Santa Sede, jamming per il Conclave

Tutte le comunicazioni radio e telefoniche verranno disturbate da jammer per evitare fughe di informazioni. I cardinali invitati non potranno sfruttare reti wireless né telefoni cellulari

Roma – Una zona d’ombra per l’isolamento totale del prossimo Conclave che dovrebbe portare all’attesa fumata bianca e dunque all’annuncio della nomina del Santo Padre dopo le clamorose dimissioni di Benedetto XVI. La Santa Sede ha così deciso di implementare dei jammer, con il preciso intento di disturbare le frequenze nelle reti GSM e così impedire tutte le comunicazioni radio e telefoniche .

La Cappella Sistina verrà così blindata in vista della votazione tra i cardinali invitati, per evitare qualsiasi forma di fuga di informazioni o di attacco informatico.

Fuorilegge in Italia, ad eccezione che nelle mani della forze dell’ordine, l’utilizzo dei jammer sarà consentito in Vaticano in quanto area extra-territoriale .

La Santa Sede ha inoltre vietato l’utilizzo di connessioni wireless e più in generale l’utilizzo di telefoni cellulari per l’intera durata del Conclave. ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Provare per credere scrive:
    Il cancello della sede di Adobe
    [img]http://images.japemonster.com/2011/06/epic-fail-photos-security-fail.jpg[/img]
Chiudi i commenti