SCOPE rilancia le soluzioni open mobile

Alcatel, Ericsson, Motorola, NEC, Nokia e Siemens hanno dato vita ad un'alleanza che si occuperà dello sviluppo di prodotti hardware e software per i carrier, centrando tutto sull'open source


Roma – Il primo gennaio 2006 ha salutato la nascita di SCOPE , un’alleanza industriale sancita da
Alcatel, Ericsson, Motorola , NEC , Nokia e Siemens per lo sviluppo di piattaforme COTS , ovvero soluzioni software e hardware, per il settore mobile, liberamente commerciabili. Di solito i carrier sono obbligati ad affidarsi a prodotti in licenza che richiedono ingenti investimenti mentre, grazie a questo accordo, il mercato potrà approfittare di un’offerta più ampia a prezzi concorrenziali. L’obiettivo di SCOPE è anche quello di promuovere l’interoperabilità dei sistemi sfruttando le potenzialità del software a codice aperto ( FOSS ).

In sinergia con il lavoro svolto da PCI Industrial Computer Manufacturers Group , Service Availability Forum , Open Source Development Lab e altre organizzazioni, sarà possibile stabilire nuove strategie per favorire l’utilizzo delle soluzioni COTS.

“Le future linee guida agevoleranno i produttori nello sviluppo di hardware e software a basso costo, interoperabile e con alti volumi adeguati per far fronte alle esigenze del comparto”, ha dichiarato Timo Jokiaho, presidente di SCOPE.

Il primo obiettivo sarà quello di creare dei profili per l’hardware, i sistemi operativi, piattaforme middleware e strumenti basati su Advanced Telecom Computing Architecture ( ATCA ), Carrier Grade Linux , e le specifiche dell’interfaccia del SA Forum.

“SCOPE si appresta a diventare un punto di riferimento dell’industria delle telecomunicazioni, introducendo nuovi standard condivisi da alcune delle più importanti aziende. L’impegno profuso dovrebbe permettere alla catena di distribuzione di concentrare e accelerare gli investimenti nei COTS, vitali per i sistemi di comunicazione di nuova generazione”, ha dichiarato Ken Rehbehn, Research Director for Telecom Infrastructure di Current Analysis .

“Questa alleanza è un classico esempio di open forum, impegnato a soddisfare le esigenze dei costituenti e dei consumatori. La mia opinione è che SCOPE permetterà un’accelerazione dell’innovazione ed un incremento dell’efficienza”, ha dichiarato Tim Kober, presidente di SA Forum.

Gli ambienti open source hanno accolto la notizia con soddisfazione, anche se qualcuno si è permesso di far notare che l’ agenda di SCOPE è quanto mai simile a quella di OSDL (Open Source Developement Lab), l’organizzazione non profit fondata nel 2000 da IBM , HP , Computer Associates International , Intel , NEC e altre aziende per la promozione delle soluzioni business Linux – anche per il comparto mobile.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Altre parole, ma è sempre lui
    Esattamente. Si tratta sempre del Digitale Terrestre.Quello su cui stanno investendo Nokia, Telecom, Vodafone, Tre e Mediaset.Sempre quel Digitale Terrestre per cui Mediaset e Tre hanno speso centinaia di milioni di euro per acquistare frequenze analogiche su cui trasmettevano solo spazzatura.Il dvb-h, così come il dvb-t e il dvb-s daranno all'Italia maggiore pluralismo e migliore offerta.Speriamo non arrivi qualche idiota al governo a bloccare lo sviluppo del Paese anche in questo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Altre parole, ma è sempre lui
      Quanto sei ingenuo- Scritto da: Anonimo
      Esattamente. Si tratta sempre del Digitale
      Terrestre.
      Quello su cui stanno investendo Nokia, Telecom,
      Vodafone, Tre e Mediaset.
      Sempre quel Digitale Terrestre per cui Mediaset e
      Tre hanno speso centinaia di milioni di euro per
      acquistare frequenze analogiche su cui
      trasmettevano solo spazzatura.
      Il dvb-h, così come il dvb-t e il dvb-s daranno
      all'Italia maggiore pluralismo e migliore
      offerta.
      Speriamo non arrivi qualche idiota al governo a
      bloccare lo sviluppo del Paese anche in questo!
  • Alessandrox scrive:
    Ma sara' sempre possibile....
    Acquistare un telefono senza tutti sti inutili ammennicoli che serva giusto per telefonare, scambiarsi messaggi sms (piu' ovviamente tutte le funzioni sw accessorie)?
  • Anonimo scrive:
    opps....
    Ma quante belle critiche "figurati se guardo il film di spielberg su 3 pollici" o "non volgio vedere le schifezze rai mediaset blabla anche sul cellulare"...ma secondo voi qual'è il target degli operatori per la tv su cellularedove aumenta il fatturato ogni anno di più del 100% nei servizi mobili anche in italia (anche se nessuno lo dice)??un aiutinoSecondo voi perchè SKY ha dovuto fare una prepagata "anonima senza voci in fattura"?? perchè la gente non voleva in fattura "milan-inter" e "film: Il silenzio degli innocenti" o "film: altri film"??????per il porno!! la tv sul cell baserà il grosso el fatturato sul porno!
    • Anonimo scrive:
      Re: opps....
      - Scritto da: Anonimo
      Ma quante belle critiche "figurati se guardo il
      film di spielberg su 3 pollici" o "non volgio
      vedere le schifezze rai mediaset blabla anche sul
      cellulare"...
      ma secondo voi qual'è il target degli operatori
      per la tv su cellulare
      dove aumenta il fatturato ogni anno di più del
      100% nei servizi mobili anche in italia (anche se
      nessuno lo dice)??
      un aiutino
      Secondo voi perchè SKY ha dovuto fare una
      prepagata "anonima senza voci in fattura"??
      perchè la gente non voleva in fattura
      "milan-inter" e "film: Il silenzio degli
      innocenti" o "film: altri film"??????
      per il porno!! la tv sul cell baserà il grosso el
      fatturato sul porno!si ma a parte l'uccello che cresce... lo schermo rimane piccolo piccolo
    • Anonimo scrive:
      Re: opps....

      per il porno!! la tv sul cell baserà il grosso el
      fatturato sul porno!Nooo maddaaiii! E io che pensavo lo facessero per trasmettere le partite di calcio in microvisione!
  • Anonimo scrive:
    Canone RAI
    Visto che il canone RAI è considerato come "tassa di possesso" di qualsiasi apparecchio in grado di ricevere trasmissioni televisive (quindi non ne sarebbero esenti neanche i monitor di computer) non è che ci faranno pagare anche il canone per ogni telefonino DVB-H?Comunque ne ho abbastanza di tv. Se pensano che mi metterò a vederla pure sul cellulare mi sa che si sbagliano di grosso (a meno che per un po' di tempo non la diano gratis per tutti e poi comincino a farla pagare :@)
    • Anonimo scrive:
      Re: Canone RAI
      no no, io volio di piu invecie. volio tv anche in bagno. piu meglio ancora, volio impianto in occhio per vedere tv sempre.
  • Anonimo scrive:
    Tecnologia utile,ma....
    Questa tecnologia è di per se interessante,rimane da vedere quali saranno i contenuti trasmessi su questi canali,se la qualità media rimarrà quella che c'è adesso nella tv tradizionale,per quanto mi riguarda farò a meno di massacrarmi gli occhi per vedere la De Filippi sullo schermo del cellulare......
    • Anonimo scrive:
      Re: Tecnologia utile,ma....

      Questa tecnologia è di per se interessante,rimane
      da vedere quali saranno i contenuti trasmessi su
      questi canali,se la qualità media rimarrà quella
      che c'è adesso nella tv tradizionale,per quanto
      mi riguarda farò a meno di massacrarmi gli occhi
      per vedere la De Filippi sullo schermo del
      cellulare......Quindi visto quello che trasmettono NON servirà a una mazza!
Chiudi i commenti