Siti trasformati in cavalli di Troia

Con un attacco ben congegnato un anonimo gruppo di cracker ha trasformato diversi siti Web, anche molto trafficati, in mezzi attraverso cui diffondere codici malevoli. L'epidemia è stata contenuta ma gli esperti temono nuovi attacchi


Roma – Ha catalizzato l’attenzione degli esperti internazionali di sicurezza l’attacco che, lo scorso venerdì, ha fatto leva su di una vulnerabilità presente in alcuni siti Web per diffondere alcuni codici malevoli sui PC degli utenti.

L’attacco, a cui Microsoft ha dedicato un comunicato e un bollettino di sicurezza , viene imputato ad un gruppo di cracker russi che, sfruttando una vulnerabilità di Internet Information Services (IIS) 5 corretta da Microsoft lo scorso aprile (si veda bollettino MS04-011 )), avrebbe compromesso la sicurezza di centinaia, forse migliaia di siti Web: tra questi, secondo quanto riportato da Symantec , vi sarebbero un sito d’aste on-line, un motore di ricerca, un sito per la comparazione dei prezzi e alcune banche.

I server compromessi, su cui Symantec ha verificato la presenza di un cavallo di Troia chiamato Scob , inviano ai PC dei visitatori del codice JavaScript malevolo allegato a immagini, documenti o altri file scaricabili: tale codice è in grado, sfruttando due falle di Windows, di ridirigere gli utenti verso un sito Web russo e scaricare in automatico una serie di programmi malevoli tra cui un keylogger, capace di registrare tutti i tasti battuti dall’utente.

Con questo attacco, chiamato da Microsoft Download.Ject, gli ignoti cracker potevano prendere il pieno controllo dei PC compromessi, utilizzarli come teste di ponte per lanciare attacchi di varia natura o spam, e sottrarre agli utenti dati sensibili come password e numeri di carte di credito. Il SANS Institute , che ha fatto notare come l’indirizzo IP del server russo appartenga a quello di un noto gruppo di spammer, ha ipotizzato che l’obiettivo dell’aggressione fosse proprio quella di creare un network di PC zombie per la distribuzione di massicce quantità di spam.

La portata dell’attacco è stata limitata dalla chiusura, a poche ore dalla segnalazione delle prime infezioni, del sito russo e di alcuni indirizzi nordamericani. Nonostante questo, alcuni esperti stimano che gli utenti infettati dal codice malevolo possano essere diverse migliaia: all’espansione del contagio avrebbe contribuito, secondo il CERT , il fatto che fra i siti manomessi – di cui non sono state diffuse le identità – ve ne sarebbero alcuni molto noti e trafficati.

Come si è detto, l’attacco sfrutta due vulnerabilità di Windows: la prima, che riguarda Outlook Express, è stata corretta dal big di Redmond con il rilascio del bollettino MS04-013 ; la seconda, scoperta la scorsa settimana, interessa invece Internet Explorer e, al momento, è ancora senza patch. Quest’ultima falla, di tipo cross zone scripting, può consentire ad un aggressore di aggirare le restrizioni di sicurezza del browser di Microsoft per riversare sul computer della vittima programmi malevoli.

Sono esenti da questi problemi gli utenti che utilizzano un browser differente da IE o abbiano installato la Release Candidate 2 del Service Pack 2 per Windows XP.

Se per fermare l’attacco lato server è sufficiente installare la patch per IIS 5, Microsoft ha spiegato che lato client è necessario affiancare alle ultime patch critiche un firewall personale e un antivirus aggiornato. Il CERT suggerisce anche di disabilitare l’esecuzione degli script, anche se ciò potrebbe inficiare l’apparenza o la funzionalità di alcuni siti.

Il modo più semplice per sapere se un PC è stato infettato è cercare la presenza dei file Kk32.dll e/o Surf.dat : se presenti, Microsoft suggerisce di eliminare il codice malevolo servendosi di un antivirus aggiornato.

Sebbene i danni causati dall’attacco Download.Ject non siano neppure confrontabili con quelli seguiti alle epidemie di worm come Sasser e Blaster, gli esperti temono che questo tipo di minacce possa costituire in breve tempo un pericolo molto serio: ai cracker basterebbe infatti attaccare con successo uno fra i primi cento siti più visitati al mondo per infettare in breve tempo migliaia di PC e utilizzarli, ad esempio, per spedire tonnellate di e-mail pubblicitarie.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Prendono per i fondelli !
    ... Spero di
    aver fugato la puzza.

    Saluti Si, complimenti.Saluti
  • XavierX scrive:
    Re: W il php
    Hai centrato il punto: tu azienda o professionista qualificato devi dare qualcosa di piu' dello smanettone e devi far apprezzare al cliente il tuo plus se vuoi pretendere di piu'.Purtroppo non sempre e' cosi' e non è così facile.
  • XavierX scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!
    Il cliente medio preferisce un sistema che gli permette di semplificare il suo lavoro, di automatizzare i compiti più pallosi e ripetitivi, di risparmiare un po' di tempo e fatica.Il "mio" cliente medio è dipendente di una PMI, artigiano o piccola industria, con le sue abitudini dure a morire (se non imposto dall'alto).Che il software sia scalabile, programmato con i tutti i migliori principi dei linguaggu orientati agli oggetti ecc. non gli interessa, serve solo a me per soddisfazione personale e per meglio lavorare in team con i miei colleghi.
  • pomy scrive:
    Re: Prendono per i fondelli !

    Un neoassunto che il Lunedì 28/06/04
    alle ore 11:48 risponde ad un forum...mette
    in rilievo che gli hanno fatto un contratto
    a progetto di 6 mesi e che tutti, ma proprio
    tutti i suoi "ex compagni" (non ex colleghi)
    hanno trovato lavoro...
    se si cerca di saperne di più, si
    defila e non risponde...
    LA COSA PUZZA.Veramente ieri ero a casa perche' a Roma visto che il 29 (oggi) e' festa ho fatto ponte. Ho sempre usato la parola compagno di Studi, per me il collega e' a livello lavorativo. Non mi sono riguardato il forum fino a stamane ecco tutto.Le aziende sono tutte del settore informatico, nella zona di Roma e Terni (Umbria). Io personalmente lavoro alla reply (www.reply.it), altri miei ex-compagni sono alla Alenia Spazio, alla Marconi, alla Datamat, all Dnsee, alla Sistematica (TR), alla Euromedia(TR).....non me le ricordo tutte cmq piu' o meno sono queste. Spero di aver fugato la puzza.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non eravami i migliori ?
    - Scritto da: Alessandrox
    Personalmente credo che la responsabilita'
    di questa situazione sia da imputare agli
    insegnanti e a tutta la "filiera" dell'
    insegnamento, obsoleta e incapace di
    trasmettere conoscenze.La responsabilità va parimenti alle famiglie, mediamente incapaci di trasmettere curiosità ed amore per la conoscenza, stimoli alla lettura e capacità di stare nei ranghi (= minima educazione e rispetto per le Istituzioni ed i docenti, non si pretendono allievi ufficiali e cadetti).In ogni caso esiste sempre uno 0.5-1% di studenti capaci e meritevoli, dotati d'iniziativa, per i quali la scuola è "inutile" in un senso preciso (anzi, spesso rappresenta un freno, costringendoli a marciare al passo lento degli "ultimi"). In soldoni e con buona approssimazione, in quel numero si celano coloro che termineranno i loro studi in un Collegio d'eccellenza (es. la Scuola Normale ed il S. Anna a Pisa, ma ce ne sono altri, per tradizione ed in via di riconoscimento: la Sapienza, Pavia, Trento...) e faranno parte di quelle 25.000, forse 30.000 persone che in Italia formano lo zoccolo duro di individui genuinamente colti, senza i quali attività culturali e commerciali di prestigio, qualitativamente eccellenti (musica classica e jazz, prosa teatrale, rassegne librarie e decine di attività commerciali d'elite...) non avrebbero la minima speranza di sopravvivere. Senza i quali, soprattutto, nessuna società potrebbe dirsi civile.Il problema sta nel tirare fuori dal pantano quel restante 19%, Pareto docet, di "dotati ma svogliati", o demotivati, che si perdono per strada a causa delle magagne familiari ed istituzionali sopra richiamate, ciò che non avviene ad esempio con i canoni di istruzione nordeuropei, di chiara matrice calvinista ed orientati alla formazione per target. Del valore di questa dispersione nella scuola italiana, al di là di tutte le possibili cifre e cifrette con le quali si tenta di fotografare una situazione sfuggente, si è avuta conferma lampante negli anni '80, con l'emergenza delle nuove tecnologie informatiche che richiedevano figure flessibili, orientate all'applicazione ma con mentalità scientifica e forte background logico-matematico, creando di fatto una massiccia domanda in un mercato inizialmente di nicchia, e quindi tendenzialmente più facile da analizzare. Le statistiche degli osservatori privilegiati ci rivelano che tra la fine degli '80 e l'inizio dei '90, prima dell'avvento dell'informatica di massa, dell'hardware a bassissimo costo e dei linguaggi e paradigmi più vicini al dominio del problema, la stragrande maggioranza dei ruoli richiesti nel mondo IT commerciale era coperta da individui con trascorsi di studi universitari scientifici non terminati (mediamente interrotti dopo il biennio) o da laureati in matematica, fisica, ingegneria (specialmente elettronica) ed altre discipline non connesse direttamente all'informatica. Tra parentesi, oggi queste figure sono spesso approdate alla dirigenza ed al project management, per il naturale ricambio generazionale, facendo tesoro della eccezionale esperienza pionieristica acquisita sul campo.Queste considerazioni rivelano una carenza non solo epocale (corsi di laurea e relativi laureati in SdI/Informatica, filiati direttamente dal quadriennio di Scienze Matematiche, esistono sulla carta fino dal 1969), ma soprattutto una carenza strutturale e di sistema.
  • Anonimo scrive:
    Re: Prendono per i fondelli !
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: pomy

    Guarda non e' cosi'. Io mi sono
    laureato a

    luglio dell'anno scorso in Ing.
    Informatica

    alla Sapienza con un buon voto. Mi hanno

    cercato diverse societa' anche
    abbastanza

    importanti, alla fine ho persino potuto

    scegliere quella che mi sembrava
    migliore.

    Mi hanno fatto un contratto a progetto
    per 6

    mesi e adesso sono stato assunto a tempo

    indeterminato. Tutti i miei ex compagni
    di

    universita' hanno trovato lavoro. Se il

    settore fosse cosi' in crisi come
    dicono non

    sarebbe cosi', non credi? Poi anche
    andando

    dai clienti non ho mai riscontrato
    quello

    che dici tu, sono stato sempre trattato
    con

    rispetto e nessuno ha mai sminuito
    quello

    che facevo.

    In quali settori avete trovato lavoro tu e i
    tuoi ex compagni? In aziende informatiche o
    come amministratori in altre tipologie di
    aziende?Un neoassunto che il Lunedì 28/06/04 alle ore 11:48 risponde ad un forum...mette in rilievo che gli hanno fatto un contratto a progetto di 6 mesi e che tutti, ma proprio tutti i suoi "ex compagni" (non ex colleghi) hanno trovato lavoro...se si cerca di saperne di più, si defila e non risponde...LA COSA PUZZA.
  • Anonimo scrive:
    Re: Certo che siamo indietro...
    concordo con te.è vergognoso che aziende che vogliano investire in innovazione tecnologica siano bloccate dal farlo perchè nella zona non c'è l'adsl e per avere una alice da 250 k debbano spendere cifre folli per satellite bidirezionale o hdsl a consumo da 100 lire al mega trasferito.noi realiziamo siti web e siamo costretti a lavorare con un modem 56000 che da una settimna va a 38000 cosi' ci fanno spendere piu soldi per la connessione.senza linee le aziende non possono realizzare sistemi software basati sul web ...basta ndare in romania per avere l'adsl a prezzi bassi senza dover arrivare ad andare in cina come fanno molte aziende che si sono stufate di aspettare che il sistema italia si mordenizzi.
  • Gianluca70 scrive:
    Re: Dispiaciuto ma non stupito...
    - Scritto da: ldsandon
    TC Sistema è un esempio perché
    rappresenta uno dei "tonfi" più
    grossi degli ultimi mesiGrosso tonfo?Fai conto che l'ho saputo oggi da te...Poi cercando con Google ne sono venute fuori delle belle...
    e perché
    Bramati ha le stesse "orgini" di Stanca.???Massimo Bramati ex-IBM???Ed ora e' anche rientrato alla base???Allora e' vero che piu' sono grosse e piu' i danni possono essere ridistribuiti... TC era piu' piccola e non ha retto alle sua capacita' manageriali...!!!
    Che poi lui non sia stata l'unica causa
    è anche ovvio,Hai ragione, io direi anche di piu': ricordo ancora il kick-off del dicembre '98, quando Cioffi invito' un economista suo conoscente, il quale andava preannunciando i successivi anni di recessione e difficolta' (citava le avvisaglie in Sud America, c'ha pure azzeccato...), in cui solo le grandi aziende avrebbero retto al flop della bolla speculativa.Cioffi sorrideva sornione, ora mi chiedo per quale motivo:IPOTESI:1. [ingenua] non credeva alle parole dell'economista2. [supponente] pensava di avere una grande azienda3. [subdola, la peggiore delle tre] pensava che lui personalmente ne sarebbe uscito fuori comunque...[cut]
    Tutti gli altri in una economia stagnante
    hanno tirato i remi in barca, condannando
    chi stupidamente Stupidamente?Ma no, cosa dici, son tutti manager prodotti dalle nostre ultramasterizzanti universita', vuoi che non sapessero dei possibili problemi futuri??? :)Erano rischi calcolati.... MALE!Sto esagerando?Ovviamente no, vi do' anche il link alle lezioni universitarie... ;-)http://www.tcgruppo.com/news/lezioni.htmChissa' cosa ne verra' fuori da questi "menegers"... :|
    ha basato il futuro delle
    aziende su una crescita continua. Ma l'IT
    ripartirà veramente se e solo se le
    aziende, da quelle grandi a quelle piccole
    torneranno a investire, e non certo grazie
    al "grande fratello" sul cellulare o qualche
    ADSL in più del ragazzino a caccia di
    MP3.Si', se gli investimenti riguarderanno soprattutto la preparazione del personale, a tutti i livelli, dal tecnico al manageriale, altrimenti non sara' cambiato nulla, si vivra' sul momento e al prossimo tonfo (il ciclo e' decennale, ormai...) ritorneremo a contare, dalle sponde del nostro fiume, le salme dei "nemici" che passano...Purtroppo la gran parte saranno "peones"... :-(==================================Modificato dall'autore il 28/06/2004 18.43.10
  • Anonimo scrive:
    Re: Ringraziamo anche Urbani...
    - Scritto da: Anonimo
    Ovvio che la legge del suddetto mINISTRO non
    ha certo contribuito all'aumento dell'ICT
    italiano.hahahahahahahala grossa fetta dell'ict sarebbe quindi vendere l'adslper permettere alla gente di scroccare musica & film?
  • Anonimo scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!
    - Scritto da: Anonimo
    nessuno infatti ha da ridire sul ragazzino
    col php , o chi programma in basic o logo ,
    il problema e' chi compra pensando di avere
    la stessa qualita' a prezzo ridottissimochi compra un programma php sa che spenderà menoe questo gli basta.aggiungi poi questa equazione:sito portale web dinamico range prezzo 40 EU 10.000 EU ritorno d'investimento 0 EUscelta java php ? ovvio phpesempio 2:sito portale web dinamico ben studiato con un ritorno d'investimento certo, mercato di riferimento europa usa "italia" eventuale partnership con grossi gruppicosto 250.000 EU 500.000 EU ritorno d'investimento ?si speralinguaggio di programmazione ? java off course
    mysql e' un database open source decente e
    veloce ma IMHO crasha che e' una bellezza e
    non e' completo per la maggiorparte dei siti web,mysql secondo meè il top del top facile da configurare lo trovi dappertutto(non come java tomcat che per configurarlo devi bestemmiare fra i vari file xml )e sopratutto free queltanto che basta.
    eh? se ce la fai in 2 ancora meglio ma qui
    si parla di design non di linee di codice posso eseguire un design perfetto anche in php non è php che è sbagliato ma il programmatoreche lo usa.
    php non e' un linguaggio, e' solo un
    "linguaggio di scripting" , dire che e' ad
    oggetti e' un'eresia.. anche se supporta un
    po' le classi , inoltre e' molto molto lento
    in confronto ad altri linguaggi a
    bytecode... php è un bel linguaggio se tu non lo digerisci non posso farci nulla.in java non sono mai dico mai riuscito ad andare oltreun' hello world in jsp a sto punto se devo sceglierevado con aspnet che mi pare piu lineare.
    www.caucho.com/articles/benchmark.xtp
    se poi mi dici che e' facile da usare ti do
    ragione , ricorda molto il buon vecchio
    basic
  • Anonimo scrive:
    Re: W il php
    - Scritto da: Anonimo

    grazie al php i prezzi sono diventati

    ragionevoli

    ripeto nessuno ce l'ha con il php e i vari
    siti php-nuke, semplicemente si afferma che
    la qualita' del codice (se cosi' si puo'
    chiamare) e' molto bassa .. come dimostrano
    anche i post in bugtraq dove il 99.999%
    delle vulnerabilita' riguardavano php ed
    erano diventate talmente tante che aleph-one
    ha deciso di non pubblicare piu'
    vulnerabilita' su php-nuke, post-nuke e vai
    altri CMS per non intasare l'HD :D
    sembra una barzelletta ma e' vero
    Ma cosa c'entra php-nuke con il php? Tu il problema ce l'hai con php-nuke o con il php?Tu stai dicendo che il php è un linguaggio penoso perchè php-nuke è pieno di buchi??Ma cosa dici?E' come dire che il cuoio non non va bene per fare le scarpe perchè le scarpe della Pincopalla SpA sono fatte di cuoio e si rompono subito...
  • Anonimo scrive:
    Re: W il php

    grazie al php i prezzi sono diventati
    ragionevoliripeto nessuno ce l'ha con il php e i vari siti php-nuke, semplicemente si afferma che la qualita' del codice (se cosi' si puo' chiamare) e' molto bassa .. come dimostrano anche i post in bugtraq dove il 99.999% delle vulnerabilita' riguardavano php ed erano diventate talmente tante che aleph-one ha deciso di non pubblicare piu' vulnerabilita' su php-nuke, post-nuke e vai altri CMS per non intasare l'HD :Dsembra una barzelletta ma e' vero
    se tu con java e tutto il carrozzone j2ee non
    riesci a fatturare,forse la colpa è
    dei servizi
    che offri che non sono per nulla
    concorrenzialise il codice e' professionale, con analisi e tutto il resto e' ovvio che costi di piu' , qui si sta solo mettendo in guardia chi compra servizi php da 2 soldi pensando di risparmiare per poi ritrovarsi un prodotto spazzatura se vedi
    che j2ee in italia non viene considerato (a
    meno che non
    lavori per qualche banca)fai una ricerca su qualunque motore per trovare lavoro e inserisci j2ee, potresti rimanere sorpreso
    dopotutto siamo in europa figliuolo,non
    dovresti scandalizzarti a vendere servizi
    fuori dalla frontiera.
    quelli col php per quanto lavoro possono
    portarti viapurtroppo e' cosi' , php, visual basic .. ci sara' sempre spazio per lo smanettone, e' pero' positivo e ci spinge a miglioare costantemente la qualita' del prodotto
    ovviamente non basta la programmazione
    servono risorse
    fisiche di testa un buon progetto visione a
    lungo termine
    contatti, investimenti, fiuto e mille altre
    qualità.
    concordo
  • Anonimo scrive:
    Fate siti... accessibili :D
    Ormai la grafica studiata e "pesante" ha lasciato il posto all'accessibilita'.Vuol dire che se fate un sito semplice, noioso banale, scopiazzando l'html in toto da un sito "accessibile" ve lo potete far pagare bene.A qualsiasi obiezione rispondete che il sito e' "accessibile".:D :D :D :DE' la rivincita dei siti che si vedevano sui server che offrivano spazio gratuito. :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Fate siti... accessibili :D
      - Scritto da: Anonimo
      Ormai la grafica studiata e "pesante" ha
      lasciato il posto all'accessibilita'.Per fare i siti accessibili non si deve certo rinunciare alla grafica "studiata"...
      • Anonimo scrive:
        Re: Fate siti... accessibili :D
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ormai la grafica studiata e "pesante" ha

        lasciato il posto all'accessibilita'.

        Per fare i siti accessibili non si deve
        certo rinunciare alla grafica "studiata"...Certo ma la maggior parte dei siti "accessibili" e' perlomeno penosa, sebbene si possano fare cose molto carine e di effetto utilizzando i css nessuno si sogna di farlo perche' costa un sacco di ore di lavoro, meglio una fetecchia che si fa velocemente e si riesce a farsela pagare bene. :DPer il momento Internet e' andato a vanti, per la maggior parte, sfruttando l'ignoranza dei clienti e la poca professionalita' dei fornitori quando adirittura non si tratta del ragazzino che lavora in nero.Un vero mercato dell'ITC in Italia :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Dispiaciauto ma non stupito...
    - Scritto da: ldsandon
    TC Sistema è un esempio perché
    rappresenta uno dei "tonfi" più
    grossi degli ultimi mesi e perché
    Bramati ha le stesse "orgini" di Stanca.Tonfi piu' grossi?Eppure sembra che solo in pochi ne abbiano sentito il rumore:http://news.google.it/news?hl=it&edition=it&ie=ascii&q=tc+sistema&btnG=Cerca+nelle+news
    Che poi lui non sia stata l'unica causa
    è anche ovvio, ma la sua "dipartita"
    appena le cose si sono messe veramente male
    palesa come per certa gente difficilemente
    le cose possano andare male: la rete di
    "clientes" che hanno potuto tessere le
    protegge, e anche Stanca fa parte dello
    stesso gruppo - se i nodi verranno al
    pettine, tornerà a fare il presidente
    da qualche parte... che problema c'è?
    Le responsabilità saranno presto
    dimenticate, una mano lava l'altra.
    Viste dal basso, le cose sono un po'
    diverse. Non è certo la telefonia
    mobile o il decoder per il digitale
    terrestre a far crescere l'IT italiano.
    Può darsi che in termini di
    fatturato dei grossi gruppi qualcosa
    aumenti, anche perché agendo in
    regime di cartello continuano a scaricare i
    problemi e i costi sugli utenti (mai dato
    un'occhiata alle tariffe di roaming negli
    ultimi mesi? Sono a scaglioni di 1
    euro, nessun centesimo - e così
    per tutti. Alla faccia della concorrenza.)
    Tutti gli altri in una economia stagnante
    hanno tirato i remi in barca, condannando
    chi stupidamente ha basato il futuro delle
    aziende su una crescita continua. Ma l'IT
    ripartirà veramente se e solo se le
    aziende, da quelle grandi a quelle piccole
    torneranno a investire, e non certo grazie
    al "grande fratello" sul cellulare o qualche
    ADSL in più del ragazzino a caccia di
    MP3.
    Questo dipende però dal quadro
    generale dell'economia, e non certo dalle
    trovate di Stanca.
  • Anonimo scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!

    EH BASTA!!!! Ragazzini con il PHP ? Ma che
    vuol dire?? Se un ragazzino riesce a fare un
    programma in php, a farlo bene e venderlo
    ... bhe tutto oltrechè bene ...nessuno infatti ha da ridire sul ragazzino col php , o chi programma in basic o logo , il problema e' chi compra pensando di avere la stessa qualita' a prezzo ridottissimo
    Differenze tra il dao e il mysql ? ehm dao e' un design pattern (anche se m$ usa lo stesso acronimo per una api/accrocco) , sta per data access object , e' un metodo che serve per gestire in modo piu' oculato l'accesso al database , per esempio con il php tu recuperi le gif di un sito con 50 query sql tutte le volte che carichi una pagina e senza usare database pooling (cioe' apri una lentissima connessione al db tutte le volte) ... su 1000 sorgenti php che ho visto 1000 funzionano in questo modo.. ora usando tecniche moderne messe a disposizione dal piu' scalcinato application server o usando design pattern come dao e altri, puoi ridurre fino a 0 il carico del sistema anche in modo trasparente , no non e' magia.. e' programmazione. Io scelgo
    mysql: Gratuito, MultiPiattaforma,
    Performante e velocissimo.hai un po' le idee confuse come tutti quelli che usano il php, asp, basic , javascript mysql e' un database open source decente e veloce ma IMHO crasha che e' una bellezza e non e' completo (gli mancano cose importantissime come le transazioni e sta messo male anche a stored procedure, trigger e integrita' referenziale), postgreSQL e' anni luce avanti in confrontose pensi che ti prendo in giro su mysql prova a cambiate i privilegi alla directory /tmp (se usi linux prova con chmod 755) e dopo o 10 secondi vedrai che mysql andra' in crash e continuera' finche' la memoria del server non si esaurira' e si inchiodera' tutto :D
    Se dovreste creare una galleria d'immagini
    perchè scrivere 10.000 righe quando
    ne bastano appena 1000 o 100 ?eh? se ce la fai in 2 ancora meglio ma qui si parla di design non di linee di codice
    Ora abbattiamo questi costi installando una
    Mandrake con Openoffice in questi computer e
    installando Linux+Apache+PHP+Mysql sul
    server: mandrake??? con openoffice + apache .. che minestrone :D a che ti serve openoffice su un os server?
    La colpa non è di chi programma in un
    linguaggio rispettabilissimo come il PHP
    (linguaggio ad oggetti, multipiattaforma,
    robusto e aggiornato ... ed anche
    velocissimo) ma di chi invece ammazza il
    mercato facendo consulenze fasulle e di
    parte.php non e' un linguaggio, e' solo un "linguaggio di scripting" , dire che e' ad oggetti e' un'eresia.. anche se supporta un po' le classi , inoltre e' molto molto lento in confronto ad altri linguaggi a bytecode... http://www.caucho.com/articles/benchmark.xtp se poi mi dici che e' facile da usare ti do ragione , ricorda molto il buon vecchio basic
  • Mechano scrive:
    Dove stanno i sldi?
    Ma dico io:'NDO' STANNO LI SORDI DA INVESTIRE NELL'ICT?Quando arriva il dragasaccocce di redmond e l'hardware e' vittima di una obsolescenza programmata da paura?Quando ogni 2-3 anni devi aggiornare Winzozz+Offiz quanto ti resta in saccoccia da investire in gestionali e programmini fatti dall'azienda locale?--Ciao. Mr. Mechano
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove stanno i sldi?
      Se il tuo problema è aggiornare win e office ogni due tre anni è evidente che al mercato non interessi, non hai una lira ops euro.
      • Mechano scrive:
        Re: Dove stanno i sldi?
        - Scritto da: Anonimo
        Se il tuo problema è aggiornare win
        e office ogni due tre anni è evidente
        che al mercato non interessi, non hai una
        lira ops euro.il 70% delle pubbliche amministrazioni italiane stanno in questa condizione...--Mr. Mechano
        • Anonimo scrive:
          Re: Dove stanno i sldi?
          Vuol dire che adotteranno openoffice e linux.
          • Mechano scrive:
            Re: Dove stanno i sldi?
            - Scritto da: Anonimo
            Vuol dire che adotteranno openoffice e linux.Lo stanno gia' facendo quelle che possono almeno per StarOffice/OpenOffice.Per tutto il sistema operativo e speso anche per lo stesso Office non possono perche' il produttore supporta solo Win, ha il client su Win utilizza Office per la stampa e i report ed e' Win certified e' M$ partner e tutte le cazzate inventate da M$ per legare a doppio filo le aziende di software e con loro i loro clienti.--Ciao. Mr. Mechano
          • Anonimo scrive:
            Re: Dove stanno i sldi?
            - Scritto da: Mechano

            - Scritto da: Anonimo

            Vuol dire che adotteranno openoffice e
            linux.

            Lo stanno gia' facendo quelle che possono
            almeno per StarOffice/OpenOffice.

            Per tutto il sistema operativo e speso anche
            per lo stesso Office non possono perche' il
            produttore supporta solo Win, ha il client
            su Win utilizza Office per la stampa e i
            report ed e' Win certified e' M$ partner e
            tutte le cazzate inventate da M$ per legare
            a doppio filo le aziende di software e con
            loro i loro clienti.

            --
            Ciao.
            Mr. MechanoE' giunto il momento che cambino assistenza ,suppongo intedessi questo per produttore, così contribuiscono a ravvivare il mercato ict con un po' di concorrenza. ;)
    • warrior666 scrive:
      Re: Dove stanno i sldi?
      - Scritto da: Mechano
      Ma dico io:

      'NDO' STANNO LI SORDI DA INVESTIRE NELL'ICT?

      Quando arriva il dragasaccocce di redmond e
      l'hardware e' vittima di una obsolescenza
      programmata da paura?

      Quando ogni 2-3 anni devi aggiornare
      Winzozz+Offiz quanto ti resta in saccoccia
      da investire in gestionali e programmini
      fatti dall'azienda locale?
      mmmmh forse ci sono troppi bmw in giro.. ;)
      --

      Ciao.
      Mr. Mechano
  • Mechano scrive:
    Re: ICT made in italy
    - Scritto da: Anonimo
    l'ICT in italia è un qualcosa di
    fuffoso dove gli sviluppatori
    al loro interno sono perlopiu gente
    sottopagata scazzata
    e con contratti a termine.
    ora mi chiedo a cosa servono ditte di questo
    tipo ?
    ve lo dico io a un cazzo.
    io sono 2 anni che lavoro si con contratti a
    termine,2 tipi di ditte, quelle che hai elencato tu, piccole, quasi a conduzione familiare proprio come la vecchia bottega artigiana, che sottopagano o spesso non pagano proprio.E i grandi gruppi, dove tutti ambiscono ad entrare nella speranza del lavoro sicuro ma che poi tra i vari passaggi di mano e ristrutturazioni sanno bene come scrollarsi di dosso i vecchi e gloriosi programmatori cobol e sistemisti AOS/VS, PDP ecc. E tutti coloro che non gli servono piu'.Aprono mobilita' e li mandano in pensione prima che ci arrivino per anzianita'. Perche' sono troppo giovani per andare in pensione ma troppo anziani per sottopagarli come un giovane, e meno produttivi e piu' lenti a riconvertirsi a nuove tecnologie (C, Java, C#/.Net ecc.).Questi stessi gruppi per mantenere la loro struttura non sono quasi mai all'avanguardia tecnologicamente come infrastruttura loro e come prodotti, ma investono maggiormente nell'intrallazzo politico e nella bustarella per accaparrarsi gli appalti piu' golosi delle P.A.Ecco il panorama italiano, tra sanguisughe e PMI che non investono per incertezza nel futuro ed eccessiva pressione fiscale, ci aggiungiamo anche gli alti costi per i soliti prodotti delle solite aziende informatiche M$ in testa che ti dissanguano il portafogli prima che tu possa acquistare un buon gestionale o farti fare quella procedurina che ti serve tanto e che tanto ti migliorerebbe la vita, ma non hai i soldi perche' li hai gia' dati tutti al dragasaccocce di redmond e i suoi compari dei database insieme a quelli di quell'hardware tutto nero di una marca a tre lettere che inizia per I e finisce per M, tanto bello quanto poco flessibile. --Ciao. Mr. Mechano
  • Anonimo scrive:
    Re: Ringraziamo anche Urbani...

    Giustissimo, ma ne limita la diffusione.
    Non per nulla in Canada è stata
    promulgata ed approvata una legge che rende
    l'uso del peer-to-peer completamente legale.
    Il goverrno non ha promulgato un bel niente anzi ha detto l'esatto contrario ne facciamo una che vieti espressamente lo share di materiale protetto.
    Ovvio, con le dovute limitazioni...ma l'idea
    di fondo è limitare, non vietare. Qui
    da noi c'è troppa repressione (4 anni
    di galera.....ma stiamo scherzando ???????).E' il meno se compi un'azione illegale, quella è la pena poi il giudice deciderà caso per caso.
    e su questo sono d'accordo. Ma punire a
    questo livello...
    Le leggi in questo modo sono efficaci,la linea morbida non ha mai funzionato.


    NO ! Lo hanno imposto e basta.

    Perché


    sapevano (e sanno) che Internet
    avrebbe


    vinto, ancora.Ma quando, ma dove?
    Totalmente d'accordo. Ma almeno il
    referendum dà un'idea di come la
    pensano davvero le persone.Infatti vanno puntualmente deserti.


    E adesso ditemi che viviamo in uno
    stato


    democratico, così mi faccio
    due


    risate.Fattele ste due risate che forse ti si rimettono in asse le rotelle e la smetti di sparar scemenze.
    almeno qualcuno in questo universo si ricorda
    ancora di attivare il cervello prima di
    scrivere :)

    Ciao !Sicuramente non sei tu.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ringraziamo anche Urbani...
    - Scritto da: ldsandon

    Hanno forse promosso un referendum per

    rendere illlegale o legale (finalmente)
    il

    peer-to-peer ?

    Adesso non esageriamo: la legge non rende
    illegale il p2p. Giustissimo, ma ne limita la diffusione.Non per nulla in Canada è stata promulgata ed approvata una legge che rende l'uso del peer-to-peer completamente legale.Ovvio, con le dovute limitazioni...ma l'idea di fondo è limitare, non vietare. Qui da noi c'è troppa repressione (4 anni di galera.....ma stiamo scherzando ???????).(cfr. http://punto-informatico.it/p.asp?i=46293 e http://punto-informatico.it/p.asp?i=47714)
    Rende più pesanti le sanzioni per la
    diffusione senza permesso di contenuti
    protetti da copyright e complica
    la vita in vario modo a chi diffonde
    contenuti legalmente.e su questo sono d'accordo. Ma punire a questo livello...

    NO ! Lo hanno imposto e basta.
    Perché

    sapevano (e sanno) che Internet avrebbe

    vinto, ancora.

    In una democrazia "rappresentativa" gli
    elettori eleggono i loro rappresentanti e
    gli affidano il compito di decidere il loro
    vece. Se poi gli elettori sono buoi e a
    furia di croci da analfabeti sulle schede
    elettorali mandano dei caproni a
    rappresentarli e decidere è solo
    colpa loro.
    Non si può certo governare a colpi di
    referendum, anche perché gli
    elettori-buoi di cui sopra finirebbero per
    votare usando più la pancia che la
    testa e finiremmo in breve in un disastro
    totale - e con questo non voglio dire che la
    Urbani è una buona legge, tutt'altro.Totalmente d'accordo. Ma almeno il referendum dà un'idea di come la pensano davvero le persone.

    Chi decide come e perché

    creare/modificare le leggi ? :(

    Vedi sopra. Se poi ci sono "conflitti di
    interessi" - vedi Medusa - è ancora
    colpa degli elettori.Anche, ma non solo. Le major incassano comunque in mille altri modi.

    E adesso ditemi che viviamo in uno stato

    democratico, così mi faccio due

    risate.

    Uno stato democratico presuppone elettori
    democratici. Ogni stato ha il governo che si
    merita. Probabilmente stiamo vivendo, come
    dicono in sudamerica, in una "dictablanda",
    cioè una forma blanda di dittatura,
    ma solo perché o l'abbiamo scelta, o
    ci adattiamo supinamente. Incredibile come per ogni troll che risponde ai mieipost ci sia sempre ALMENO una persona che invece capisce a fondo cosa io voglia dire ^_^Grazie, ldsandon ! Mi hai ridato la certezza chealmeno qualcuno in questo universo si ricordaancora di attivare il cervello prima di scrivere :)Ciao !
  • Anonimo scrive:
    Re: apri gli occhi...
  • Anonimo scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!

    Ok, non sto considerando il software, ma
    vogliamo metterci un programmatore che si
    sbatte dalla mattina fino alla sera per
    dedicarsi solo al sito internet: (stipendio
    medio) ? 850 * 3 (in 3 mesi fai una roba
    stile CHL): ? 255850 Euro un programmatore?Lordi o netti?Tipo di contratto?Ne prendo 6, così mi libero di quelle sanguisughe che ho adesso.I tuoi conti sono molto lontano dalla realtà.
  • Gianluca70 scrive:
    Re: Assioma di Bramati
    - Scritto da: Alessandrox
    Tutto SUDA

    www.google.it/search?q=%22assioma+di+bramati%

    certo che e' famoso sto bramati :)Temo che non sia quello di TC, al massimo lui direbbe "Facciamo che siano gli altri a sudare, io me ne vado in IBM... "Certo che certa gente deve avere il vello d'amianto che gli fodera lo stomaco, visto che riescono comunque a dormire la notte e a guardarsi in faccia ogni mattina quando si svegliano...
  • Anonimo scrive:
    Re: apri gli occhi...
  • Anonimo scrive:
    Re: apri gli occhi...
    - Scritto da: Anonimo

    l'economia mondiale e' in fase di
    recessione

    ma e' una cosa piu' che normale ,
    l'economia

    e' sottoposta a cicli positivi e
    negativi

    (teoria di eliott)

    Io non capisco come si possa difendere
    l'operato di Tremonti ! Bisogna essere
    proprio in fase di confusione mentale
    completa !
    L'economia mondiale ERA e ribadisco ERA in
    fase di stagnazione per via dell'11
    settembre e per la crisi in generale... oggi
    però questa fase è
    praticamente finita per tutti tranne che per
    noi. Negli USA l'occupazione sta aumentando
    e l'economia cresce, in Francia e Germania
    ci sono forti segnali di ripresa, come anche
    in quasi tutti gli altri stati europei !
    Solo qui in italia è ancora buio
    pesto ! Come te lo spieghi ???
    E' vero che l'economia segue trend positivi
    e negativi... ma il problema qui è
    che il trend positivo sta tardando troppo ad
    arrivare, mentre altrove è già
    arrivato !

    In una situazione come quella attuale
    italiana dove c'è un disavanzo nei
    conti di più di 7 miliardi di euro e
    quindi è necessaria una manovra da
    presentare all'ecofin entro il 5 luglio,
    c'è Berlusconi che vuole mettersi a
    tagliare l'irpef e l'irpeg, il famoso taglio
    delle tasse insomma !
    Inutile dire che un taglio di tasse ADESSO
    è un mezzo suicidio perchè
    prima bisognerebbe trovare le risorse per
    tagliarle (cosa che nessuno al governo ha
    chiarito) e poi non è per nulla detto
    che questo taglio faccia riprendere
    l'economia, visto anche che i maggiori tagli
    andranno a beneficio dei redditi alti !
    Rischiamo anzi di dare il colpo di grazia
    all'economia italiana... ora dimmi tu... in
    una congiuntura come questa dove
    l'incertezza regna sovrana come possono le
    aziende e i cittadini fare decollare
    l'economia ???? Come si può investire
    ???


    pensi che un altro ministro avrebbe
    fatto

    meglio quando l'economia mondiale va a

    picco? ti lascio crederlo

    Su questo argomento facevi una figura
    migliore se tacevi. Ti ricordo soltanto che
    la persona che ha fatto il miracolo nei
    conti pubblici nel 96 portandoci in europa
    è stata Romano Prodi !
    Nel governo Prodi c'è stata una
    attenta ed oculata gestione dei conti
    pubblici.... certo hanno messo tasse nuove
    (vedi eurotassa), ma in quel momento era
    necessario fare cosi !!!!
    Il risultato è che l'Italia ne
    è uscita rafforzata da quell'anno e
    mezzo di gestione Prodi!
    E poi permettimi di dire che nel
    centrosinista persone come Tremonti non
    esistono... vuoi mettere a confronto
    Tremonti con Bersani ??? Ma fammi il piacere
    va!

    Sveglia !Bene, bel discorso! Peccato che la campagna elettorale è finita da un pezzo! Comunque tienitelo da conto per la prossima perchè sono certo che un po di fessi che ti stanno a sentire li troverai. Ora torna a dormire e a sognare i miracoli del mortadella!
  • Anonimo scrive:
    Re: apri gli occhi...
    - Scritto da: Anonimo

    l'economia mondiale e' in fase di
    recessione

    ma e' una cosa piu' che normale ,
    l'economia

    e' sottoposta a cicli positivi e
    negativi

    (teoria di eliott)

    Io non capisco come si possa difendere
    l'operato di Tremonti ! Bisogna essere
    proprio in fase di confusione mentale
    completa !
    L'economia mondiale ERA e ribadisco ERA in
    fase di stagnazione per via dell'11
    settembre e per la crisi in generale... oggi
    però questa fase è
    praticamente finita per tutti tranne che per
    noi. Negli USA l'occupazione sta aumentando
    e l'economia cresce, in Francia e Germania
    ci sono forti segnali di ripresa, come anche
    in quasi tutti gli altri stati europei !
    Solo qui in italia è ancora buio
    pesto ! Come te lo spieghi ???
    E' vero che l'economia segue trend positivi
    e negativi... ma il problema qui è
    che il trend positivo sta tardando troppo ad
    arrivare, mentre altrove è già
    arrivato !

    In una situazione come quella attuale
    italiana dove c'è un disavanzo nei
    conti di più di 7 miliardi di euro e
    quindi è necessaria una manovra da
    presentare all'ecofin entro il 5 luglio,
    c'è Berlusconi che vuole mettersi a
    tagliare l'irpef e l'irpeg, il famoso taglio
    delle tasse insomma !
    Inutile dire che un taglio di tasse ADESSO
    è un mezzo suicidio perchè
    prima bisognerebbe trovare le risorse per
    tagliarle (cosa che nessuno al governo ha
    chiarito) e poi non è per nulla detto
    che questo taglio faccia riprendere
    l'economia, visto anche che i maggiori tagli
    andranno a beneficio dei redditi alti !
    Rischiamo anzi di dare il colpo di grazia
    all'economia italiana... ora dimmi tu... in
    una congiuntura come questa dove
    l'incertezza regna sovrana come possono le
    aziende e i cittadini fare decollare
    l'economia ???? Come si può investire
    ???


    pensi che un altro ministro avrebbe
    fatto

    meglio quando l'economia mondiale va a

    picco? ti lascio crederlo

    Su questo argomento facevi una figura
    migliore se tacevi. Ti ricordo soltanto che
    la persona che ha fatto il miracolo nei
    conti pubblici nel 96 portandoci in europa
    è stata Romano Prodi !
    Nel governo Prodi c'è stata una
    attenta ed oculata gestione dei conti
    pubblici.... certo hanno messo tasse nuove
    (vedi eurotassa), ma in quel momento era
    necessario fare cosi !!!!
    Il risultato è che l'Italia ne
    è uscita rafforzata da quell'anno e
    mezzo di gestione Prodi!
    E poi permettimi di dire che nel
    centrosinista persone come Tremonti non
    esistono... vuoi mettere a confronto
    Tremonti con Bersani ??? Ma fammi il piacere
    va!

    Sveglia !La campagna elettorale è finita; solo tu non te ne sei accorto? Torna a dormire e a sognare i miracoli del Mortadella!
  • Anonimo scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!

    Guarda che il calo di prezzi nel particolare
    settore (applicazioni Web) è dovuto
    principalmente ai ragazzini con il PHP! E
    non mi sembra che Microsoft spinga su questa
    tecnologia.
    EH BASTA!!!! Ragazzini con il PHP ? Ma che vuol dire?? Se un ragazzino riesce a fare un programma in php, a farlo bene e venderlo ... bhe tutto oltrechè bene ... non vi sapete difendere dai ragazzini che sviluppano software o che lo vendono ? Allora non offrite niente di nuovo .Differenze tra il dao e il mysql ? Io scelgo mysql: Gratuito, MultiPiattaforma, Performante e velocissimo.Il PHP non uccide nessuno, siete voi che non riuscite a proteggervi perchè non siete originali.Se dovreste creare una galleria d'immagini perchè scrivere 10.000 righe quando ne bastano appena 1000 o 100 ? Perchè deve esserci l'area di amministrazione che ti fa creare i fotomontaggi dal web?? Eddai, scherziamo?Se volete vendere, dovete vendere a prezzi di mercato e dei prodotti richiesti.... guardiamo il caso medio.Azienda 20 dipendenti con sito Internet E-Commerce:20 * WINDOWS XP - 130 ? = ? 2.60020 * MICROSOFT Office 2003 PRO OEM DSP - 346 ? = ? 692020 * HARDWARE DEL PC MEDIO - ? 800 = ? 16.000Quindi i costi ci sono, adesso prendiamo un programma di E-Commerce di ? 5.000 più il server altri ? 3.000 e aggiungiamo la licenza di Windows Server 2003 pari a ? 761 ed ecco fatto.... quindi, un'azienda piccola spende MEDIAMENTE (non è sicuramente esatto, ma sicuramente non si staccherà di molto da questa media):? 34.281 (Argh!)(una roba tipo 66 milioni di lire) Questo SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per il meteriale informatico.... naturalmente non sto considerando le multilicenze e sconti vari per hardware acquistato da fornitori ... Ma siamo li' ...Ora abbattiamo questi costi installando una Mandrake con Openoffice in questi computer e installando Linux+Apache+PHP+Mysql sul server: ? 19.000 Ok, non sto considerando il software, ma vogliamo metterci un programmatore che si sbatte dalla mattina fino alla sera per dedicarsi solo al sito internet: (stipendio medio) ? 850 * 3 (in 3 mesi fai una roba stile CHL): ? 2550Totale: ? 21.550 quindi BEN ? 12.730 risparmiatiOk ok, sicuramente non rispecchia fedelmente la realtà perchè si potrebbe anche acquistare un sito di commercio elettronico già bello e fatto oppure prenderne uno gratuito (vedi os-commerce) ... Si potrebbe risparmiare sul costo del gestionale, vedi Mosaico (? 100 - GPL) ... insomma gli spunti ci sono.La colpa non è di chi programma in un linguaggio rispettabilissimo come il PHP (linguaggio ad oggetti, multipiattaforma, robusto e aggiornato ... ed anche velocissimo) ma di chi invece ammazza il mercato facendo consulenze fasulle e di parte.Potremmo tutti fare a meno del software di Bill Gates (perchè c'è gente che per avviare il pc con Win 2000 impiega 10 minuti).
  • Anonimo scrive:
    Re: Finanza creativa di Tremonti...
    - Scritto da: Anonimo
    E ci credo che tutto il settore dell'ICT
    è in stagnazione... tutta l'economia
    in generale è ferma !l'economia mondiale e' in fase di recessione ma e' una cosa piu' che normale , l'economia e' sottoposta a cicli positivi e negativi (teoria di eliott)
    Ringraziamo la finanza creativa di Tremonti
    che ci sta portando e ci porterà
    molto lontano !!:@:@:@pensi che un altro ministro avrebbe fatto meglio quando l'economia mondiale va a picco? ti lascio crederlo
    • Anonimo scrive:
      Re: apri gli occhi...

      l'economia mondiale e' in fase di recessione
      ma e' una cosa piu' che normale , l'economia
      e' sottoposta a cicli positivi e negativi
      (teoria di eliott) Io non capisco come si possa difendere l'operato di Tremonti ! Bisogna essere proprio in fase di confusione mentale completa !L'economia mondiale ERA e ribadisco ERA in fase di stagnazione per via dell'11 settembre e per la crisi in generale... oggi però questa fase è praticamente finita per tutti tranne che per noi. Negli USA l'occupazione sta aumentando e l'economia cresce, in Francia e Germania ci sono forti segnali di ripresa, come anche in quasi tutti gli altri stati europei ! Solo qui in italia è ancora buio pesto ! Come te lo spieghi ???E' vero che l'economia segue trend positivi e negativi... ma il problema qui è che il trend positivo sta tardando troppo ad arrivare, mentre altrove è già arrivato !In una situazione come quella attuale italiana dove c'è un disavanzo nei conti di più di 7 miliardi di euro e quindi è necessaria una manovra da presentare all'ecofin entro il 5 luglio, c'è Berlusconi che vuole mettersi a tagliare l'irpef e l'irpeg, il famoso taglio delle tasse insomma !Inutile dire che un taglio di tasse ADESSO è un mezzo suicidio perchè prima bisognerebbe trovare le risorse per tagliarle (cosa che nessuno al governo ha chiarito) e poi non è per nulla detto che questo taglio faccia riprendere l'economia, visto anche che i maggiori tagli andranno a beneficio dei redditi alti !Rischiamo anzi di dare il colpo di grazia all'economia italiana... ora dimmi tu... in una congiuntura come questa dove l'incertezza regna sovrana come possono le aziende e i cittadini fare decollare l'economia ???? Come si può investire ???
      pensi che un altro ministro avrebbe fatto
      meglio quando l'economia mondiale va a
      picco? ti lascio crederloSu questo argomento facevi una figura migliore se tacevi. Ti ricordo soltanto che la persona che ha fatto il miracolo nei conti pubblici nel 96 portandoci in europa è stata Romano Prodi !Nel governo Prodi c'è stata una attenta ed oculata gestione dei conti pubblici.... certo hanno messo tasse nuove (vedi eurotassa), ma in quel momento era necessario fare cosi !!!!Il risultato è che l'Italia ne è uscita rafforzata da quell'anno e mezzo di gestione Prodi!E poi permettimi di dire che nel centrosinista persone come Tremonti non esistono... vuoi mettere a confronto Tremonti con Bersani ??? Ma fammi il piacere va!Sveglia !
    • Anonimo scrive:
      Re: Finanza creativa di Tremonti...


      Ringraziamo la finanza creativa di Tremonti

      che ci sta portando e ci porterà

      molto lontano !!:@:@:@

      pensi che un altro ministro avrebbe fatto
      meglio quando l'economia mondiale va a
      picco? ti lascio crederloUn altro ministro avrebbe usato meglio le poche risorse a disposizione, evitando l' errore di dare degli aiuti a pioggia (la legge Tremonti bis, appunto) ma concentrandoli dove c' era veramente bisogno (ricerca, sviluppo, innovazione). Risultato della politica di Tremonti? Migliaia di capannoni vuoti e centinaia di società immobiliari alla disperata ricerca di un compratore. Quindi la risposta è sì, persone come Bersani e E. Letta avrebbero fatto meglio di Tremonti.
  • Gianluca70 scrive:
    Dispiaciauto ma non stupito...
    - Scritto da: ldsandon
    ... Stanca non faccia come Bramati che dopo
    aver definitivamente condotto TC Sistema
    alla rovina (è in liquidazione da un
    paio di settimane) prima come direttore
    generale e poi come amministratore delegato
    se n'è bellamente ritornato a
    occupare una posizione elevata in IBM -
    certo, per loro l'IT va sempre bene, per i
    gli ex-dipendenti che devono trovarsi un
    nuovo lavoro un po' meno...
    Quando me ne andai 5 anni fa, l'andazzo del management era chiaro (non solo di Cioffi e Bramati...), puntavano a movimentare scatole piuttosto che a crescere nelle competenze e nei servizi...Mi spiace per gli ex-colleghi invischiati nel tracollo, spero che possano trovare un nuovo incarico in aziende con persone al vertice piu' serie...
    • Alessandrox scrive:
      Assioma di Bramati
      Tutto SUDAhttp://www.google.it/search?q=%22assioma+di+bramati%22&ie=UTF-8&hl=it&btnG=Cerca+con+Google&lr=certo che e' famoso sto bramati :)
    • ldsandon scrive:
      Re: Dispiaciauto ma non stupito...
      TC Sistema è un esempio perché rappresenta uno dei "tonfi" più grossi degli ultimi mesi e perché Bramati ha le stesse "orgini" di Stanca.Che poi lui non sia stata l'unica causa è anche ovvio, ma la sua "dipartita" appena le cose si sono messe veramente male palesa come per certa gente difficilemente le cose possano andare male: la rete di "clientes" che hanno potuto tessere le protegge, e anche Stanca fa parte dello stesso gruppo - se i nodi verranno al pettine, tornerà a fare il presidente da qualche parte... che problema c'è? Le responsabilità saranno presto dimenticate, una mano lava l'altra.Viste dal basso, le cose sono un po' diverse. Non è certo la telefonia mobile o il decoder per il digitale terrestre a far crescere l'IT italiano. Può darsi che in termini di fatturato dei grossi gruppi qualcosa aumenti, anche perché agendo in regime di cartello continuano a scaricare i problemi e i costi sugli utenti (mai dato un'occhiata alle tariffe di roaming negli ultimi mesi? Sono a scaglioni di 1 euro , nessun centesimo - e così per tutti. Alla faccia della concorrenza.)Tutti gli altri in una economia stagnante hanno tirato i remi in barca, condannando chi stupidamente ha basato il futuro delle aziende su una crescita continua. Ma l'IT ripartirà veramente se e solo se le aziende, da quelle grandi a quelle piccole torneranno a investire, e non certo grazie al "grande fratello" sul cellulare o qualche ADSL in più del ragazzino a caccia di MP3.Questo dipende però dal quadro generale dell'economia, e non certo dalle trovate di Stanca.
  • Anonimo scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!
    - Scritto da: Anonimo
    Che probbbbblema c'è?

    Si faccia una legge che definisca "il
    bambino col php" e gli si vieti di agire...
    chessò qualcosa come:

    "I bambini col php devono farsi da parte e
    lasciare lavorare i grandi col pattern mvc"ti spiego, c'e' un ingegnere che costruisce case con tutti i crismi spendendo 100 , un altro ingegnere utilizza materiali scadenti , sabbia, pezzi recuperati allo scasso e fa in modo che il risultato sembri lo stesso , il costo e' 30 ma il risultato nel lungo periodo fa la differenza (la casa crolla o si aprono crepe o si inclina da un lato ecc..)il problema non e' il bambino con il php ma chi compra che deve essere istruito adeguatamente... nessuno sta colpevolizzando i ragazzini
  • Anonimo scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!
    - Scritto da: TADsince1995

    Perchè?!?! Io non me ne intendo, ma
    paghi la tassa sul gratuito?!


    TADsi, perche se non spendi non abbatti gli utili e qundi paghi piu tasse
  • Anonimo scrive:
    Re: Speriamo solo che...
    - Scritto da: ldsandon
    ... Stanca non faccia come Bramati che dopo
    aver definitivamente condotto TC Sistema
    alla rovina (è in liquidazione da un
    paio di settimane) prima come direttore
    generale e poi come amministratore delegato
    se n'è bellamente ritornato a
    occupare una posizione elevata in IBM -
    certo, per loro l'IT va sempre bene, per i
    gli ex-dipendenti che devono trovarsi un
    nuovo lavoro un po' meno...
    ex-collega? :
  • Anonimo scrive:
    ICT made in italy
    l'ICT in italia è un qualcosa di fuffoso dove gli sviluppatorial loro interno sono perlopiu gente sottopagata scazzatae con contratti a termine.ora mi chiedo a cosa servono ditte di questo tipo ?ve lo dico io a un cazzo.io sono 2 anni che lavoro si con contratti a termine,ma con commesse straniere. i soldi che prendo sono decisamente un 25% in piu di quello che prendevo quandofacevo le puttanate web per i soliti scarpari (con tutto ilrispetto della categoria )
  • pomy scrive:
    Re: Prendono per i fondelli !
    Guarda non e' cosi'. Io mi sono laureato a luglio dell'anno scorso in Ing. Informatica alla Sapienza con un buon voto. Mi hanno cercato diverse societa' anche abbastanza importanti, alla fine ho persino potuto scegliere quella che mi sembrava migliore. Mi hanno fatto un contratto a progetto per 6 mesi e adesso sono stato assunto a tempo indeterminato. Tutti i miei ex compagni di universita' hanno trovato lavoro. Se il settore fosse cosi' in crisi come dicono non sarebbe cosi', non credi? Poi anche andando dai clienti non ho mai riscontrato quello che dici tu, sono stato sempre trattato con rispetto e nessuno ha mai sminuito quello che facevo.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Prendono per i fondelli !
      - Scritto da: pomy
      Guarda non e' cosi'. Io mi sono laureato a
      luglio dell'anno scorso in Ing. Informatica
      alla Sapienza con un buon voto. Mi hanno
      cercato diverse societa' anche abbastanza
      importanti, alla fine ho persino potuto
      scegliere quella che mi sembrava migliore.
      Mi hanno fatto un contratto a progetto per 6
      mesi e adesso sono stato assunto a tempo
      indeterminato. Tutti i miei ex compagni di
      universita' hanno trovato lavoro. Se il
      settore fosse cosi' in crisi come dicono non
      sarebbe cosi', non credi? Poi anche andando
      dai clienti non ho mai riscontrato quello
      che dici tu, sono stato sempre trattato con
      rispetto e nessuno ha mai sminuito quello
      che facevo.In quali settori avete trovato lavoro tu e i tuoi ex compagni? In aziende informatiche o come amministratori in altre tipologie di aziende?
  • Anonimo scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!
    - Scritto da: TADsince1995
    ... io ho lavorato in una
    microazienda di cinque dipendenti e ora
    invece lavoro per una un po' più
    grossa e la differenza si vede...Io ho lavorato con aziende piccole, medie, grandi ed enormi. Ho trovato buone aziende piccole, medie, grandi ed enormi e ho trovato pessime aziende piccole, medie, grandi ed enormi.Però i maggiori problemi li ho avuti con le major della consulenza. Generalmente parlando, generalizzare non fa mai bene! :D
  • TADsince1995 scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!

    e' un discorso completamente sbagliato o
    meglio non funziona nelle aziende. L'azienda
    non se ne fa nulla del gratuito per motivi
    fiscali , la logica imprenditoriale e'
    quella di diminuire i costi ma non
    eliminarli del tutto (nel caso del sw)
    altrimenti
    1 si pagano piu' tasse Perchè?!?! Io non me ne intendo, ma paghi la tassa sul gratuito?!
    2 distruggendo un settore che produce
    ricchezza si rischia una ripercussione
    negativa su tutto il mercatoDi sicuro il software libero non distruggerà il settore dell' ICT!!! Anzi!!! Lo potrà solo spingere a migliorarsi!!!Ma voi davvero credete che se si afferma l'open in azienda (come sta succedendo per ora a una velocità impressionante) non si venderà più software!?!?TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!
    - Scritto da: Anonimo

    Ma se il cliente medio preferisce usare
    windows strabucato con i suoi 8 mila
    virus/mese al posto di imparare ad usare
    qualcosa di "fatto meglio" e magari
    gratuito, come pensi possa discernere tra un
    sistema serio e uno meno serio, e magari
    pagarlo di più?Sempre colpa di Microsoft, allora?
    Se non si riesce a diffondere un sistema
    GRATUITO (in genere) e palesemnete migliore,
    come pensi di riuscire a vendere sistemi
    fatti meglio a prezzi maggiori???Guarda che il calo di prezzi nel particolare settore (applicazioni Web) è dovuto principalmente ai ragazzini con il PHP! E non mi sembra che Microsoft spinga su questa tecnologia. In ogni caso è inutile incolpare la pistola perchè ha ucciso la persona. Il responsabile è chi preme il grilletto (cioè il fornitore incapace).
  • Anonimo scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!

    Se non si riesce a diffondere un sistema
    GRATUITO (in genere) e palesemnete migliore,
    come pensi di riuscire a vendere sistemi
    fatti meglio a prezzi maggiori???e' un discorso completamente sbagliato o meglio non funziona nelle aziende. L'azienda non se ne fa nulla del gratuito per motivi fiscali , la logica imprenditoriale e' quella di diminuire i costi ma non eliminarli del tutto (nel caso del sw) altrimenti 1 si pagano piu' tasse 2 distruggendo un settore che produce ricchezza si rischia una ripercussione negativa su tutto il mercato
  • Anonimo scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!

    Mi trovi perfettamente d'accordo... La
    figura del programmatore si è
    mostruosamente deprofessionalizzata proprio
    grazie alla presunta semplificazione
    fortemente spinta da "alcune grosse aziende"
    e dalla nascita di orde di
    pseudoprogrammatori armati di dreamweaver e
    asp e delle relative microazienducole che
    vendevano "servizi" a prezzi bassissimi. Se
    a ciò aggiungi che il cliente medio
    non è in grado di distunguere
    facilmente un sistema fatto bene e venduto a
    poco da uno serio ovviamente un po'
    più caro...
    Ma se il cliente medio preferisce usare windows strabucato con i suoi 8 mila virus/mese al posto di imparare ad usare qualcosa di "fatto meglio" e magari gratuito, come pensi possa discernere tra un sistema serio e uno meno serio, e magari pagarlo di più?Se non si riesce a diffondere un sistema GRATUITO (in genere) e palesemnete migliore, come pensi di riuscire a vendere sistemi fatti meglio a prezzi maggiori???
  • alex66 scrive:
    Certo che siamo indietro...
    Fino a che esisterà il monopolio sulle linee telefoniche, non si avrà mai la piena concorrenza liberalizzata e l'abbassamento dei costi per le connessioni XDSL e la loro attivazione nelle zone non coperte... tutto dipende ancora troppo da Telecom che fa il bello e il brutto tempo... e chi prende i soldi delle finanziarie ICT... non sono dei fondi dedicati al bene comune? Perchè devono finire solo nelle sue tasche? Perchè deve essere l'unica a decidere dove e come far piovere?Dov'è la trasparenza in queste cose? Perchè un investimento statale deve andare a beneficio di un solo operatore che ne decide "quanto costa"? Queste e tante altre risposte fanno si che l'italia è dove è, e che l'azienda piccola e media tra le altre cose è sottoposta a troppe spese è indebolita....ed in particolar modo in questi ultimi due anni non investe e se lo fa molto meno rispetto agli anni scorsi...Auguri Italia :(
  • ldsandon scrive:
    Speriamo solo che...
    ... Stanca non faccia come Bramati che dopo aver definitivamente condotto TC Sistema alla rovina (è in liquidazione da un paio di settimane) prima come direttore generale e poi come amministratore delegato se n'è bellamente ritornato a occupare una posizione elevata in IBM - certo, per loro l'IT va sempre bene, per i gli ex-dipendenti che devono trovarsi un nuovo lavoro un po' meno...
  • Anonimo scrive:
    Prendono per i fondelli !
    :@ Ma io mi domando: ma come si può dire che il mercato è in lenta ripresa ? Non si vede un minimo spiraglio di luce !!! E la colpa è dell'economia e degli stessi operatori ICT: inutile negarlo, ragazzi, ma chi è un supertecnico specializzato, che ne sò, in sicurezza con laurea attestati e carte varie, arriva nelle aziende "oh...è arrivato il ragazzo dei computer". Ecco il risultato, siamo trattai peggio degli elettricisti/muratori/idraulici. E questo perchè il PC è visto come un giocattolo e spendere per un giocattolo....
  • ldsandon scrive:
    Re: Ringraziamo anche Urbani...

    Hanno forse promosso un referendum per
    rendere illlegale o legale (finalmente) il
    peer-to-peer ? Adesso non esageriamo: la legge non rende illegale il p2p. Rende più pesanti le sanzioni per la diffusione senza permesso di contenuti protetti da copyright e complica la vita in vario modo a chi diffonde contenuti legalmente.
    NO ! Lo hanno imposto e basta. Perché
    sapevano (e sanno) che Internet avrebbe
    vinto, ancora.In una democrazia "rappresentativa" gli elettori eleggono i loro rappresentanti e gli affidano il compito di decidere il loro vece. Se poi gli elettori sono buoi e a furia di croci da analfabeti sulle schede elettorali mandano dei caproni a rappresentarli e decidere è solo colpa loro.Non si può certo governare a colpi di referendum, anche perché gli elettori-buoi di cui sopra finirebbero per votare usando più la pancia che la testa e finiremmo in breve in un disastro totale - e con questo non voglio dire che la Urbani è una buona legge, tutt'altro.
    Chi decide come e perché
    creare/modificare le leggi ? :(Vedi sopra. Se poi ci sono "conflitti di interessi" - vedi Medusa - è ancora colpa degli elettori.
    E adesso ditemi che viviamo in uno stato
    democratico, così mi faccio due
    risate.Uno stato democratico presuppone elettori democratici. Ogni stato ha il governo che si merita. Probabilmente stiamo vivendo, come dicono in sudamerica, in una "dictablanda", cioè una forma blanda di dittatura, ma solo perché o l'abbiamo scelta, o ci adattiamo supinamente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ringraziamo anche Urbani...
    - Scritto da: Anonimo
    Ovvio che la legge del suddetto mINISTRO non
    ha certo contribuito all'aumento dell'ICT
    italiano.beh se non altro adesso c'e' una legge che punisce chi scarica programmi pirata in p2p , prima di urbani si riusciva a scaricare programmi pirata e a farla franca (mentre i siti che li offrivano chiudevano uno dopo l'altro).La urbani sicuramente aiuta ICT ma andrebbe applicata realmente.
  • Anonimo scrive:
    Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!

    Capito?? E' andato da cani anche perche'
    c'e' stato un abbassamento dei prezzi su
    prodotti e servizi! MA che ci stanno
    prendendo per il culo?? Semmai un
    abbassamento dei prezzi dovrebbe incentivare
    il mercato e non affossarlo!!!!io sono programmatore, nel mio settore c'e' stato un notevole abbassamento dei prezzi dovuto ai bambini col php , dove noi proponevamo sistemi professionali con pattern mvc , dao, alta scalabilita' loro finivano per comprare sistemi bucatissimi (xss, sql escaping) , lentissimi (niente caching, pagine di mezzo kilo l'una zeppe di html e codice) e non mantenibili, una totale spazzatura informatica che pero' veniva venduta a prezzi stracciati. Ora siamo in difficolta' , almeno nella nicchia che speravamo di coprire e solo per aver tentato di offrire prodotti di qualita' e professionali.
    • Anonimo scrive:
      Re: NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!
      Che probbbbblema c'è?Si faccia una legge che definisca "il bambino col php" e gli si vieti di agire... chessò qualcosa come:"I bambini col php devono farsi da parte e lasciare lavorare i grandi col pattern mvc"oppure"La pubblica amministrazione non può acquistare servizi dai bambini col php ma usare pattern mvc a nastro"Mi sembra suoni bene no?Ingenuo 2001
      io sono programmatore, nel mio settore c'e'
      stato un notevole abbassamento dei prezzi
      dovuto ai bambini col php , dove noi
      proponevamo sistemi professionali con
      pattern mvc , dao, alta scalabilita' loro
      finivano per comprare sistemi bucatissimi
      (xss, sql escaping) , lentissimi (niente
      caching, pagine di mezzo kilo l'una zeppe di
      html e codice) e non mantenibili, una totale
      spazzatura informatica che pero' veniva
      venduta a prezzi stracciati.
      Ora siamo in difficolta' , almeno nella
      nicchia che speravamo di coprire e solo per
      aver tentato di offrire prodotti di qualita'
      e professionali.
    • Anonimo scrive:
      Re: W il php

      io sono programmatore, nel mio settore c'e'
      stato un notevole abbassamento dei prezzi
      dovuto ai bambini col php grazie al php i prezzi sono diventati ragionevolise tu con java e tutto il carrozzone j2ee nonriesci a fatturare,forse la colpa è dei serviziche offri che non sono per nulla concorrenzialicon quelli php.è la stessa minestra di 10 anni fa,quando una pagina web la si pagava 700 800 mila lire,2 macro excel 300 400milalire ecc ecc.il mercato non lo fai tu ma lo fanno le persone, se vedi che j2ee in italia non viene considerato (a meno che nonlavori per qualche banca)potresti considerare di prenderequalche commessa in uk o germania o francia dove questo genere di tecnologie sono piu apprezzate.dopotutto siamo in europa figliuolo,non dovresti scandalizzarti a vendere servizi fuori dalla frontiera.quelli col php per quanto lavoro possono portarti vianon andranno mai oltre i 100.000 EU annui (a meno chenon siano un team di 4 5 sviluppatori ) mentre con j2eepotresti fatturare qualche milione di euro in scioltezza.ovviamente non basta la programmazione servono risorsefisiche di testa un buon progetto visione a lungo termine contatti, investimenti, fiuto e mille altre qualità.
  • Anonimo scrive:
    [notext] Non CE N'E'
    ...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non eravami i migliori ?
    - Scritto da: Santo

    Ma come, non siamo i migliori del mondo ???

    Stanca: siamo meglio degli inglesi
    punto-informatico.it/p.asp?i=48138
    notizia del 11/05/04

    Stanca: siamo meglio dei francesi
    punto-informatico.it/p.asp?i=46783
    notizia del 03/02/04

    Stanca: noi meglio degli USA
    punto-informatico.it/p.asp?i=46689
    notizia del 27/01/04

    ISTAT: cresciamo. Stanca: siamo forti
    punto-informatico.it/p.asp?i=46465
    notizia del 09/01/04

    Insomma, decidetevi !
    Senza negare l'evidenza, se possibile...
    e aggiungerei:Stanca: ITC aò se volessero la guera... l'avrebbero!!!!punto-informatico.it/p.asp?i=48197notizia del 11/06/04Stanca: ITC Italia - Ié famo er culo a tutti!punto-informatico.it/p.asp?i=46983 notizia del 13/06/04
  • Anonimo scrive:
    Re: Digitale terrestre?
    Vedi, la frase non è di per se sbagliata. La politica è basata sulla cosidetta "comunicazione politica" che è una serie di regole e linguaggi per identificati e codificati. Per entrare nel merito della questione ti dico: nel brevissimo/breve perdiodo la frase in oggetto risulata veritiera e per un politico questo è sufficiente per eliminare il riferimento al breve periodo ed estendere la veridicità della frase in assoluto. La frase è veritiera poichè, come tu immaginerai, il digitale diverrà non sarà solo una possibilità ma diverrà sempre più un obbligo e venedo meno il contributo statale ci sarà un necessario e prevedibile aumento degli acquisti sull hardware ed aumento della offerta sui contenuti . (non entro nel merito di questa questione, il tutto potrebbe essere solo un aumento fine a se stesso o meramente del semplice fumo negli occhi) Ecco qui l impennata del mercato nel breve periodo, il resto è demagogia.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Digitale terrestre?
      - Scritto da: Anonimo
      Vedi, la frase non è di per se
      sbagliata. La politica è basata sulla
      cosidetta "comunicazione politica" che
      è una serie di regole e linguaggi per
      identificati e codificati.
      Per entrare nel merito della questione ti
      dico: nel brevissimo/breve perdiodo la frase
      in oggetto risulata veritiera e per un
      politico questo è sufficiente per
      eliminare il riferimento al breve periodo ed
      estendere la veridicità della frase
      in assoluto.
      La frase è veritiera poichè,
      come tu immaginerai, il digitale
      diverrà non sarà solo una
      possibilità ma diverrà sempre
      più un obbligo e venedo meno il
      contributo statale ci sarà un
      necessario e prevedibile aumento degli
      acquisti sull hardware ed aumento della
      offerta sui contenuti . (non entro nel
      merito di questa questione, il tutto
      potrebbe essere solo un aumento fine a se
      stesso o meramente del semplice fumo negli
      occhi) Ecco qui l impennata del mercato nel
      breve periodo, il resto è demagogia.OK ma lasciando da parte la questione politica e rimanendo sul piano tecnico: l' acquisto in massa di decoder aumentaera' il fatturato di chi li produce... e di chi trasmette i programmi ma da qui' a dire che questo fara' bene all' ICT ce ne passa... sara' che mi sbaglio ma non vedo nesso, collegamento con il miglioramento della situazione del mercato dell' informatica in Italia e l' aumento delle vendite di decoder per la TV digitale...Casomai il nesso sarebbe vero se al posto dei decoders si vendessero piu' PC...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non eravami i migliori ?
    La ricerca pubblicata dell'OCSE sulla qualità dell'apprendimento scolastico in 32 paesi industrializzati ha avuto giustamente ampio spazio e molti commenti, ma poi tutti se ne sono dimenticati alla svelta. All'uscita dalla scuola dell'obbligo, tenuto conto di tutti i diversi parametri utilizzati nella ricerca, i ragazzi italiani risultano significativamente sotto la media rispetto ai coetanei nel resto del mondo; più in dettaglio, sono per esempio al 20° posto nella comprensione di un brano scritto, al 23° nella cultura scientifica, al 26° su 32 (inclusi Portogallo, Polonia, Grecia, Malta... mancava solo il Botswana, sarebbero stati dietro anche a quello) nelle conoscenze matematiche. Possiamo farci un'idea di cosa significhino in pratica queste valutazioni ricordando un dato di una ricerca di qualche anno fa: negli istituti tecnici industriali e nei licei scientifici uno studente su quattro non aveva saputo calcolare una percentuale, uno su due negli istituti commerciali (!) e nei licei classici (fa' vaini a studia' l'aoristo...). Questo è l'analfabetismo "di andata": per gli adulti, invece, c'è quello di ritorno. In queste penose condizioni di ignoranza, soprattutto scientifica e matematica, cosa si vuole sperare che possano internet e calcolatori, se non creare un esercito di scimmie acefale dedite a sprecare banda scaricando forsennatamente suonerie per cellulari, crackz e MP3 illegali ed a spandere per ogni dove virus, worms e troiani, cliccando allegramente come deficienti su qualsiasi allegato o link ?
    • Alessandrox scrive:
      Re: Ma non eravami i migliori ?
      Personalmente credo che la responsabilita' di questa situazione sia da imputare agli insegnanti e a tutta la "filiera" dell' insegnamento, obsoleta e incapace di trasmettere conoscenze.Probabilmente cosi' vengono selezionati solo i piu' bravi e volenterosi che magari imparano ugualmente e da soli ma a che prezzo...- Scritto da: Anonimo
      La ricerca pubblicata dell'OCSE sulla
      qualità dell'apprendimento scolastico
      in 32 paesi industrializzati ha avuto
      giustamente ampio spazio e molti commenti,
      ma poi tutti se ne sono dimenticati alla
      svelta.
      All'uscita dalla scuola dell'obbligo, tenuto
      conto di tutti i diversi parametri
      utilizzati nella ricerca, i ragazzi italiani
      risultano significativamente sotto la media
      rispetto ai coetanei nel resto del mondo;
      più in dettaglio, sono per esempio al
      20° posto nella comprensione di un brano
      scritto, al 23° nella cultura scientifica,
      al 26° su 32 (inclusi Portogallo, Polonia,
      Grecia, Malta... mancava solo il Botswana,
      sarebbero stati dietro anche a quello) nelle
      conoscenze matematiche.
      Possiamo farci un'idea di cosa significhino
      in pratica queste valutazioni ricordando un
      dato di una ricerca di qualche anno fa:
      negli istituti tecnici industriali e nei
      licei scientifici uno studente su quattro
      non aveva saputo calcolare una percentuale,
      uno su due negli istituti commerciali (!) e
      nei licei classici (fa' vaini a studia'
      l'aoristo...).
      Questo è l'analfabetismo "di andata":
      per gli adulti, invece, c'è quello di
      ritorno.
      In queste penose condizioni di ignoranza,
      soprattutto scientifica e matematica, cosa
      si vuole sperare che possano internet e
      calcolatori, se non creare un esercito di
      scimmie acefale dedite a sprecare banda
      scaricando forsennatamente suonerie per
      cellulari, crackz e MP3 illegali ed a
      spandere per ogni dove virus, worms e
      troiani, cliccando allegramente come
      deficienti su qualsiasi allegato o link ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non eravami i migliori ? NO!
      Sono maledettamente pochi quelli che si danno veramente da fare in questo campo e non sono per nulla benvisti dal enorme numero di colleghi "fancazzisti".Questo non vale solo per l'informatica.Se vali e non sei raccomandato magari trovi posto all'estero.Se vali e sei raccomandato sei pericoloso.Se non vali e se raccomandato vai bene.
  • Santo scrive:
    Ma non eravami i migliori ?
    Ma come, non siamo i migliori del mondo ???Stanca: siamo meglio degli inglesihttp://punto-informatico.it/p.asp?i=48138notizia del 11/05/04Stanca: siamo meglio dei francesihttp://punto-informatico.it/p.asp?i=46783notizia del 03/02/04Stanca: noi meglio degli USAhttp://punto-informatico.it/p.asp?i=46689notizia del 27/01/04ISTAT: cresciamo. Stanca: siamo fortihttp://punto-informatico.it/p.asp?i=46465notizia del 09/01/04Insomma, decidetevi !Senza negare l'evidenza, se possibile...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ringraziamo anche Urbani...
  • mr_setter scrive:
    NO! Non c'e' ne' alcuna di speranza!
    Leggo l'articolo su Stanca&Soci e, come al solito, mi incazzo!!!Poi per fortuna e per mia igiene mentale leggo subito i post ed allora mi ritorna il buon umore!Ma e' davvero possibile che simili personaggi scorazzino ancora per il paese sparando le solite banalita' sulla ripresa dell'ICT grazie al digitale terrestre (digicheeeeeee??) bla bla bla ed al fatto che se il 2003 non e' proprio stato un buon anno e' perche' duepunti"L'andamento non incoraggiante per il 2003 - spiegano gli autori dello studio - è dovuto ad un mix di motivi: dalla stasi economica generalizzata al consolidamento delle spese di investimento fatte, a un parallelo downpricing di prodotti e servizi soprattutto nel comparto IT".Capito?? E' andato da cani anche perche' c'e' stato un abbassamento dei prezzi su prodotti e servizi! MA che ci stanno prendendo per il culo?? Semmai un abbassamento dei prezzi dovrebbe incentivare il mercato e non affossarlo!!!!Ma andassero a coltivare patate in Olanda! Va!:@ :@ :@ :@
  • Anonimo scrive:
    Re: Ringraziamo anche Urbani...
    - Scritto da: Anonimo
    Ovvio che la legge del suddetto mINISTRO non
    ha certo contribuito all'aumento dell'ICT
    italiano.
    D'accordo sulla pessima legge.
    Siamo in un paese il cui unico obiettivo
    (deviante) è sempre e comunque quello
    politico. Sfortunatamente, pochi sembrano
    accorgersene, e chi ne fa le spese è
    la crescita tecnologica.

    Come sempre, metodo hitleriano:
    repressione, divieto, multa, prigione. Ecco
    a cosa porta tutto questo. Come le multe,
    come la patente a punti, e come l'abuso di
    potere .
    a cui ci hanno abituati, in tutte le salse...

    Hanno forse promosso un referendum per
    rendere illlegale o legale (finalmente) il
    peer-to-peer ?

    NO ! Lo hanno imposto e basta. Perché
    sapevano (e sanno) che Internet avrebbe
    vinto, ancora.

    Chi decide come e perché
    creare/modificare le leggi ? :(

    E adesso ditemi che viviamo in uno stato
    democratico, così mi faccio due
    risate.

    Bye
    Se non vivessimo in un paese democratico non potresti neanche scrivere le ca@@@te che scrivi. Non esageriamo per favore!!!
    • Santo scrive:
      Re: Ringraziamo anche Urbani...

      Se non vivessimo in un paese democratico non
      potresti neanche scrivere le ca@@@te che
      scrivi. Non esageriamo per favore!!!Temo che ti sbagli.I politici, se solo potessero, la chiuderebbero subito (gia' stanno tentando di fare molto in questo senso). Ma non possono farlo, non e' che non vogliono. Non hanno i mezzi tecnici, non esistono i mezzi tecnici.A meno che non ci tolgano anche il telefono, potremmo sempre collegarci ad internet, con qualunque i.s.p. del pianeta.Per fortuna.P.S. la Telecom detiene ancora vergognosamente il monopolio sulla telefonia fissa, in barba alle indicazioni sulla libera concorrenza imposte dall Comunita' Europea, credi che sia un caso ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ringraziamo anche Urbani...


        I politici, se solo potessero, la
        chiuderebbero subito (gia' stanno tentando
        di fare molto in questo senso).
        Ma non possono farlo, non e' che non
        voglionoChiuderebbero subito cosa? Quali politici (nomi e cognomi se sei in grado altrimenti taci)?Per quale fine? Vedi di essere concreto e non riempirti solo la bocca di demagogia spicciola..


        P.S. la Telecom detiene ancora
        vergognosamente il monopolio sulla telefonia
        fissa, in barba alle indicazioni sulla
        libera concorrenza imposte dall Comunita'
        Europea, credi che sia un caso ?
        ...e quindi, secondo te, noi non saremmo un paese democratico solo perchè Telecom è monopolista? Dai un'occhiata alla Cina o a Cuba e poi sciacquati la bocca prima di parlare di democrazia!
  • Anonimo scrive:
    Otto milioni di baionette !
    Ci risiamo con la millanteria rifritta dei venticinquemilioni di utenti italiani. Da proiezioni commissionate all'istituto demoscopà pare anzi certo che entro il 2005 in Italia ci saranno almeno 142 milioni di utenti internet, e circa 58 milioni di cittadini. Tra parentesi, cosa diavolo c'entrino telefonini e digitale terrestre con la IT, l'ignoranza degli imprenditori che non investono nel SI e la situazione delle connessioni (tra monopolio di fatto, costi proibitivi, incumbent e banda larga dei sogni) leggermente peggiore rispetto al Botswana, ancora non l'ho capito.
  • Anonimo scrive:
    Finanza creativa di Tremonti...
    E ci credo che tutto il settore dell'ICT è in stagnazione... tutta l'economia in generale è ferma !Ringraziamo la finanza creativa di Tremonti che ci sta portando e ci porterà molto lontano !!:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    Ringraziamo anche Urbani...
    Ovvio che la legge del suddetto mINISTRO non ha certo contribuito all'aumento dell'ICT italiano.Siamo in un paese il cui unico obiettivo (deviante) è sempre e comunque quello politico. Sfortunatamente, pochi sembrano accorgersene, e chi ne fa le spese è la crescita tecnologica.Come sempre, metodo hitleriano: repressione, divieto, multa, prigione. Ecco a cosa porta tutto questo. Come le multe, come la patente a punti, e come l'abuso di potere .a cui ci hanno abituati, in tutte le salse...Hanno forse promosso un referendum per rendere illlegale o legale (finalmente) il peer-to-peer ? NO ! Lo hanno imposto e basta. Perché sapevano (e sanno) che Internet avrebbe vinto, ancora.Chi decide come e perché creare/modificare le leggi ? :(E adesso ditemi che viviamo in uno stato democratico, così mi faccio due risate.Bye
  • Alessandrox scrive:
    Digitale terrestre?
    Secondo voi come puo' l' introduzione della televisione digitale terrestre contribuire alla ripresa del mercato ICT?
  • Anonimo scrive:
    icona mancante
    http://punto-informatico.it/punto/20040628/ict.gif
Chiudi i commenti