SCO taglia i ponti con Linux

SCO Group ha annunciato di aver sospeso la vendita della propria distribuzione Linux in attesa di chiarimenti sui problemi legati alla proprietà intellettuale e avverte i clienti: Attenti! Linux è un derivato non autorizzato di Unix


Lindon (USA) – Sulla scia della recente azione legale intrapresa contro IBM, negli scorsi giorni SCO Group ha inviato una lettera ad oltre un migliaio fra le più grandi aziende al mondo avvertendole che “Linux è un derivato non autorizzato di Unix” e che le responsabilità legali potrebbero estendersi anche agli utenti aziendali. In quella che sta assumendo i connotati della più imponente e minacciosa azione legale nei confronti di un software open source, SCO afferma che tutte le aziende che utilizzano Linux sono potenzialmente suscettibili di denuncia per la violazione del suo copyright su Unix.

SCO ha anche tenuto a precisare che continuerà a supportare i clienti preesistenti di SCO Linux e Caldera OpenLinux, ritenendoli “liberi da qualsiasi responsabilità relativa alla proprietà intellettuale SCO”.

Come è emerso con chiarezza anche da alcune recenti dichiarazioni dell’azienda , SCO sostiene di poter dimostrare che il kernel di Linux contiene codice e tecnologie derivate da Unix System V, un sistema operativo di cui SCO detiene le proprietà intellettuali.

“Molti di coloro che hanno contribuito allo sviluppo di Linux – si legge nella lettera firmata dal CEO di SCO, Darl McBride – originariamente erano sviluppatori Unix che avevano accesso al codice sorgente di Unix distribuito da AT&T e che erano soggetti a patti di non divulgazione, incluso l’obbligo di non rivelare i metodi e i concetti relativi al design del software. Abbiamo le prove che porzioni del codice sorgente di Unix System V sono state copiate in Linux e che altre porzioni del codice sorgente di Unix System V sono state modificate e copiate in Linux, apparentemente per mascherare la loro fonte originaria”.

“Non sorprende – si legge ancora nella missiva – che i distributori di Linux non garantiscano l’integrità legale del codice di Linux fornito ai clienti”.

Nella propria lettera il boss di SCO annuncia poi, con una mossa per certi versi prevedibile ma tuttavia non meno clamorosa, la sospensione della vendita della propria distribuzione Linux “fino a quando non saranno chiarite e risolte in maniera corretta le problematiche legate all?utilizzo di Linux”.

“Abbiamo preso questa decisione in quanto ci sono questioni relative alla violazione della proprietà intellettuale di Unix ancora da risolvere”, ha dichiarato Chris Sontag, senior vice president e general manager di SCOsource di SCO. “Dal momento in cui abbiamo scoperto che il codice Unix di SCO è stato copiato illegalmente nel sistema operativo Linux, ci siamo sentiti obbligati ad avvertire gli utenti della loro potenziale responsabilità nell?utilizzo di Linux nelle attività aziendali. La gravità della situazione ci ha spinti a sospendere la vendita e la distribuzione di SCO Linux finché la questione non sarà stata chiarita”.

Proprio di recente SCO aveva annunciato una nuova versione del proprio Linux con supporto alla piattaforma Itanium.

Ecco tutti gli altri dettagli sulle strategie di SCO e sulle reazioni della comunità open source.


Il fatto che SCO, dopo la causa intentata contro IBM, avesse deciso di continuare a commercializzare la propria versione di Linux aveva sollevato non poche polemiche all’interno della comunità del Pinguino, questo soprattutto a causa del fatto che l’azione lagale dell’azienda è stata da più parti interpretata come un attacco frontale all’intera comunità e all’intero mercato legati a Linux.

“Sospetto che la lettera di SCO trovi giustificazione nel fatto che i loro legali si sono finalmente accorti che anche la loro azienda vende da tempo Linux e che, di conseguenza, loro stessi sono vincolati dalla licenza sotto cui lo vendono”, ha commentato in un’intervista Linus Torvalds, il celebre papà del Pinguino.

Altri, come il guru dell’open source Bruce Perens, ribadiscono che il putiferio sollevato da SCO è solo un tentativo di intimorire le aziende e creare un clima di dubbio e incertezza (FUD) attorno a Linux.

Se da un lato SCO sembra dunque voler tagliare i ponti con Linux – anche se, a quanto pare, solo in misura temporanea – dall’altro ha espresso la volontà di focalizzare ulteriormente il proprio business su Unix e, in particolare, sulla strategia SCOx per i web service, introdotta lo scorso aprile. La società prevede inoltre l?introduzione di nuove applicazioni web service da parte di sviluppatori di terze parti per il prossimo agosto, in occasione di SCO Forum.

?Confermiamo il nostro impegno nei confronti dei clienti e pertanto intendiamo portare avanti la nostra strategia basata su SCOx, il framework per i web service indirizzato a piccole e medie imprese e siti replicati?, ha affermato McBride.

Che le strategie di SCO fossero quasi interamente focalizzate su Unix non è certo una novità: dopo l’acquisizione di Santa Cruz Operations (SCO), e il cambio di nome in SCO Group, l’ex Caldera non fece mistero della volontà di voler far leva sul gonfio portafoglio di brevetti e proprietà intellettuali della neo acquisita, guardando a Linux solo come a un business del tutto secondario.

La sospensione della attività riguardanti Linux, e le velate minacce legali a tutte le aziende che distribuiscono o utilizzano questo sistema operativo, lascia immaginare che i rapporti fra SCO e il consorzio UnitedLinux, già particolarmente tesi, siano ormai appesi ad un filo: un filo che, secondo alcune fonti, sarebbe ormai prossimo alla rottura.

Sul proprio sito SCO ha pubblicato un’ analisi del Gartner relativa alla causa legale in corso e alle possibili conseguenze per le aziende che usano Linux.

In un comunicato separato, la società ha annunciato i risultati finanziari per il trimestre fiscale conclusosi il 30 aprile 2003, durante il quale ha registrato un fatturato pari a 21 milioni di dollari e utili netti per 4 milioni di dollari.

Di seguito si riporta integralmente una FAQ distribuita da SCO in cui l’azienda spiega le motivazioni che l’hanno portata a sospendere le proprie attività Linux.


D: Perché SCO ha deciso di sospendere le attività Linux?
R: SCO è proprietaria del sistema operativo UNIX ed è nostra convinzione che Linux abbia violato la proprietà intellettuale di UNIX. SCO ha individuato alcune questioni di proprietà intellettuale non risolte relative al sistema operativo Linux. Di conseguenza, ha deciso di sospendere le proprie attività legate a Linux fino a quando non saranno chiarite e risolte in maniera corretta le problematiche legate alla proprietà intellettuale di Linux.

D: Cosa consiglia SCO agli utenti aziendali di Linux
R: Invitiamo i clienti a richiedere una consulenza legale e a porre la massima attenzione alle iniziative legate a Linux.

D: Quali attività Linux in particolare verranno sospese?
R: SCO sospenderà completamente la vendita di prodotti Linux a nuovi clienti. SCO rispetterà gli obblighi contrattuali con i clienti preesistenti, compresi aggiornamenti, servizi e supporto.

D: Quali saranno le conseguenze rispetto al coinvolgimento di SCO in UnitedLinux?
R: SCO è membro fondatore del consorzio UnitedLinux. Le vendite di SCO Linux Server 4.0, Powered by UnitedLinux verranno sospese in seguito al presente annuncio. SCO continuerà a rispettare i propri obblighi nei confronti del consorzio UnitedLinux.

D: SCO continuerà a supportare i prodotti SCO Linux acquistati dai clienti?
R: Sì, SCO si impegna a continuare a fornire supporto ai clienti, nel rispetto degli obblighi contrattuali preesistenti.

D: SCO prevede di revocare la sospensione delle attività Linux?
R: Questo dipende dalla risoluzione delle problematiche legate alla proprietà intellettuale di Linux.

D: Molti dei clienti SCO che hanno acquistato prodotti Linux hanno contratti che prevedono la fornitura di questi prodotti a intervalli regolari di tempo. SCO rispetterà questi contratti e fornirà ai clienti i relativi prodotti e aggiornamenti?
R: Sì. SCO sospenderà la vendita di prodotti Linux a nuovi clienti, ma continuerà a rispettare gli obblighi contrattuali preesistenti.

D: SCO riterrà liberi dalla responsabilità relativa alla violazione della proprietà intellettuale i propri clienti che hanno implementato prodotti Linux?
R: SCO continuerà a supportare i clienti SCO Linux e Caldera OpenLinux che hanno implementato questi prodotti e li riterrà liberi da qualsiasi responsabilità relativa alla proprietà intellettuale di SCO.

D: Per rettificare le presunte violazioni, perché SCO non concede il codice alla comunità open source?
R: SCO ha investito milioni di dollari nello sviluppo della proprietà intellettuale di UNIX. SCO intende proteggere il valore della proprietà intellettuale per se stessa e per le altre aziende. Le aziende produttrici di software hanno investito miliardi di dollari nella proprietà intellettuale e dovrebbero fare in modo che questa non venga utilizzata in modo non autorizzato da altri.

D: Red Hat, SuSE, Turbolinux, Conectiva, Debian, Mandrake e le altre distribuzioni Linux contengono codice SCO UNIX?
R: Abbiamo scoperto la presenza di codice proprietario SCO in Linux. Al momento, non intendiamo rilasciare commenti sulle specifiche distribuzioni.

D: Che cos?è SVR6?
R: SVR6 è il nome in codice della piattaforma operativa di prossima generazione ideata per sfruttare i vantaggi dei web service e che è alla base della nostra strategia SCOx. In qualità di proprietaria del sistema operativo UNIX, è fondamentale per SCO far progredire il kernel UNIX per architetture a 32 e a 64 bit. Ciò sarà possibile grazie al supporto dei principali partner che daranno il loro contributo a questa piattaforma di prossima generazione. SVR6 sarà ufficialmente annunciato in occasione del prossimo SCO Forum, che si terrà a Las Vegas, dal 17 al 19 agosto, presso l?MGM Grand Hotel.

D: Quale sarà l?impatto sui distributori e rivenditori SCO?
R: SCO non prevede nessun cambiamento nell?attuale strategia per il canale.

D: In che modo SCO intende ottenere il supporto della comunità di ISV e IHV a sostegno di UNIX?
R: SCO vanta oltre vent?anni di collaborazione con la comunità di ISV e IHV. Attualmente, ammontano ad oltre 3500 le applicazioni che sono state sviluppate per i sistemi SCO UNIX. Inoltre, con il lancio di SCOx, SCO consentirà ai propri partner di trarre vantaggio dalle più recenti tecnologie Web per rispondere alle esigenze dei clienti. Continueremo a offrire programmi per sviluppatori, tool, migration portal, formazione e supporto per la comunità di ISV e IHV, che continuerà a supportare e certificare i propri hardware e software sui nostri sistemi operativi UNIX e su SCOx. Con i progressi di SVR6, siamo certi del potenziale di new business che offriremo a questi nostri partner strategici.

D: Cosa dovrebbero dire i rivenditori ai propri utenti di sistemi SCO Linux?
R: I rivenditori dovrebbero rassicurare i propri clienti sul fatto che SCO continuerà a supportare le implementazioni SCO Linux e UNIX preesistenti. Inoltre, grazie all?iniziativa SCOx, i rivenditori SCO saranno in grado di estendere le soluzioni dei propri clienti ai web service.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Parole Sante ...
    Non posso che dar ragione sacrosanta a Giuseppe C. visto che mi rispecchio pienamente con le cose che ha scritto. Anzi a dire la verità sembrava scritto da me quell'articolo! :-)A parte gli scherzi, io ne so qualcosa dei call center visto che se dovessi mettermi a raccontare i casini che mi hanno combinato quelli della Telecom (187) faremmo notte.Per non parlare di Wind Infostrada che dalla loro parte se la sbrigano ancora meglio visto che fino a qualche tempo fa al 155 non rispondevano neppure.Beh l'idea che mi sono fatto e' che in questo campo dove si cade si cade male soprattutto finche' perdurerà questo sistema "perfetto" dei call center.Claudio
  • Anonimo scrive:
    telecom e alice na botta de sedere
    Cominciamo: Una bella mattina decido di mettermi l'adsl,Ma giustamente vorrei il mio modem eth..Mi arriva 15 gg quello che mi deve arriva ma sorpresa è un modem usb...Lo sapevo....ioVabbè mettendo i miei neuroni a riposo per qualche giorno (faccio finta che tutto vada bene)Collego tutto ma non funziona c'è linea.Chiamo il 187buongiorno sono etc etcsi guardi la linea c'è ma non mi connetto mi dice che il server remoto non risponde, guardi dovrebbe essere un vostr..O:clickvabbe ricominciamoBuongiorno ho un problema con aliceO: SIICredo che il mio modem non funzioni a dovere..O: See stai fresco so du mesi che aspetto pure io alicea me me lo hanno risolto solo perchè sto qua dentro...prova a chiama sto numero verde 800...chiamo ma il numero è perennemente occupatoho provato alle 4 di mattina!evidentemente è staccatoma me la gioco d'astuzia essendo un sistemista.chiamo l'800T: PRONTO?IO: senti sono un collega non mi funziona il collegamento sulla pila me vai a vede che succede sul serverT: Ma de che zona sei?Io: So di roma nordT: no devi chiama' l'800okey grazie ciaoRicompongo il numero datomiprontot: senti so un collega ho un problema col modem qui non me se collega... che me dai un occhiata al server vedi come sta la Pila!T:ok aspe...aspettoT: Ma che c'hai l'ethernet?io: no mi hanno mandato l'usbT: allora te devo cambia' la pila mo ce penso iociao ciaoCiao4 MINUTI E MEZZO DOPO!Tac me collegavo!8 giorni de 187 se l'avessi saputo prima!!!Mi hanno chiamato i tecnici anche uno simpaticissimo e preparato, che avendo saputo la questione si è messo a ridere e invece di parlare del mio modem ci siamo messi a parlare dei comuni problemi che i tecnici e i sistemisti incontrano....E' l'italia... basta la persona giusta, al momento giusto al posto giusto!
    • Anonimo scrive:
      Re: telecom e alice na botta de sedere
      WOW!non e' che ci dai i numeri verdi che hai chiamato?esperienze@tiscali.it
      • Anonimo scrive:
        Re: telecom e alice na botta de sedere
        - Scritto da: Anonimo
        WOW!
        non e' che ci dai i numeri verdi che hai
        chiamato?
        esperienze@tiscali.itmi pare di averceli in giro da qualche parte
  • Anonimo scrive:
    E' impossibile continuare così...
    Registrate le telefonate e denunciate senza pensarci sopra! La leva economica è l'unica che farà cambiare i call center in qualcosa di rispettoso per gli utenti.Io sono circa 8 mesi che sono senza linea telefonica; ho fatto di tutto, dalle innumerevoli telefonate al call center a fax, a telefonate alla sede tecnica di zona, alla raccomandata a/r ed ancora non ho notizie dalla società telefonica... ed intanto il telefono cellulare mi sta dissanguando.DENUNCIATE, DENUNCIATE, DENUNCIATE. Il Giudice di Pace è facilmente interpellabile, anche senza avvocato (art.82 codice di procedura civile, sotto i 516 euro potete fare da soli; sotto i 1033 euro potete fare da soli se richiedete l'autorizzazione al giudice) , e comunque un avvocato onesto permette di farvi ottenere risultati senza spendere troppo.ciaoRenton78
  • Anonimo scrive:
    Ridondanza e' l'unica soluzione
    Noi in Italia non siamo ancora abituati, ma presto dovremo avere piu' di un fornitore degli stessi servizi soprattutto se sono critici per il nostro business.Non potete incavolarvi con il vostro fornitore a meno che voi non abbiate mai avuto un problema con i vostri clienti.
  • Anonimo scrive:
    clienti wind infostrada rimbecilliti
    avete provato a chiamare il call center wind 158 ora deviato sul 155 dopo le 19.30 è un vero labirinto di passaggi di livelli successivi senza che si riesca a parlare con un operatore. Anzi ad un certo punto inizialmente la voce dice che se si sente una musica vuol dire che stiamo per parlare con un operatore. Insomma come il premio di una lotteria e infatti non si sente mai più la musica e si sta delle mezzore a premere 3 e poi 2 e poi 1 etc finchè si capisce che non risponderà nessuno e si lascia perdere totalmente frastornati.Un perfetto servizio alla clientela.
  • amigoaldo scrive:
    NON PAGO IL TELEFONO DA 1 ANNO E MEZZO
    Ho fatto più di 30 telefonate al call center per segnalare un errore di fatturazione. Non sono riuscito a parlare con l'ufficio di contabilità. Conseguenza: non sto pagando il telefono da un anno e mezzo.Sembra impossibile vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: NON PAGO IL TELEFONO DA 1 ANNO E MEZZO
      Complimentoni!Cmq non vorrei essere te quando ti toccherà sborsare tutto in una volta.
      • amigoaldo scrive:
        Re: NON PAGO IL TELEFONO DA 1 ANNO E MEZZO
        - Scritto da: Anonimo
        Complimentoni!
        Cmq non vorrei essere te quando ti toccherà
        sborsare tutto in una volta.Ecco perchè ho sollecitato trenta volte che mi mandassero la fattura corretta! Non l'hanno ancora fatto!
        • Anonimo scrive:
          Re: NON PAGO IL TELEFONO DA 1 ANNO E MEZZO
          - Scritto da: amigoaldo

          - Scritto da: Anonimo

          Complimentoni!

          Cmq non vorrei essere te quando ti
          toccherà

          sborsare tutto in una volta.


          Ecco perchè ho sollecitato trenta volte che
          mi mandassero la fattura corretta! Non
          l'hanno ancora fatto!Mi sembra quasi una barzelletta!No pain, no gain!Rivolgiti ad un'associazione consumatori!nOra
  • Anonimo scrive:
    Brevemente...
    ho aderito all'offerta ADSL di TELECOM ancora 2 anni fa per la durata di 3 settimane, passate le quali ho disdetto tutto con raccomandata A.R. causa:INCAPACITA'DI TELECOM A FARMI ANDARE L'ADSL (dei loro tecnici sono venuti a casa mia, sul mio PC, per accertarsi che il problema era della loro linea e non del mio PC)....ho passato 9h e 37 min con gli operatori del call center (lo so perche' ho cronometrato tutto il tempo passato alla cornetta)... ci credereste??? dopo 2 anni ANCORA la TELECOM cerca di affibbiarmi in bolletta il costo dei filtri ADSL che tecnici TELECOM mi hanno prima messo e poi tolto(quando ho rescisso dal contratto)!!! .....oh, mi tocca di stare attento ad ogni bolletta perche' puntualmente ci provano ogni 2, 3 bimestri, quei......*#@!! :P
  • Anonimo scrive:
    CALL CENTER TISCALI. ADSL e TECNICI.
    Mbhe io poso riportare la mia peripezia infinita, chiamando i call center TISCALI.Sapete benissimo i problemi e disguidi riguardo il servizio ADSL e io rientro nella fascia degli utenti insoddisfatti al punto tale di dare la disdetta del contratto.Non sapendo di che morte morire,(la disdetta immediata non me l'hanno accettata visto che il loro centro TECNICO ha detto che i malfunzionamenti non sono imputabili a loro HAHAHAHAHAHA Bella barzelletta...vabbe...) mi sono attaccato al telefono per riuscire a parlare con chi dovrebbe risolvere un problema....Dopo parecchi mesi la rivelazione.... Per parlare con un TECNICO ADSL prema 1 e poi 6.Ma come ?? avete mai provato a chiamare il call center ???bene per arrivare a risolvere problemi il percorso è ben diverso.Una volta scoperta l'arca della verità ... ho aspettato ben 37 (Leggasi TRENTASETTE) Minuti , per poter esporre il mio problema. cibandomi di ogni sorta di musichetta .La cosa simpatica che dopo ben 1 ANNO ... dopo aver fatto una TELECONFERENZA ...al telefono mi hanno detto...Effettivamente ci sono problemi sul suo circuito ADSL !!!!!!!!Ma ve possino .... lamentele a tutto spiano .... per 1 anno di seguito.... mi avete rifiutato la disconnessione immediata. altrimenti pagare la rimanenza anuale .... e poi mi venite a dire che la cosa non funziona ?????? Tutto questo perchè ?? il call center diceva SEMPRE LA STESSA FRASE... mandi una E-mail al centro assistenza...P.S Il Fantomatico centro assistenza NON MIHA MAI RISPOSTO !!!!!Belli i call center.... servono sono a fare fessi e contenti i clienti.
    • Anonimo scrive:
      Re: CALL CENTER TISCALI. ADSL e TECNICI.
      mah... io ho fatto l'adsl in svizzera... e fino ad ora non ho MAI avuto problemi... beh... si... a parte che dopo aver compilato il form online per attivare l'adsl... ho dovuto aspettare un mese per poter andare su internet (perche' l'ex-monopolista che ha il mio ultimo miglio ha attivato la portante del mio vicino invece che il mio...).Quando mi e' arrivata la fattura ho telefonato al call center, 1 minuto d'attesa, parlo con una che ha uno strepitoso accento tedesco, le spiego la cosa e mi annulla la fattura in diretta... figo! :-)-- Pascal Brax
      • Anonimo scrive:
        Re: CALL CENTER TISCALI. ADSL e TECNICI.
        .. in SVIZZERA ....Ma un strameritato chissenefrega ????tajate le vene fà na capriola e mori ....
  • Orsogrigio scrive:
    Oggi mi sfogo
    I call center sono ... una cagata pazzesca!
  • Anonimo scrive:
    Assurdo!!!
    Il 28 di marzo 2003 ho attivato un abbonamento adsl con telecom, il tutto via internet, ma mi sono accorto che il numero civico risultava errato, nello spazio delle note ho scritto il numero esatto, visto che non si poteva modificare il campo apposito, dopo di che ho chiamato il 187, riferendo l'errore, il tizio rispondendo in dialetto palermitano, mi ha detto "chi voli" " ma lei propriu ccu mia ava fare sta cosa?, io gli ho detto che lui era li proprio per questo, ed ha fatto finta di ascoltarmi e prendere nota, dopo qualche minuto mi arriva una email in cui mi si dice che la consegna del kit avverra il 9 aprile come specificato sul form online, dopo qualche giorno mi arriva la raccomandata con user id e password, ed una telefonata in segreteria (io non ero in casa) mi avverte che la linea adsl è stata attivata, il 9 aprile fiducioso aspetto la consegna, ma non si presenta nessuno, chiamo il 187 che mi dice che la consegna era prevista per il 14 aprile ????, protestando dico che dalla email la consegna doveva avvenire il 9, il tizio mi dice che secondo quando vede dal terminale invece era per il 14, ma il 14 aprile non viene nessuno, chiamo il 187 e spiego che al momento dell' attivazione c'era stato un errore, lui mi dice che loro hanno gli indirizzi esatti perché sono quelli di recapito della bolletta e che quindi non ci sono problemi , e che devo chiamare il corriere per farmi dire che cosa non era andato a buon fine, protestando gli dico "ma non dovete pensarci voi?" lui " si ma se lo fà lei fà prima", telefono al numero verde di TNT che mi da un numero di Palermo, a Palermo mi dicono che devo chiamare Catania perchè il pacco è stato inviato li, a Catania (dove abito) non ne sanno niente......telefono al 187 che casca dalle nuvole, altra trafila di spiegazioni,,,,,, con nuovi operatori, fissano un altro appuntamento per il 30 aprile, ovviamente il 30 non viene nessuno, chiamo il 187 protestando il tizio mi chiude il telefono in faccia, richiamo TNT di Palermo, e poi di Catania, e mi dicono che loro non possono dare spiegazioni, e che devo chiamare il 187, richiamo il 187, un tizio mi dice che la consegna doveva avvenire il 28 Aprile, ovviamente protesto, ma lui non sa che farci, esausto desisto, richiamo il pomeriggio seguente, spiego di nuovo la cosa per l'ennesima volta, e mi fissano un altro appuntamento che va a buca il per 6 maggio, l '8 maggio richiamo il 187 e l'operatore di Messina mi dice "ma lei proprio a me doveva affibbiare questa rogna" io protestando gli dico "ma siete assurdi una cosa pazzesca" mi chiude il telefono in faccia, richiamo infuriato e parlo con un'altra operatrice di Messina dicendo che cosa aveva fatto il suo collega, lei adirata mi dice di non fare di tutta l'erba un fascio, e sta quasi per riattacare, ma poi in diretta chiama il trasportatore fissando un appuntamento per l'indomani, la mattina seguente finalmente riesco ad avere il sospirato e sofferto kit di alice,Non credo ci sia bisogno di aggiungere altro....
    • Anonimo scrive:
      Re: Assurdo!!!
      Sono quello di prima ...ovviamente in tutta questa storia l'operatore di turno mi chiedeva il numero di clllulare dicendo che nel giro di pochi minuti mi avrebbero richiamato per farmi sapere, ma nessuno si è mai fatto sentire......
    • Anonimo scrive:
      Re: Assurdo! Se non appioppano attaccano
      l '8 maggio richiamo il 187
      e l'operatore di Messina mi dice "ma lei
      proprio a me doveva affibbiare questa rogna"
      io protestando gli dico "ma siete assurdi
      una cosa pazzesca" mi chiude il telefono in
      faccia, richiamo infuriato e parlo con
      un'altra operatrice di Messina dicendo che
      cosa aveva fatto il suo collega, lei adirata
      mi dice di non fare di tutta l'erba un
      fascio, e sta quasi per riattacare, E' logico che ci attaccano il telefono in faccia:guadagnano a provvigione su ogni servizio che riesconoad aggiungere sulla nostra bolletta, ma quando si accorgono che siamo ossi duri, preferiscono attaccare e provare a rispondere alla chiamata di un pollo + sprovveduto e facile da spennare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Assurdo! Se non appioppano attaccano
        - Scritto da: Anonimo

        l '8 maggio richiamo il 187

        e l'operatore di Messina mi dice "ma lei

        proprio a me doveva affibbiare questa
        rogna"

        io protestando gli dico "ma siete assurdi

        una cosa pazzesca" mi chiude il telefono
        in

        faccia, richiamo infuriato e parlo con

        un'altra operatrice di Messina dicendo che

        cosa aveva fatto il suo collega, lei
        adirata

        mi dice di non fare di tutta l'erba un

        fascio, e sta quasi per riattacare,

        E' logico che ci attaccano il telefono in
        faccia:
        guadagnano a provvigione su ogni servizio
        che riescono
        ad aggiungere sulla nostra bolletta, ma
        quando si accorgono che siamo ossi duri,
        preferiscono attaccare e provare a
        rispondere alla chiamata di un pollo +
        sprovveduto e facile da spennare.devi solo sperare di trovare un anima pia che ti dia retta
  • Anonimo scrive:
    Call Center di primo livello
    Lo sapevate che i call center sono organizzati a livelli ?E che alcuni clienti accedono direttamente ai livelli più alti ?E che gli operatori non sono tecnici ?E che i tecnici, se ci sono sono solo ai livelli più alti ?Se pensate a tutta questa struttura gerarchica capiteil perchè di tutto
    • Anonimo scrive:
      Re: Call Center di primo livello, ma....
      - Scritto da: Anonimo
      Lo sapevate che i call center sono
      organizzati a livelli ?

      E che alcuni clienti accedono direttamente
      ai livelli più alti ?

      E che gli operatori non sono tecnici ?

      E che i tecnici, se ci sono sono solo ai
      livelli più alti ?

      Se pensate a tutta questa struttura
      gerarchica capite
      il perchè di tuttoQuesto vale per i call centere di operatori mobili,prova tu a farti passare i tecnici di 2° livello al 187 o al 191,non ci riuscirai mai.187/191 = muro di gomma per arginare ogni rimostranza dei clienti ed eventualmente cercare di affibiare quanti più servizi a valore aggiunto possibili.Sono disgustato!
      • Anonimo scrive:
        Call Center=muro di gomma
        Bene finalmente qualcuno che parla come stanno le cose per me esistono solo i call center = muri di gomma dove viene tutto bloccato, non vi e' un responsabile nulla di nulla e se uno poco poco fa delle domande fuori quaderno degli appunti vanno in pallone magari cade la comunicazione chica come e cosi via, io ho avuto in passato problemi con Wind per la flat che mi avevano bloccato ma che hanno continuato ad addebitarmi i soldi ogni mese con tutto che avevo dato disdetta non solo telefonica ma anche con raccomandata! Bene e' finita che io quella societa' ho chiuso e non ascolto piu' neanche la loro pubblicità. Credo ci debba essere un modo di regolarizzare il servizio offerto alla utenza da queste società.
        • Anonimo scrive:
          Re: Call Center=muro gomma Win/fostrada
          - Scritto da: Anonimo
          Bene finalmente qualcuno che parla come
          stanno le cose per me esistono solo i call
          center = muri di gomma dove viene tutto
          bloccato, non vi e' un responsabile nulla di
          nulla e se uno poco poco fa delle domande
          fuori quaderno degli appunti vanno in
          pallone magari cade la comunicazione chica
          come e cosi via, io ho avuto in passato
          problemi con Wind per la flat che mi avevano
          bloccato ma che hanno continuato ad
          addebitarmi i soldi ogni mese con tutto che
          avevo dato disdetta non solo telefonica ma
          anche con raccomandata! Bene e' finita che
          io quella societa' ho chiuso e non ascolto
          piu' neanche la loro pubblicità. Credo ci
          debba essere un modo di regolarizzare il
          servizio offerto alla utenza da queste
          società.Concordo! Da quando si sono unitiWind ed Infostrazio hanno raddoppiato i disguidi, disservizied addebiti errati in bolletta!Ogni tentativo di risolvere i problemi con loro non va mai a buon fine.Per non parlare delle errate tariffazioni dell'ancora reducetariffa Libero@Sognoper la quale calcolano la domenica di Pasqua ed il lunedì di Pasquetta come giorni feriali!!!!!!!Ma non ci dovrebbe essere un'Autority ed un Garante per le Comunicazioni che impedisca appunto questo?A quanto sembra le mie denunce sono passate inosservate finora!Vergogna!L'Italia sta diventando la patria dei truffatori delle TLCDavide Brunetti (Lodi)
    • DuDe scrive:
      Re: Call Center di primo livello
      Lavoro in una azienda che offre servizi alle banche, mi occupo di tlc e quindi ho a chefare con telecozz spesso et volentieri, la telecom considera l'azienda ove lavoro, come cliente business visto che gli regaliamo circa 2 miliardi vecchie lire all'anno per il fottio di linee che abbiamo.Chi risponde quando segnalo qualcosa, il piu' delle volte non capisce mezza parola di cio' che gli dico, ci hanno segato una 512 cosi' senza dire nulla, e c'e' voluto un mese per sistemare la cosa con una nuova linea, visto che non si sa' per quale mistero, la vecchia non poteva essere ripristinata, potrei continuare ancora.Se telecozza si comporta cosi' con clienti come noi, immagino con noi poveri cristi di utenti normali.La penosita' dei call center e' dovuta in gran parte a chi ci lavora ed al tipo di lavoro, le persone che ci lavorano, sono per lo piu' ragazzi che lavorano per hobby indi poco inclini a migliorarsi, il lavoro e' poco specializzato, quindi anche volendo ottenere che so' una specie di formzione, ti attacchi, visto che ti dicono o cosi' se no ciao la porta e' li' parlo sperienza indiretta ma vista ( il call-center che avevamo in azienda fu' chiuso perche' un dipendente aizzo' il resto a scioperare, peccato che abbiano deciso di scioperare la notte del cambio lira /euro e per un call-center che risponde a problematiche pos e bancomat, quella era una notte di fuoco) quindi la direzione ha deciso di spostare il todos in altra citta', prendere o lasciare vedete voi
    • Anonimo scrive:
      Re: Call Center di primo livello
      - Scritto da: Anonimo
      Lo sapevate che i call center sono
      organizzati a livelli ?Beh. aspetta un attimo a sparare sentenze. Ho avuto molte esperienze con i call center, io stesso lavoro in un ufficio che prende molte chiamate dall'esterno anche se non si puo' definire un vero call center, e ho anche lavorato agli instradamenti di una grossa societa'. Il punto e' che certi utenti avranno *comunque* un accesso privilegiato, ma non perche' chiameranno l'operatore di livello 1, 2 o 3 ma perché possono accedere a numeri specifici per il tipo di contratto/abbonamento/servizio che possiedono, questo e' il caso dell'ADSL di Infostrada, gestito da un numero verde piuttosto congestionato ma dove rispondono operatori che sanno di cosa si parla, e anche dei numeri dedicati a chi compra biglietti di prima classe per le varie linee aeree. Il privilegio non e' distribuito arbitrariamente ma in base al concetto che il traffico "pregiato" e', ovviamente, piu' importante per una ditta. Quindi, e' vero che chi paga di piu' gode spesso di un servizio migliore, ma il tutto viene gestito attraverso canoni trasparenti.Gianluca Cardinale
  • Anonimo scrive:
    Avete voluto?
    Avete voluto spendere sempre meno? Premuto per sconti? Utilizzato le compagnie - come tanti ******** - che facevano prezzi sempre più scontati? Ecco le conseguenze..Non piangete sul latte versato, questo è la logica del mercato.Fabrizio
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete voluto?
      - Scritto da: Anonimo
      Avete voluto spendere sempre meno? Premuto
      per sconti? Utilizzato le compagnie - come
      tanti ******** - che facevano prezzi sempre
      più scontati? Ecco le conseguenze..
      Non piangete sul latte versato, questo è la
      logica del mercato.
      FabrizioVeramente questa è la logica dell'oligopolio :DIl mercato dovrebbe essere concorrenza.....CiaoSherkaner
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete voluto?
      - Scritto da: Anonimo
      Avete voluto spendere sempre meno? Premuto
      per sconti? Utilizzato le compagnie - come
      tanti ******** - che facevano prezzi sempre
      più scontati? Ecco le conseguenze..
      Non piangete sul latte versato, questo è la
      logica del mercato.
      FabrizioQuesta è la logica di cartello!La logica di mercato vedrebbe fallire le aziende che offrono disservizi.CiaoAntonio
  • Anonimo scrive:
    non so se si può accusare di negligenza
    forse si può accusare una ditta di non fare quello che dichiara ... ma bisognerebbe farlo sistematicamente, tutti quanti, sempre, ogni giorno, per fare in modo che inizino a lavorare come si deve.a parte che non so se si può fare :-|(troll) il fatto è che "una volta" avere un orgoglio professionale era normale, avere un "onore"; sentire che il cliente stava pensando "merda" di te, sarebbe stato un oltraggio, qualcosa da riparare immediatamente ...invece adesso è talmente spudorato il fatto che se ne strasbattono le palle di te...spero che anche in italia le associazioni dei consumatori inizino a diventare delle potenze ... inattaccabili però ... altrimenti chi si fida?:-/
  • Mariobusy scrive:
    Telecom187 appioppa servizi e nulla+
    E' una vergogna!Ogni anno che passa devo testimoniare che lo splendido reparto commerciale del 187 (perchè oramai il 187 è solo commerciale per vendere servizi)mi attiva a mia completa insaputa qualche servizio a pagamento sulla bolletta!Ho già fatto denuncia al Garante AgCom ed alla polizia postale!E pensare che anche quando telefono per segnalare il guasto della borchia ISDN mi sento proporre se voglio aderire ad Alice: no! prima mi accomodino la linea e poi si vedrà semmai!Temo che guadagnino a provvigione al call center:più appioppano e + guadagnano, come mi diceva il figlio di una signora che ci ha lavorato per qualche mese.
    • Anonimo scrive:
      Re: Telecom187 appioppa servizi e nulla+
      vero vero... anche io ho l'ISDN, chiamo per avere notizie (questo prima di metterla) "vuole aderire ad alice"?poi tra l'altro mi hanno mandato un telefono senza che io lo richiedessi (il miro' isdn), ho mandato una email per chiedere come mai, rispondono che c'è una promozione e che non lo devo pagare, esortandomi a NON RISCRIVERE LORO ALLO STESSO INDIRIZZO.... la cosa buffa è che ho scritto riempiendo un form nel loro sito.... mah.... :)
  • Mariobusy scrive:
    Albacom almeno ha lo storico chiamate...
    In Telecom non ne parliamo:da quando hanno affidato i call center quasi completamente ad Atesia la disorganizzazione regna sovrana,ma almeno altre aziende più professionali come Albacom quando li chiami già sanno tutto quello di cui avevi precedentemente lamentato.Fermo resta che per l'amministrazione e rimborsi dovuti al cliente anche Albacom è molto scarsa, sembra quasi che vogliano guadagnare sugli interessi o sperare che ti dimentichi del rimborso (da 8 mesi aspetto ed ancora nulla)
    • Anonimo scrive:
      Re: Albacom almeno ha lo storico chiamate...
      - Scritto da: Mariobusy
      In Telecom non ne parliamo:
      da quando hanno affidato i call center quasi
      completamente ad Atesia la disorganizzazione
      regna sovrana,
      ma almeno altre aziende più professionali
      come Albacom quando li chiami già sanno
      tutto quello di cui avevi precedentemente
      lamentato.ho alice ADSL e uso cellulari wind e vodafone (ora si chiama così) le mie esperienze di call center sono varie, ma per quanto posso dire io delle migliaia di telefonate fatte il peggiore e wind, lunghe attese chiamate che cascano o non vannoa vanti anche se premi i tasti corretti ecc. Vodafone va bene non ho mai avuto disservizi, cortesia e velocità, chiarezza e competenza, sul 187 cala la competenza e chiarezza e la velocità, ma nel complesso mi è andata sempre bene mi è successo però una volta una centralinista maleducata che mi ha sbattuto il telefono in faccia ma una collega mi ha fatto sporgere reclamo. le rogne dei call centre 187 sono le lunghe attese
  • Anonimo scrive:
    Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo.
    Visto che ci siamo vi propongo un torneo:Chi riesce a beccare un operatore dopo almeno 30 minuti di IVR, che ti propone varie soluzioni a problemi che non hai, mi lasci pure il recapito qui.Ecco i tempi e le modalità del gioco:- Chiamare il numero di Fastweb 192192- Scoprire qual'è il numero di assistenza per un servizio Small-Office (Praticamente dato e fonia).- Attaccare con il 192192 e chiamare quel numero, che non vi scrivo per non avvantaggiare il concorrente.- Chiamare il "famoso" numero e superare le varie code fino a parlare con un operatore.Scommetto una cena che:- Impiegherete almeno 40 minuti prima di ascoltare una spaurita voce "live" cioè di un essere vivente.- La voce sarà di un essere umano e non solo sarà spaurita, ma vi chiederà il vostro numero di telefono e vi metterà in attesa perchè non sa che fare. Avrete la netta impressione di parlare con uno che non sa per chi lavora.- Quando sarete in attesa entro 10 minuti cadrà la linea e dovrete richiamare. (Stavolta però il numero già lo sapete).- Richiamerete subito, voi sarete meno incaççati di me perchè non avete un'azienda che è senza servizio di dati e fonia, cioè isolata dal resto del mondo da circa 3 ore.- Dopo aver ascoltato per la seconda volta un triste monologo sempre dello stesso IVR che vi proporrà sempre cose che non vi servono e che con l'assistenza non c'entrano nulla:- Parlerete con un nuovo operatore che vi dice il suo nome di battesimo e vi chiede pure "in cosa posso esserle utile?".- A questo punto vi chiederete chi siete Voi e perchè siete così imbecilli da aver fatto un abbonamento con un'azienda la cui tecnologia fantascientifica si basa su un risponditore automatico intelligente. Ma andrete fino in fondo un motivo ci sarà, avete scelto una grande azienda e quindi scommetto che:- Ripeterete il problema al ragazzo e lo pregherete di non mettervi in attesa perchè dopo un pò cade la linea.Lui vi dirà che non può fare altrimenti perchè deve controllare che servizio avete. - Vi chiederete, ma come, ho fatto il Rally dell'IVR per arrivare nella divisione preposta ed ora tu essere umano vuoi saperne piu' di un fo!!uto IVR che mi ha chiesto pure che numero di scarpe ho? Tu dovresti già sapere che servizio ho acquistato altrimenti l'IVR che senso ha?- Non lo capirete mai, ma forse, se non cade la linea in attesa e dopo mezz'ora di domande "live" cioè con un essere umano riuscirete a parlare, sempre dopo una sostanziosa attesa, con un "tecnico".- Il quello che nel meraviglioso mondo di Fastweb è definito "un tecnico" proverà a chiamarvi al telefono, proverà un ping sul vostro IP address e poi vi dirà esattamente: E' beh, in effetti qui c'è un guasto. Non si raggiunge nulla, per forza che non funziona. - A questo punto voi sarete un tantino alterati. La vostra azienda è ferma ormai da 6 ore. E forse il concetto di tecnico è un tantino distante da quello che avevate in mente voi.- Ma voi non perdete la fiducia e vi ricredete quando il tecnico, preziosissima risorsa aziendale, vi chiederà di fare un reset degli apparati. Inutile confessare che prima di chiamare lo avete già fatto due volte. Non perdete tempo a dirlo. Ve lo farà rifare perchè così stabilisce "la procedura", quindi vi chiederà quali led vedete lampeggiare sull'apparato che avete in casa.- Gli direte chiaramente che non vedete il Sync o il CD, sempre a seconda dell'apparato che vi hanno installato.- A questo punto lui con la massima professionalità vi dirà:Ok, le manderò lì subito una squadra di tecnici.- Vi sentirete al settimo cielo per circa 25 secondi fintanto che, essendo uno smanettone, non ricordate che quando c'è assenza di portante rilevata anche dal provider, il problema non è da voi, ma in centrale. Lo riferirete al tecnico che è ancora lì. Lui non capirà nulla di quel che tentate di spiegargli e vi risponderà che "lui deve seguire la procedura". E' vero, vede la sua permuta e quella telecom in down, ma lui ha una "prodcedura" da seguire. Non perdete tempo,lui lo ripeterà anche se dite che siete il compare d'anello di Berlusconi. Anche se gli fate uno schema del modello OSI.Non c'è nulla che possa far desistere "il tecnico" dall'applicare la "procedura".- Dopo 2 ore dall'ultima chiamata, ormai siete senza servizio di fonia e dati da quasi 8 ore. I dipendenti iniziano a tirarsi gli aeroplanini di carta e voi li aiutate perchè così vi rilassate.--
    segue
    • Anonimo scrive:
      Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo
      Arriva su una macchina gialla la squadra di ben 3 tecnici specializzati e superattrezzati. Siete stupefatto. - Vi rimangiate tutto quello che fin'ora avevate pensato di Fastweb. Sarete piacevolmente affascinati da un'azienda di questo calibro, con Telecom al massimo avevate visto arrivare uno sfigato con la mitica Panda Van e la scala sul porta pacchi e il saldatore a stagno. Finalmente qull'epoca è finita. Oggi c'è la tecnologia a cui siete grato.- Purtroppo anche questa estasi è di breve durata.I tre tecnici entreranno nel locale dove sono gli apparati, in stile "liberazione di ostaggio dei NOCS" e constateranno in 3 che non possono fare nulla in quanto il problema e'...."assenza di portante" e quindi in centrale.- I 3 tecnici vi saluteranno dicendovi che si dovrà intervenire in centrale telecom, ma a voi sorge un sospetto: sono le 17:00il che equivale a dire che i dipendenti Telecom sono a casa dal almeno 20 minuti, o stanno per arrivare alle loro dimore.I tre dell'apocalisse vi diranno che "voleranno" con la loro punto gialla in centrale e, vedendovi visibilmente sofferente, vi richiameranno non appena capiranno la tempistica di risoluzione.E' venerdì e la vostra azienda lavora anche il sabato e la domenica. O meglio dovrebbe o meglio, quale azienda?Non avendo telefono, fax e connettività siete isolati ora ormai da quasi 12 ore. La telefonata promessa non arriva. In cuor vostro avrete la certezza che il problema non si risolverà prima di lunedì. La squadra della punto gialla si è volatilizzata.- A questo punto richiamate l'assistenza e subite, stesso IVR, stessa caduta di linea in attesa, stessa richiamata, ma con una sorpresa in più, il servizio di assistenza ha chiuso e l'IVR vi dirotta verso un altro servizio, che gentilmente vi informa che l'assistenza chiude alle 19:00.- A questa scoperta corrisponderà una vostra personale crisi spirituale. Dovrete decidere tra l'idea di prendere i voti e passare una vita in un monastero non coltivando più la passione per le reti, ma consacrando la vostra vita terrena alla cura dei "bonsai", oppure farvi operare per essere privato di metà del cervello in modo da non dover vedere e comprendere così profondamente che quella "procedura" è una caççata di proporzioni "gigantesche" e che vi ha causato una serie di guai inaccettabili. Si, penserete di farvi lobotomizzare piuttosto che accettare che ben 3 omini superattrezzati vengano a verificare che non ci sia la luce del Sync accesa. Ma perchè poi...per appurare che io non mentissi? Io penso, ma se fanno così per ogni assenza di portante sarà un bagno di sangue. Gli interventi degli omini sono in appalto e costano cari, per quel che so.- Ovviamente nel frattempo i dipendenti della società finita la prima risma di carta in aeroplanini sono andati a casa e voi naturalmente non avete potuto avvisarli che sarà perfettamente inutile venire a lavorare il giorno successivo e quello dopo ancora.Pazienza, sono bravi ragazzi, gli comprate subito un'altra risma di carta per farvi perdonare del lavoro non evaso in giornata che loro dovranno smazzarsi quando e se si tornerà on-line. - Nel frattempo voi avete 2 cellulari con batteria a zero e credito Euro 0. Ricaricate uno dei due e chiamate il vostro commerciale, cioè la persona che vi ha venduto l'abbonamento. Anche lui risulta irreperibile.- Richiamate l'assistenza, vi risponde un'altra divisione, sempre dopo 20 minuti di IVR. Quindi chiedete a chi vi risponde di passarvi l'assistenza business, il reperibile oppure un responsabile. La signorina vi dice che non può farlo, non può passarvi un responsabile perchè questa è la "procedura".Quando vi renderete conto che siete stanchi e che non siete sul set di una candid camera o di un film di Pedro Almodovar:- Vi arrenderete di fronte all'evidenza dei fatti.E' semplice, la linea non c'e', su Internet non si va ed il telefono non va. Il vostro fornitore, in compenso ha speso miliardi in "procedure" e probabilmente continuerà a spenderli e spanderli anche in James Bond e punto gialle solo per verificare se un led è acceso.Se siete arrivati a leggere fin qui vuol dire che il gioco di ruolo si può fare. Ovviamente registrerò l'idea alla siae vi avviso sin d'ora di diffidare delle imitazioni di questo gioco di cui sto già sviluppando la versione beta.Come va a finire? Non ve lo dico, altrimenti non c'è gusto a giocare. Premio i lettori più scrupolosi con due indizi:1) Ho appena comprato una Panda Van con tanto di scala cromo-arancio sul tetto. Io in fondo in fondo quegli omini in tuta blu meccanico e con il saldatore in mano li ho sempre ammirati e mi hanno sempre risolto i problemi.2) Dei fax rideranno pure, ma delle Raccomandate A/R con richiesta di risarcimento danni non potranno ridere molto, dovranno rispondere del loro operato al mio legale.Attendo riscontri dagli altri giocatori.Ser Paul
      • Anonimo scrive:
        Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo
        bellissimo ! . . . . sono convinto di poterti battere ! r e c o r d !2 settimane senza linea telefonica fonia,con telecom ! ! !fortunatamente ho adsl su un altra linea !tutto ha inizio il 24 Dicembre, e da li iniziano le telefonate al 187,booo ne avrò fatte una trentina !avrò visto 4 o 5 differenti omini con la panda VAN, ognuno parlava male di quello che erà passato la volta prima, e ricominciava a controllare la linea e alla fine diceva . . . qui bisogna passare il lavoro all impresa ed io non sapevo se piangere o ridere ! !aspetto 1/2 giorni, non vedo nesssuno,4 /5 telefonate al 187 e per magia l' impresa arriva !bellini con furgone tipo ducato con scritto ciet, controllano un pò la linea, poi arrivano le 6 pm e per magia loro se ne vanno ! !naturalmente non ritornano (troppo facile sennò)quindi ricomincio il tour de force a chimare il 187 !ritorna un altro tecnico con la panda van, ora mi sto inc"""""""" lo minaccio di non lasciarlo andare via se non mi rimette la linea lui si impaurisce, si attacca fiero al suo cell (nokia communicator) lo tengo in ostaggio tutto il pomeriggio finchè non arriva il furgone ducato . . . .e poi dopo 2 giorni finalmente sento di nuovo lo squillo del telefono ! ! ! !ricapitolando 24 dic 2002 / 7 gennaio 2003 . . . . vi fido a battermi !(la telecom ha già ricevuto raccomandata con ricevuta di ritorno con la richiesta di rimborso) ma per ora niente !
        • Mariobusy scrive:
          Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo
          - Scritto da: Anonimo
          ritorna un altro tecnico con la panda van,
          ora mi sto inc"""""""" lo minaccio di non
          lasciarlo andare via se non mi rimette la
          linea lui si impaurisce, si attacca fiero al
          suo cell (nokia communicator)
          lo tengo in ostaggio tutto il pomeriggio
          finchè non arriva il furgone ducato . . . .
          e poi dopo 2 giorni finalmente sento di
          nuovo lo squillo del telefono ! ! ! !

          ricapitolando 24 dic 2002 / 7 gennaio 2003

          . . . . vi fido a battermi !
          (la telecom ha già ricevuto raccomandata con
          ricevuta di ritorno con la richiesta di
          rimborso) ma per ora niente !Hai diritto ad essere rimborsato:dopo 2 giorni dalla segnalazione di guasto dovresti richiedere il rimborso tramite raccomandata AR dell'equivalente del canone bimestrale per ogni 2 giorni di mancata riparazione, Art. 40 reperibile sui vecchi avantielenco (pagine bianche)
        • Anonimo scrive:
          Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo
          vi batto su tutti i fronti!Io a Giugno di quest'anno e' UN ANNO...DICO.. :@ .UN ANNO!..che ho chiesto l'allaccio del mio appartamento a fastweb; il mio condominio e' cablato (dicono al call-center) con la fibra-ottica ma per un contenzioso amimistratore/fastweb di cui non ho capito neanche di cosa...E' DA UN ANNO (a giugno stappo lo spumante) che sono ancora legato a mamma telecom con alice.... ho chiesto che mi fosse data l'opportunita' di usufruire delle linea DSL ma loro...NO!..non si puo'... :Sormai mi sento vinto! :'(se un giorno (nel 2006) citofoneranno per l'istallazione della fibra li faccio salire, gli offro un caffe e poi li ammazzo di botte!!! 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo
            Ragazzi, se veramente volete avere un'idea della profondità dell'abisso in cui sguazzano i servizi fastweb, date un'occhiata a questa odissea... è forse una leggenda metropolitana, meno male che c'è chi riesce a prenderla con spirito...http://www.pancera.it/Fastweb.htmlA proposito, giusto per mingere un'altra goccia nel mare... nelle ultime settimane ho ricevuto circa una decina di telefonate da vari operatori (Wind, Telecom, e compagnia agghiacciante), che mi offrivano le più accattivanti e favolesche condizioni per sottoscrivere un contratto ADSL......la zona dove vivo (e giuro che non sono in pieno kalahari) NON E' COPERTA DAL SERVIZIO ADSL...COME CAKKIO FANNO A NON SAPERLO???!se non lo sanno loro...non ho parole...
      • corrado1972 scrive:
        Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo
        :-DBellissimo, posso farla girare per email agli amici?Grande comicita'... della vita reale!
        • Anonimo scrive:
          Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo
          io di sicuro ad un amico che ha Fastweb gliela mando! per carità, provando a cercare sui newsgroup si trovano centinaia di messaggi sui vari disservizi, non c'è UNA società che si salva... comunque questo racconto sugli omini della punto gialla è grande, un grazie all'autore.- Scritto da: corrado1972
          :-D
          Bellissimo, posso farla girare per email
          agli amici?
          Grande comicita'... della vita reale!
      • Mariobusy scrive:
        Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo
        - Scritto da: Anonimo
        2) Dei fax rideranno pure, ma delle
        Raccomandate A/R con richiesta di
        risarcimento danni non potranno ridere
        molto, dovranno rispondere del loro operato
        al mio legale.
        Attendo riscontri dagli altri giocatori.

        Ser PaulFacci sapere se otterrai giustizia!
    • Giambo scrive:
      Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ru
      - Scritto da: Anonimo
      Visto che ci siamo vi propongo un torneoIo invece ti propongo di far pubblicare la tua storia come "guest" sul sito di Davide Bianchi, il mitico autore di "Storie dalla sala macchine": http://www.soft-land.org/storie/index.html
      • DuDe scrive:
        Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ru
        Premessa, abito a roma in periferia, la casa dove sto non aveva telefono ( il filo c'e' ma la linea no) Siccome non mi interessava il telefono ,allettato da fastweb mi reco in un negozio, chiedo se e' è possibile avere i servizi FW a casa mia, una rapida verifica e mi dicono che posso avere la DSL bene firmo il contratto e chiedo i tempi, siamo a novembre 2001 il tizio mi dice che prima di 3 4 mesi non se ne parla, vabbe' mi metto l'anima in pace e attendo. Mi chiamano a febbraio e mi chiedono se per il 14 sono a casa che venivano d installare gli ageggi, io gli chiedo "ma dopo faccio vuvuvu e navigo? " rispondono di si, giorno di ferie, arrivano gli omini, vedono bucano installano e provano, ma il modem di allinearsi non ne vuole sapere, dicono che c'e' bisogno di qualcuno pratico, vabbe' se ne vanno, e mi faranno sapere.Ora, stando nel campo, so' che significa le faremo sapere, indi l'indomani mi attacco al telefono, segnalo, la cosa, e aprono una chiamata, passa una settimana, tutto tace, bene ricomincio a chiamare, e a chiedere, spiegazioni varie, stiamo aspettando telecom, etc,etc, chiedo i tempi, manco iddio e pochi intimi sanno se e quando portro' fare vuvuvu.Visto che sono cac........ diciamo fastidioso, li chiamo TUTTI i giorni e svariate volte al giorno, addirittura gli chiedo io di aprire il ticket sul remedy ( sistema di gestione dei call-center) e verificare, sempre la solita solfa telecomo, il bucco dell'ozono, gli alieni, l'assassino di kennedy.A sto punto decido con il telefon bombing mi metto daccordo con 4 amici, e giornalmente tutti e 4 chiamiamo durante il giorno, al che qualche opratore mi dice ma lei ha chiamato poco fa, e io gli dico candidamente che si, e continuero' a farlo finche' qualcosa si sblocca.Se ne escono che telecom deve fare la permuta in centrale, ora per i non tecnici significa staccare 2 cavetti da una parte, e attaccarli da un'altra parte sempre all'interno degli stessi locali.Al che mi incazzo non poco, e dico, ma c'e' qualche dirigente che invece di gingillarsi in fellatio e cunnilingus con qualche segretaria ansiosa di fare carriera si interessa a chiamare il dirigente di telecom,anche lui impegnato in tali gioiose pratiche , si da dirgli, ue' ciccio, mandi un cristiano munito di ficchino ( attrezzo per fare le famose permute) in centrale a spostare sta permuta? .Al che mi rispondono che loro piu' che segnalare non possono fare, bene, fatemi parlare con un irresponsabile, si proprio, hahahahahah non esistono, esistono solo quando vanno a rubare lo stipendio, ma per parlare con un futuro utente, non ci sono.Rimedio una email di qualche dirigenete di FW e scrivo uno svariato di email condite di incompetenti, e anche con, andate a zappare, magicamente dopo una di queste e-mail mi chiama di sabato pomeriggio la segretaria di un dirigente comunicandomi che il 2 maggio si sarebbe sistemato il tutto , essendo il 2 un gg dopo il primo che e' festa, non ci speravo invece magicamente il 2 maggio ho la linea, ricapitolando, novembre 2001 contratto, febbraio 2002 apparecchi in casa, maggio 2002 linea, totale? 8 mesi per fare una cacchio di permuta ( perche' quello era il problema) Da allora in poi, per fortuna ( grattazio pallorum) nessun problema.
    • Anonimo scrive:
      Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo.
      Tutti fantastici, davvero :)Il primo copione è eccezionale, degno di uno sceneggiatore :)Registrateli tutti e proponeteli per un bell film fantozziano :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo.
      Telefonata a Fastweb realmente avvenuta:Dopo almeno mezzora di musichetta e di (come lo chiami tu: IVR)Io : Pronto?FW: Pronto sono Federica (o Barbara o Daniela o Margherita ecc..) in cosa posso esserle utile?Io : Buongiorno, credo ci sia un problema sulla mia linea fibra, riesco a pingare il gateway di zona ma su internet non esco neanche a legnate. (Premetto che ho un pc con linux)FW : Uhm, non mi sembra che ci siano problemi sulla sua linea, ha mica provato a svuotare la cartella dei file temporanei?Click.Ho riattaccato.^_^
      • Anonimo scrive:
        Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo.
        - Scritto da: Anonimo
        Telefonata a Fastweb realmente avvenuta:

        Dopo almeno mezzora di musichetta e di (come
        lo chiami tu: IVR)

        Io : Pronto?

        FW: Pronto sono Federica (o Barbara o
        Daniela o Margherita ecc..) in cosa posso
        esserle utile?

        Io : Buongiorno, credo ci sia un problema
        sulla mia linea fibra, riesco a pingare il
        gateway di zona ma su internet non esco
        neanche a legnate. (Premetto che ho un pc
        con linux)

        FW : Uhm, non mi sembra che ci siano
        problemi sulla sua linea, ha mica provato a
        svuotare la cartella dei file temporanei?

        Click.

        Ho riattaccato.


        ^_^Stupendo!!!!Dovremmo raccogliere in un sito tutte queste esperienze "call center".Almeno ci facciamo un paio di risate!Cheers... |^,^|nOra
    • Anonimo scrive:
      Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo.
      Concordo sul fatto che l'assistenza sia stata penosa. Però penso che anche tu sia parzialmente responsabile del disservizio, non avendo allestito una linea di backup.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fastweb, un meraviglioso gioco di ruolo.
        Beh, allora ti racconto da quanto tempo ho chiesto una linea analogica a Telecom....per avere poi un ADSL.Ogni dieci giorni da 3 mesi chiamo il 191 e mi dicono che la richiesta non c'è e che me la rifanno al volo.In questo momento sono appena stata buttata fuori dall'IVR di telecom. Ho rifatto il 191 e sto ascoltando da circa 8 minuti una musichetta carina.Rispetto a Fastweb la qualità della musica di attesa è di granlunga migliore, un pò stile "Febbre da Cavallo" intermezzata dalla vocina che mi dice che per motivi di traffico gli operatori sono impegnati :)Vi giuro che se becco chi ha inventato l'IVR lo prendo a legnate.Ser Paul
  • Anonimo scrive:
    re: i call center? una trappola!
    Dirò di più, la cosa più sconvolgente è che gli operatori dei call center ti riattaccano pure il telefono in faccia se li metti in difficoltà! facile, no? E pensare che non si può nemmeno dimostrarlo! Certo è che succede così spesso e sempre dopo una piccola discussione....
    • Anonimo scrive:
      Re: re: i call center? una trappola!
      spezzerei una lancia per l'operatore di call center, innocente cinghia di trasmissione di un sistema del cavolo...mi è successo, tra l'altro, di cercare di attivare una normale linea telefonica nel centro di roma e di dovere chiamare un centinaio di volte, nei sei mesi che ci sono voluti, il call center telecom. Beh, attorno alla 75ma volta ho avuto un crollo nervoso, mi tremava la voce e se avesse avuto senso mi sarei messo in ginocchio... e l'operatrice mi ha ascoltato con pazienza e comprensione, mi ha dato conferma con voce rassicurante di avere inviato un sollecito urgente (poi rivelatosi inutile come gli altri che avevo già fatto nel corso dei mesi), insomma ha fatto quello che poteva per tranquillizzarmi. Poi ha attaccato lei... Da dodici anni risponde al telefono e non funziona niente, riceve chiamate da lazio e sardegna e che cavolo ne sa lei di come stanno a Nuoro, ecc.mal comune mezzo gaudio, ho pensato.
    • Icestorm scrive:
      Re: re: i call center? una trappola!
      - Scritto da: Anonimo
      Dirò di più, la cosa più sconvolgente è che
      gli operatori dei call center ti riattaccano
      pure il telefono in faccia se li metti in
      difficoltà! facile, no?Proprio ieri una del call-center di Wind mi ha riattaccato il telefono mentre diceva "un attimo che controllo"...Ovviamente non è certo la prima volta. La stessa manovra di fuga l'ho subita da Telecom e dalla ex-infostrada.
      • Anonimo scrive:
        Re: "un attimo che controllo..."!?!
        Siccome è capitato molto spesso anche a me che improvvisamente caschi la linea sempre e solo dopo la fatidica frase "un attimo che controllo.." che non ti lascia nemmeno il tempo di replicare "controlli pure, basta che non mi metta in attesa" scanso equivoci, deduco che questa tecnica brutale assimilabile ad una vera e propria violenza psicologica debba essere molto diffusa tra gli operatori di call center. Sarà una questione di passaparola oppure verrà loro insegnata addirittura in sede di formazione? Sarebbe interessante scoprirlo. Che ne dite, si faranno anche una risatina alle nostre spalle passandosi una mano sulla fronte per il pericolo scampato, incuranti del tempo prezioso che ci hanno fatto perdere? Io rimango dell'idea che se una persona non è portata per lavorare in un call center fa meno danni a se stessa e a chi la chiama se cambia lavoro. Inoltre sarebbe opportuno ripristinare i codici identificativi degli operatori. E pensare che la Telecom ha da un pò di tempo introdotto alla fine della telefonata il "sondaggio di cortesia", la voce automatica che ti chiede opinioni sul servizio ricevuto, e la maggior parte delle volte gli operatori, pur di non farlo partire, ti lasciano in attesa per minuti interi sperando che riattacchi per primo. Ma allora che è, una presa in giro anche questa? Teniamo duro e prima di salutare l'operatore chiediamo di fare il sondaggio. Mi auguro che qualcosa cambierà.Valentina
    • Mariobusy scrive:
      Re: re: i call center? maleducati!
      - Scritto da: Anonimo
      Dirò di più, la cosa più sconvolgente è che
      gli operatori dei call center ti riattaccano
      pure il telefono in faccia se li metti in
      difficoltà! facile, no? E pensare che non si
      può nemmeno dimostrarlo! Certo è che succede
      così spesso e sempre dopo una piccola
      discussione....E' vero e questo malcostume deve finire!E' inammissibile che il gestore al quale io pago puntualmente bollete sempre superiori ai 600 Euromi tratti in questi modi, magari dopo 40 minuti di attesa al telefono.
    • Anonimo scrive:
      Re: re: i call center? una trappola!
      cmq dopo tutta sta lettura di 3d mi sono cappottato dal ridere anke se sn senza lavoro da 1 mese, siete mitici continuate così 8D p.s. nn le compagnie di servizi ma gli utenti ke raccontano le loro storie come la trama di un film....
  • Anonimo scrive:
    Non è mai l'unica interfaccia
    Esistono le raccomandate con ricevuta di ritorno. Valgono come prova in un giudizio, e costituiscono comunicazione ufficiale. So che alcune aziende poco serie (Non faccio nomi. Wind. Ho detto non faccio nomi) non le passano neanche all'ufficio legale o le fanno leggere ad operatori inesperti (scaricando poi su loro licenziandoli l'eventuale danno), ma se non ricevete risposta SCRITTA (e potete ignorare risposte tramite telefonate/e-mail perchè non ufficiali) siete dalla parte della ragione. Utile per non pagare bollette che siete sicuri non siano esatte, o servizi non richiesti abilitati senza prova scritta. Ricordate, arrivare alla comunicazione giudiziaria o in tribunale è per loro un DANNO, se potete provare la ragione. Saltate il call-center, fate di testa vostra comunicandolo direttamente via raccomandata.ESPERIENZA PERSONALE:La Wind mi ha attivato due volte lo stesso servizio, fatturandolo due volte. Non volendo pagare la seconda fattura, ho telefonato al call-center, e mi hanno detto di pagare per ora, e poi mi avrebbero stornato l'importo. Io ho chiesto di mandarmi un fax in cui mi confermavano lo storno, ma si sono rifiutati. Ho pagato solo quello che mi spettava, e ho mandato una raccomandata in cui segnalavo il problema e dicevo che era stata aperta una pratica di storno. Non mi hanno risposto e non è arrivato nessuno storno nè conferma dello stesso (futuro). Dopo UN ANNO!!!! una società di recupero crediti mi ha mandato una lettera di mora, e con un semplice fax in cui spiegavo la situazione e mostravo la doppia fattura, mi han lasciato stare. Dato che non si era fatto sentire nessuno dalla Wind, li ho denunciati per inadempienza contrattuale (non hanno risposto in 45 giorni come prevede la legge), sono andato da un giudice di pace e non si sono neanche presentati al giudizio, e io ho avuto 500 ? di risarcimento oltre al chiarimento della questione dal punto di vista legale. Purtroppo ora il giudice di pace non è più competente per contratti collettivi, a causa della legge approvata dal centro-destra per fare un favore alle case assicurative (l'episodio RCA).
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è mai l'unica interfaccia
      - Scritto da: Anonimo
      giorni come prevede la legge), sono andato
      da un giudice di pace e non si sono neanche
      presentati al giudizio, e io ho avuto 500 ?
      di risarcimento oltre al chiarimento della
      questione dal punto di vista legale.
      Purtroppo ora il giudice di pace non è più
      competente per contratti collettivi, a causa
      della legge approvata dal centro-destra per
      fare un favore alle case assicurative
      (l'episodio RCA).Non sono sicurissimi di ciò.A parte il fatto che la legge in questione re è e rimane vergognosa, credo che riguardi illeciti "globali" in caso di contratto collettivo, come el caso del furto tramite costituzione illecita di cartello anti-concorrenza dei soldi a TUTTI gli assicurati.Nel caso di inadempienza nei confronti di un singolo, forse la cosa è diversa.Ci vorrebbe, come sempre, un avvocato!
  • Anonimo scrive:
    Io ci ho lavorato in un Call Center...
    ... Per quasi 3 anni... So bene cosa significa lavorare con una cuffia in testa per 8 ore al giorno (a volte anche di più) e so bene cosa significa parlare con clienti furiosi per 8 ore al giorno... Che nel 90% dei casi hanno ragione ma che ti fanno venir voglia di scappare, che si scaricano con te che sei solo un povero cristo seduto li per ammortizzare i danni, che spesso non puoi nemmeno aiutarli e te ne dispiace, vorresti fare qualcosa per loro, ma non puoi anche perchè l'azienda te lo impedisce in molti casi...E i clienti più belli sono quelli che vogliono per forza parlare con il "superiore", illusi che cambi qualche cosa, spesso il superiore è una persona molto più giovane e inesperta dello stesso operatore. Alcuni clienti mandano lunghe lettere raccomandate di protesta o addirittura lettere dai loro avvocati, credendo che queste lettere vengano lette da chi sa quale autorità aziendale... Nemmeno immaginano che finiscono nelle mani dei ragazzi che durante il turno serale le leggono e si fanno quattro risate per ammazzare il tempo...Ma nonostante le risate finisci il tuo turno con la morte nel cuore...
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ci ho lavorato in un Call Center...
      ....e' triste ma effettivamente la situazione l'hai descritta benissimo.... e "quella situazione" mi puzzava molto di deja'-vu al 119, il Call Center della TIM ;)
    • godzilla scrive:
      Re: Io ci ho lavorato in un Call Center.
      ma in effetti non credo che Giuseppe ce l'avesse con i ragazzi che ci lavorano... alla fine secondo me è sempre e comunque colpa di queste grandi aziende a cui, alla fine, del cliente importa poco o niente.ciaogodzilla
      • Anonimo scrive:
        Re: Io ci ho lavorato in un Call Center.
        A me questo sembra evidente.Ho conosciuto un ragazzo che, prima di trovare altra occupazione, ha lavorato per una ditta che, per vie traverse, forniva servizio di call-center a Telecom. Una bravissima persona, molto sveglia, disponibile, seria, laureata con 110 e lode, apertura mentale a 360 gradi ... ma di adsl non ne capiva un tubo.Credo che i disservizi dipendano più da chi l'ha messo là ,che da lui e dai ragazzi come luiSaluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Hai lavorato in un Call Center? Diccelo!
      - Scritto da: Anonimo
      ... Per quasi 3 anni... So bene cosa
      significa lavorare con una cuffia in testa
      per 8 ore al giorno (a volte anche di più) e
      so bene cosa significa parlare con clienti
      furiosi per 8 ore al giorno... Che nel 90%
      dei casi hanno ragione E' vero che danno ancora una provvigione aggiuntiva allo scarso stipendio dei trimestrali?E' per quel motivo che al 187 insistono tanto per appiopparti x forza qualcosa?
      • Anonimo scrive:
        Re: Hai lavorato in un Call Center? Diccelo!
        - Scritto da: Anonimo...E' vero che danno ancora una provvigione
        aggiuntiva allo scarso stipendio dei trimestrali?
        E' per quel motivo che al 187 insistono
        tanto per appiopparti x forza qualcosa?Mio fratello lavora al 119 da un po di mesi...e ti posso assicurare che l'unico stipendio che hanno e' quello che accumulano ogni volta che gli arriva una chiamata o fanno un'operazione (attivate/cancellare/cambiare) ad un cell.Se non hai telefonate....non fai una lira!...schifato...Enzo
      • Anonimo scrive:
        Ci lavoro. Mio dio..
        Mandi un c.v.Ti chiamano per il colloquio.Ti presenti.[Ve lo dico e taglio la testa al toro: Fastweb.]Il selezionatore sta ad Internet come Berlusconi all'onestà, ciò nonostante ti fa la fatidica domanda: "Lei si intende di Internet?".Sei assunto. [In ogni caso intendo].Scattano le telefonate di prova: 3 o 4, giusto per vedere se sai stare al telefono, dopodichè è tutto nelle tue mani.Hai un foglio con il testo da seguire, [libera interpretazione dei contenuti], e parti a fare chiamate cercando di convincere i poveri malcapitati che spenderanno di meno abbonandosi."Ma basta! E' la decima volta che mi chiamate!""Ah mi scusi, ora la depenniamo così non la richiamano più"Tempo una settimana e ristampano gli elenchi, e si riparte con il martellamento di chiamate. Nessuna selezione.Capita di chiamare anche chi è già abbonato e ha problemi tecnici, e non gli sembra vero di parlare con qualcuno e non con un IVR. Soluzione standard: "Daccordo ora facciamo un controllo e poi al limite la ricontattiamo".Il foglio solitamente viene cestinato..Questo tipo di servizi viene commissionato ad agenzie esterne alle compagnie telefoniche, il tutto procede in un sistema di matrioske, e in mezzo ci sono i poveri utenti.
  • Anonimo scrive:
    beh....è normale
    Caro...nonmiricordocometichiamimanonhovogliaditornareagiardare.........Beh...è normale che sia così.Pur essendo io stesso delle tue stesse idee....devi però capire che se oggi unatecnologia come l'ADSL è accessibile a quasi tutt'italia, ad un prezzo abbastanza alevato, ma tuttosommato contenuto, e in diminuzione....è grazie anche ai tagli che l'azienda TELECOM ha fatto altrove.(vedi negozi telecom...assistenti...eccetera)IO sono pienamente daccordo che era meglio prima....ma per dire questo devo inevitabilmente affermare che sarei disposto a rinunciaqre a tutti i benefici portati da quel mal-cambiamento.Altrimenti non vedo soluzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: beh....è normale
      ma,mi sa che i call center per quello che costano fanno ben poco !se io chiamo 3 volte per lo stesso problema e parlo con 3 persone diverse, non mi sembra che l azienda risparmi tanto,visto che devo rispiegare tutto ad ogniuno e far perdere del tempo,non sarebbe + semplice / + produttivo / - costoso1. mettere ai call center operatori esperti2. pagarli un pò meglio e asumerne meno3. mettere in piedi un sistema di help desk via forum o chat, ormai in molti abbiamo adsl e che costerebbe a telecom aprire un servizio di 187/onlineu t o p i e . . . . ?
      • Anonimo scrive:
        Re: beh....è normale
        3. mettere in piedi un sistema di help desk via forum o chat,ormai in molti abbiamo adsl e che costerebbe a telecom aprire un servizio di 187/online



        troppo dispendioso. poi le telefoniste dovrebbero lavorareveramente e non tutte hanno voglia . chiami 3 volte al 187 e ogni volta hai una versione di risoluzione del problema diversa ....sara' il caso di unificare almeno larisposta ad ogni problema o quanto meno non risponderedicendo 'immani' CAZZ***
Chiudi i commenti