Second Life, prove tecniche di open source

La meta-chat 3D di Linden Lab tenta di fronteggiare la crescente concorrenza della versione a codice aperto dell'applicazione che gestisce i server, iniettando nel software compatibilità e nuove funzionalità

Roma – Dopo il rilascio del codice sorgente di Second Life Viewer , il software da installare in locale per avere accesso ai server del chiacchierato “metamondo” dalla popolazione e dalla utilità pratica costantemente incerte, è venuto il tempo per Linden Lab di proseguire sulla strada dell’apertura a tutti della propria infrastruttura tecnologica, condizione necessaria per non vedersi soffiare via dalle mani il business messo in piedi in questi anni .

La concorrenza delle chat 3D è incalzante, così come il successo dei metamondi di OpenSimulator , software nato dal reverse engineering del codice di SL compatibile con il client di Linden Lab: piuttosto che mettersi di traverso la società ha pensato di cavalcare l’onda di rinnovato interesse nella sua tecnologia dimostrando, in partnership con IBM, la possibilità di “teletrasportare” un avatar dai server di Second Life a quelli gestiti con OpenSimulator.

Rappresentato , sul blog di Second Life, in maniera alquanto pomposa, come “un evento con implicazioni per l’intera industria dei mondi virtuali”, il fatto è in realtà il tentativo di Linden Lab di stare al passo con una concorrenza sempre più agguerrita , che non ha alcuna intenzione di consegnare a una sola società l’intelaiatura tecnologica di una possibile integrazione di interfacce 3D nella comune esperienza di rete.

Un tentativo che, stando a quanto si sostiene su OStatic , preannuncia una possibile evoluzione dei servizi offerti da Linden Lab , da gestore dei server di “gioco” e delle speculazioni finanziarie sui “linden dollars” a società impegnata nel business delle infrastrutture, in grado di offrire funzionalità di ricerca, mercati di scambio e quant’altro legato al presunto prossimo boom del “metaverso” tutto 3D e avatar personalizzabili.

All’insegna dell’interoperabilità sono d’altronde le novità annunciate da Linden Lab per Second Life stessa, modifiche che dovrebbero permettere una integrazione più fluida e stringente tra il web, le applicazioni desktop e il metamondo.

Novità che dovrebbero permettere, ad esempio, di collegare contenuti dinamici sul web all’ambiente virtuale di SL, lettori MP3 altrettanto virtuali in grado di recuperare i brani dai servizi di radio in streaming e via di questo passo. O anche prevedere lo scambio di documenti in formato Word, PowerPoint e quant’altro nelle stanze virtuali del metamondo.

“Quello che stiamo provando a fare è fornire la possibilità di creare un modo interessante di fruire una varietà di contenuti che generalmente sono accessibili sul web in 2D”, dice il vice-presidente di piattaforma e sviluppo tecnologico di Linden Lab Joe Miller, che prevede l’implementazione delle suddette modifiche a SL entro la fine dell’anno.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Takezou Shinmen scrive:
    estinzione
    Io dico che le vecchie "industrie" devono estinguersi. c'è spazio per nuovo business che non impedisca il filesharing ora considerato "illegale" (e bisogna ricordarsi che è "illegale" solo e soltanto perché si pensa che danneggi il business).il ragionamento di calcolare le perdite (teoriche, perché non è possibile dire quanto si sarebbe guadagnato altrimenti... ci si può solo speculare sopra, fare proiezioni etc.) e quindi muovere la legge per fermare la (presunta) "causa" è qualcosa di dannoso e pericoloso.intanto perché crea dei "terreni protetti" e favorisce le cordate e i monopoli (anche la concorrenza "legale" può essere "tacciata" di creare delle perdite...)poi perché insinua nella cultura della società che favorire sempre e comunque il business preesistente sia una cosa buona. così si blocca l'innovazione, che viene dalle strade alternative, non di certo da "ciò che è come è".cambino. o si estinguano.
  • eheheh scrive:
    convinti loro
    se sono convinti di questo fatto perchè rompono?
    • Homo Liber scrive:
      Re: convinti loro
      - Scritto da: eheheh
      se sono convinti di questo fatto perchè rompono?Perchè accontentarsi di un miliardo, quando puoi guadagnare un miliardo e 10 centesimi semplicemente rovinando una famiglia?
  • Cippo Lippo scrive:
    DVD e BR vendono di più perchè..
    il primo, il dvd, è un formato che con l'introduzione del formato br, ha visto i prezzi di vendita abbassati al 90% (che è poi il prezzo giusto). il secondo, il br vende perchè non si può copiare ancora in modo facile ed efficace e quindi il films in br lo compri.questo vuol dire che se i films vengono venduti a prezzi umani, quelli degli attuali dvd in italia ormai li svendono a 5euro, vendono e pure parecchio.il br è un nuovo formato ed è normale che le vendite siano in ascesa soprattutto perchè i lettori tendono a scendere di prezzo. se vendessero i films in br al prezzo dei dvd max 10euro vedrebbero i br venduti a tutto spiano-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 luglio 2008 13.28-----------------------------------------------------------
  • Ghibli Videoteche scrive:
    Ma su che mondo vive
    Ma sono giornalisto o ciarlatani... In Italia stanno chiudendo videoteche a grappoli (vedi anche grossecatene Blockbuster)e questo pseudo giornalista le spara cosi grosse... Il bello e che si firma anche.
    • Gurzo2007 scrive:
      Re: Ma su che mondo vive
      infatti si parla di america
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Ma su che mondo vive
        contenuto non disponibile
        • Alff scrive:
          Re: Ma su che mondo vive
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Gurzo2007

          infatti si parla di america

          però anche in USA i blockbuster stanno chiudendo
          in
          massa.
          Non si spiega quindi l'incremento del
          videonoleggio (nell'articolo non si fa cenno al
          digital
          delivering)Si parla di netflixma i prezzi di blockbuster li avete presenti si?
        • Gurzo2007 scrive:
          Re: Ma su che mondo vive
          be dipende in ke aree stanno chiudendo( e visto i loro prezzi assurdi, ci sono molte altre videoteche con prezzi migliori, le 24 self service ecc ecc) ...e soprattutto il noleggio non è dato solo dal supporto fisico...posso anke noleggiare un film via cavo..pago e guardo...un pò come si faceva con le partite su mediaset all'inizio
      • Jack scrive:
        Re: Ma su che mondo vive
        - Scritto da: Gurzo2007
        infatti si parla di americaBen l'hai detto, allora perchè tutti gli scariconi continuano a pensare che è così anche in Italia, anche se in America non lo è perchè il dato è falsato da un giornalista che si firma pur di trovare lo scoop del momento anche se è una grande balla.
        • Gurzo2007 scrive:
          Re: Ma su che mondo vive
          la situazione del mercato italiano non è tanto diverso(per certi aspetti, anzi il nostro fa pure pià scifo per via delal siae, ke tutela i soliti noti e fa solo i suoi interessi)...e ti ho risposto a riguardo in altri postps e poi come fai ad affermare ke quel giornalista afferma il falso?..porta delle prove..porta dati concreti..altrimenti le tue sono solo illazioni e aria fritta
    • lufo88 scrive:
      Re: Ma su che mondo vive
      Sembra scioccante ma, questa è la realtà. Il p2p non è il distruttore che molti vogliono farci credere. ciao :)
      • Jack scrive:
        Re: Ma su che mondo vive
        - Scritto da: lufo88
        Sembra scioccante ma, questa è la realtà. Il p2p
        non è il distruttore che molti vogliono farci
        credere.


        ciao :)Lo è eccome, comprate e date il vostro contributo alla filiera, finitela di rubare!
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Ma su che mondo vive
          contenuto non disponibile
        • 01234 scrive:
          Re: Ma su che mondo vive
          daje co'sto furto....che poi sono in forte aumento (60% ca in un anno) gli scarichi legalizzati, a pagamento anche questo concorre alla diminuizione di vendita e noleggio dei supporti materiali
        • Gurzo2007 scrive:
          Re: Ma su che mondo vive
          i problemi sono proprio dovuti alla filiera( e questo vale anke per altri prodotti soprattutto alimentari)...ai vari passaggi per vendere un dvd... come fa un filmetto/commediola/italiana a poter costare 20/30 quando un dvd di film americano ke in alcuni casi è costato in fase di produzione n mila volte di più? perkè non vendete i prodotti a prezzi onesti..tipo 5 per cd e dvd? e no a spendere dobbiamo essere sempre noi consumatori..i prezzi non si possono ridurre no eh?
        • lufo88 scrive:
          Re: Ma su che mondo vive
          sperando che tu non sia un troll ti dico che l'ultima volta che ho usato utorrent è stato 3 mesi fa per scaricare una canzone degli anni 30 (introvabile a meno di non comprarsi una raccolta con 99 canzoni inutili).Canzone ancora sotto copyright (dimmi te se è giusto).Il punto è che nessuno capisce che cd scaricato non vuol dire un cd acquistato in meno. Molta gente scarica il film e poi se lo guarda al cinema o compra il DVD.ciao :)
        • Sebastian scrive:
          Re: Ma su che mondo vive
          Ma chi ve se schioppa !
    • Jack scrive:
      Re: Ma su che mondo vive
      - Scritto da: Ghibli Videoteche
      Ma sono giornalisto o ciarlatani... In Italia
      stanno chiudendo videoteche a grappoli (vedi
      anche grossecatene Blockbuster)e questo pseudo
      giornalista le spara cosi grosse... Il bello e
      che si firma
      anche.Hai perfettamente ragione, ma sappi che da quando hanno chiuso i manicomi molti ex giornalisti hanno ripreso il loro lavoro, il fatto è che pazzi erano e pazzi son rimasti, ora liberi di sparare al mondo il frutto del loro cervello malato. Quoto in tutto con te.
      • CHKDSK scrive:
        Re: Ma su che mondo vive
        La tua categoria è destinata ad estinguersi, fattene una ragione. Il p2p è una goccia se consideri che c'è ogni anno un aumento del mercato si vede che le tue argomentazioni sono carta straccia. Che certa gente pensi di campare con vecchi modelli di business dell'età della pietra è pura follia.
  • Enjoy with Us scrive:
    Re: Dati sorpendenti
    - Scritto da: Jack
    Vergognati, scrivi cose insensate e da ladro di
    contenuti.Si certo è illegale, ma comunque visto la comodità e la gratuità dell'operazione è comunque sorprendente quanti preferiscano noleggiare e/o comprare un DVD!C'è qualche cosa che non torna con i dati diffusi da altri in cui l'80% degli utenti residenziali con ADSL flat usano il P2P.Non credo onestamente che lo usino solo per scaricare programmi Open.
  • Jack scrive:
    Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
    Nella mia vita ne ho lette di cazz.ate, ma questa le supera tutte, le vendite dvd, il noleggio, e tutto il mondo dei supporti fisici è in declino, questa è solo propaganda che fanno tutti quelli che amano avere tutto gratis, il P2P è un male e va combattuto. Nessuno meglio degli addetti ai lavori può sapere la realtà, io lo sono, e questi dati sono una vera e grande falsità!!
    • Gurzo2007 scrive:
      Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
      forse perkè sei l'ultima ruota del carro...ma chissà perkè di major fallite non se ne sente mai...
      • Jack scrive:
        Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
        Io sarò l'ultima ruota del carro, ma tu sei solo un povero ingenuo che credi a tutto ciò che qualcuno scrive, datti na svegliata, il mondo è tutto una falsa.
      • Jack scrive:
        Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
        - Scritto da: Gurzo2007
        forse perkè sei l'ultima ruota del carro...ma
        chissà perkè di major fallite non se ne sente
        mai...Tu non ne senti mai perchè non sai un c....o del settore, basta scaricare film per voi è tutto normale, l'importante è rubarli dalla rete.Per tua informazione DNC è tante altre sono fallite, informati e poi vieni pure qui a scrivere, in materia sei solo ignorante.
        • Gurzo2007 scrive:
          Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
          prima di tutto impara a non insultare...seconda cosa posta link ke avvalorano la tua tesi...terza cosa se la DNC ke intendi tu è questa http://www.cinemadelsilenzio.it/index.php?mod=distribution&idd=15direi ke è anke normale ke sia fallita visto i film ke distribuiva...il mondo discografico e filmografico è in crisi per colpa loro...come fai a vendere un cd singolo a 12? cd col singolo e 2/3 versioni dello stesso strumentale...perkè il tuo bel mondo non vende cd e dvd a prezzi umani? un dvd a 5 vende di più ke uno a 20-30per non parlare ke il mercato si sta spostando sul noleggio e acquisto online (vedi itunes) o la fuizione di materiale HD in streaming...ps perkè dovrei credere a quello ke scrivi tu? portami esempi concreti...di contro le "grandi" major italiane della musica per esempio non sono ridotte male...visto ke cmq continuano a produrre sempre la stessa spazzatura, dai facili guadagni...e poi chissà perkè con tutta la crisi di vendita i prezzi nei negozi non scendono manco a impiccarsi
          • Gurzo2007 scrive:
            Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
            ah e quando dico ultima ruota del carro, intendo ke i pezzi grossi il posto di lavoro non lo perdono mai
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
      - Scritto da: Jack
      Nella mia vita ne ho lette di cazz.ate, ma questa
      le supera tutte, le vendite dvd, il noleggio, e
      tutto il mondo dei supporti fisici è in declino,
      questa è solo propaganda che fanno tutti quelli
      che amano avere tutto gratis, il P2P è un male e
      va combattuto. Nessuno meglio degli addetti ai
      lavori può sapere la realtà, io lo sono, e questi
      dati sono una vera e grande
      falsità!!Personalmente non sono assolutamente contro il P2P anzi..., solo sono stupito che con dichiarazioni tipo l'80% degli utenti residenziali con ADSL flat usa il P2P, alla fine i dati di vendita rimanessero tanto buoni, meglio così, almeno le major magari ridurranno le pressioni sui vari governi!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 luglio 2008 11.17-----------------------------------------------------------
      • 01234 scrive:
        Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
        attenzione però! in italia, tanto per restare nel ns giardino, la banda larga raggiunge meno del 18% della popolazione. Se consideriamo che non tutti gli utenti la usano per il p2p (80% io penso sia troppo, se sono i 2/3 è grasso che cola, basti pensare agli uffici di piccole dimensioni dove il capo è il titolare e si sbatte, le segretarie se scaricassero verrebbe sgamate subito e magari manco gli interessa), ecco che il "colpo mortale" è meno ovvio. Infine consideriamo anche l'aumento di vendite tramite internet, ed ecco che le casse delle major sono più piene che mai, nonostante la crisi.Quanto a me, penso che chi non ha i soldi per pagare le cifre esose, e ha già pagato i vari iniqui compensi, ha tutto il diritto di scaricare (senza rivendere però!!!) quello che alcuni EROI mettono in rete. Non è un furto, neppure tecnicamente, ed è sopravvivenza con un po' di intrattenimento (e in alcuni casi cultura).
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
          - Scritto da: 01234
          attenzione però! in italia, tanto per restare nel
          ns giardino, la banda larga raggiunge meno del
          18% della popolazione. Se consideriamo che non
          tutti gli utenti la usano per il p2p (80% io
          penso sia troppo, se sono i 2/3 è grasso che
          cola, basti pensare agli uffici di piccoleNo, lo dicono dati diffusi dalle stesse telco e usati dalle major nelle loro uscite contro il P2P.Comunque sia evidentemente l'assioma P2P = meno vendite è falso.Personalmente prima del P2P non ho mai acquistato un CD o un DVD, c'è stato un periodo in cui noleggiavo DVD (sotto casa, potevo prelevare fino a 5 DVD insieme e se li riportavo entro 6 ore pagavo 60 centesimi, poi purtroppo si è trasferito!), dopo ho scoperto il P2P.Quindi non compravo prima, ne tantomeno compro adesso. Al cinema poi praticamente non sono mai andato.Se tutti quelli che scaricano via P2P hanno un profilo simile al mio allora le Major possono stare tranquille, anche senza P2P Io continuerei a non comprare nulla.
          dimensioni dove il capo è il titolare e si
          sbatte, le segretarie se scaricassero verrebbe
          sgamate subito e magari manco gli interessa),
          ecco che il "colpo mortale" è meno ovvio. Infine
          consideriamo anche l'aumento di vendite tramite
          internet, ed ecco che le casse delle major sono
          più piene che mai, nonostante la
          crisi.

          Quanto a me, penso che chi non ha i soldi per
          pagare le cifre esose, e ha già pagato i vari
          iniqui compensi, ha tutto il diritto di scaricare
          (senza rivendere però!!!) quello che alcuni EROI
          mettono in rete. Non è un furto, neppure
          tecnicamente, ed è sopravvivenza con un po' di
          intrattenimento (e in alcuni casi
          cultura).
    • Picander scrive:
      Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
      sì tra l'altro vorrei precisare che anche se le vendite globali sono aumentate di poco, le vendite hd (seppure minime in percentuale) sono aumentate di molto.
      • 01234 scrive:
        Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
        puntualmente tassate dall'iniquo compensose vogliamo dirla, diciamola tutta ;-)
    • Manuel88 scrive:
      Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
      - Scritto da: Jack
      Nella mia vita ne ho lette di cazz.ate, ma questa
      le supera tutte, le vendite dvd, il noleggio, e
      tutto il mondo dei supporti fisici è in declino,
      questa è solo propaganda che fanno tutti quelli
      che amano avere tutto gratis, il P2P è un male e
      va combattuto. Nessuno meglio degli addetti ai
      lavori può sapere la realtà, io lo sono, e questi
      dati sono una vera e grande
      falsità!!-.-"è logico che se uno scarica un film non fa guardagnare qualc'un altro... è logico che qualcuno fallisca,ma quello che si cerca di fare capire è che non è il p2p la causa del fallimento...e poi... propaganda??? a cosa? al p2p?? ma stai scherzando vero? chi farebbe propaganda(con dati falsi come affermi tu) senza guadagnarci nulla?e soprattutto mettendosi contro le major rischiando una causa multimilionaria?! o magari tu pensi che gli utenti che ne fanno uso si mettono a dire ste cose e poi addirittura a farle passare per notizie con tanto di fonti?(non rispondere si ti prego...) e magari obbligano associazioni come la MPAA a dire cose del tipo :"i nostri numeri sul P2P sono falsi" quando questa è l'ultima cosa che vorrebbero dire...Tu e tutti gli addetti hai lavori potete certamente "sapere la realtà" ma NON potete insinuare la causa di essa senza prove... le prove si avrebbero con i dati come questi... peccato che siano più contro che pro alla tua tesi... e proprio per questo sono falsati vero? ^^cmq che il p2p di materiale illegale sia dannoso e sbagliato è una cosa certa eh... nn fraintendete le mie parole...
      • Jack scrive:
        Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
        - Scritto da: Manuel88
        - Scritto da: Jack

        Nella mia vita ne ho lette di cazz.ate, ma
        questa

        le supera tutte, le vendite dvd, il noleggio, e

        tutto il mondo dei supporti fisici è in declino,

        questa è solo propaganda che fanno tutti quelli

        che amano avere tutto gratis, il P2P è un male e

        va combattuto. Nessuno meglio degli addetti ai

        lavori può sapere la realtà, io lo sono, e
        questi

        dati sono una vera e grande

        falsità!!
        -.-"
        è logico che se uno scarica un film non fa
        guardagnare qualc'un altro...

        è logico che qualcuno fallisca,ma quello che si
        cerca di fare capire è che non è il p2p la causa
        del
        fallimento...
        e poi... propaganda??? a cosa? al p2p?? ma stai
        scherzando vero? chi farebbe propaganda(con dati
        falsi come affermi tu) senza guadagnarci nulla?e
        soprattutto mettendosi contro le major rischiando
        una causa multimilionaria?! o magari tu pensi che
        gli utenti che ne fanno uso si mettono a dire ste
        cose e poi addirittura a farle passare per
        notizie con tanto di fonti?(non rispondere si ti
        prego...) e magari obbligano associazioni come la
        MPAA a dire cose del tipo :"i nostri numeri sul
        P2P sono falsi" quando questa è l'ultima cosa
        che vorrebbero
        dire...

        Tu e tutti gli addetti hai lavori potete
        certamente "sapere la realtà" ma NON potete
        insinuare la causa di essa senza prove... le
        prove si avrebbero con i dati come questi...
        peccato che siano più contro che pro alla tua
        tesi... e proprio per questo sono falsati vero?
        ^^

        cmq che il p2p di materiale illegale sia dannoso
        e sbagliato è una cosa certa eh... nn
        fraintendete le mie
        parole...Ma vedi carissimo, devi capire che questo dato viene fuori dopo la notizia che la dottrina Sarkozi è entrata nel parlamento europeo, ora: visto che gli scariconi devono difendere il loro non diritto di scaricare tutto gratis, viene fuori questa notizia falsata per far credere che il p2p non sia la causa, la causa lo è eccome, fermeranno tutto tra breve mettetevelo in testa, rassegnatevi i tempi del tutto gratis stanno finendo.
        • krane scrive:
          Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
          - Scritto da: Jack
          - Scritto da: Manuel88

          - Scritto da: Jack


          Nella mia vita ne ho lette di cazz.ate, ma

          questa


          le supera tutte, le vendite dvd, il noleggio,
          e


          tutto il mondo dei supporti fisici è in
          declino,


          questa è solo propaganda che fanno tutti
          quelli


          che amano avere tutto gratis, il P2P è un
          male
          e


          va combattuto. Nessuno meglio degli addetti ai


          lavori può sapere la realtà, io lo sono, e

          questi


          dati sono una vera e grande


          falsità!!

          -.-"

          è logico che se uno scarica un film non fa

          guardagnare qualc'un altro...



          è logico che qualcuno fallisca,ma quello che si

          cerca di fare capire è che non è il p2p la causa

          del

          fallimento...

          e poi... propaganda??? a cosa? al p2p?? ma stai

          scherzando vero? chi farebbe propaganda(con dati

          falsi come affermi tu) senza guadagnarci nulla?e

          soprattutto mettendosi contro le major
          rischiando

          una causa multimilionaria?! o magari tu pensi
          che

          gli utenti che ne fanno uso si mettono a dire
          ste

          cose e poi addirittura a farle passare per

          notizie con tanto di fonti?(non rispondere si ti

          prego...) e magari obbligano associazioni come
          la

          MPAA a dire cose del tipo :"i nostri numeri sul

          P2P sono falsi" quando questa è l'ultima cosa

          che vorrebbero

          dire...



          Tu e tutti gli addetti hai lavori potete

          certamente "sapere la realtà" ma NON potete

          insinuare la causa di essa senza prove... le

          prove si avrebbero con i dati come questi...

          peccato che siano più contro che pro alla tua

          tesi... e proprio per questo sono falsati vero?

          ^^



          cmq che il p2p di materiale illegale sia dannoso

          e sbagliato è una cosa certa eh... nn

          fraintendete le mie

          parole...



          Ma vedi carissimo, devi capire che questo dato
          viene fuori dopo la notizia che la dottrina
          Sarkozi è entrata nel parlamento europeo, ora:
          visto che gli scariconi devono difendere il loro
          non diritto di scaricare tutto gratis, viene
          fuori questa notizia falsata per far credere che
          il p2p non sia la causa, la causa lo è eccome,
          fermeranno tutto tra breve mettetevelo in testa,
          rassegnatevi i tempi del tutto gratis stanno
          finendo.Torneremo a scambiarci videocassette e cassette, che problema c'e' !?!?!? Si e' sempre copiato e si continuera'...Male che vada ricompariranno i neri che passano nelle birrerie a vendere film pirata a 5 euri.Non ci sono mai stati tempi duri per chi vuole scambiarsi materiale pirata.
          • Manuel88 scrive:
            Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Jack

            Ma vedi carissimo, devi capire che questo dato

            viene fuori dopo la notizia che la dottrina

            Sarkozi è entrata nel parlamento europeo, ora:

            visto che gli scariconi devono difendere il loro

            non diritto di scaricare tutto gratis, viene

            fuori questa notizia falsata per far credere che

            il p2p non sia la causa, la causa lo è eccome,

            fermeranno tutto tra breve mettetevelo in testa,

            rassegnatevi i tempi del tutto gratis stanno

            finendo.

            Torneremo a scambiarci videocassette e cassette,
            che problema c'e' !?!?!? Si e' sempre copiato e
            si
            continuera'...
            Male che vada ricompariranno i neri che passano
            nelle birrerie a vendere film pirata a 5
            euri.

            Non ci sono mai stati tempi duri per chi vuole
            scambiarsi materiale
            pirata.Già, quoto in pieno
        • Manuel88 scrive:
          Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
          - Scritto da: Jack
          Ma vedi carissimo, devi capire che questo dato
          viene fuori dopo la notizia che la dottrina
          Sarkozi è entrata nel parlamento europeo, ora:
          visto che gli scariconi devono difendere il loro
          non diritto di scaricare tutto gratis, viene
          fuori questa notizia falsata per far credere che
          il p2p non sia la causa, la causa lo è eccome,
          fermeranno tutto tra breve mettetevelo in testa,
          rassegnatevi i tempi del tutto gratis stanno
          finendo.credi quello che vuoi carissimo ma non fare previsioni su queste cose ^^
        • Sebastian scrive:
          Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
          Tempo che succederà, avranno rinvenuto il tuo scheletro nella videoteca che gestisci, tutta piena di ragnatele
    • Homo Liber scrive:
      Re: Menzogne, sono dati falsati, è evidente!
      - Scritto da: Jack
      Nella mia vita ne ho lette di cazz.ate, ma questa
      le supera tutte, le vendite dvd, il noleggio, e
      tutto il mondo dei supporti fisici è in declino,
      questa è solo propaganda che fanno tutti quelli
      che amano avere tutto gratis, il P2P è un male e
      va combattuto. Nessuno meglio degli addetti ai
      lavori può sapere la realtà, io lo sono, e questi
      dati sono una vera e grande
      falsità!!Hai ragione!Sono calate anche le vendite di pane, latte a pasta.Mannaggia a 'sti maledetti che la cena se la scaricano da Internet......E pensa a quegli ipocriti che danno la colpa alla crisi economica!!!!!!!!!Il vero male è il P2P!Non si vendono più auto?Colpa di quei ladri che le scaricano da Usenet!Il turismo in recessione?Ovvio, con tutto il beach-sharing che c'è....Ma mi facci il piacere, come direbbe il Principe!
  • Funz scrive:
    Vergognoso
    Il limite sensato per il copyright sarebbe 15 anni, solo sullo sfruttamento commerciale (quindi legalizzato qualsiasi uso no-profit), e scadenza immediata appena un'opera esce dal commercio.Se un autore vuol continuare a campare, continui a produrre, o cambi mestiere. Se vuole la pensione, versi i contributi e si faccia l'integrativa come tutti i lavoratori onesti.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Vergognoso
      - Scritto da: Funz
      Il limite sensato per il copyright sarebbe 15
      anni, solo sullo sfruttamento commerciale (quindi
      legalizzato qualsiasi uso no-profit), e scadenza
      immediata appena un'opera esce dal
      commercio.

      Se un autore vuol continuare a campare, continui
      a produrre, o cambi mestiere. Se vuole la
      pensione, versi i contributi e si faccia
      l'integrativa come tutti i lavoratori
      onesti.Hai perfettamente ragione, il limite però lo abbasserei a 10 anni, visto che tale durata hanno i brevetti farmaceutici che forse hanno dei costi di investimento leggermente superiori!
      • rock3r scrive:
        Re: Vergognoso
        quoto. 10 anni sono un periodo ragionevole, se un'idea-prodotto è vincente produrrà remunerazioni sufficienti, se fa schifo lo farà anche dopo, e c'è anche il tempo del recupero nel caso di materiale inizialmente sottostimato
  • Nilok scrive:
    W il P2P !!!
    Augh,impedire la libera comunicazione e lo scambio di idee o altro tra esseri umani è semplice FOLLIA.http://it.youtube.com/watch?v=Hih_FiVLTiQI sistemi P2P favoriscono l'incremento comunicativo e lo scambio culturale, quindi elevano l'intera Umanità.La MPAA si sta davvero mettendo dalla parte del NEMICO dell'Umanità.Ho parlatoNilok
    • Davide Impegnato scrive:
      Re: W il P2P !!!
      Tirare fuori i diritti umani sulla libertà di pensiero per difendere una ladrata come il p2p, secondo il mio modestissimo parere, è un'offesa contro i diritti umani stessi, contro chi davvero non ha il diritto di pensiero, parola, opinione o scambio di idee.
      • Beppe scrive:
        Re: W il P2P !!!
        - Scritto da: Davide Impegnato
        Tirare fuori i diritti umani sulla libertà di
        pensiero per difendere una ladrata come il p2p,
        secondo il mio modestissimo parere, è un'offesa
        contro i diritti umani stessi, contro chi davvero
        non ha il diritto di pensiero, parola, opinione o
        scambio di
        idee.Ma dovresti conoscere il nostro Nilok.. Lui parla di P2P di materiale "free", perché altrettanto si scaglia contro la violazione del diritto d'autore paragonata a "rapina";)
        • Davide Impegnato scrive:
          Re: W il P2P !!!
          Sì, ma il fatto che lo faccia sistematicamente e/o il fatto che lo faccia scherzando è comunque un'offesa a chi, per la libertà di parola, c'ha lasciato gli stracci.
      • 01234 scrive:
        Re: W il P2P !!!
        forse è vero, i diritti umani c'enbtrano così indirettamente e sono così tanti quelli più importanti violati in tutto il mondo, che parlarne così pare esagerato anche a mema allo stesso modo parlare di ladrata significa scordarsi di così tante cose, che è appunto uno sterile e facile moralismo
        • Davide Impegnato scrive:
          Re: W il P2P !!!
          Non vedo cosa ci sia di sbagliato nel termine ladrata. Allora, la legge m'impone di acquistare o noleggiare un bene. Io invece ne entro in possesso senza pagarlo. La legge impone un bollino sul supporto che contiene quello stesso bene. Ma io il bollino non ce l'ho.Ora, si può tranquillamente discutere sul fatto che tutto questo sia giusto o meno, ma ad oggi scaricare un film, una canzona, un software o qualsiasi altra cosa senza il consenso di chi detiene i diritti su quell'opera, beh, è illegale. Non è un furto, ma il risultato finale è lo stesso. Si tratta, per l'appunto, di una ladrata.Io sono dell'idea che le leggi si possano cambiare, ma finché le leggi restano tali si deve rispettarle. Se secondo me l'omicidio non è un reato, posso tranquillamente parlarne e discuterne con chiunque. Ma non posso andare in giro ad ammazzare la gente, soltanto perché secondo me non c'è nulla di male. E' lo stesso principio, anche se su livelli decisamente diversi.Quindi, scaricare un film da internet è una ladrata. Che sia giusto o meno io non lo so, di sicuro è vietato dalla legge e questo mi basta. Anzi, io sono dell'idea che "se non mi vuoi, non mi meriti".
          • krane scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Davide Impegnato
            Quindi, scaricare un film da internet è una
            ladrata. Che sia giusto o meno io non lo so, di
            sicuro è vietato dalla legge e questo mi basta.Ma la legge non mi fa anche pagare appositamente l'equo compenso ?
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: W il P2P !!!
            L'equo compenso non c'entra NULLA con la SIAE. Ogni supporto è destinato a contenere qualcosa coperto da diritto d'autore. Si tratta di cose come le tue foto, i tuoi scritti, le canzoni che fai tu, e tutte quelle cose lì. Questo è l'equo compenso, previsto dalla legge. Questo perché anche quello che fai tu è protetto da diritto d'autore (il tuo), e sei "obbligato" a pagare chi deve difendere il tuo diritto d'autore.Altra cosa è, invece, il compenso all'autore che vuole vendere il suo prodotto e guadagnarci. Lì entra in gioco il cosiddetto bollino SIAE.Bollino SIAE ed equo compenso sono due cose completamente diverse. Uno indica che hai acquistato un'opera non tua, pagandola. L'altro serve per dare a chi deve proteggere la tua proprietà intellettuale i mezzi per farlo.Pagare l'equo compenso per un CD con le tue foto o con Ubuntu è normale e "giusto", perché tu puoi andare dalla SIAE e dire "guarda che Tizio sta usando le mie foto senza il mio permesso" oppure "guarda che Caio sta usando software GPL senza rilasciare il codice sorgente". Il bollino SIAE, invece, è la tua garanzia che nessuno potrà dirti "tu quel CD l'hai scaricato da internet, o copiato, e masterizzato". Due cose completamente diverse..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 luglio 2008 11.51-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Davide Impegnato
            L'equo compenso non c'entra NULLA con la SIAE.La cosiddetta tassa sull'Equo Compenso va a riempire le casse della Società Italiana Autori ed Editori in maniera forfettaria, in quanto si ipotizza che parte dei supporti di memorizzazione ospiteranno materiale illegale, sui quali non è stato versato il compenso per i diritti d'autore. Se si acquistano supporti DVD o un disco rigido, per fare un esempio, per ospitare i propri dati come fotografie digitali, si pagherà comunque tale tassa. Questo perché secondo i legislatori qualcuno da qualche parte sta usando altri supporti per copiare o diffondere materiale illegale. Soluzione? Tassa per tutti, stop.http://www.google.it/url?sa=t&ct=res&cd=1&url=http%3A%2F%2Fwww.hwupgrade.it%2Fnews%2Fstorage%2Fasmi-e-siae-in-revisione-l-equo-compenso_15752.html&ei=nMR9SJDRD5q2mwOusfDwAg&usg=AFQjCNEKvSUSs70SRPx-KjqU244Fpc5t_Q&sig2=ZgUtAGUj8wnziYTrbmqY9gDici che stanno sbagliando ??(art. 71-sexies, co. 4, l. 633/41). Per "indennizzare" i titolari dei diritti d'autore dall'esercizio di tale facoltà, la legge prevede il c.d. "equo compenso". Esso consiste in una somma imposta sul prezzo di apparecchiature idonee a registrare contenuti audio o video (masterizzatori, videoregistratori, audioregistratori, periferiche di memorizzazione come schede di memoria, ecc.) e sui relativi supporti vergini. Questo compenso viene "riscosso" dalla S.I.A.E., che poi lo distribuisce ai titolari dei diritti d'autore.
            Il bollino SIAE, invece, è la tua garanzia che
            nessuno potrà dirti "tu quel CD l'hai scaricato
            da internet, o copiato, e masterizzato". Due cose
            completamente diverse.
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: W il P2P !!!
            Legge 22 aprile 1941 n. 633, art. 71-sexies1. E' consentita la riproduzione privata di fonogrammi e videogrammi su qualsiasi supporto, effettuata da una persona fisica per uso esclusivamente personale, purché senza scopo di lucro e senza fini direttamente o indirettamente commerciali, nel rispetto delle misure tecnologiche di cui all'articolo 102-quater.2. La riproduzione di cui al comma 1 non può essere effettuata da terzi. La prestazione di servizi finalizzata a consentire la riproduzione di fonogrammi e videogrammi da parte di persona fisica per uso personale costituisce attività di riproduzione soggetta alle disposizioni di cui agli articoli 13, 72, 78-bis, 79 e 80.3. La disposizione di cui al comma 1 non si applica alle opere o ai materiali protetti messi a disposizione dei pubblico in modo che ciascuno possa avervi accesso dal luogo e nel momento scelti individualmente, quando l'opera è protetta dalle misure tecnologiche di cui all'articolo 102-quater ovvero quando l'accesso è consentito sulla base di accordi contrattuali.4. Fatto salvo quanto disposto dal comma 3, i titolari dei diritti sono tenuti a consentire che, nonostante l'applicazione delle misure tecnologiche di cui all'articolo 102-quater, la persona fisica che abbia acquisito il possesso legittimo di esemplari dell'opera o del materiale protetto, ovvero vi abbia avuto accesso legittimo, possa effettuare una copia privata, anche solo analogica, per uso personale, a condizione che tale possibilità non sia in contrasto con lo sfruttamento normale dell'opera o degli altri materiali e non arrechi ingiustificato pregiudizio ai titolari dei diritti.Cosa c'entra il 71-sexies?!
          • krane scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Davide Impegnato
            Cosa c'entra il 71-sexies?!Era un discorso che continuava, ne ho preso solo un pezzo.
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: W il P2P !!!
            L'interpretazione data dal sig. Alessandro Bordin, per quanto autorevole possa essere (quanto?!) è un'interpretazione. Così come è un'interpretazione quella di HWupgrade. Interpretazioni decisamente LIBERE. Fatte da giornalisti(?) che scrivono su un sito pieno di gente che ha una gran smania di sentirsi vittime di un sistema ingiusto.Purtroppo, la libertà porta anche a questo. Un uso più consapevole di internet potrebbe portarti a scoprire che le fonti, a volte, non sono così affidabili come si potrebbe credere.Per la cronaca, l'autore dell'articolo, Bordin, non è altro che un musicista. Certo non un avvocato, né tantomeno un giornalista professionista.
          • krane scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Davide Impegnato
            Purtroppo, la libertà porta anche a questo. Un
            uso più consapevole di internet potrebbe portarti
            a scoprire che le fonti, a volte, non sono così
            affidabili come si potrebbe credere.La cosa strana e' che invece su Interlex leggo la stessa cosa : "In Italia, come negli altri Paesi, constatata l'impossibilità pratica di impedire siffatte operazioni di riproduzione, si sono adottate delle norme (l. 5 febbraio 1992, n.93) che prevedono che una parte del prezzo di vendita delle cassette vergini audio e video e degli apparecchi di riproduzione finisca alla SIAE (www.siae.it), che li ripartisce poi agli autori ed ai loro aventi causa."http://www.interlex.it/copyright/rinaldi4.htmAnche loro impreparati ?
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: W il P2P !!!
            No, anzi, è proprio quello che ho detto. Siccome la copia abusiva si può fare, siccome è compito della SIAE vigilare, allora si ha l'equo compenso."una parte del prezzo di vendita delle cassette vergini audio e video e degli apparecchi di riproduzione finisca alla SIAE (www.siae.it), che li ripartisce poi agli autori ed ai loro aventi causa."Per poter partecipare ai rimborsi, ti devi iscrivere ad un'organizzazione sindacale delle categorie degli artisti interpreti o esecutori che faccia parte dellIstituto mutualistico artisti interpreti esecutori (IMAIE).
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            a parte che se una copia si può fare NON è abusiva, se poi io ci pago una tassa preventiva, poi la devo poter fareed è esattamente quello che faccio :-)
          • krane scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: 01234
            a parte che se una copia si può fare NON è
            abusiva, se poi io ci pago una tassa preventiva,
            poi la devo poter
            fare

            ed è esattamente quello che faccio :-)E' esattamente quello che dico anche io...
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: W il P2P !!!
            Stupendamente d'accordo. Anzi, rialzo la posta in gioco sparlando del DRM & Co.
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            ah beh quello è un altro argomentone :-D
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            sì ma non stai rispondendo a tono :-)coscienza sporca? :-) io non lo so, mi limito a ribadire che l'iniquo compenso NON riguarda materiale NON tutelato 8per tutelarlo devi creare una licenza e , nel caso della siae, pagare :-D così paghi 2 volte, lìiniquo compenso e la tutela :-D :-D)tra l'altro sul MIO hard disk, o il MIO cd, non si capisce dove sia il pericolo di copia di altri che possano attribuirsi la creazione o il diritto edi sfruttamento economico, se solo sto un po' attento :-Dsento rumore di unghie sul vetro :-)
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            hai una confusione in testa che mi sgomental'equo compenso è una cifra che si paga per l'eventuale copia privata di materiale copertto di diritto d'autore (che vabbeh)la mie foto NON LO SONO finché io non creo un "diritto mio" con la creazione di una licenza d'uso (CC, copyleft, o tramite la siae), quindi ogni volta che io NON uso il supporto per copiare privatamente (per me) qualcosa i cui autori hanno sottoposto a dette licenze, io ho pagato i soldi a UFO.Questa non è una ladrata? Lo è, è un furto col botto, e legalizzato!E allora io copio, tanto ho pagato.Il bollino NON è obbligatorio, c'è una sentenza europea con effetto retroattivo.
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: W il P2P !!!
            Le tue foto, i tuoi scritti, il tuo software e le tue canzoni sono protette dal tuo diritto d'autore già nel momento in cui le concepisci, scatti o scrivi.Se tu scatti una fotografia, quella è protetta dal TUO diritto d'autore, automaticamente. La licenza d'uso serve soltanto se tu vuoi concedere a qualcun'altro qualche particolare diritto (es. CC permette di copiare o modificare).
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            NOse io scatto una foto e tu la vedi a casa mia e rubi (sì questo è furto) il negativo poi la vendi a un giornale, se poi io ti querelo non solo vinci la causa, ma devo anche spiegare come ne ho una copia :-)il diritto d'autore NON è un diritto naturale (come quello, per citarti, al restare in vita) ma storico e convenzionale, con regole certe e certificate (ancorché ingiuste, ma vabbeh)finché io non mi appoggio a un documento certificato (CC o siae) la mia opeera è mia fintanto che la tengo stretta a me, se me la rubano o anche se la faccio copiare, chiunque può dire che è SUA, depositarla e licenziarla, e bastonarmi se la uso come voglio io
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: W il P2P !!!
            Questo perché purtroppo serve un modo per verificare chi è l'autore vero dell'opera. Si tratta di una non-idealità, un po' come il dover dimostrare di aver subito un furto da quella persona, prima di veder quella persona condannata.
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            strano modo di vedere la massima "tutti innocenti fino a prova contraria"resta però che il DDA NON essendo diritto naturale ma storico e convenzionale (la storia lo dimostra innegabilmente) passa attraverso procedure che se omesse NON rendono l'autore di qcs il suo Autorequindi (e ci sta tutto) l'iniquo compenso è un sovrappiù (ladrata) che visto che va versato in ogni caso a questo punto ci autorizza a copiare :-)
          • Antipop scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Davide Impegnato
            Le tue foto, i tuoi scritti, il tuo software e le
            tue canzoni sono protette dal tuo diritto
            d'autore già nel momento in cui le concepisci,
            scatti o
            scrivi.
            Se tu scatti una fotografia, quella è protetta
            dal TUO diritto d'autore, automaticamente.
            A me risulta che lo siano dal momento in cui le registri alla Siae. Se io scrivo la nuova "Imagine", vado in giro a suonarla senza averla depositata, e qualcuno me la fotticchia, hai voglia a dire "ma l'ho concepita prima io"
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            io c'ho provato a dirglielo ma pare che non passi...speriamo abbia più fortuna tu
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Davide Impegnato
            Non vedo cosa ci sia di sbagliato nel termine
            ladrata. Allora, la legge m'impone di acquistare
            o noleggiare un bene. Io invece ne entro in
            possesso senza pagarlo. beh, non è esattissimo. A fronte di un acquisto iniziale poi io posso regalare a A che regala a B che regala a C...e siccome tutti hanno pagato l'iniquo compenso hanno già pagato per l'eventuale copia privata. Ti ho appena descritto il p2p :-)La legge impone un
            bollino sul supporto che contiene quello stesso
            bene. Ma io il bollino non ce
            l'ho.scusami ma sei male informato, esiste una sentenza europea che dichiara nullo l'obbligo del bollino, anche retroattivamente :-)

            Ora, si può tranquillamente discutere sul fatto
            che tutto questo sia giusto o meno, ma ad oggi
            scaricare un film, una canzona, un software o
            qualsiasi altra cosa senza il consenso di chi
            detiene i diritti su quell'opera, beh, è
            illegale. Non è un furto, ma il risultato finale
            è lo stesso. Si tratta, per l'appunto, di una
            ladrata.acrobazia verbale degna di demita ("convergenze parallele") dire che una cosa non è furto ma ladrata sì :-D

            Io sono dell'idea che le leggi si possano
            cambiare, ma finché le leggi restano tali si deve
            rispettarle.molto socratico, e in linea di principio anche condivisibile. Ma se facessero (nota il condizionale in via di essere sorpassato) leggi razziali, tu le rispetteresti? O cercheresti di sgusciare via? Io la seconda. E così faccio con questa: il p2p è giusto per un sacco di motivi (ideologico-storici, economici etc), c'è una legge che me lo impedisce a chiara tutela di chi di tutele ne ha già un'infinità, io tento di sgusciare via tra le maglie della legge. p.es. invocando l'esistenza dell'iniquo compenso. Se secondo me l'omicidio non è un
            reato, posso tranquillamente parlarne e
            discuterne con chiunque. Ma non posso andare in
            giro ad ammazzare la gente, soltanto perché
            secondo me non c'è nulla di male. E' lo stesso
            principio, anche se su livelli decisamente
            diversi.un esempio di come applicando il principio meccanicamente si tradisca l'essenza del principio stesso: esiste una sorta di tabù ancestrale che vieta l'omicidio, anche se poi lo si giustifica in tante maniere alcune pretestuose(stati di emergenza, guerre, adempimento del dovere...tutte balle ma ahimé, ahinoi, molto efficaci) altre doverose (legittima difesa, p.es.).Qui invece è la chiara difesa di un diritto all'accumulo ingiustificato (pensa ai 70 anni dopo la morte dell'A.), è un bruto fatto di soldi. Non essendo neppure un furto, lo ripeto, non si tratta di giustificare (come l'affamato con la mela) ma proprio di resitere. Pacificamente, ma resistere. Per le ragioni che ho esposto in altri post

            Quindi, scaricare un film da internet è una
            ladrata.quindi :-D per me non passa - e mi regolo di conseguenza :-) Che sia giusto o meno io non lo so, di
            sicuro è vietato dalla legge e questo mi basta.prendo atto
            Anzi, io sono dell'idea che "se non mi vuoi, non
            mi
            meriti".affare fatto :-)
          • Picander scrive:
            Re: W il P2P !!!
            senza fare troppi giri di parole vorrei che qualcuno mi dimostrasse che distribuire, scaricare e guardare un film da internet è "libero scambio di cultura" e non un FURTO.Per me è solo contraffazione di un prodotto a danni dell'autore/produttore.Il p2p non viene utilizzato per diffondere cultura, ma solo per evitare il costo che la diffusione della cultura richiede. A danno della cultura stessa.
          • Prova cosi scrive:
            Re: W il P2P !!!
            Un vestito lo compri se ti piace.Un film no.
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: W il P2P !!!
            Hai il trailer. Hai la critica. Hai un sacco di modi per decidere se un film ti potrà piacere oppure no. Non è che paghi il vestito solo dopo la festa di gala.Non ti ci vedo a guardarti il film in divx, decidere che ti piace ed andare a rivederlo al cinema. No...
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            ma compralo il dvd sìconosco un bel po' di persone che intanto scaricano e poi collezionanoma se lo possono permettere. Io p.es. no
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            ma comprare, sorry
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Picander
            senza fare troppi giri di parole vorrei che
            qualcuno mi dimostrasse che distribuire,
            scaricare e guardare un film da internet è
            "libero scambio di cultura" e non un
            FURTO.furto è se io prendo una cosa che dopo il proprietario non ha più. scambio di intrattenimento/cultura è se dopo entrambi abbiamo. Come insegnare qualcosa a qualcuno.col p2p - che ricordiamolo, è fruizione degradata, prova a vederti un divx da 700MB su un televisore poi mi dici - si favorisce innanzitutto chi per svariate ragioni non potrebbe IN OGNI CASO fuire dell'originale alle condizioni (esose) dei produttori.Parentesi: ora parlo per me e per le persone che conosco: io molti dei film visti e della musica ascoltata non avrei potuto permettermela, e sono sicuro che non scaricarla non avrebbe cambiato nulla.chiusa parentesiInoltre ricordo per l'ennesima volta che su ogni supporto si paga PREVENTIVAMENTE una tassa (l'iniquo compenso) sul presupposto che si userà il supporto per la copia di opere protette da DDA...sicché tutto può essere tranne un furto :-)

            Per me è solo contraffazione di un prodotto a
            danni
            dell'autore/produttore.AEHM, contraffazione è spacciare per originale ciò che non lo è, sul p2p alcuni lo fanno (e sono condannabilissimi) ma pochi credo ci caschino - l'idea del p2p è la copia gratuita tra l'altro degradata e non confondibile con l'originale

            Il p2p non viene utilizzato per diffondere
            cultura, ma solo per evitare il costo che la
            diffusione della cultura richiede. A danno della
            cultura
            stessa.non so se hai notato che stai postando tra i commenti di un articolo che dice l'opposto :-)
          • Picander scrive:
            Re: W il P2P !!!
            stai in pratica dicendo "al cinema ci entro dalla porta di servizio, ma non faccio danno a nessuno perchè non avrei comunque avuto i soldi per pagare il biglietto"Il produttore fa un prodotto, e chiede che le persone paghino per vederlo. Le persone ignorano questa condizione e lo guardano senza pagare. Far passare questo per legittimo è nascondersi dietro un dito
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Picander
            stai in pratica dicendo "al cinema ci entro dalla
            porta di servizio, ma non faccio danno a nessuno
            perchè non avrei comunque avuto i soldi per
            pagare il
            biglietto"manco per sogno, questo lo dici TUin quel caso io toglierei il posto a uno che avrebbe pagato, mentre nel p2p sono IO che cmq non avrei potuto pagare

            Il produttore fa un prodotto, e chiede che le
            persone paghino per vederlo. Le persone ignorano
            questa condizione e lo guardano senza pagare. Far
            passare questo per legittimo è nascondersi dietro
            un
            ditoil produttore fa un prodotto che costa X. Poi ne fa un milione di copie a costi irrisorii, però il prezzo non è un milionesimo di X più il costo di copia, ma molto molto di più.Io non posso permettermelo, ma siccome tra lavori precarii e inflazione ho già i miei dispiaceri, un filmetto o una mp3 ogni tanto me lo vorrei poter concedere. E così faccio.Abbassassero i prezzi, e poi vediamo. Un CD costa al pubblico 30c a loro immagino non più di 10. Per me più di 5 è una ladrata (legale ma furbacchiona).Inoltre ti ribadisco che tutti paghiamo una tassa sui supporti per il DDA, sicché io mi sento a posto.Amen :-)
          • Picander scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: 01234

            manco per sogno, questo lo dici TU
            in quel caso io toglierei il posto a uno che
            avrebbe pagato, mentre nel p2p sono IO che cmq
            non avrei potuto
            pagareQuesta mi sembra un po' un'arrampicata. E' ovvio che puoi entrare in un cinema senza togliere il posto a chi è seduto.Sei "libero" di ricorrere alla pirateria, ma non cercare di farla passare come una cosa legittima. Troppo comodo.Vedi a sbafo? Sei colpevole perchè la ditta produce un film affinchè la gente paghi per vederlo.Chi ottiene qualcosa evitando di pagare il prezzo del venditore ha un solo nome.
          • krane scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Picander
            - Scritto da: 01234

            manco per sogno, questo lo dici TU

            in quel caso io toglierei il posto a uno che

            avrebbe pagato, mentre nel p2p sono IO che cmq

            non avrei potuto

            pagare

            Questa mi sembra un po' un'arrampicata. E' ovvio
            che puoi entrare in un cinema senza togliere il
            posto a chi è
            seduto.
            Sei "libero" di ricorrere alla pirateria, ma non
            cercare di farla passare come una cosa legittima.
            Troppo
            comodo.
            Vedi a sbafo? Sei colpevole perchè la ditta
            produce un film affinchè la gente paghi per
            vederlo.
            Chi ottiene qualcosa evitando di pagare il prezzo
            del venditore ha un solo nome.Allora con l'equo compenso siamo a posto: i soldi gli arrivano.
          • Picander scrive:
            Re: W il P2P !!!
            no, l'equo compenso è tutto fuorché equo.Prendere soldi dai supporti vergini e darli alle major per me è sbagliato, ma un'ingiustizia da parte dello stato non ci dà diritto di fare ingiustizia alle major.
          • krane scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Picander
            no, l'equo compenso è tutto fuorché equo.
            Prendere soldi dai supporti vergini e darli alle
            major per me è sbagliato, ma un'ingiustizia da
            parte dello stato non ci dà diritto di fare
            ingiustizia alle major.Quindi dovremmo lasciarci giustiziare (rotfl) ?Guarda... Appena loro inizieranno a comportarsi onestamente con me smetto anche io...Se mi ridanno tutti i soldi dell'equo compenso che ho pagato fino ad ora cancello i film che mi sono scaricato e siamo pari :)
          • Picander scrive:
            Re: W il P2P !!!
            1-intanto gli hai già visti. 2-se li puoi cancellare significa che non li hai su cd/dvd3-se non li hai masterizzati e li hai sull'hd non hai pagato nessun equo compenso4-come già detto non ti puoi vendicare sulle aziende se lo Stato applica una tassa che non ti piace.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 luglio 2008 15.40-----------------------------------------------------------
          • krane scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Picander
            1-intanto gli hai già visti.E dei miei soldi in un modo o nell'altro sono arrivati alla siae la quale ha distribuito, quindi siamo pari.
            2-se li puoi cancellare significa che non li hai
            su cd/dvdAnche sugli hd si paga l'equo conpenso, cosi come sui lettori Cd e di musicassette.
            3-se non li hai masterizzati e li hai sull'hd non
            hai pagato nessun equo compensoMolti li ho su CD, ho comprato parecchi cd nella mia vita.L'hanno esteso anche agli hd da un po' che mi risulti.
            4-come già detto non ti puoi vendicare sulle
            aziende se lo Stato applica una tassa che non ti
            piace.A me non iteressa vendicarmi su nessuno.
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            EHM l'iniquo compenso lo mette la siae, che è una società privata (seppur di diritto pubblico)semnmai lo stato lo permette, ma non è esattamente la stessa cosa ;-)
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            beh si potrebbe dire che se entro in un cinema senza stare seduto sono un cretino, perché parte dell'esperienza cinematografica è il relax che ti consente di vivere il film oniricamentema a parte queste considerazioni, non è di sale cinematografiche che stiamo parlando. Parliamo di un prodotto immateriale riproducibile a costi vicinissimi allo zero (e fruito pure in forma degradata) . E chi specula ha svariati nomi :-)Quanto a te le mie ragioni te le ho dette, se non ti convincono tu sei libero (senza virgolette) di pensarla come ti pare, ma come scrissi prima, l'articolo di PI (peraltro corroborato da articoli di anni fa, che il p2p non eroda se non poco è cosa stranota) non consente moralismi, come quelli in cui indulgi tu
          • krane scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Picander
            stai in pratica dicendo "al cinema ci entro dalla
            porta di servizio, ma non faccio danno a nessuno
            perchè non avrei comunque avuto i soldi per
            pagare il biglietto"In realta' si becca il mio equo compenso, quindi i soldi glie li ho gia' dati.
            Il produttore fa un prodotto, e chiede che le
            persone paghino per vederlo. Le persone ignorano
            questa condizione e lo guardano senza pagare. Far
            passare questo per legittimo è nascondersi dietro
            un dito
          • Davide Impegnato scrive:
            Re: W il P2P !!!

            beh, non è esattissimo. A fronte di un acquisto
            iniziale poi io posso regalare a A che regala a B
            che regala a C...e siccome tutti hanno pagato
            l'iniquo compenso hanno già pagato per
            l'eventuale copia privata.

            Ti ho appena descritto il p2p :-)Non è la stessa cosa. Tu puoi regalare, sì, il tuo acquisto. Ma soltanto con il suo supporto originale (con il bollino) e soltanto se ti liberi (o regali in dote) tutte le tue copie private. Altrimenti è pirateria (termine osceno e che non condivido).
            scusami ma sei male informato, esiste una
            sentenza europea che dichiara nullo l'obbligo del
            bollino, anche retroattivamente
            :-)La sentenza non è legge. Confondi giurisdizione e legislazione. Tanto è vero che i bollini ci sono e si vendono. Alla grande, direi. Non vedo poi come una sentenza possa essere "retroattiva": se è una sentenza, si riferisce ad UNO SOLO caso, ovviamente avvenuto nel passato.
            acrobazia verbale degna di demita ("convergenze
            parallele") dire che una cosa non è furto ma
            ladrata sì
            :-DSì, perché non si può parlare esattamente di furto, in quanto questo prevede che il possessore originale non abbia più l'oggetto rubato. Purtroppo non credo che esista un termina adatto (se non "copia non autorizzata") che indichi esattamente la "ladrata" come l'intendo io. O se c'è, non lo conosco..:-(

            Io sono dell'idea che le leggi si possano

            cambiare, ma finché le leggi restano tali si

            deve rispettarle.

            molto socratico, e in linea di principio anche
            condivisibile. Ma se facessero (nota il
            condizionale in via di essere sorpassato) leggi
            razziali, tu le rispetteresti? Abitando in una nazione, ne accetti le regole. Se queste regole non ti stanno bene, abbandoni quella nazione (sempre che un'altra ti accetti), accettando le regole della tua nuova nazione. Oppure vai TOT miglia in mezzo al mare e non ti rompe le scatole nessuno.
            Qui invece è la chiara difesa di un diritto
            all'accumulo ingiustificato (pensa ai 70 anni
            dopo la morte dell'A.), è un bruto fatto di
            soldi. Non essendo neppure un furto, lo ripeto,
            non si tratta di giustificare (come l'affamato
            con la mela) ma proprio di resitere.
            Pacificamente, ma resistere. Resistere significa non acquistare. Delinquere (nel senso vero) significa piratare, cioè fare qualcosa che non si può fare. Tu puoi, come me, resistere al meccanismo. Ma non puoi piratare. Considerami un orso, un asceta o roba simile, ma è da un bel pezzo che ascolto radio su internet, non ho lettore mp3/4 né walkman o diavolerie varie. La mia autoradio ha il mangianastri, ma non vede un nastro da quando l'ho comprata. Si può fare. Anch'io sono profondamente contrario ai 70 anni (dico sempre: perché non percepisco la pensione di mio nonno per 70 anni dopo la sua morte?).
          • 01234 scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Davide Impegnato

            beh, non è esattissimo. A fronte di un acquisto

            iniziale poi io posso regalare a A che regala a
            B

            che regala a C...e siccome tutti hanno pagato

            l'iniquo compenso hanno già pagato per

            l'eventuale copia privata.



            Ti ho appena descritto il p2p :-)

            Non è la stessa cosa. Tu puoi regalare, sì, il
            tuo acquisto. Ma soltanto con il suo supporto
            originale (con il bollino) e soltanto se ti
            liberi (o regali in dote) tutte le tue copie
            private. Altrimenti è pirateria (termine osceno e
            che non
            condivido).a parte il paradosso che il bollino si deteriora e quindi per regalare devo pagare :oè chiara la capziosità della norma pensando che se regalo un frullatore non devo pagare nulla (e magari vale molto di più)ti ribadisco che in sede europea è stato dichiarato non regolamentare l'iter della legge che ha reso obbligatorio il bollino, sicché tale legge non è riconosciuta dall'eu e lo stato italiano dovrebbe comportarsi di conseguenzaovviamente non lo farà, come non lo ha fatto altre volte, figurarsi ora che ci sono gli interessi di siae e fimi


            scusami ma sei male informato, esiste una

            sentenza europea che dichiara nullo l'obbligo
            del

            bollino, anche retroattivamente

            :-)

            La sentenza non è legge. Confondi giurisdizione e
            legislazione. Tanto è vero che i bollini ci sono
            e si vendono. Alla grande, direi. certo, il governo italiano fa orecchie da mercante :-) fosse la prima volta! :-D Non vedo poi
            come una sentenza possa essere "retroattiva": se
            è una sentenza, si riferisce ad UNO SOLO caso,
            ovviamente avvenuto nel
            passato.attenzione: è originata da un caso che ha messo in risalto la non conformità dell'iter legislativo, andando a inficiare la solidità formale della legge, quindi nella sua generalità. Si prevedono richieste di rimborsi alla siae (che ovviamnente non pagherà e lo stato sarà connivente nell'ennesima ladrata, questa sì!)


            acrobazia verbale degna di demita ("convergenze

            parallele") dire che una cosa non è furto ma

            ladrata sì

            :-D

            Sì, perché non si può parlare esattamente di
            furto, in quanto questo prevede che il possessore
            originale non abbia più l'oggetto rubato.
            Purtroppo non credo che esista un termina adatto
            (se non "copia non autorizzata") che indichi
            esattamente la "ladrata" come l'intendo io. O se
            c'è, non lo
            conosco..:-(allora ladrata è semplicemente sinonimo di illegale, per tein italiano invece è, a parte sinonimo di furto, tipicamente un'azione consentita MA palesemente ingiusta, tipo appunto l'iniquo compenso, il bollino (le assicurazioni, gli interessi passivi bancarii etc)lo scambio di file protetti da DDA invece è ahimé illegale, ma non ingiusto - ovviamente la pensiamo diversamente, il mondo è bello perché è avariato...



            Io sono dell'idea che le leggi si possano


            cambiare, ma finché le leggi restano tali si


            deve rispettarle.



            molto socratico, e in linea di principio anche

            condivisibile. Ma se facessero (nota il

            condizionale in via di essere sorpassato) leggi

            razziali, tu le rispetteresti?

            Abitando in una nazione, ne accetti le regole. Se
            queste regole non ti stanno bene, abbandoni
            quella nazione (sempre che un'altra ti accetti),
            accettando le regole della tua nuova nazione.
            Oppure vai TOT miglia in mezzo al mare e non ti
            rompe le scatole
            nessuno.NI - (no)se era così in romania c'era ancora ceasescu, e noi stavamo ancora con la RSI (sì)per il 99% delle cose è così, e infatti la bellissima italia ma piena di leggi stronze sarebbe da abbandonare, forse IO non ne ho il coraggio, ahimé :-(


            Qui invece è la chiara difesa di un diritto

            all'accumulo ingiustificato (pensa ai 70 anni

            dopo la morte dell'A.), è un bruto fatto di

            soldi. Non essendo neppure un furto, lo ripeto,

            non si tratta di giustificare (come l'affamato

            con la mela) ma proprio di resitere.

            Pacificamente, ma resistere.

            Resistere significa non acquistare. Delinquere
            (nel senso vero) significa piratare, cioè fare
            qualcosa che non si può fare. Tu puoi, come me,
            resistere al meccanismo. Ma non puoi piratare.
            Considerami un orso, un asceta o roba simile, ma
            è da un bel pezzo che ascolto radio su internet,
            non ho lettore mp3/4 né walkman o diavolerie
            varie. La mia autoradio ha il mangianastri, ma
            non vede un nastro da quando l'ho comprata. Si
            può fare. Anch'io sono profondamente contrario ai
            70 anni (dico sempre: perché non percepisco la
            pensione di mio nonno per 70 anni dopo la sua
            morte?).non ti considero alcunché, sei libero di fare quello che vuoi. Io non posso pagare i film e i cd, e me ne prendo copie degradate sul p2p. Non lo trovo ingiusto, anche se una legge scema dice il contrario:ce ne sono tante, del resto...quando davvero non si potrà più smetterò a malicuore, ma sentendomi ingiustamente impedito. Tu hai le tue idee, io le mie :-)
          • krane scrive:
            Re: W il P2P !!!
            - Scritto da: Davide Impegnato
            Abitando in una nazione, ne accetti le regole. Se
            queste regole non ti stanno bene, abbandoni
            quella nazione (sempre che un'altra ti accetti),
            accettando le regole della tua nuova nazione.
            Oppure vai TOT miglia in mezzo al mare e non ti
            rompe le scatole nessuno.Benissimo, questa nazione mi impone un'apposita tassa sui supporti da devolvere alle vittime delle copie non autorizzate, conseguentemente io mi sento autorizzato ad utilizzare quei supporti per vervi le copie non autorizzate per cui ho pagato la tassa.Senno' che me la fanno pagare a fare se poi non posso usufruirne ? Mica voglio gettare i soldi dalla finestra per niente !
    • Picander scrive:
      Re: W il P2P !!!
      sì, il problema è che rubare ai ricchi per dare ai poveri rimane sempre un furto.diffondi sul p2p un film fatto da te con licenza libera invece che l'ultimo blockbuster della warner, vediamo quanto si diffonde la cultura.
    • rock3r scrive:
      Re: W il P2P !!!
      - Scritto da: Nilok
      La MPAA si sta davvero mettendo dalla parte del
      NEMICO
      dell'Umanità.Xenu? :D
  • lucente scrive:
    gli auguro di...
    ... andare in rovina!!! stanno sempre a lamentarsi... e sempre a sparare a zero contro il p2p.... tra l'altro questa non è la prima indagine dimostrante che il file sharing non danneggia ma addirittura in alcuni casi agevola il settore dell'intrattanimento.... MA ANDASSERO AFFAN....
  • Enjoy with Us scrive:
    Dati sorpendenti
    Francamente anche Io pensavo che il P2P qualche calo nelle vendite lo determinasse.Evidentemente sono veramente tanti i consumatori onesti!
    • No non io scrive:
      Re: Dati sorpendenti

      Evidentemente sono veramente tanti i consumatori onesti!O è molto alta la percentuale di guadagno sul pezzo originale.
    • XYZ scrive:
      Re: Dati sorpendenti
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Francamente anche Io pensavo che il P2P qualche
      calo nelle vendite lo
      determinasse.
      Evidentemente sono veramente tanti i consumatori
      onesti!Oppure semplicemente: Fare p2p è un conto, comprare un dvd/bluray è un altro.Rubacchiare filmacci di basso rango come gli ultimi usciti è giusto e doveroso (li scarico, li vedo, li cancello).. Ma la qualità (e per "qualità" nn intendo il fullHD, ma quel particolare phatos che solo la cellulosa sa regalare..) è davvero un altro discorso.. E quindi, trovato un film che merita veramente, corro subito a prendermelo in dvd! (il bluray no, che non ha titoli interessanti e non me lo posso permettere..)In ogni caso il discorso rimane sempre lo stesso:Solo quando le case cinematografiche, i distributori e le associazioni "tassanti" (siae, etc..) si renderanno "degne" del loro mercato, allora il p2p semplicemente, non sarà più un problema, ma una risorsa. (Come lo è sempre stato, visto che rimane l'UNICO modo non vincolato dalla geolocalizzazione, di reperire contenuti, che VOLUTAMENTE O NON, NON TROVEREMO MAI SUGLI SCAFFALI DEI NEGOZI!!)
      • chojin scrive:
        Re: Dati sorpendenti
        - Scritto da: XYZ
        E quindi, trovato un film che merita veramente,
        corro subito a prendermelo in dvd! (il bluray no,
        che non ha titoli interessanti e non me lo posso
        permettere..)Il Blu-Ray non ha titoli interessanti? Tutti i nuovi film sono usciti o stanno per uscire in BD (i titoli Warner escono quasi tutti da Settembre in poi). I dischi BD ora costano come costavano i DVD all'uscita un 6 anni fa, ma i prezzi già stanno scendendo, molto più rapidamente di quanto avvenuto con i DVD. Molti sono già in offerta a 16,99 - 19,99 Euro.Un Playstation3 si compra con 350euro in molti negozi già ora. Un LCD o un plasma 37" o 40" lo prendi con 800-1000euro. Non è che sia una grandissima spesa. Non tanto superiore all'epoca dell'uscita dei DVD che i lettori costavano da 500mila a 1.200.000 lire.
        • Gurzo2007 scrive:
          Re: Dati sorpendenti
          be è cmq una spesa per la fruizione solo di film( a meno di non prendere un tv hdready, ma il fullhd dei film lo mandi a farsi benedire)...non è ke tutti dall'oggi al domani possono spendere sti soldini...come l'utente ha dichiarato...ps si escono film anke su bd( praticamente tutti quelli ke escono su dvd)...ma l'utente ha specificato film "interessanti" degli altri non prende manco il dvd
        • 01234 scrive:
          Re: Dati sorpendenti
          lungi da me far polemica, ma con la pasta che è aumentata del 20% in un anno, simili spese rischiano di dover essere accantonate in favore della sopravvivenzail p2p per poi rivendere è immorale, quello per allietarsi una vita per altri versi difficile è quasi doveroso
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: 01234
            lungi da me far polemica, ma con la pasta che è
            aumentata del 20% in un anno, simili spese
            rischiano di dover essere accantonate in favore
            della
            sopravvivenza

            il p2p per poi rivendere è immorale, quello per
            allietarsi una vita per altri versi difficile è
            quasi
            doverosoMa dai chi è che usa il P2P per rivendere?
          • 01234 scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            purtroppo esistonochi rivende il "degradato" per me è ridicolo, ma pare che un suo mercato ce l'abbia, ma mi riferisco soprattutto a chi rivende i file DVD (i film che pesano 4GB, per intenderci)a meno che non mi siano state raccontate bojatecmq io disapprovo fermamente, il p2p dev'essere come il copiare per un amico...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: 01234
            purtroppo esistono

            chi rivende il "degradato" per me è ridicolo, ma
            pare che un suo mercato ce l'abbia, ma mi
            riferisco soprattutto a chi rivende i file DVD (i
            film che pesano 4GB, per
            intenderci)

            a meno che non mi siano state raccontate bojate

            cmq io disapprovo fermamente, il p2p dev'essere
            come il copiare per un
            amico...Beh chi fa un commercio del genere deve essere molto poco furbo, con le leggi attuali si rischia quasi meno a spacciare cocaina!
          • Gurzo2007 scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            si confermo..su ebay c'era qualkuno ke vendeva serie tv ( ripapte da dvd, o via sat ecc ecc, reperite via p2p) o film ecc ecc a prezzi modici...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: Gurzo2007
            si confermo..su ebay c'era qualkuno ke vendeva
            serie tv ( ripapte da dvd, o via sat ecc ecc,
            reperite via p2p) o film ecc ecc a prezzi
            modici...L'idiozia non ha mai limite, praticamente è come autodenunciarsi alla guardia di finanza!
          • 01234 scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            e cmq non ci sto! troppo comodo, lucrare sulla fatica degli altri, non paghi e poi vendi, così so' buoni tutti
          • Gurzo2007 scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            e ke ci vuoi fare...se pensi ke su ebay c'era uno ke si vendeva la moglie, o l'anima ecc ecc
          • chojin scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: 01234
            lungi da me far polemica, ma con la pasta che è
            aumentata del 20% in un anno, simili spese
            rischiano di dover essere accantonate in favore
            della
            sopravvivenza

            il p2p per poi rivendere è immorale, quello per
            allietarsi una vita per altri versi difficile è
            quasi
            doverosoSì, tutti a piangere miseria e poi dovunque ti giri, pizzerie, bar, ristoranti, centri commerciali sempre pieni tutti i giorni. Tutti vanno il fine settimana fuori città. Tutti vanno al pub, in discoteca e così via. Non sono soldi quelli ? Ah, no, certo, è socializzazione. Invece prendersi HDTV e film in HDTV su Blu-Ray e magari invitare amici a cena e vederli è buttare i soldi ed una spesa superflua che non si può fare perchè sono tutti poveri.. mah!E tutti cambiano il cellulare, e tutti hanno 2-3 auto, motorino e moto.. e tutti vanno in palestra... e così via.. E tutti piangono miseria... e quanti evadono? E quanti fanno lavori a nero ? ehh!
        • XYZ scrive:
          Re: Dati sorpendenti
          - Scritto da: chojin
          - Scritto da: XYZ

          E quindi, trovato un film che merita veramente,

          corro subito a prendermelo in dvd! (il bluray
          no,

          che non ha titoli interessanti e non me lo posso

          permettere..)

          Il Blu-Ray non ha titoli interessanti? Tutti i
          nuovi film sono usciti o stanno per uscire in BD
          (i titoli Warner escono quasi tutti da Settembre
          in poi).


          I dischi BD ora costano come costavano i DVD
          all'uscita un 6 anni fa, ma i prezzi già stanno
          scendendo, molto più rapidamente di quanto
          avvenuto con i DVD. Molti sono già in offerta a
          16,99 - 19,99
          Euro.

          Un Playstation3 si compra con 350euro in molti
          negozi già ora. Un LCD o un plasma 37" o 40" lo
          prendi con 800-1000euro. Non è che sia una
          grandissima spesa. Non tanto superiore all'epoca
          dell'uscita dei DVD che i lettori costavano da
          500mila a 1.200.000
          lire.Assolutamente Vero. Ma ti spiego le mie motivazioni:
          Il Blu-Ray non ha titoli interessanti? Tutti i
          nuovi film sono usciti o stanno per uscire in BD
          (i titoli Warner escono quasi tutti da Settembre
          in poi).La maggior parte dei nuovi film (a parte qualche perla), sono di bassa qualità, alti investimenti "qualità video/audio" e marketing gigantesco.. E non fanno assolutamente parte di quei film che io reputo "belli".. Senza contare poi che lo stesso marketing dei nuovi film affoga e cancella il marketing di quelli vecchi.. Se vai in videoteca o al MediaWorld, trovi 4 categorie di film: "I Nuovi", "I Classici"(ma poi Classici "per chi"?), "gli Erotici" e quelli "per Bambini"... Trovami un Mediaworld dove posso trovare in BluRay la filmografia di Herzog o Pasolini o anche Jodorowsky ( 3 pescati a caso tanto per buttarla là)..E giuro che entro oggi pomeriggio sono già là ad acquistare...
          I dischi BD ora costano come costavano i DVD
          all'uscita un 6 anni fa, ma i prezzi già stanno
          scendendo, molto più rapidamente di quanto
          avvenuto con i DVD. Molti sono già in offerta a
          16,99 - 19,99
          Euro..Ecco e perchè dovrei spendere 20 per dei film che sono per il 99% sterili trovate commerciali?
          Un Playstation3 si compra con 350euro in molti
          negozi già ora. Un LCD o un plasma 37" o 40" lo
          prendi con 800-1000euro. Non è che sia una
          grandissima spesa. Non tanto superiore all'epoca
          dell'uscita dei DVD che i lettori costavano da
          500mila a 1.200.000
          lire.Ahimè non ho 1350 come all'epoca non avevo 1.200.000 lire.. Ma in compenso ho il p2p, come all' epoca avevo i nastri VHS e le Musicassette! :)Faccio male al mercato? possibile. Cosi almeno imparano a fare di tutto un marketing..
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: XYZ
            - Scritto da: chojin

            - Scritto da: XYZ


            E quindi, trovato un film che merita
            veramente,


            corro subito a prendermelo in dvd! (il bluray

            no,


            che non ha titoli interessanti e non me lo
            posso


            permettere..)



            Il Blu-Ray non ha titoli interessanti? Tutti i

            nuovi film sono usciti o stanno per uscire in BD

            (i titoli Warner escono quasi tutti da Settembre

            in poi).





            I dischi BD ora costano come costavano i DVD

            all'uscita un 6 anni fa, ma i prezzi già stanno

            scendendo, molto più rapidamente di quanto

            avvenuto con i DVD. Molti sono già in offerta a

            16,99 - 19,99

            Euro.



            Un Playstation3 si compra con 350euro in molti

            negozi già ora. Un LCD o un plasma 37" o 40" lo

            prendi con 800-1000euro. Non è che sia una

            grandissima spesa. Non tanto superiore all'epoca

            dell'uscita dei DVD che i lettori costavano da

            500mila a 1.200.000

            lire.

            Assolutamente Vero.
            Ma ti spiego le mie motivazioni:


            Il Blu-Ray non ha titoli interessanti? Tutti i

            nuovi film sono usciti o stanno per uscire in BD

            (i titoli Warner escono quasi tutti da Settembre

            in poi).

            La maggior parte dei nuovi film (a parte qualche
            perla), sono di bassa qualità, alti investimenti
            "qualità video/audio" e marketing gigantesco..

            E non fanno assolutamente parte di quei film che
            io reputo "belli"..

            Senza contare poi che lo stesso marketing dei
            nuovi film affoga e cancella il marketing di
            quelli vecchi.. Se vai in videoteca o al
            MediaWorld, trovi 4 categorie di film: "I Nuovi",
            "I Classici"(ma poi Classici "per chi"?), "gli
            Erotici" e quelli "per Bambini"...

            Trovami un Mediaworld dove posso trovare in
            BluRay la filmografia di Herzog o Pasolini o
            anche Jodorowsky ( 3 pescati a caso tanto per
            buttarla
            là)..
            E giuro che entro oggi pomeriggio sono già là ad
            acquistare...


            I dischi BD ora costano come costavano i DVD

            all'uscita un 6 anni fa, ma i prezzi già stanno

            scendendo, molto più rapidamente di quanto

            avvenuto con i DVD. Molti sono già in offerta a

            16,99 - 19,99

            Euro..

            Ecco e perchè dovrei spendere 20 per dei film
            che sono per il 99% sterili trovate
            commerciali?


            Un Playstation3 si compra con 350euro in molti

            negozi già ora. Un LCD o un plasma 37" o 40" lo

            prendi con 800-1000euro. Non è che sia una

            grandissima spesa. Non tanto superiore all'epoca

            dell'uscita dei DVD che i lettori costavano da

            500mila a 1.200.000

            lire.

            Ahimè non ho 1350 come all'epoca non avevo
            1.200.000 lire..


            Ma in compenso ho il p2p, come all' epoca avevo i
            nastri VHS e le Musicassette!
            :)

            Faccio male al mercato? possibile.
            Cosi almeno imparano a fare di tutto un
            marketing..Effettivamente il cinema in questi ultimi anni mi sembra un pò in declino, non che cerchi opere prime di mostri sacri tipo Pasolini, Io sono di bocca buona, una commediolina, un filmetto di fantascienza mi bastano, certo vorrei per il film di fantascienza o per il triller una trama coerente e con un minimo di coinvolgimento e originalità, per la commediola, che sia un minimo divertente.Oggi tuttavia su 10 film che vedo si e no uno vale il prezzo del supporto (30 centesimi), gli altri neppure quello!Poi parliamoci chiaro se vedo un film pieno di effetti speciali o di paesaggi mozzafiato posso capire i benefici dell'alta risoluzione e dell'audio multicanale, ma per una commediola o per certi film drammatici non è che sia così importante.
          • Gurzo2007 scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            quoto in toto
      • Jack scrive:
        Re: Dati sorpendenti
        Vergognati, scrivi cose insensate e da ladro di contenuti.
        • sylvaticus scrive:
          Re: Dati sorpendenti
          guarda che io qualche euro (diciamo 2-3, tieni conto che non c'è il costo del supporto nè il margine del rivenditore) per vedermi il film con la certezza di avere la versione originale in ottima qualità li pagherei.. sono sti disgraziati che per troppa paura si sono tirati da soli un calcio nelle p..e ed invece di incentivare il cambiamento tecnologico lo hanno contrastato ;-)
          • rock3r scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            lo farei volentieri anche io, a patto di non avere drm. se potessi scaricarmi il file e farne quel che voglio (tanto un film raramente lo si vede una seconda volta, e in quel caso si potrebbe "estendere" i diritti di visione all'infinito con un altro paio di euro:totale 5, che non sono i 20-30 dei dvd ma che sono cmq + abbordabili e si spendono volentieri, quindi forse si incentiva meno la pirateria), guardarmelo metà sul pc e metà in tv con il mio lettore dvd oppure sul mio mp3/psp/pda/etc...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: rock3r
            lo farei volentieri anche io, a patto di non
            avere drm. se potessi scaricarmi il file e farne
            quel che voglio (tanto un film raramente lo si
            vede una seconda volta, e in quel caso si
            potrebbe "estendere" i diritti di visione
            all'infinito con un altro paio di euro:totale 5,
            che non sono i 20-30 dei dvd ma che sono cmq +
            abbordabili e si spendono volentieri, quindi
            forse si incentiva meno la pirateria),
            guardarmelo metà sul pc e metà in tv con il mio
            lettore dvd oppure sul mio
            mp3/psp/pda/etc...Ha è fuori di dubbio che se pago 3 euro per un film poi non voglio avere rotture di scatole con DRM e simili, dopo ci devo poter fare quello che voglio!Già ho pagato l'ADSL per scaricarmelo, il supporto dove registrarlo, ho perso tempo nel fare tutte queste cose.Mi sembra che 3 euro di guadagno integrale, visto che con il commercio di materiale digitale via internet le spese vive sono praticamente azzerate siano più che sufficienti!
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: sylvaticus
            guarda che io qualche euro (diciamo 2-3, tieni
            conto che non c'è il costo del supporto nè il
            margine del rivenditore) per vedermi il film con
            la certezza di avere la versione originale in
            ottima qualità li pagherei.. sono sti disgraziati
            che per troppa paura si sono tirati da soli un
            calcio nelle p..e ed invece di incentivare il
            cambiamento tecnologico lo hanno contrastato
            ;-)Ha beh per 2-3 euro effettivamente il pensiero ci si può pure fare, ma tanto vedrai che a meno di 10 euro non venderanno mai (escludendo i fondi di magazzino)
        • 01234 scrive:
          Re: Dati sorpendenti
          ladro dici - bahuna copia digitale costa quasi zero ed è riproducibile indefinitamente, ma il costo unitario è sempre altochi non ha i soldi allora nisba? eh no! capisco ti riferissi a chi scarica e rivende - fanno schifo pure a me, andassero a lavorare. Ma chi lavora magari precario e sottopagato e vede i titoli dei filmoni e non ci può andare, magari paga internet per lavoro e già che c'è....scusa ma non trovo che tolga nulla a nessuno, tanto non avrebbe potuto fruire per vie "normali" in ogni caso.infine secondo me il p2p è la nemesi di chi ha sempre lucrato
          • Sebastian scrive:
            Re: Dati sorpendenti

            infine secondo me il p2p è la nemesi di chi ha
            sempre
            lucratoTanto per restare in argomento, tra questi piazzaci anche i gestori di certe (non tutte) videoteche che fino a pochi anni fa avevano sotto il bancone l'elenco di software copiato grande quanto un vocabolario d'italiano!
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: Sebastian

            infine secondo me il p2p è la nemesi di chi ha

            sempre

            lucrato

            Tanto per restare in argomento, tra questi
            piazzaci anche i gestori di certe (non tutte)
            videoteche che fino a pochi anni fa avevano sotto
            il bancone l'elenco di software copiato grande
            quanto un vocabolario
            d'italiano!A Nola (Na) c'era o forse c'è ancora una simpatica Videoteca, dove per 50-60 centesimi noleggiavano prima cassette pirata (qualità spesso scadente) di film in anteprima cinematografica, poi DVD pirata (almeno nei primi tempi, parlo del 2000 di qualità scadente), oltre a vendere ovviamente software pirata.Chissà che protezioni aveva/ha per un simile commercio!!!Certo il P2P gli deve aver dato una botta non da poco, che siano questi i Videonoleggiatori piangenti?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Dati sorpendenti
        - Scritto da: XYZ
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Francamente anche Io pensavo che il P2P qualche

        calo nelle vendite lo

        determinasse.

        Evidentemente sono veramente tanti i consumatori

        onesti!

        Oppure semplicemente:
        Fare p2p è un conto, comprare un dvd/bluray è un
        altro.

        Rubacchiare filmacci di basso rango come gli
        ultimi usciti è giusto e doveroso (li scarico, li
        vedo, li cancello)..


        Ma la qualità (e per "qualità" nn intendo il
        fullHD, ma quel particolare phatos che solo la
        cellulosa sa regalare..) è davvero un altro
        discorso..


        E quindi, trovato un film che merita veramente,
        corro subito a prendermelo in dvd! (il bluray no,
        che non ha titoli interessanti e non me lo posso
        permettere..)

        In ogni caso il discorso rimane sempre lo stesso:
        Solo quando le case cinematografiche, i
        distributori e le associazioni "tassanti" (siae,
        etc..) si renderanno "degne" del loro mercato,
        allora il p2p semplicemente, non sarà più un
        problema, ma una risorsa. (Come lo è sempre
        stato, visto che rimane l'UNICO modo non
        vincolato dalla geolocalizzazione, di reperire
        contenuti, che VOLUTAMENTE O NON, NON TROVEREMO
        MAI SUGLI SCAFFALI DEI
        NEGOZI!!)Ma veramente sul P2P si trovano molti titoli in DVD, con qualità assai prossima all'originale e te lo dico visionandoli con un videoproiettore e un impianto dolby 5.1 di elevata qualità.
        • XYZ scrive:
          Re: Dati sorpendenti
          - Scritto da: Enjoy with Us
          - Scritto da: XYZ

          - Scritto da: Enjoy with Us


          Francamente anche Io pensavo che il P2P
          qualche


          calo nelle vendite lo


          determinasse.


          Evidentemente sono veramente tanti i
          consumatori


          onesti!



          Oppure semplicemente:

          Fare p2p è un conto, comprare un dvd/bluray è un

          altro.



          Rubacchiare filmacci di basso rango come gli

          ultimi usciti è giusto e doveroso (li scarico,
          li

          vedo, li cancello)..





          Ma la qualità (e per "qualità" nn intendo il

          fullHD, ma quel particolare phatos che solo la

          cellulosa sa regalare..) è davvero un altro

          discorso..





          E quindi, trovato un film che merita veramente,

          corro subito a prendermelo in dvd! (il bluray
          no,

          che non ha titoli interessanti e non me lo posso

          permettere..)



          In ogni caso il discorso rimane sempre lo
          stesso:

          Solo quando le case cinematografiche, i

          distributori e le associazioni "tassanti" (siae,

          etc..) si renderanno "degne" del loro mercato,

          allora il p2p semplicemente, non sarà più un

          problema, ma una risorsa. (Come lo è sempre

          stato, visto che rimane l'UNICO modo non

          vincolato dalla geolocalizzazione, di reperire

          contenuti, che VOLUTAMENTE O NON, NON TROVEREMO

          MAI SUGLI SCAFFALI DEI

          NEGOZI!!)

          Ma veramente sul P2P si trovano molti titoli in
          DVD, con qualità assai prossima all'originale e
          te lo dico visionandoli con un videoproiettore e
          un impianto dolby 5.1 di elevata
          qualità.Vero! Ma bisogna anche dire che per un "bel" film i soldi se li meritano!Dò semplicemente a Cesare quello che è di Cesare... Se non è suo.. Glie lo tolgo! :)
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: XYZ
            - Scritto da: Enjoy with Us

            - Scritto da: XYZ


            - Scritto da: Enjoy with Us



            Francamente anche Io pensavo che il P2P

            qualche



            calo nelle vendite lo



            determinasse.



            Evidentemente sono veramente tanti i

            consumatori



            onesti!





            Oppure semplicemente:


            Fare p2p è un conto, comprare un dvd/bluray è
            un


            altro.





            Rubacchiare filmacci di basso rango come gli


            ultimi usciti è giusto e doveroso (li scarico,

            li


            vedo, li cancello)..








            Ma la qualità (e per "qualità" nn intendo il


            fullHD, ma quel particolare phatos che solo la


            cellulosa sa regalare..) è davvero un altro


            discorso..








            E quindi, trovato un film che merita
            veramente,


            corro subito a prendermelo in dvd! (il bluray

            no,


            che non ha titoli interessanti e non me lo
            posso


            permettere..)





            In ogni caso il discorso rimane sempre lo

            stesso:


            Solo quando le case cinematografiche, i


            distributori e le associazioni "tassanti"
            (siae,


            etc..) si renderanno "degne" del loro mercato,


            allora il p2p semplicemente, non sarà più un


            problema, ma una risorsa. (Come lo è sempre


            stato, visto che rimane l'UNICO modo non


            vincolato dalla geolocalizzazione, di reperire


            contenuti, che VOLUTAMENTE O NON, NON
            TROVEREMO


            MAI SUGLI SCAFFALI DEI


            NEGOZI!!)



            Ma veramente sul P2P si trovano molti titoli in

            DVD, con qualità assai prossima all'originale e

            te lo dico visionandoli con un videoproiettore e

            un impianto dolby 5.1 di elevata

            qualità.

            Vero!
            Ma bisogna anche dire che per un "bel" film i
            soldi se li
            meritano!

            Dò semplicemente a Cesare quello che è di
            Cesare...

            Se non è suo.. Glie lo tolgo! :)Dimmi negli ultimi 2 anni quali sono i film che rivedresti volentieri.Fra tutti i film usciti in Italia (per l'estero non so) Io ne rivedrei si e no una decina, quindi 10 su almeno 500 film! (esce praticamente un film al giorno, ovviamente non li vedo tutti, eseguo già una preselezione leggendone la trama prima).Di questi 10 che rivedrei forse ne comprerei a 10 - 12 euro 3 o 4, dico forse perchè in passato quando ancora si usavano le videocassette, i film li registravo dalla TV ein tutta la mia vita mi è capitato di comprare non più di 6 - 7 cassette a prezzi ultrascontati, tipo il primo Matrix a 5000 lire.
          • chojin scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: Enjoy with Us
            Dimmi negli ultimi 2 anni quali sono i film che
            rivedresti
            volentieri.
            Fra tutti i film usciti in Italia (per l'estero
            non so) Io ne rivedrei si e no una decina, quindi
            10 su almeno 500 film! (esce praticamente un film
            al giorno, ovviamente non li vedo tutti, eseguo
            già una preselezione leggendone la trama
            prima).
            Di questi 10 che rivedrei forse ne comprerei a 10
            - 12 euro 3 o 4, dico forse perchè in passato
            quando ancora si usavano le videocassette, i film
            li registravo dalla TV ein tutta la mia vita mi è
            capitato di comprare non più di 6 - 7 cassette a
            prezzi ultrascontati, tipo il primo Matrix a 5000
            lire.Film recenti mi vengono in mente al volo questi di film ottimi e molto buoni: - Transformers- Jumper- Silent Hill- Juno - Sunshine- Casinò Royale- Resident Evil 1,2,3- Fast&Furious 1,2,3- Ice Princess- Ella Enchanted- Die Hard 4- Spiderman 1,2,3- Fantastici4 1,2- Serenity- Apocalypto
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Dimmi negli ultimi 2 anni quali sono i film che

            rivedresti

            volentieri.

            Fra tutti i film usciti in Italia (per l'estero

            non so) Io ne rivedrei si e no una decina,
            quindi

            10 su almeno 500 film! (esce praticamente un
            film

            al giorno, ovviamente non li vedo tutti, eseguo

            già una preselezione leggendone la trama

            prima).

            Di questi 10 che rivedrei forse ne comprerei a
            10

            - 12 euro 3 o 4, dico forse perchè in passato

            quando ancora si usavano le videocassette, i
            film

            li registravo dalla TV ein tutta la mia vita mi
            è

            capitato di comprare non più di 6 - 7 cassette a

            prezzi ultrascontati, tipo il primo Matrix a
            5000

            lire.

            Film recenti mi vengono in mente al volo questi
            di film ottimi e molto buoni:


            - Transformerstrama un tantinello evanescente, buoni gli effetti speciali, ma un film non si regge solo su quelli.
            - Jumpernon ricordo/non l'ho visto
            - Silent HillCarino
            - Juno non ricordo/non l'ho visto
            - SunshineCavolata spaventosa, con trama piena di incongruenze logiche e scientifiche a partire dalla premessa di riaccendere il sole utilizzando una bomba atomica
            - Casinò RoyaleFilm di spionaggio decente ma non certo da rivedere
            - Resident Evil 1,2,3Inguardabile già il primo, figuriamoci gli altri
            - Fast&Furious 1,2,3Non è il mio genere, ma comunque deludente anche nelle scene d'azione
            - Ice Princess
            - Ella Enchantednon visti
            - Die Hard 4Trama deboluccia e già vista, scene d'azione di buon livello, anche questo mi basta averlo visto una volta
            - Spiderman 1,2,3Discreti tutti e tre, ottimi effetti speciali e dietro c'è anche una storia
            - Fantastici4 1,2Discreti tutti e due, ma tieni presente che ho un debole per la fantascienza
            - SerenityDeludente
            - ApocalyptoL'ho scaricato ne ho visto alcune scene e l'ho cancellato, come la Passione di Cristo del restoSei più bocca buona di me allora!
          • XYZ scrive:
            Re: Dati sorpendenti
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: XYZ

            - Scritto da: Enjoy with Us


            - Scritto da: XYZ



            - Scritto da: Enjoy with Us




            Francamente anche Io pensavo che il P2P


            qualche




            calo nelle vendite lo




            determinasse.




            Evidentemente sono veramente tanti i


            consumatori




            onesti!







            Oppure semplicemente:



            Fare p2p è un conto, comprare un dvd/bluray
            è

            un



            altro.







            Rubacchiare filmacci di basso rango come gli



            ultimi usciti è giusto e doveroso (li
            scarico,


            li



            vedo, li cancello)..











            Ma la qualità (e per "qualità" nn intendo il



            fullHD, ma quel particolare phatos che solo
            la



            cellulosa sa regalare..) è davvero un altro



            discorso..











            E quindi, trovato un film che merita

            veramente,



            corro subito a prendermelo in dvd! (il
            bluray


            no,



            che non ha titoli interessanti e non me lo

            posso



            permettere..)







            In ogni caso il discorso rimane sempre lo


            stesso:



            Solo quando le case cinematografiche, i



            distributori e le associazioni "tassanti"

            (siae,



            etc..) si renderanno "degne" del loro
            mercato,



            allora il p2p semplicemente, non sarà più un



            problema, ma una risorsa. (Come lo è sempre



            stato, visto che rimane l'UNICO modo non



            vincolato dalla geolocalizzazione, di
            reperire



            contenuti, che VOLUTAMENTE O NON, NON

            TROVEREMO



            MAI SUGLI SCAFFALI DEI



            NEGOZI!!)





            Ma veramente sul P2P si trovano molti titoli
            in


            DVD, con qualità assai prossima all'originale
            e


            te lo dico visionandoli con un
            videoproiettore
            e


            un impianto dolby 5.1 di elevata


            qualità.



            Vero!

            Ma bisogna anche dire che per un "bel" film i

            soldi se li

            meritano!



            Dò semplicemente a Cesare quello che è di

            Cesare...



            Se non è suo.. Glie lo tolgo! :)

            Dimmi negli ultimi 2 anni quali sono i film che
            rivedresti
            volentieri.
            Fra tutti i film usciti in Italia (per l'estero
            non so) Io ne rivedrei si e no una decina, quindi
            10 su almeno 500 film! (esce praticamente un film
            al giorno, ovviamente non li vedo tutti, eseguo
            già una preselezione leggendone la trama
            prima).
            Di questi 10 che rivedrei forse ne comprerei a 10
            - 12 euro 3 o 4, dico forse perchè in passato
            quando ancora si usavano le videocassette, i film
            li registravo dalla TV ein tutta la mia vita mi è
            capitato di comprare non più di 6 - 7 cassette a
            prezzi ultrascontati, tipo il primo Matrix a 5000
            lire.Appunto, quasi nessuno!Ecco perche testardeggio cosi tanto nel difendere a spada tratta il mio diritto di cercarmi cosa guardare.. Visto che l'odierno marketing non fà altro che cercare di impedircelo.. :)
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Dati sorpendenti
      contenuto non disponibile
  • 01234 scrive:
    e adesso...
    ...vediamo un po' che dicono i moralisti...
    • Wolf01 scrive:
      Re: e adesso...
      Che effettivamente le storie delle major sul p2p erano inventate...
      • XYZ scrive:
        Re: e adesso...
        - Scritto da: Wolf01
        Che effettivamente le storie delle major sul p2p
        erano
        inventate...Facile giocare con le "internettiane fonti poco attendibili"..Le Major lo hanno capito, e come al solito, fanno di peggio! Patetique.
    • 01234 scrive:
      Re: e adesso...
      mi rispondo da solo: si sfogano urlando all'inganno e al sacrilegio moralee già che ci sono mi censuro da solo che E'MEGLIO :-D
  • fred scrive:
    OT Copyright a 95 anni in votazione a br
    Sa di bastardata, va in votazione alla commissione europea domani e non ne sapeva nulla nessuno.http://www.ft.com/cms/s/0/c744ca4e-4f7a-11dd-b050-000077b07658.html
    • Nemo_bis scrive:
      Re: OT Copyright a 95 anni in votazione a br
      In votazione nella commissione, però: il dibattito sorge sempre in parlamento, perciò ce ne vuole ancora... Grazie comunque per la segnalazione.
    • XYZ scrive:
      Re: OT Copyright a 95 anni in votazione a br
      - Scritto da: fred
      Sa di bastardata, va in votazione alla
      commissione europea domani e non ne sapeva nulla
      nessuno.

      http://www.ft.com/cms/s/0/c744ca4e-4f7a-11dd-b050-Lo sapevo da un pezzo, peccato che nn ci possiamo fare nulla eh?
    • krane scrive:
      Re: OT Copyright a 95 anni in votazione a br
      - Scritto da: fred
      Sa di bastardata, va in votazione alla
      commissione europea domani e non ne sapeva nulla
      nessuno.
      http://www.ft.com/cms/s/0/c744ca4e-4f7a-11dd-b050-Eccolo li !!!Mi aspettavo qualcosa del genere in questo periodo: sta per scadere il copyright di Topolino alla Disney
  • Joe Tornado scrive:
    E' aumentato il noleggio ?
    Come ... e quelli delle videoteche che si lamentano ? Ma forse in America; in Italia è diverso.
Chiudi i commenti