Samsung acquista Harman e si tuffa nell'automotive

L'acquisizione della società statunitense leader nel settore dell'infotainment integrato e dei sistemi di sicurezza connessi per le auto pone l'azienda sudcoreana in una posizione di enorme vantaggio rispetto alla concorrenza

Roma – Con un comunicato congiunto , Samsung ha annunciato l’acquisizione del gruppo Harman per la cifra di circa 8 miliardi di dollari statunitensi , che corrispondono a un prezzo di 112 dollari per azione. Ad operazione conclusa, come si legge nel comunicato ufficiale, Samsung avrà una presenza significativa “nel crescente mercato delle tecnologie connesse, in particolare in quello dell’elettronica per l’automobile”, settore ritenuto prioritario nelle strategie dell’azienda sudcoreana che pensa così di superare un giro di affari di 100 miliardi di dollari entro il 2025.

Harman Connected Car

La mossa di Samsung coglie di sorpresa la rivale Apple, la quale ha fatto solo piccole acquisizioni nel corso degli ultimi anni, oltre ad avere assunto alcune delle migliori menti del settore automobilistico per portare avanti i suoi progetti, con qualche passo indietro . Quella della sudcoreana è invece la più grande acquisizione di sempre. Harman International Industries Inc. è tra l’altro presente nel settore automobilistico da diverso tempo, grazie a prodotti destinati all’intrattenimento e ai servizi connessi. Samsung potrà inoltre contare su “8.000 progettisti software e ingegneri” in grado di esprimere un potenziale elevato e che “contribuiranno a realizzare la prossima generazione di esperienze di consumo e aziendali cloud-based”, oltre a creare “servizi end-to-end per il mercato automobilistico attraverso la convergenza di progettazione, dati e dispositivi”.

Con l’accordo, Samsung spera di sposare i sui veloci microprocessori con la tecnologia software di Harman per i sistemi di infotainment e dei veicoli “per offrire alle case automobilistiche una connettività più avanzata”, ha dichiarato Young Sohn, presidente e Chief Strategy Officer di Samsung, in un’intervista telefonica a Bloomberg , aggiungendo che “Non si tratta di sinergie di costo, bensì di approfittare di ciò che Harman ha costruito” per trasformare le auto attraverso la tecnologia connessa”.

Harman Connected Car

Si tratta del primo accordo da quando Jay Y. Lee è entrato a far parte del consiglio, dimostrando uno stile di gestione diverso da quello del padre. L’affare è stato infatti ritenuto aggressivo da Kang Parco-ho, analista di Daishin Securities Co , il quale ritiene che Samsung stia cercando un nuovo motore di crescita fuori dal mercato degli smartphone, soprattutto dopo lo smalto perso per il caso del Galaxy Note 7 . Samsung va infatti ad aggiungersi a una crescente lista di aziende hi-tech che stanno spostandosi nel settore dell’automotive, in particolare in quello delle auto elettriche e della guida autonoma, nel quale gli unici prodotti che hanno raggiunto i clienti sono quelli di Elon Musk e della sua Tesla Motors Inc.

L’acquisizione di Harman offre a Samsung una sponda nel mercato della tecnologia automobilistica che le permetterà molto probabilmente di affrancarsi dalla sua dipendenza dal mercato degli smartphone, che si trova in una fase di contrazione tanto che si è iniziato a parlare di crisi . Samsung è il più grande fornitore al mondo di display e memorie per dispositivi mobile, posizione che fa sì che l’azienda risenta immediatamente delle flessioni del mercato. Harman è invece leader nel mercato delle soluzioni di auto connesse. Sono oltre 30 milioni i veicoli equipaggiati con i suoi sistemi telematici e audio connessi, mentre il portafoglio degli ordini per il mercato auto è di 24 miliardi di dollari al 30 giugno 2016. Le tecnologie della società statunitense si integrano perfettamente con quelle di Samsung, tanto che l’unione delle forze porta a una “naturale estensione della strategia automobilistica”, accelerandola, ha dichiarato il vice presidente Samsung Kwon Oh-hyun, aggiungendo che “Harman costituisce un’immediata solida base per far crescere la piattaforma automobilistica di Samsung”.

Thomas Zaffino

Fonte immagini

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • xte scrive:
    Aperto, per tutti -- muscolo, cetriolo..
    A parte che Hangout lo fa da anni, senza esser legato ad una SIM...Gli standard aperti (tipo SIP/RTC) sono aperti, le "soluzioni web" sono aperte quanto una prigione. Vi siete mai chiesti che succede se i server che gestiscono il servizio di turno decidono di chiuderlo? Con una soluzione aperta si hosta il servizio in proprio, magari il servizio è distribuito, magari lo si migra altrove. Questo è "aperto". Le altre aperture sono di parti del corpo umano e di colpi estranei...
    • Vedremo scrive:
      Re: Aperto, per tutti -- muscolo, cetriolo..
      - Scritto da: xte
      A parte che Hangout lo fa da anni, senza esser
      legato ad una
      SIM...

      Gli standard aperti (tipo SIP/RTC) sono aperti,
      le "soluzioni web" sono aperte quanto una
      prigione. Vi siete mai chiesti che succede se i
      server che gestiscono il servizio di turno
      decidono di chiuderlo? Con una soluzione aperta
      si hosta il servizio in proprio, magari il
      servizio è distribuito, magari lo si migra
      altrove. Questo è "aperto". Le altre aperture
      sono di parti del corpo umano e di colpi
      estranei...Trump ha detto che e' contro la net neutrality ti tocchera' telefonare con la GSM e guardare la televisione tradizionale anche netflix rischia
    • simj scrive:
      Re: Aperto, per tutti -- muscolo, cetriolo..
      - Scritto da: xte
      A parte che Hangout lo fa da anni, senza esser
      legato ad una
      SIM...

      Gli standard aperti (tipo SIP/RTC) sono aperti,
      le "soluzioni web" sono aperte quanto una
      prigione. Vi siete mai chiesti che succede se i
      server che gestiscono il servizio di turno
      decidono di chiuderlo? Con una soluzione aperta
      si hosta il servizio in proprio, magari il
      servizio è distribuito, magari lo si migra
      altrove. Questo è "aperto". Le altre aperture
      sono di parti del corpo umano e di colpi
      estranei...ha detto Trump di voler chiudere Internet così il tuo server in proprio non funzionaerà più
Chiudi i commenti