Sarà punito il primo spammer

Jason Heckel nel 1998 fu definito spammer dalla già severa legge dello stato di Washington. Ora una Corte d'Appello stabilisce che effettivamente il 30enne deve pagare


Seattle (USA) – Il suo è un caso celebre perché è stato il primo spammer professionista a finire nel mirino della legge antispam che nello stato di Washington fu varata già nel 1998 e che ancora rappresenta una delle normative più avanzate e severe di questo tipo. E’ il caso di Jason Heckel e delle sue speranze di fare una fortuna via Internet, speranze che si sono ora trasformate in una seconda condanna.

Heckel non ha contrabbandato indirizzi, non è entrato nei PC degli utenti né ha diffuso virus capaci di trasformare i computer in nodi sparaspam. L’uomo, uno spammer di vecchio tipo , aveva messo in piedi una abnorme lista di email a cui aveva spedito un libriccino che avrebbe dovuto, nelle sue intenzioni, farlo ricco: “Come guadagnare con Internet”.

Nelle sue email spammatorie, in cui chiedeva 40 dollari agli utenti Internet per la sua ricetta della ricchezza, Heckel si spacciava come Natural Instincts , nome emblematico di un’azienda inesistente. Nel 2002, Heckel è stato condannato ad una multa di 100mila dollari per l’invio di 20mila email spammatorie a residenti dello stato di Washington.

Ora la Corte d’Appello dello stato di Washington ha negato che Heckel, come sempre sostenuto dallo spammer, non sapesse che le sue email sarebbero arrivate a cittadini di quello stato. E ha riaffermato le pene decise in primo grado , a cui si dovranno aggiungere gli interessi dal 2002 ad oggi e i costi legali del procedimento.

Secondo i giudici, lo spammer non avrebbe dovuto aspettarsi niente di diverso dopo aver usato un software di rastrellamento indirizzi email per costituire i suoi indirizzari di… “vittime”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Grrrrr!!!! se ne becco uno...
    ... di quelli che comprano lo prendo a calci nel c**o a due a due finchè non diventano dispari.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'acqua calda
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Ansia

    Quelli di Yahoo hanno scoperto l'acuq
    calda.



    E' chiaro che lo spamming funziona.

    Di polli il mondo è pieno.



    l'acuq calda è una nuova bevanda
    araba ? :DLOLROTFLSupendo!!!!!!!!!:D:D:D:D:D:D:D:p;)
  • Anonimo scrive:
    Condanniamo anche chi compra
    Rendiamoci conto che se vi arriva dello spam sulla email è anche colpa di questo 20% di idioti i:@:@
  • Anonimo scrive:
    Berlusconi
  • Anonimo scrive:
    Re: Negli USA...
    Quota!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'acqua calda
    - Scritto da: Ansia
    Quelli di Yahoo hanno scoperto l'acuq calda.

    E' chiaro che lo spamming funziona.
    Di polli il mondo è pieno.
    l'acuq calda è una nuova bevanda araba ? :D
  • Anonimo scrive:
    L'acqua calda
    Quelli di Yahoo hanno scoperto l'acuq calda.E' chiaro che lo spamming funziona.Di polli il mondo è pieno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Negli USA...
    - Scritto da: Anonimo
    Negli USA, ad esempio, sebbene il 78 per
    cento degli utenti consideri lo spam un
    grosso fastidio e proceda alla sua
    cancellazione, ben il 20 per cento compra
    dagli spammer tutto quello che va da farmaci
    illegali a strumenti cui si attribuisce la
    capacità di aumentare la
    virilità dell'uomo..

    negli USA appunto... solo lì possono
    essere dei tal mona , come dicono in
    veneto...In Italia, invece, li comprano dai gestori delle palestre.....
  • Anonimo scrive:
    Re: 20%????
    - Scritto da: BluEdoG
    Mi sa che yahoo ha preso una sola, non
    è possibile che sia il 20%, per
    quello che ne so io i volantini pubblicitari
    che vi/mi inzozzano la casella di posta, ma
    quella reale, hanno una incidenza del 2 per
    mille. Mi pare impossibile quindi che lo
    spam arrivi al 20%, già tanto se
    arriva ad un 4 °/°° anzi francamente penso
    che l'efficacia sia molto peggiore della
    controparte cartacea.Nell'articolo si parla del 20% che ha comprato almeno una volta, non del 20% di cio che viene pubblicizzato.Comunque anche cosi sembra troppo.
  • Anonimo scrive:
    No, non credibile...
    mi sa che Yahoo abbia preso una cantonata.Oltretutto non credo che la gran parte degli ad sia per beni & servizi reali, ma solo per far cliccare un link. Ho questo sospetto. Be', personalmente, avendo uno spazio web che supporta gli script PHP, ho scritto un piccolo webform con cui mi faccio contattare, e l'email la uso solo per spedire, con indirizzo legato a un redirect che posso cambiare (quando mi accorgo che anche solo uno spammer l'ha chissa` come identificato).Non e` male come soluzione. La suggerisco a chi puo'.
  • Anonimo scrive:
    Negli USA...
    Negli USA, ad esempio, sebbene il 78 per cento degli utenti consideri lo spam un grosso fastidio e proceda alla sua cancellazione, ben il 20 per cento compra dagli spammer tutto quello che va da farmaci illegali a strumenti cui si attribuisce la capacità di aumentare la virilità dell'uomo..negli USA appunto... solo lì possono essere dei tal mona , come dicono in veneto...
  • Anonimo scrive:
    fatto curioso ...
    ... che questa ricerca segua di poco la pubblicazione di una simile realizzata da double-click sull'efficacia del marketing via email (sic) ... Bye, Francesco
  • Anonimo scrive:
    Re: Anch'io!
    gmail invece me le sposta in 'spam' cosi` se c'e` qualcuna offerta interessante la posso ripescare e leggerla con calma ;-))ciaobr1
  • TPK scrive:
    Re: 20%????
    - Scritto da: BluEdoG
    Mi sa che yahoo ha preso una sola, non
    è possibile che sia il 20%, per
    quello che ne so io i volantini pubblicitari
    che vi/mi inzozzano la casella di posta, ma
    quella reale, hanno una incidenza del 2 per
    mille. Mi pare impossibile quindi che lo
    spam arrivi al 20%, già tanto se
    arriva ad un 4 °/°° anzi francamente penso
    che l'efficacia sia molto peggiore della
    controparte cartacea.Leggi bene la frase: Negli USA , ad esempio, sebbene il 78 per cento degli utenti consideri lo spam un grosso fastidio e proceda alla sua cancellazione, ben il 20 per cento compra dagli spammer tutto quello che va da farmaci illegali a strumenti cui si attribuisce la capacità di aumentare la virilità dell'uomo. Sono americani, non serve dire altro... :s
  • BluEdoG scrive:
    20%????
    Mi sa che yahoo ha preso una sola, non è possibile che sia il 20%, per quello che ne so io i volantini pubblicitari che vi/mi inzozzano la casella di posta, ma quella reale, hanno una incidenza del 2 per mille. Mi pare impossibile quindi che lo spam arrivi al 20%, già tanto se arriva ad un 4 °/°° anzi francamente penso che l'efficacia sia molto peggiore della controparte cartacea.
  • bacarozz83 scrive:
    Re: Anch'io!
    a me le cancella mozilla... in automatico (linux)
  • ther0cs scrive:
    Anch'io!
    prima ero infelice, brutto e depresso.oggi, dopo aver provato "Enlarge your penis" del dottor John, ho riaconquistato la fiducia in me stesso! :o:onon pensavo ci fosse veramente gente che si legge l'email spammatorie che gli arrivano, io le cancello già quando vedo l'oggetto o il mittente. 8)
Chiudi i commenti