Silverlight 2 atterra su Linux

Grazie a Moonlight 2 anche gli utenti di Linux e Unix BSD possono usufruire dei contenuti web basati su Silverlight 2 e di una parte di quelli che richiedono Silverlight 3. Aggiornamenti anche per Mono e MonoDevelop

Roma – Dopo 10 mesi di sviluppo il team di Moonlight ha rilasciato la seconda versione della sua nota implementazione open source di Silverlight. Se Moonlight 1.0 ha portato sulla piattaforma Unix/Linux le funzionalità di Silverlight 1.0, la seconda versione implementa le novità di Silverlight 2 e parte delle funzioni del più recente Silverlight 3, rilasciato per Windows lo scorso luglio.

Moonlight 2 implementa il modello di sicurezza CoreCLR , che ha per cuore una sandbox in grado di limitare l’accesso del codice alle risorse di sistema in base a tre livelli di sicurezza: transparent (il più restrittivo), safe-critical (restrizioni moderate) e critical (nessuna restrizione).

Gli sviluppatori di Moonlight sostengono che è possibile creare applicazioni Silverlight sulle piattaforme Linux/Unix utilizzando il Silverlight Unix SDK: per fare ciò è necessario Mono, celebre implementazione open source del MS.NET Framework. Moonlight utilizza inoltre i controlli Silverlight che Microsoft ha rilasciato sotto licenza open source, e sui quali si è impegnata a non rivendicare le proprietà intellettuali.

Da Silverlight 3 la nuova versione di Moonlight prende diverse, nuove funzioni per l’animazione grafica, il supporto parziale alle applicazioni che girano fuori dal browser e la Pluggable Pipeline, che permette agli sviluppatori di “agganciare” le proprie applicazioni in qualunque punto della pipeline di decodifica (Data fetching, Demuxing e Codecs).

“Ci stiamo muovendo velocemente verso il completamento del supporto a Silverlight 3”, scrive Miguel de Icaza, a capo dei progetti Mono e Moonlight, sul suo blog. “Oltre a fornirci gli strumenti necessari per testare Moonlight, Microsoft ci sta anche aiutando nel rendere Moonlight perfettamente compatibile con le applicazioni Silverlight”.

De Icaza sostiene che Moonlight 2 permette agli utenti di Linux e BSD di usufruire dei contenuti multimediali presenti sul sito ufficiale delle Olimpiadi Invernali di Vancouver e del servizio Photosynth di Microsoft.

Moonlight 2 consiste in 142mila linee di codice C/C++ e di 320mila linee di codice C#. Questo plug-in si basa sul runtime Mono, la cui versione 2.6 – quella integrata in Moonlight 2 – è stata rilasciata proprio nei giorni scorsi insieme all’ambiente di sviluppo MonoDevelop 2 ( qui le note di rilascio di entrambi i software).

De Icaza ha poi annunciato di aver esteso il proprio accordo di collaborazione con Microsoft per l’implementazione in chiave open source di Silverlight 3 e 4 , e di aver firmato un patent covenant aggiornato che protegge tutti coloro che distribuiscono Moonlight, dunque anche i distributori di Linux, da rivendicazioni relative alla proprietà intellettuale. Maggiori dettagli si possono trovare sul blog di De Icaza.

Moonlight può essere scaricato da qui per il browser Firefox.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • CHKDSK scrive:
    Il VERO problema
    Il vero problema non sono i computer o peggio i singoli sistemi operativi MA gli UTONTI che li usano! E' trollare dicendo che windows è la causa perché è impreciso. La causa sono gli UTONTI che usano windows. Utenti avanzati o sanno proteggersi il computer con windows adeguatamente (come me col mio notebook) o usano Linux come filosofia di vita! (come nel mio desktop casalingo).
    • pabloski scrive:
      Re: Il VERO problema
      beh però bisogna anche dire che la causa dell'esistenza degli utonti è microsoft che ha come missione quella di far usare un computer anche ai babbuiniallo stato attuale delle cose, bisogna ammettere che il computer non è utilizzabile da gente che non vuole accendere i neuroni
    • . . scrive:
      Re: Il VERO problema
      - Scritto da: CHKDSK
      La causa sono gli UTONTI che usano windows.Sbagliato: la colpa e' di Windows utilizzato dali utoonti.La combinazione Linux-utonto infatti non comporta gli stessi esiti nefasti.
      • Gurzo2007 scrive:
        Re: Il VERO problema
        hai tralasciato utonti mac os( http://www.networkworld.com/news/2009/041709-first-mac-os-x-botnet.html )...quindi all'atto pratico si salva solo linux forse...vi fate troppe pippe mentali :asd:
        • . . scrive:
          Re: Il VERO problema
          - Scritto da: Gurzo2007
          hai tralasciato utonti mac os(
          http://www.networkworld.com/news/2009/041709-first

          vi fate troppe pippe mentali :asd:Forse, ma i problemi sono veri! Hai letto le cifre degli spam spediti attraverso queste botnet?
        • pabloski scrive:
          Re: Il VERO problema
          il vantaggio di linux è l'imporre una soglia per l'ingresso al sistema operativoin sostanza se sei utonto stanne alla larga, altrimenti cambia modus operandi e il sistema ti accoglierà a braccia aperteil famoso sudo che tanto fa sudare dovella, i pacchetti volutamente incastonati in repository centralizzati, sono tutti meccanismi di protezione che il sistema offre e non tanto per proteggersi dal mondo esterno ma dall'utonto che c'è davanti al monitor ( ammesso che ce ne siano su linux )però questa non è la panacea, almeno finchè i repository non saranno controllati in maniera capillare....un esempio? recentemente nei repository debian c'è finito un malware camuffato da tema per gnomeil vantaggio qual'è stato? il malware è stato scoperto in poche ore ed eliminatoperò un repository non dovrebbe essere tanto aperto da consentire al malware di penetrarlo e su questo punto bisogna ancora lavorare
          • boh. scrive:
            Re: Il VERO problema
            - Scritto da: pabloski
            il vantaggio di linux è l'imporre una soglia per
            l'ingresso al sistema
            operativo

            in sostanza se sei utonto stanne alla larga,
            altrimenti cambia modus operandi e il sistema ti
            accoglierà a braccia
            aperte

            il famoso sudo che tanto fa sudare dovella, i
            pacchetti volutamente incastonati in repository
            centralizzati, sono tutti meccanismi di
            protezione che il sistema offre e non tanto per
            proteggersi dal mondo esterno ma dall'utonto che
            c'è davanti al monitor ( ammesso che ce ne siano
            su linux
            )

            però questa non è la panacea, almeno finchè i
            repository non saranno controllati in maniera
            capillare....

            un esempio? recentemente nei repository debian
            c'è finito un malware camuffato da tema per
            gnome

            il vantaggio qual'è stato? il malware è stato
            scoperto in poche ore ed
            eliminato

            però un repository non dovrebbe essere tanto
            aperto da consentire al malware di penetrarlo e
            su questo punto bisogna ancora
            lavorarenon era gnome-look.org? quello non è un repository
          • boffoso scrive:
            Re: Il VERO problema
            - Scritto da: pabloski
            un esempio? recentemente nei repository debian
            c'è finito un malware camuffato da tema per
            gnomeNo i repository non centrano nulla, il malware era stato introdotto su gnome-look facendolo passare come screensaver: http://linux.slashdot.org/story/09/12/09/2215253/Malware-Found-Hidden-In-Screensaver-On-Gnome-LookVa da se che se uno è così fesso da installare un tema di terze parti come root allora lo schifezzaware se lo merita a prescindere :D
          • mimmo scrive:
            Re: Il VERO problema
            quando prendi un virus si windows è colpa di windows, quando lo prendi su linux è colpa dell'utente e non di linux.Bello questo no? :)
          • boffoso scrive:
            Re: Il VERO problema
            ti rendi conto che la differenza fra questo e un win-virus e la stessa che passa fra il virus albanese e Mydoom, vero? Questo è un Trojan, ha bisogno di un utonto per poter funzionare ;)
          • mimmo scrive:
            Re: Il VERO problema
            Un programma/script che gira come root può fare gli stessi danni di un virus su macchina windows. Rispondo anche alla seconda frase:Eh come vedi caro mio utente linux, se uno è utonto il virus se lo becca lo stesso.Quindi non esiste un sistema operativo a prova di utonto. Questo per dire che quando consigli a qualcuno linux al posto di windows, almeno non dirleche è più sicuro... :)ps: Dalla tua prima frase contenente la battutaccia sugli Albanesi e mydoom si può dire che sei leggermente razzista ma spero di sbagliarmi a meno che tu non sia fiero di essere tale.
          • boffoso scrive:
            Re: Il VERO problema
            - Scritto da: mimmo
            ps: Dalla tua prima frase contenente la
            battutaccia sugli Albanesi e mydoom si può dire
            che sei leggermente razzista ma spero di
            sbagliarmi a meno che tu non sia fiero di essere
            tale.LOL (rotfl) , la prossima volta scrivitelo direttamente sulla fronte "troll" ;)see ya later
          • mimmo scrive:
            Re: Il VERO problema
            Non c'è niente da ridere. la battuta era fuori luogoPrima di dare del troll bisogna essere sicuro di non esserlo.cmq, buon di'
          • Fiamel scrive:
            Re: Il VERO problema
            Davvero non conosci la storia del Virus Albanese? Una delle piú belle email non Politically Correct mai mandate in giro? Si é diffusa molto piú di un virus vero e fra gente ben navigata, mica fra utonti!- Scritto da: mimmo
            Un programma/script che gira come root può fare
            gli stessi danni di un virus su macchina windows.


            Rispondo anche alla seconda frase:
            Eh come vedi caro mio utente linux, se uno è
            utonto il virus se lo becca lo
            stesso.
            Quindi non esiste un sistema operativo a prova di
            utonto. Questo per dire che quando consigli a
            qualcuno linux al posto di windows, almeno non
            dirle
            che è più sicuro... :)

            ps: Dalla tua prima frase contenente la
            battutaccia sugli Albanesi e mydoom si può dire
            che sei leggermente razzista ma spero di
            sbagliarmi a meno che tu non sia fiero di essere
            tale.
          • laico scrive:
            Re: Il VERO problema
            - Scritto da: mimmo
            Un programma/script che gira come root può fare
            gli stessi danni di un virus su macchina windows.


            Rispondo anche alla seconda frase:
            Eh come vedi caro mio utente linux, se uno è
            utonto il virus se lo becca lo
            stesso.
            Quindi non esiste un sistema operativo a prova di
            utonto. Questo per dire che quando consigli a
            qualcuno linux al posto di windows, almeno non
            dirle
            che è più sicuro... :)

            ps: Dalla tua prima frase contenente la
            battutaccia sugli Albanesi e mydoom si può dire
            che sei leggermente razzista ma spero di
            sbagliarmi a meno che tu non sia fiero di essere
            tale.Quest'anno in prima superiore vero?
  • ullala scrive:
    grazie microsoft
    come da topic
  • ruppolo scrive:
    PC zombizzati?
    Correggiamo le sviste di Punto Informatico: PC con Windows zombizzati.PC che creano un danno alla collettività. Windows crea un danno alla collettività. Windows non va utilizzato. Punto.Ciò che mi meraviglia non sono certo i milioni di utonti che usano Windows, loro sono utonti, non possono sapere. Ma chi sta qui, su Punto Informatico, NON HA SCUSE.
    • attonito scrive:
      Re: PC zombizzati?
      - Scritto da: ruppolo
      Correggiamo le sviste di Punto Informatico: PC
      con Windows
      zombizzati.

      PC che creano un danno alla collettività. Windows
      crea un danno alla collettività. Windows non va
      utilizzato. Punto.
      Ciò che mi meraviglia non sono certo i milioni di
      utonti che usano Windows, loro sono utonti, non
      possono sapere. Ma chi sta qui, su Punto
      Informatico, NON HA SCUSE.Se il cane morde la mano al padrone, il cane si ritrova un pedatone nel portacoda finendo sperso sull'autostrada. Fine.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: PC zombizzati?
      Ehm, quindi chi gioca su PC crea un danno alla collettività? No perché il "problema" è sempre quello, piaccia o non piaccia. Soprattutto per chi come il sottoscritto si diletta in cosine tipo far girare giochi Windows di 10 anni fa su sistemi operativi un tantino più moderni Linux e Mac OS sono improponibili. E perfavorenemmenocominciateaparlarmidivirtualizzazionechemiinXXXXX :-P-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 dicembre 2009 12.31-----------------------------------------------------------
      • attonito scrive:
        Re: PC zombizzati?
        Modificato dall' autore il 19 dicembre 2009 12.31
        --------------------------------------------------
      • ruppolo scrive:
        Re: PC zombizzati?
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        Ehm, quindi chi gioca su PC crea un danno alla
        collettività?Direi che il danno si fa a prescindere dall'uso. Il fatto stesso di usare Windows porta a botnet, a spam, a malware, e quindi a danni economici.
        No perché il "problema" è sempre
        quello, piaccia o non piaccia.Non ti ho capito.
        Soprattutto per
        chi come il sottoscritto si diletta in cosine
        tipo far girare giochi Windows di 10 anni fa su
        sistemi operativi un tantino più moderni Linux e
        Mac OS sono improponibili. E
        perfavoreSenza farne una questione personale, trovi giusto che per diletto si causino danni alla collettività? Perché se la risposta è positiva, allora giustifichiamo gli ubriachi, drogati, quelli che fanno le gare con le macchine per le strade, eccetera.Ma anche se di diletto non si tratta, ma di lavoro, comunque non si giustifica. Anche chi produce coloranti e conservanti cancerogeni la fa per il nobile lavoro... ma sulla pelle altrui.
        nemmenocominciateaparlarmidivirtualizzazionechemiinemmenocominciateaparlarmichesemacavesseladiffusionediwindowsalloraancheluii
      • pabloski scrive:
        Re: PC zombizzati?
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        tipo far girare giochi Windows di 10 anni fa suvabbè su, i giochi di 10 anni fa con wine riesci a farli girareil problema sono invece i software recenti che sfruttano le ultimissime trovate di vista/7
    • Pseudonimo scrive:
      Re: PC zombizzati?
      - Scritto da: ruppolo
      PC che creano un danno alla collettività. Windows
      crea un danno alla collettività. Windows non va
      utilizzato.
      Punto.Invece secondo me spam e botnet prospereranno sempre, anche senza windows:questa storia durerà finché non morirà l'ultimo utonto-decelebrato che clicca sui messaggi non richiesti.
      • ruppolo scrive:
        Re: PC zombizzati?
        - Scritto da: Pseudonimo
        - Scritto da: ruppolo

        PC che creano un danno alla collettività.
        Windows

        crea un danno alla collettività. Windows non va

        utilizzato.

        Punto.

        Invece secondo me spam e botnet prospereranno
        sempre, anche senza
        windows:
        questa storia durerà finché non morirà l'ultimo
        utonto-decelebrato che clicca sui messaggi non
        richiesti.Mi spiace per te, ma non è sufficiente. L'utonto è solo uno degli ingredienti per trasformare un computer in uno zombie. Serve anche un sistema operativo concepito da utonti, per utonti.
    • mimmo scrive:
      Re: PC zombizzati?
      Lo spam viene inviato sia da macchine linux che windows verso macchine windows e linux.Basta scrivere cagate :)
      • krane scrive:
        Re: PC zombizzati?
        - Scritto da: mimmo
        Lo spam viene inviato sia da macchine linux che
        windows verso macchine windows e
        linux.
        Basta scrivere cagate :)Le statistiche le troviamo dove ?
  • Elen scrive:
    spam
    Salve,Il mio nome e` Elen, ho 33 anni e vivo in provincia di Russia (MI). Io lavoro in una libreria e posso usare computer dopo il mio lavoro, quando possibile. Lo so, scrivo come alle elementari e ho ripetuto due volte lavoro. Daltronde mi pagano per vendere libri, mica leggerli. Ho trovato il vostro indirizzo come fanno tutti, su internet. Eggià, non dovevate iscrivervi a Facebook. Ma ormai è tardi, baccalà.Ho una figlia che da 8 anni crede di essere suo padre, viviamo insieme con mia madre, e come se non bastasse tutta sta sfiga cè uno alla porta che da giorni continua a bussare. Ruggeri, mi pare.Come risultato di una profonda crisi finanziaria che mia madre improvvisamente perso il lavoro e la nostra situazione diventata molto difficile. Mancano le e accentate in quanto il gatto ha scambiato il tasto per un croccantino.Prezzo del gas e dell'elettricità` sono molto costosi nella nostra città e non possiamo usarlo per riscaldare la nostra casa più. Motivo per cui due settimane fa abbiamo cambiato casa, sterminando i precedenti inquilini.Il clima e` molto freddo qui già (meno 18 gradi Celsius), e la radio dice che la temperatura nella nostra regione saranno fino a meno 30 gradi Celsius, alla fine di questa settimana. Già, stiamo pensando la stessa cosa: nemmeno alla radio sanno parlare. Poi si lamentano se viene su una generazione di capre. Siamo molto paura e non sappiamo cosa fare. Visto? Visto?? E io nemmeno la volevo comprare!L'unico modo possibile per noi per riscaldare la casa e` riempire di legnate quello che lavora al forno, e cercare di dargli fuoco. Tranquilli, abbiamo abbastanza fornai nella nostra provincia per tenere calda la casa tutto l'inverno.Ho deciso di fare appello a voi con una preghiera nel mio cuore per un piccolo aiuto. Se avete qualche vecchio in combustione parziale, con o senza parti in legno, che non usate più, saremo molto grati se poteste donarlo a noi. Potete organizzare il trasporto di questo nonno in comode bare spedendolo al nostro indirizzo. A 175 km da Mosca però fatelo scendere e proseguire a piedi. Prego evitare i vecchi in ghisa dal peso superiore ai 100 kg.Per favore fatemi sapere se potete aiutare e scriverò il nostro indirizzo di casa. E anche ti amo sulla neve.Da tutto il mio cuore vi auguro un Buon Natale. Mi auguro che il Nuovo Anno 2010 vi porti Hapiness e tutti i tuoi sogni! Che non so mica cosa voglia dire, ma non importa. Tanto nel 2012 sarete tutti morti.Elen e la mia famiglia.P.S. Ho tradotto questa lettera con il traduttore della Clementoni. Spero che dora in poi mi possiate leggere nel pensiero, perché questo si è rotto e mi è rimasto solo quello che fa i versi degli animali. Grazie.http://berlusconi.dyndns.tv
    • krane scrive:
      Re: spam
      - Scritto da: Elen
      Salve,
      Il mio nome e` Elen, ho 33 anni e vivo in
      provincia di Russia (MI).Ecco gia' che sei li' raccontaci dell'ufo sul cremlino : http://www.corriere.it/esteri/09_dicembre_18/ufo-piramide-mosca-cremlino_f3b98cf8-ebb0-11de-b41e-00144f02aabc.shtml
Chiudi i commenti