RANDOM/ Tap: arte wireless

I due ballerini virtuali sono l'ultimo progetto di Net Art del Dia Center di N.Y.


Roma – Il Dia Center for the Arts di New York ha lanciato venerdì sul proprio sito l?ultimo progetto di Net Art commissionato dal museo. Si tratta di Tap , un?opera realizzata da James Buckhouse con la collaborazione di Holly Brubach e l?ausilio di un programmatore e un noto ballerino-coreografo. L?autore ha creato due ballerini animati, un uomo e una donna, che lo spettatore può far danzare e recitare a suo piacimento. Tap però non viaggerà solo sulle reti telematiche, ma è studiato per essere usato anche da dispositivi portatili come i PDA. Gli utenti potranno inviarsi i due ballerini e scambiarsi le diverse coreografie che i danzatori virtuali hanno gradualmente imparato. (Valentina Tanni)

Il sito dell’iniziativa del Dia Center è disponibile qui .

a cura di RANDOM. Il notiziario della net.art

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    bellammerda
    il fatto che possano essere bastardi mi fa verametne turbinare i quaglioni ... perché se non fosse così, di per sé sarebbe un sistema eccellente.niente carta di credito, vai ad un qualche sportello o un qualche sito e paghi con il cellulare. fornisci il numero, loro ti dicono DA CHI (da che numero) ti arriverà un SMS e rispondendo paghi.figata.e invece devi rischiare che ti vendano servizi del kazzo.
    • Anonimo scrive:
      Re: bellammerda
      magari ti arriverà un sms con scritto "ciao mi chiamo Sonia e ho 25 anni, ti va di conoscermi?" tu gli risponderai "si, volentieri" ed ecco che loro ti abbonano a chissà quale servizio a tua insaputa.... altro che lanciafiamme
Chiudi i commenti