Se il P2P è un campo minato

I legali delle major tornano a spiare gli utenti tendendo trappole tutte da scaricare. Stavolta tocca alla Germania, ma i consumatori rumoreggiano

Roma – Gettavano esche nella Rete per individuare e ricattare chi veniva sorpreso a condividere file protetti. Avevano promesso di smetterla, ma sono tornate alla carica in Germania, dove sembra però che gli utenti abbiano deciso di non sottostare al sopruso . ACS:Law , uno studio legale che avrebbe ripreso l’attività dello studio britannico Davenport Lyons, non appare intenzionata a celare i suoi obiettivi: “Lo scorso venerdì abbiamo presentato alla corte le prime denunce – si legge in una nota del gruppo – ed entro la fine della settimana inoltreremo le restanti email di notifica”.

Lo schema ricalca quello adottato verso la fine del 2008 da Davenport Lyons: condividere file tracciabili e poi costringere i provider a rivelare l’identità di coloro che si fossero macchiati di file sharing illegale. Una volta individuata la vittima gli avvocati britannici inviavano una richiesta di pagamento, indispensabile per non doversi poi difendere nelle aule del tribunale.

Adesso come allora gli avvocati di ACS:Law punterebbero tutto sull’iniziale panico dell’utente che riceve la lettera, confidando sull’ingenuità di quest’ultimo per ottenere denaro in cambio della promessa di non procedere ulteriormente a livello giudiziario.

Per scongiurare il ripetersi di episodi in cui molti netizen britannici erano stati costretti a pagare centinaia di sterline per evitare il processo , Verbraucherzentrale , associazione dei consumatori della Sassonia, ha diramato una sorta di guida per proteggere gli utenti dal cadere nella rete di ACS:Law : “È bene prendere sul serio queste missive – si legge in una nota di Verbraucherzentrale – ma non bisogna procedere a nessun tipo di pagamento fino a quando non sarà stata fatta chiarezza sul caso”.

Secondo alcuni , differentemente da quanto accaduto nel Regno Unito, gli avvocati al soldo delle major starebbero incontrando in Germania una resistenza maggiore , grazie al tam tam della Rete che ha contribuito a rendere i netizen edotti sull’argomento e quindi in grado di difendersi da accuse non sempre fondate.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Michele scrive:
    Bravi bravi
    volevano mangiare a sbafo e ora non mangiano proprio, se avessero avuto un briciolo di testa avrebbero cercato una partnership, non fatto minacce velate.. niente è triste purtroppo quando chi fa macchine a vapore fallisce e sgomita perchè la tecnologia l'ha superato..
  • gatto scrive:
    che figura
    ma telecom non si è informata su grooveshark ?
  • visik7 scrive:
    Come Tornare ad usarlo:
    cmq tornare a grooveshark è una XXXXXXXtabasta che cancelliate i cookie di groovesharkimpostate un proxy straniero accedete al sito rimuovete il proxy e aggiornatefinchè il cookie non scade sarete su grooveshark per semprecmq ho fatto bene a non unificare gli accounttelecom XXXXX pupu
  • aleritty scrive:
    ed io pago...
    Il bello è che telecom ha comprato (sicuramente con soldi pubblici) l'esclusiva sul servizio in Italia, per poi affossarlo e mantenere la redirezione verso i SUOI server...Quindi noi contribuenti paghiamo per l'esclusiva di un servizio che ci viene negata... è un colmo, praticamente una barzelletta!!Il bello è che non si sono limitati a chiudere ma mantengono la redirezione verso il proprio sito così dall'Italia non si può più accedere a grooveshark!! Provate, è un blocco a livello IP e non solo DNS!!Le major internazionali centrano poco, sono usate solo come scusa! Altrimenti perchè al di fuori dell'Italia non c'è stata alcun tipo di protesta?? Perchè il vero servizio, grooveshark continua a funzionare se è così "illegittimo"?? No, la verità è che qui da noi andava scomodo a qualcuno questo servizio...E poi dicono che chi affossa il mercato sono gli scaricatori folli... Ma qui venivano retribuiti tutti, perchè lamentarsi??
    • happiness scrive:
      Re: ed io pago...
      Scusa ma hai letto l' articolo? Le major hanno detto che non vogliono che ci sia questo servizio....Comunque su una cosa credo che hai ragione: non credo che siano le major internazionali, altrimenti tutto grooveshark sarebbe chiuso, invece è aperto. Quelli che hanno parlato sono i rappresentanti delle major italiane, evidentemente volevano un pezzo di formaggio anche loro ...
    • visik7 scrive:
      Re: ed io pago...
      non è un blocco a livello ip del tuttoguarda il commento che ho fatto qui sotto
    • Denis scrive:
      Re: ed io pago...
      per le major in italia è più facile far chiudere un servizio quando c'è una specie di rappresentanza anche in Italia, che andarsela a prendere con qualcuno in America.Hanno colto la palla al balzo.
  • marco fiani scrive:
    chiuso !
    l'hanno già chiuso
  • se ne intende scrive:
    spotify
    se avessero lanciato spotify in Italia si sarebbero risparmiati le grane visto che questo sito è legale
    • happiness scrive:
      Re: spotify
      Spotify è ancora in beta chiusa, e poi, copio e incollo proprio dal sito spotify:"Unfortunately, due to licensing restrictions we are not yet available in your country. We understand that you are currently in Italy ...."Mbah, una volta tanto che Telecom tirava fuori un servizio intelligente .... grooveshark in America è ancora aperto: evidentemente tutti questi problemi con le major non ci sono. Torneremo tutti quanti lì e come al solito noi italiani ci faremo la figura dei provinciali ...
  • Alletto scrive:
    Sito spento
    Mi è arrivata ieri sera comunicazione dalla Tim: il servizio di streaming musicale deve chiudere i battenti.Bello finché è durato!Qui c'è il sito con alcune delle sperimentazioni che stanno conducendo in Telecom Italia:http://www.nextinnovation.it
  • contro le case disco scrive:
    sempre loro
    x una volta che telecom fa una cosaXXXXX subito quegli .....ecco quando tocchi i loro soldi !!!!!
    • Guybrush scrive:
      Re: sempre loro
      - Scritto da: contro le case disco
      x una volta che telecom fa una cosaXXXXX subito
      quegli
      .....

      ecco quando tocchi i loro soldi !!!!!Ma vedi... SCF non ha proprio alcun motivo di esistere.Purtroppo c'e' una legge varata "fuori programma" grazie all'aiuto dell'attuale presidente del consiglio che ne giustifica funzioni ed attivita'.Pagare i diritti sul supporto e' come comprare un'automobile e poi continuare a pagare una percentuale al costruttore ogni volta che si accende il motore.Contenti voi...-- GT
      • modosayca scrive:
        Re: sempre loro

        Pagare i diritti sul supporto e' come comprare
        un'automobile e poi continuare a pagare una
        percentuale al costruttore ogni volta che si
        accende il
        motore.purtroppo succede anche questo... ogni anno si deve pagare il bollo!
        • asvero panciatici scrive:
          Re: sempre loro
          - Scritto da: modosayca

          Pagare i diritti sul supporto e' come comprare

          un'automobile e poi continuare a pagare una

          percentuale al costruttore ogni volta che si

          accende il

          motore.

          purtroppo succede anche questo... ogni anno si
          deve pagare il
          bollo!Che idiozia. Il bollo è una tassa che paghi alo stato, mica un abbonamento da pagare al produttore per l'uso della macchina.Il bollo, se vogliamo si giustifica nel fatto che pur avendo pagato le normali tasse sul reddito, il cittadino che usa un'auto ha un costo sociale maggiore di chi l'auto non ce l'ha. Praticamente è un po'come dire che se costi di più alla comunità paghi delle tasse in più. Potrebbero tranquillamente abolire le tasse acXXXXXrie e rendere parametrica la tassa sul reddito, ma così forse è più semplice.
      • AlessioC scrive:
        Re: sempre loro
        - Scritto da: Guybrush
        Ma vedi... SCF non ha proprio alcun motivo di
        esistere.
        Purtroppo c'e' una legge varata "fuori programma"
        grazie all'aiuto dell'attuale presidente del
        consiglio che ne giustifica funzioni ed
        attivita'.Giusto per amore della precisione (e non certo del Presidente), ricordo che la tutela dei diritti connessi spettante al produttore dei fonogrammi è prevista dalla direttiva comunitaria del '98 poi recepita nel ns ordinamento dal dlgs 68/2003. Almeno qui, il Capo non c'entra...AC
      • BSD_like scrive:
        Re: sempre loro
        - Scritto da: Guybrush
        Purtroppo c'e' una legge varata "fuori programma"
        grazie all'aiuto dell'attuale presidente del
        consiglio Dal sito:http://www.dirittodautore.it/page.asp?mode=Articoli&IDQ=36 "La Società Consortile Fonografici (SCF) nasce nel febbraio 2000"Dal sito:http://it.wikipedia.org/wiki/Elezioni_politiche_italiane_del_2001Potreste spiegare come è possibile che l'abbia fatta nascere il berlusca e non il gov. Prodi con maggioranza di C-SX?Controllate un pò meglio le info e farsi meno prendere da esagitazioni politiche.
    • Massi scrive:
      Re: sempre loro
      - Scritto da: contro le case disco
      x una volta che telecom fa una cosaXXXXX subito
      quegli
      .....

      ecco quando tocchi i loro soldi !!!!!Telecom Italia ha varato un bel po' di cose carine negli ultimi tempi!2 siti di streaming della tv (free e a pagamento) e uno di streaming di musica.Finalmente anche Telecom si muove!Tra l'altro Tim ha deciso di commercializzare due ottime tariffeTim10 (10 cent/min + s.r)Tim Senza Scatto (15 cent/min senza scatto alla risp.)
      • cognomenome scrive:
        Re: sempre loro
        - Scritto da: Massi

        Tra l'altro Tim ha deciso di commercializzare due
        ottime
        tariffe
        Tim10 (10 cent/min + s.r)
        Tim Senza Scatto (15 cent/min senza scatto alla
        risp.)gentilmente mi mandi il riferimento a queste tariffe? perche' sul sito della TIM non ci sono (ne ci potranno mai essere, secondo me...)
        • Alletto scrive:
          Re: sempre loro
          - Scritto da: cognomenome
          - Scritto da: Massi



          Tra l'altro Tim ha deciso di commercializzare
          due

          ottime

          tariffe

          Tim10 (10 cent/min + s.r)

          Tim Senza Scatto (15 cent/min senza scatto alla

          risp.)

          gentilmente mi mandi il riferimento a queste
          tariffe? perche' sul sito della TIM non ci sono
          (ne ci potranno mai essere, secondo
          me...)Non c'è ancora un link.Sono tariffe riservate ai nuovi clienti che comprano una nuova sim con un nuovo numero.Attivabili dopo il 10 settembre al costo di 10 euro nei centri Tim.Le tariffe sono queste:Tim10:10 cent/min + 16 cent s.r. vs tutti (tariffa a scatti da 15 s)10 cent sms vs tuttiTim senza scatto15 cent/min vs tutti, no scatto alla risposta, scatti da 15 s10 cent per sms vs tuttiTim Romania9 cent/min + 16 cent vs tutti15 cent per gli smsSono tariffe ottime!
  • LuNa scrive:
    ahahahahaahha
    come da oggetto. qui non parliamo di trackerelli tipo TPB o della casalinga di voghera con 20 Mp3 nell'hd, ma di un mostro di azienda quale Telecom. Voglio proprio vedere l'industria musicale quali argomenti saprà proporre e quali nefandezze tirerà fuori per RUBARE ancora.
    • se ne intende scrive:
      Re: ahahahahaahha
      mi sembra che il sito sia già offline, quanini major 1 telecom 0
    • Funz scrive:
      Re: ahahahahaahha
      - Scritto da: LuNa
      come da oggetto. qui non parliamo di trackerelli
      tipo TPB o della casalinga di voghera con 20 Mp3
      nell'hd, ma di un mostro di azienda quale
      Telecom. Voglio proprio vedere l'industria
      musicale quali argomenti saprà proporre e quali
      nefandezze tirerà fuori per RUBARE
      ancora.vedremo se condanneranno anche loro a pagare ottantamila euro a file MP3 :o
    • DarkOne scrive:
      Re: ahahahahaahha
      - Scritto da: LuNa
      come da oggetto. qui non parliamo di trackerelli
      tipo TPB o della casalinga di voghera con 20 Mp3
      nell'hd, ma di un mostro di azienda quale
      Telecom. Voglio proprio vedere l'industria
      musicale quali argomenti saprà proporre e quali
      nefandezze tirerà fuori per RUBARE
      ancora.Credo che questa frase sia a dir poco comica:"gli artisti coinvolti sarebbero fortemente danneggiati e i consumatori verrebbero fuorviati"I consumatori fuorviati? Gli artisti danneggiati? Ma de che?
      • riddler scrive:
        Re: ahahahahaahha
        Farebbero meglio a chiudere (le major) visto che non vogliono vedere venduti i loro prodotti. E' tutto troppo complicato, a queste condizioni il loro mercato si restringera' sempre di piu'.
Chiudi i commenti