SIAE: controlli alla dogana

Un accordo per cercare di contenere l'evasione dell'equo compenso nell'importazione di dispositivi dall'estero

Roma – SIAE, la Società Italiana degli Autori ed Editori, ha firmato un protocollo d’intesa con l’Agenzia delle Dogane con l’obiettivo di contrastare l’evasione dei compensi per copia privata dovuti da chi fabbrica o importa nel territorio dello Stato, per finalità commerciali, apparecchi di registrazione e altri device suscettibili di essere utilizzati per la registrazione o il trasporto per uso personale di opere tutelate dal diritto d’autore.

L’estensione delle categorie di prodotti per cui bisogna pagare il compenso aggiuntivo ai detentori dei diritti sui contenuti ipoteticamente utilizzati, innesca un automatico aumento dei prezzi dei dispositivi interessati: con il risultato che i produttori e i distributori italiani debbano guardarsi anche dalla concorrenza estera. Gli eventuali clienti possono infatti ritenere più conveniente ordinare dall’estero i prodotti evitando di corrispondere il compenso.

Per cercare di migliore i controlli, quindi, le due entità si impegnano ad uno scambio periodico di informazioni per consentire alla SIAE di disporre delle informazioni necessarie a verificare il regolare versamento dei compensi dovuti e all’Agenzia delle Dogane di individuare operazioni “a rischio” o “sospette” da sottoporre a controllo.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • andy61 scrive:
    class action
    Se gli utenti si sentissero penalizzati per il degrado delle prestazioni della Rete, potrebbero pensare di avviare delle class actions contro queste aziende.Posso forse immaginare che attacchi del genere potrebbero forse essere preventivamente dichiarati alla magistratura, e da questa autorizzati, nel caso esistano prove concrete del reato.Vi immaginate se chiunque si sentisse autorizzato a lanciare attacchi del genere in quanto presume che un proprio diritti sia violato in Rete?
    • ThEnOra scrive:
      Re: class action
      - Scritto da: andy61
      Se gli utenti si sentissero penalizzati per il
      degrado delle prestazioni della Rete, potrebbero
      pensare di avviare delle class actions contro
      queste
      aziende.Allora anch'io dovrei avviare una class action contro tutti gli utenti che usano Internet per scaricare aggratis e comprometto la prestazione della rete con condotte illegali.
      Posso forse immaginare che attacchi del genere
      potrebbero forse essere preventivamente
      dichiarati alla magistratura, e da questa
      autorizzati, nel caso esistano prove concrete del
      reato.Se previsto dalla legge ed autorizzato, direi ovvio...Potrebbe anche essere una sorta di forma di sequestro preventivo finalizzato ad inibire le funzionalità del sito, che tecnicamente si tramuta in un DDos
      Vi immaginate se chiunque si sentisse autorizzato
      a lanciare attacchi del genere in quanto presume
      che un proprio diritti sia violato in
      Rete?Non è roba da "chiunque"...
  • MegaJock scrive:
    Nel frattempo...
    ... La Svizzera mette al bando Logistep!http://www.swissinfo.ch/eng/swiss_news/Privacy_triumphs_in_internet_piracy_test_case.html?cid=28307028
  • Anonimo scrive:
    Pan per focaccia
    Io, se fossi il proprietario di uno di quei siti, se mi attaccherebbero, non starei a guardare. Li attaccherei anch'io!Tanto alla fine non potrebbero denunciarmi per qualcosa che hanno fatto anche loro!!!
    • krane scrive:
      Re: Pan per focaccia
      - Scritto da: Anonimo
      Io, se fossi il proprietario di uno di quei siti,
      se mi attaccherebbero, non starei a guardare. Li
      attaccherei anch'io!se mi attaccherebbero :| :| :| :| :|
      Tanto alla fine non potrebbero denunciarmi per
      qualcosa che hanno fatto anche loro!!!
      • ThEnOra scrive:
        Re: Pan per focaccia
        - Scritto da: krane

        se mi attaccherebbero :| :| :| :| :|
        L'italiano a volte è un lusso...
      • Quotator Maximus scrive:
        Re: Pan per focaccia
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Anonimo

        Io, se fossi il proprietario di uno di quei
        siti,

        se mi attaccherebbero, non starei a guardare. Li

        attaccherei anch'io!

        se mi attaccherebbero :| :| :| :| :|QUOTO (anonimo)(anonimo)(anonimo)(anonimo)
  • ninjaverde scrive:
    Guerra
    La guerra cibernetica è quindi cominciata... sebbene in sottofondo sia già cominciata da parecchio, ma adesso pare vi sia un dichiarazione ufficiale.Di sicuro chi deve difendersi lo farà cotrattaccando e quindi crakkado i crakkatori...L'illegalità è sempre tale anche se concessa dai governi.Quindi legittimando "l'illegittimo" si legittima tutti quelli che lo usano.Di sicuro una gran "furbata" questa, che cambierà molte cose...in peggio.La conseguenza più grave è che tanta intelligenza, tanto lavoro e risorse finiranno in queste guerre, che non potranno avere nè vincitori nè vinti, ed i veri problemi staranno ancora lì ad aspettare... :(
    • krane scrive:
      Re: Guerra
      - Scritto da: ninjaverde
      La guerra cibernetica è quindi cominciata...Ma dai... Sono indiani, non se ne saranno neanche accorti, non sanno quello che fanno sara' un santone che fa penitenza :D .
      sebbene in sottofondo sia già cominciata da
      parecchio, ma adesso pare vi sia un dichiarazione
      ufficiale.
      Di sicuro chi deve difendersi lo farà
      cotrattaccando e quindi crakkado i crakkatori...
      L'illegalità è sempre tale anche se concessa dai
      governi.
      Quindi legittimando "l'illegittimo" si legittima
      tutti quelli che lo usano.
      Di sicuro una gran "furbata" questa, che cambierà
      molte cose...in peggio.
      La conseguenza più grave è che tanta
      intelligenza, tanto lavoro e risorse finiranno in
      queste guerre, che non potranno avere nè
      vincitori nè vinti, ed i veri problemi staranno
      ancora lì ad aspettare...
      :(
  • Ghostdog scrive:
    niente di nuovo
    qualcuno ha detto corsari?
    • Guybrush scrive:
      Re: niente di nuovo
      - Scritto da: Ghostdog
      qualcuno ha detto corsari?Gia'.Mi chiedevo quand'e' che sarebbero ricomparsi.Non è comunque sano che un'azienda basi il proprio business sul danneggiare altre aziende.GT
  • M.R. scrive:
    Combattere il fuoco col fuoco...
    ...l 'illegale con l' illegale.Certo che i governi sanno sempre dare il buon esempio ai propri cittadini: quando lo fanno loro è sempre tutto a posto....alla faccia de "la legge è uguale per tutti".
  • Sgabbio scrive:
    Non è illegale ?
    Fare questi attacchi informatici ? Cioè mi sa che ne buscano pesante.... e come dire, che per punire uno che non paga il percheggio, gli fai fare 40 anni di carcere Oo
    • ThEnOra scrive:
      Re: Non è illegale ?
      - Scritto da: Sgabbio
      Fare questi attacchi informatici ? Cioè mi sa
      che ne buscano pesante.... e come dire, che per
      punire uno che non paga il percheggio, gli fai
      fare 40 anni di carcere
      OoSi vede in India non lo è... anche se ho i miei dubbi... forse è un reato perseguito su esposto/querela, dunque non d'ufficio, e probabilmente fanno leva sul fatto che gli admin di questi siti non farebbero mai una denuncia...
      • Sgabbio scrive:
        Re: Non è illegale ?
        - Scritto da: ThEnOra
        Si vede in India non lo è... anche se ho i miei
        dubbi... forse è un reato perseguito su
        esposto/querela, dunque non d'ufficio, e
        probabilmente fanno leva sul fatto che gli admin
        di questi siti non farebbero mai una
        denuncia...Probabile, però se qualcuno si fa un pelino furbo, potrebbe denunciarli per minacce, anche perchè nel resto del globo (dove stanno appunto i siti che "tanto amano") fare operazioni del genere è più grave che fare i pirata (almeno per ora...), per non parlare che la giustizia fai da te è una pratica condannata in buona parte del mondo.
        • ThEnOra scrive:
          Re: Non è illegale ?
          - Scritto da: Sgabbio
          - Scritto da: ThEnOra


          Si vede in India non lo è... anche se ho i miei

          dubbi... forse è un reato perseguito su

          esposto/querela, dunque non d'ufficio, e

          probabilmente fanno leva sul fatto che gli admin

          di questi siti non farebbero mai una

          denuncia...

          Probabile, però se qualcuno si fa un pelino
          furbo, potrebbe denunciarli per minacce,oppure per blasfemia? Più incisivo, no?
          anche
          perchè nel resto del globo (dove stanno appunto i
          siti che "tanto amano") fare operazioni del
          genere è più grave che fare i pirata (almeno per
          ora...), per non parlare che la giustizia fai da
          te è una pratica condannata in buona parte del
          mondo.Non credo che chi fa l'attacco DDos si trovi nello stesso paese, e lo stesso vale per il sito che offre il contenuto illegittimamente.Poi il discorso del "più grave", permettimi, non regge. Semmai non è nello spirito "democratico" di una società industrializzata, e moralmente accettabile, ma lo stesso vale per la pirateria in se... dunque equilibriamo e mettiamolo sullo stesso piano.Poi giustizia privata... concetto, in questo ambito, troppo semplicistico. Io la potrei chiamare prevenzione.
Chiudi i commenti