, ma qual'e' la percentuale di persona che si scrive i suoi programmi?
          • pippo75 scrive:
            Re: Per i Linuxiani...


            Non ho mai sentito dire da un dirigente IBM,
            SCO E' UN CANCRO.. Forse è lo stile
            microsoft per il marketing che non è
            mai stato impeccabile?"stile ibm" "Stile ms"
            Ne sono contento.. Ma 129000 siti che
            riportano questa notizia non sono cmq
            pochi.. Se poi ci vogliamo mettere a far
            conti di matematica è un discorso ase devo fare caso a tutto quello che leggo su internet, allora anche fumare farebbe bene.
            parte. Rimane il fatto che il gioco che fa
            MS non è pulito e imho non lo
            è mai stato.. questo puo' anche essere vero.
            Lo sai vero da cosa
            è nato NT?? dicevano VMS.
            Lo sai vero che ha
            acquisito una grossa società
            antivirus che supportava linux? E altri
            esempi se ne potrebbero fare.. Se avesse
            giocato pulito non avrebbe mai incorso in
            processi antitrust..allora anche IBM e AT&T hanno giocato sporco, visto che anche loro hanno avuto processi dall'antitrust.

            dischetto e farlo funzionare sui
            sistemi da

            windows 95 in poi (anche da dischetto).

            Se e' un programma C tranquillamente..io lo faccio senza il "C"

            Ahaha.. Questa cosa mi fa ridere.. Parecchio
            pure.. Ma ti ci sei mai provato SERIAMENTE??
            Ho dubbi in merito.magari sono io che non sono stato capace, ma se leggi su i.c.l.delphi, non sono l'unico che ha avuto problemi.
            Ma non diciamo cavolate.. Mai sentita
            l'espressione DLHELL??? E' entrata in voga
            anche perchè gli stessi programmatori
            diventano pazzi a fare il deployment di
            un'applicativo.. In verità no, penso che sia qualcosa che c'entri con l'incompatibilità tra le varie versioni di DLL (ti basti sapere che per due anni ho lottato con VB)
            Dici? Sarà che mi so togliere un
            ditino.. Installo un rpm, mi dice che manca
            qualcosa.. Lo cerco e lo installo.. Idem cone' un po che non uso linux, con mandrake si usa rpmdrake, la maggiorparte delle volte mi dava errori sugli RPM (non ricordo gli errori, mi sembrava che andavano in conflitto tra di loro)un'altra volta avevo tentato di aggiornare k3b all'ultima versione, dopo 1 ora di trafficamento (in automatico) mi sono ritrovato con la versione che avevo prima di aggiornare il tuttoleggendo i commenti sui NG non mi sembri che sia l'unico ad avere questi problemi.

            Ahaha.. Secondo te società come
            Disney farebbero girare i loro prodotti su
            piattaforme microsoft client come XP???disney puo' anche crearselo da sola il programma, altre ditte no.
  • Anonimo scrive:
    SCO (senza parole Act II)
    http://it.finance.yahoo.com/q?s=SCO&d=c&k=c1&a=v&p=s&t=3m&l=on&z=m&q=lsiamo quasi ai livelli dei bond parmalat ciao ciaoooo SCO
    • Anonimo scrive:
      Re: SCO (senza parole Act II)
      - Scritto da: Anonimo
      it.finance.yahoo.com/q?s=SCO&d=c&k=c1&a=v&p=s

      siamo quasi ai livelli dei bond parmalat

      ciao ciaoooo SCOA prescindere dal fatto che SCO per me sarebbe meglio che fallisse domani, guarda che non stai guardando la SCO giusta...
      • MadiC scrive:
        Re: SCO (senza parole Act II)
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        it.finance.yahoo.com/q?s=SCO&d=c&k=c1&a=v&p=s



        siamo quasi ai livelli dei bond parmalat



        ciao ciaoooo SCO

        A prescindere dal fatto che SCO per me
        sarebbe meglio che fallisse domani, guarda
        che non stai guardando la SCO giusta...eccola qua:http://it.finance.yahoo.com/q?s=scox&d=c
  • Anonimo scrive:
    Nazionalismo a tutto campo
    Che oramai il nazionalismo post 11/09 lo si usasse per tutto s'era visto, ma qui si sfiora il ridicolo. Sono toni che neanche nei primi tempi di guerra fredda si sentivano... ma come fanno i cittadini USA a berseli ancora? :Ci si lamenta della qualità dell'informazione da noi, ma se simili patetiche mosse passano senza pubblica berlina vuol dire che alla finfine son messi molto peggio di quanto immaginabile.Bah... :(
  • avvelenato scrive:
    O.s. pericoloso x sviluppatori autonomi
    (scusate per il titolo sms-like style)L'open source NON è un pericolo per tutti gli sviluppatori.Potrebbe esserlo per quelli che programmano a tempo perso il nuovo clone di winzip, e pretendono 20$ di registrazione.Potrebbe mettersi in concorrenza con lo shareware, sottraendo assieme al freeware la possibilità (remota) di retribuzioni.Questo commento è indirizzato specificatamente a Dotnet, perché ho capito bene le sue tesi:lui è uno sviluppatore (autonomo);lui non può più reinventare la ruota facendo un programmino tipo quelli che LucaSchiavoni recensisce ogni venerdì, e offrendolo come shareware ad un prezzo più o meno concorrenziale rispetto agli altri preesistenti;lui afferma che non sia giusto che persone rendano disponibili a gratis gli stessi programmi per i quali lui si farebbe pagare.comprensibilissima come posizione. Anche se non capisco come si pretenderebbe di far pagare programmi tipo AnyDvd (serve per eludere il Css facendo apparire il dvd sprotetto e region-free in maniera trasparente rispetto al so).evidentemente se il caro ragazzo di cui sopra, ma anche molti altri terrorizzati dal non poter scrivere più cazzatine simpatiche e venderle a 25$, conoscessero o per lo meno pensassero al lavoro del programmatore aziendale, capirebbero perché l'OS non minaccia il lavoro dei programmatori di professione (e non quelli che lo fanno come secondo lavoro o terzo.)Un programmatore che lavora in un team per creare un programma complesso perde tutti i diritti sul suo prodotto. Lui viene pagato un tot al mese, e l'azienda si frega i diritti.LUI NON PUO' UTILIZZARE CIO' CHE HA SCRITTO PER FARSI I FATTI SUOI, MA DEVE REINVENTARE LA RUOTA PER RAGGIUNGERE LO STESSO SCOPO IN PROGRAMMI AL DI FUORI DEL PROGETTO AZIENDALE AL QUALE LAVORA.Ecco perché i programmatori per professione dovrebbero essere entusiasti della GPL e le altre O.S.: la paga al mese la riceveranno lo stesso. La differenza sarà nel fatto che ciò che scrivono potranno utilizzarlo anche altrove, e non dovranno farsi un lavaggio del cervello ogni volta che cercano di programmare qualcosa al di fuori del contesto lavorativo. avvelenato che non capisca come si possa pretendere di essere pagati per reinventare la ruota ogni volta .
    • Anonimo scrive:
      Re: O.s. pericoloso x sviluppatori auton

      Ecco perché i programmatori per
      professione dovrebbero essere entusiasti
      della GPL e le altre O.S.: la paga al mese
      la riceveranno lo stesso. La differenza
      sarà nel fatto che ciò che
      scrivono potranno utilizzarlo anche altrove,
      e non dovranno farsi un lavaggio del
      cervello ogni volta che cercano di
      programmare qualcosa al di fuori del
      contesto lavorativo.Io sono un programmatore di professione.Confermo ciò che hai detto e aggiungo:l'OpenS, mi consente di creare grandi progetti con poco sforzo (questo mi rende competitivo anche di fronte alle grandi software house), imparo tecniche di programmazione e algoritmi fatti da altri (e viceversa), il software prodotto o modificato mi costa pochissimo (in termini di tempo). Al cliente a cui vendo phpnuke modificato, mosaico o quant'altro, non stà a vedere se il software può scaricarselo da solo o se è gratuito, egli cerca una persona che possa modificarlo, installarlo e gestirlo.....questo è quello che gli offro. Oltretutto OpenS non significa gratis, quindi il software modificato lo faccio pagare. Il cliente ha i sorgenti, e questo è una garanzia per lui.....la garanzia di avere comunque la possibilità di gestirseli, anche se io decido di cambiar mestiere. Non credere però che se vendo una copia di mosaico modificato, il cliente si mette a regalare a destra e manca il sorgente, questo per diversi motivi tra cui:1) quel sorgente è stato pagato e l'azienda che lo riceve, difficilmente lo regalerà2) l'azienda che riceve il software, non è un azienda informatica, quindi non è il suo mestiere vendere il software o regalarlo3) il software diventa un bene dell'azienda e come tale, sarà tenuto ben stretto4) io non sono tenuto a regalare il software OpenS, devo rendere disponibile i sorgenti a chi lo riceve.....in parole povere, se a te vendo il mio programma GPL, ti devo dare il sorgente,ciò non mi obbliga a rendere il sorgente disponibile a tutto il mondo, ma solo a chi do il programma.Lavorare con l'OpenS è un esperienza straordinaria per noi programmatori.Ovviamente quello sopra è dettato dalla mia esperienza personale.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: O.s. pericoloso x sviluppatori auton

        Io sono un programmatore di professione.
        Confermo ciò che hai detto e aggiungo:
        l'OpenS, mi consente di creare grandi
        progetti con poco sforzo (questo mi rende
        competitivo anche di fronte alle grandi
        software house), imparo tecniche di
        programmazione e algoritmi fatti da altri (e
        viceversa), il software prodotto o
        modificato mi costa pochissimo (in termini
        di tempo). Al cliente a cui vendo phpnuke
        modificato, mosaico o quant'altro, non
        stà a vedere se il softwareconcordo, anch'io vendo siti internet basati su un piccolo cms in php con licenza bsd che ho scritto io. quello che vendo non è il cms, ma il sito pronto che ci sta sopra.
        può scaricarselo da solo o se
        è gratuito, egli cerca una persona
        che possa modificarlo, installarlo e
        gestirlo.....questo è quello che gli
        offro. Oltretutto OpenS non significa
        [...]

        Lavorare con l'OpenS è un esperienza
        straordinaria per noi programmatori.certo, soprattutto, perchè ci consente pur essendo piccoli di essere competitivi
      • Anonimo scrive:
        Re: O.s. pericoloso x sviluppatori auton

        Lavorare con l'OpenS è un esperienza
        straordinaria per noi programmatori.Mi dimenticavo anche un'altro risvolto:le comunità OpenS, in genere, sono molto più amichevoli perchè è intrinseca nel concetto stesso di OpenS la voglia di scambiare informazioni. Questi programmatori sono molto più critici con se stessi perchè si confrontano con altri programmatori ed altri stili di programmare. Questo è un bene per la crescita professionale del programmatore stesso, che non crede di essere il più bravo del mondo, ma cerca di raccogliere e capire i segreti di chi è più bravo di lui.Viceversa, programmatore di CloseS, pensa di aver sviluppato il miglior software, usando le migliori tecniche di programmazione, proprio per questo "blinda" il proprio sapere, non cerca confronti ed evita di fornire informazioni....questo comportamento, a mio avviso è abbastanza presuntuoso e limita le conoscenze stesse dell'individuo.CiaoGianni
    • Anonimo scrive:
      Re: O.s. pericoloso x sviluppatori autonomi


      avvelenato che non capisca come si possa
      pretendere di essere pagati per reinventare
      la ruota ogni volta.concordo, e odio la marea di shareware che si vede per windows roba assolutamente di scarsa qualità che pretendono di farti pagare.se vuole essere pagato per i programmini che fa, allora faccia qualcosa talmente di buona qualità, con feature nuove, che valga veramente la pena di pagare. è semplicemente la legge della concorrenza del sistema economico che difende tanto
    • Anonimo scrive:
      Re: O.s. pericoloso x sviluppatori autonomi
      Eccomi qua, programmatore di professione (e anche a tempo perso) che sottoscrive pienamente tutto quello che hai detto.Sia per i programmini fatti in proprio su commessa sia per quelli prodotti in azienda la possiblità di vedere il codice scritto da altri mi ha aiutato ad aumentare di molto la produttività (e di produrre software migliore). Meno male che il mondo non è tutto closed, altrimenti i programatori di professione sarebbero solo quelli certificati M$ o simili (leggere libri e fare corsi per imparare a programmare va benissimo, ma per diventare bravi è anche necessario avere a disposizione codice scritto bene da studiare e da cui trarre ispirazione).
  • Anonimo scrive:
    DotNet ma ti rendi conto?
    "Imho è possibile ancora rimediare al paradosso della GPL solo se si è in grado (e si ha il coraggio) di prendere delle posizioni intransigenti e presentare delle proposte di legge che possano finalmente mettere fine a questa vergogna."Il paradosso? Ma ti rendi conto di quel che dici?Un programma e` un qualcosa di intangibile che richiede solo un po' di pazienza e bouna volonta`, come costi di sviluppo. Poi puo` essere buono o pessimo quanto ti pare, ma il software "piu`omenogratis, fattoperfare, vediamocosavienefuori, hovogliadispippolareunpo" e` un fenomeno naturale, prevedibilissimo visto che gente provvista di raziocinio si trova a usare macchine programmabili! E` come chiedere ai fiori di non crescere piu`, ti rendi conto di quanto distorto sia il tuo punto di vista, assimilabile evidentemente a quello della lettera di SCO, a proposito della realta` delle cose?Ma hai mai sentito DIO venire a chiederti di pagare perche` sei vivo? In caso tu creda di essere vivo grazie a Lui ovviamente... paga, per il bene dell'industria divina e della prossima generazione di creature viventi?
  • Anonimo scrive:
    Ricevo 20 curriculum al mese....
    ...richieste di assunzione o di collaborazione sotto qualsiasi forma da parte di neo laureati. Il 90% di questi si dichiarano "esperti in Linux e software open source di vario genere". Gente disposta a lavorare quasi gratis perché non trova un posto di lavoro. Gente che forse ora comincia a capire che fuori dalle università c'è un mondo diverso. Traete voi le conclusioni su quanto interessi al mondo del lavoro l'open source e Linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricevo 20 curriculum al mese....
      - Scritto da: Anonimo
      ...richieste di assunzione o di
      collaborazione sotto qualsiasi forma da
      parte di neo laureati. Il 90% di questi si
      dichiarano "esperti in Linux e software open
      source di vario genere". Gente disposta a
      lavorare quasi gratis perché non
      trova un posto di lavoro. Gente che forse
      ora comincia a capire che fuori dalle
      università c'è un mondo
      diverso.

      Traete voi le conclusioni su quanto
      interessi al mondo del lavoro l'open source
      e Linux.
      L'ho riletto diverse volte e non sono manco sicuro di essere arrivato a capirlo, figuriamoci alle auspicate conclusioni...Comunque, sperando di essere un pelo piu` chiaro, ricorderei che il software e` una serie di istruzioni per una macchina, registrate come astratti segnali (magnetici, ottici, cometipare), per il quale non c'e` consumo di materie prime, per il quale ci sara` sempre qualcuno al mondo che avra` voglia di far qualcosa tanto per fare, e sperando che possa essere utile magari a qualcun'altro che avrebbe fatto la stessa cosa perdendoci tempo se non fosse che a quel punto avrebbe trovato quello gia` fatto, eccetera... la macchina commerciale intorno al software si basa invece principalmente sulla "reinvenzione della ruota": Windows 95, Office 95, WIndows98, Office 98, Windows2000, Office2000, WindowsXP, OfficeXP, e cosi` via... vero e` che sono due mondi diversi, ma l'uno non esclude l'altro, quindi il punto di SCO in proposito alla sicurezza nazionale e`UNA COLOSSALE ASSURDITA`.per non dire cazzata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricevo 20 curriculum al mese....
    • Mechano scrive:
      Re: Ricevo 20 curriculum al mese....
      - Scritto da: Anonimo
      source di vario genere". Gente disposta a
      lavorare quasi gratis perché non
      trova un posto di lavoro. Gente che forse
      ora comincia a capire che fuori dalle
      università c'è un mondo
      diverso.

      Traete voi le conclusioni su quanto
      interessi al mondo del lavoro l'open source
      e Linux.Si ma cosa centra Linux con la crisi dell'IT in genere?E che significa che al mondo del lavoro l'opensource non interessi? L'opensource ineteressa a tutti coloro puo' servire. Ad un'azienda se trova un'applicazione valida e che le permetta di risparmiare o averne benefici dal lato tecnico.Ad un appassionato di informatica perche' ha sistemi operativi, programmi di utilita' linguaggi e quant'altro per giocare e imparare a costo quasi nullo e coi sorgenti cosi' impara veramente come funziona il computer e i programmi.Alle Pubbliche Amministrazioni perche' puo' risolvere molti problemi e possono essere utili i formati aperti.Alle aziende di hardware perche' non devono pagare costosi diritti per sistemi operativi embedded, ed hanno i sorgenti per studiare qualsiasi applicazione per qualsiasi hardware.Che vuol dire che Linux non interessa al mondo del lavoro? Forse perche' non interessa a te?--Ciao. Mr. Mechano
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricevo 20 curriculum al mese....
      - Scritto da: Anonimo
      ...richieste di assunzione o di
      collaborazione sotto qualsiasi forma da
      parte di neo laureati. Il 90% di questi si
      dichiarano "esperti in Linux e software open
      source di vario genere". Gente disposta a
      lavorare quasi gratis perché non
      trova un posto di lavoro. Gente che forse
      ora comincia a capire che fuori dalle
      università c'è un mondo
      diverso.

      Traete voi le conclusioni su quanto
      interessi al mondo del lavoro l'open source
      e Linux.Bah.... io le conclusioni che traggo sono che il 90% dei neolaureati ormai conoscono Linux.La mia esperienza di oltre dieci anni in azienda mi ha insegnato che i neolaureati che conoscono Linux al di la delle conoscenze specifiche sono quelli che hanno più curiosità e più voglia di imparare cose nuove e quindi si rivelano spesso delle risorse preziose.Poi ovviamente purtroppo nelle aziende ci sono dei pezzi di antiquariato che se ne escono con discorsi assurdi del tipo: "Gente disposta a lavorare quasi gratis perché non trova un posto di lavoro".... Purtroppo questa gente per pure ragioni anagrafiche e non sapendo andare al di la della propria incapacità si trova a prendere decisioni spesso dannose per l'azienda stessa...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricevo 20 curriculum al mese....
      - Scritto da: Anonimo
      ...richieste di assunzione o di
      collaborazione sotto qualsiasi forma da
      parte di neo laureati. Il 90% di questi si
      dichiarano "esperti in Linux e software open
      source di vario genere". Gente disposta a
      lavorare quasi gratis perché non
      trova un posto di lavoro. Gente che forse
      ora comincia a capire che fuori dalle
      università c'è un mondo
      diverso.

      Traete voi le conclusioni su quanto
      interessi al mondo del lavoro l'open source
      e Linux.
      ... e quanti curriculum al mese ti inviano con scritto "programmazione con Visual Basic" ? (tanto per curiosità)
    • maxadamo scrive:
      Re: Ricevo 20 curriculum al mese....
      - Scritto da: Anonimo
      Traete voi le conclusioni su quanto
      interessi al mondo del lavoro l'open source
      e Linux.se fosse veramente come dici tu, SCO non avrebbe dovuto avere i problemi che ha avuto. Visti i fatti, hai evidentemente torto.Massimiliano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ricevo 20 curriculum al mese....
      - Scritto da: Anonimo
      ...richieste di assunzione o di
      collaborazione sotto qualsiasi forma da
      parte di neo laureati. Il 90% di questi si
      dichiarano "esperti in Linux e software open
      source di vario genere". Gente disposta a
      lavorare quasi gratis perché non
      trova un posto di lavoro. Gente che forse
      ora comincia a capire che fuori dalle
      università c'è un mondo
      diverso.

      Traete voi le conclusioni su quanto
      interessi al mondo del lavoro l'open source
      e Linux.
      l'open source è un bene appetibile per un'azienda.Da qualche tempo si consigliano i redattori dei curriculum di far presente anche queste conoscenze.Tutto qui.
  • Anonimo scrive:
    ho windows xp regolarmente pagato..
    uso solo programmi freeware come antivir,spyboot,leechget, mozilla, open office,winamp vecchio.. tutto sempre a posto, nessun problema.. formatto ogni anno circa...perchè dovrei passare a linux ? :) il vero problema di windows sono gli utenti che non lo sanno usare
    • Anonimo scrive:
      Re: ho windows xp regolarmente pagato..
      - Scritto da: Anonimo
      uso solo programmi freeware come
      antivir,spyboot,leechget, mozilla, open
      office,winamp vecchio.. tutto sempre a
      posto, nessun problema.. formatto ogni anno
      circa...perchè dovrei passare a linux
      ? :) il vero problema di windows sono gli
      utenti che non lo sanno usareconcordo con te.
    • Mechano scrive:
      Re: ho windows xp regolarmente pagato..
      - Scritto da: Anonimo
      uso solo programmi freeware come
      antivir,spyboot,leechget, mozilla, open
      office,winamp vecchio.. tutto sempre a
      posto, nessun problema.. formatto ogni anno
      circa...perchè dovrei passare a linux
      ? :) il vero problema di windows sono gli
      utenti che non lo sanno usare Teoricamente nessuno ti obbliga... Ma in un certo senso il tuo desiderio di non spendere denaro ingiustificatamente c'e'. Solo che cio' lo fai su Win che pero' non era freeware. Vuoi usare Win ma non capisci perche' dover spendere tanto per il software, ti rivolgi al freeware e all'opensource per Win (e ce n'e' tatissimo) perche' li trovi validi e sufficienti ai tuoi scopi senza svenarti il portafogli.Allora Win o non Win l'opensource e anche il freeware servono a qualcosa o no?--Ciao. Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: ho windows xp regolarmente pagato..
        - Scritto da: Mechano

        - Scritto da: Anonimo

        uso solo programmi freeware come

        antivir,spyboot,leechget, mozilla, open

        office,winamp vecchio.. tutto sempre a

        posto, nessun problema.. formatto ogni
        anno

        circa...perchè dovrei passare a
        linux

        ? :) il vero problema di windows sono
        gli

        utenti che non lo sanno usare

        Teoricamente nessuno ti obbliga...
        Ma in un certo senso il tuo desiderio di
        non spendere denaro ingiustificatamente
        c'e'. Solo che cio' lo fai su Win che pero'
        non era freeware.
        Vuoi usare Win ma non capisci perche' dover
        spendere tanto per il software, ti rivolgi
        al freeware e all'opensource per Win (e ce
        n'e' tatissimo) perche' li trovi validi e
        sufficienti ai tuoi scopi senza svenarti il
        portafogli.
        Allora Win o non Win l'opensource e anche il
        freeware servono a qualcosa o no?

        --
        Ciao.
        Mr. Mechanosono sempre l'autore del topic. Ho provato diverse distribuzioni linux e, e non è difficile ammettere che gratuitamente hai un sistema operativo stabile e con tantissimi programmi che avranno un'interfaccia un pò spartana ma che funzionano bene quanto quelli commerciali (esattamente come su windows). Il problema rimane sempre quello, cambiare sistema spesso è un trauma (sebbene usarlo nelle distribuzioni più user-friendly solamente ormai sia diventato facile come windows, anche se non hai nessuna conoscenza) e se non hai motivi ben precisi secondo me non vale la pena.(in altre parole, sono troppo pigro per imparare i concetti di un altro OS :D, forse microsoft punta molto anche su questo) Comunque uso freeware non tanto per non spendere denaro (come sai bene avere programmi commerciali anche costosi a "costo zero" non è difficile), ma proprio perchè ho piacere ad utilizzarli :) Consiglio a chi utilizza solo programmi commerciali, magari "crakkati" di farsi un giro su google inserendo la parola "freeware", probabilmente rimarrà sorpreso dal livello del software gratuito :)
      • Anonimo scrive:
        Re: ho windows xp regolarmente pagato..
        STRACUT
        Ciao.
        Mr. MechanoToh un Mr. Mechano :DSalutoni da neo@thezion di IHM (la rete e' piccola vedo)(linux)(linux)(linux);)
    • Anonimo scrive:
      Re: ho windows xp regolarmente pagato..
      - Scritto da: Anonimo
      uso solo programmi freeware come
      antivir,spyboot,leechget, mozilla, open
      office,winamp vecchio.. tutto sempre a
      posto, nessun problema.. formatto ogni anno
      circa...perchè dovrei passare a linux
      ? :) il vero problema di windows sono gli
      utenti che non lo sanno usaredovresti passare a Linux perchè essendo una piattaforma aperta non pone vincoli (a parte quelli funzionali) all'installazione di software, chi ti garantisce che domani open office sarà ancora utilizzabile sotto win ? perche sai, M$ ha a cuore la tua 'sicurezza', a tal punto che se ritiene un programma 'pericoloso' può impedirne l'installazione (palladium)... in definitiva NON puoi fidarti di M$, troppi intrallazzi economici, troppe assurdità nelle licenze... ecco perchè dovresti passare a Linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: ho windows xp - palladium leggende.
        - Scritto da: Anonimo
        perche sai, M$ ha a cuore la tua
        'sicurezza', a tal punto che se ritiene un
        programma 'pericoloso' può impedirne
        l'installazione (palladium)... Ciao, leggo sempre piu spesso questa cosa (ovvero che sui prossimi windows non sara' possibile installare software non "certificato")ma puoi citare almeno una fonte, o un articolo che parli proprio di questo? Palladium "impedisce l installazione" di programmi ritenuti pericolosi? dove lo hai letto ? e' solo per sapere. a me mi sa tanto di leggenda metropolitana.Io ho letto le nuove caratteristiche ed ho capito che ci saranno software "certificati" (come ora con Xp ci sono hardware certificati e altri no..)e allora? Open Office si fara' certificare, oppure lo installi lo stesso? dove sta il problema ?Zia.
        • Anonimo scrive:
          Re: ho windows xp - palladium leggende.

          Ciao,
          leggo sempre piu spesso questa cosa (ovvero
          che sui prossimi windows non sara' possibile
          installare software non "certificato")mah, io sto a vedere, per il momento sembra solo che ti chiederà "questo software non è firmato,vuoi continure?" e sarà una cosa a catena di certificati tipo ssl, che quindi puoi emettere certificati anche te, che saranno ovviamente thrusted solo da te perchè la catena non va fino ad una certification authority.staremo a vedere, e se sarà una cosa troppo prepotente passerò a linux.boh.
        • Anonimo scrive:
          Re: ho windows xp - palladium leggende.
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          perche sai, M$ ha a cuore la tua

          'sicurezza', a tal punto che se ritiene
          un

          programma 'pericoloso' può
          impedirne

          l'installazione (palladium)...

          Ciao,
          leggo sempre piu spesso questa cosa (ovvero
          che sui prossimi windows non sara' possibile
          installare software non "certificato")

          ma puoi citare almeno una fonte, o un
          articolo che parli proprio di questo?

          Palladium "impedisce l installazione" di
          programmi ritenuti pericolosi? dove lo hai
          letto ? e' solo per sapere. a me mi sa tanto
          di leggenda metropolitana.

          Io ho letto le nuove caratteristiche ed ho
          capito che ci saranno software "certificati"
          (come ora con Xp ci sono hardware
          certificati e altri no..)

          e allora? Open Office si fara' certificare,
          oppure lo installi lo stesso? dove sta il
          problema ?

          Zia. ecco un articolo : http://www.apogeonline.com/webzine/2002/07/02/01/200207020102
          • Anonimo scrive:
            Re: ho windows xp - palladium leggende.
            Guarda non sono "Zia" ma quell'articolo e' delirante, basato su supposizioni di parte che non hanno alcun riscontro sui progetti TSC di MS. Ancora quell'articolo mi stai a girare?
          • Anonimo scrive:
            Re: ho windows xp - palladium leggende.
            - Scritto da: Anonimo
            ecco un articolo :

            www.apogeonline.com/webzine/2002/07/02/01/200ciao,per quanto interessantissimo , come moltissime cose di Attivissimo, quell articolo non conferma la leggenda metropolitana che su Palladium tu NON puoi installare un programmase ci hai letto questo.. hai letto male!!! rileggilo.. e comunque si basa su ipotesi, basate su progetti in corso. insomma non c'e' nulla di reale ancora, e palladium non e' nato per impedire a te di usare OpenOffice. se hai capito questo sbagli. e non hai prove che lo provino. Zia
          • Anonimo scrive:
            Re: ho windows xp - palladium leggende.
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            ecco un articolo :




            www.apogeonline.com/webzine/2002/07/02/01/200

            ciao,
            per quanto interessantissimo , come
            moltissime cose di Attivissimo, quell
            articolo non conferma la leggenda
            metropolitana che su Palladium tu NON puoi
            installare un programma

            se ci hai letto questo.. hai letto male!!!
            rileggilo..

            e comunque si basa su ipotesi, basate su
            progetti in corso. insomma non c'e' nulla di
            reale ancora, e palladium non e' nato per
            impedire a te di usare OpenOffice. se hai
            capito questo sbagli. e non hai prove che lo
            provino.

            Ziamah, aspettare le 'prove' potrebbe costarci molto caro... io spero che tu abbia ragione e che la visione dei fatti esposta nell'articolo sia allarmistica e niente più, ma pensa solo per un attimo se ciò che è espresso nell'articolo fosse vero... non si tratta di una quisquilia, si tratta di far diventare il PC un frigorifero... mah chi vivrà vedrà...
          • Anonimo scrive:
            Re: ho windows xp - palladium leggende.
            - Scritto da: Anonimo
            mah, aspettare le 'prove' potrebbe costarci
            molto caro... io spero che tu abbia ragione
            e che la visione dei fatti espostanon ci sono fatti esposti in quell articolo.ma solo teorie e supposizioni basate su teoremi allarmistici e senza fondamento.
            nell'articolo sia allarmistica e niente
            più, ma pensa solo per un attimo se
            ciò che è espresso
            nell'articolo fosse vero... non si tratta di
            una quisquilia, si tratta di far diventare
            il PC un frigorifero... mah chi vivrà
            vedrà...certo, se vuoi scrivo un articolo su quanto diventeranni pericolose le automobili, senza citare un fatto, o un qualsiasi dettaglio tecnico reale.Ti allarmo al punto che vedrai una Tipo e urlerai. a che pro?con i SE e con i Ma non si va da nessuna parte.. quell articolo e' semplicemente un esercizio di stile che si basa su fuffa.Palladium conterra' ne' piu ne meno quel che conterra' OsX o altri sistemi (o le console) eppure non mi sembra che si gridi allo scandalo che con iPod o con i futuri Apple non si possano effettuare copie, o che si gridi allo scandalo se con una console non puoi usare cd masterizzatiPalladium e' la stessa cosa. Ma dire che OpenOffice non si puo' installare sui futuri Windows, o che quell articolo parla di "fatti allarmanti" e' quantomeno.. falso ;)Zietta
      • Anonimo scrive:
        Re: ho windows xp regolarmente pagato..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        uso solo programmi freeware come

        antivir,spyboot,leechget, mozilla, open

        office,winamp vecchio.. tutto sempre a

        posto, nessun problema.. formatto ogni
        anno

        circa...perchè dovrei passare a
        linux

        ? :) il vero problema di windows sono
        gli

        utenti che non lo sanno usare

        dovresti passare a Linux perchè
        essendo una piattaforma aperta non pone
        vincoli (a parte quelli funzionali)
        all'installazione di software, chi ti
        garantisce che domani open office
        sarà ancora utilizzabile sotto win ?Quando sarà costretto per forza da microsoft a usare solo il software "consigliato" e ai loro prezzi, puoi stare certo che passerò ad altre alternative :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ho windows xp regolarmente pagato..
      senza linux non avrsti mozilla. senza l'open source (che non è linux, ok...) non avresti virtualdub e tanti altri sw utili sviluppati da tanti nerd volonterosi opensorciari.- Scritto da: Anonimo
      uso solo programmi freeware come
      antivir,spyboot,leechget, mozilla, open
      office,winamp vecchio.. tutto sempre a
      posto, nessun problema.. formatto ogni anno
      circa...perchè dovrei passare a linux
      ? :) il vero problema di windows sono gli
      utenti che non lo sanno usare
      • Anonimo scrive:
        Re: ho windows xp regolarmente pagato..
        - Scritto da: Anonimo
        senza linux non avrsti mozilla. senza l'open
        source (che non è linux, ok...) non
        avresti virtualdub e tanti altri sw utili
        sviluppati da tanti nerd volonterosi
        opensorciari.

        - Scritto da: Anonimo

        uso solo programmi freeware come

        antivir,spyboot,leechget, mozilla, open

        office,winamp vecchio.. tutto sempre a

        posto, nessun problema.. formatto ogni
        anno

        circa...perchè dovrei passare a
        linux

        ? :) il vero problema di windows sono
        gli

        utenti che non lo sanno usareio non ho detto che linux e l'open source non sono ottimi, anzi (sono perfettamente consapevole che la comunità mette a disposizione gratuitamente un os stabile e con tantissimi programmi gratuiti validi quando le loro controparti windows)Solo che per ora non vedo la necessità di passare ad un altro sistema operativo, se sai gestire bene quello che già hai :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ho windows xp regolarmente pagato..
      leechget? grazie!!!stavo giusto cercando un sostituto di getright non a pagamento :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: ho windows xp regolarmente pagato..
        - Scritto da: Anonimo
        leechget? grazie!!!
        stavo giusto cercando un sostituto di
        getright non a pagamento
        :)è ottimo, usalo :)
        • Anonimo scrive:
          Re: ho windows xp regolarmente pagato..
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          leechget? grazie!!!

          stavo giusto cercando un sostituto di

          getright non a pagamento

          :)

          è ottimo, usalo :)e scarica anche il plugin per mozilla :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ho windows xp regolarmente pagato..
      - Scritto da: Anonimo
      uso solo programmi freeware come
      antivir,spyboot,leechget, mozilla, open
      office,winamp vecchio.. tutto sempre a
      posto, nessun problema.. formatto ogni anno
      circa...perchè dovrei passare a linux
      ? :) il vero problema di windows sono gli
      utenti che non lo sanno usareBeh, ma questo non ha nulla a che fare con il sofwtare libero. Anzi, tu usando open office e mozilla utilizzi software libero.Software libero ed open source non vogliono necessariamente dire linux
    • Anonimo scrive:
      Re: ho windows xp regolarmente pagato..
      xp regolarmente pagato ? 'cidenti... eiste ancora gente onesta... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: ho windows xp regolarmente pagato..
      - Scritto da: Anonimo
      uso solo programmi freeware come
      antivir,spyboot,leechget, mozilla, open
      office,winamp vecchio.. tutto sempre a
      posto, nessun problema.. formatto ogni anno
      circa...perchè dovrei passare a linuxMagari per non dover formattare ogni anno.... :-)
      ? :) il vero problema di windows sono gli
      utenti che non lo sanno usareQuesto è vero, però c'è una contraddizione.... da un lato si dice che Windows è alla portata di tutti, ma dall'altro si dice che i problemi di Windows sono causati dall'impreparazione degli utenti... qualche cosa non torna...
      • Anonimo scrive:
        Re: ho windows xp regolarmente pagato..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        uso solo programmi freeware come

        antivir,spyboot,leechget, mozilla, open

        office,winamp vecchio.. tutto sempre a

        posto, nessun problema.. formatto ogni
        anno

        circa...perchè dovrei passare a
        linux

        Magari per non dover formattare ogni
        anno.... :)Non è che sia il sistema ad obbligarmi a farlo :)


        ? :) il vero problema di windows sono
        gli

        utenti che non lo sanno usare

        Questo è vero, però c'è
        una contraddizione.... da un lato si dice
        che Windows è alla portata di tutti,
        ma dall'altro si dice che i problemi di
        Windows sono causati dall'impreparazione
        degli utenti... qualche cosa non torna...

        Una cosa è la facilità di utilizzo, una cosa è saperlo gestire :) (che a me sembra altrettanto facile, ma per alcuni può non essserlo)
      • Anonimo scrive:
        Re: ho windows xp regolarmente pagato..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        uso solo programmi freeware come

        antivir,spyboot,leechget, mozilla, open

        office,winamp vecchio.. tutto sempre a

        posto, nessun problema.. formatto ogni
        anno

        circa...perchè dovrei passare a
        linux

        Magari per non dover formattare ogni
        anno.... :)


        ? :) il vero problema di windows sono
        gli

        utenti che non lo sanno usare

        Questo è vero, però c'è
        una contraddizione.... da un lato si dice
        che Windows è alla portata di tutti,
        ma dall'altro si dice che i problemi di
        Windows sono causati dall'impreparazione
        degli utenti... qualche cosa non torna...


        Microsoft può fare tutti gli sforzi che vuole per rendere i suoi SO "user friendly", ma gli utonti troveranno sempre il modo di impippolare il sistema a tal punto da inchiodarlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: ho windows xp regolarmente pagato..
      - Scritto da: Anonimo
      circa...perchè dovrei passare a linuxInfatti nessuno ti obbliga, come nessuno dovrebbe obbligarmi a non usare Linux (che invece è quello che stanno cercando di fare).O no?
  • Anonimo scrive:
    un giorno su google...
    un giorno cercherò informazioni sul gas GPL in rete e non troverò nulla perhcè sarà tutto occupato daLLA GPL!azzurdo!
    • AndreaMilano scrive:
      Re: un giorno su google...
      Forse imparandolo ad usare troverai quel che cerchi.A.MilanoPS: se ricerchi Gas GPL è diverso da "Gas GPL" e ancora diverso da Gas +GPL o da GPL Gas -Linux -"Open Source"- Scritto da: Anonimo
      un giorno cercherò informazioni sul
      gas GPL in rete e non troverò nulla
      perhcè sarà tutto occupato
      daLLA GPL!

      azzurdo!
    • Anonimo scrive:
      Re: un giorno su google...
      - Scritto da: Anonimo
      un giorno cercherò informazioni sul
      gas GPL in rete e non troverò nulla
      perhcè sarà tutto occupato
      daLLA GPL!

      azzurdo!Tu pensa invece ai poveri americani che vogliono comprare online o avere informazioni dettagliate sulle finestre!!!Non credi che sia azzurdo?Se fossi nei venditori di infissi e finestre farei causa alla microsoft per il business rubato!Liberiamo il mondo dalle finestre, compriamo il GPL!!! :-)
      • maxadamo scrive:
        Re: un giorno su google...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        un giorno cercherò informazioni
        sul

        gas GPL in rete e non troverò
        nulla

        perhcè sarà tutto occupato

        daLLA GPL!



        azzurdo!

        Tu pensa invece ai poveri americani che
        vogliono comprare online o avere
        informazioni dettagliate sulle finestre!!!

        Non credi che sia azzurdo?e d'altra parte, per gli amerikani il gas e' LPG .... e non GPL ;)--Massimiliano.
      • Anonimo scrive:
        Re: un giorno su google...
        - Scritto da: Anonimo

        azzurdo!

        Tu pensa invece ai poveri americani che
        vogliono comprare online o avere
        informazioni dettagliate sulle finestre!!!

        Non credi che sia azzurdo?
        www.windows.it!!! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: un giorno su google...
      - Scritto da: Anonimo
      un giorno cercherò informazioni sul
      gas GPL in rete e non troverò nulla
      perhcè sarà tutto occupato
      daLLA GPL!

      azzurdo!come no, google sta per venire comprato da microsoft...
  • Anonimo scrive:
    SCO:l'open-source è un pericolo....
    Roftl Roftl!Anche la SCO le sa raccontare bene le barzellette! :D
  • Anonimo scrive:
    McBride poverello!
  • Silkworm scrive:
    Quando è comodo pero....
    Lo stack TCP/IP è stato implementato dal Dipartimento della Difesa Americana verso la fine degli anni 60 per scopi militari. 20 anni dopo il suo codice è stato reso PUBBLICO o OPEN a TUTTI. Questi TUTTI lo hanno implementato (principalmnte su macchine Unix) per creare quello che oggi è il protocollo standard della Grande Rete.Ora mi chiedo: " Che cosa ci fa un pezzetto di software OPEN SOURCE nel preziosissimo e ultra-proprietario codice di Windows?"Se utilizzate Windows e considerate il software Open Source così dannoso,allora fatemi, o meglio fateVi il piacere di disinstallare il protocollo TCP/IP e di scomparire dalla rete almeno fino a quando Microsoft non svilupperà un SUO protocollo compatibile. Almeno siate coerenti con quello che dite e pensate ;)
    • Silkworm scrive:
      Re: Quando è comodo pero....
      Scusate per gli accenti mancanti ma ho la tastiera Americana e a volte mi dmentico l'apice o.... semplicemente non ho voglia di inserire il codice del carattere.....:D
  • Santos-Dumont scrive:
    SCOionai
    http://www.freego.it/:D
  • Anonimo scrive:
    Domanda
    Ma che le tirino fuori le migliaia di linee di codice rubato!
  • Anonimo scrive:
    per la guerra..
  • Anonimo scrive:
    E mo'...
    E mo' ci diranno pure che l'Open Source favorisce il terrorismo perche nel covo di Saddam hanno trovato dei CD che sembrerebbero contenere una copia del kernel di Linux adattata per la guerra chimica.Poi uscirá Donald Rumsfeld alla tv dicendo che esistono prove incontrovertibili che Bin Laden sta diffondendo una fake di OpenOffice truccata per prendere il controllo di vari aerei e schiantarli tutti sulla Casa Bianca. :
  • Anonimo scrive:
    Certo....
    Se usi un sistema operativo linux e non versi soldi nelle tasse di Bill Gates, l'America incassa meno, meno incassi meno portaerei ed aerei. Una posizione che a lungo diventa di minore supremazia, con tutto quello che è collegato, lo hanno ben capito i cinesi... Buon divertimento...P.S.Che ciula i no global, non spaccate vetrine imbecilli installate SW GPL etc, i risultati sì che si vedranno...
  • dotnet scrive:
    Sarebbe ora di smetterla con il gratis
    Voglio solo sottolineare come tutte le soluzioni che tendono a ridimensionare i costi fino ad annullarli (vedi Internet e fine della New Economy), hanno finora dimostrato di essere in grado (volontariamente o involontariamente) di distruggere il mercato fino a colpire se stessi...La gpl e tutta la grande pseudo-industria del software free (sono infatti produttori di hardware) stanno assieme sopprimendo il mercato fino alla morte...Il software free è un male della società sviluppatosi a causa dell'impreparazione dei governi a trattare argomenti che vanno oltre il conflitto di interessi e la crisi del calcio...L'informatica non ha dato il tempo al legislatore di conoscere, ergo qualcuno ne ha approfittato.Imho è possibile ancora rimediare al paradosso della GPL solo se si è in grado (e si ha il coraggio) di prendere delle posizioni intransigenti e presentare delle proposte di legge che possano finalmente mettere fine a questa vergogna.No alla GPL, si al vero e duraturo sviluppo del software.
    • Anonimo scrive:
      Sarebbe ora di smetterla di bere
      ...appunto
      • dotnet scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla di bere
        - Scritto da: Anonimo
        ...appuntomi aspettavo già questo genere di risposte, da chi come te non vuole accettare l'idea di non poter più scaricare un giorno linux gratis
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla di bere
          Veramente la distro che ho l'ho pagata...ma che c'entra open con gratis???Boh...ma gratis non c'entra forse con freeware???Mmmmh...mi sembra propio...eheheheh...va va povero untorello non sei tu quello che spianti Milano....
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla di bere
            - Scritto da: Anonimo
            Veramente la distro che ho l'ho pagata...ma
            che c'entra open con gratis???
            Boh...ma gratis non c'entra forse con
            freeware???
            Mmmmh...mi sembra propio...eheheheh...va va
            povero untorello non sei tu quello che
            spianti Milano....open con gratis non c'entra ???? Aha ahahah... magari sei il solito che dice che free e gratis non sono la stessa cosa... oppure open vuol dire solo aperto ...ho povero ragazzo... la realtà dovrai pure accettarla prima o poi (nel frattempo finisci l'università)
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla di bere
            - Scritto da: dotnet
            open con gratis non c'entra ???? Aha
            ahahah... magari sei il solito che dice che
            free e gratis non sono la stessa cosa...
            oppure open vuol dire solo aperto ...
            Non sono quello di sopra, ma credo che tu stia confondendo un po' i terminiopen non vuol dire freefree (inteso come software libero) non vuol dire gratisopen non vuol dire gratisInutile che vai avanti ad insistere
            ho povero ragazzo... la realtà dovrai
            pure accettarla prima o poi (nel frattempo
            finisci l'università)Ma quando finisci le argomentazioni passi ad insultare?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla di bere
            "Tutti quelli che parlano bene della GPL sono studenti universitari"...Dalle tue parole si evince che tu invece sei un uomo di mondo... Il software open-source? Una moda! Free - In un economia di mercato? Ma siamo pazzi? Fare soldi con questa roba? Impossibile! Ci sono riusciti solamente IBM, Novell, Suse, Red-hat... ;-PMa va a studiare ancora all'università dei bovini va, sempre che tu ci sia mai andato in quei posti polverosi dove si studia, uomo di mondo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla di bere

            open con gratis non c'entra ???? Aha
            ahahah... magari sei il solito che dice che
            free e gratis non sono la stessa cosa...
            oppure open vuol dire solo aperto ...ma tu hai la minima idea della cariolata di soldi che costa una reh hat enterprise, vero?
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla di bere
          - Scritto da: dotnet

          - Scritto da: Anonimo

          ...appunto

          mi aspettavo già questo genere di
          risposte, da chi come te non vuole accettare
          l'idea di non poter più scaricare un
          giorno linux gratisneanche con rastrellamenti casa per casa e fucilazioni di massa ci fermerete.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
      GPL non vuol dire gratis
      • dotnet scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        - Scritto da: Anonimo
        GPL non vuol dire gratisNo, GPL vuol dire perfettamente gratis.E' un peccato che gli stessi sostenitori della GPL non abbiano mai elaborato qualsiasi concetto che possa compromettere la leggittimità del tutto gratis.... beh forse hai ragione, in teoria potrebbe essere solo il primo a pagare per un software GPL... ma è solo teoriae non iniziate nuovamente con la storia dei servizi personalizzati, altrimenti dimostrate di essere solamente degli studenti universiati o programmatori per hobby
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
          - Scritto da: dotnet

          - Scritto da: Anonimo

          GPL non vuol dire gratis

          No, GPL vuol dire perfettamente gratis.

          E' un peccato che gli stessi sostenitori
          della GPL non abbiano mai elaborato
          qualsiasi concetto che possa compromettere
          la leggittimità del tutto gratis.

          ... beh forse hai ragione, in teoria
          potrebbe essere solo il primo a pagare per
          un software GPL... ma è solo teoriaIo ho pagato la distribuzione linux che sto usando, piena di software GPL.Tu hai pagato la tua versione di windows, fatta solo da software proprietario?
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: dotnet



            - Scritto da: Anonimo


            GPL non vuol dire gratis



            No, GPL vuol dire perfettamente gratis.



            E' un peccato che gli stessi sostenitori

            della GPL non abbiano mai elaborato

            qualsiasi concetto che possa
            compromettere

            la leggittimità del tutto gratis.



            ... beh forse hai ragione, in teoria

            potrebbe essere solo il primo a pagare
            per

            un software GPL... ma è solo
            teoria

            Io ho pagato la distribuzione linux che sto
            usando, piena di software GPL.
            Tu hai pagato la tua versione di windows,
            fatta solo da software proprietario?certo che l'ho pagata, io ho pagato per usare windows e le sue interfacce e non per scopiazzarmi i codici. Peraltro Microsoft da un'eccellente assistenza ai suoi clienti...Windows è davvero un'altra cosa... e poi non si compra con le riviste settimanaliComunque devi sapere che la tua copia di software gratis ha recato comunque un danno al mercato
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet
            certo che l'ho pagata, io ho pagato per
            usare windows e le sue interfacce e non per
            scopiazzarmi i codici. Peraltro Microsoft da
            un'eccellente assistenza ai suoi clienti...
            Windows è davvero un'altra cosa... e
            poi non si compra con le riviste settimanali
            Wow! Adesso facciamo gli offesi? Non hai più argomentazioni e allora dici che "windows non si compra con le riviste settimanali".Per comprare intendo comprare, non parlo di riviste settimanali.
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: dotnet

            certo che l'ho pagata, io ho pagato per

            usare windows e le sue interfacce e non
            per

            scopiazzarmi i codici. Peraltro
            Microsoft da

            un'eccellente assistenza ai suoi
            clienti...

            Windows è davvero un'altra
            cosa... e

            poi non si compra con le riviste
            settimanali



            Wow! Adesso facciamo gli offesi? Non hai
            più argomentazioni e allora dici che
            "windows non si compra con le riviste
            settimanali".
            Per comprare intendo comprare, non parlo di
            riviste settimanali.in questo caso parlerei più di donazione che di acquisto... Se entro in chiesa, potrei offrire 5 euro per un'icona della Madonna... ma questo non vuol dire che io abbia acquistato quell'immagine che avrei infatti ricevuto comunque.Ed è proprio la scomparsa del termine "acquistare software", che preoccupa seriamente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet

            Wow! Adesso facciamo gli offesi? Non hai

            più argomentazioni e allora dici
            che

            "windows non si compra con le riviste

            settimanali".

            Per comprare intendo comprare, non
            parlo di

            riviste settimanali.


            in questo caso parlerei più di
            donazione che di acquisto...

            Se entro in chiesa, potrei offrire 5 euro
            per un'icona della Madonna... ma questo non
            vuol dire che io abbia acquistato
            quell'immagine che avrei infatti ricevuto
            comunque.

            Ed è proprio la scomparsa del termine
            "acquistare software", che preoccupa
            seriamente.Ma dai, non incominciamo a dire baggianate! Ho una SuSE, ho acquistato:1) Una licenza per usare il loro software2) 5 CD e 1DVD *pieni* di software open e gpl e relativi sorgenti3) Manuali per 1000 pagine(cosa che con windows oramai non danno più)4) Assistenza per il prodottoE se vogliamo dirla tutta, nemmeno con microsoft o apple o chi vuoi "acquisti il software", che è un modo di dire, ma semplicemente un licenza per usarlo sotto certe condizioniSe vuoi continuare ad arrampicarti sugli specchi cambiando il significato dei termini a tuo piacimento fai pure, non so cosa dirti.
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo


            Ma dai, non incominciamo a dire baggianate!
            Ho una SuSE, ho acquistato:
            1) Una licenza per usare il loro software
            2) 5 CD e 1DVD *pieni* di software open e
            gpl e relativi sorgenti
            3) Manuali per 1000 pagine(cosa che con
            windows oramai non danno più)
            4) Assistenza per il prodotto
            E se vogliamo dirla tutta, nemmeno con
            microsoft o apple o chi vuoi "acquisti il
            software", che è un modo di dire, ma
            semplicemente un licenza per usarlo sotto
            certe condizioni

            Se vuoi continuare ad arrampicarti sugli
            specchi cambiando il significato dei termini
            a tuo piacimento fai pure, non so cosa
            dirti.appunto... tu adesso puoi regalare infinite copie del tuo software a chi vuoi, e questo accade solo perchè chi ha prodotto quel programma ha ben altri interessi... e tu sei la tipica vittimaPensa invece a chi vorrebbe iniziare un'attività adesso per produrre solo software... con chi si scontrerebbe ??? Si scontrerebbe con un mercato fatto dai produttori di hardware e da chi vende programmi scopiazzati dai software free open source....e poi guarda che conosco bene l'assistenza e il supporto Suse... conosco infatti che non esiste (o quasi).
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet
            appunto... tu adesso puoi regalare infinite
            copie del tuo software a chi vuoi, e questo
            accade solo perchè chi ha prodotto
            quel programma ha ben altri interessi... e
            tu sei la tipica vittimavittima di cosa? La distribuzione *completa* non posso regalarla, sarebbe pirateria, in quanto una piccola porzione del software presente non è software libero né open. Posso dare, che ne so, l'apache presente nella mia distribuzione ad un'altra persona, che cmq se lo potrebbe scaricare da qualche sito.Nondimeno, se produce software proprietario, SuSE finanzia e sviluppa software libero (alsa, programmi di musica, il kernel di linux,...) liberamente scaricabile da chiunque.
            Pensa invece a chi vorrebbe iniziare
            un'attività adesso per produrre solo
            software... con chi si scontrerebbe ??? Si
            scontrerebbe con un mercato fatto dai
            produttori di hardware e da chi vende
            programmi scopiazzati dai software free open
            source.Mi chiedo: ma tutti quelli che producono software devono fare sistemi operativi o applicativi generici?
            ...e poi guarda che conosco bene
            l'assistenza e il supporto Suse... conosco
            infatti che non esiste (o quasi).Qua non ti so dire, non ho avuto problemi e non ho mai usato l'assistenza
          • Tetsuo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo
            vittima di cosa? La distribuzione *completa*
            non posso regalarla, sarebbe pirateria, in
            quanto una piccola porzione del software
            presente non è software libero
            né open. Posso dare, che ne so,
            l'apache presente nella mia distribuzione ad
            un'altra persona, che cmq se lo potrebbe
            scaricare da qualche sito.
            Nondimeno, se produce software proprietario,
            SuSE finanzia e sviluppa software libero
            (alsa, programmi di musica, il kernel di
            linux,...) liberamente scaricabile da
            chiunque.mmmmm..non vorrei sbagliare ma...puoi masterizzare la suse e regalarla a chi vuoi, ma non la puoi vendere
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Tetsuo
            mmmmm..
            non vorrei sbagliare ma...
            puoi masterizzare la suse e regalarla a chi
            vuoi, ma non la puoi vendereVero, qua mi sono sbagliato. Pensavo ci fossero impedimenti per via di Yast2 e di Opera ma ho scoperto che non ce ne sono . Ciò non toglie che sono comunque rimasto soddisfatto di un prodotto ben fatto e probabilmente in futuro ripeterò l'acquisto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat


            puoi masterizzare la suse e regalarla a
            chi

            vuoi, ma non la puoi vendere

            Vero, qua mi sono sbagliato. Pensavo ci
            fossero impedimenti per via di Yast2 e di
            Opera ma ho scoperto che non ce ne sono .Ma se questo e' vero perche' le riviste. non acquistano una copia di suse e non la masterizzano per regalarla ai lettori?????
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo
            Ma se questo e' vero perche' le riviste. non
            acquistano una copia di suse e non la
            masterizzano per regalarla ai lettori?????Perché c'è scritto esplicitamente che non puoi venderla. Le riviste invece si fanno pagare (anche se molto molto poco) per i cd e cmq fanno profitto dalla vendita delle distro, cosa che va contro la licenza con cui è distribuito yast.Insomma, per poter guadagnare due soldini le distro hanno due scelte:1) Non permettere l'utilizzo del proprio logo per scopi commerciali come redhat2) inserire qualche programma non open come suse
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat

            Perché c'è scritto
            esplicitamente che non puoi venderla. Le
            riviste invece si fanno pagare (anche se
            molto molto poco) per i cd e cmq fanno
            profitto dalla vendita delle distro, cosa
            che va contro la licenza con cui è
            distribuito yast.
            Insomma, per poter guadagnare due soldini le
            distro hanno due scelte:
            1) Non permettere l'utilizzo del proprio
            logo per scopi commerciali come redhat
            2) inserire qualche programma non open come
            suseMa allora perche' nemmeno i lug (linux user groups) Non possono distribuirlo gratis?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo
            Ma allora perche' nemmeno i lug (linux user
            groups)
            Non possono distribuirlo gratis? Chiedilo al tuo lug il vero motivo. Io oggi mi sono letto la licenza di YAST, che dovrebbe essere l'unica cosa che impedisce la libera distribuzione di SuSE 9, tanto per dire, ed ecco cosa c'è scritto:3. Dissemination It is forbidden to reproduce or distribute data carriers which have been reproduced without authorisation for payment without the prior written consent of SuSE Linux AG or SuSE Linux. Distribution of the YaST 2 programme, its sources, whether amended or unamended in full or in part thereof, and the works derived thereof for a charge require the prior written consent of SuSE Linux AG. All programmes derived from YaST 2, and all works derived thereof as a whole or parts thereof may only be disseminated with the amended sources and this licence in accordance with 2b). Making YaST 2 or works derived thereof available free of charge together with SuSE Linux on FTP Servers and mailboxes is permitted if the licences on the software are observed.Mi sembra chiaro: puoi distribuire YaST a patto che sia gratis.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Tetsuo

            - Scritto da: Anonimo


            vittima di cosa? La distribuzione
            *completa*

            non posso regalarla, sarebbe pirateria,
            in

            quanto una piccola porzione del software

            presente non è software libero

            né open. Posso dare, che ne so,

            l'apache presente nella mia
            distribuzione ad

            un'altra persona, che cmq se lo potrebbe

            scaricare da qualche sito.

            Nondimeno, se produce software
            proprietario,

            SuSE finanzia e sviluppa software libero

            (alsa, programmi di musica, il kernel di

            linux,...) liberamente scaricabile da

            chiunque.

            mmmmm..
            non vorrei sbagliare ma...
            puoi masterizzare la suse e regalarla a chi
            vuoi, ma non la puoi vendereSe ci togli i programmi/icone/ecc. proprietari la puoi vendere eccome !!
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            Quale mercato? Quello che non c'è? Proviamo a fare un'analisi dei competitor, segmento consumare, ma perchè no, anche desktop entreprise:93% Microsoft2,8% Mac3% LinuxQuello che rimane qualche derivato Unix.Chi hai detto che danneggia il software open-source?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet
            .....
            certo che l'ho pagata, io ho pagato per
            usare windows e le sue interfacce e non per
            scopiazzarmi i codici. Peraltro Microsoft daChi è che scopiazza i codici ?
            un'eccellente assistenza ai suoi clienti...
            Windows è davvero un'altra cosa... e
            poi non si compra con le riviste settimanali

            Comunque devi sapere che la tua copia di
            software gratis ha recato comunque un danno
            al mercatoFai una cosa, prenditi a martellate fra i denti, altrimenti arrechi un danno alla categoria dei dentisti....
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo

            Chi è che scopiazza i codici ?bah....

            Fai una cosa, prenditi a martellate fra i
            denti, altrimenti arrechi un danno alla
            categoria dei dentisti....non c'hai capito una ceppa vero?prova ad andare da un dentista che non viene pagato ma se vuoi (e solo se vuoi) puoi dargli 5 euro, vedrai quanti dentisti disposti a curarti ci saranno
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            Chi è che scopiazza i codici ?

            bah....Non riconosco 'bah' .... chi è ? Un utente ? Una software house ? Uno sviluppatore ? Non sei capace di dare risposte più precise ?

            Fai una cosa, prenditi a martellate fra
            i

            denti, altrimenti arrechi un danno alla

            categoria dei dentisti....

            non c'hai capito una ceppa vero?
            prova ad andare da un dentista che non viene
            pagato ma se vuoi (e solo se vuoi) puoi
            dargli 5 euro, vedrai quanti dentisti
            disposti a curarti ci sarannoNo. Invece sei tu che non hai capito una ceppa."devi sapere che la tua copia di software gratis ha recato comunque un danno al mercato"Quindi se io non acquisto un software arreco un danno al mercato (informatico) e per similitudine se tu non vai dal dentista arrechi un danno al mercato (dei dentisti).
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            Vedrai quanto costerebbero meno i dentisti! Non applicate le leggi del mercato (sempre che siano valide ben'inteso) solo quando volete voi
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            danno ad un mercato solo ed esclusivamente di microsoft.che comunque è stata MOLTO aiutata dalla pirateria, e che quindi si è macchiata dello stesso "reato" di linux
        • Mechano scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
          - Scritto da: dotnet
          E' un peccato che gli stessi sostenitori
          della GPL non abbiano mai elaborato
          qualsiasi concetto che possa compromettere
          la leggittimità del tutto gratis.

          ... beh forse hai ragione, in teoria
          potrebbe essere solo il primo a pagare per
          un software GPL... ma è solo teoriaMa chi ha inventato la GPL non considera pagamenti in denaro.Ossia Stallman e persone che originariamente fondarolo le prime associazioni per il software libero pensavano alla GPL come un mezzo per dare e ricevere conoscenza. Ossia algoritmi, miglioramenti ai programmi ecc.Poi l'informatica divenne un business e ogni cosa comincio' a doverla pagare senza neppure averne la proprieta' assoluta.La conoscenza non ha e non dovrebbe avere prezzo. Il nostro tempo si quindi ci facciamo pagare per la prima versione del programma o per la formazione e i servizi che ci impegnano sul campo nei confronti di chi li vuole.--Ciao. Mr. Mechano
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Mechano

            Ma chi ha inventato la GPL non considera
            pagamenti in denaro.
            Ossia Stallman e persone che originariamente
            fondarolo le prime associazioni per il
            software libero pensavano alla GPL come un
            mezzo per dare e ricevere conoscenza. Ossia
            algoritmi, miglioramenti ai programmi ecc.
            Poi l'informatica divenne un business e ogni
            cosa comincio' a doverla pagare senza
            neppure averne la proprieta' assoluta.guarda che le prime versioni di licenze tipo GPL risalgono a metà degli anni ottanta... e già il software era un gran businesse e stallman un evidente comunista tra i più accaniti.
            La conoscenza non ha e non dovrebbe avere
            prezzo. Il nostro tempo si quindi ci
            facciamo pagare per la prima versione del
            programma o per la formazione e i servizi
            che ci impegnano sul campo nei confronti di
            chi li vuole.davvero ??? Allora visto che è così, puoi sviluppare per me qualcosa come Microsoft Office e poi mi dici quanto vuoi???... e non tirare in ballo Open Office, di cui ho visto l'ultima versione in italiano e devo ammettere che è ancora all'età dell pietra (a parte il fatto che sotto open office ci sono i soldini Sun... che è pur sempre un colosso in grado di investire enormi cifre). Ma a Sun, dell'open source, non è mai fregato nulla.
          • Mechano scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet
            guarda che le prime versioni di licenze tipo
            GPL risalgono a metà degli anni
            ottanta... e già il software era un
            gran businesse e stallman un evidente
            comunista tra i più accaniti.Stallman non e' comunista, non ha alcun interesse nei credo politici, e la GPL e' stata studiata all'inizio della conversione in business del mondo del software. Inizialmente il software accompagnava l'hardware ed era regalato e documentato con questo.Poi inizio' la chiusura che ha impedito aglihacker di studiare, migliorare, modificare l'hardware, tentando di trasformare una macchina eccitante e molto interessante come il computer in un comune elettrodomestico.A Stallman non pacque il vedere ridursi sorgenti e fonti utili di informazione e divertimento per il suo hobby preferito. Ma vide anche come il denaro al quale lui non era interessato in maniera morbosa come a molti altri programmatori che conosceva, era sempre piu' l'unico interesse per altri programmatori.Stallman non voleva programi per rivenderli e farci soldi, ma per vedere come funzionavano e cosa poteva imparare da questi. Creando la GPL neppure lui avrebbe immaginato il grande successo e l'enorme diffusione che avrebbe avuto.Ci credo che ora gente come te si rode perche' il suo programmetto non rende come vorrebbe grazie all'enorme disponibilita' di altri simili ma open e spesso anche gratuiti.
            davvero ??? Allora visto che è
            così, puoi sviluppare per me qualcosa
            come Microsoft Office e poi mi dici quanto
            vuoi???Perche' lo devo sviluppare io per te?Perche' non dici, proviamo a sviluppare insieme qualcosa tipo Office? Io so fare questo e inizio da qui, te metti dell'altro in base alle tue attitudini e abilita'.E con noi chiediamo aiuto ad altri via Internet, e pian piano avremo un programma potente e soprattutto nostro, ma dal quale non solo avremo uno strumento utile ma ci saremmo arricchiti culturalmente io imparando da te e tu da me e cosi' via per gli altri.E' questo il vero valore del software libero.Se tu non vuoi partecipare perche' non sai, ed e' difficile viste le tante cose che si possono fare, anche non tecniche come le traduzioni e il bug report, allora puoi finanziare facendo una donazione.
            ... e non tirare in ballo Open Office, di
            cui ho visto l'ultima versione in italiano e
            devo ammettere che è ancora
            all'età dell pietra (a parte il fattoC'e' KOffice e AbiWord. Sono all'eta' della pietra? Solo perche' hanno cominciato tardi e non hanno un enorme budget. Ma vedi come crescono rapidamente?Office e' al livelo che e' perche' e' partito da tempo immemorabile (dal DOS) ed ha auto enormi investimenti in denaro e programmatori pagati.OpenOffice avra' 4-5 anni ma mi pare che con questo ritmo superera' MSOffice entro 2-3anni.--Ciao. Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Mechano
            [...]
            Perche' lo devo sviluppare io per te?perchè lui è il tuo cliente.
            [...]
            E' questo il vero valore del software libero.
            Se tu non vuoi partecipare perche' non sai,
            ed e' difficile viste le tante cose che si
            possono fare, anche non tecniche come le
            traduzioni e il bug report, allora puoi
            finanziare facendo una donazione.
            ok, ora spegni la televisione che il film è finito.Ma dico io... ma allora perchè il panettiere si alza alle 01.00 per fare il pane? Perchè invece non dice "ragazzi, io ci metto la farina, lui ci mette l'acqua, lui il sale, quell'altro mi impasta tutto, quello inforna, quello sforna" quanto caxxo dovrebbe costare sta belin di pagnotta? e chi paga? ah... dimenticavo siete tutti universitari
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Mechano

            [...]

            Perche' lo devo sviluppare io per te?

            perchè lui è il tuo cliente.


            [...]

            E' questo il vero valore del software
            libero.

            Se tu non vuoi partecipare perche' non
            sai,

            ed e' difficile viste le tante cose che
            si

            possono fare, anche non tecniche come le

            traduzioni e il bug report, allora puoi

            finanziare facendo una donazione.



            ok, ora spegni la televisione che il film
            è finito.
            Ma dico io... ma allora perchè il
            panettiere si alza alle 01.00 per fare il
            pane? Perchè invece non dice
            "ragazzi, io ci metto la farina, lui ci
            mette l'acqua, lui il sale, quell'altro mi
            impasta tutto, quello inforna, quello
            sforna" quanto caxxo dovrebbe costare sta
            belin di pagnotta? e chi paga? ah...
            dimenticavo siete tutti universitari
            hai proprio centrato il problema... al contrario, perchè se un panettiere ha prezzi troppo alti me ne frego e vado da un altro, la situazione attuale è che c'è UN panettiere che 'schiaccia' tutti gli altri NON in funzione di una migliore qualità del prodotto, bensì di una posizione dominante raggiunta con tattiche non molto pulitehttp://www.wup.it/article.php/sid/4567poi esistono dei 'pericolosi' panettieri 'fai da te' che creano una alternativa che viene osteggiata perchè ol gran panettiere fa i capricci...
          • Mechano scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo
            ok, ora spegni la televisione che il film
            è finito.
            Ma dico io... ma allora perchè il
            panettiere si alza alle 01.00 per fare il
            pane? Perchè invece non dice
            "ragazzi, io ci metto la farina, lui ci
            mette l'acqua, lui il sale, quell'altro mi
            impasta tutto, quello inforna, quello
            sforna" quanto caxxo dovrebbe costare sta
            belin di pagnotta? e chi paga? ah...
            dimenticavo siete tutti universitariPerche' continuate a fare paragoni coi beni materiali?Non ha alcun senso questo tipo di paragoni. Perche' la farina e l'energia per cuocere sono dei beni non durevoli.I bit di cui sono fatti i programmi invece sono indistruttibili e copiabili all'infinito.Una volta cominciato lo sviluppo di un programma e con l'apporto di tutti questo evolvera' all'infinito e si puo' dare a tutti coloro a cui serve e ognuno puo' apportare qualcosa e darla agli altri senza che le modifiche si deteriorano lungo la via...--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat

            Perche' continuate a fare paragoni coi beni
            materiali?
            Non ha alcun senso questo tipo di paragoni.
            Perche' la farina e l'energia per cuocere
            sono dei beni non durevoli.
            I bit di cui sono fatti i programmi invece
            sono indistruttibili e copiabili
            all'infinito.
            apportare qualcosa e darla agli altri senza
            che le modifiche si deteriorano lungo la
            via...Giusto!!!! Basta che 1panettiere (torvalds) faccia 1pagnotta e questa si replichera' all'infinito e sfamera' tutto il mondo. Wow!!!!!!!!!!! :)
          • Mechano scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo

            apportare qualcosa e darla agli altri
            senza

            che le modifiche si deteriorano lungo la

            via...

            Giusto!!!! Basta che 1panettiere (torvalds)
            faccia 1pagnotta e questa si replichera'
            all'infinito e sfamera' tutto il mondo.

            Wow!!!!!!!!!!! :)Beh di sicuro sfamera' la mente. E' cibo per la mente, e con l'opensource rischiamo anche un'indigestione. :-)Negli anni 70 e 80 l'informatica non era un business vero e che veniva visto come mezzo di arricchimento, ma piu' come un hobby che poi crescendo si e' anche trasformato in un lavoro. Il fascino di queste macchine pero' in molti e' rimasto, e non sono tutti a vederlo come un comune strumento di lavoro, ma come una specie di scatola magica, da scoprire e a cui far fare cose nuove e strane, e scambiare con altri appassionati queste esperienze.Il software libero e' scambio di queste esperienze. Il software closed e' invece una semplice merce alla stregua di tutte le altre e chi lo produce con lo scopo di venderlo e guadagnarci e' una persona lontana dalla creativita' e non ha quella che io intendo con la definizione di "passione". Ed Io diffido di costoro.--Ciao. Mr. Mechano
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Mechano

            Stallman non e' comunista, non ha alcun
            interesse nei credo politici, e la GPL e'
            stata studiata all'inizio della conversione
            in business del mondo del software.
            Inizialmente il software accompagnava
            l'hardware ed era regalato e documentato con
            questo.
            Poi inizio' la chiusura che ha impedito
            aglihacker di studiare, migliorare,
            modificare l'hardware, tentando di
            trasformare una macchina eccitante e molto
            interessante come il computer in un comune
            elettrodomestico.

            A Stallman non pacque il vedere ridursi
            sorgenti e fonti utili di informazione e
            divertimento per il suo hobby preferito. Ma
            vide anche come il denaro al quale lui non
            era interessato in maniera morbosa come a
            molti altri programmatori che conosceva, era
            sempre piu' l'unico interesse per altri
            programmatori.
            Stallman non voleva programi per rivenderli
            e farci soldi, ma per vedere come
            funzionavano e cosa poteva imparare da
            questi. Creando la GPL neppure lui avrebbe
            immaginato il grande successo e l'enorme
            diffusione che avrebbe avuto.sembra una favola... peccato che stallman è stato sempreuna cacca di programmatore (a parte quell'xemacs che alla fine non serve a un tubo)
            Ci credo che ora gente come te si rode
            perche' il suo programmetto non rende come
            vorrebbe grazie all'enorme disponibilita' di
            altri simili ma open e spesso anche
            gratuiti.
            ti giuro che quasi mai mi fido sel software libero... per mia esperienza è sempre incompleto o pieno di bug... e poi è anonimo 100%==================================Modificato dall'autore il 23/01/2004 18.22.13
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet
            - Scritto da: Mechano



            Stallman non e' comunista, non ha alcun

            interesse nei credo politici, e la GPL
            e'

            stata studiata all'inizio della
            conversione

            in business del mondo del software.

            Inizialmente il software accompagnava

            l'hardware ed era regalato e
            documentato con

            questo.

            Poi inizio' la chiusura che ha impedito

            aglihacker di studiare, migliorare,

            modificare l'hardware, tentando di

            trasformare una macchina eccitante e
            molto

            interessante come il computer in un
            comune

            elettrodomestico.



            A Stallman non pacque il vedere ridursi

            sorgenti e fonti utili di informazione e

            divertimento per il suo hobby
            preferito. Ma

            vide anche come il denaro al quale lui
            non

            era interessato in maniera morbosa come
            a

            molti altri programmatori che
            conosceva, era

            sempre piu' l'unico interesse per altri

            programmatori.

            Stallman non voleva programi per
            rivenderli

            e farci soldi, ma per vedere come

            funzionavano e cosa poteva imparare da

            questi. Creando la GPL neppure lui
            avrebbe

            immaginato il grande successo e l'enorme

            diffusione che avrebbe avuto.

            sembra una favola... peccato che stallman
            è stato sempre
            una cacca di programmatore (a parte
            quell'xemacs che alla fine non serve a un
            tubo)
            facci vedere uno dei TUOI meravigliosi programmi... o sei uno che critica e sa al massimo scrivere un 'Hello World' con VS.NET e si sente fico ?...

            Ci credo che ora gente come te si rode

            perche' il suo programmetto non rende
            come

            vorrebbe grazie all'enorme
            disponibilita' di

            altri simili ma open e spesso anche

            gratuiti.



            ti giuro che quasi mai mi fido sel software
            libero... per mia esperienza è sempre
            incompleto o pieno di bug... e poi è
            anonimo 100%
            sisi, lo dicono anche alla NASA dove hanno Linux sui server,per non parlare di M$ che si fa dare banda da Akamai per il suo sito ... con Akamai che usa Linux...
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo


            sisi, lo dicono anche alla NASA dove hanno
            Linux sui server,per non parlare di M$ che
            si fa dare banda da Akamai per il suo sito
            ... con Akamai che usa Linux...la nasa non usa windows solo per una questione di immagine... (anche se in TV ne ho visto più di uno nella sala di controllo).ma che credi che alla nasa abbiano programmi superspaziali ???per elaborare i dati di spirit ci basta un duron 900 con 64 mb di ram... e poi sei pure ignorante... Akamai non fornisce banda ma soltanto servizi dns e di reindirizzamentocredi davvero che per mantenere su un server dns ci vuole una potenza maggiore di quella nacessaria ad un server http ???la scelta di akamai e solo di tipo commerciale... e non tecnica come la maggiorparte allude
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet

            - Scritto da: Anonimo





            sisi, lo dicono anche alla NASA dove
            hanno

            Linux sui server,per non parlare di M$
            che

            si fa dare banda da Akamai per il suo
            sito

            ... con Akamai che usa Linux...

            la nasa non usa windows solo per una
            questione di immagine... (anche se in TV ne
            ho visto più di uno nella sala di
            controllo).uuuuuuuu, immagine, ma come ? non era win il sistema di moda ? non era win il sistema più fico ? avessero usato uno Unix commerciale (che so... solaris) ti avrei dato ragione ma NON è così...
            ma che credi che alla nasa abbiano programmi
            superspaziali ???
            per elaborare i dati di spirit ci basta un
            duron 900 con 64 mb di ram...

            e poi sei pure ignorante... Akamai non
            fornisce banda ma soltanto servizi dns e di
            reindirizzamento

            credi davvero che per mantenere su un server
            dns ci vuole una potenza maggiore di quella
            nacessaria ad un server http ???

            la scelta di akamai e solo di tipo
            commerciale... e non tecnica come la
            maggiorparte alludea parte il fatto che non ti ho offeso e tu mi dai dell'ignorante, il che dimostra che sei solo una persona rozza e che non riesci a tenere una discussione ad un livello serio, mi spieghi perchè prima dici che il sw GPL fa male al mercato e poi che le scelte di akamai sono di natura commerciale ? allora il sw GPL ha in senso nel mercato, ha una sua collocazione, può essere usato con profitto per avere sistemi di qualità ad un costo accettabile... almeno quello ceh scrivi potresti rileggerlo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet

            - Scritto da: Anonimo





            sisi, lo dicono anche alla NASA dove
            hanno

            Linux sui server,per non parlare di M$
            che

            si fa dare banda da Akamai per il suo
            sito

            ... con Akamai che usa Linux...

            la nasa non usa windows solo per una
            questione di immagine... (anche se in TV ne
            ho visto più di uno nella sala di
            controllo).
            ma che credi che alla nasa abbiano programmi
            superspaziali ???
            per elaborare i dati di spirit ci basta un
            duron 900 con 64 mb di ram...

            e poi sei pure ignorante... Akamai non
            fornisce banda ma soltanto servizi dns e di
            reindirizzamento

            credi davvero che per mantenere su un server
            dns ci vuole una potenza maggiore di quella
            nacessaria ad un server http ???

            la scelta di akamai e solo di tipo
            commerciale... e non tecnica come la
            maggiorparte alludepensa te... mi prendo dell'ignorante da uno come te che dice che XEMACS è stato fatto da Stallman... ma va là va ,torna a usare il notepad di winzozz...
          • Mechano scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet
            sembra una favola... peccato che stallman
            è stato sempre
            una cacca di programmatore (a parte
            quell'xemacs che alla fine non serve a un
            tubo)Sei solo un troll spaccone e ignorante.Stallman non ha scritto solo Emacs e non XEmacs, ma ha scritto il 60% di tutti i tool GNU che stanno in un sistema GNU/Linux/Hurd o altro simil Unix.Ha scritto il compilatore C e i debugger, e i moduli di cross compilazione per CPU diverse dagli Intel. Emacs e' una specie di giocattolo estendibile nel quale si e' dilettato.Tu e le tue affermazioni da ragazzetto programmatore di sitarelli e procedurine per il fruttivendolo di periferia, sempre che ne sei veramente in grado, non valete un pelo della barba di Stallman. E dalle tue affermazioni gratuite mi trasmetti solo una schifosissima invidia.
            ti giuro che quasi mai mi fido sel software
            libero... per mia esperienza è sempre
            incompleto o pieno di bug... e poi è
            anonimo 100%Che strano io invece non mi fido di quello commerciale.E che ho avuto piu' aiuto e supporto dagli autori di software libero, quasi sempre pronti a dedicarti 2 righe via mail per uno scambio di opinioni, che da un reparto commerciale o tecnico di un'azienda di software commerciale. Non ti risponde nessuno se non hai contratto d'assistenza. Neppure per piccole cose e delucidazioni per le quali sarebbe bastato un attimo e un paio di righe da un esperto.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat

          e non iniziate nuovamente con la storia dei
          servizi personalizzati, altrimenti
          dimostrate di essere solamente degli
          studenti universiati o programmatori per
          hobbye io mi farò grasse risate quando i vostri costosissimi programmi saranno schiacciati come delle mosche da programmi scritti per hobby.succederà, oh se succederà
      • pippo75 scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        Premesso che ogni autore puo' distribuire il proprio programma (programa di cui è autore e detiene i diritti) come meglio crede (nei limiti della legge).- Scritto da: Anonimo
        GPL non vuol dire gratisDirettamente GPLGratis, ma un programma GPL che io compro poi posso distribuirlo come voglio, quindi anche gratis.Quindi indirettamente GPL = gratis.Coincidenza ci sono distro come suse che hanno inserito all'interno pacchetti non GPL (se non erro Yast) per evitare che il loro prodotto venga distribuito legalmente a costi nulli.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
          - Scritto da: pippo75
          Coincidenza ci sono distro come suse che
          hanno inserito all'interno pacchetti non GPL
          (se non erro Yast) per evitare che il loro
          prodotto venga distribuito legalmente a
          costi nulli.
          No, la SuSE si può copiare, basta che sia gratis3. Dissemination It is forbidden to reproduce or distribute data carriers which have been reproduced without authorisation for payment without the prior written consent of SuSE Linux AG or SuSE Linux. Distribution of the YaST 2 programme, its sources, whether amended or unamended in full or in part thereof, and the works derived thereof for a charge require the prior written consent of SuSE Linux AG. All programmes derived from YaST 2, and all works derived thereof as a whole or parts thereof may only be disseminated with the amended sources and this licence in accordance with 2b). Making YaST 2 or works derived thereof available free of charge together with SuSE Linux on FTP Servers and mailboxes is permitted if the licences on the software are observed.
          • pippo75 scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat


            Coincidenza ci sono distro come suse che

            hanno inserito all'interno pacchetti
            non GPL

            (se non erro Yast) per evitare che il
            loro

            prodotto venga distribuito legalmente a

            costi nulli.



            No, la SuSE si può copiare, basta che
            sia gratisvero, hai ragione, non ho letto il punto in cui si dice che sia solo gratis, forse ho confuso con alcuni prodotti commerciali che sono inseriti in suse (mainactor), sempre che non ricordo male.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
      ....come disse la donna di dotnet
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
      No a che cosa? Io non posso, se voglio, condividere con altri la mia esperienza e il mio lavoro? Perche'? Se io guadagno sulle installazioni dei sistemi operativi e nelle soluzioni dei problemi relativi e non sul commercio di software, dove sbaglio? Io non contesto chi sceglie una via diversa, ma non voglio che nessuno ci obblighi a farlo!
      • dotnet scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        - Scritto da: Anonimo
        No a che cosa? Io non posso, se voglio,
        condividere con altri la mia esperienza e il
        mio lavoro? Perche'?
        Se io guadagno sulle installazioni dei
        sistemi operativi e nelle soluzioni dei
        problemi relativi e non sul commercio di
        software, dove sbaglio? Io non contesto chi
        sceglie una via diversa, ma non voglio che
        nessuno ci obblighi a farlo!nessuno ti obbligherà mai a non dare le tue soluzioni personalizzateil software richiede investimenti troppo alti per svilupparsi con i metodi proposti dalla GPL
        • Mechano scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
          - Scritto da: dotnet
          nessuno ti obbligherà mai a non dare
          le tue soluzioni personalizzate

          il software richiede investimenti troppo
          alti per svilupparsi con i metodi proposti
          dalla GPLSi ma se qualcuno vuole provarci lo stesso con metodi come quelli proposti dalla GPL a te che te ne frega? Innova e migliora, adattati o altrimenti perisci.--Ciao. Mr. Mechano
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da: dotnet


            nessuno ti obbligherà mai a non
            dare

            le tue soluzioni personalizzate



            il software richiede investimenti troppo

            alti per svilupparsi con i metodi
            proposti

            dalla GPL

            Si ma se qualcuno vuole provarci lo stesso
            con metodi come quelli proposti dalla GPL a
            te che te ne frega? Innova e migliora,
            adattati o altrimenti perisci.
            e chi ci prova secondo te, oltre a sun e ibm ??? Praticamente il resto è in ombra (open source parlando)
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
          E allora di cosa si preoccupano Bill e Sco?
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo
            E allora di cosa si preoccupano Bill e Sco? si preoccipano del danno al mercato derivante dall'eventuale diffusione del software open source che è sempre ridotto ai minimi termini e con poca o nulla assistenza...a causa di ciò può diventare difficile vendere i prodotti proprietari, nonostante migliori e più evolutima questo è problema che ri guarda tutte le software house e il 99% degli sviluppatori nel mondo==================================Modificato dall'autore il 23/01/2004 18.02.20
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet

            - Scritto da: Anonimo

            E allora di cosa si preoccupano Bill e
            Sco?

            si preoccipano del danno al mercato
            derivante dal degresso del software open
            source che è sempre ridotto ai minimi
            termini e con poca o nulla assistenza...Interessante.... è la prima volta che sento che qualcuno si preoccupa per l'ingresso di una concorrenza qualitativamente inferiore....
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo
            Interessante.... è la prima volta che
            sento che qualcuno si preoccupa per
            l'ingresso di una concorrenza
            qualitativamente inferiore....qualitativamente inforiore di sicuro, ma economicamente a dir poco scorretta.E la concorrenza sleale? sapete che è un reato?
          • Mechano scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Interessante.... è la prima
            volta che

            sento che qualcuno si preoccupa per

            l'ingresso di una concorrenza

            qualitativamente inferiore....

            qualitativamente inforiore di sicuro, ma
            economicamente a dir poco scorretta.
            E la concorrenza sleale? sapete che è
            un reato?Si si ma quale concorrenza? Quale mercato? Il software opensource non e' in vendita e non e' prodotto da nessuna azienda. Con chi te la prendi con gli appassionati in giro per il mondo?Che fai gli impedisci di scambiarsi la conoscenza? Impedisci a chiunque di scaricarsi il suo CD Debian e installarselo, perche' deve comprare un S.O. commerciale?Perche' non paragoni il software libero alle nonne che facevano dei splendidi maglioni di lana con le loro manine e la lana vera senza fibre sintetiche.Immagina che il progresso abbia permesso a queste nonne di fare migliaia di maglioni come si fa con migligia di copie di un CD Linux pronto da scaricare. Che fai incarceri queste nonne perche' le fabbriche di maglioni chiudono e tutti i nipoti non comprano piu' maglioni ma se li fanno fare dalle nonne?--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Interessante.... è la prima
            volta che

            sento che qualcuno si preoccupa per

            l'ingresso di una concorrenza

            qualitativamente inferiore....

            qualitativamente inforiore di sicuro, maTu sarai anche sicuro... io un po' meno....
            economicamente a dir poco scorretta.Si ? Un po' come vendere una console sotto costo per sconfiggere la concorrenza ? Un po' come stringere (o meglio costringere...) accordi con i produttori per preinstallare il proprio s.o. su tutti i pc in vendita ? Un po' come non fornire o fornire in ritardo le specifiche del s.o. alle altre software house in concorrenza sul mercato degli applicativi ? Un po' come includere nel s.o. dei programmi in modo da distruggere il mercato di chi quei programmi li vende ?
            E la concorrenza sleale? sapete che è
            un reato?Certo... ti ho anche fatto un po' di esempi di concorrenza sleale...Anche l'abuso di posizione dominante mi risulta sia reato...
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            Ma allora, noi che installiamo server Linux (io da 6 anni), siamo scemi e arrechiamo danni al mondo informatico! E io che pensavo di guadagnare di piu', con installazioni piu performati e professionali, e avere meno problemi. Poi mi dispiace per i server windows che ho sostituito: pensa che danno al povero bill.E che idioti i miei Clienti che si sono riempiti di problemi: il bello e' che non se ne accorgono, visto che i server non li spengono neanche a natale. Per quanto riguarda open office, gli unici problemi li ho con i programmi (tipo bilancio solo 24ore) che richiamano dll del Ms office. Non mi sono accorto d'altro, che cretino!
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat


            si preoccipano del danno al mercato
            derivante dall'eventuale diffusione del
            software open source che è sempre
            ridotto ai minimi termini e con poca o nulla
            assistenza...

            a causa di ciò può diventare
            difficile vendere i prodotti proprietari,
            nonostante migliori e più evoluti

            ma questo è problema che ri guarda
            tutte le software house e il 99% degli
            sviluppatori nel mondo

            ==================================
            Modificato dall'autore il 23/01/2004 18.02.20Ti ho già risposto più su.Sarebbe ora di finirla con i conati superficiali di boiate che ci tocca leggere.Dì cose che sai o profusioni di cultura da "Strano ma vero" della Settimana Enigmistica ne possiamo fare a meno.Scusate tutti se ho sprecato questo post.root (http://tcproject.info)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il gratis
      - Scritto da: dotnet
      Voglio solo sottolineare come tutte le
      soluzioni che tendono a ridimensionare i
      costi fino ad annullarli (vedi Internet e
      fine della New Economy), hanno finora
      dimostrato di essere in grado
      (volontariamente o involontariamente) di
      distruggere il mercato fino a colpire se
      stessi...

      La gpl e tutta la grande pseudo-industria
      del software free (sono infatti produttori
      di hardware) stanno assieme sopprimendo il
      mercato fino alla morte...

      Il software free è un male della
      società sviluppatosi a causa
      dell'impreparazione dei governi a trattare
      argomenti che vanno oltre il conflitto di
      interessi e la crisi del calcio...

      L'informatica non ha dato il tempo al
      legislatore di conoscere, ergo qualcuno ne
      ha approfittato.

      Imho è possibile ancora rimediare al
      paradosso della GPL solo se si è in
      grado (e si ha il coraggio) di prendere
      delle posizioni intransigenti e presentare
      delle proposte di legge che possano
      finalmente mettere fine a questa vergogna.

      No alla GPL, si al vero e duraturo sviluppo
      del software.Perfettamente in linea con il mio pensiero
      • Psyco scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        L'economia di mercato è cambiata molte volte nel corso della storia, proprio in corrisponenza di rilevanti cambiamenti dei mezzi di produzione...forse ci troviamo di fronte ad uno di questi cambiamenti
    • Dellibeppe scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
      CiaoE' da quando è nato il progetto Free Software che si sottolinea che Free è inteso come accesso libero e non birra gratis.Quello che è realmente importante con codice GPL è avere la possibilità di accedere ai sorgenti, il fatto che ora come ora alcune distribuzioni siano gratuite è secondario.La possibilità di guardare e modificare a piacimento i sorgenti è ciò che ha maggiore importanza.Sarei curioso di sapere in quale punto della licenza GPL è vietata la vendita di un determinato software, non c'è nulla di simile.Lasciatelo dire, ma tu del progetto GNU non sai molto e personalmente inserire come logo quello che hai ora è una mancanza di rispetto in qualcosa il cui scopo principale è il libero scambio di idee anche in ambito informatico.==================================Modificato dall'autore il 23/01/2004 17.47.41
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        - Scritto da: Dellibeppe

        E' da quando è nato il progetto Free
        Software che si sottolinea che Free è
        inteso come accesso libero e non birra
        gratis.
        [...]non si discute il fatto che la GPL non vieta di vendere il software ma si cerca di farvi capire che se offri in un mercato concorrenziale la possibilità di ridurre i costi di sviluppo si scatenerebbe una guerra sui margini che il mercato closed non potrebbe sostenere, questo costringerebbe il closed a chiudere (appunto!) baracca, il mercato del software subirebbe un'improvvisa frenata (che già è lento di suo) che si rifletterebbe sul mondo open, poichè chi finanzia l'open è attore diretto nello stesso mercato...l'open funzionerebbe (imho) solo si fosse all'interno di un mercato regolamentato da leggi che configurerebbero uno scenario di prezzi calmierati ... cosa che ovviamente andrebbe contro lo spirito della GPL.poi fate un po' come volete...
        • dotnet scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Dellibeppe



          E' da quando è nato il progetto
          Free

          Software che si sottolinea che Free
          è

          inteso come accesso libero e non birra

          gratis.

          [...]

          non si discute il fatto che la GPL non vieta
          di vendere il software ma si cerca di farvi
          capire che se offri in un mercato
          concorrenziale la possibilità di
          ridurre i costi di sviluppo si scatenerebbe
          una guerra sui margini che il mercato closed
          non potrebbe sostenere, questo
          costringerebbe il closed a chiudere
          (appunto!) baracca, il mercato del software
          subirebbe un'improvvisa frenata (che
          già è lento di suo) che si
          rifletterebbe sul mondo open, poichè
          chi finanzia l'open è attore diretto
          nello stesso mercato...

          l'open funzionerebbe (imho) solo si fosse
          all'interno di un mercato regolamentato da
          leggi che configurerebbero uno scenario di
          prezzi calmierati ... cosa che ovviamente
          andrebbe contro lo spirito della GPL.
          perfettamente d'accordo
      • dotnet scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        - Scritto da: Dellibeppe

        Sarei curioso di sapere in quale punto della
        licenza GPL è vietata la vendita di
        un determinato software, non c'è
        nulla di simile.
        se usi la gpl, allora devi dare i sorgenti.se dai i sorgenti allora hai perso di fatto qualsiasi diritto commerciale sul programma...in teoria potrei essere d'accordo con il rendere possibile lavisione deo codice al mio cliente, ma soltanto per dargli una garanzie in più.Non sono invece d'accordo con rilasciare tutti i diritti di uso e distribuzione dei sorgenti per un miliardo di motivi. Peraltro, non credo che lo sviluppo e la conoscenza passino per la lettura e lo studio degli algoritmi di un wordprocessor... la conoscenza e lo scambio di idee sono bel altro e nulla che può essere minacciato dal commercio del software.
        • Tetsuo scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
          - Scritto da: dotnet
          se usi la gpl, allora devi dare i sorgenti.
          se dai i sorgenti allora hai perso di fatto
          qualsiasi diritto commerciale sul
          programma...

          in teoria potrei essere d'accordo con il
          rendere possibile lavisione deo codice al
          mio cliente, ma soltanto per dargli una
          garanzie in più.

          Non sono invece d'accordo con rilasciare
          tutti i diritti di uso e distribuzione dei
          sorgenti per un miliardo di motivi.Dimentichi che il software deve rimanere sotto gpl.
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Tetsuo

            Dimentichi che il software deve rimanere
            sotto gpl.peccato che non c'è nessun organo di controllo in merito......beh che dire... la gpl vive in un mondo fittizio
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet

            - Scritto da: Tetsuo



            Dimentichi che il software deve rimanere

            sotto gpl.

            peccato che non c'è nessun organo di
            controllo in merito...

            ...beh che dire... la gpl vive in un mondo
            fittizioalla faccia del fittizio, vatti a vedere tutte le installazioni Linux sui server...
    • Anonimo scrive:
      E piantatela!!
      Ma lo vedete che un troll ma che cavolo rispondete a fare?E se non è un troll povero lui..significa che di informatica non capisce nulla pur provando a scriverne...pazienza per lui...ma a voi che ve ne cale?
      • Anonimo scrive:
        Re: E piantatela!!
        - Scritto da: Anonimo
        Ma lo vedete che un troll ma che cavolo
        rispondete a fare?

        E se non è un troll povero
        lui..significa che di informatica non
        capisce nulla pur provando a
        scriverne...pazienza per lui...ma a voi che
        ve ne cale?mizzega... ecco perchè l'open si autodistruggerà.siete solo chiacchiere ed esami
        • Anonimo scrive:
          Re: E piantatela!!


          mizzega...
          ecco perchè l'open si
          autodistruggerà.
          siete solo chiacchiere ed esamirimani pure nell'ombra dell'ignoranza
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
      - Scritto da: dotnet
      Voglio solo sottolineare come tutte le
      soluzioni che tendono a ridimensionare i
      costi fino ad annullarli (vedi Internet e
      fine della New Economy), hanno finora
      dimostrato di essere in grado
      (volontariamente o involontariamente) di
      distruggere il mercato fino a colpire se
      stessi...

      La gpl e tutta la grande pseudo-industria
      del software free (sono infatti produttori
      di hardware) stanno assieme sopprimendo il
      mercato fino alla morte...

      Il software free è un male della
      società sviluppatosi a causa
      dell'impreparazione dei governi a trattare
      argomenti che vanno oltre il conflitto di
      interessi e la crisi del calcio...

      L'informatica non ha dato il tempo al
      legislatore di conoscere, ergo qualcuno ne
      ha approfittato.

      Imho è possibile ancora rimediare al
      paradosso della GPL solo se si è in
      grado (e si ha il coraggio) di prendere
      delle posizioni intransigenti e presentare
      delle proposte di legge che possano
      finalmente mettere fine a questa vergogna.

      No alla GPL, si al vero e duraturo sviluppo
      del software.giusto ! scrivi una e-mail a BG e digli di reimplementare lo stack TCP/IP per i fatti suoi anzichè usare quello di FreeBSD...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
      - Scritto da: dotnet
      Voglio solo sottolineare come tutte le
      soluzioni che tendono a ridimensionare i
      costi fino ad annullarli (vedi Internet e
      fine della New Economy), hanno finora
      dimostrato di essere in grado
      (volontariamente o involontariamente) di
      distruggere il mercato fino a colpire se
      stessi...il tuo modo di ragionare induce a pensare che il guadagno e' la ricchezza del mondo siano tutti racclusi nel circolo vizioso, riassunto nelle famose parole: produci consuma e crepa.Prendila cosi': la GPL e' un sistema contro i brevetti sull'acqua calda .... e il plagio e' sempre esistito.mi sorge un dubbio .... nei secoli passati, quando il "copyright" non esisteva, le forme di arte e/o cmq la qualita' di certi lavori erano peggiori o migliori rispetto a quelle attuali. Probabilmente non erano peggiori, e probabilmente erano anche migliori, cio' induce a pensare che il lavoro intellettuale non necessita di uno sprone indotto con modalita' assurde, tipo privazione della proprieta' da parte delle comunita' etc, etc...--Massimiliano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        - Scritto da: Anonimo


        mi sorge un dubbio .... nei secoli passati,
        quando il "copyright" non esisteva, le forme
        di arte e/o cmq la qualita' di certi lavori
        erano peggiori o migliori rispetto a quelle
        attuali. Probabilmente non erano peggiori, e
        probabilmente erano anche migliori, cio'
        induce a pensare che il lavoro intellettuale
        non necessita di uno sprone indotto con
        modalita' assurde, tipo privazione della
        proprieta' da parte delle comunita' etc,
        etc...
        guarda che in un certo senso il copyright è sempre esistito ... prima non c'erano i brevetti, ma l'autore di qualcosa di astratto sapeva comunque difendere bene i suoi diritti. Se non fosse così, l'autore della divina commedia potrebbe essere stato anche mio nonno
        • Anonimo scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo





          mi sorge un dubbio .... nei secoli
          passati,

          quando il "copyright" non esisteva, le
          forme

          di arte e/o cmq la qualita' di certi
          lavori

          erano peggiori o migliori rispetto a
          quelle

          attuali. Probabilmente non erano
          peggiori, e

          probabilmente erano anche migliori, cio'

          induce a pensare che il lavoro
          intellettuale

          non necessita di uno sprone indotto con

          modalita' assurde, tipo privazione della

          proprieta' da parte delle comunita' etc,

          etc...



          guarda che in un certo senso il copyright
          è sempre esistito ... prima non
          c'erano i brevetti, ma l'autore di qualcosa
          di astratto sapeva comunque difendere bene i
          suoi diritti. Se non fosse così,
          l'autore della divina commedia potrebbe
          essere stato anche mio nonnoL'autore della divina commedia non lavorava a scopo di lucro, nel senso che, non riceveva diritti sulla vendita dei suoi libri.E tantomeno nessuno dei suoi discendenti riceveva i diritti sulla vendita dei libri.Anche il software GPL d'altra parte, ha la proprieta' intellettuale del suo inventore: il kernel Linux e' stato "inventato" da Linus e nessuno lo negherebbe mai.forse anche Dante era uno sporco comunista.--Massimiliano.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo
            L'autore della divina commedia non lavorava
            a scopo di lucro, nel senso che, non
            riceveva diritti sulla vendita dei suoi
            libri.neanche io guadagno per fare musica, è un mio hobby.
          • maxadamo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            L'autore della divina commedia non
            lavorava

            a scopo di lucro, nel senso che, non

            riceveva diritti sulla vendita dei suoi

            libri.

            neanche io guadagno per fare musica,
            è un mio hobby.il tuo e' un hobby perche' tu non puoi arrivare a livelli alti, diventera' sviluppo artistico se riuscirai a ......1) fare cose belle?2) guadagnare tanto?scegli tu la tua risposta.--Massimiliano
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo








            mi sorge un dubbio .... nei secoli

            passati,


            quando il "copyright" non
            esisteva, le

            forme


            di arte e/o cmq la qualita' di
            certi

            lavori


            erano peggiori o migliori rispetto
            a

            quelle


            attuali. Probabilmente non erano

            peggiori, e


            probabilmente erano anche
            migliori, cio'


            induce a pensare che il lavoro

            intellettuale


            non necessita di uno sprone
            indotto con


            modalita' assurde, tipo privazione
            della


            proprieta' da parte delle
            comunita' etc,


            etc...






            guarda che in un certo senso il
            copyright

            è sempre esistito ... prima non

            c'erano i brevetti, ma l'autore di
            qualcosa

            di astratto sapeva comunque difendere
            bene i

            suoi diritti. Se non fosse così,

            l'autore della divina commedia potrebbe

            essere stato anche mio nonno

            L'autore della divina commedia non lavorava
            a scopo di lucro, nel senso che, non
            riceveva diritti sulla vendita dei suoi
            libri.
            E tantomeno nessuno dei suoi discendenti
            riceveva i diritti sulla vendita dei libri.
            Anche il software GPL d'altra parte, ha la
            proprieta' intellettuale del suo inventore:
            il kernel Linux e' stato "inventato" da
            Linus e nessuno lo negherebbe mai.

            forse anche Dante era uno sporco comunista.
            i tempi sono cambiati, Dante ha perso una vita a scrivere quella opera guadagnandoci in modo indiretto.oggi nel 2004 è impossibile, il mondo è molto più evoluto e le fregature sono sempre dietro l'angolo, pertanto non si può sprecare una vita a sviluppare un software sperando nelle donazioni...inoltre non dimenticare che linus torvalds, ai tempi era solo uno stundente universitario di 21 annise non avesse avuto il papà che lo finanziasse negli studi, col cavolo che poteva arrivare alla laurea regalando i suoi lavori in rete==================================Modificato dall'autore il 23/01/2004 18.45.44
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo











            mi sorge un dubbio .... nei
            secoli


            passati,



            quando il "copyright" non

            esisteva, le


            forme



            di arte e/o cmq la qualita' di

            certi


            lavori



            erano peggiori o migliori
            rispetto

            a


            quelle



            attuali. Probabilmente non
            erano


            peggiori, e



            probabilmente erano anche

            migliori, cio'



            induce a pensare che il lavoro


            intellettuale



            non necessita di uno sprone

            indotto con



            modalita' assurde, tipo
            privazione

            della



            proprieta' da parte delle

            comunita' etc,



            etc...









            guarda che in un certo senso il

            copyright


            è sempre esistito ... prima
            non


            c'erano i brevetti, ma l'autore di

            qualcosa


            di astratto sapeva comunque
            difendere

            bene i


            suoi diritti. Se non fosse
            così,


            l'autore della divina commedia
            potrebbe


            essere stato anche mio nonno



            L'autore della divina commedia non
            lavorava

            a scopo di lucro, nel senso che, non

            riceveva diritti sulla vendita dei suoi

            libri.

            E tantomeno nessuno dei suoi discendenti

            riceveva i diritti sulla vendita dei
            libri.

            Anche il software GPL d'altra parte, ha
            la

            proprieta' intellettuale del suo
            inventore:

            il kernel Linux e' stato "inventato" da

            Linus e nessuno lo negherebbe mai.



            forse anche Dante era uno sporco
            comunista.



            i tempi sono cambiati, Dante ha perso una
            vita a scrivere quella opera guadagnandoci
            in modo indiretto.

            oggi nel 2004 è impossibile, il mondo
            è molto più evoluto e le
            fregature sono sempre dietro l'angolo,
            pertanto non si può sprecare una vita
            a sviluppare un software sperando nelle
            donazioni...

            inoltre non dimenticare che linus torvalds,
            ai tempi era solo uno stundente
            universitario di 21 anni

            se non avesse avuto il papà che lo
            finanziasse negli studi, col cavolo che
            poteva arrivare alla laurea regalando i suoi
            lavori in rete

            ==================================
            Modificato dall'autore il 23/01/2004 18.45.44si, invece BG alla laurea non ci è manco arrivato...
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo


            si, invece BG alla laurea non ci è
            manco arrivato...ma chi te lo ha detto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            si, invece BG alla laurea non ci
            è

            manco arrivato...

            ma chi te lo ha detto?è storia, ha lasciato l'università per fondare M$... e c'è 'qualcuno' che lo presenta come un fatto positivo...http://www.microsoft.com/billgates/bio.asp(Sto usando Linux e per la prima volta sono andato sul sito M$... brrrrrrrrrr... )
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo
            è storia, ha lasciato
            l'università per fondare M$... e
            c'è 'qualcuno' che lo presenta come
            un fatto positivo...i migliori programmatori che conosco non sono laureati e sono le persone più intelligenti e geniali che abbia mai conosciuto.
          • Mechano scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            è storia, ha lasciato

            l'università per fondare M$... e

            c'è 'qualcuno' che lo presenta
            come

            un fatto positivo...

            i migliori programmatori che conosco non
            sono laureati e sono le persone più
            intelligenti e geniali che abbia mai
            conosciuto.Concordo anch'io. Ma Bill Gate$ e' semplicemente un mercante falso altruista. Non ha mai programmato nulla a parte un interprete per macchine a 8 bit. Ha comprato e rivenduto mantenendosi coi proventi. Ha individuato nicchie e ci ha infilato prodotti acquistati e fatti fare da altri. Ha tradito anche accordi commerciali e tecnici con altre aziende, fregandosi tutto e tirando fuori un suo prodotto (Win contro IBM e OS/2).Che onore ha questo individuo? Un semplice abile mercante. Una mente brillante ma solo nel suo egoismo.--Ciao. Mr. Mechano
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        - Scritto da: Anonimo


        il tuo modo di ragionare induce a pensare
        che il guadagno e' la ricchezza del mondo
        siano tutti racclusi nel circolo vizioso,
        riassunto nelle famose parole: produci
        consuma e crepa.il guadagno non è la ricchezza del mondo ma è la base della nostra società... se poi tu pensi di vivere in una società fittizzia e/o aleatoria fai tu.

        Prendila cosi': la GPL e' un sistema contro
        i brevetti sull'acqua calda .... difatti è proprio quello... niente in contrario :)
        mi sorge un dubbio .... nei secoli passati,
        quando il "copyright" non esisteva, le forme
        di arte e/o cmq la qualita' di certi lavori
        erano peggiori o migliori rispetto a quelledi che secoli parli?pre o post baratto?
        • maxadamo scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat


          mi sorge un dubbio .... nei secoli
          passati,

          quando il "copyright" non esisteva, le
          forme

          di arte e/o cmq la qualita' di certi
          lavori

          erano peggiori o migliori rispetto a
          quelle

          di che secoli parli?
          pre o post baratto?vuoi dire che gli antichi scrittori (e soprattuto i loro eredi) ricevevano dei diritti sulla vendita delle loro opere?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: maxadamo

            vuoi dire che gli antichi scrittori (e
            soprattuto i loro eredi) ricevevano dei
            diritti sulla vendita delle loro opere?
            grazie, se non c'era mercato non c'era chi pagava. E' come se dicessi che io (oggi) non ricevo diritti dal suono che produco facendo sternuti, ma un giorno forse sarà molto apprezzato tanto che qualcuno si metterà a sternutire di mestiere... ma a me non me ne viene/verrà nulla...
          • maxadamo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat

            grazie, se non c'era mercato non c'era chi
            pagava. E' come se dicessi che io (oggi) non
            ricevo diritti dal suono che produco facendo
            sternuti, ma un giorno forse sarà
            molto apprezzato tanto che qualcuno si
            metterà a sternutire di mestiere...
            ma a me non me ne viene/verrà
            nulla...ad ogni modo .... mi allontano un po' dall filosofia e torno all vita reale.qualche tempo fa e' venuto un commerciale a proporci IN VENDITA un'interfaccia per creare VPN e gestire firewall da linux.ebbene si, c'e' anche qulacuno che sa guadagnare con linux.--Massimiliano
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: maxadamo


            grazie, se non c'era mercato non c'era
            chi

            pagava. E' come se dicessi che io
            (oggi) non

            ricevo diritti dal suono che produco
            facendo

            sternuti, ma un giorno forse sarà

            molto apprezzato tanto che qualcuno si

            metterà a sternutire di
            mestiere...

            ma a me non me ne viene/verrà

            nulla...


            ad ogni modo .... mi allontano un po' dall
            filosofia e torno all vita reale.
            qualche tempo fa e' venuto un commerciale a
            proporci IN VENDITA un'interfaccia per
            creare VPN e gestire firewall da linux.

            ebbene si, c'e' anche qulacuno che sa
            guadagnare con linux.

            --
            Massimilianomeno male che hai scritto "qualche tempo fa" ... infatti ricordi l'antefatto come un evento raro e lontano
          • maxadamo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat


            ad ogni modo .... mi allontano un po'
            dall

            filosofia e torno all vita reale.

            qualche tempo fa e' venuto un
            commerciale a

            proporci IN VENDITA un'interfaccia per

            creare VPN e gestire firewall da linux.



            ebbene si, c'e' anche qulacuno che sa

            guadagnare con linux.



            --

            Massimiliano

            meno male che hai scritto "qualche tempo fa"
            ... infatti ricordi l'antefatto come un
            evento raro e lontanono: ricordo l'antefatto come un evento che avveniva fin quando io vedevo commerciali in giro.Adesso non vedo commerciali di nessun tipo.Aggiungo (per portare acqua al mio mulino): lavoro per una azienda (importantissima a livello internazionale) che produce tutti i suoi firewall fascia alta che girano con linux.--Massimiliano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
      L'open source, a mio modo di vedere, abbattera' i costi del commercio, non quelli dei servizi: io,da anni, ho scelto di proporre servizi e consulenze, quindi la scelta per me' e' stata obbligata (e i risultati mi hanno premiato).Vorrei sapere, solo limitatamente a questo intervento, quanti sono gli studenti/hobbisti e quanti i professionisti. Claudio
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        - Scritto da: Anonimo
        L'open source, a mio modo di vedere,
        abbattera' i costi del commercio, non quelli
        dei servizi: io,da anni, ho scelto di
        proporre servizi e consulenze, quindi la
        scelta per me' e' stata obbligata (e i
        risultati mi hanno premiato).
        Vorrei sapere, solo limitatamente a questo
        intervento, quanti sono gli
        studenti/hobbisti e quanti i professionisti.
        Claudiobella questa :)vediamo chi ha il coraggio di rispondere (senza mentire ovviamente)...allora, io sono: - socio fondatore di una società che opera nel campo del software applicato ai trasporti - professionista e consulente per aziende che sviluppano nel mercato del software - sviluppatore di software da circa 22 anni - un passato come sviluppatore di videogiochi (distribuiti sul mercato estero) - sono quello che si batte contro chi pensa che l'open sia il bene del mercato del software - ribadisco che l'open vive grazie al closed.
        • maxadamo scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat

          - sono quello che si batte contro chi pensa
          che l'open sia il bene del mercato del
          software
          - ribadisco che l'open vive grazie al
          closed.Francamente incomprensibile.senza polemica: potresti riformulare questa parte .... sembra proprio closed source ;)--Massimiliano.
        • Mechano scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
          - Scritto da: Anonimo
          - sono quello che si batte contro chi pensa
          che l'open sia il bene del mercato del
          softwareHai fatto bene a specificarlo, del MERCATO del software. Si l'opensource fa molto male al mercato del software, fa bene invece al software. E' una differenza enorme.
          - ribadisco che l'open vive grazie al
          closed.Mi pare ovvia la differenza ma non che l'open usi il closed. Come dire che il buio esiste perche' c'e' la luce, o la notte perche' c'e' il giorno.Io invece ti dico che l'open sarebbe esistito comunque, come esiste il bene e il male, come il giorno e la notte, come a Platone e agli accademici venne spontaneo riunirsi e discutere delle loro idee. E' una cosa spontanea di ogni individuo curioso e giocoso, l'associarsi con altri che hanno la stessa passione e condividerne le esperienze, e il software non e' niente di piu' che queste esperienze. Col tempo e con l'estendersi della community questo diventa sempre piu' grande e numeroso e funzionale e potente.--Ciao. Mr. Mechano
      • dotnet scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        - Scritto da: Anonimo
        L'open source, a mio modo di vedere,
        abbattera' i costi del commercio, non quelli
        dei servizi: io,da anni, ho scelto di
        proporre servizi e consulenze, quindi la
        scelta per me' e' stata obbligata (e i
        risultati mi hanno premiato).
        Vorrei sapere, solo limitatamente a questo
        intervento, quanti sono gli
        studenti/hobbisti e quanti i professionisti.
        Claudio[Professionista]- Semplice sviluppatore autonomo.- Creo soluzioni web per aziende e piccoli provider- Sistemista Windows server- Mi batto per il rilancio dello sviluppo del software- Basta==================================Modificato dall'autore il 23/01/2004 19.02.25==================================Modificato dall'autore il 23/01/2004 19.03.13==================================Modificato dall'autore il 23/01/2004 19.03.25
        • paulatz scrive:
          Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
          - Scritto da: dotnet
          - Scritto da: Anonimo

          L'open source, a mio modo di vedere,

          abbattera' i costi del commercio, non
          quelli

          dei servizi: io,da anni, ho scelto di

          proporre servizi e consulenze, quindi
          la

          scelta per me' e' stata obbligata (e i

          risultati mi hanno premiato).

          Vorrei sapere, solo limitatamente a
          questo

          intervento, quanti sono gli

          studenti/hobbisti e quanti i
          professionisti.

          Claudio

          [Professionista]HahHAHAHAHAHHAHAHHHHAAHAAhahahahAHahHAHAHMa LOL!Nel campo dell'allevamento di bovini intendi?HahHAHAHAHAHHAHAHHHHAAHAAhahahAHahHAHAHHahHAHAHAHAHHAHAHHHHAAHAAhahahahAHahHAHAHHahHAHAHAHAHHAHHHAAHAAhahahahAHahHAHHHahHAHAHAHAHHAHAHHHHAAHAAhahahahAHahHAHAHHahHAHAHAHHAHAHHHHahAHahHAHAH
          • dotnet scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: paulatz

            - Scritto da: dotnet

            - Scritto da: Anonimo


            L'open source, a mio modo di
            vedere,


            abbattera' i costi del commercio,
            non

            quelli


            dei servizi: io,da anni, ho scelto
            di


            proporre servizi e consulenze,
            quindi

            la


            scelta per me' e' stata obbligata
            (e i


            risultati mi hanno premiato).


            Vorrei sapere, solo limitatamente a

            questo


            intervento, quanti sono gli


            studenti/hobbisti e quanti i

            professionisti.


            Claudio



            [Professionista]
            HahHAHAHAHAHHAHAHHHHAAHAAhahahahAHahHAHAH
            Ma LOL!
            Nel campo dell'allevamento di bovini intendi?
            HahHAHAHAHAHHAHAHHHHAAHAAhahahAHahHAHAHHahHAH
            HahHAHAHAHAHHAHHHAAHAAhahahahAHahHAHH
            HahHAHAHAHAHHAHAHHHHAAHAAhahahahAHahHAHAH
            HahHAHAHAHHAHAHHHHahAHahHAHAHehi ehi... calmati, altrimenti qui qualcuno ti spedisce diretto in qualche casa di cura mentale dove poi ti cresce la barba alla stallman
          • Anonimo scrive:
            Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
            - Scritto da: dotnet

            - Scritto da: paulatz



            - Scritto da: dotnet


            - Scritto da: Anonimo



            L'open source, a mio modo di

            vedere,



            abbattera' i costi del
            commercio,

            non


            quelli



            dei servizi: io,da anni, ho
            scelto

            di



            proporre servizi e
            consulenze,

            quindi


            la



            scelta per me' e' stata
            obbligata

            (e i



            risultati mi hanno premiato).



            Vorrei sapere, solo
            limitatamente a


            questo



            intervento, quanti sono gli



            studenti/hobbisti e quanti i


            professionisti.



            Claudio





            [Professionista]


            HahHAHAHAHAHHAHAHHHHAAHAAhahahahAHahHAHAH

            Ma LOL!

            Nel campo dell'allevamento di bovini
            intendi?


            HahHAHAHAHAHHAHAHHHHAAHAAhahahAHahHAHAHHahHAH

            HahHAHAHAHAHHAHHHAAHAAhahahahAHahHAHH


            HahHAHAHAHAHHAHAHHHHAAHAAhahahahAHahHAHAH

            HahHAHAHAHHAHAHHHHahAHahHAHAH

            ehi ehi... calmati, altrimenti qui qualcuno
            ti spedisce diretto in qualche casa di cura
            mentale dove poi ti cresce la barba alla
            stallman... secondo me lo spediscono nella clinica psichiatrica dalla quale è uscito dancemonkeyboy http://www.ntk.net/ballmer/mirrors.html... che sarebbe poi a redmond
      • pippo75 scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat

        L'open source, a mio modo di vedere,
        abbattera' i costi del commercio, non quelli
        dei servizi: io,da anni, ho scelto di
        proporre servizi e consulenze, quindi la
        scelta per me' e' stata obbligata (e i
        risultati mi hanno premiato).
        Vorrei sapere, solo limitatamente a questo
        intervento, quanti sono gli
        studenti/hobbisti e quanti i professionisti.
        ClaudioHobbista, ho lavorato per circa 2 anni come programmatore VB (per fortuna sono anni che non vedo piu' quel coso).Ora uso torni a CNC.Mi diletto con delphi ed altri programmi (foto, video, crobots, ......)Per delphi, ho una collezione di componenti (niente di speciale) che non so se continuare a lasciare freeware oppure passare GPL (fatti per passatempo e per imparare qualcosa).ciao
      • TADsince1995 scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        - Scritto da: Anonimo
        L'open source, a mio modo di vedere,
        abbattera' i costi del commercio, non quelli
        dei servizi: io,da anni, ho scelto di
        proporre servizi e consulenze, quindi la
        scelta per me' e' stata obbligata (e i
        risultati mi hanno premiato).
        Vorrei sapere, solo limitatamente a questo
        intervento, quanti sono gli
        studenti/hobbisti e quanti i professionisti.
        ClaudioBeh... Sono uno studente di ingegneria informatica, ma programmo da oltre 10 anni e ho cominciato da piccolo quando in edicola si vendevano le riviste dove i programmi te li dovevi digitare (altro che Setup.exe...).Da li ho cominciato a programmare. Oggi insegno C++/Php/Linux/Java in una scuola di informatica della mia città. Sono stato anche sistemista Windows, mio malgrado. Un'esperienza orribile. Uso linux al 95%, il 5% rimane a Windows per i giochi. Diciamo che sono un po' di tutte e tre le categorie.TAD Che è d'accordo con Bruce Perens nel pensare che Open e Closed possano convivere e che nessuno sia il pericolo per l'altro
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il gratis
      che bel mondo di me**a, ora l'economia liberale è diventata un dogma e chiunque osa solo pensare di criticarla è un pericoloso terrorista da punire severamente.america il paese della liertà?la casa delle libertà?la libertà di pensarla tutti allo stesso modo?che c**o!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
      ma cosa pretendete da uno che ha questo nick?analizziamo quello che dice:
      Voglio solo sottolineare come tutte le
      soluzioni che tendono a ridimensionare i
      costi fino ad annullarli (vedi Internet e
      fine della New Economy), hanno finora
      dimostrato di essere in grado
      (volontariamente o involontariamente) di
      distruggere il mercato fino a colpire se
      stessi...oddio internet distrutta, tutti su fidonet!a quanto pare tutta la società occidentale di distruggerà, visti i tagli di bilancio, licenziamenti ed altro
      La gpl e tutta la grande pseudo-industria
      del software free (sono infatti produttori
      di hardware) stanno assieme sopprimendo il
      mercato fino alla morte...lol e questo dove lo hai letto? mi risulta che sun e ibm siano anche produttori di hw, e non ho mai sentito di hw oracle o novell...
      Il software free è un male della
      società sviluppatosi a causa
      dell'impreparazione dei governi a trattare
      argomenti che vanno oltre il conflitto di
      interessi e la crisi del calcio...eccellente: io sviluppo un software, lo voglio dare gratis, e il governo mi deve punire?
      L'informatica non ha dato il tempo al
      legislatore di conoscere, ergo qualcuno ne
      ha approfittato.il legislatore non è in grado di conoscere, visto che la sua conoscenza del mondo ha un limite
      Imho è possibile ancora rimediare al
      paradosso della GPL solo se si è in
      grado (e si ha il coraggio) di prendere
      delle posizioni intransigenti e presentare
      delle proposte di legge che possano
      finalmente mettere fine a questa vergogna.paradosso? quale? quando sento parlare diintransigenza mi vengono in mente certe personcinedai tratti squisiti...
      No alla GPL, si al vero e duraturo sviluppo
      del software.no alla GPL, si alla EULA, è questo che volevi dire?un software vero è uno che gira, quello libero gira eccome, e pure da tempo.In sostanza abbiamo uno sviluppatore (o presunto tale) che da quando è nato ha conosciuto solo ms&(s)co, che forse linux&co non l'ha visto neanche da uno screenshot e cerca di difendere in modo disperato il suo mezzo di sostentamento (dotnet....o è dotnot?), il che mi sembra più che ragionevole. quello che è irragionevole è sparare idiozie ideologiche a raffica.Dicono che Linux e l'opensource è comunista, perchè impedisce lo sviluppo la ricerca {$blablabla}.L'opensource è il liberismo incarnato e puro: io distribuisco software gratis, le grandi multinazionali mi supportano, non c'è nulla di illegale. Tu non riesci a farmi concorrenza?Soccombi! E' la legge del capitalismo. Lo avete voluto? E adesso tienitelo. Come? Sei contro? Contro il liberismo? Allora sei unCOMUNI..... 8)
    • picdp scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
      - Scritto da: dotnet
      Voglio solo sottolineare come tutte le
      soluzioni che tendono a ridimensionare i
      costi fino ad annullarli (vedi Internet e
      fine della New Economy), hanno finora
      dimostrato di essere in grado
      (volontariamente o involontariamente) di
      distruggere il mercato fino a colpire se
      stessi...credo che tu ti stia confondendo con la descrizione dei danni che stanno facendo i brevetti sul software in usa
      La gpl e tutta la grande pseudo-industria
      del software free (sono infatti produttori
      di hardware) stanno assieme sopprimendo il
      mercato fino alla morte...io non sono un produttore di hardware, ma un programmatore che si fa programmi su misura e che poi, non essendo egoista, li metto gratuitamente a disposizione degli altri, che possono fuggire ai ricatti e essere tranquilli quando bussa la finanza
      Il software free è un male della
      società sviluppatosi a causa
      dell'impreparazione dei governi a trattare
      argomenti che vanno oltre il conflitto di
      interessi e la crisi del calcio...è il software close ad essere un male, in quanto senza sorgente, o ti mangi la minestra o ti butti dalla finestra (forse è per questo che il più diffuso software close l'hanno chiamato windows)
      L'informatica non ha dato il tempo al
      legislatore di conoscere, ergo qualcuno ne
      ha approfittato.si, bill gates, che celando i listati è libero di nasconderci spyware e trojan a volontà
      Imho è possibile ancora rimediare al
      paradosso della GPL solo se si è in
      grado (e si ha il coraggio) di prendere
      delle posizioni intransigenti e presentare
      delle proposte di legge che possano
      finalmente mettere fine a questa vergogna.dov'è il paradosso? non sono libero di aiutare e farmi aiutare dagli altri ad usare il pc? mi vergogno a usare qualcosa che non conosco. preferisco cucinare, piuttosto che comprare i precotti
      No alla GPL, si al vero e duraturo sviluppo
      del software.questo mi sembra fanatismo.per me: se vuoi acquistare programmi closed, sei libero di farti tutto il male che ti pare, ma lasciami libero di usare il mio pc come mi pare, oltretutto l'ho pagato.il mio slogan è :"fuori il software non aperto dai miei pc"==================================Modificato dall'autore il 23/01/2004 22.03.30
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
      La voglia di conoscenza; non puo essere castrata dal software propietario......è solo che qualcuno si sente troppo superbo e ha paura di altri quindi non tramanda la conoscenza al prossimo.Tutti dobbiamo essere liberi di pensare di capire e di SAPERE, nessuno potrà mai impedirlo.(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
    • Anlan scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il gratis
      ... azza la puttanazza.... un record mondiale nella lunghezza dei 3d.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sarebbe ora di smetterla con il grat
        - Scritto da: Anlan
        ... azza la puttanazza.... un record
        mondiale nella lunghezza dei 3d.il tipo le ha sparate troppo grosse...il minimo che ci potesse attendere era l'arrivo della cavalleria in gran pompa con gli stendardi con i pinguini e gli arieti in testa, anzi, gli gnu... ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il gratis
      :@ Sarebbe ora di smetterla, e cercare di sfruttare il mondo dell'Opensource, e non di vederlo come un concorrente ai programmi commerciali! È un'ottimo strumento per tutti quei programmatori, sia che lo fanno di professione o per passione, per poter migliorare e ampliare le proprie conoscenze. Anche perché secondo si può imparare molto di più utilizzando i strumenti di sviluppo e i programmi messi a disposizione dal mondo Opensource, che con quelli commerciali... Per esempio, se uso un sistema operativo libero e aperto come Linux, avendo a disposizione i sorgenti posso arrivare a capire come funziona un vero OS, modificarlo a mio piacimento e se ha un qualche problema cercare di risolvermelo da me, se uso invece Windows che imparo ? Come va in crash un sistema ? O a come aspettare che mamma Microsoft si svegli a fare le patch per risolvere i problemi? Quindi credo che bisognerebbe cercare di sfruttare questa grandissima opportunità (parlo sopratutto per tutti quei programmatori professionisti che si lamentano tanto del mondo Opensource), e cercare di trarne lo stimolo per poter fare applicazioni ancora più migliori e migliorarsi professionalmente!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sarebbe ora di smetterla con il gratis
      Basta con il sw gratis :Come a dire che domani Microsoft Corporation, rida indietro tutti i soldi che ha fatto grazie al sw gratuito, made in Berkley e made in tutte quelle universita' che hanno rilasciato gratuitamente sw, che poi e' stato ampiamente usato nei prodotti microsoft, ma principalmente negli OS a partire da win95.E' un'idea. Chiama Billy e diglielo.Ahem.. manda anche un curriculum a IBM prima, xke' mi sa' che Billy ti sputa in faccia e ti licenzia in simultanea.
      La gpl e tutta la grande pseudo-industria
      del software free (sono infatti produttori
      di hardware) stanno assieme sopprimendo il
      mercato fino alla morte...Toh, guarda, ho scritto un pezzo di un gioco sotto GPL ed ho soppresso il mercato.Ahem... se ti piace il comunismo o altre dittature, vattene a vivere in Cina. Ciao..

      Il software free è un male della
      società sviluppatosi a causa
      dell'impreparazione dei governi a trattare
      argomenti che vanno oltre il conflitto di
      interessi e la crisi del calcio...
      L'informatica non ha dato il tempo al
      legislatore di conoscere, ergo qualcuno ne
      ha approfittato.Approfittato di che? ah, parlavi del prezzo di Windows.Capisco.Effettivamente e' oltremisura elevato, e' una tassa che grava sul mercato e sta' oramai causando gravi danni al settore.Non ti preoccupare, troveremo soluzione.
      Imho è possibile ancora rimediare al
      paradosso della GPL solo se si è in
      grado (e si ha il coraggio) di prendere
      delle posizioni intransigenti e presentare
      delle proposte di legge che possano
      finalmente mettere fine a questa vergogna.Gia il coraggio di cercarti un lavoro serio fuori dalla microsoft.
      No alla GPL, si al vero e duraturo sviluppo
      del software.Come word 2.0, 6, etc. Tutti sw morti.Come win 3.1 etc. Tutti sw morti.
    • Anonimo scrive:
      tcp/ip

      No alla GPL, si al vero e duraturo sviluppo
      del software.... e alla licenza BSD cosa dici ? si o no ? lo stack TCP/IP di win è preso da FreeBSD ... allora come la mettiamo ? quando fa comodo a M$ il software 'libero' va bene; quando non va bene a M$ invece gli si dà contro ?...
  • Anonimo scrive:
    se vuoi rubare linee di codice..
    pubblicarle poi in glp è la cosa più stupida che puoi fare!!
    • Anonimo scrive:
      Re: se vuoi rubare linee di codice..
      - Scritto da: Anonimo
      pubblicarle poi in glp è la cosa
      più stupida che puoi fare!!Perchè le prove del furto sarebbero evidenti ?No.... Non è la cosa più stupida....Esiste ancora una cosa più stupida: denunciare il furto di linee di codice, poi pubblicate come GPL, senza riuscire a fornire le prove di tale furto....
      • Anonimo scrive:
        Re: se vuoi rubare linee di codice..


        Esiste ancora una cosa più stupida:
        denunciare il furto di linee di codice, poi
        pubblicate come GPL, senza riuscire a
        fornire le prove di tale furto....ogni riferimento è puramente casuale? deheheheh :-)
  • Anonimo scrive:
    Io sono un pericolo
    Ma sco non e' in realta' caldera, una delle prime distro linux, e non ha , o aveva fino a poco tempo fa', una distribuzione in linea?In ogni caso,per me', lo sviluppo di software in 'open source' e' piu' veloce e il risultato e' piu' affidabile, potendo contare su migliaia di sviluppatori/utilizzatori che non nascondo nulla e condividono i miglioramenti; nessuno, comunque, mi obbliga a scegliere questa via. E' chiaro che non si possono copiare righe di software propietario, ma occorre dimostrare che cio' sia avvenuto, prima di avanzare pretese. In definitiva e' questa la cosa scandalosa e dimostra che si possono lanciare accuse a vanvera, senza che nessun giudice ti obblighi a smettere. Intanto un danno di immagine al mondo Linux l'hanno arrecato e vorrei sapere quali saranno le conseguenze per loro, se non riusciranno a provare nulla.
  • Anonimo scrive:
    Re: linux è liberale
  • Anonimo scrive:
    lo diceva anche...
  • Anonimo scrive:
    S.C.O. Società Contro l'Opensource
    S.C.O. Società Contro l'OpensourceHo visto cose che non potete nanche immaginare... hardware in fiamme davanti alla sede del congresso americano, sviluppatori incatenati a giganti tastiere a tre bottoni (CTRL, ALT, CANC.) Vele di immense navi da regata forgiate con bianchissima pelle di hackers pronte a gareggiare in mari tempestosi, Inutili schiere di server clusterizzati chè analizzavano modelli matematici per sanare voragini d'ozono. Innesti celebrali proprietari difettosi, Cattedrali dalle enormi finestre e dai piccoli portoni celebaranti anitchi riti sumeri. E il ghiaccio, il ghiaccio grigio e potente che pian piano tutto sommerge. un ultimo clik! e l'uomo rimase prigioniero di se stesso per sempre. Tutto questo andra' perduto nell'attimo in cui me ne andro'.The Code Runner
  • Anonimo scrive:
    SCO SCO sempre SCO
    Io mi sono SCO (glionato).Quasi quasi passo definitivamente a Linux.
  • Anonimo scrive:
    Darl Silvio
    Care amiche, cari amici,sono qui per comunicarvi una decisione importante che SCO sta per assumere: la decisione di garantire il lavoro di tutti nel futuro, di garantire cioè il benessere dei dirigenti e anche quello dei programmatori di oggi quando saranno dirigenti.Il modello di sviluppo OpenSorce è un pericolo per il nostro Paese. Esso prende il posto o previene la vendita di software proprietario, dotato di licenza e protetto da copyright. Questo significa meno posti di lavoro, meno incassi e meno incentivi all'innovazione per le aziende che sviluppano software.Tutti in effetti riconoscono che questo è il problema ma nessuno ha avuto sinora il coraggio di affrontarlo. Noi questo coraggio l'abbiamo avuto, ce l'abbiamo e ce l'avremo sempre, se continuerete a sostenerci con la Vostra fiducia.Vi ringrazio.
  • Anonimo scrive:
    Sofware libero strategico per l'UE
    McBride oltrepassa quindi le rivendicazioni sul codice di proprieta' SCO, per lanciarsi in una caccia alle streghe, in questo caso il software protetto da GPL. E' interessante notare come la circolazione libera del software sia un pericolo essenzialmente per gli interessi economici degli USA. Assumendo per fondate le sue affermazioni dobbiamo dedurre che l'Unione Europea si dovrebbe muovere in direzione opposta: tutela del software GPL, piu' attenzione ai brevetti sulle ovvieta'. E questo diventa anche importante per la NOSTRA sicurezza nazionale: abbiamo il controllo completo del NOSTRO software.Quindi, tuteliamo gli interessi della nostra economia! Piu' software "libero" e meno importazioni dagli USA!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sofware libero strategico per l'UE
    • Anonimo scrive:
      Re: Sofware libero strategico per l'UE

      Quindi, tuteliamo gli interessi della nostra
      economia! Piu' software "libero" e meno
      importazioni dagli USA!(troll)(troll)(troll)ROTFLUsalo tu linux, che io voglio il mio pc funzionante
      • Anonimo scrive:
        Re: Sofware libero strategico per l'UE
        - Scritto da: Anonimo
        Usalo tu linux, che io voglio il mio pc funzionanteappunto...
  • Anonimo scrive:
    E se dietro...
    ... ci fosse qualcuno che si chiama BG :D ?
  • sathia scrive:
    se sanno fare un missile
    sanno fare anche un software per farlo andare.non inventino idiozie
  • pikappa scrive:
    McBride va a piangere dalla mamma
    "...sono cattivi..loro mi rubano il software dovete arrestarli tutti sniff sniff per il bene dell'America..""Al posto di UNIX, fornito da un grande numero di aziende statunitensi, o di Windows, prodotto da Microsoft, i governi di ogni parte dell'Europa e dell'Asia - ha continuato McBride - stanno usando Linux, spesso scaricato gratuitamente da Internet. Trovo questa cosa particolarmente irritante visto che Linux contiene migliaia di linee di codice del mio UNIX proprietario, linee di codice per le quali non ho ricevuto in cambio nessuna rimunerazione. SCO ha una forte, involontaria presenza all'interno delle pubbliche amministrazioni di diversi governi stranieri, ma questo avviene solo attraverso l'uso non autorizzato del nostro codice presente in Linux".Ma per piacere!!! intanto questo parla parla ma non ha ancora dimostrato nulla...dimostri che quel codice è davvero suo poi se può pure parlare.Poi se proprio vuole guadagnare non si inventi favole e cominci a creare software migliore, UnixWare è sempre stato una str... ancor prima della nascita di linuxE ancora, non mi pare che HP IBM SGI SUN e pure Microsoft siano ridotte sul lastrico perchè tutti mettono su linux perchè è aggratis! le aziende unix si sono accorte di linux e lo stanno integrando con i loro prodotti, ergo se io voglio una soluzione linux da queste aziende PAGO, e non mi scarico certo la distro da internet e la metto sul mainframe! La situazione di microsoft la conosciamo, lato client è una presenza ancora necessaria e lato server quando vedrà il proprio mercato (principalmente piccola e media impresa) compromettersi per colpa di linux agirà di conseguenza, il rilascio dei proprio Services for Unix credo sia un inizio.Quindi o McBride si accorge delle str... che sta facendo oppure SCO ha poco futuro
    • Anonimo scrive:
      Re: McBride va a piangere dalla mamma
      - Scritto da: pikappa
      "...sono cattivi..loro mi rubano il software
      dovete arrestarli tutti sniff sniff per il
      bene dell'America.."mamma mammaaaaaaa, LINUX è CATTIVOOOOOOO, uheeeeeeeeeee.....eheeeeeeeeeeeeeeeeeee, uheeeeeeeeeeeee...caccialo via MAMAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
  • x110 scrive:
    Ignoranti...
    Non sapete nemmeno cosa sia open source/e cosa sia free software.cio' che sostiene stallman e' freesoftware -- libero aperto e gratuitoopen source e' una cosa diversa:--aperto,libero,ed EVENTUALMENTE GRATUITO1 stallmann e' uno straccione? forse ma la Cignus software no, la RED HAT no.e tutte le soc.legate all'open source no. Suse e' un compromesso, la Mandrake soft, pur se con qualche problema regge.e' la nostra mentalita' che non riesce a entrare nel open e non free.guardatevi un bel film: Revolution os e forse dopo avrete le idee piu' chiare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ignoranti...
      - Scritto da: x110
      Non sapete nemmeno cosa sia open source/e
      cosa sia free software.
      cio' che sostiene stallman e' freesoftware
      -- libero aperto e gratuito
      open source e' una cosa
      diversa:--aperto,libero,ed EVENTUALMENTE
      GRATUITO

      1 stallmann e' uno straccione? forse ma la
      Cignus software no, la RED HAT no.
      e tutte le soc.legate all'open source no.
      Suse e' un compromesso, la Mandrake soft,
      pur se con qualche problema regge.

      e' la nostra mentalita' che non riesce a
      entrare nel open e non free.

      guardatevi un bel film: Revolution os e
      forse dopo avrete le idee piu' chiare.
      Ma certamente. Mettiamo su un'economia di aziende che sono un compromesso o che con qualche problema reggono.Potrei dirlo a mia moglie questa sera quando torno a casa: invece di lavorare per guadagnare, mi metto a regalare il codice alla gente, tanto il bilancio familiare con qualche problema regge.Oppure potrei fare come quelli che pigliano i soldi da IBM ( che con una mano piglia i miliardi degli host e con l'altra li butta in sovvenzioni all'open source). Nella trasposizione della mia economia familiare, potrei mandare mia moglie a battere e poi spendere i soldi che porta a casa a donne.
      • x110 scrive:
        Ignoranti...
        se ti piace mandare a battere tua moglie sono fatti tuoi,ma non so se hai capito che OPEN SOURCE non VUOLE DIRE GRATIS.OPEN SOURCE VUOL DIRE CHE UNA VOLTA COMPRATO HAI ANCHE IL CODICE SORGENTE..... E SE RIDISTRIBUISCI IL SOFTWARE LO DEVI FARE RILASCIANDO I SORGENTI....Se ti ci vuole tanto a capirlo non so che dire.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ignoranti...
          - Scritto da: x110
          se ti piace mandare a battere tua moglie
          sono fatti tuoi,
          ma non so se hai capito che OPEN SOURCE non
          VUOLE DIRE GRATIS.
          OPEN SOURCE VUOL DIRE CHE UNA VOLTA COMPRATO
          HAI ANCHE IL CODICE SORGENTE..... E SE
          RIDISTRIBUISCI IL SOFTWARE LO DEVI FARE
          RILASCIANDO I SORGENTI....

          Se ti ci vuole tanto a capirlo non so che
          dire.Certo che detto così fa proprio schifo: "lo devi fare rilasciando i sorgenti"... una bella tutela del lavoro... piglio del codice che qualcuno ha "voluto" regalare o vendere, poco importa, sono fatti suoi... e causa della "sua" scelta devo anche io fare così? Cioè lavoro magari due mesi per correggere, implementare del codice e poi faccio in modo che il primo pistola lo abbia senza muovere un dito? Cosa mi devo far pagare? E' tutto molto bello e democratico, non lo nego ma non lamentiamoci se il lavoro dell'informatico sta scadendo sempre più di livello e stipendio... probabilmente è giusto così. Se non è così spiegatemi pure.
          • Parliamone scrive:
            Re: Ignoranti...

            Certo che detto così fa proprio
            schifo: "lo devi fare rilasciando i
            sorgenti"... una bella tutela del lavoro...
            piglio del codice che qualcuno ha "voluto"
            regalare o vendere, poco importa, sono fatti
            suoi... e causa della "sua" scelta devo
            anche io fare così? Nessuno ti obbliga a espandere un software GPL: puoi sempre scrivere tutto da capo di persona. Oppure espandi codice sotto licenza BSD, che permette di chiudere il codice derivato.
          • gerry scrive:
            Re: Ignoranti...
            - Scritto da: Anonimo
            Certo che detto così fa proprio
            schifo: "lo devi fare rilasciando i
            sorgenti"... una bella tutela del lavoro...
            piglio del codice che qualcuno ha "voluto"
            regalare o vendere, poco importa, sono fatti
            suoi... e causa della "sua" scelta devo
            anche io fare così? Hai scritto una cosa sbagliata. Un software GPL non è regalato.E rilasciato sotto una licenza che ne consente un certo libero uso a patto di rispettare certe condizioni.La storia che il codice GPL è scevro da ogni controllo è una balla. E' semplicemente un altro tipo di copyright.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ignoranti...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: x110

            se ti piace mandare a battere tua moglie

            sono fatti tuoi,

            ma non so se hai capito che OPEN SOURCE
            non

            VUOLE DIRE GRATIS.

            OPEN SOURCE VUOL DIRE CHE UNA VOLTA
            COMPRATO

            HAI ANCHE IL CODICE SORGENTE..... E SE

            RIDISTRIBUISCI IL SOFTWARE LO DEVI FARE

            RILASCIANDO I SORGENTI....



            Se ti ci vuole tanto a capirlo non so
            che

            dire.

            Certo che detto così fa proprio
            schifo: "lo devi fare rilasciando i
            sorgenti"... una bella tutela del lavoro...
            piglio del codice che qualcuno ha "voluto"
            regalare o vendere, poco importa, sono fatti
            suoi... e causa della "sua" scelta devo
            anche io fare così? Cioè
            lavoro magari due mesi per correggere,
            implementare del codice e poi faccio in modo
            che il primo pistola lo abbia senza muovere
            un dito? Cosa mi devo far pagare? E' tutto
            molto bello e democratico, non lo nego ma
            non lamentiamoci se il lavoro
            dell'informatico sta scadendo sempre
            più di livello e stipendio...
            probabilmente è giusto così.
            Se non è così spiegatemi pure.meno male che pitagora non ha ragionato come te... altrimenti dovremmo pagargli i diritti per ogni calcolo di ipotenusa di un triangolo rettangolo...
          • Mechano scrive:
            Re: Ignoranti...
            - Scritto da: Anonimo
            Certo che detto così fa proprio
            schifo: "lo devi fare rilasciando i
            sorgenti"... una bella tutela del lavoro...
            piglio del codice che qualcuno ha "voluto"
            regalare o vendere, poco importa, sono fatti
            suoi... e causa della "sua" scelta devo
            anche io fare così? Cioè
            lavoro magari due mesi per correggere,
            implementare del codice e poi faccio in modo
            che il primo pistola lo abbia senza muovere
            un dito? Cosa mi devo far pagare? E' tutto
            molto bello e democratico, non lo nego ma
            non lamentiamoci se il lavoro
            dell'informatico sta scadendo sempre
            più di livello e stipendio...
            probabilmente è giusto così.
            Se non è così spiegatemi pure.Non ci capisci niente di come si fanno i soldi con l'opensource, ma soprattutto non hai un'etica.Il mondo opensource inizia regalandoti l'utilizzo di moltissimi strumenti. Dato che te li ha regalati o venduti una tantum e coi sorgenti, sei gia' a meta' della tua opera, ossia non dovrai reinventare la ruota per il tuo progetto (perche' se hai preso quegli strumenti ti serviranno per un progetto no?).Se tali strumenti (MySQL, PHP, libreri ecc.) non sono perfetti e necessitano di una modifica che ti serve per il tuo lavoro, sara' il minimo avere un attegiamento etico e morale di riconoscenza, rilasciando le tue migliorie affinche' gli altri le possano riutilizzare come hai fatto tu inizialmente. E' cosi' che si genera un circlo vizioso di progresso in quel settore.Io riesco a trovare forme di guadagno dall'opensource.Il primo guadagno viene dal fatto che non devo pagare nessuno per strumenti che mi servono nel mio lavoro, come MySQL, PostgreeSQL, PHP, OpenOffice.org ecc.La seconda forma di guadagno deriva dal fatto che do gratuitamente o rivendo ad un costo basso che comprende l'installazione di questi strumenti ai miei clienti, i soldi che risparmiano i miei clienti li possono utilizzare per comprare da me molti piu' programmi closed scritti da me ma che si basano su DB e altri strumenti open (vedi i gestionali di nicchia non sono di pubblica utilita' e quindi opensource e gratuiti ha poco senso) o anche opensource o, ovviamente altra assistenza e formazione.Quindi se scrivo un programma anche usando questi strumenti, e il mio programma e' un programma di nicchia, non devo necessariamente rilasciarlo opensource, ma certamente se c'e' la possibilita' che qualcun'altro mi aiuti a migliorarlo e io ne posso ottenere un beneficio non ci rinuncerei a metterlo opensource e riprendermelo migliorato. Cosi' come se non ce la faccio a finirlo per mancanza di tempo o di conoscenze, cosi' come io posso finire quello di altri gratuitamente anche altri potrebbero finire e migliorare il mio.E poi molti governi, sono composti da perfetti imbecilli che non hano capito ancora questo fenomeno e potrebero finanziare fior di progetti per la pubblica aministrazione o per le masse e le famiglie, ma non se ne fa niente dove non si vede la possibilita' di beccare tangenti e sgraffignarsi un po' di questi finanziamenti coloro che decidono a cui darli.Per esempio io per un mio software ho bisogno di un componente importante che e' un DB di farmaci attualmente in commercio. A chi mi regala questo DB io regalo la possibilita' di prendere e rivendere il mio software. Oppure potrebbe darmi una mano lo stato, e invece no, devo pagare caro un'associazione dei farmaceutici che ha un monopolio in questa cosa (il prontuario CODIFA).Certo e' brutto vedersi nel proprio ambito, nella propria provincia o regione, prendere il proprio programma costato fatica, da altri belli freschi che lo hanno saputo rivendere e farci soldi al posto mio. E' questa possibilita' che fa pensare agli egoisti che sia stupido regalare o rilasciare opensource i propri programmi. Perche' se viviamo solo d'invidie e paure non combineremo mai nulla di buono nella vita', nessuno dara' nulla di utile a noi e noi non lo daremo agli altri. Ognuno se la cavi da solo e si reinventi la ruota ogni volta che gli serve. Oppure paghi. Ma tutti possiamo permetterci di pagare tutto?Se invece nascesse una cultura dell'opensource anche nelle masse e si desse una lettura e la giusta importanza alle note di copyright (che ogni programma open ha esattamente come la controparte closed), ci si deve saper fare da parte e segnalare agli autori la possibilita' di vendere e guadagnare dal software quando questi e' a pochi km da noi o puo' raggiungere il cliente in qualche modo. Quantomeno avvisarlo via mail e chiedergli: "qua c'e' la possibilita' di un cliente con queste necessita' e che necessita di qualcosa come il tuo software, tu puoi seguirlo o sei gia' fin troppo pieno e ci pensiamo noi?". Oppure "vorresti una mano a seguirlo e poi facciamo fifty-fifty da buoni fratelli?".Oppure la stessa persona/ente/azienda che necessita di un programma come quello, dopo averlo ricevuto dal furbo che non dice nulla all'autore, o guardando su Internet e scoprendo che c'e' un software utile li nelle "vicinanze" come minimo contattare l'autore per chiedere prezzi e possibilita' di aiuto, sempre che non si sappia gia' da se come e cosa fare e quindi non dire nulla, prendere e arrangiarsi se non possiamo permetterci di pagare,ma comunque avere anche noi l'opportunita' di progredire, in futuro quando avremo piu' denaro allora si' pagheremo...Come vedi nell'opensource c'e' spazio per tutti, e soprattutto spazio per migliorare il mondo anche eticamente...--Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
        • Anonimo scrive:
          Re: Ignoranti...
          - Scritto da: x110
          se ti piace mandare a battere tua moglie
          sono fatti tuoi,
          ma non so se hai capito che OPEN SOURCE non
          VUOLE DIRE GRATIS.
          OPEN SOURCE VUOL DIRE CHE UNA VOLTA COMPRATO
          HAI ANCHE IL CODICE SORGENTE..... E SE
          RIDISTRIBUISCI IL SOFTWARE LO DEVI FARE
          RILASCIANDO I SORGENTI....

          Se ti ci vuole tanto a capirlo non so che
          dire.IGNORANTE ! e puzzi anche.tu fai il codice GPL che vuoi, io lo prendo lo copio lo modifico e lo metto dentro un mio software chiuso, intanto io faccio soldi col software che mi è costato quasi 0.Tu poi mi fai causa perchè non potevo, io spendo la metà dei soldi che ho guadagnato col software per pagarmi il pattegiamento...Se ti ci vuole tanto a capirlo non so che dire.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ignoranti...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: x110

            se ti piace mandare a battere tua moglie

            sono fatti tuoi,

            ma non so se hai capito che OPEN SOURCE
            non

            VUOLE DIRE GRATIS.

            OPEN SOURCE VUOL DIRE CHE UNA VOLTA
            COMPRATO

            HAI ANCHE IL CODICE SORGENTE..... E SE

            RIDISTRIBUISCI IL SOFTWARE LO DEVI FARE

            RILASCIANDO I SORGENTI....



            Se ti ci vuole tanto a capirlo non so
            che

            dire.

            IGNORANTE ! e puzzi anche.

            tu fai il codice GPL che vuoi, io lo prendo
            lo copio lo modifico e lo metto dentro un
            mio software chiuso, intanto io faccio soldi
            col software che mi è costato quasi
            0.
            Tu poi mi fai causa perchè non
            potevo, io spendo la metà dei soldi
            che ho guadagnato col software per pagarmi
            il pattegiamento...

            Se ti ci vuole tanto a capirlo non so che
            dire.Se è per questo puoi anche andare a rapinare le banche...
          • x110 scrive:
            Ignoranti...
            che puzzo forse e' anche vero....e' lo sforzo che faccio programmando che mi fa sudare.sai che anche microsoft dovra pagare tanti soldini per i brevetti che ha utilizzato? un ladro e' sempre un ladro sia quando copia un software propietario che uno sotto gpl.OTcomunque non capisco questa avversione contro il software libero.non ti piace avere alternative oltre a microsoft in generale?bene linux e' l'alternativa open che vorresti, e' il grande esempio.FUNZIONA. perche' ti ostini a smontare una filosofia che puo' esistere?
        • dotnet scrive:
          Re: Ignoranti...
          - Scritto da: x110
          se ti piace mandare a battere tua moglie
          sono fatti tuoi,
          ma non so se hai capito che OPEN SOURCE non
          VUOLE DIRE GRATIS.
          OPEN SOURCE VUOL DIRE CHE UNA VOLTA COMPRATO
          HAI ANCHE IL CODICE SORGENTE..... E SE
          RIDISTRIBUISCI IL SOFTWARE LO DEVI FARE
          RILASCIANDO I SORGENTI....

          Se ti ci vuole tanto a capirlo non so che
          dire.quindi è gratiso no?cazzo... ma qualcuno vi ha fatto un incentesimo?
          • x110 scrive:
            Ignoranti...
            caso suse linux.distribuisce un prodotto sotto gpl Linux.piu' un tool propietario Yast2che serve per configurare il computer.morale linux e' sotto gpl.(anche gratuito)yast va pagato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ignoranti...
        - Scritto da: Anonimo
        ....
        Ma certamente. Mettiamo su un'economia di
        aziende che sono un compromesso o che con
        qualche problema reggono.Al di fuori dei paesi comunisti tutte le aziende sono così....
        Potrei dirlo a mia moglie questa sera quando
        torno a casa: invece di lavorare per
        guadagnare, mi metto a regalare il codice
        alla gente, tanto il bilancio familiare con
        qualche problema regge.1) Vedo che non hai capito nulla di open source.2) Il fatto che tu non voglia utilizzare il modello open source, è un tuo diritto, non implica che tu sia autorizzato ad impedirlo a chi preferisce fare una scelta differente dalla tua.
      • gerry scrive:
        Re: Ignoranti...
        - Scritto da: Anonimo
        Ma certamente. Mettiamo su un'economia di
        aziende che sono un compromesso o che con
        qualche problema reggono.Le cose sono due1) l'open source funziona. E allora quello che dici non è vero.2) l'open source non funziona. E allora perchè McBride urla che rovinerà il software closed?
        Potrei dirlo a mia moglie questa sera quando
        torno a casa: invece di lavorare per
        guadagnare, mi metto a regalare il codice
        alla gente, tanto il bilancio familiare con
        qualche problema regge.Nessuno ti obboliga a farlo.Se sei così sicuro che il modello open fallirà tu continua a progettare closed. Alla fine l'avrai vinta tu (se hai ragione).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ignoranti...
      - Scritto da: x110....
      1 stallmann e' uno straccione? forse ma la
      Cignus software no, la RED HAT no.
      e tutte le soc.legate all'open source no.
      Suse e' un compromesso, la Mandrake soft,
      pur se con qualche problema regge.....Una precisazione: MandrakeSoft sembra che abbia qualche problema in meno....http://www.risorseweb.net/article81.html
      • Anonimo scrive:
        Re: Ignoranti...
        - Scritto da: Anonimo

        Una precisazione: MandrakeSoft sembra che
        abbia qualche problema in meno....

        www.risorseweb.net/article81.html- "Un risultato davvero significativo, se si pensa che alcune tra le maggiori distro linux , come red hat , abbandonano il mercato desktop per dedicarsi al più remunerativo enterprise. " -E' sempre una questione di soldi e mercato....svegliatevi openari... vi stanno sfruttando.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ignoranti...
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo



          Una precisazione: MandrakeSoft sembra
          che

          abbia qualche problema in meno....



          www.risorseweb.net/article81.html

          - "Un risultato davvero significativo, se si
          pensa che alcune tra le maggiori distro
          linux , come red hat , abbandonano il
          mercato desktop per dedicarsi al più
          remunerativo enterprise. " -

          E' sempre una questione di soldi e
          mercato....
          svegliatevi openari... vi stanno sfruttando.sfruttando ? e come ? permettendo l'acquisto di un power-pack mandrake a 60 euro per poi poterlo installare su quanti computer voglio ? non è che ti sei confuso con qualcuno che nelle licenze afferma 1computer=1 licenza ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ignoranti...
            - Scritto da: Anonimo

            sfruttando ? e come ? permettendo l'acquisto
            di un power-pack mandrake a 60 euro per poi
            poterlo installare su quanti computer voglio
            ? non è che ti sei confuso con
            qualcuno che nelle licenze afferma
            1computer=1 licenza ?ma avete dato un'occhio al grafico delle azioni di redhat? ma secondo voi quelle sono associazioni caritatevoli che vogliono il bene dei programmatori che sgobbano nel trogolo dell'open?Ma cazzarola... il business è business e non c'è open che tenga, quelli farebbero qualsiasi cosa pur di aumentare di 0.01cent le proprie azioni.prendendovi per il naso facendovi sentire parte di un fichissimo mondo alternativo di aria pura e vita open.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ignoranti...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo



            sfruttando ? e come ? permettendo
            l'acquisto

            di un power-pack mandrake a 60 euro per
            poi

            poterlo installare su quanti computer
            voglio

            ? non è che ti sei confuso con

            qualcuno che nelle licenze afferma

            1computer=1 licenza ?

            ma avete dato un'occhio al grafico delle
            azioni di redhat?
            ma secondo voi quelle sono associazioni
            caritatevoli che vogliono il bene dei
            programmatori che sgobbano nel trogolo
            dell'open?No. Sono società commerciali che hanno trovato un business e riescono pure a guadagnarci sopra. Il fatto che la loro forma di business possa avere dei vantaggi per l'utente finale lo ritengo un fattore non del tutto trascurabile....
            Ma cazzarola... il business è
            business e non c'è open che tenga,
            quelli farebbero qualsiasi cosa pur di
            aumentare di 0.01cent le proprie azioni.Certo. Quello che non capisco è come mai quano una distro naviga in cattive acque escono subito commenti del tipo: "Ecco, questa è la prova che con l'open è impossibile guadagnare". Quando invece le distro ottengono dei buoni risultati allora i commenti sono:
            prendendovi per il naso facendovi sentire... ecco appunto....
            parte di un fichissimo mondo alternativo di
            aria pura e vita open.No. Ci fanno sentire in un mondo non tanto fico, ma perlomeno un po' meno monopolizzato di qualche anno fa....
          • Mechano scrive:
            Re: Ignoranti...
            - Scritto da: Anonimo
            Certo. Quello che non capisco è come
            mai quano una distro naviga in cattive acque
            escono subito commenti del tipo: "Ecco,
            questa è la prova che con l'open
            è impossibile guadagnare". Quando
            invece le distro ottengono dei buoni
            risultati allora i commenti sono: Queste persone che criticano lasciano il tempo che trovano e il loro valore morale e' molto basso. Meglio lasciarli nel proprio brodo.Con Mandrake e molte aziende opensource che hanno avuto guai per delle scelte commerciali sbagliate, c'e' stato uno spelendido fenomeno di solidarieta'.Quando si e' sparsa la voce che un'azienda che produce un buon software libero come le distribuzioni Mandrake, ci sono state tantissime persone che hanno messo da parte qualche coldo e si sono sforzate di comprare la Mandrake 9.2 o offrire donazioni.Ecco che la Mandrake Soft sta godendo di quella solidarieta' e qualita' delle persone che credono nell'opensource sia qualitativamente che filosoficamente.Se a me serve un software e questo e' opensource, e nel sito degli autori c'e' l'iconcina Make a Donation with PayPal, io caccio fuori la mia carta di credito ricaricabile (ora che ci sono e sono facili da avere), e gli do i miei 5-10-15-20 euro a seconda di quanto giudico utile quel programma per me o il mio lavoro.Faccio una cosa utile e aiuto quelle persone a fare altri programmi utili o migliorare quello precedente.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Ignoranti...
      sottoscrivo
  • Anonimo scrive:
    Semplicemente HA RAGIONE
    Che il modello innescato da Linux sia un potenziale rischio per l'economia è vero. E sicuramente costituisce anche un rischio di fornire gratutitamente a modelli di "civiltà" che vorrebbero fare a pezzi il nostro modello occidentale per trasformarci in una società islamica o in un collettivo comunista (Corea del Nord o Cuba), è altrettanto reale.Vogliamo veramente fornire alla Corea del Nord il sistema operativo sul quale basare il software di controllo dei prossimi missili nucleari che potrebbe lanciare sul Giappone?O all'Iran e a Singapore un sistema operativo nel quale infilare algoritmi di contollo del traffico omologati dalla Sharia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Semplicemente HA RAGIONE
      - Scritto da: Anonimo
      Che il modello innescato da Linux sia un
      potenziale rischio per l'economia è
      vero. E sicuramente costituisce anche un
      rischio di fornire gratutitamente a modelli
      di "civiltà" che vorrebbero fare a
      pezzi il nostro modello occidentale per
      trasformarci in una società islamica
      o in un collettivo comunista (Corea del Nord
      o Cuba), è altrettanto reale.

      Vogliamo veramente fornire alla Corea del
      Nord il sistema operativo sul quale basare
      il software di controllo dei prossimi
      missili nucleari che potrebbe lanciare sul
      Giappone?

      O all'Iran e a Singapore un sistema
      operativo nel quale infilare algoritmi di
      contollo del traffico omologati dalla
      Sharia?Per fare certe affermazioni offensive (io caro mio per esempio non sono nè un comunista nè un islamico nè un complottista coreano contro gli USA) ci vogliono dati di fatto, non iperboli assurde.Vuoi dirmi che io, sviluppatore di sw, non posso fare di ciò che creo quello che voglio??????? Dico ma stiamo scherzando?Non sono un uomo libero di usare il mio cervello?Guarda che la storia è piena di gente che con teorie simili vietava e bruciava i libri scomodi nelle pubbliche piazze.root (http://tcproject.info)
      • Anonimo scrive:
        Re: Semplicemente HA RAGIONE

        Vuoi dirmi che io, sviluppatore di sw, non
        posso fare di ciò che creo quello che
        voglio??????? Dico ma stiamo scherzando?
        Non sono un uomo libero di usare il mio
        cervello?In linea di massima sarei daccordo, ma allora chi sviluppa virus è giustificato?voglio dire, anche se usi il cervello puoi creare del danno alla società e per il bene comune potresti essere "messo a tacere"So che ti potrà sembrare un'idea orribile, eppure se parliamo di scienziati che si dedicano alle mutazioni genetiche o praticando la vivisezione l'opinione pubblica si schiera contro, se parliamo di uno che con il suo software porta meno quattrini in tasca di tutti noi e maggiori opportunità a paesi "guerriglieri" forse è lo stesso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Semplicemente HA RAGIONE

          In linea di massima sarei daccordo, ma
          allora chi sviluppa virus è
          giustificato?eccome se lo è!altrimenti molti bug non sarebbero stati scoperti e oggi i sistemi sarebbero intrinsecamente meno sicuri
      • Anonimo scrive:
        Re: Semplicemente HA RAGIONE
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Che il modello innescato da Linux sia un

        potenziale rischio per l'economia
        è

        vero. E sicuramente costituisce anche un

        rischio di fornire gratutitamente a
        modelli

        di "civiltà" che vorrebbero fare
        a

        pezzi il nostro modello occidentale per

        trasformarci in una società
        islamica

        o in un collettivo comunista (Corea del
        Nord

        o Cuba), è altrettanto reale.



        Vogliamo veramente fornire alla Corea
        del

        Nord il sistema operativo sul quale
        basare

        il software di controllo dei prossimi

        missili nucleari che potrebbe lanciare
        sul

        Giappone?



        O all'Iran e a Singapore un sistema

        operativo nel quale infilare algoritmi
        di

        contollo del traffico omologati dalla

        Sharia?

        Per fare certe affermazioni offensive (io
        caro mio per esempio non sono nè un
        comunista nè un islamico nè un
        complottista coreano contro gli USA) ci
        vogliono dati di fatto, non iperboli
        assurde.
        Vuoi dirmi che io, sviluppatore di sw, non
        posso fare di ciò che creo quello che
        voglio??????? No. Non puoi. Se vendi il tuo codice di controllo balistico dei missili ai servizi segreti della Corea del Nord, rischi la galera, lo sapevi?Dico ma stiamo scherzando?
        Non sono un uomo libero di usare il mio
        cervello?Non se il tuo "usare il cervello" mette a rischio delle vite umane o, peggio, un modello di vita democratico. In fin dei conti anche chi ha scritto Blaster o Code Red stava solo usando il suo cervello e la sua creatività. E anche i teorici del fascismo e del nazismo. Non erano liberi di usare il loro cervello?
        Guarda che la storia è piena di gente
        che con teorie simili vietava e bruciava i
        libri scomodi nelle pubbliche piazze.
        root (tcproject.info)Esattamente quelli che erano lasciati liberi di usare il loro cervello contro gli altri.
        • Anonimo scrive:
          Re: Semplicemente HA RAGIONE


          [farneticazioni a go go]
          Certo certo certo ....Ti lascio nella tua convinzione poichè sei libero di esprimere la tua opinione (grazie anche a chi si batte e si è battuto per la libertà) anche se ti consiglio che le idee e le nozioni non dovresti metterle nel frullatore, premere su Max e spappolarle fino a farne venire fuori una specie di omogeneizzato che dovrebbe rappresentare cognizioni e pensieri. Vorrà dire che quando tra 200 anni ci ritroveremo in una società decaduta tecnolgicamente perchè non progredita staremo davanti ai nostri PC spenti a sentire te e MC Bride su cosa fare, pensare, quante volte dobbiamo tirare l'acqua del cesso, se possiamo o non possiamo trombare la sera con le nostre donne, e obbligati ad assitere alle pontificazione di come il VOSTRO mondo sia la cosa migliore per noi.Fino ad allora vivrò con la serenità di chi è ancora convinto che quelli che ragionano così siano una minoranza sparuta e "violenta", che usa solo l'offesa, l'aggressione verbale, la disinformazione, l'arroganza etc... perchè non ha latri argomenti interessanti con cui farsi ascoltare.Buona fortuna...root (http://tcproject.info)
    • Anonimo scrive:
      Re: Semplicemente HA RAGIONE
      - Scritto da: Anonimo
      Che il modello innescato da Linux sia un
      potenziale rischio per l'economia è
      vero. E sicuramente costituisce anche un
      rischio di fornire gratutitamente a modelli
      di "civiltà" che vorrebbero fare a
      pezzi il nostro modello occidentale per
      trasformarci in una società islamica
      o in un collettivo comunista (Corea del Nord
      o Cuba), è altrettanto reale.

      Vogliamo veramente fornire alla Corea del
      Nord il sistema operativo sul quale basare
      il software di controllo dei prossimi
      missili nucleari che potrebbe lanciare sul
      Giappone?

      O all'Iran e a Singapore un sistema
      operativo nel quale infilare algoritmi di
      contollo del traffico omologati dalla
      Sharia?heilà Silvio... è un pò che non ti sentivamo... il lifiting agli occhi tutto bene ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Semplicemente HA RAGIONE
        - Scritto da: Anonimo
        heilà Silvio... è un pò
        che non ti sentivamo... il lifiting agli
        occhi tutto bene ?Non c'è bisogno di essere Silvio.Ti ricordo che la maggioranza degli italiani 3 anni fa ha votato, tra l'altro, anche sulla base di queste idee.Oppure sei un altro di quelli che pensa di rappresentare la parte migliore del paese e che tutti gli altri sono lobotomizzati con l'anello al naso?
        • Anonimo scrive:
          Re: Semplicemente HA RAGIONE
          secondo me la maggior parte degli italiani sono talmente inebetiti dalla televisione che fanno quello che vedono nella pubblicità ... addirittura di credono ... e mi sa tanto che tu sei uno di quelli
          • Anonimo scrive:
            Re: Semplicemente HA RAGIONE
            - Scritto da: Anonimo
            secondo me la maggior parte degli italiani
            sono talmente inebetiti dalla televisione
            che fanno quello che vedono nella
            pubblicità ... addirittura di credono
            ... e mi sa tanto che tu sei uno di quelliCerto, certo.Continua così e Berlusconi vincerà le prossime dieci elezioni. Ma non capite che la gente sa ragionare con la propria testa molto più di quanto pensiate? Nel 2001 la televisione pubblica è stata usata come un missile terra-terra contro Berlusconi, al quale sono stati vietati gli spot da una legge ad-personam del centrosinistra (quelle vanno bene, quelle del centrodestera sono anticostituzionali; ah, già: c'era Scalfaro). E' servito? No. Berlusconi ha vinto con dei manifesti pubblicitari di carta. Sullo stile delle elezioni degli anni '70.E voi parlate di televisioni. Vuoi una previsione? Le prossime elezioni Berlusconi le perderà. Anche se c'è la "dittatura mediatica". Bah!
          • Anonimo scrive:
            Re: Semplicemente HA RAGIONE
            ma di chi stai parlando?di quello che ha fatto una legge per non passare una sua rete su satellite dopo varie sentenze che lo obbligavano (a giusto i giudici sono corrotti ed odiati da tutti gli italiani ... dimenticavo)e poi l'ha fatto per umanità, pensa a quante famiglie sarebbero rimaste senza stipendio, infatti gli anni di proroga che hanno avuto non sono bastati per pensare di far qualcosa e soltanto a dicembre si sono accorti che sarebbero stati senza lavoro.Poi il conflitto di interesse di sicuro non c'è mai stato ne mai ci sarà ... le sue idee sono condivise dalla totalità degli italiani .... etc etc
          • Anonimo scrive:
            Re: Semplicemente HA RAGIONE
            .

            Continua così e Berlusconi
            vincerà le prossime dieci elezioni.lo so purtroppo :-(
            Ma non capite che la gente sa ragionare con
            la propria testa molto più di quanto
            pensiate? Nel 2001 la televisione pubblicano nessuno sa pensare con la propria testa: ne tu ne io ne nessun altro. è la pura verità
            è stata usata come un missile
            terra-terra contro Berlusconi, al quale sono
            stati vietati gli spot da una legge
            ad-personam del centrosinistra (quelle vanno
            bene, quelle del centrodestera sono
            anticostituzionali; ah, già: c'era
            Scalfaro). E' servito? No. Berlusconi hasemplice, è stata usata tanto goffamente che il silvio è riuscito a passare dalla parte della povera vittima indifesa e le pecore gli hanno creduto
            vinto con dei manifesti pubblicitari di
            carta. Sullo stile delle elezioni degli anni
            '70.negli anni 70 non mettevano manifesti elettorali che coprivano intere facciate di palazzi, mi sembrava che un enorme godzilla con la faccia di berlusconi fosse arrivato a schiacciare i palazzi :-)
            E voi parlate di televisioni. Vuoi una
            previsione? Le prossime elezioni Berlusconi
            le perderà. Anche se c'è la
            "dittatura mediatica". Bah!perchè come diceva Montanelli Berlusconi è un virus che si cura solo con il vaccino
          • Alessandrox scrive:
            Re: Semplicemente HA RAGIONE
            - Scritto da: Anonimo
            secondo me la maggior parte degli italiani
            sono talmente inebetiti dalla televisione
            che fanno quello che vedono nella
            pubblicità ... addirittura di credono
            ... e mi sa tanto che tu sei uno di quelliecco ho risposto al messaggio sbagliato...==================================Modificato dall'autore il 24/01/2004 1.11.56
        • Anonimo scrive:
          Re: Semplicemente HA RAGIONE
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          heilà Silvio... è un


          che non ti sentivamo... il lifiting agli

          occhi tutto bene ?

          Non c'è bisogno di essere Silvio.

          Ti ricordo che la maggioranza degli italiani
          3 anni fa ha votato, tra l'altro, anche
          sulla base di queste idee.

          Oppure sei un altro di quelli che pensa di
          rappresentare la parte migliore del paese e
          che tutti gli altri sono lobotomizzati con
          l'anello al naso?ehilà sen. schifani... come va... tutto bene ? il reimpianto di capelli tutto a posto ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Semplicemente HA RAGIONE


          Non c'è bisogno di essere Silvio.

          Ti ricordo che la maggioranza degli italiani
          3 anni fa ha votato, tra l'altro, anche
          sulla base di queste idee.

          Oppure sei un altro di quelli che pensa di
          rappresentare la parte migliore del paese e
          che tutti gli altri sono lobotomizzati con
          l'anello al naso?lui non so.io sì.punto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Semplicemente HA RAGIONE
      prima di tutto tra gli sviluppatori di software GPL ci sono anche persone che vivono nei paesi da te "incriminati" come sfruttatori di beni altrui.poi vorrei capire allora perchè dovremmo (a patto che sia nostro) non distribuire tali codici a determinati paesi, quando i ricconi dei nostri paesi (se non i governi stessi) vendono/comprano a partire dalle armi che forse sono usate per fare la guerra e magari far paura a noi occidentaliforse bisognerebbe far qualcosa su altri fronti e lasciare piena libertà sulla diffusione delle conoscenze da entrambi i lati: mondo occidentale mondo orientaleSi ha paura di chi non si conosce, ma se impariamo a conoscerci a vicenda forse la paura svanirà
      • Anonimo scrive:
        Re: Semplicemente HA RAGIONE
        - Scritto da: Anonimo
        Si ha paura di chi non si conosce, ma se
        impariamo a conoscerci a vicenda forse la
        paura svaniràCerto, potremmo proporlo al prossimo studente che salta in aria dilaniato dalla bomba di un kamikaze di Hamas. Impariamo a conoscerci, così quando voli in aria a pezzi almeno sarai più sollevato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Semplicemente HA RAGIONE
          certo salterà in aria perchè all'assassino tu hai venduto le bombe (perchè queste ti riempivano il borsello) ma non hai dato il software perchè poteva usarlo per spedirti una mail minacciosa
          • Anonimo scrive:
            Re: Semplicemente HA RAGIONE
            - Scritto da: Anonimo
            certo salterà in aria perchè
            all'assassino tu hai venduto le bombe
            (perchè queste ti riempivano il
            borsello) ma non hai dato il software
            perchè poteva usarlo per spedirti una
            mail minacciosavero. ad esempio, piccolo esempio: il maggior produttore mondiale di mine antiuomo?valsella, gruppo fiat
          • Alessandrox scrive:
            Re: Semplicemente HA RAGIONE
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            certo salterà in aria
            perchè

            all'assassino tu hai venduto le bombe

            (perchè queste ti riempivano il

            borsello) ma non hai dato il software

            perchè poteva usarlo per
            spedirti una

            mail minacciosa
            vero. ad esempio, piccolo esempio: il
            maggior produttore mondiale di mine
            antiuomo?
            valsella, gruppo fiatMi sa che hanno chiuso o sono in fase di riconversione industriale (cosa che comunque comporta un certo esubero)
    • Anonimo scrive:
      Re: Semplicemente HA RAGIONE
      - Scritto da: Anonimo
      Che il modello innescato da Linux sia un
      potenziale rischio per l'economia è
      vero. E sicuramente costituisce anche un....Secondo me tu hai dei seri problemi....Ah... prima che tu ti affretti a rispondere con argomenti farneticanti ti comunico che sono di destra, non ho nulla contro gli USA, sono per il libero mercato (che fra il resto comprende la possibilità di sviluppare un prodotto come Linux...) e penso che certi dittatori dovrebbero essere messi ai lavori forzati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Semplicemente HA RAGIONE

        Ah... prima che tu ti affretti a rispondere
        con argomenti farneticanti ti comunico che
        sono di destra, non ho nulla contro gli USA,
        sono per il libero mercato (che fra il resto
        comprende la possibilità di
        sviluppare un prodotto come Linux...) e
        penso che certi dittatori dovrebbero essere
        messi ai lavori forzati.io no, però con gente come te è possibile fare una discussione costruttiva, con certi è veramente dura...
    • Anonimo scrive:
      Re: Semplicemente HA RAGIONE
      • Anonimo scrive:
        Re: Semplicemente HA RAGIONE
        - Scritto da: Anonimo

        il POTENZIALE RISCHIO sta nei cerveli come
        il tuo che sparano stronzate a
        ripetizione....
        8)8)8)8)8)8)8)8)E tu saresti disposto a scommetterci la vita?
    • Anonimo scrive:
      Re: Semplicemente HA RAGIONE
      Dimenticavo giusto per ciliegina....comincia a disinstallare IE ... visto che è gratuito ... non si sa mai che qualche coreano non si metta a fare un'applicazione su PHP anch'essa gratuita che controlla le testate nucleari e decida di sparartene proprio una con un semplice form dal WEB.Ha già dimenticavo .... forse allora è meglio mettere sooto controllo e licenza anche Internet così siamo sicuri che poi a comunicare sarete in 3: te, Guglielmo Cancelli e quel tizio ... come si chiama ... dai .....ah si MC Donalds ... no ... Mac Bride!root (http://tcproject.info)
      • Anonimo scrive:
        Re: Semplicemente HA RAGIONE
        - Scritto da: Anonimo
        Dimenticavo giusto per ciliegina....
        comincia a disinstallare IE ... visto che
        è gratuito ... non si sa mai che
        qualche coreano non si metta a fare
        un'applicazione su PHP anch'essa gratuita
        che controlla le testate nucleari e decida
        di sparartene proprio una con un semplice
        form dal WEB.
        Ha già dimenticavo .... forse allora
        è meglio mettere sooto controllo e
        licenza anche Internet così siamo
        sicuri che poi a comunicare sarete in 3: te,
        Guglielmo Cancelli e quel tizio ... come si
        chiama ... dai .....ah si MC Donalds ... no
        ... Mac Bride!
        root (tcproject.info)1. IE è parte del sistema operativo2. non è a codice libero/disclosed
        • Anonimo scrive:
          Re: Semplicemente HA RAGIONE


          1. IE è parte del sistema operativoquesto lo dicono loro
          2. non è a codice libero/disclosedanche loro distribuisscono vagonate di software con i sorgenti in sdk, shared source, academic alliace...
    • Nonninz scrive:
      Re: Semplicemente HA RAGIONE
      - Scritto da: Anonimo
      Che il modello innescato da Linux sia un
      potenziale rischio per l'economia è
      vero.Quale economia? La gente che lavora per la microsoft,ecc? Se ci saranno meno posti di lavoro in queste ditte,ce ne saranno di piu' in altre (red hat, suse ecc.).Questo detto senza pensare alla qualità dei prodottie servizi che offrono. E le ditte e privati che passano(per dire) da win* a *nix sai che faranno? Spenderannomolto meno. E avranno piu' fondi da dedicare ad altro.Secondo me questo è un vantaggio per l'economia, non un rischio...
      E sicuramente costituisce anche un
      rischio di fornire gratutitamente a modelli
      di "civiltà" che vorrebbero fare a
      pezzi il nostro modello occidentale per
      trasformarci in una società islamica
      o in un collettivo comunista (Corea del Nord
      o Cuba), è altrettanto reale.

      Vogliamo veramente fornire alla Corea del
      Nord il sistema operativo sul quale basare
      il software di controllo dei prossimi
      missili nucleari che potrebbe lanciare sul
      Giappone?...se fossi un terrorista (parola di moda di questi tempi)che vuole fare un programma un "software di controllodei prossimi missili nucleari che potrebbe lanciare sulGiappone" lo faccio sia per un sistema operativo Open-source che per uno closed... cosa c'entra l'OS?
      O all'Iran e a Singapore un sistema
      operativo nel quale infilare algoritmi di
      contollo del traffico omologati dalla
      Sharia?come sopra.Quello che dici te è un rischio portato dalla tecnologia ingenerale, non certo al modello di sviluppo Open Source...Aperto alla discussione,nonninz
    • Anonimo scrive:
      Re: Semplicemente HA RAGIONE
    • Mechano scrive:
      Re: Semplicemente HA RAGIONE
      - Scritto da: Anonimo
      Vogliamo veramente fornire alla Corea del
      Nord il sistema operativo sul quale basare
      il software di controllo dei prossimi
      missili nucleari che potrebbe lanciare sul
      Giappone?

      O all'Iran e a Singapore un sistema
      operativo nel quale infilare algoritmi di
      contollo del traffico omologati dalla
      Sharia?Io sapevo che e' possibile acqistare per pochi soldi, in qualsiasi nazione (compresi Iran, Cina, Iraq), da privati, e piccole aziende, tutta una serie di prodotti embedded che comprendono schede di controllo di vario tipo con porte i/o e rele' e sensori con varie CPU e il relativo sistema operativo embedded con tanto di manuali, sdk ed esempi di utilizzo, con anche possibilita' di formazione in loco.Ricordo un amico che ando' fino nel Kirzigistan (o come cacchio si chiama) a installare e fare formazione su scheda e sistema operativo.Con queste schede ci piloti qualsiasi hardware preferisci, compresi sistemi di armamento di qualsiasi tipo.Ai tempi dell'Operazione Somalia facevo manutenzione col mio Reggimento alle autoblindo Centauro e il sistema interno di diagnostica e di puntamento laser del cannone era una scheda embedded molto generica con un software neanche tanto sofisticato interfacciato con un giroscopio e un semplicissimo sensore ottico a pendolo con rotella forata proprio come le rotelle dentro al mouse guidate dalla pallina.Che io sappia nessuno ha mai vietato a queste aziende che producono queste schede e relativo sistema operativo di vendere questi prodotti a qualceh potenza bellicosa. Quindi perche' dovremmo precludergli la disponibilita' e l'utilizzo di Linux se comunque ci sono una miriade di prodotti simili acquistabili comunque per pochi soldi in piu' da chiunque?--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
  • Anonimo scrive:
    Hanno ragione
    Il fatto che BillGates sia uno degli uomini più ricchi del mondo e Stallman rasenta lo straccione ne è la dimostrazione. La verità è questa, la differenza sostanziale è che con l'open-source si distribuisce la ricchezza ma questo evidentemente porterà meno soldi agli americani, qualcuno può negarlo?E quando si mettono in ballo colossi come IBM, HP ecc ecc non bisogna pensare che si siano convertiti a linux e all'open-source, loro devono vendere hardware e servizi, MS che produce sistemi operativi nè è per forza di cose la nemica numero uno.Questi sono dati di fatto, le ideologie che ci stanno dietro sono belle e tutto il resto ma chegli americani ne avranno uno svantaggio è incontestabile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Hanno ragione
      - Scritto da: Anonimo
      Il fatto che BillGates sia uno degli uomini
      più ricchi del mondo e Stallman
      rasenta lo straccione ne è la
      dimostrazione. La verità è
      questa, la differenza sostanziale è
      che con l'open-source si distribuisce la
      ricchezza ma questo evidentemente
      porterà meno soldi agli americani,
      qualcuno può negarlo?

      E quando si mettono in ballo colossi come
      IBM, HP ecc ecc non bisogna pensare che si
      siano convertiti a linux e all'open-source,
      loro devono vendere hardware e servizi, MS
      che produce sistemi operativi nè
      è per forza di cose la nemica numero
      uno.

      Questi sono dati di fatto, le ideologie che
      ci stanno dietro sono belle e tutto il resto
      ma chegli americani ne avranno uno
      svantaggio è incontestabile.Potrei risponderti puntoo su punto ... ma non ne vale la pena (futuro dipendente della SCO?).Gli americani ne avranno uno svantaggio?C.H.I.S.E.N.E.F.R.E.G.A!Se io invento qualcosa sono libero di farne ciò che voglio.PUNTO E BASTA!o volete sindacare anche sul nostro cervello?root (http://tcproject.info)
      • Anonimo scrive:
        Re: Hanno ragione

        Potrei risponderti puntoo su punto ... ma
        non ne vale la pena (futuro dipendente della
        SCO?).Fallo pure, io sono aperto al confronto, tu?
        Gli americani ne avranno uno svantaggio?
        C.H.I.S.E.N.E.F.R.E.G.A!Se ne fregano gli americani
        Se io invento qualcosa sono libero di farne
        ciò che voglio.
        PUNTO E BASTA!
        o volete sindacare anche sul nostro cervello?
        root (tcproject.info)Io ti parlo di lucciole e tu mi rispondi lampioni, gli USA con l'open-source avranno uno svantaggio economico, questa è la mia tesi, tu invece mi parli di idee sull'uso del cervello, creazioni e che te ne freghi degli americaniIo sono daccordo con te ma rimane il fatto che gli USA ne avranno uno svantaggio economico, sai distinguere le due cose?
        • TeX scrive:
          Re: Hanno ragione
          - Scritto da: Anonimo ....
          Io ti parlo di lucciole e tu mi rispondi
          lampioni, gli USA con l'open-source avranno
          uno svantaggio economico, questa è laPuò essere o meno. Nel caso lo sia mi spiace per loro. Detto questo non vedo cosa c'entri.... Per gli USA anche le auto tedesche e giapponesi, i vini italiani e francesi, i lanciatori spaziali russi ed europei, i componenti elettronici taiwanesi, cinesi e coreani, ecc. ecc. sono uno svantaggio economico....E allora ? Si chiama libero mercato, e mi pare che gli USA ne siano fra i più grandi sostenitori.Detto questo volevo fare una precisazione: gli USA non si sono schierati contro il software open (almeno non ancora...) ma è un tizio che non si sa bene cosa voglia che ha mandato una lettera al Congresso contenente delle dichiarazioni farneticanti. Potrei mandare anche io una lettera al Congresso che affermi per esempio che bisogna incarcerare tutti gli uomini alti, belli, intelligenti e ricchi perchè sottraggono le donne più belle agli uomini ordinari.... ma questo non vuol dire che la proposta diventi legge.... semplicemente la lettera verrebbe cestinata fra le risate generali....Comunque la lettera non la mando.... mica voglio rischiare di finire in galera.... :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Hanno ragione
            LOL :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Hanno ragione

            Detto questo non vedo cosa c'entri....
            Per gli USA anche le auto tedesche e
            giapponesi, i vini italiani e francesi, i
            lanciatori spaziali russi ed europei, i
            componenti elettronici taiwanesi, cinesi e
            coreani, ecc. ecc. sono uno svantaggio
            economico....

            E allora ?
            E allora la SCO nella sua lettera ha ragione: "L'open-source è un pericolo per il mercato americano", questo è l'argomento e su questo nessuno ha saputo esprimersi. Io sono un anti-americano giusto se vuoi saperlo ed è proprio per questo che per me il testo di quella lettera ha un valore, perchè il governo americano ne terrà conto, anzi, sicuramente lo fa già da tempo.
            Si chiama libero mercato, e mi pare che gli
            USA ne siano fra i più grandi
            sostenitori.
            Sostenitori un par di pa..le, USA dettano legge da anni in tutto il mondo, forse il LORO mercato è libero ma non quello internazionale, quando il loro mercato è giù tutto il mondo è giù, da quando l'euro èdiventato così forte hai visto scendere i prezzi di qualcosa?
            Detto questo volevo fare una precisazione:
            gli USA non si sono schierati contro il
            software open (almeno non ancora...) ma
            è un tizio che non si sa bene cosa
            voglia che ha mandato una lettera al
            Congresso contenente delle dichiarazioni
            farneticanti. Potrei mandare anche io una
            lettera al Congresso che affermi per esempio
            che bisogna incarcerare tutti gli uomini
            alti, belli, intelligenti e ricchi
            perchè sottraggono le donne
            più belle agli uomini ordinari.... ma
            questo non vuol dire che la proposta diventi
            legge.... semplicemente la lettera verrebbe
            cestinata fra le risate generali....
            Tu puoi mandare la lettera che hai detto ma sai che ti riderebbero dietro soprattutto perchè priva di fondamento, la SCO qualche ragione la ha, che poi si ingiusto o quant'altro siamo daccordo ma il pericolo per gli USA c'è per davvero.
        • gerry scrive:
          Re: Hanno ragione
          - Scritto da: Anonimo
          Io ti parlo di lucciole e tu mi rispondi
          lampioni, gli USA con l'open-source avranno
          uno svantaggio economicoSi, vabbè.. ma non è posso proibire tutto quello che gli provoca un possibile svantaggio economico....Altrimenti dovrebbero proibire qualsiasi azienda non USA :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Hanno ragione

            Si, vabbè.. ma non è posso
            proibire tutto quello che gli provoca un
            possibile svantaggio economico....
            Altrimenti dovrebbero proibire qualsiasi
            azienda non USA :)E cosa credi che facciano? Di Echelon si è parlato tanto, a cosa credi che servisse (o serve)? Le varie guerra che alimenta a cosa servono? la DMCA a cosa serve?Gli USA non muovono un dito se non hanno un ritorno, e questo costituisce terreno fartile per lettere tipo SCO, gli ideali di Stallman e degli hacker del MIT possono andare a farsi un giro in Cina e Giappone (come sta accadendo), se gli USA si accorgono che l'ago della bilancia inizia a cambiare tendenza vedi cosa succede.
          • gerry scrive:
            Re: Hanno ragione
            - Scritto da: Anonimo
            E cosa credi che facciano? Mah, Echelon lo puoi tenere ragionevolmente nascosto. L'open source non lo puoi affondare in silezio.E poi molto sviluppo open viene proprio dall'America, finirebbero per fare male tanto a se stessi quanto al resto del mondo.A me pare solo una crociata personale di McBride per salvate il suo traballante business...
          • Anonimo scrive:
            Re: Hanno ragione

            Mah, Echelon lo puoi tenere ragionevolmente
            nascosto. L'open source non lo puoi
            affondare in silezio.

            E poi molto sviluppo open viene proprio
            dall'America, finirebbero per fare male
            tanto a se stessi quanto al resto del mondo.
            A me pare solo una crociata personale di
            McBride per salvate il suo traballante
            business...Sicuramente è una crociata di McBride e della sua azienda, non lo metto in dubbio, ma è basata su dei ragionamenti sensati che posono fare presa su qualcuno del governo.Anche in Italia abbiamo Bossi che dice il Nord è più ricco dividiamolo dal resto dell'Italia, ti sembra un discorso assurdo? eppure molti ci vanno dietro....
    • Anonimo scrive:
      Re: Hanno ragione
      - Scritto da: Anonimo
      Il fatto che BillGates sia uno degli uomini
      più ricchi del mondo e Stallman
      rasenta lo straccione ne è la
      dimostrazione. La verità èil fatto che BG abbia inventato a malapena quella ciofeca del basic e che abbia comprato il dos cosa ti fa pensare ?
      questa, la differenza sostanziale è
      che con l'open-source si distribuisce la
      ricchezza ma questo evidentemente
      porterà meno soldi agli americani,
      qualcuno può negarlo?e chi lo nega ? se arriva un americano e ti dice "cala le braghe" cosa fai ? le cali davvero ?

      E quando si mettono in ballo colossi come
      IBM, HP ecc ecc non bisogna pensare che si
      siano convertiti a linux e all'open-source,
      loro devono vendere hardware e servizi, MS
      che produce sistemi operativi nè
      è per forza di cose la nemica numero
      uno.HP e IBM hanno trovato un businness per Linux, ci vendono i serverm mica ci fanno la birra...

      Questi sono dati di fatto, le ideologie che
      ci stanno dietro sono belle e tutto il resto
      ma chegli americani ne avranno uno
      svantaggio è incontestabile.... 'zzi loro se avranno uno svantaggio, non eri tu a dire che se uno non fa i soldi è uno straccione ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Hanno ragione
        Premetto subito che non hai capito una cippa, continuo

        il fatto che BG abbia inventato a malapena
        quella ciofeca del basic e che abbia
        comprato il dos cosa ti fa pensare ?
        mi fa pensare che sputi sul quale hai mangiato, una volta il basic era rivoluzionario, si scappava dai mainframe tipo unix e adesso, dopo anni di cultura informatica alla portata di tutti, ci si vuole ritornare (giustamente) per avere strumenti più potenti, nel frattempo BG è l'uomo piùricco del mondo, ci ha visto giusto, punto e basta.
        e chi lo nega ? se arriva un americano e ti
        dice "cala le braghe" cosa fai ? le cali
        davvero ?
        forse hai letto che io calerò le braghe a qualche americano? forse hai letto che io sostenga SCO? forse hai letto che sono contro l'open source?io guardo le armi del mio avversario e loro ne hanno una potente, si chiama "governo USA", poichè la lettera di SCO è FONDATA io mi preoccupo e non mi diverto a scrivere nel forum ca..te tipo "MiSCOsoft", "Winzozz" e altre banalità, sono proprio quelli che un giorno caleranno le braghe, quando non ci sarà qualcuno a proporgli uno slogan e un'ideale.


        HP e IBM hanno trovato un businness per
        Linux, ci vendono i serverm mica ci fanno la
        birra...E io cosa ho detto? hai difficoltà a capire?

        ... 'zzi loro se avranno uno svantaggio, non
        eri tu a dire che se uno non fa i soldi
        è uno straccione ?Io non ho detto questo, rileggi quando sei un pò più sveglio.Comunque se pensi che i problemi dell'economia americana siano " ..'zzi loro" è meglio che continui a dormire.
    • Mechano scrive:
      Re: Hanno ragione
      - Scritto da: Anonimo
      Il fatto che BillGates sia uno degli uomini
      più ricchi del mondo e Stallman
      rasenta lo straccione ne è la
      dimostrazione. La verità èChi ti ha detto che e' uno straccione?Lo sai quante donazioni riceve da vari magnati e appassionati opensource?Ha una ricchezza personale del borghese medio italiano con varie proprieta' terriere e immobili che puo' vivere di rendita.Il tempo lo passa scrivendo programmi opensource quando puo' e andando in giro per il mondo a palrare della sua esperienza e delle sue idee.Non si puo' paragonare una persona sognatrice che ha avuto degli ideali ed e' sempre stato coerente con se stessi, con un falso altruista, ipocrita e che non ha saputo far altro che il venditore, indovinando il settore giusto.
      Questi sono dati di fatto, le ideologie che
      ci stanno dietro sono belle e tutto il resto
      ma chegli americani ne avranno uno
      svantaggio è incontestabile.L'America e' il maggiore esportatore di hardware e tecnologie, se il suo mercato software va male che si ricicli e si adatti al cambiamento. Rispetto a quello hardware tecnologico, quello del software e' relativamente piccolo.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
      • Anonimo scrive:
        Re: Hanno ragione

        Non si puo' paragonare una persona
        sognatrice che ha avuto degli ideali ed e'
        sempre stato coerente con se stessi, con un
        falso altruista, ipocrita e che non ha
        saputo far altro che il venditore,
        indovinando il settore giusto.
        Non tutti quelli che regalano la propria opera ricevono donazioni, anzi, si finisce pure a fare la figura dei fessi. Stallman e pochi altri godono dell'apprezzamento di molti e si possono permettere di non farsi pagare per quello che fanno per vivere, molti altri programmano la sera o la notte dopo aver lavorato di giorno.
        L'America e' il maggiore esportatore di
        hardware e tecnologie, se il suo mercato
        software va male che si ricicli e si adatti
        al cambiamento. Rispetto a quello hardware
        tecnologico, quello del software e'
        relativamente piccolo.
        bisogna vedere se il governo americano sarà daccordo, secondo me non tanto, non mi pare chein questi ultimi anni abbiano brillato per altruismo.
        • Mechano scrive:
          Re: Hanno ragione
          - Scritto da: Anonimo
          Non tutti quelli che regalano la propria
          opera ricevono donazioni, anzi, si finisce
          pure a fare la figura dei fessi. Stallman eVedi e' un problema etico e di qualita' degli individui. Io non gli darei del fesso. Anzi cercherei di capire perche' oppure se quello che fa mi torna utile riconoscierglielo spontaneamente.
          pochi altri godono dell'apprezzamento di
          molti e si possono permettere di non farsi
          pagare per quello che fanno per vivere,
          molti altri programmano la sera o la notte
          dopo aver lavorato di giorno.Bhe anche io lo faccio. Poi di giorno mi dedico ad altri lavori e hobby remunerativi come la meccanica, lo faccio a pagamento per alcuni e gratuitamente per alcuni amici appassionati come me. Pero' per ogni aiuto che do gratuitamente, sappi che ne ricevo tanti altri. Ma ti devo confessare che col passare del tempo trovo davvero meno gente altruista e con la visione della vita pu' alla buona "come una volta".C'e' solo il dio denaro nella mente di tutti.
          bisogna vedere se il governo americano
          sarà daccordo, secondo me non tanto,
          non mi pare chein questi ultimi anni abbiano
          brillato per altruismo.Scommettiamo che non fara' nulla?Tanto denaro risparmiato pr il software grazie al software libero ma anche gratuito, lo si puo' spendere in automobili e beni materiali che sono l'industria piu' importante negli USA.Si perde SCO e M$ e qualche altro, ma si aiutano Ford, GM e i manufatti.--Ciao. Mr. Mechano
  • Attila Xihar scrive:
    MicroSCOft.
    Serve aggiungere altro?:D(troll)
  • Anonimo scrive:
    Il vero pericolo sei tu
    Il vero pericolo Mr. SCO qui sei solo tu.Non può la comunità tollerare una simile arroganza e prepotenza. Non può altresì tollerare minaccie da parte di chicchesia. Ma proprio di nessuno. Questo signore deve pensare che il Mondo non è suo per farci ciò che vuole stabilendo chi, come e dove debba programmare e per quali fini. La comunità intera (bravo Ed Black) non può e non deve permettere che un CEO di un'azienda, il cui risultato economico è sotto gli occhi del mondo e che dovrebbe più preoccuparsi di "inventarsi" un vero mestiere invece di blaterare, minacciare ed insultare, la comunità dicevo non deve consentire a simili personaggi di mischiare gli sviluppatori, gli inventori, i veri creatori ed utenti di Linux con terroristi, boicottatori, complici di chi commette veri e propri reati.Questo non ti è consentito. Infine, mi permetto di dire, che se questo signore dichiara che Linux va contro gli interessi degli Stati Uniti non sarebbe opportuno rispondere con un bel CHISSENEFREGA?????????? Gli Stati Uniti non hanno la proprietà sul mondo e tanto meno questo signore ce l'ha sugli USA. Che volete bombardarci per difendere gli USA da chissà quale minaccia?Pensa invece a dimostrare di governare la tua azienda va!Voglio proprio vedere che un tizio qualunque venga a minacciare me utente legalmente, proprio un tizio che dopo questa sparata, che mi offende per avermi quantomeno paragonato ad un amico dei terroristi, rischia pure una denuncia per diffamazione, che se niente niente viene fatta sul serio lui e la sua azienda rischiano di SCO...mparire!Dateci un taglio!root (tcproject.iinfo)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero pericolo sei tu
      Perfettamente d'accordo. Non se ne puo' piu' dell'arroganza di questa gente. Le conseguenze logiche del discorso di McBride, adattato al nostro caso, significano una sola cosa: - Riduciamo la dipendenza da Software House americane! - Riprendiamoci un po' di controllo sul nostro sofware!!!
  • Ekleptical scrive:
    Boomerang...
    ..ma non quello che pensate..."Forse SCO ritiene che solo gli sviluppatori statunitensi abbiano il diritto di sviluppare software", ha commentato Black. "Loro dovrebbero capire che questo è un grande mondo e che gli sviluppatori che risiedono al di fuori degli Stati Uniti hanno aiutato a fare dell'industria tecnologica ciò che è oggi".Bella 'sta frase! Conoscendo gli USA e il loro nazionalismo fortissimo, se ai membri del congresso capiterà di leggere 'st cosa, sarà un boomerang micidiale! Il giorno dopo vietano l'Open Source, a favore della nazione! :P(Peraltro mi sembra anche corretto: i senatori USA devono fare gli interessi degli USA fregandosene ed anche a discapito del resto del mondo! come qualsiasi altro parlamentare di altra nazione!!)
    • gerry scrive:
      Re: Boomerang...
      - Scritto da: Ekleptical
      (Peraltro mi sembra anche corretto: i
      senatori USA devono fare gli interessi degli
      USA fregandosene ed anche a discapito del
      resto del mondo! come qualsiasi altro
      parlamentare di altra nazione!!)si, ma con grosse industrie USA che hanno i loro affari nell'open-source più che gli interessi della nazione farebbero quelli di SCO e MS....E poi comnunque è sempre una libertà personale. Il codice che scrivo è mio, mi sembra giusto distribuirlo come mi pare
    • Anonimo scrive:
      Ekleptical....
      - Scritto da: Ekleptical[boiate]....grazie di esistere !!!Anche oggi ci hai donato delle imperdibili perle !!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ekleptical....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Ekleptical
        [boiate]


        ....grazie di esistere !!!

        Anche oggi ci hai donato delle imperdibili
        perle !!!!
        Tu sei IL genio vero?Le perle sai dove infilarle.a risposta idiota, ririsposta idiota
        • Anonimo scrive:
          Re: Ekleptical....
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Ekleptical

          [boiate]





          ....grazie di esistere !!!



          Anche oggi ci hai donato delle
          imperdibili

          perle !!!!



          Tu sei IL genio vero?
          Le perle sai dove infilarle.Si.... nell'orifizio dal quale parli... o caghi... non fa molta differenza....
    • Anonimo scrive:
      Re: Boomerang... !!?!?!?!

      (Peraltro mi sembra anche corretto: i
      senatori USA devono fare gli interessi degli
      USA fregandosene ed anche a discapito del
      resto del mondo! come qualsiasi altro
      parlamentare di altra nazione!!)Se facendo gli interessi USA si rimane all'interno deitrattati internazionali, e di una serie di consuetudiniquesto è vero, altrimenti è falso e controproducente
    • Anonimo scrive:
      Re: Boomerang...

      (Peraltro mi sembra anche corretto: i
      senatori USA devono fare gli interessi degli
      USA fregandosene ed anche a discapito del
      resto del mondo! come qualsiasi altro
      parlamentare di altra nazione!!)giusto ! è proprio per questo mtivo che i pozzi di pertolio irakeni pomperanno petrolio per gli USA per i prossimi 1000 anni...
  • Anonimo scrive:
    ma e` un folle ...
    senza parole ...asserzioni "oltraggiose" ???? ma completamente FOLLI dico io !!!
  • maxadamo scrive:
    www.sco.com usa Linux :D
    come volevasi dimostrare: sputano nel piatto in cui mangiano.--Massimiliano.
    • Giambo scrive:
      Re: www.sco.com usa Linux :D
      - Scritto da: maxadamo
      come volevasi dimostrare: sputano nel piatto
      in cui mangiano.Beh, appartiene a loro, no 8-) ?Come mai da queste parti ? icod non e' piu' quello di una volta ?
      • Parliamone scrive:
        Re: www.sco.com usa Linux :D
        - Scritto da: Giambo
        Come mai da queste parti ? icod non e' piu'
        quello di una volta ?Meno flame rispetto a un anno fa :-)Un Co.Bra. che lurka tranquillo icod
      • maxadamo scrive:
        Re: www.sco.com usa Linux :D
        - Scritto da: Giambo

        - Scritto da: maxadamo

        come volevasi dimostrare: sputano nel
        piatto

        in cui mangiano.

        Beh, appartiene a loro, no 8) ?ma anche apache ... :D ?devono pur ammettere che apache e' gratuito, liberamente scaricabile e puo' essere usato dai koreani per costruire missili :D
        Come mai da queste parti ? icod non e' piu'
        quello di una volta ?ICOD e' un po' arenato ... ma pur sempre valido e internet e' bello perche' vario.ciauz.Massimiliano.
      • MadiC scrive:
        [OT] Re: www.sco.com usa Linux :D
        - Scritto da: Giambomitica icona per il forum!!! grande Giambo!(madic nostalgico dei tempi andati dell'Amiga)
  • Anonimo scrive:
    A chi puo' interessare che...
    l'open source sia visto come un nemico del mondo?Chi avrebbe di piu' da perderci se l'open source e Linux prendessero piede in tutti i mercati.Non mi viene in mente nessuno? :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Sco andrebbe denunciata per calugna!!!!!
    Ma come si permette di sputare sopra il lavoro di persone che non hanno come primo principio fregare la gente ma fare del mondo qualcosa di più onesto??? Vorrei andare ad una conferenza di SCO per fargli un po di domandine..
    • Anonimo scrive:
      Re: Sco andrebbe denunciata per calugna!!!!!
      sco andrebbe denunciata per CALUGNA?e tu per omicidio di primo grado nei confronti della lingua italiana!! ahahaha!!!per il resto hai ragione!max
    • Anonimo scrive:
      Re: Sco andrebbe denunciata per calugna!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Ma come si permette di sputare sopra il
      lavoro di persone che non hanno come primo
      principio fregare la gente ma fare del mondo
      qualcosa di più onesto??? Vorrei
      andare ad una conferenza di SCO per fargli
      un po di domandine.. Vero ma non tutto il software proprietario è dannoso per l'onestà della gente, e non tutto il software può e deve, sopratutto per forza essere open.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sco andrebbe denunciata per calugna!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Ma come si permette di sputare sopra il
      lavoro di persone che non hanno come primo
      principio fregare la gente ma fare del mondo
      qualcosa di più onesto??? Vorrei
      andare ad una conferenza di SCO per fargli
      un po di domandine..Ma impara a scrivere in italiano, va là!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sco andrebbe denunciata per calugna!!!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Ma come si permette di sputare sopra il
      lavoro di persone che non hanno come primo
      principio fregare la gente ma fare del mondo
      qualcosa di più onesto??? Vorrei
      andare ad una conferenza di SCO per fargli
      un po di domandine..Conosci bene l' "itaGliano" :-D Torna alle "Alimentari".... :-D
  • Anonimo scrive:
    toh, un arrampicatore! :)
    arrampicarsi ar|ram|pi|càr|siv.pronom.intr. (io mi arràmpico)CO 1a salire aiutandosi con mani e braccia: il bambino si arrampicò sull?albero 1b estens., di piante: crescere appoggiandosi a un muro o a un sostegno: la vite si arrampica lungo il muro 2 percorrere con fatica una strada in salita: l?automobile s?arrampicava per la collinaPolirematichearrampicarsi sugli specchi (si veda Darl McBride, Presidente e CEO di SCO, ndt), loc.v. CO: sostenere tesi prive di fondamento con argomenti speciosi | difendersi da accuse con deboli giustificazioni: si è arrampicato sugli specchi per giustificare il ritardo arrampicarsi sui vetri loc.v. CO arrampicarsi sugli specchi.
  • Anonimo scrive:
    Peccato che...
    l'open source fa girare più del 60% dei server web mondiali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato che...
      - Scritto da: Anonimo
      l'open source fa girare più del 60%
      dei server web mondiali.Certo. Ed è per questo che Internet è il far west che è, dove gira di tutto, si può trovare di tutto, si può fare di tutto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Peccato che...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        l'open source fa girare più del
        60%

        dei server web mondiali.

        Certo. Ed è per questo che Internet
        è il far west che è, dove gira
        di tutto, si può trovare di tutto, si
        può fare di tutto.Preferiresti un internet blindato, e magari a pagamento, dove potresti girare solo sui siti autorizzati ?Veramente qualche anno fa c'era qualcuno che voleva proprio fare una cosa del genere....
      • Mechano scrive:
        Re: Peccato che...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        l'open source fa girare più del
        60%

        dei server web mondiali.

        Certo. Ed è per questo che Internet
        è il far west che è, dove gira
        di tutto, si può trovare di tutto, si
        può fare di tutto.Lo preferisci dove sia obbligatorio andarci con un solo sistema operativo? Dove i siti e i servizi sono tutti uguali e dove non hai interattivita', ossia funzioni come una televisione dove te sei lo spettatore passivo delle mirabilie delle aziende che sono padrone della rete? E naturalmente dove ogni cosa ha un costo ed e' vietato anche stamparsi o mettersi sul desktop una foto di un bel tramonto senza pagare i diritti allo sfruttatore di turno?--Ciao. Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Un deja vu...
    Mi pare un certo tizio occhialuto che si sentiva figo e cazzuto ma che non sapeva scrivere 2 righe di codice che fossero 2, e che dall'Homebrew Computer Club nel 1976 mandava lettere a tutti su quanto fosse giusto farcisi pagare per scrivere software.E che bisognasse cacciare a pedate chi impacchettava e rivendeva software hobbistico senza risarcire i veri autori. Inveiva e si incacchiava contro gli Hacker del MIT perche' loro regalavano il software, a detta sua perche' a queste persone non interessavano i proventi sulla sua vendita ma erano gia' stipendiati dal governo.Non sono serviti anni a spiegargli che gli hacker del MIT non condividevano il software perche' stupidi, ma solo per spirito di collaborazione r per una forma di etica.Quel "FANTOZZI" :P , ora lo abbiamo qua che parla attraverso McBride e sta dicendo esattamente le stesse cose, infarcite e ingigantite per adattarle alla dimensione del fenomeno, certamente piu' ampio della diffusione dell'allora Altair Basic, ma con gli stessi toni.Chi usa Winzozz uccide anche te, digli di smettere...--Ciao.Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Un deja vu...
      - Scritto da: Mechano
      Mi pare un certo tizio occhialuto che si
      sentiva figo e cazzuto ma che non sapeva
      scrivere 2 righe di codice che fossero 2, e
      che dall'Homebrew Computer Club nel 1976
      mandava lettere a tutti su quanto fosse
      giusto farcisi pagare per scrivere software.
      E che bisognasse cacciare a pedate chi
      impacchettava e rivendeva software
      hobbistico senza risarcire i veri autori.
      Inveiva e si incacchiava contro gli Hacker
      del MIT perche' loro regalavano il software,
      a detta sua perche' a queste persone non
      interessavano i proventi sulla sua vendita
      ma erano gia' stipendiati dal governo.
      Non sono serviti anni a spiegargli che gli
      hacker del MIT non condividevano il software
      perche' stupidi, ma solo per spirito di
      collaborazione r per una forma di etica.
      Quel "FANTOZZI" :p , ora lo abbiamo qua che
      parla attraverso McBride e sta dicendo
      esattamente le stesse cose, infarcite e
      ingigantite per adattarle alla dimensione
      del fenomeno, certamente piu' ampio della
      diffusione dell'allora Altair Basic, ma con
      gli stessi toni.

      Chi usa Winzozz uccide anche te, digli di
      smettere...

      --
      Ciao.
      Mr. Mechano
      mechano@punto-informatico.itma non tutti quellic eh scrivono software e lo fanno epr vivere sono bill gate o sco e non tutti possono eprmettersi di scrivere software open perchè appunto non sono stipendiati da MS o Novel ecc.Che sta battaglia a mio parere legittima contro SCO non diventi una guerra al software proprietario totale. Ognuno di noi alvora e vuole essere pagato epr il lavoro che fa, se il mio lavoro è scrivere software e non vengo pagato da ditte enormi per farlo ma lo faccio per vivere ho diritto a farlo e non devo essere criminalizzato. Altrimenti dire che solo il softwarew open deve sopravvivere sopratutto perchè così noi non lo paghiamo e risparmiamo equivale però alle richieste di altri che chiedono ai dipendenti fiat o VW di lavorare gratis così le macchine non le paghiamo più così tanto, ecc ecc.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un deja vu...
      - Scritto da: Mechano
      Mi pare un certo tizio occhialuto che si
      sentiva figo e cazzuto ma che non sapeva
      scrivere 2 righe di codice che fossero 2, e
      che dall'Homebrew Computer Club nel 1976
      mandava lettere a tutti su quanto fosse
      giusto farcisi pagare per scrivere software...Mi pare ieri ed oggi invece è uno dei uomini più ricchi del mondo, con una società che dà lavoro a moltissime persone rispettando gli statuti sindacali, con un indotto che fino l'altro ieri dava lavoro anche a te probabilmente.Certo, non vuol dire che chi fa i soldi sia anche una brava persona, rimane il fatto che i punti di vista possono essere molteplici, a me ad esempio piacerebbe sapere che lavoro fai, poi andare dal tuo datore di lavoro (o tuoi se più di uno) e dirgli che lo so fare meglio e gratis grazie all'aiuto di centinaia di amici a cui stai nelle balle.Vorrei vedere cosa fai... probabilmente adotteresti le stesse tecniche di MS o SCO, andresti a piangere dai dirigenti spiegando che tu sai farlo meglio e gli altri sono dei comunisti.Parlate tanto di libertà ma sapete solo farvi i vostri conti, di chi perderà il lavoro non ve ne fega nulla.PS io uso linux e MS, le guerre di religione le lascio ai fanatici, per me mondo migliore non vuol dire W linux ma più natura e rispetto, ciao bello.
  • Anonimo scrive:
    la tipica arrogana made in usa
    si ergono a inventori della ruota e prentendono che tutti li coprano di soldi per questoma che vadano a zappare i campi, e quello il loro futuro quando non potranno piu' rubare il petrolio al resto del mondo per infilarlo nei loro trattori e nelle loro enormi pacchiane automobili
    • Anonimo scrive:
      Re: la tipica arrogana made in usa
      concordo in pieno e sottoscrivo...(linux)
    • maxadamo scrive:
      Re: la tipica arrogana made in usa
      Mitico :)
    • Anonimo scrive:
      Basta anche con i loro brevetti stupidi!
      Perfettamente d'accordo :@Tra l'altro gli USA si stanno prendendo migliaia di brevetti software di una banalita' estrema. Non vince il piu' intelligente, ma chi arriva prima e brevetta "l'acqua calda". E' ora di finirla anche con questo sistema.
    • Anonimo scrive:
      Re: la tipica arrogana made in usa
      - Scritto da: Anonimo
      si ergono a inventori della ruota e
      prentendono che tutti li coprano di soldi
      per questo

      ma che vadano a zappare i campi, e quello il
      loro futuro quando non potranno piu' rubare
      il petrolio al resto del mondo per infilarlo
      nei loro trattori e nelle loro enormi
      pacchiane automobiliSi chiama invidia, la tua.
      • Anonimo scrive:
        Re: la tipica arrogana made in usa
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        si ergono a inventori della ruota e

        prentendono che tutti li coprano di
        soldi

        per questo



        ma che vadano a zappare i campi, e
        quello il

        loro futuro quando non potranno piu'
        rubare

        il petrolio al resto del mondo per
        infilarlo

        nei loro trattori e nelle loro enormi

        pacchiane automobili

        Si chiama invidia, la tua.la tua come si chiama, lobotomia ?
  • Anonimo scrive:
    Grazie a gente come questa...
    MI fermo sempre a leggere le notizie di punto informatico e i vari commenti ma scrivo raramente... oggi lo faccio e vorrei rispondere a vari post che ho letto: non confondiamo "certi" americani con altri americani! Certi americani sono razzisti, sessisti, proibizionisti... hanno oppresso e ucciso per mantenere il proprio potere e stile di vita, ma certi altri americani hanno fatto la rivoluzione, si sono combattute per i diritti umani, hanno dato spinte fortissime al mondo dell'arte con la cultura hippie, diggers, hip-hop (quello serio...) e tante altre cose...Per collegarmi all'argomento di questa notizia e al titolo del mio post dico che dobbiamo tutto questo a persone (o organizzazioni... ci capisco poco) come questa, che danno origine ad una reazione contraria e molto spesso più forte dell'azione stessa. Infondo sono loro i veri rivoluzionari.Un utente Apple (apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie a gente come questa...
      Non sarei cosi' ottimista, la democrazia e le organizzazioni umanitarie negli usa sono un rito ormai consunto e senza senso. Chi conta realmente ed ha il potere in mano sono le persone che saccheggiano il terzo mondo e fomentano odio e guerre in quei paesi per mantenerli in condizione di sudditanza economica e politica. E queste persone che esercitano il potere sono votate anche dall'ex-studente hippy che si batteva per i diritti umani all'universita' ma quando gli hanno dato un lavoro da 5000 $ al mese ha iniziato a votare per i vari bush di turno, convito che questo serve a mantenere il suo "stile di vita".- Scritto da: Anonimo
      MI fermo sempre a leggere le notizie di
      punto informatico e i vari commenti ma
      scrivo raramente... oggi lo faccio e vorrei
      rispondere a vari post che ho letto: non
      confondiamo "certi" americani con altri
      americani! Certi americani sono razzisti,
      sessisti, proibizionisti... hanno oppresso e
      ucciso per mantenere il proprio potere e
      stile di vita, ma certi altri americani
      hanno fatto la rivoluzione, si sono
      combattute per i diritti umani, hanno dato
      spinte fortissime al mondo dell'arte con la
      cultura hippie, diggers, hip-hop (quello
      serio...) e tante altre cose...
      Per collegarmi all'argomento di questa
      notizia e al titolo del mio post dico che
      dobbiamo tutto questo a persone (o
      organizzazioni... ci capisco poco) come
      questa, che danno origine ad una reazione
      contraria e molto spesso più forte
      dell'azione stessa. Infondo sono loro i veri
      rivoluzionari.

      Un utente Apple (apple)
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie a gente come questa...
        - Scritto da: Anonimo
        Non sarei cosi' ottimista, la democrazia e
        le organizzazioni umanitarie negli usa sono
        un rito ormai consunto e senza senso. Chi
        conta realmente ed ha il potere in mano sono
        le persone che saccheggiano il terzo mondo e
        fomentano odio e guerre in quei paesi per
        mantenerli in condizione di sudditanza
        economica e politica. E queste persone che
        esercitano il potere sono votate anche
        dall'ex-studente hippy che si batteva per i
        diritti umani all'universita' ma quando gli
        hanno dato un lavoro da 5000 $ al mese ha
        iniziato a votare per i vari bush di turno,
        convito che questo serve a mantenere il suo
        "stile di vita".Scusa, ma continuo a sperare che non finisca tutto come "1984" di Orwell(ogni riferimento a pubblicità trasmesse durante un superbowl da una azienda di computer americana é puramente casuale)un utente (apple)
        • Anonimo scrive:
          Re: Grazie a gente come questa...


          Non sarei cosi' ottimista, la democrazia e

          le organizzazioni umanitarie negli usa sono

          un rito ormai consunto e senza senso. Chi

          conta realmente ed ha il potere in mano sono

          le persone che saccheggiano il terzo mondo e

          fomentano odio e guerre in quei paesi per

          mantenerli in condizione di sudditanza

          economica e politica. E queste persone che

          esercitano il potere sono votate anche

          dall'ex-studente hippy che si batteva per i

          diritti umani all'universita' ma quando gli

          hanno dato un lavoro da 5000 $ al mese ha

          iniziato a votare per i vari bush di turno,

          convito che questo serve a mantenere il suo

          "stile di vita".
          Scusa, ma continuo a sperare che non finisca
          tutto come "1984" di Orwell
          (ogni riferimento a pubblicità
          trasmesse durante un superbowl da una
          azienda di computer americana é
          puramente casuale)Non conosco la pubblicita' in questione, conosco 1984 ma penso che non sia quello il pericolo, penso piuttosto che il vero pericolo sia un declino degli usa e del mondo occidentale pari a quello dell'impero romano quando fu sopraffatto dai barbari. I nuovi barbari sono tutti gli abitanti del terzo mondo, incazzati per come sono stati trattati finora e che quando avranno modo di alzare un po' la testa, invece di usare quelle risorse per migliorarsi a casa loro e farsi i cavoli loro, le userranno per distruggerci. Vedi quello che stanno facendo personaggi come Bin Laden.E gli usa questo non sembrano capirlo, pensano che la strategia migliore sia quella di non far alzare loro la testa e di continuare a premergliela piu' fortemente che mai nel fango, con tutti i mezzi, a partire dai brevetti alla chiusura del mercato tecnologico.Non capiscono che se tutto il mondo fosse economicamente al loro livello ne avrebbero molti piu' vantaggi che svantaggi, probabilmente non protrebbero piu' specare e buttare nella spazzatura tonnellate di risorse non rinnovabili, ma avrebbero in cambio la presenza di prodotti, servizi, di nuove conoscenze scientifiche mediche e tecnologiche sviluppate dai nuovi ricchi che oggi non si sognano nemmeno, perche' nella loro infinita presunzione pensano che solo loro siano bravi a fare queste cose.
          • Mechano scrive:
            Re: Grazie a gente come questa...
            - Scritto da: Anonimo
            Non capiscono che se tutto il mondo fosse
            economicamente al loro livello ne avrebbero
            molti piu' vantaggi che svantaggi,
            probabilmente non protrebbero piu' specare e
            buttare nella spazzatura tonnellate di
            risorse non rinnovabili, ma avrebbero in
            cambio la presenza di prodotti, servizi, di
            nuove conoscenze scientifiche mediche e
            tecnologiche sviluppate dai nuovi ricchi che
            oggi non si sognano nemmeno, perche' nella
            loro infinita presunzione pensano che solo
            loro siano bravi a fare queste cose.Mi sa che questi conti sulla disponibilita' di risorse naturali ed economiche se li sono gia' fatti. E l'americano medio al suo governo chiede egoisticamente di poter vivere qualche 'secolo' da leone che vedere esaurirsi le risorse non rinnovabili nella mediocrita', in fratellanza con comunisti e musulmani.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie a gente come questa...
        - Scritto da: Anonimo
        Non sarei cosi' ottimista, la democrazia e
        le organizzazioni umanitarie negli usa sono
        un rito ormai consunto e senza senso. Chi
        conta realmente ed ha il potere in mano sono
        le persone che saccheggiano il terzo mondo e
        fomentano odio e guerre in quei paesi per
        mantenerli in condizione di sudditanza
        economica e politica. E queste persone che
        esercitano il potere sono votate anche
        dall'ex-studente hippy che si batteva per i
        diritti umani all'universita' ma quando gli
        hanno dato un lavoro da 5000 $ al mese ha
        iniziato a votare per i vari bush di turno,
        convito che questo serve a mantenere il suo
        "stile di vita".Mi sa che ti sei fermato agli anni '80. Quella di cui parli è l'america di 20 anni fa.
  • Anonimo scrive:
    SCO (senza parole)
    http://chart1.vip.ukl.yahoo.com/c/3m/s/sco.gif
    • Mechano scrive:
      Re: SCO (senza parole)
      - Scritto da: Anonimo
      chart1.vip.ukl.yahoo.com/c/3m/s/sco.gifMiiiiii pare il Titanic!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: SCO (senza parole)
        - Scritto da: Mechano

        - Scritto da: Anonimo

        chart1.vip.ukl.yahoo.com/c/3m/s/sco.gif

        Miiiiii pare il Titanic!!!
        Ma cosa stai dicendo? Non c'è il riferimento al valore indicizzato, non c'è unità di misura... nulla.Per quanto si vede potrebbe essere il grafico del tasso di umidità negli uffici SCO.
        • Anonimo scrive:
          Re: SCO (senza parole)
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Mechano



          - Scritto da: Anonimo



          chart1.vip.ukl.yahoo.com/c/3m/s/sco.gif



          Miiiiii pare il Titanic!!!



          Ma cosa stai dicendo? Non c'è il
          riferimento al valore indicizzato, non
          c'è unità di misura... nulla.
          come no, sei cieco? Sull'asse X il valore delle azioni in dollari, sulle Y il periodo temporale, in pratica si passa da oltre 6$ a 1.85 $ in 3 mesi.. un tracollo ciaooo
  • AlphaC scrive:
    SCO: Open source è un pericolo per te!
    Per me è un vantaggio ENORME!
  • MemoRemigi scrive:
    UN PAZZO !!!
    Sono un pazzo potrebbe scrivere al congresso una letteracosì DELIRANTE !Mah !
  • Anonimo scrive:
    Rabbrividiamo ...
    Questo generi di discorsi solo un Americano lo può fare ... ma lo vedete da un programmatore che va alla camera a chiedere una cosa cosi ... gli sputano in un occhio !!!Sono fuori questi qui di SCO ... invece che continuare a rompere è ora che tirino fuori ste prove e la smettano di fare i bambini capricciosi ...Se vogliono compere a livello Internazionale , basta che si tirino su le maniche e comincino a fare software che vale i soldi che chiedono ... xche ora come ora non lo hanno mai fatto ... e dopo 2 anni di sistemista SCO ve lo posso assicurare che sono vergognosi ...E se l'economia non va più cosi bene è proprio xche per un sacco di tutele "nazionaliste" si sono chiusi in un gusto economico ... l'Europa finora si è dimostrata molto può liberare e tollerante ... almeno del campo software ... è il mercato che deve decide se un prodotto vale o non vale ... se non capisco questo non hanno capito nulla !!!Scusate lo sfogo e ignoratemi se volete ;)ViVa Il GPL e quelo che significa !!!Nervoux (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Rabbrividiamo ...
      - Scritto da: Anonimo
      Questo generi di discorsi solo un Americano
      lo può fare ... ma lo vedete da un
      programmatore che va alla camera a chiedere
      una cosa cosi ... gli sputano in un occhio
      !!!Si... in effetti per una volta metterebbe d'accordo maggioranza ed opposizione.... tutti a gridargli "Scemo !! Scemo!!"....
  • Anonimo scrive:
    qualche mese fa
    ho ERADICATO windows dal mio PC, ho messo slackware Linux 9.1 e FreeBSD 5.1 (che aggiornerò presto alla 5.2)... Tutte le campagne delatorie di M$ (usando SCO come siluro) non mi hanno fermato dal prendere questa decisione.M$ : hai perso un cliente.
    • Anonimo scrive:
      Re: qualche mese fa
      - Scritto da: Anonimo
      ho ERADICATO windows dal mio PC, ho messo
      slackware Linux 9.1 e FreeBSD 5.1 (che
      aggiornerò presto alla 5.2)...

      Tutte le campagne delatorie di M$ (usando
      SCO come siluro) non mi hanno fermato dal
      prendere questa decisione.

      M$ : hai perso un cliente.Mmmmmhhh... "Cliente". Sei proprio sicuro?
  • Anonimo scrive:
    La GPL è una
    [QUOTE]impellente minaccia per l'economia e la competitività degli USA, l'innovazione del software e la sicurezza nazionale. [/QUOTE]...sì, potrebbero divenire migliori ! :DBrUtE AiD
  • Anonimo scrive:
    questo è...
    ... nazismo a stelle e strisce...
  • gpiero63 scrive:
    Mi pare di aver gia sentito ....
    Ma .... non e' Microsoft che dice le stesse cose?.............UUUUUUUUUUUUUUUU ..... che strano:)))))))!
  • Anonimo scrive:
    Open source comunista
    Ci manca solo che dica che l'open source e' comunista e ci dovremoaspettare anche qualche bombardamento da parte di bush dabliu e di dorian gray.
    • Anonimo scrive:
      Re: Open source comunista
      e che vuole dorian gray? il suo ritratto? :)- Scritto da: Anonimo
      Ci manca solo che dica che
      l'open source e' comunista e ci dovremo
      aspettare anche qualche bombardamento
      da parte di bush dabliu e di dorian gray.
  • Ribelle scrive:
    Curiosa ....
    ...la perfetta assonanza fra gli argomenti portati da SCO e quelli a suo tempo usati da M$ per attaccare Linux e l' open source.E poichè io non credo nè al caso nè alle coincidenze, diventa facile sospettare una, come dire, intesa di scopi, fra M$ e SCO$. Se per di più ci scappa qualche finanziamento ( che dire, il mondo è sempre quello....), meglio ancora ,no ???Ipocriti, buffoni e saccenti : AL ROGO, AL ROGO !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Curiosa ....
      - Scritto da: Ribelle.....
      E poichè io non credo nè al
      caso nè alle coincidenze, diventa
      facile sospettare una, come dire, intesa di
      scopi, fra M$ e SCO$. Se per di più
      ci scappa qualche finanziamento ( che dire,
      il mondo è sempre quello....), meglio
      ancora ,no ???.....Guarda che il "qualche finanziamento" c'è già scappato....http://news.com.com/2100-1016-1007528.htmlPerchè Microsoft dovrebbe acquistare una licenza Unix ?http://www.sco.it/Press/finanziamento.htmle BayStar sembra essere legata in qualche modo a Microsoft:http://webnews.html.it/news/1634.htm
      • Anonimo scrive:
        Re: Curiosa ....
        - Scritto da: Anonimo
        Guarda che il "qualche finanziamento"
        c'è già scappato....

        news.com.com/2100-1016-1007528.html

        Perchè Microsoft dovrebbe acquistare
        una licenza Unix ?Voci parlano di $300 milioni dilazionati da qui al processo contro IBM.
  • Anonimo scrive:
    mah ?!?
    non e' che magari non me ne sono accorto, ma che su PI e' passata una notizia che annunciava che SCO era stata comprata da M$ ??No perche' mi sembra di sentire gli stessi identici discorsi...mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: mah ?!?
      non comprata, ma foraggiata da M$ !!quindi piu' fa il bravo cagnolino piu' riceve soldi.Non e' una cosa uficializzata, pero' guardando gli avvenimenti e cio' che sco dice ogni volta, sembrerebbe proprio che le "voci di corridoio" abbiano effettivamente ragione !!!
  • Anonimo scrive:
    SCO&M$
    Beh, dopotutto SCO prende soldi da M$, quindi la cosa non mi stupisce... neanche un po'
  • Anonimo scrive:
    Ma questo McBride è fatto.
    Non è mica uno normale sto McBride.Basta vedere le mazzate che continua a pestarsi sulle palle,....e insiste......:o
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma questo McBride è fatto.
      - Scritto da: Anonimo
      Non è mica uno normale sto McBride.
      Basta vedere le mazzate che continua a
      pestarsi sulle palle,....e insiste......:oE io ho scoperto chi e' il suo pusher. Pare si chiami Guglielmo Cancelli...
  • Anonimo scrive:
    Aleee'
    Non sapevo di usare un SO antiamericano. Ora che lo so non lascerò Linux mai più
    • Anonimo scrive:
      Re: Aleee'
      - Scritto da: Anonimo
      Non sapevo di usare un SO antiamericano.
      Ora che lo so non lascerò Linux mai
      più8)
    • Anonimo scrive:
      Re: Aleee'
      - Scritto da: Anonimo
      Non sapevo di usare un SO antiamericano.
      Ora che lo so non lascerò Linux mai
      piùAnch'io!'Sta palla delal sciurezza è proprio marcia, ormai.Notte.
      • Anonimo scrive:
        semitrollata
        "troll mode on"Zitti tutti! Malefici comunisti antiamericani! Chi usa linux è contro l'America, quindi contro la libertà! Mi consenta! (ci sta sempre bene). Pure terrorista. Non a caso è in preparazione la distro Omar Bin ladenlinux: fa scoppiare il monitor degli utenti appartenenti ai paesi infedeli."troll mode off"hehehe. Il software LIBERO va contro la LIBERTA'... mi sembra che in questa frase ci sia qualcosa che dal punto di vista della logica non vada tanto bene. Ma tant'è al giorno d'oggi, finche il popolo è composto da pecore potranno imporci anche come dobbiamo pensare.Marco (oh tempora, oh mores)
  • Mechano scrive:
    Miii che Deja Vu...
    • Anonimo scrive:
      Re: Miii che Deja Vu...
      Mitico ancora, pero' se io scrivevo lo stesso post che contiene "coglionazzo" mi censuravano .. cmq viva linux ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Miii che Deja Vu...
      - Scritto da: Mechano

      Chi usa Winzozz uccide anche te, digli di
      smettere... :)
      La posso usare come firma ?Ciao,simo.
    • lattenero scrive:
      Re: Miii che Deja Vu...

      Quel coglionazzo, ora lo abbiamo qua che
      parla attraverso McBride e sta dicendoQuel coglionazzo, come dici tu, tra le altre cose, con i soldi che "ruba" a noi poveri utenti monopolizzati, ai governi filoUSA ecc... ecc... fa perlomeno della sana, reale, diffusa beneficienza devolvendo costantemente a tale scopo cifre importanti.(...solo in minima parte publicizzate sui media). Per il modo aggressivo con cui gestisce le politiche commerciali MS è un'altro discorso: seguendo un alinea più buonista e meno spregiudicata non avrebbe portato la sua azinda a quello che è oggi, nel bene e nel male.Io, ad oggi, uso i seguenti prodotti MS:Windows XP Pro SP1: ottimoAlcune periferiche Microsoft: ottima fattura e finzionalitàAlcuni giochi Microsoft quali Age of Mitholgy e MFS (ottimi)Suite Office (indispensabile per me che tra le altre cose tengo tutta la contabilità con un gestionale access fatto ad hoc)XBOX + servizio live (fantastica qualità e semplicità del servizio live unita a una console incredibile (ho anche una ps2, ma proprio non c'è paragone). E con un mod chip e una Slayer's dashboard fai tutto in maniera semplicissima, trasformando magari il tuo notebook in un server per vedere i divx da gestire via XBMP col telecomando!)5 prodotti, massima soddifazione, non mi sono mai lasciato derubare con così tanta soddisfazione...Ah, no, non sono un commerciale MS, faccio prosciutti...Sentir dare del coglionazzo in maniera così leggera a una persona come bill Gates dal "Mr. Mechano" di turno, adducendo argomentazioni da decorticato fazioso, mi irrita un pò, a quat'ora del mattino...
      • Anonimo scrive:
        Re: Miii che Deja Vu...
        Non sono affatto convinto su quello che dici: M$ non dona per virtù, ma per convenienza. Le donazioni secondo le leggi americane corrispondono a dei successivi sgravi fiscali, e poi chissà perchè donazioni a paesi tipo Perù o India si collegano a doppio filo alla paura di M$ di perdere dei mercati in cui l'Open Source è una alternativa presa in seria considerazione. Parlando di cose più amene, Age of mythology è uno schifo totale, molto meglio i primi due. Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Miii che Deja Vu...
        - Scritto da: lattenero


        Quel coglionazzo, ora lo abbiamo qua che

        parla attraverso McBride e sta dicendo

        Quel coglionazzo, come dici tu, tra le altre
        cose, con i soldi che "ruba" a noi poveri
        utenti monopolizzati, ai governi filoUSA
        ecc... ecc... fa perlomeno della sana,
        reale, diffusa beneficienza devolvendo
        costantemente a tale scopo cifre
        importanti.(...solo in minima parte
        publicizzate sui media). Per il modo
        aggressivo con cui gestisce le politiche
        commerciali MS è un'altro discorso:
        seguendo un alinea più buonista e
        meno spregiudicata non avrebbe portato la
        sua azinda a quello che è oggi, nel
        bene e nel male.Attenzione: la carità del signor M$ è tranquillamente definibile del tipo "peloso". Nel senso che ha PARECCHI secondi fini, sopratutto quando viene fatta a enti di paesi extraamericani: da noi le chiamano "mazzette".

        Io, ad oggi, uso i seguenti prodotti MS:

        Windows XP Pro SP1: ottimoOttimo davvero .....se ne sei convinto, hai SINCERAMENTE bisogno di una mano sul tuo PC. A meno che tu non sia un buon tecnico, ed abbia disattivato servizi e software INUTILI e puzzoni: in questo modo torni ad un simil-2000, e a quel punto funziona benino.
        Alcune periferiche Microsoft: ottima fattura
        e finzionalità
        Alcuni giochi Microsoft quali Age of
        Mitholgy e MFS (ottimi)NON li ha mica fatti M$. Li ha comprati e distributi....
        Suite Office (indispensabile per me che tra
        le altre cose tengo tutta la
        contabilità con un gestionale access
        fatto ad hoc)FANTASTICO. Peccato che tu, evidentemente, ne sappia MOLTO poco di informatica. A proposito di ALCESS, o scusa, ACCESS, lo sapevi che NON si puo fare il porting diretto di un'applicazione da ACCESS 97 a ACCESS 2000 perchè ci sono svariate incompatibilità ?
        XBOX + servizio live (fantastica
        qualità e semplicità del
        servizio live unita a una console
        incredibile (ho anche una ps2, ma proprio
        non c'è paragone). E con un mod chip
        e una Slayer's dashboard fai tutto in
        maniera semplicissima, trasformando magari
        il tuo notebook in un server per vedere i
        divx da gestire via XBMP col telecomando!)Modificando quindi il progetto del tuo illustre Bill, ed applicando qualcosa che M$ vede come il fumo negli occhi.Strano concetto, difendere M$ con i prodotti di qualcun' altro...

        5 prodotti, massima soddifazione, non mi
        sono mai lasciato derubare con così
        tanta soddisfazione...
        Ah, no, non sono un commerciale MS, faccio
        prosciutti...e si vede, stai tranquillo....

        Sentir dare del coglionazzo in maniera
        così leggera a una persona come bill
        Gates dal "Mr. Mechano" di turno, adducendo
        argomentazioni da decorticato fazioso, mi
        irrita un pò, a quat'ora del
        mattino...Allora vai a letto, così non ti irriti e SOPRATUTTO eviti di fare la figura di che parla solo di fumo.....
        • lattenero scrive:
          Re: Miii che Deja Vu...

          Attenzione: la carità del signor M$
          è tranquillamente definibile del tipo
          "peloso". Nel senso che ha PARECCHI secondi
          fini, sopratutto quando viene fatta a enti
          di paesi extraamericani: da noi le chiamano
          "mazzette".Un'osservazione prevedibile e generica. Può anche essere successo, in alcuni casi, ma non credo che al poveraccio oggetto dell'iniziativa benefica interessi molto se è stata fatta per vendere più software al proprio governo.Se le mazzette si trasoformano anche in biblioteche, collezioni di opere d'arte fruibili da tutti, ecc... ecc.. bene vengano anche le mazzette...Mi pare che quelle destinate ai nostri politici/imprenditori, di destra e di sinistra, si trasformino più spesso in scafi is 30 metri...

          Io, ad oggi, uso i seguenti prodotti MS:



          Windows XP Pro SP1: ottimo

          Ottimo davvero .....se ne sei convinto, hai
          SINCERAMENTE bisogno di una mano sul tuo PC.
          A meno che tu non sia un buon tecnico, ed
          abbia disattivato servizi e software INUTILI
          e puzzoni: in questo modo torni ad un
          simil-2000, e a quel punto funziona benino.Ti dico solo questo: le mia vita non è l'informatica e i PC, vivo di altro e ho altri hobby, eppure windows e la voglia di imparare a fare le cose da me mi hanno permesso con facilità e spendendo qualche mezz'ora al giorno di ufficio di imparare a installarmi e configurami OS e periferiche, usare e configurare i softwares che mi servono, encodizzare i filmati delle vacanze, configurare la rete della mia aziendina e farmi il mio sito web ecc.. ecc...Questo a me basta. Non gestirò un server, avrò scelto una hardware fortunato, ma la mia piccola rete sta su da nove mesi senza bisogno di reinstallazioni e senza schermate blu...
          FANTASTICO. Peccato che tu, evidentemente,
          ne sappia MOLTO poco di informatica. A
          proposito di ALCESS, o scusa, ACCESS, lo
          sapevi che NON si puo fare il porting
          diretto di un'applicazione da ACCESS 97 a
          ACCESS 2000 perchè ci sono svariate
          incompatibilità ?e allora? La mia ditta spende oggi 300 euro per un office SB 2003 (il costo corrispondente a quattro ore di lavoro di un meccanico) e ho tutto quello che mi serve per gestirla a tempo indeterminato... Uh, porting....?

          prosciutti...

          e si vede, stai tranquillo....Ehi, ehi, ma qui abbiamo uno fino alllora! Tagliente come un rasoio, eh...
      • Anonimo scrive:
        Re: Miii che Deja Vu...
        - Scritto da: lattenero
        Quel coglionazzo, come dici tu, tra le altre
        cose, con i soldi che "ruba" a noi poveri
        utenti monopolizzati, ai governi filoUSA
        ecc... ecc... fa perlomeno della sana,
        reale, diffusa beneficienza devolvendo
        costantemente a tale scopo cifre
        importanti.(...solo in minima parte
        publicizzate sui media).Ed enormemente pubblicizzata.Tante persone fanno beneficenza senza dirlo in giro.La presentazione di WinXP fu fatta sul luogo dell'attentato alle TwinTowers.Da vomitare.
        Sentir dare del coglionazzo in maniera
        così leggera a una persona come bill
        Gates dal "Mr. Mechano" di turno, adducendo
        argomentazioni da decorticato fazioso, mi
        irrita un pò, a quat'ora del
        mattino...Il fatto che poi tutto sia iniziato usando privatamente i computer dell'università non significa nulla vero....L'hanno pure cacciato dall'università per questo motivo.Grunch
      • Giambo scrive:
        Re: Miii che Deja Vu...
  • Anonimo scrive:
    Monopolio, libero mercato, democrazia
    E' nota la correlazione esistente tra libero mercato e democrazia. Un mercato non libero non permette a tutti uguali oportunità, e crea sacche di povertà di persone ricattabil dal potere. Le dittature non hanno mai economie trainanti, se non approfittando di lavoratori sottocosto (Cina) e prima o poi saltano, SEMPRE. Per questo però, il mercato non regolamentato, che si trasforma lentamente in monopolio, è da considerare parimenti pericoloso. Quando un'azienda diventa troppo potente, e può spostare miliardi di euro o di dollari ed influenzare le scelte politiche, la democrazia può essere a rischio. E per questo gli USA, sempre attentissimi alla questione delle libertà personali, protegge la libera impresa attraverso rigide leggi antitrust, che pongono davvero tutti in condizione di giocare alla pari. Questo precisato, allora il software libero è antiamericano o proamericano? E' nell'interesse degli Stati Uniti d'ameroica lasciare la gestione dell'informazione e la trasmissione digitale dei dati in mano ad un solo soggetto? Ed è antiamericana o proamercana una posizione che nei fatti, invece, sostiene la necessità di norme protezionistiche ed antimercato perché altri potrebbero avvalersi del software libero? Si crede di poter insultare così l'intelligenza di chi governa un paese quale gli Stati Uniti? "Gli altri" troverebbero vantaggi nel Software Libero, quindi gli USA dovrebbero per difendersi puntare tutto sulla piattaforma chiusa di Redmond? Forse che gli USA non hanno a disposizione gente capace di avvantaggiarsi della potenza del Linux come tutti gli altri? L'invio di una lettera come quella descritta, a mio parere, è né più né meno una forma di vilipendio. E l'affermazione che gli altri stati rubano tecnologie? Chi ruba cosa? I centri italiani di ricerca che usano Linux rubano? Ma come si permette, questo qui?
  • MaurizioB scrive:
    Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
    Qui siamo di fronte al caso di americanismo più puro e bellico..."la diffusione di Linux, in tutto il mondo, sta avvenendo a scapito di sistemi operativi made in USA come UNIX e Windows;"Se Unix e Win fossero europei e gli USA vivessero quasi solo di società di supporto (come quelle che si basano sull'opensource, d'altronde), forse la penserebbero diversamente. Siamo alle solite, loro possono, gli altri no, perché se no non sono abbastanza fighi..."la disponibilità delle tecnologie UNIX all'interno di Linux possono accrescere le potenzialità belliche dei paesi stranieri non alleati"Qui invece stiamo rasentando la follia pura. Invece di parlare di progresso tecnologico questi vengono a dire "non dite a tutti come si costruiscono i radar, altrimenti poi ci possono attaccare se li montano sui missili"... Ma stiamo scherzando?Non sanno veramente più a che cosa attaccarsi; dal mio punto di vista c'è solo una cosa a cui potrebbero attaccarsi... E non il mio.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
      - Scritto da: MaurizioB
      [...]
      Se Unix e Win fossero europei e gli USA
      vivessero quasi solo di società di
      supporto (come quelle che si basano
      sull'opensource, d'altronde), forse la
      penserebbero diversamente. Siamo alle
      solite, loro possono, gli altri no,
      perché se no non sono abbastanza
      fighi...loro possono perchè si tratta di loro creazioni, e quindi di loro proprietà.Sembriamo tutti francesi: "che noi in guerra non ci andiamo perchè la ripudiamo non siamo mica un paese bellicoso come l'america, ma a ricostruire l'iraq ci dobbiamo essere anche noi eh, perchè noi siamo francesi....."noi NON possiamo avere pretese di critica verso un popolo che ci sta dando tutto (a partire dai chewingum, alle nanotecnologie, alla medicina che cura ormai tutto...)
      "la disponibilità delle tecnologie
      UNIX all'interno di Linux possono accrescere
      le potenzialità belliche dei paesi
      stranieri non alleati"

      Qui invece stiamo rasentando la follia pura.follia??? dimmi una cosa: a cosa servirebbe l'embargo?è un modo come un'altro per controllare lo sviluppo tecnologico (e quindi bellico, perchè se esiste la radio in FM lo dobbiamo all'esercito americano che finanziò Bell per scopi bellici...)
      Invece di parlare di progresso tecnologico
      questi vengono a dire "non dite a tutti come
      si costruiscono i radar, altrimenti poi ci
      possono attaccare se li montano sui
      missili"... Ma stiamo scherzando?come sopra...
      • Anonimo scrive:
        Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzut
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: MaurizioB


        [...]

        Se Unix e Win fossero europei e gli USA

        vivessero quasi solo di società
        di

        supporto (come quelle che si basano

        sull'opensource, d'altronde), forse la

        penserebbero diversamente. Siamo alle

        solite, loro possono, gli altri no,

        perché se no non sono abbastanza

        fighi...

        loro possono perchè si tratta di loro
        creazioni, e quindi di loro
        proprietà.ALT. Linux _NON_ è una loro creazione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzut
          - Scritto da: Anonimo

          loro possono perchè si tratta di
          loro

          creazioni, e quindi di loro

          proprietà.

          ALT. Linux _NON_ è una loro creazione.infatti si parlava di UNIX
      • MaurizioB scrive:
        Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
        - Scritto da: Anonimo
        loro possono perchè si tratta di loro
        creazioni, e quindi di loro
        proprietà.No, loro vogliono fermare lo sviluppo di una certa ideologia perché gli fa comodo (senza contare che stanno facendo del glass climbing il loro sport privilegiato), chiedendo in ginocchio aiuto al governo. Mi sembra molto "maeeeestra, i miei compagni che fanno lavoro di gruppo possono prendere più di me e secondo me hanno copiato dai miei appunti"...
        Sembriamo tutti francesi: "che noi in guerra
        non ci andiamo perchè la ripudiamo
        non siamo mica un paese bellicoso come
        l'america, ma a ricostruire l'iraq ci
        dobbiamo essere anche noi eh, perchè
        noi siamo francesi....."Se ci vuoi essere tu, buon per te. Però resta il fatto che solo perché una persona non voglia mettersi in guerra non significa che sia un vigliacco e ipocrita se poi volesse partecipare ad una ricostruzione (ed in ogni caso non mi riconosco in questa categoria, dal momento che sono contro aspetti di entrambe le posizioni).
        noi NON possiamo avere pretese di critica
        verso un popolo che ci sta dando tutto (a
        partire dai chewingum, alle nanotecnologie,
        alla medicina che cura ormai tutto...)Ma stai scherzando? Al di là del fatto che "ci dà" sia nel bene che nel male (come molti altri paesi, tra l'altro), ma solo perché ci porta cose che, in fin dei conti, potrebbero anche arrivare da altrove, allora dovremmo stare tutti zitti e inneggiare ad un paese come gli Usa? Non sono qui a criticare né lodare alcun paese, che si parli di sboroni, casinisti o esperti di facciata (usa, italia e svizzera rispettivamente), ogni nazione ha le sue lodi e le sue pecche, ma solo perché una nazione ci "porta" più cose di altre - anche se resto dell'idea che non si parli solo nel "bene" - non significa che dobbiamo inchinarci per qualsiasi stronzata tirino fuori.
        dimmi una cosa: a cosa servirebbe l'embargo?
        è un modo come un'altro per
        controllare lo sviluppo tecnologico (e
        quindi bellico, perchè se esiste la
        radio in FM lo dobbiamo all'esercito
        americano che finanziò Bell per scopi
        bellici...)EMBARGO? E il mondo dovrebbe sottostare alle regole di una sola nazione, per quanto potente sia? Lo stiamo già facendo fin troppo silenziosamente!Comunque mi pare che tu stia facendo un po' di confusione mentale. Bell non c'entra una mazza con la radio, anzi, ha brevettato il telefono in barba a Meucci che l'aveva inventato prima (di poco tempo fa il "riconoscimento ufficiale" da parte del Congresso - complimenti, dopo più di 100anni d'orgoglio si son svegliati con questa mossa), alla radio devi dire grazie a Marconi che grazie ai suoi esperimenti sviluppò un sistema di "telegrafo senza fili" dapprima in Italia e poi su richiesta di Usa e Inghilterra.Cerchiamo di non lasciarci accecare troppo dalle luccicanti immagini degli Usa... Non è un paese da detestare a morte, ma neanche una nazione per cui poter stare troppo zitti.Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
          - Scritto da: MaurizioB
          No, loro vogliono fermare lo sviluppo di una
          certa ideologia perché gli fa comodo
          (senza contare che stanno facendo del glass
          climbing il loro sport privilegiato),
          chiedendo in ginocchio aiuto al governo. Mi
          sembra molto "maeeeestra, i miei compagni
          che fanno lavoro di gruppo possono prendere
          più di me e secondo me hanno copiato
          dai miei appunti"...
          Se ci vuoi essere tu, buon per te.
          Però resta il fatto che solo
          perché una persona non voglia
          mettersi in guerra non significa che sia un
          vigliacco e ipocrita se poi volesse
          partecipare ad una ricostruzione (ed in ogninon voglio essere in guerra...e quindi non posso pretendere di partecipare alla ricostruzione del territorio liberato (conquistato).è un concetto molto semplice e chiaro... altrimenti qui chiunque fa quello che vuole, e a quel punto chi glielo farebbe fare all'america di impegnarsi militarmente per liberare un paese? credi che i militari usa morti non facciano parte di un preventivo firmato da bush e controfirmato dall'onu?
          caso non mi riconosco in questa categoria,
          dal momento che sono contro aspetti di
          entrambe le posizioni).bene...

          Ma stai scherzando? Al di là del
          fatto che "ci dà" sia nel bene che
          nel male (come molti altri paesi, tra
          l'altro), ma solo perché ci porta
          cose che, in fin dei conti, potrebbero anche
          arrivare da altrove, allora dovremmo stare
          tutti zitti e inneggiare ad un paese come
          gli Usa? Non sono qui a criticare née allora forza... iniziamo a produrre qualcosa da esportare agli americani, cacchio... non si fanno le nozze coi fichi secchi, o un prodotto lo faccio io e te lo VENDO o lo fai tu e me lo vendi tu, chiaro?più semplice di cosi'...
          [...]
          le sue lodi e le sue pecche, ma solo
          perché una nazione ci "porta"
          più cose di altre - anche se resto
          dell'idea che non si parli solo nel "bene" -
          non significa che dobbiamo inchinarci per
          qualsiasi stronzata tirino fuori.questo è vero :)
          EMBARGO? E il mondo dovrebbe sottostare alle
          regole di una sola nazione, per quanto
          potente sia? Lo stiamo già facendocertamente si.O tu o loro. la vita non è startrek dove c'è la Flotta Stellare a difendere la democrazia interstellare (che poi sempre di Flotta militare si parla...)
          fin troppo silenziosamente!
          Comunque mi pare che tu stia facendo un po'
          di confusione mentale. Bell non c'entra una
          mazza con la radio, anzi, ha brevettato il
          telefono in barba a Meucci che l'aveva
          inventato prima (di poco tempo fa il
          "riconoscimento ufficiale" da parte del
          Congresso - complimenti, dopo più di
          100anni d'orgoglio si son svegliati con
          questa mossa), alla radio devi dire grazie asi ok, Marconi non ha inventato la radio ma un metodo di trasmissione a distanza (il telegrafo) ok? lo sviluppo della radio stessa fino ad arrivare al concetto di trasmissione in FM (che tutt'ora è usato e che non è cambiato di una virgola... ) è stato per merito di Bell di Armstrong e dell'esercito militare americano. Fate come volete ma... se c'è un popolo che si merita quello che ha sono gli americani, se c'è un popolo che si merita lo sfruttamento degli americani è il popolo europeo...
          • Parliamone scrive:
            Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
            - Scritto da: Anonimo
            si ok, Marconi non ha inventato la radio ma
            un metodo di trasmissione a distanza (il
            telegrafo) ok? OK per niente! Marconi ha inventato la radio, perdio! Non il telegrafo! Che poi il fatto che lui l'abbia chiamata "telegrafo senza fili" ti crea confusione...Lo dico per te, rischi di passare per quello che non sa cosa dice.Still, my 2 cents
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
            - Scritto da: Parliamone
            OK per niente! Marconi ha inventato la
            radio, perdio! Non il telegrafo! Che poi ilNo, allora, lo ripeto: Marconi non ha inventato la RADIO (intesa come radiolina per ascoltare le partite alla domenica) ma un sistema di trasmissione a distanza senza fili di un segnale elettromagnetico, il radio-telegrafo (che prima di allora correva sui fili come il telefono).Era un sistema basato sulla primordiale tecnologia a scintilla, che non possiamo MINIMAMENTE paragonare all'attuale modulazione di frequenza.Io non volevo mettere in discussione il lavoro svolto da Marconi ma mettere in evidenza che sono sempre stati loro (gli americani) a sfruttare e sviluppare tecnologie interessanti grazie (o purtroppo) all'intervento finanziario dell'esercito militare.
          • gerry scrive:
            Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
            - Scritto da: Anonimo
            Era un sistema basato sulla primordiale
            tecnologia a scintilla, che non possiamo
            MINIMAMENTE paragonare all'attuale
            modulazione di frequenza.Ma ne è pur sempre alla base...Allora chi ha ragione? Chi fa il primo passo o chi riesce a sfruttare commercialmente l'idea?Fatto sta che senza il primo passo, l'idea commerciale non può esistere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
            - Scritto da: gerry
            Ma ne è pur sempre alla base...
            Allora chi ha ragione? Chi fa il primo passo
            o chi riesce a sfruttare commercialmente
            l'idea?
            Fatto sta che senza il primo passo, l'idea
            commerciale non può esistere.esatto ;)c'era anche Pupov (popov, polov, non mi ricordo bene come si chiamava :$ ) ed altri che stavano sviluppando parallelamente la stessa tecnologia...quindi Marconi è *solo* arrivato primo ma poi (vuoi perchè era povero, vuoi perchè l'Italia è cieca e sorda quando si parla di finanziamenti) è rimasto dov'era facendo lentissimi progressi... ma non è colpa sua... piuttosto è merito degli americani che hanno capito e sfruttato un'opportunità
          • Alessandrox scrive:
            Dimentichi qualcosa...?

            Io non volevo mettere in discussione il
            lavoro svolto da Marconi ma mettere in
            evidenza che sono sempre stati loro (gli
            americani) a sfruttare e sviluppare
            tecnologie interessanti grazie (o purtroppo)
            all'intervento finanziario dell'esercito
            militare.E l' apporto intelletuale di gente di tutto il mondo?Gli USA stessi ammettono che dipendono molto dall' apporto intellettuale delle menti di tanti scienziati e tecnici INDIANI ...E questo solo per fare un piccolo esempio....Diciaamo che sono aiutati dalle menti di molti popoli del mondo.E non venite a dire che siccome loro mettono i soldi hanno ragione perche' la proprieta' intellettuale non e' regolata dai soldi , per fortuna ci sono delle leggi che valgono per tutti.Se io sono italiano e sviluppo negli usa per una azienda americana cio' che sviluppo sara' di sua proprieta' ma se contemporaneamente rilascio anche OPEN sotto GPL la proprieta' e' MIA e IO decido cosa fare sia in USA che in qualsiasi altra parte del mondo.MA finitela con la vostra ipocrisia.....
          • MaurizioB scrive:
            Re: Dimentichi qualcosa...?
            - Scritto da: Alessandrox
            Se io sono italiano e sviluppo negli usa per
            una azienda americana cio' che sviluppo
            sara' di sua proprieta' ma se
            contemporaneamente rilascio anche OPEN sotto
            GPL la proprieta' e' MIA e IO decido cosa
            fare sia in USA che in qualsiasi altra parte
            del mondo.Una piccola precisazione: di norma quando sviluppi qualcosa per un'azienda, il lavoro è remunerato, ma la proprietà intellettuale è dell'azienda, quindi eventualmente tu potresti scrivere del codice e rilasciarlo sotto la licenza che preferisci, poi portare quel lavoro anche all'azienda.Saluti
          • Alessandrox scrive:
            Re: Dimentichi qualcosa...?
            - Scritto da: MaurizioB
            - Scritto da: Alessandrox

            Se io sono italiano e sviluppo negli
            usa per

            una azienda americana cio' che sviluppo

            sara' di sua proprieta' ma se

            contemporaneamente rilascio anche OPEN
            sotto

            GPL la proprieta' e' MIA e IO decido
            cosa

            fare sia in USA che in qualsiasi altra
            parte

            del mondo.

            Una piccola precisazione: di norma quando
            sviluppi qualcosa per un'azienda, il lavoro
            è remunerato, ma la proprietà
            intellettuale è dell'azienda, quindi
            eventualmente tu potresti scrivere del
            codice e rilasciarlo sotto la licenza che
            preferisci, poi portare quel lavoro
            anche all'azienda.Infatti sarebbe la cosa migliore per uno sviluppatore open che lavora anche per un' azienda.
          • gerry scrive:
            Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
            - Scritto da: Anonimo
            Fate come volete ma... se c'è un
            popolo che si merita quello che ha sono gli
            americani, se c'è un popolo che si
            merita lo sfruttamento degli americani
            è il popolo europeo...Io mi domando e dico... questa è una frase da masochista.A meno che tu non sia americano hai appena detto una cosa del tipo "io sono europeo, in quanto tale sono merda. Voglio essere uno schiavo degli USA perchè me lo merito"Certo che con 'sta mentalità non si va da nessuna parte.E comunque per tornare in tema: PHP, MySQL, buona parte di linux... Sono tutti prodotti USA, ma nessuno del team di sviluppo dice che non adrebbero esportati per non favorire le economie straniere.Da ciò ne deduco che l'unica economia che McBride vuole salvare è quella che tiene in piedi la sua azienda.God save SCO, e il resto dell'america vada afarsi f***ere se necessario.
          • Mechano scrive:
            Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzut
            - Scritto da: gerry
            Io mi domando e dico... questa è una
            frase da masochista.
            A meno che tu non sia americano hai appena
            detto una cosa del tipo "io sono europeo, in
            quanto tale sono merda. Voglio essere uno
            schiavo degli USA perchè me lo
            merito"
            Certo che con 'sta mentalità non si
            va da nessuna parte.Di che ti meravigli? Gli italiani sono in maggioranza esterofili... Quanti personaggi dello spettacolo importati dall'America al loro paese farebbero la fame e qua sono osannati e strapagati. E non se ne vanno mica piu'...
            E comunque per tornare in tema: PHP, MySQL,
            buona parte di linux... Sono tutti prodotti
            USA, ma nessuno del team di sviluppo dice
            che non adrebbero esportati per non favorire
            le economie straniere.Piccola previsazione, MySQL e' un prodotto scandinavo. Comunque si l'USA e' culla di molti software opensource, anche se inizialmente non comprese bene la vera filosofia e quindi lavoro' e lavora ancora con gli ideali di soffocamento di aziende come Micro$oft piu' che vedendo la vera componente filosofica del movimento opensource. Tanto e' vero che la gente pensava di poterlo piegare al mondo delle IPO e delle quotazioni in borsa. Il mondo opensource non e' mero strumento economico...--Ciao. Mr. Mechano
          • MaurizioB scrive:
            Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
            - Scritto da: Anonimo
            è un concetto molto semplice e
            chiaro... altrimenti qui chiunque fa quello
            che vuole, e a quel punto chi glielo farebbe
            fare all'america di impegnarsi militarmente
            per liberare un paese?Nessuno gliel'ha chiesto veramente. Come nessuno ha chiesto a me e ad altri milioni di italiani se volevamo mandare le nostre truppe in Iraq.
            e allora forza... iniziamo a produrre
            qualcosa da esportare agli americani,
            cacchio... Già lo facciamo, ma forse non te ne rendi molto conto.
            non si fanno le nozze coi fichi secchi, o un
            prodotto lo faccio io e te lo VENDO o lo fai
            tu e me lo vendi tu, chiaro?
            più semplice di cosi'...Guarda che qui nessuno s'è mai lamentato di nulla, sei solo tu che sostieni che gli usa fanno un macello di roba e noi siamo dei fancazzisti per tutto il giorno e viviamo grazie a loro, quindi dobbiamo stare zitti soltanto perché è per loro, in fondo, che respiriamo.
            certamente si.
            O tu o loro. la vita non è startrek
            dove c'è la Flotta Stellare a
            difendere la democrazia interstellare (che
            poi sempre di Flotta militare si parla...)Precisiamo che non si parla di democrazia interstellare a priori, ma di accordi presi da parte dei pianeti membri di una federazione. Se un pianeta ne prende parte è perché si trova in accordo con le sue regole e norme, se no no. La flotta in questione non se ne va in giro per la galassia a prendere decisioni sul destino di chicchessìa perché si sente in diritto di farlo, anzi, v'è una precisa normativa al riguardo (conosciuta come "Prima direttiva") che si prefigge proprio l'obbligo di non interferire. Il discorso sarebbe invero più complesso, quindi meglio chiudere qui, se no diventa eccessivamente ot.
            si ok, Marconi non ha inventato la radio ma
            un metodo di trasmissione a distanza (il
            telegrafo) ok?NONEEEEEEEEEEE Marconi ha inventato la radio, il telegrafo senza fili! Il telegrafo "a fili" già esisteva da decenni!
            lo sviluppo della radio
            stessa fino ad arrivare al concetto di
            trasmissione in FM (che tutt'ora è
            usato e che non è cambiato di una
            virgola... ) è stato per merito di
            Bell di Armstrong e dell'esercito militare
            americano. Credo che tu stia facendo un po' di confusione.Armstrong è inventore e realizzatore di componentistica utile alla trasmissione telefonica e telegrafica, Bell (di nuovo) ha semplicemente brevettato un'invenzione di Meucci - il telefono.
            Fate come volete ma... se c'è un
            popolo che si merita quello che ha sono gli
            americani, se c'è un popolo che si
            merita lo sfruttamento degli americani
            è il popolo europeo...Ti vedo fiero e patriota... Il "popolo" americano non si merita né più né meno di altri (europeo incluso), visto che molto di quello che ha l'ha ottenuto con metodi pessimi e discutibili (vedi già solo il brevetto di Bell). Solo perché ci dà "tanto" non significa che non li si possa criticare.Già che ci sei, prova anche a ricordarti ogni tanto che (se proprio dobbiamo metterla sul tuo piano), è solo grazie all'europa che gli USA sono quello che sono, dalla scoperta dell'America alla sua colonizzazione.Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
            - Scritto da: MaurizioB

            Precisiamo che non si parla di democrazia
            interstellare a priori, ma di accordi presi
            da parte dei pianeti membri di una
            federazione. Se un pianeta ne prende parte
            è perché si trova in accordo
            con le sue regole e norme, se no no. La
            flotta in questione non se ne va in giro per
            la galassia a prendere decisioni sul destino
            di chicchessìa perché si sente
            in diritto di farlo, anzi, v'è una
            precisa normativa al riguardo (conosciuta
            come "Prima direttiva") che si prefigge
            proprio l'obbligo di non interferire. Il
            discorso sarebbe invero più
            complesso, quindi meglio chiudere qui, se no
            diventa eccessivamente ot.ok :) :) mi sei tornato simpatico tutto in un colpo... :)ti do ragione su tutto :)cosa puo' fare una serie televisiva... :) a proposito, è pur sempre una serie televisiva usa :)senza polemiche eh? :) ma anche questo è l'america, e non è poco...Stusky&Hutch, Mork&Mindy, Hazard, ...come si fa a criticare una nazione capace di creare simili opere d'arte? :)
          • MaurizioB scrive:
            Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
            - Scritto da: Anonimo
            ok :) :)
            mi sei tornato simpatico tutto in un
            colpo... :)
            ti do ragione su tutto :)Era anche ora :-P
            a proposito, è pur sempre una serie
            televisiva usa :)Già, purtroppo gli unici esempi di serie di fantascienza in italia risalgono a coproduzioni internazionali della rai (ufo e spazio 1999)... Sfortunatamente da noi essendoci meno scelta e cultura differente, "preferiamo" produrre cose come "Vivere", "Qualcosa è cambiato" e altre amenità...
            senza polemiche eh? :) ma anche questo
            è l'america, e non è poco...
            Stusky&Hutch, Mork&Mindy, Hazard, ...
            come si fa a criticare una nazione capace di
            creare simili opere d'arte? :)La critica è un elemento essenziale, se fatta in maniera adeguata e non dovrebbe essere mai assente, neppure quando "il resto" parrebbe sufficientemente positivo.Tanto per dire: se io sbando con la macchina e faccio un testa coda in autostrada, mi va di culo e non mi faccio male, però se la fiancata è partita non è che me ne freghi poco ;-)L'esempio non calza a pennello, ma il punto resta: indubbiamente gli USA sono (come tutte le altre) una nazione con grandi pregi, ma questo non implica che non abbia difetti e che questi non possano essere criticabili.SalutiUn MaurizioB live long and prosper
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...

          ogni nazione ha
          le sue lodi e le sue pecche, ma solo
          perché una nazione ci "porta"
          più cose di altre - anche se resto
          dell'idea che non si parli solo nel "bene" -
          non significa che dobbiamo inchinarci per
          qualsiasi stronzata tirino fuori.A me gli USA hanno portato un paio di bombe (sganciate nel lago di Garda, qche anno fa')
          Comunque mi pare che tu stia facendo un po'
          di confusione mentale. Bell non c'entra una
          mazza con la radio, anzi, ha brevettato il
          telefono in barba a Meucci che l'aveva
          inventato prima (di poco tempo fa il
          "riconoscimento ufficiale" da parte del
          Congresso - complimenti, dopo più di
          100anni d'orgoglio si son svegliati con
          questa mossa), alla radio devi dire grazie a
          Marconi che grazie ai suoi esperimenti
          sviluppò un sistema di "telegrafo
          senza fili" dapprima in Italia e poi su
          richiesta di Usa e Inghilterra.Non pretendere troppo dalla gente che la pensa come quello di prima... pensare? informarsi? Costa fatica!Marco
      • Parliamone scrive:
        Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
        - Scritto da: Anonimo
        loro possono perchè si tratta di loro
        creazioni, e quindi di loro
        proprietà.Il fatto che siano "loro" creazioni non implica che siano di loro proprietà
        noi NON possiamo avere pretese di critica
        verso un popolo che ci sta dando tutto (a
        partire dai chewingum, alle nanotecnologie,
        alla medicina che cura ormai tutto...)Io esigo di avere il diritto di critica verso un paese che, se da un lato ci ha dato molto, dall'altro sta facendo, IMHO; delle ca%%ate immani
        follia???
        dimmi una cosa: a cosa servirebbe l'embargo?
        è un modo come un'altro per
        controllare lo sviluppo tecnologico (e
        quindi bellico, perchè se esiste la
        radio in FM lo dobbiamo all'esercito
        americano che finanziò Bell per scopi
        bellici...)Chi ha il diritto di controllare chi? E su quale base? Non sono interrogativi ai quali si può rispondere a cuor leggeroAs usual, my 2 cents.
        • Anonimo scrive:
          Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
          - Scritto da: Parliamone

          Il fatto che siano "loro" creazioni non
          implica che siano di loro proprietàno? e di chi sarebbe la proprietà? mia?
          Io esigo di avere il diritto di
          critica verso un paese che, se da un lato ci
          ha dato molto, dall'altro sta facendo, IMHO;
          delle ca%%ate immanitu non puoi esigere... casomai chiedi gentilmente...

          Chi ha il diritto di controllare chi? E su
          quale base? Non sono interrogativi ai quali
          si può rispondere a cuor leggerovero :)
          • Parliamone scrive:
            Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzuti...
            - Scritto da: Anonimo

            Il fatto che siano "loro" creazioni non

            implica che siano di loro
            proprietà

            no? e di chi sarebbe la proprietà?
            mia? Hai notato il "loro" tra virgolette? Il frutto delle ricerche scentifiche è giusto che appartenga all'intero genere umano. Altrimenti poi si arriva all'agghiacciante situazione dei popoli che schiattano perché non possono pagare le medicine, realizzabili tra l'altro per pochi spiccioli

            Io esigo di avere il diritto di

            critica verso un paese che, se da un
            lato ci

            ha dato molto, dall'altro sta facendo,
            IMHO;

            delle ca%%ate immani

            tu non puoi esigere... casomai chiedi
            gentilmente...Eh no, ca%%o! E' un mio diritto, criticare (civilmente) e dissentire. Ed esigo di poterlo esercitare. Si chiama libertà di parola

            Chi ha il diritto di controllare chi? E
            su

            quale base? Non sono interrogativi ai
            quali

            si può rispondere a cuor leggero

            vero :)Almeno su una cosa siamo d'accordo :-)
      • AlAn scrive:
        Re: Eh noi siamo fighi, noi siamo cazzut
        - Scritto da: Anonimo
        [...], perchè se esiste la
        radio in FM lo dobbiamo all'esercito
        americano che finanziò Bell per scopi
        bellici...)Quello che riuscì a farsi dare il brevettodel telefono inventato da Meucci???(Italiano, riabilitato solo poche sett. fa!!!)La radio la inventò Marconi altro Italiano!Studia o vattene in America a dirigere laSCO o la M$Il bello dell'America è che grazie al primoemendamento permette a qualsiasi c@770n3di dire la sua :DTolto re giorgio che vorrebbe tutti imbavagliaretutti gli Americani ;)
  • Anonimo scrive:
    E' ora che l'os sia di tutti
    La microsoft è grande, la microsoft prospera su qualcosa che è ormai indispensabile. Ogni computer che viene venduto ha windows... ogni licenza costa 200 euro per milioni di computer, vale decine di migliaia di miliardi di euro.Ma è possibile tutto ciò?Si sà che quando le conoscenze si consolidano, è possibile realizzare meglio uno stesso prodotto usando tecnologie differenti. Il codice "Open" è creato da gente con le palle che non rubano. E' più facile per la microsoft rubare, visto che il codice Open source è disponibile a tutti e questo deve farci riflettere. Il sistema operativo è ormai paragonabile alla "farina"... è una specie di "farina digitale", è indispensabile per fare tutto.Molto tempo fà, Bill Gates comprò da un suo sprovveduto collega di università il dos per una cifra irrisoria. Facendo un paragone di tipo culinario comprò la ricetta del "pane" e la brevettò dopo averlo dato in licenza all'IBM.Con il passare del tempo le conoscenze si consolidano ed il sistema operativo windows (basato sul progetto xerox) prende vita. Continuando il parallelismo Il pane si fà più croccante e viene inventato il forno a rotazione.Ora è il momento che ognuno, con il grano del suo orto, produca la sua farina e faccia il suo pane. Così Linux Torwald partendo da Unix crea la prima versione x8086 di Linux, senza rubare alcun ingrediente alla microsoft.Allargando gli esempi ad altre applicazioni vediamo che Mozzilla proviene da netscape (ideato prima dell'explorer) e che un sacco di codici sono stati implementati invece da windows (per esempio kerberos).Ora nel 2004 i panettieri GPL sono diventati talmente bravi, bravi da paura! I programmatori del free software fanno programmi per passione... sviluppano per sviluppare, coltivano la più alta filosofia della creazione digitale!E' così che nascono software eccezionali, programmi incredibili nella loro potenza e che sanno fare cosa i programmi commerciali non riescono.Confrontate Videolan (videolan.org) con il mediaplayer di windows e vedete...Che gli americani comincino a capire che la microsoft è un bene solo per sè stessa e non per il mondo. Il software libero dà la possibilità di utilizzare le risorse date alla microsoft per altro e per rendere tra l'altro il nostro mondo migliore e più sicuro.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' ora che l'os sia di tutti
      - Scritto da: Anonimo
      La microsoft è grande, la microsoft
      prospera su qualcosa che è ormai
      indispensabile. Ogni computer che viene
      venduto ha windows... ogni licenza costa 200
      euro per milioni di computer, vale decine di
      migliaia di miliardi di euro.

      Non ho neppure letto tutto il post, arrivato qua ho visto la tua disinformazione e mi sono fermato,ciao.
  • Anonimo scrive:
    Uccidili tutti oggi... installa linux.
    ROTFL suppongo che sia più facile rubare codice *distribuendolo* piuttosto che nascondendolo :)
  • Anonimo scrive:
    una lettera di sco?
    come fanno i membri del congresso a prenderla sul serio? è come se i dirigenti parmalat scrivessero a tremonti per dargli consigli su come gestire il tesoro (è capace di ascoltarli)... ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: una lettera di sco?
      - Scritto da: Anonimo
      come fanno i membri del congresso a
      prenderla sul serio? è come se i
      dirigenti parmalat scrivessero a tremonti
      per dargli consigli su come gestire il
      tesoro (è capace di ascoltarli)...
      ;)Chi Tremonti? Potrebbe solo imparare :)
      • Anonimo scrive:
        Re: una lettera di sco?
        è da chi, visto che per la prima volta abbiamo superato Francia e germania nel rientro dei paramentri EU!
      • Anonimo scrive:
        Re: una lettera di sco?
        noi del nordest la pensiamo diversamente su Tremonti, sono applausi a sccena aperta, non perché è bello o bravo, perché ha fatto risparmiare molti soldini alle nostre imprese, senza rubarli o toglierli a nessuno e spingendo l'innovazione e gli investimenti.certo da qualche altra parte si aspettano i contributi, invece...(a prescindere dalle opinioni politiche)andrea
    • Anonimo scrive:
      Re: una lettera di sco?
      - Scritto da: Anonimo
      come fanno i membri del congresso a
      prenderla sul serio? è come se i
      dirigenti parmalat scrivessero a tremonti
      per dargli consigli su come gestire il
      tesoro (è capace di ascoltarli)...
      ;)E invece secondo me saranno in molti ad ascoltarla.Per gli americani, in questo momento, quello della sicurezza nazionale è un nervo scoperto.SCO ha deciso di giocare sporco e non è così scontato che alla fine gli vada male.
  • Anonimo scrive:
    SCRO mi ricorda ...
    ... il mio gatto quando per fare il figo e- caduto in acqua.Se continua in questo cadra' in una pentola bollente;)
    • bacarozz83 scrive:
      Re: spero
      spero che ci anneghi anche sco nell'acqua bollente!(linux)(linux)(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: SCRO mi ricorda ...
      a me invece ricorda Microsoft, stessi argomenti e stessa paura del SW open source, due facce della stessa medaglia?di chi e` veramente SCO?
      • Anonimo scrive:
        Re: SCRO mi ricorda ...
        Mi sembra sempre più chiaro che dietro tutta questa storia ci sia M$, hanno solo cambiato strategia prima attaccavano direttamente Linux poi visto che la cosa non solo non funzionava ma gli si ritorceva contro hanno preso SCO sull'orlo del collasso e l'hanno scagliata contro Linux (ma non pagherà neanche questa strategia)
        • Anonimo scrive:
          Re: SCRO mi ricorda ...
          concordo, in fin dei conti il sig. Gates può permettersi di compensare adeguatamente il sig. McBride per la figura che sta facendo con tutto il mondo...andrea
Chiudi i commenti