Reuters: cinguettare, ma con moderazione

Un pacchetto di linee guida per l'utilizzo dei social media da parte dei giornalisti dell'agenzia di stampa. Che dovrebbero evitare posizioni nette e soprattutto anticipare su Twitter gli stessi scoop di Reuters

Roma – In un contesto sempre più social come quello online, l’ultima tentazione dei giornalisti potrebbe provenire proprio da piattaforme come Twitter. Che potrebbero essere utilizzate dai reporter per esprimere opinioni personali o addirittura anticipare in esclusiva i fatti di cronaca più importanti. Ma ad agenzie di stampa come la britannica Reuters questa improvvisa apertura in Rete non sembra del tutto piacere .

È recente, infatti, un documento contenente alcune fondamentali linee guida a cui i giornalisti di Reuters dovranno attenersi per evitare fastidiose grane professionali. Linee guida sull’utilizzo dei cosiddetti social media. Un corpus di consigli ai dipendenti dell’agenzia di stampa, che dovrebbero innanzitutto tenere a mente il nucleo fondante della reputazione di Reuters: l’indipendenza da ogni faziosità .

A scanso di fraintendimenti, il documento di Reuters non ha voluto scoraggiare l’utilizzo delle varie piattaforme social , cruciali per raggiungere in tempo reale i lettori di tutto il mondo. I giornalisti dovrebbero tuttavia capire bene che non può esserci online una separazione netta tra ciò che abbraccia l’universo della sfera privata e quelle che attualmente sono le regole di imparzialità dell’agenzia di stampa.

Una delle raccomandazioni del blocco di linee guida è stata: pensate prima di postare qualcosa . Per Reuters non bisognerebbe mai cedere alla tentazione di commentare qualcosa con rabbia, né linkare notizie di dubbia provenienza, peggio ancora vere e proprie bufale.

Relativamente a Facebook , i giornalisti di Reuters dovrebbero prestare particolare attenzione ai gruppi ai quali decidono di iscriversi. Non solo, ma anche agli amici che decidono di aggiungere e a quelle specifiche informazioni personali richieste, come l’orientamento politico e religioso. Un altro consiglio ha poi sottolineato come sia necessario creare eventualmente due account diversi , di cui uno per poter esprimere pareri come privato cittadino.

Una specifica sezione del documento è stata poi dedicata interamente a Twitter. La piattaforma può essere usata per coprire eventi dal vivo, oppure per distribuire news già pubblicate. Ma rimane opportuno, per un giornalista, chiedere sempre il permesso ai vertici di Reuters prima di creare un account. Fermo restando che il marchio dell’agenzia di stampa dovrebbe sempre apparire vicino al nome.

Infine una domanda: è possibile dare l’esclusiva di una notizia via Twitter? Ecco la risposta di Reuters: “Come già previsto per le attività di blogging interne all’agenzia, bisogna assicurarsi di avere tra le mani del contenuto che sia stato già annunciato dai canali primari”. In inglese, don’t scoop the wire .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zuzzurro scrive:
    Alcune cosine...
    uso thunderbird e mi ci trovo benissimo. l'unico add-on che uso è quello che mi permette di avere un calendario per gli appuntamenti outlook-like (non ricordo il nome).Ho qualche mal di pancia in altri casi aziendali in alcuni casi di importazione/esportazione delle mail, per esempio:- un utente ha deciso di tornare ad Outlook. Non esistono strumenti gratuiti per l'esportazione diretta verso Outlook 2007 per esempio? la cosa più pratica è ricavare delle EML, importarle in O.Express (o programma analogo di MS) e importarle poi da outlook di office, che non so da quale versione non digerisce più gli EML (mime) e invece vuole il formato "MSG" (a quanto ho capito proprietario e umanamente "illeggibile").- non posso importare direttamente da un file di outlook se le due applicazioni sono installate sulal stessa macchina? Questo è triste se pensiamo "ok, io non installo office, uso openoffice e thunderbird e... come importo il mio archivio di outlook che mi ero salvato?"ora, non ci ho dedicato molto tempo a queste cose, e infatti ho messo i dovuti punti interrogativi (se qualcuno ne sa qualcosa :) ). però sarebbe bello che Thunderbird permettesse import & export in modo più evoluto e funzionale. Sicuramente il bacino di utenze si incrementerebbe di non poco...
    • zuzzurro scrive:
      Re: Alcune cosine...
      refuso (uffa la fretta):non posso importare direttamente da un file di outlook se le due applicazioni !NON! sono installate sulla stessa macchina?Chiedo scusa :)
      • Sky scrive:
        Re: Alcune cosine...
        Vedi se qui trovi la soluzione:http://forum.mozillaitalia.org/index.php?topic=14740.0oppure iscriviti al forum e cerca (prima di chiedere). Quest'argomento è molto gettonato.
        • zuzzurro scrive:
          Re: Alcune cosine...
          Già fatto, però fino a quando si tratta di OE nessun problema... i problemi sono quelli che ti ho detto su. Esistono dei software a pagamento, se è per questo, ma non ti sembra ridicolo?Sarebbe bello uno sviluppo interno a T.B. ... speriamo!
  • Davide27 scrive:
    Commento
    Bhè se gli sviluppatori dormono non è colpa loro come Tab Scope non era compatibile ,infatti ultimo riasaliva al Agosto 2009 ,uscita la 3.6 disabilitato pochi giorni dopo è uscita la versione compatibile ovverò la 0.3 Quindi sono gli sviluppatori che devono darsi una mossa .
    • c.la scrive:
      Re: Commento
      certo.. mi dò una mossa.paghi tu i giorni in cui mi devo assentare dal lavoro per fare lo sviluppo immediato dell'estensione?
      • lellykelly scrive:
        Re: Commento
        allora non la fai se non sei in grado
        • Sky scrive:
          Re: Commento
          - Scritto da: lellykelly
          allora non la fai se non sei in gradoSono in grado ma non posso lavorarci a tempo pieno, prima dovrei lavorare per vivere se permetti, poi devo pensare alla famiglia e poi alle estensioni.Non sono un dipendente di Mozilla Corporation e non sono pagato per lavorare su un'estensione che è frutto solo della mia volontà, del mio tempo e della mia passione.Deve entrarvi questo nella testa prima di esprimere il vostro (lecito) parere. Altrimenti potete darvi da fare anche voi, il codice è libero e chiunque può contribuire.
          • krane scrive:
            Re: Commento
            - Scritto da: Sky
            - Scritto da: lellykelly

            allora non la fai se non sei in grado
            Sono in grado ma non posso lavorarci a tempo
            pieno, prima dovrei lavorare per vivere se
            permetti, poi devo pensare alla famiglia e poi
            alle estensioni.Fai benissimo...GrazieNon dare retta ai troll.
  • Fray scrive:
    Mancanze Firefox 3.6, addons e bugs
    Falsissimo!Le estensioni su Firefox 3.6 sono spesso e volentieri NON compatibili.Utilizzare la 3.5.2-8 è d'obbligo, non è una scelta voluta.Che ripulissero il sito degli addons da tante estensioni vecchissime,per firefox 2.0 che manco è più supportato e fanno confusione.Devono compilare e commentare le schede degli addons e scrivere il PESO (in KB) dell'estensione che si va a scaricare (grave mancanza).Poi il pannello degli addons in Firefox deve scrivere quante estensioni sono installate in quel momento, Google Chrome lo fa: Estensione -
    Go Estensions!
    • Zio scrive:
      Re: Mancanze Firefox 3.6, addons e bugs
      E vorrei aggiungere: secondo voi Firefox non è diventato lento e pesante rispetto alle prime versioni?
      • Massimo scrive:
        Re: Mancanze Firefox 3.6, addons e bugs
        - Scritto da: Zio
        E vorrei aggiungere: secondo voi Firefox non è
        diventato lento e pesante rispetto alle prime
        versioni?Rispetto a firefox 2 sicuramente no. E' più snello e veloce. Rispetto alle prime vesioni di firefox 3 forse è più lento in avvio, ma più veloce nell'apertura delle pagine. Almeno questa è la mia sensazione. Comunque credo he poi la cosa più importante nell'uso sia la stabilità. Non sono quei 2 secondi in più in avvio che ti rovinano la vita... scusate, OT, trovo piuttosto ridicoli i benchmark che i vari produttori di browser esibiscono vantando che il loro browser ci impiega tot decimi di secondo in meno a renderizzare questo o quest'altro contenuto...chissenefrega? non sono mica le olimpiadi.
        • Zio scrive:
          Re: Mancanze Firefox 3.6, addons e bugs
          No no, non mi riferivo a nessun benchmark o misura particolare, semplicemente all'esperienza di utilizzo. Boh, sarà solo una mia impressione allora ;)
  • The Bishop scrive:
    Per la redazione
    "Lanikai introduce anche una misura di sicurezza che impedisce il download di estensioni prive di firma digitale o provenienti da server sprovvisti del protocollo SHTTP" Veramente il protocollo usato e' l'HTTPS non l'S-HTTP (ovvero il suo rivale ormai in disuso).
Chiudi i commenti