Salute, il futuro secondo Microsoft

Un video racconta la visione dell'azienda per il futuro, un certo futuro

Roma – Microsoft, come la rivale Google, sta investendo molto sul fronte della salute, vale a dire su servizi e tecnologie capaci di coniugare le esigenze dei pazienti con nuove opportunità di informazione e cura.

Un video che sta circolando in queste ore racconta in pochi minuti alcune delle idee e soluzioni sulle quali sta lavorando il big di Redmond.

Qui di seguito il video:

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dhcmrlchtdj scrive:
    La flat esiste già, economica e legale
    Si chiama emusic.com, ed è il secondo online store musicale dopo quello di Apple per numero di brani scaricati. L'acconto base costa $10 al mese (al cambio odierno sono solo sei euro e rotti) e dà diritto a scaricare 30 brani (40 per gli utenti di lunga data come me). I brani sono MP3 ad alta qualità (VBR, 192-256 kbps) senza alcun tipo di DRM. Se anche dovessi terminare l'abbonamento domani (e non ci penso nemmeno, ho una lunga lista di artisti da scaricare), mi terrei legalmente tutti e i 1200 brani scaricati finora.Da quanto sono abbonato a eMusic, il mio panorama musicale si è considerevolmente allargato, e la mia spesa ridotta drasticamente (non riesco a credere quanti soldi spendevo prima in CD).Certo è che eMusic è per gli amanti della musica indipendente, di quelli che passano ore a leggere recensioni o frequentare last.fm. Non ci troverete virtualmente niente di mainstream: se si vede su MTV, eMusic non lo vende.
  • andrea scrive:
    Re: La flat musicale c'è già
    - Scritto da: Cassio
    Ma non è una perdita per le major,
    perché comunque il ragazzino non avrebbe mai
    comprato i relativi
    dischi!La penso anch'io così. Non sono più un ragazzino, ma comunque o ascolto mp3, oppure, se non posso, va bene la radio, non è che vado a comprarmi il cd.Ma ovviamente ognuno fa i suoi interessi e le Major fanno finta di non capire.
    • luxgraph scrive:
      Re: La flat musicale c'è già
      purtroppo quando un sistema viene intaccato alla radice si produce un effetto contrario altrettanto forte , ed e' quello che stanno facendo le major da anni , senza capire che se non cambiaranno atteggiamente radicalmente produrranno tra gli utenti esattamente l'effetto opposto di quello sperato. e poi basta con questa storia che bisogna pagare ogni cosa anche se non interessa , e che chiedo una roaylty per questo messaggioo scritto solo perche' e' su internet ? e' opera di ingegno ancheque sto o no? chi lo decide ? perche' devo pagare per scaricare un pezzo musicale che ascolto 1000 vote in radio o un pezzo di 20 o 30 anni fa' .. mi sa' che il sistema non funziona piu' ...
  • frank kronoputer scrive:
    abbonamento = suicidio
    Ma chi vuole fare abbonamenti? al limite la musica si potrebbe comprare col drm, al meglio senza drm, ma mai in abbonamento. La flat e' cio' che vogliono le majors, sarebbe il meglio per loro ed il peggio per gli utenti che cosi' esaudirebbero i desideri delle case discografiche che vorrebbero la musica in affitto. La musica secondo loro e' di esclusiva proprieta' delle case e viene venduto solo il diritto ad ascoltare ma neanche con troppa gente a fianco e senza poter replicare o scambiare... Gli utenti ascoltatori invece da sempre vogliono acquisire i brani per sempre nella propria libreria personale, senza limitazioni. Abbonandosi vorrebbe anche dire che si potrebbe spendere magari 2000 euro per poi ad un certo punto, dopo anni, avere un pugno di mosche in mano... e neanche 1 brano in libreria...
    • andrea scrive:
      Re: abbonamento = suicidio
      - Scritto da: frank kronoputer
      Abbonandosi
      vorrebbe anche dire che si potrebbe spendere
      magari 2000 euro per poi ad un certo punto, dopo
      anni, avere un pugno di mosche in mano... e
      neanche 1 brano in
      libreria...
  • Sbronzo di Riace scrive:
    Fate così
    fate un abbonamento al Music Store di Media World di un mese ascoltate le canzoni che volete e le registrate con uno dei tanti programmi che permettono di registrare direttamente dalla scheda audio.I file in streaming di mediaworld sono a 192 kbps http://altagradazione.blogspot.com/
    • frank kronoputer scrive:
      Re: Fate così
      192 cosa ? se sono mp3 e' un servizio scadente, se invece si tratta di AAC allora se ne puo' discutere, se poi sono almeno con bitrate da 256 allora si puo' parlare di brani con qualita' itunes store di apple (quelli senza drm).
  • mirkojax scrive:
    non capisco dov'e' la notizia!
    gia da anni ci sono servizi quali rhapsody.com, napster.com, yahoo unlimited dove e' possibile abbonarsi e scaricare tutta la musica che si vuole pure sul proprio lettore mp3. Napster parte da 12$ al mese. Quando uno smette di pagare smette anche la musica di funzionare a meno che te la compri.. yahoo mi pare volesse 75 cents a canzone.Napster e yahoo (provati entrambi quando avevo il pc) usano il DRM coi wmv, rhapsody va anche su mac ma non l'ho ancora provato.Invece la sony ora si sveglia alla mattina e grida al miracolo? bohhh
    • frank kronoputer scrive:
      Re: non capisco dov'e' la notizia!
      Sono tutti servizi pessimi, a completo favore delle majors, e falliti miseramente; a morte le flat!
  • renatone scrive:
    musica gratis legalmente
    Volete scaricare musica gratis con bitrate 196kbps andate a vedere il sito downlovers.it il quale dopo previa registrazione potete scaricare musica vedendo la pubblicità
    • c1p8 scrive:
      Re: musica gratis legalmente
      - Scritto da: renatone
      Volete scaricare musica gratis con bitrate
      196kbps andate a vedere il sito downlovers.it il
      quale dopo previa registrazione potete scaricare
      musica vedendo la
      pubblicitàE' vero, lo uso da un po', non ci trovi certo tutta la musica disponibile su iTunes ma ce n'è veramente molta.Il problema a mio avviso è la mancanza di compatibilità col mondo Apple :°-(
      • frank kronoputer scrive:
        Re: musica gratis legalmente
        Non condivido poiche' oltretutto apple da tempo offre brani a pagamento, senza drm, in formato AAC, per cui migliore del mp3, ed in bitrate da 256 , per cui migliore di 192, comunque quell'offerta con pubblicita' essendo gratis e' un grosso passo avanti... poi se uno vuole avere la qualita' se la paga su itunes store....
  • Mr Him scrive:
    alterantiva
    X eur ogni X ore di musica.senza DRM a tempo ma solo watermarking.
  • Funz scrive:
    Funzionerà con tutto?
    Molto probabilmente questi brani gireranno solo su Windows, forse Macintosh, su Ipod e pochi altri lettori mp3 abilitati al DRM (e per il quale avrete pagato le dovute royalty).Vecchi lettori mp3? NoCD masterizzato sullo stereo, sul dvd da salotto o in autoradio? NisbaLinux e altri SO? FiguriamociMi sbaglio?Aggiungo:Non mi piace per niente l'idea di non *possedere* la musica che ascolto, ma di avere solo una licenza di utilizzo revocabile in qualunque momento, tipo certo software insomma...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 marzo 2008 10.15-----------------------------------------------------------
  • Francesco scrive:
    Non capisco la differenza
    Non capisco la differenza con i servizi di abbonamento attuali, tipo MSN ascolto illimitato. Che si potrebbe portare anche sui player?E non comprendo sinceramente neanche la paura che la "library" si volatilizzi: mi pare ovvio che non si acquista un brano, ma un abbonamento ad un servizio, e quindi se non paghi più non usufruisci più.E' come se si volesse avere il diritto di vedere un canale di sky anche dopo aver disdetto il servizio.Ma rispetto ad una TV satellitare vedo, in più:- Un prezzo molto più accessibile (6-8 euro contro... quanto costa un abbonamento base a Sky? 25 euro?)- La possibilità di scegliere ciò che si vuole esattamente quando lo si vuoleIo sto sperimentando un abbonamento di ascolto illimitato, nell'ottica che mi ascolto tutto quello che mi pare fino a che sono davanti al pc (in ufficio, ma anche a casa dove il pc è parte integrante del salotto, quindi connesso all'amplificatore) e se mi piace qualcosa me la compro e la tiro giù sul lettore.In sostanza a me pare un possibilità positiva.Ciao,Francesco
    • gerry scrive:
      Re: Non capisco la differenza
      - Scritto da: Francesco
      E non comprendo sinceramente neanche la paura che
      la "library" si volatilizzi: mi pare ovvio che
      non si acquista un brano, ma un abbonamento ad un
      servizio, e quindi se non paghi più non
      usufruisci
      più.
      E' come se si volesse avere il diritto di vedere
      un canale di sky anche dopo aver disdetto il
      servizio.E' un paragone sbagliato, perchè paragoni due modelli di fruizione diversi.Se tu fai un abbonamento a sky ti aspetti una televisione, con contenuti di pregio, ma sempre una televisione.Se stasera passa qualcosa che mi piace, mi siedo in poltrona e me lo guardo.Non è on-demand, fruisci quando il palinsesto te lo permette e ne sei consapevole. Se invece ti faccio scaricare una canzone, te la faccio mettere nell'iPod, te la lascio insomma è perchè punto sull'idea di possesso.La musica la devi possedere, pochi si accontenterebbero di quello che passa il convento.Certo, se disdici l'abbonamento puoi sempre rifarti la library con qualcun'altro, ma è sempre uno sbattimento.E poi se il tuo abbonamento non offre un gruppo che ti piace perchè non ci sono accordi di licenza cosa fai? Ne fai due o tre?E poi, ripeto, se saltano gli accordi fra major e il tuo abbonamento un giorno non propone più l'artista X?Loro dalla library li devono togliere e tu ti trovi con un servizio ridotto e non per tua volontà.E' tutta una serie di frustrazioni che rendono il servizio un probabile fallimento.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 marzo 2008 11.08-----------------------------------------------------------
    • gerry scrive:
      Re: Non capisco la differenza
      - Scritto da: Francesco
      In sostanza a me pare un possibilità positiva.In reltà il discorso sarebbe pure interessante in un ottica particolare, cioè per quella musica che voglio "provare" o che non mi interessa particolarmente tenere.In questo caso si potrebbe anche valutare, certo se il prezzo è molto interessante.Però non è un'alternativa al CD, quello che voglio tenere per me non deve essere legato ad un contratto a tempo.
    • frank kronoputer scrive:
      Re: Non capisco la differenza
      - Scritto da: Francesco
      E' come se si volesse avere il diritto di vedere
      un canale di sky anche dopo aver disdetto il
      servizio.Si puo' fare ed e' legale: basta registrare il film, magari su DVD direttamente in digitale.. poi lo si guarda quando si vuole. Comunque e' un paragone sballato, non c'entra niente.
      Ma rispetto ad una TV satellitare vedo, in più:
      - Un prezzo molto più accessibile (6-8 euro
      contro... quanto costa un abbonamento base a Sky?
      25
      euro?)Non voglio difendere skytv ma questa ti offre ad un prezzo paragonabile (15 euro per il base) decine di canali che equivalgono a circa un migliaio di ore di video al mese. Prova a scaricare un migliaio di ore di film, non so che connessione hai... pero'.... l'offerta di skytv non e' paragonabile per tipologia ma e' molto competitiva ed e' superiore per contenuti/mese... Senza contare che come scritto in precedenza e' possibile registrare su hd o dvd,legalmente , il tutto.
      - La possibilità di scegliere ciò che si vuole
      esattamente quando lo si
      vuoleMai sentito Pay per view ? esiste da anni via satellite da skytv ed altri fornitori, come pure via cavo (fastweb) ed inoltre e' tutto registrabile.

      Io sto sperimentando un abbonamento di ascolto
      illimitato, nell'ottica che mi ascolto tutto
      quello che mi pare fino a che sono davanti al pc
      (in ufficio, ma anche a casa dove il pc è parte
      integrante del salotto, quindi connesso
      all'amplificatore) e se mi piace qualcosa me la
      compro e la tiro giù sul
      lettore.Ugualmente a quanto accade se ad esempio si ascolta una radio in digitale su skytv, con un abbonamento si hanno decine di radio tematiche in qualita' digitale, con la differenza che si puo' registrare tutto, e che si hanno sia contenuti audio che video con lo stesso abbonamento.
  • gerry scrive:
    Pesca all'utente
    Gli 8 euro/mese sono adesso ma nessuno ti garantisce che il contratto rimane quello.Se fra 5 anni diventano 30 o 40 cosa fai, butti nel mare la tua library?La musica sembra sempre di più un numero di telefono, fra un po' cominceremo a sentir parlare di playlist portability (rotfl)E se qualche casa di produzione litiga con la BGM e non gli rinnova i diritti di riproduzione cosa succede?Avrai pezzi di playlist che spariscono dalla sera alla mattina?
    • frank kronoputer scrive:
      Re: Pesca all'utente
      La stessa pesca all'utente che ha fatto microsoft in passato, costringendo poi i malcapitati a dover sottostare a tutti gli umori di gates. Poi la gente si e' accorta dell'opensource. Vediamo anche per la musica di non fare lo stesso errore e pensare direttamente alla musica come opensource...
  • e quindi scrive:
    con DRM se la possono tenere
    ma chi è che vuole mettersi in tasca una mela attaccata al filo del negoziante, che quando vuole il negoziante tira il filo e se la rimette in tasca?e se la mangi? sei come il pesce con l'amo
    • pentolino scrive:
      Re: con DRM se la possono tenere
      quoto in pieno
    • fabianope scrive:
      Re: con DRM se la possono tenere
      - Scritto da: e quindi
      ma chi è che vuole mettersi in tasca una mela
      attaccata al filo del negoziante, che quando
      vuole il negoziante tira il filo e se la rimette
      in
      tasca?

      e se la mangi? sei come il pesce con l'amociao, ti quoto anche perche' poi nessuno ci assicura a priori che il prezzo rimarra' quallo....se gli affari vanno male potrebbero infatti anche ritoccarlo e di molto.io parlo per la musica classica: preferisco ancora il cd o il buon vecchio vinile, anche perche' -detta semplice semplice- lo "sbatto" sul piatto quando ho voglia senza preoccuparmi se ho rinnovato o non rinnovato un eventuale abbonamento per la sua fruizione.ciao,fabianope
  • stark scrive:
    Cosa proponete?
    Mi pare una notizia che indica una vera novità da molti anni a questa parte.Io non compro un CD da parecchio tempo e scarico col mulo perchè ritengo una vergogna il prezzo dei CD ma una flat del genere mi pare positiva.Invece di un abbonamento cosa proponete? Si paga un mese, 6 euro, uno si tira giù tutto il catalogo e arrivederci e grazie? Ma dai!!! :D :D :DA sto punto è più dignitoso il P2P ;)Se l'unica soluzione che molti propongono è quella di continuare a rubacchiare la musica col muletto poi non lamentimoci di repressione ecc..
    • e quindi scrive:
      Re: Cosa proponete?
      - Scritto da: stark
      Mi pare una notizia che indica una vera novità da
      molti anni a questa
      parte.con DRM non è una novità, ci provano sempre e a nessuno ,che capisca cosa vuol dire, interessa.inoltre paghi meno di un cd, ma tu compri un cd al mese? io no.e se non sei abbonato non puoi più ascoltare.quindi per me di interesse zero, quasi offensivo
      Io non compro un CD da parecchio tempo e scarico
      col mulo perchè ritengo una vergogna il prezzo
      dei CD ma una flat del genere mi pare
      positiva. senza drm si, con no .
      Invece di un abbonamento cosa proponete?prova un po' a indovinare eh? da quanto lo diciamo? da 12 anni?DIABBASSAREI MALEDETTI CAZZO DIPREZ-ZI4 euro per un cd più vecchio di 3 anni, 7 euro per un cd nuovo, 10 per un doppio cd.materiale di qualità e niente fuffae niente fregature per gli artisti; una volta rientrati dei costi e di una percentuale di guadagno quelli delle case discografiche non dovrebbero avere diritti esclusivi e soprattutto non sulla riproduzione dei testi (men che meno di "concedere" la stampa del libretto!!)
      Si paga
      un mese, 6 euro, uno si tira giù tutto il
      catalogo e arrivederci e grazie? Ma dai!!! :D :D
      :D
      A sto punto è più dignitoso il P2P ;)vedi sopra
      Se l'unica soluzione che molti propongono è
      quella di continuare a rubacchiare la musica col
      muletto poi non lamentimoci di repressione
      ecc..quando i cd sono buoni e costano il giusto, sono una alternativa 100000 volte migliore dei download illegali.niente drm, niente sistemi di copia, prezzi che i consumatori accettino, sono anni e anni che lo si dice.
      • msdead scrive:
        Re: Cosa proponete?
        Come da titolo...una vera flat musicale rimane un sogno!Do ragione a chi ha detto "certo 6 euro al mese o 8 ok ma la gente non compra un cd al mese!", inoltre se condita di DRM, anche molto più sopportabili che assomigliano molto agli abbonamenti annuali dei software, rimane comunque il fatto che una flat così con DRM è destinata, sì a competere col filesharing, penso però che sia molto difficile che vada avanti per molto tempo perchè, questo drm è come la durata degli abbonamenti annuali dei software, i programmi vengono prima o poi craccati e quindi anche il DRM così, come già qualcuno ha detto, dura il tempo che dura fino al suo smantellamento, diverso sarebbe il concetto di una flat di 5 euro (o degli stessi prezzi citati prima) incluso nell'abbonamento internet. Uno paga l'abbonamento internet ma in cambio scarica tutto, senza drm e che quindi ha un enorme vantaggio in quanto i brani durerebbero a vita e dovunque...diciamo che così, senza drm, la gente ci si butta senza dire nulla piuttosto che ritrovarsi una cosa come il comprarsi ogni mese un brano limitato che dura che so...1 mese, 2 mesi, che se va in vacanza a metà dell'abbonamento e arriva alla fine mentre è al mare, per dire, non può ascoltare più niente...certo se arriva il crack uno poi lo usa ma non vedo perchè mettere in piedi un sistema che, forse, non sarebbe poi una così bella manna dal cielo...non ci vuole molto a capire che uno preferisce 6 euro al mese ma pigliarsi musica che dura in eterno piuttosto che 6 euro al mese per musica che, anche se gira ovunque, ha un tempo limitato...certo è come l'abbonamento a sky, alla RAI, ai programmi e così via ma è anche vero che una volta che uno si è abbonato alla RAI all'inizio dell'anno è a posto fino all'anno successivo, uguale SKY e i programmi non vengono comprati ogni mese...anche se costano 20,30 o 40 euro contro i 500 euro e passa degli altri!!Apprezzo però che le major abbiano intenzione di cambiare ma dovrebbero anche dettare le regole alle loro associazioni che le proteggono, perchè RIAA,MPAA ecc potrebbero essere le scuse e cause delle loro perdite dati i loro comportamenti e magari non è il filesharing l'unica causa dei mancati introiti ma anche i metodi usati dalle associazioni per proteggere le opere e i contenuti stessi.Implementare un sistema del genere sarebbe abbastanza inutile perchè allora ogni apparecchio (stereo, lettore ecc) deve riconoscere se quel brano è ancora attivo o meno e quindi collegato ad internet uno stereo o lettore cd ecc ce lo vedo come un pollo cotto al punto giusto in mezzo a un branco di gatti...questa idea funziona ma senza usare i DRM, anche perchè trovata la protezione, trovato l'inganno e magari la gente non compra per il DRM, oppure compra quando prima si è procurata il metodo per craccare la limitazione, come avviene per i programmi.L'idea non è male ma se venisse applicata all'abbonamento internet con le stesse cifre e senza DRM, sarebbe più sopportabile, certo rimane il fatto che la gente non compra cd audio, film o programmi ogni mese ma intanto uno si piglia la musica e quello che vuole e lo usa dove vuole, quanto vuole e per sempre.
    • paperoliber o scrive:
      Re: Cosa proponete?
      Scusa ma a parte che all'inizio dell'articolo viene detto che la musica sarà compatibile con qualunque lettore MP3 compreso l'IPOD, come fa a scadere una canzone, cos'à un orologino dentro ogni brano che dopo tale data esplode...??? Come fa a sapere il mio lettore mp3 trovato dentro al DASH (per fare un esempio) che l'album dei REM che ha dentro è ancora buono o meno ???? Poi comunque basta riregistrarle con altri lettori software si perderà un pò di qualità ma perdono anche i DRM, che poi saranno sicuramente crakkati da qualcuno a breve.
      • webwizard scrive:
        Re: Cosa proponete?
        - Scritto da: paperoliber o
        Scusa ma a parte che all'inizio dell'articolo
        viene detto che la musica sarà compatibile con
        qualunque lettore MP3 compreso l'IPOD, come fa a
        scadere una canzone, cos'à un orologino dentro
        ogni brano che dopo tale data esplode...??? Come
        fa a sapere il mio lettore mp3 trovato dentro al
        DASH (per fare un esempio) che l'album dei REM
        che ha dentro è ancora buono o meno ???? Tanto per cominciare, potrebbero dirti che sono scaricabili solo su lettori che supportano il loro DRM e che periodicamente devi validare i pezzi collegando il lettore al PC. Potrebbe essere un esempio.
        Poi
        comunque basta riregistrarle con altri lettori
        software si perderà un pò di qualità ma perdono
        anche i DRM, che poi saranno sicuramente crakkati
        da qualcuno a
        breve.Parli comunque di un sistema che va crackato ed, alla fine, è senza DRM. Allora non cambia niente da oggi.
    • pippo scrive:
      Re: Cosa proponete?

      Mi pare una notizia che indica una vera novità da
      molti anni a questa
      parte.Veramente esiste già emusic da un bel pezzo!!!Fa proprio quello: una flat con MP3 liberi e TUOI!!!(love)(love)(love)
    • gerry scrive:
      Re: Cosa proponete?
      - Scritto da: stark
      Mi pare una notizia che indica una vera novità da
      molti anni a questa
      parte.Non funzionerà, può andare molto bene per i film ma non per la musica.Io mi troverei a disagio se possedessi una library che da un giorno all'altro può svanire nel nulla.
    • Mr Him scrive:
      Re: Cosa proponete?
      - Scritto da: stark
      Mi pare una notizia che indica una vera novità da
      molti anni a questa
      parte.
      Io non compro un CD da parecchio tempo e scarico
      col mulo perchè ritengo una vergogna il prezzo
      dei CD ma una flat del genere mi pare
      positiva.
      Invece di un abbonamento cosa proponete? Si paga
      un mese, 6 euro, uno si tira giù tutto il
      catalogo e arrivederci e grazie? Ma dai!!! :D :D
      :D
      A sto punto è più dignitoso il P2P ;)

      Se l'unica soluzione che molti propongono è
      quella di continuare a rubacchiare la musica col
      muletto poi non lamentimoci di repressione
      ecc..esattamente questo ma senza DRM.piuttosto che mi facciano pagare 10eur ogni N ore di musica che scarico
  • Roby10 scrive:
    soldi per sempre??
    Cioè, fatemi capire, io pago 8 euro al mese vita natural durante, e scarico quel che mi pare, poi se tra 2-3 anni mi stanco e vado a vivere in una baia in brasile senza connessione, portando il mio caro hard disk con 100Gb di musica scaricata e pagata legalmente, questi smettono di funzionare??
    • carobeppe scrive:
      Re: soldi per sempre??
      Mi pare che sia proprio così. E conta che non puoi neanche permetterti il lusso di masterizzare i file ed ascoltarteli in macchina anche se paghi l'abbonamento (cosa che faccio coi normali CD che acquisto e che converto in mp3 per praticità). Fai te...
    • codroipo scrive:
      Re: soldi per sempre??
      - Scritto da: Roby10
      Cioè, fatemi capire, io pago 8 euro al mese vita
      natural durante, e scarico quel che mi pare, poi
      se tra 2-3 anni mi stanco e vado a vivere in una
      baia in brasile senza connessione, portando il
      mio caro hard disk con 100Gb di musica scaricata
      e pagata legalmente, questi smettono di
      funzionare??Consideralo l'equivalente musicale di un abbonamento a sky
      • bah scrive:
        Re: soldi per sempre??
        - Scritto da: codroipo
        - Scritto da: Roby10

        Cioè, fatemi capire, io pago 8 euro al mese vita

        natural durante, e scarico quel che mi pare, poi

        se tra 2-3 anni mi stanco e vado a vivere in una

        baia in brasile senza connessione, portando il

        mio caro hard disk con 100Gb di musica scaricata

        e pagata legalmente, questi smettono di

        funzionare??

        Consideralo l'equivalente musicale di un
        abbonamento a
        skysi però sky lo posso registrare su dvd/vhs , basta collegare 4 cavi !
        • gianni a scrive:
          Re: soldi per sempre??
          legalmente non credo tu possa, come non puoi registrarti l'audio di canzoni con DRM, ma pure qui collegando anche meno cavi (ne basta uno solo) ti registreresti quello che vuoi come su sky passando da analogico (ma appunto legalmente non potresti)
          • pegasus2000 scrive:
            Re: soldi per sempre??
            - Scritto da: gianni a
            legalmente non credo tu possa, Come non si può registrare da Sky...Si può eccome, non si potrebbe creare la propria copia privata se non si pagasse l'abbonamento...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 marzo 2008 10.44-----------------------------------------------------------
          • frank kronoputer scrive:
            Re: soldi per sempre??
            Non spariamo fantalimitazioni tecno-legali...Su skytv da sempre si puo' registrare, senza passare dall'analogico, direttamente in digitale dal mpeg ricevuto via satellite e direttamente su dvd o hd, e senza macrovision o fuffa simile. Alternativamente esistono pure offerte di registrazione dei programmi di skytv direttamente in digitale e direttamente online su un hd in remoto....Quella delle majors della musica non e' assolutamente la stessa cosa... paragone sballato, da scartare.
        • gerry scrive:
          Re: soldi per sempre??
          - Scritto da: bah
          si però sky lo posso registrare su dvd/vhs ,
          basta collegare 4 cavi
          !Se non ha macrovision...
    • e quindi scrive:
      Re: soldi per sempre??
      - Scritto da: Roby10
      Cioè, fatemi capire, io pago 8 euro al mese vita
      natural durante, e scarico quel che mi pare, poi
      se tra 2-3 anni mi stanco e vado a vivere in una
      baia in brasile senza connessione, portando il
      mio caro hard disk con 100Gb di musica scaricata
      e pagata legalmente, questi smettono di
      funzionare ?? yeah, it's DRM baby ;)
    • kattle87 scrive:
      Re: soldi per sempre??
      già... bello vero?Beh comunque dalla baia per sfogarti potrai giocare al tiro al piattello....Sì, coi piattelli dell'HardDisk!!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 marzo 2008 09.07-----------------------------------------------------------
    • Wolf01 scrive:
      Re: soldi per sempre??
      Vorrà dire che aspetteremo DVDJon che tirerà fuori dal suo cappello un altro bel tool per pulire dal drm le canzoni legalmente acquistate... quando compro qualcosa ne voglio fare l'uso che voglio, altrimenti non la compro... o la compro e la cracco come faccio con la starforce visto che non mi va di rischiare un altro lettore per un gioco originale che dovrebbe funzionare
  • carobeppe scrive:
    Perché pagare quando esiste già gratis?
    Ma scusate... basta farsi un po' furbi e si può avere già quasi tutto e subito in maniera legale:Materiale occorrente:- Total Recorder- Connessione ad internet- Un po' di pazienzaIngredienti: andare su www.deezer.com; da lì si può ascoltare tutta la musica che si vuole a gratis (vi sono anche diversi gruppi poco conosciuti italiani, per dire). E registrare il tutto! Il sito è legale, registrare per uso personale pure...
    • du.demon scrive:
      Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
      Non vuole essere una provocazione: ma a che bitrate passa la musica da quella webradio? Capisco che per ascoltarla da pc vaa benissimo, e che anche come "strumento di valutazione" per l'eventuale acquisto sia sufficiente. Solo che...ci eravamo abituati bene.A proposito, anche total recorder si paga...:)du.demon
      • carobeppe scrive:
        Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
        Ciao,total recorder si paga...una tantum! E comunque ci sono anche alternative gratis che non fanno cose identiche ma con una buona scheda audio la differenza si nota poco (audacity è open source ad esempio). Il bitrate ad orecchio pare essere 128kbps, non è il massimo in effetti, ma fino a dieci anni fa usavamo ancora le cassette e fino a venti i giradischi. Non ho detto che può essere la panacea a tutti i mali, ma la soluzione di ascoltare la musica finché pago l'abbonamento è allucinante... i miei vecchi e fruscianti LP dei pink floyd dei mei genitori, se voglio, li posso ascoltare ancora a distanza di trent'anni!!!
        • du.demon scrive:
          Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
          Conosco le alternative freeware, la mia era una battuta. E concordo anche con l'assurdità della proposta con scadenza. Beh, vediamo se hanno Branduardi...du.demon
        • e quindi scrive:
          Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
          - Scritto da: carobeppe[...]Il bitrate ad orecchio pare essere
          128kbps, non è il massimo in effetti, ma fino a
          dieci anni fa usavamo ancora le cassette e fino a
          venti i giradischi.veramente un audiofilo oggi usa ANCORA il giradischi e un buon dolby-C con i nastri giusti e l'impianto giusto va MEGLIO di un mp3 cbr 128.non valutare sul pc, quando compri una cosa poi la porti su qualsiasi supporto.ti sei procurato musica a qualità orrenda e domani la vuoi sentire sull'impianto buono? fa schifo.la vuoi comprare? non esiste più da 3 anni.ragazzi, ormai o scaricate dai CBR-192 in poi oppure dei VBR fatti come dio comanda (il dio dell'audio) - che siano estratti senza problemi - oppure passate al lossless: APE, FLAC, WAVPACK ... eccetera.oggi magari vi basta ascoltare due note, ma domani potreste volere quella musica e non trovarla più. A chi la vende questo non interessa, è il loro lavoro, e per pochi è la passione.E' possibile nell'epoca della duplicazione a portata di tutti che ci siano degli "album introvabili" o dei libri "introvabili" ??? Non esiste!!!!! è un insulto alla cultura!
          Non ho detto che può essere
          la panacea a tutti i mali, ma la soluzione di
          ascoltare la musica finché pago l'abbonamento è
          allucinante... i miei vecchi e fruscianti LP dei
          pink floyd dei mei genitori, se voglio, li posso
          ascoltare ancora a distanza di
          trent'anni!!!e se vuoi possono anche non essere frusciantidipende dall'impiantoma normalmente chi ama il vinile si gode tuttoper favore andate a leggervi la recensione di EAC su pi download, e imparate, non dimenticatevi!!! la qualità sta tornando bassa e tutti stanno stolidamente senza far nulla!http://www.pidownload.it/cerca.aspx?s=EAC+OR+monkey&t=5&o=1
          • pippo scrive:
            Re: Perché pagare quando esiste già gratis?

            [...]Il bitrate ad orecchio pare essere

            128kbps, non è il massimo in effetti, ma fino a

            dieci anni fa usavamo ancora le cassette e fino
            a

            venti i giradischi.

            veramente un audiofilo oggi usa ANCORA il
            giradischi(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            e un buon dolby-C con i nastri giusti e
            l'impianto giusto va MEGLIO di un mp3 cbr
            128.Vorrei ben vedere :D
        • pegasus2000 scrive:
          Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
          - Scritto da: carobeppe
          Il bitrate ad orecchio pare essere
          128kbps, non è il massimo in effetti...Confermo, MP3 con bitrate a 128kbps (ma si può fare anche di meglio), registrando le canzoni su deezer (ex-blog-musik) con audacity viene fuori un discreto lavoro, se uno non pretende la qualità CD.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 marzo 2008 10.08-----------------------------------------------------------
        • Overture scrive:
          Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
          Audacity è in grado di catturare l'audio come total recorder ?
          • pegasus2000 scrive:
            Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
            Certo che sì!
          • Overture scrive:
            Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
            (su linux) dove ?
          • deeeeeeeee scrive:
            Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
            butta un occhio qua http://www.emillo.net/ sicuramente trovi qualcosa
          • Overture scrive:
            Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
            Non ho trovato niente di utile...
          • pegasus2000 scrive:
            Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
            - Scritto da: Overture
            (su linux) dove ?Hai litigato con google? ;)http://audacity.sourceforge.net/download/linux
    • webguide scrive:
      Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
      Anche le radio via internet, ascoltate e registrate con Raimaradio sono un'ottima soluzionehttp://www.raimasoftware.com/
    • Gauss scrive:
      Re: Perché pagare quando esiste già gratis?
      Ora ho capito chi mette nel p2p quelle merd* di radio rip da far rabbrividire!Ascoltare musica dev'essere un piacere..piuttosto mi vado a comprare il CD al negozio...1 all'anno ovviamente! (ora col p2p manco quello)..e c'è chi dice che la pirateria non genera mancate vendite!
Chiudi i commenti