SOMA, il terrore dei terroristi

L'hanno inventato negli USA, ed è una piattaforma completa per prevedere e gestire la minaccia estremista armata. Per combattere le reti terroristiche con una rete di computer

Roma – SOMA, ovvero Stochastic Opponent Modeling Agents : una piattaforma software intelligente, in grado di prevedere le mosse dei terroristi basandosi sui comportamenti attuali e trascorsi. L’hanno realizzata i ricercatori dell’ Università del Maryland , e ci sarebbero già quattro agenzie dell’intelligence USA che ne sfruttano le potenzialità per migliorare e rendere più efficiente la lotta alle organizzazioni estremiste.

Per funzionare, SOMA si basa su migliaia di regole di comportamento codificate in linguaggio di programmazione : le hanno elaborate assieme informatici ed esperti di politica internazionale del governo a stelle e strisce. Per scriverle si sono basati sulla storia e i comportamenti di 30 organizzazioni estremiste, tra cui le più note sono Hamas, Hezbollah, e Hezb-I-Islami.

Tutte queste nozioni messe assieme hanno dato vita ad un modello matematico, mediante il quale i ricercatori sostengono di essere in grado di fornire previsioni sulle prossime mosse che adotterà questa o quella fazione politica: “SOMA è uno sforzo congiunto di informatici e sociologi – spiega il professor Subrahmanian, a capo del progetto – che permetterà di migliorare la comprensione e prevedere il comportamento dei gruppi terroristici basandosi su rigorosi criteri matematici”.

SOMA è il fulcro di un portale, chiamato STOP ( SOMA Terror Organization Portal ): quest’ultimo, nelle intenzioni dei suoi creatori, dovrebbe trasformarsi in una sorta di “tavola rotonda virtuale” attorno alla quale far confrontare gli esperti e gli analisti delle varie agenzie governative. Chiunque abbia accesso alla piattaforma può non solo sfruttarne le capacità di previsione, ma anche arricchire il database di informazioni e regole di comportamento ottenute dalla propria personale esperienza: una sorta di intelligenza collettiva , pensata per sfruttare la rete per far comunicare tra loro gli esperti del settore.

“Gli analisti hanno bisogno di altro oltre a montagne di dati” spiega Aaron Mannes, esperto di politica medio-orientale e collaboratore allo sviluppo di SOMA: “Ci vuole un network per sgominare il network terroristico: gli analisti devono avere la possibilità di imparare da altri analisti”. STOP dovrebbe consentire agli agenti di confrontarsi a distanza, allargando gli orizzonti dell’analisi e giungendo più rapidamente ad una conclusione : “Con questo sistema è possibile illustrare a più persone contemporaneamente l’operato di un gruppo, permettendo di prevedere quali saranno le sue mosse future: gli analisti possono tenere sotto controllo tutte le informazioni del caso, per poi utilizzare le capacità di previsione del sistema e testare le proprie teorie”.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • salene chinca scrive:
    astemio
    astemio
  • mario pautasso scrive:
    Il Canone è dovuto anche dai verdurieri.
    Da quan ho letto nmi è parso di capire la legge prevede che se un cittadino detiene un qualsiasi oggetto che se trasformato potrebbe diventare atto a ricevere i programmi RAI, a questo punto chiunque detenga una patata ripeto una patata deve pagare il canone e sperchè con una patata , due chiodi , un pò di filo ed una cuffia si possono ricevere alcuni programmi RAI, quindi occhio alla dispensa.Bisogna porre fine al canone RAI si guadagnino la pagnotta.
  • Whitemagic scrive:
    Il servizio abbonamenti di Torino
    é un centro di solleciting mafioso.diversi anni fa mi disfai della televisione e da allora la mia famiglia vive felice. Con una trattativa di soli due anni sono riuscito a farmi togliere il canone. 5 anni dopo sono tornati alla carica adesso non mi mollano e continuano a mandare solleciti come posso denunciare il soppruso.
  • Categorico scrive:
    A proposito di canoni, balzelli e...
    ...monopoli anacronistici...Non è che i nostri politici, tanto poi paga il cittadino, non loro, faranno multare l'Italia per non aver abolito entro i termini richiesti il monopolio della SIAE sulla riscossione dei diritti d'autore?
    • pippo75 scrive:
      Re: A proposito di canoni, balzelli e...

      Non è che i nostri politici, tanto poi paga il
      cittadino, non loro, faranno multare l'Italia per
      non aver abolito entro i termini richiesti il
      monopolio della SIAE sulla riscossione dei
      diritti
      d'autore?ma secondo te, in quanti sanno di questi discorsi?E' come se vai da un lider di partito e gli chiedi di parlare di formati open di open source ( giusto per rimescolare gli stessi argomenti ).
  • Categorico scrive:
    Chi troppo vuole...
    ...nulla stringe.L'avidità porterà la RAI alla rovina, alienandole anche le poche simpatie rimastele.Se davvero ancora offre un servizio pubblico, notiziari, cultura, etc, si potrebbe trasmettere in chiaro, senza pubblicità e pagati in parte da un canone molto ridotto e imposto solo e soltanto a chi possiede un televisore o un sintonizzatore adatto ( NON "adattabile" , basta con le ambiguità nelle leggi, sono una fonte di arbitrio e una disonesta barbarie), in parte col contributo statale, le trasmissioni di pubblica utilità.Le trasmissioni "leggere" andrebbero, a scelta della RAI, anche caso per caso, magari in base alle fasce orarie, al tipo di trasmissione e alla maggior redditività, fascia per fascia e tipo per tipo, dell'uno o dell'altro metodo, trasmesse in chiaro e finanziate dalla pubblicità, oppure crittate e visibili pagando un canone supplementare facoltativo.
  • djinnZ scrive:
    La tassa mi sta bene, l'uso attuale NO
    Allo stato attuale la RAI non è un servizio pubblico ma un carrozzone. Informazione scarsa, assurde restrizioni per l'accesso all'archivio, trasmissioni insulse.Non mi va di pagare una tassa che finanzi il viscidume di Vespa, Vianello che si improvvisa giudice e giuria, Floris che lecca chi capita, Sanremo e le sue cariatidi, feticisti malati che ostentano la propria depravazione etc.Non mi va di pagare una imposta iniqua, non è più una tassa, visto che anche se ho un televisore che uso solo per vedere materiale registrato pago lo stesso; classico esempio dell'approssimazione con la quale vengono gestite le tasse ultimamente.La tassa dovrebbe servire a pagare solo gli impianti ed i telegiornali, non tutto il carrozzone.In più come per le autostrade e la SIP, prima ci hanno dissanguato per realizzarle, poi si svendono a qualche privato con la scusa che costano troppo.La tassa la voglio pagare ma che serva solo a pagare i ripetitori, disponibili a tutte le reti non solo alla RAI, solo se ne faccio uso. Ho un servizio pago una tassa per finanziarlo.E se la rai per quanto faccia schifo finisce qual è l'alternativa? Meditate su questo.
    • PGStargazer scrive:
      Re: La tassa mi sta bene, l'uso attuale NO
      - Scritto da: djinnZCUT
      E se la rai per quanto faccia schifo finisce qual
      è l'alternativa? Meditate su
      questo.Facileelimintata una tassa si possono aumentare i singoli tariffari dei servizi per dtt magari così con la scusa che aumenta il petrolio aumentano di costo all'utente pure i loro servizi e programmi :Danche l'informazione pilotata costa eh!
  • Nilok scrive:
    La TV "pubblica" NON ESISTE
    Ave.Certo che per credere ancora che esista una cosa chiamata "televisione pubblica".....ci vuole un bel fegato!La RAI-TAX è fonte inesauribile di finanziamenti occulti.Per credere, in campagna elettorale, che la aboliranno bisogna avere un bello stomaco!Insomma è tutta una questione di "Organi"....peccato che quello più utile, da quelle parti, sia già in pensione.A prestoNilok
  • Pastella scrive:
    E dopo la Rai tocca a radio radicale
    Non si capisce il motivo di un finanziamento pubblico ad una emittente che per il suo "servizio pubblico" ormai è ridotta ad un doppione di GR Parlamento.http://www.grparlamento.rai.it/ peraltro con stacchi lugubri fra un collegamento e l'altro.
  • mirkojax scrive:
    troppi soldi sprecati fuori dalla tv..
    Secondo me uno spreco immane di soldi da parte della rai e nel fare in continuazione siti web, io trovo molto bello il sito raiclick, ma ultimamente hanno fatto raimedia, a che serve? (pure poco incompatibile col mac) ma poi ogni programma televisivo ha una sua pagina, e poi c'e' rai news24, rai international, raisat, rainettuno, raidisc (www.disc.rai.it), rai enciclopedia multimediale (http://www.emsf.rai.it/)..., tutti graficamente diversi l'uno dall'altro quindi magari fatti pure ex-novo ogni volta.e ci credo che non gli bastano i soldi solo provenienti dalla pubblicita.facendo una ricerca su google su tutte le pagine con il dominio rai.itsite:rai.it vengono fuori 2,340,000 di paginecontrosite:mediaset.it - 466,000
  • Kyashan scrive:
    fa paura la propaganda?
    Perchè mi avete censurato?Ci sono post riguardo questa notizia ben più "politici"...io mi sono limitato a esprimere la mia opinione e a dire "mi sono rotto il cazzo"...se avessi detto kaiser non mi avreste censurato?
  • Sba scrive:
    Basterebbe spostarli sul digit terrestre
    Se la rai venisse in toto spostata sul digitale terrestre e la visione dei canali rai fosse possibile solo tramite una smart card il problema verrebbe risolto. Vuoi vedere la rai? Compri la smart card. Non la vuoi vedere? Non paghi.Io non pagherei, ritengo la qualità dei programmi rai infima (non che mediaset sia molto sopra sia chiaro...), preferirei continuare ad usare solo sky che offre una quantità di canali e programmi esponenziale rispetto alla rai e ad un prezzo molto simile, se non minore in certi casi.Chiaro che se si volesse mantenere il canone per quello per cui è nato, cioè come tassa sulle trasmissioni, in questo caso proporrei di abbassarla drasticamente o di usare l'IVA delle TV come propone Altroconsumo; ma questa tassa dovrebbe entrare nelle casse dello Stato e non in quelle della RAI che prenderebbe i soldi dalle Smart Card degli utilizzatori del LORO servizio.
    • pegasus2000 scrive:
      Re: Basterebbe spostarli sul digit terrestre
      - Scritto da: Sba
      Io non pagherei, ritengo la qualità dei programmi
      rai infima (non che mediaset sia molto sopra sia
      chiaro...), preferirei continuare ad usare solo
      sky che offre una quantità di canali e programmi
      esponenziale rispetto alla rai e ad un prezzo
      molto simile, se non minore in certi casi.Neppure io pagherei e moltissimi altri farebbero come noi...Capisci ora perché non fanno come dici te? ;)
      • ascolta un cretino scrive:
        Re: Basterebbe spostarli sul digit terrestre

        Neppure io pagherei e moltissimi altri farebbero
        come
        noi...
        Capisci ora perché non fanno come dici te? ;)Triste ma vero.Ai politici interessa un megafono gratis che accorre non appena loro hanno qualche cagatella da dire.Gratis per loro ma a carico nostro, ovviamente.In quanti vedrebbero ancora le loro facce con la rai criptata? Quante tv oltre la rai sono disposte ad inviare ogni giorno nello stesso posto tre troupes, tre giornalisti, tre assistenti operatore (per non parlare dei vari speciali parlamento, rai sat e company che fanno impennare il numero delle persone presenti che si aggiungono alle 9 appena citate)....Basterebbe ascoltare un po' le parole di chi ci lavora dentro per capire di cosa stiamo parlando, sprechi, appalti, raccomandazioni....Come potrebbero decidere di far cessare tutta questa pacchia criptandola? I politici sono furbi, mica fanno come tafazzi.
  • GIRIO BINGO scrive:
    CANONE RAI
    E' DA ELIMINARE PER IL FATTO CHE LE PUBLICITA' SULLE RETI RAI E' LA STESSA E MAGGIORE DI QUELLA FATTA SULLE RETI MEDIASET E LA 7 . ALLORA SI POTREBBE GIUSTIFICARE CON PROGRAMMI DI MIGLIORE QUALITA' INVECE NON E' COSI' SU TUTTE LE RETI TRANNE QUALCHE RARA ECCEZIONE FANNO TUTTI SCHIFO.
    • Sgabbio scrive:
      Re: CANONE RAI
      a dire il vero è mediaset quella che fa un uso massiccio di pubblicità pure dentro hai programmi televisivi
      • Colla scrive:
        Re: CANONE RAI
        Ma almeno non chiede soldi e mostra cose nettamente migliori!A quando è stata l'ultima "prima tv" rai in campo cinematografico? Jurassic Park forse? O peggio Shindler's List ? insomma sono ormai anni che paghiamo un "servizio" che a nessuno piace più già da molto tempo.Portino la RAI sul DT (DT che a dalle mie parti ovviamente ancora non fa vedere assolutamente niente... e non stò parlando di un paesello di montagna a 4000 metri -_-) e lascino la decisione all'utente se vuole o non vuole pagare l'abbonamento.Cosa ancora più grave, secondo me, è dare LIMITI alle tv commerciali.. perchè bloccare l'economia delle aziende e le scelte del pubblico? Non lo capirò mai...
      • pegasus2000 scrive:
        Re: CANONE RAI
        Perché la RAI no? Un volta, se ti ricordi, trasmetteva i film ed i telefilm ininterrottamente senza pubblicità.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 10.03-----------------------------------------------------------
  • Kyashan scrive:
    Se non vi piace questa classe politica..
    Votate scheda bianca...anzi bianca no che qualcuno la può sempre "modificare"...Ve la dovete far annullare!Ricordo a tutti che il votare scheda bianca (a dispetto di quello che dicono tutti,ovvero che è un atto di scarsa maturità,che poi è quello che dicono i politici) è comunque un diritto e significa esprimere il proprio dissenso verso questa classe politica...Significa dire:ora come ora mi fate tutti schifo,non voglio votare fra i due mali il male minore,voglio votare qualcuno che mi piace!Quindi se volete il mio voto andatevene e fate avanzare qualcuno più giovane/più in gamba/più onesto che voterò con piacere.Grazie spero che quelli che come me sono stanchi dell'Italia dei politici corrotti;l'Italia delle liberalizzazioni e privatizzazioni all'italiana;l'Italia della giustizia che non è giusta;l'Italia de:scusa,ma che significa la parola meritocrazia???;L'Italia de:siamo sempre fra gli ultimi in classifica,sotto al Ghana;L'Italia de:ci sta superando anche la Grecia!(ma vi rendete conto??La Grecia!);l'Italia de: non mi dimetto nemmeno morto,nonostante sia stato riconosciuto colpevole in tribunale (e noi italiani che continuiamo a permetterglielo!) facciano come me,perchè mi sono rotto il CAZZO!
  • Enjoy with Us scrive:
    Rai di tutto di piu'
    Piu' pubblicita', Piu' canone, meno qualita'.Vogliamo davvero finanziare un servizio pubblico?Bene...allora basta:1. solo un canale2. niente pubblicita'3. niente programmi di intrattenimento (tipo affari tuoi, con pacchi di soldi regalati all'amico di turno)4. notizie senza commenti politici5. Programmi solo culturali (es. rappresentazioni teatrali, documentari, tele istruzione ecc...)Per una TV pubblica cosi' allora si puo' anche pensare ad un canone obbligatorio es. 30/40 euro a famiglia all'anno
    • Sgabbio scrive:
      Re: Rai di tutto di piu'
      soluzione estrema in alcuni punti, all'estero ci sono reti pubbliche che chiedono il doppio del canone rai ma però si comportano realmente da reti pubbliche. Il problema è su cosa bagare il canone, per non parlare di come verrebbe amministrato.
  • tonzie scrive:
    E' caro
    E' un servizio pubblico, va bene, è un balzello che ci tocca pagare nonostante sia infarcita di pubblicità, va bene, ma è caro!Io sono della linea che la Rai si debba autofinanziare con pubblicità (senza esagerare), ma soprattutto facendo economia sugli stipendi ai manager e sui premi dei quiz e similiNon credo che siate tutti contenti di sapere che i 500.000 vinti ad affari tuoi li abbiamo pagati noi con il nostro canone!Senza contare che il costo attuale è di circa 8,33 al mese contro sky a 15 (mi pare ci sia qualcosa che non va considerato tutto quello che Sky da...)!
    • pegasus2000 scrive:
      Re: E' caro
      - Scritto da: tonzie
      Senza contare che il costo attuale è di circa
      8,33 al mese contro sky a 15 (mi pare ci sia
      qualcosa che non va considerato tutto quello che
      Sky dà...)!15 che??? 15 euri fino al 30 Aprile, successivamente con 15 euri ti danno in visione un solo pacchetto di Mondo a scelta... Praticamente 'na cagata!!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 febbraio 2008 09.43-----------------------------------------------------------
      • Sba scrive:
        Re: E' caro
        già peccato che hai molti + canali della rai e ANCHE tutte le trasmissioni in chiaro di rai e mediaset (il 90%)
        • Sgabbio scrive:
          Re: E' caro
          la cosa veramente assurda è che alcuni canali satellitari della rai li puoi vedere SOLO con SKY, per non parlare della storia scandasola del criptaggio di alcuni programmi per chi ha una parabola e non sky
        • pegasus2000 scrive:
          Re: E' caro
          Lo so, sono abbonato a Sky ai pacchetti Mondo+Sport+Calcio.
      • Sgabbio scrive:
        Re: E' caro
        per non parlare poi che la maggiornaza dei canali disponibili per SKY, sono di conto terzi e non di Sky stessa.
    • Sba scrive:
      Re: E' caro
      Lo sanno anche i cani che ad affari tuoi i premi sono finti, così come i concorrenti. Nessuno vince cifre alte, quelle vanno, si fa per dire, ad attori pagati dalla rai.Striscia la notizia lo ha AMPIAMENTE e inconfutabilmente dimostrato...
  • Obi Lan Kenoby scrive:
    La televisione pubblica va finanziata ..
    .. proprio perche' pubblica. Come le scuole. Poi, se a scuola non vuoi andarci, non significa che non devi anche tu contribuire.Avere una televisione di stato "privata" significa da subito cederla al prossimo cainano di turno.Se il canone lo pagassero tutti, potrebbe costare MOOLTO meno. Vedo bene una soluzione tipo 5 euro mensili in bolletta enel.
    • doctord scrive:
      Re: La televisione pubblica va finanziata ..
      Se il canone lo pagassero tutti gli introiti della RAI aumenterebbero ma inevitabilmente aumenterebbero anche le spese e i soldi buttati, come il resto del carrozzone Italiano ci insegna.Il canone deve essere abolito e la RAI deve essere finanziata in altro modo. Inoltre la televisione pubblica deve CHIARIRE cosa ci fa con tutti quei soldi, vogliamo i nomi delle consulenze, è un nostro diritto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 febbraio 2008 11.20-----------------------------------------------------------
      • Giuliano scrive:
        Re: La televisione pubblica va finanziata ..
        e perchè andrebbe finanziata ...ma davvero vuoi porre l'istruzione e la televisione sullo stesso livello?poi non ho mai visto scuole che oltre i soldi statali si autofinanziano con le pubblicità, ti immagini alla fine di ogni lezione la prof che dice: "E ora... consigli per gli acquisti !"
        • doctord scrive:
          Re: La televisione pubblica va finanziata ..

          e perchè andrebbe finanziata ...Un servizio pubblico super partes che da informazioni utili, tg, documentari e cose solo utili senza un minimo di pubblicità, magari una rete sola, questo andrebbe finanziato come si finanziano le strade o la scuola pubblica perchè come con la sanità non si dovrebbe contare solo sul servizio privato.Finanziare una cosa del genere costerebbe 1 euro al mese a famiglia secondo me.Quello che è ora RAI: talkshow, show a premi, informazioni politicizzate, pubblicità e via dicendo invece NON deve essere finanziato.
          • Giuliano scrive:
            Re: La televisione pubblica va finanziata ..
            beh mi trovo con te ;)cmq per un errore ho fatto il reply al tuo intervento, era mia intenzione farlo al primo messaggio ;)
        • Bars scrive:
          Re: La televisione pubblica va finanziata ..
          - Scritto da: Giuliano
          e perchè andrebbe finanziata ...

          ma davvero vuoi porre l'istruzione e la
          televisione sullo stesso
          livello?

          poi non ho mai visto scuole che oltre i soldi
          statali si autofinanziano con le pubblicità, ti
          immagini alla fine di ogni lezione la prof che
          dice: "E ora... consigli per gli acquisti
          !"Guarda che le scuole da qualche anno hanno gli sponsor aziendali, soprattutto gli istituti tecnici. Mai sentito parlare di presidi-manager? Negli USA sono proprio oltre, e le aziende che sponsorizzano hanno pure voce in capitolo sui programmi (leggiti No Logo della Klein)
          • Giuliano scrive:
            Re: La televisione pubblica va finanziata ..


            Guarda che le scuole da qualche anno hanno gli
            sponsor aziendali, soprattutto gli istituti
            tecnici. Mai sentito parlare di presidi-manager?


            Negli USA sono proprio oltre, e le aziende che
            sponsorizzano hanno pure voce in capitolo sui
            programmi (leggiti No Logo della
            Klein)no veramente nn ne avevo mai sentito parlare, in tal caso ben venga che una scuola abbia degli sponsor aziendali per ottenere servizi e attrezzature ma perdonami se nn credo che comunque sia la stessa cosa in tal caso quel tipo di scuola come la descrivi tu però perde del pubblico e viene soggetta ai cancelletti del privato.Non so forse sono io solo che la penso così ma comunque ho forte impressione che la tv pubblica sia solo l'ennesimo carosello di sprechi che vanno a rimpinzare le tasche di pochi svuotando quelle dei contribuenti effettivi...
          • Qualcuno scrive:
            Re: La televisione pubblica va finanziata ..
            Negli USA ci sono le cattedre universitarie sponsorizzate e sono anche molto ambite e prestigiose
      • Sgabbio scrive:
        Re: La televisione pubblica va finanziata ..
        abolito no, caso mai riformato. Anche perchè ci sono altre emmitenti statali estere che hanno un canone doppio ma però hanno una qualità che fa valere il denaro speso.Il problema è appuinto come viene richiesto il canone. Non puoi chiedermi di pagare il canone rai se ho un pc senza scheda TV! E come dire che dovrei pagare un canone per la scuola solo perchè ha casa ho dei libri, indipendente mente se sono didattici o meno!non so se il paragone ragge.
    • Chazer scrive:
      Re: La televisione pubblica va finanziata ..

      .. proprio perche' pubblica. Come le scuole. Poi,
      se a scuola non vuoi andarci, non significa che
      non devi anche tu
      contribuire.Bum.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: La televisione pubblica va finanziata ..
      contenuto non disponibile
      • doctord scrive:
        Re: La televisione pubblica va finanziata ..
        Stra-quoto!
      • gino pilotino scrive:
        Re: La televisione pubblica va finanziata ..

        Niente sceneggiati, concorsi a premi, reality,
        varietà: se vogliono farli, li mettono in una o
        più reti RAI-COMMERCIAL che viva solo di introiti
        degli sponsor, come fanno la altre
        reti.ti quoto appieno.oppure con smartcard del dtt. abbiamo voluto il digitale terrestre (miseri provincialotti, abbiamo una cultura pan-europea da 10000 canali che ci vola sulla testa e ci accontentiamo dei 4 canaletti che mandano via terra???) e mo' almeno usiamolo per qualcosa di serio, NON PER LA PUBBLICITA' INTERATTIVA E IL TELEVOTO A PAGAMENTO
    • salva scrive:
      Re: La televisione pubblica va finanziata ..
      quando toglieranno la pubblicità dalla rai allora si potrà incominciare a discutere se e come pagare il canone.Inoltrre bisogna tenere presente che la tecnologia fa passi da gigante e il canone è diventato uno strumento desueto oramai chiunque può vedere la rai da qualsiasi parte del mondo senza pagare un lira anzi un euro.
    • Rosmy scrive:
      Re: La televisione pubblica va finanziata ..
      La RAI non propone nulla che non si possa vedere in qualsiasi talk show, serietà zero, istruzione zero, informazione zero.Inoltre pubblicità sempre più assillanti mentre guardi un film e voglio fermarmi anche sui comportamenti di chi guida questa emittente e che si ripercuote anche sulla qualità dei programmi in onda. Ora anche le tasse Rai sul cell e computer oltre la tv domestica? Bene invece di andare a combattere la mafia nel sud con i titoli giornalistici e le pedine minori che acciuffano per farci contenti, consideriamo, le veri menti sono a guida della nazione? Tra poco pagheremo anche l'aria? Basta!
      • Sgabbio scrive:
        Re: La televisione pubblica va finanziata ..
        bhe Rai Futura al meno era interessanre è originale...ma ovviamente dopo 2 anni l'hanno cassato.....
    • pippo75 scrive:
      Re: La televisione pubblica va finanziata ..
      - Scritto da: Obi Lan Kenoby
      .. proprio perche' pubblica. Come le scuole. Poi,
      se a scuola non vuoi andarci, non significa che
      non devi anche tu
      contribuire.hai ragione, ma allora - si assume per concorso- non ci devono essere piu' stipendi milionari- perchè devono buttare soldi nelle scatole ( giochi a premi ), forse se passi 10 volte con il verde viene sorteggiato?
      Se il canone lo pagassero tutti, potrebbe costare
      MOOLTO meno. Vedo bene una soluzione tipo 5 euro
      mensili in bolletta
      enel.perchè enel e non telecom o altre ditte?e se io mi stacco da enel? ( sempre se è possibile )
    • Ricky scrive:
      Re: La televisione pubblica va finanziata ..
      Hei..Obi LAn per hobby...non per contraddire ma pare pacifico che il balzello e' NON DOVUTO.Per come era stato introdotto, per come viene richiesto e per l'inutilita' dei programmi che ci rifilano pretendendo pure la cagnotta.Poi apriamo un discorso...CHI ha deciso che deve esse di 106 euro e PERCHE'? Tu lo sai? hai dei conti alla mano per capirne la nascita?Poi...perche' TRE RETI se e' un servizio pubblico ne basta una...e allora le altre 2 come mai esistono?La rai vuole fare come tutte le strutture pubbliche:VIVERE GRAZIE ALL?ASSISTENZIALISMO TUTTO ITALIANO che tiene in vita unamarea di cose INUTILI e COSTOSE solo per parare i culi di chi le gestisce e dei PARENTI che vi lavorano.E BASTA...!L'Italia DEVE cambiare, non puo' piu' andare avanti cosi'...o i soldi non li avremo piu' nemmeno per mangiare!
    • Buaaahhh scrive:
      Re: La televisione pubblica va finanziata ..
      Vuoi la Tv di Stato ? Pagatela. Personalmente non mi interessa e non la uso. Quanto alla scuola al momento vengo tartassato per un servizio di cui i miei figli non usufruiscono , anzi siamo al ridicolo che l' incapacità del pubblico ricade anche su chi opta per l' educazione privata, bloccando anticipi e progressioni nel sitema scolastico per meriti. L'idea affascinante alla base di uno dei peggiori sistemi scolastici al mondo è quello di legare i ragazzi ai banchi fino al compimento del 16° anno di età a far programmi anacronistici che valutano zero le loro maggiori capacità individuale. Del resto di un paese che ammazza il mertito la RAI e i suoi scandaletti sono il perfetto paradigma.
  • Bars scrive:
    Il canone è giusto
    Se la RAI è un servizio pubblico è giusto che tutti paghino il canone, anche chi non ne usufruisce.D'altra parte con le tasse io pago la manutenzione di strade su cui mai passerò in vita mia, ospedali che mai visiterò ecc.Altro discorso - sacrosanto - è chiedere miglioramenti del servizio offerto. Se con le tasse pago l'ANAS e questa non fa adeguata manutenzione è mio diritto protestare, così come la RAI. Solo che per la RAI il discorso è più complicato perché si tratta di un prodotto culturale, fermo restando che tutto è migliorabile va osservato che il più scarso e ridicolo tg RAI (tg2) è di livello pari al tg di punta di Mediaset (tg5).
    • Seprano Antonio scrive:
      Re: Il canone è giusto
      Ma che c... dici? Io pago un contributo nel momento in cui usufruisco di quel contributo.Se in casa non ho una tv, non devo pagare il canone.Poi a cosa servano quei soldi a me poco importa.A 'sto punto pagassero la tassa sui supporti di memorizzazione anche quelli che non comprano cd vuoti, no?
      • Seprano Antonio scrive:
        Re: Il canone è giusto
        E aggiungo una cosa per sfalsare un mito: toglietevi dalla testa che paghiamo il canone rai perchè usufruiamo di un servizio.Se così fosse, ognuno potrebbe riunciare a vedere la rai (problemi tecnici permettendo) per vedere gli altri canali.Scordatevelo!!!Il canone si paga solo per il possesso della tv. Quindi non fate discorsi tipo "Io pagherei se il servizio fosse buono" oppure "Io non voglio pagare perchè in tv non c'è un cazzo di programma decente".Il punto fondamentale è che viviamo in un paese in cui ci fanno pagare per il "possesso" di oggetti, ma vi rendete conto??? Cioè io pago una tassa perchè possiedo una TV, perchè POSSIEDO un'auto... E' questa la cosa assurda.Ed è questo che va abolito. Che la RAI campa pure senza il canone rai, guadagna dalle pubblicità. E tanto basta.
        • W BeOS scrive:
          Re: Il canone è giusto
          E' anche qui mi starebbe bene, ma allora perche' il contributo lo pago alla rai ? dovrebbe essere spartito tra tutte le emittenti.Da qualunque parte guardi la cosa, ogni giustificazione risulta futile. E' ingiusta punto e basta
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il canone è giusto
            oddio spartito per tutte le emmittenti, no...vi prego! Già paghiamo di tasca nostra tutti i quotidiani e non con un contributo statale da terzo mondo..... figuarati anche le televisioni!
    • W BeOS scrive:
      Re: Il canone è giusto
      - Scritto da: Bars
      Se la RAI è un servizio pubblico è giusto che
      tutti paghino il canone, anche chi non ne
      usufruisce.Il discorso sarebbe corretto se non fosse finanziata con fior di spot pubblicitari come le altre reti commerciali
      D'altra parte con le tasse io pago la
      manutenzione di strade su cui mai passeròa e' vero tu voli
      in vita
      mia, ospedali che mai visiterò
      ecc.mai dire mai, un giro prima o poi ce lo fanno tutti

      Altro discorso - sacrosanto - è chiedere
      miglioramenti del servizio offerto. Se con le
      tasse pago l'ANAS e questa non fa adeguata
      manutenzione è mio diritto protestare, così come
      la RAI. Solo che per la RAI il discorso è più
      complicato perché si tratta di un prodotto
      culturale, fermo restando che tutto è
      migliorabile va osservato che il più scarso e
      ridicolo tg RAI (tg2) è di livello pari al tg di
      punta di Mediaset
      (tg5).si certo soprattutto il tg3, ma dove vivi ? . . . a ma e' vero tu voli :D
      • Disgraziato scrive:
        Re: Il canone è giusto
        - Scritto da: W BeOS
        - Scritto da: Bars

        D'altra parte con le tasse io pago la

        manutenzione di strade su cui mai passerò

        a e' vero tu voli(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Bars scrive:
        Re: Il canone è giusto
        L'unica cosa che vola è tuo cervello. Non mi pare sia tanto difficile capire che io pago le tasse anche per le strade pugliesi, la cui esistenza me ne può fregar di meno.Non è difficile da capire. I servizi pubblici vengono pagati da tutti, anche da chi non li userà mai. A meno che tu ti faccia fare la mammografia per divertimento.
    • Piero Di Terlizzi scrive:
      Re: Il canone è giusto
      Il canone non è giusto.A mio parere il canone RAI va abolito.Non ho capito, e credo che siano in tanti a non averlo capito, se esso è una tassa su un oggetto, e se così è, come si giustifica una tassa "annua" di oltre cento euro per un oggetto,ad esempio una radiolina, che ha un valore di acquisto di soli 10 euro?Se esso invece rappresenta per il corrispettivo per un servizio pubblico, credo che comunque questo servizio pubblico non vada pagato con questa modalità.Credo che esista il diritto del cittadino, di ogni cittadino, ad essere informato, in particolare sulle attività pubbliche e di pubblico interesse, e che quindi esista il dovere dello stato e degli enti pubblici a tenere informato ogni cittadino.Poichè questo diritto è di carattere generale il costo dell'informazione pubblica e non solo nella modalità radiotelevisiva, deve ricadere sulla fiscalità generale.Perchè un misero pensionato deve pagare, percentualmente al proprio reddito, molto di più di chi dispone di un reddito elevato per godere del medesimo diritto?
    • Luke scrive:
      Re: Il canone è giusto
      La RAI NON E' UN SERVIZIO PUBBLICO, è una televisione commerciale che fa concorrenza alle altre emittenti, ed è scandaloso che io debba finanziare con una tassa lo stipendio di conduttori pagati MILIONI di euro per raggiungere uno share maggiore degli altri canali, in modo da garantire introiti pubblicitari maggiori alla rete stessa! Il servizio di una rete pubblica dovrebbe consistere nell'informazione e nella promozione della cultura tra i cittadini, questi mi propinano "l'isola dei famosi" e hanno pure il coraggio di chiedermi soldi per finanziarli!
    • Gerry Potolicchi o scrive:
      Re: Il canone è giusto
      Quindi tu stai affermando che chi decide di staccare il telefono fisso lo deve pagare comunque in quanto servizio pubblico?Ma cerchiamo di essere seri e di ragionare sulle cose.Che la rai sia ormai diventata un servizio privato travestito da pubblico non lo vede solo chi non lo vuole vedere.Ritengo la tassa del canone rai (tassa che io pago) tra le più inutili e irritanti che ci siano.Ritengo le lettere che la rai sta spedendo (che sono arrivate anche a me che PAGO) un atto di arroganza e prepotenza che meriterebbe una class action, se fosse possibile.Per non parlare dei buchi creati dalle varie dirigenze che hanno praticamente buttato i soldi dalla finestra - soldi pubblici - Vogliamo ancora far finta di non vedere?Il canone rai VA ABOLITO!
      • Bars scrive:
        Re: Il canone è giusto
        - Scritto da: Gerry Potolicchi o
        Quindi tu stai affermando che chi decide di
        staccare il telefono fisso lo deve pagare
        comunque in quanto servizio
        pubblico?Il telefono non è un servizio pubblico. La rete telefonica prima della privatizzazione Telecom l'abbiamo pagata tutti invece, perché era considerata tale.
        Ma cerchiamo di essere seri e di ragionare sulle
        cose.
        Che la rai sia ormai diventata un servizio
        privato travestito da pubblico non lo vede solo
        chi non lo vuole
        vedere.
        Ritengo la tassa del canone rai (tassa che io
        pago) tra le più inutili e irritanti che ci
        siano.
        Ritengo le lettere che la rai sta spedendo (che
        sono arrivate anche a me che PAGO) un atto di
        arroganza e prepotenza che meriterebbe una class
        action, se fosse
        possibile.
        Per non parlare dei buchi creati dalle varie
        dirigenze che hanno praticamente buttato i soldi
        dalla finestra - soldi pubblici -

        Vogliamo ancora far finta di non vedere?
        Il canone rai VA ABOLITO!Se non ti piace il servizio è diverso. Quando un ospedale pubblico non funziona non si chiede la chiusura, ma il cambio dei vertici. Questo è il concetto di servizio pubblico in Europa.
  • VE LO DICO IO scrive:
    Questa è solo pubblicità gratuita...
    ...a questi politici che negli ultimi 20 anni hanno solo rovinato l'italia...Sapete che test questa gentaglia somministra a bambini di 9 anni nelle scuole?- Ti senti una persona(!) ignobile?- Ti senti attratto dall'altro sesso?- Non hai fiducia in te stesso?- Voresti cambiar famiglia?- I tuoi genitori sono dei falliti?- e domande del genere...Ad un bambino di 9 anni... in che mani è l'istruzione....
    • Ingenuo 2001 scrive:
      Re: Questa è solo pubblicità gratuita...
      Scusa eh! Da dove hai tirato fuori queste cose??Ingenuo 2001- Scritto da: VE LO DICO IO
      ...a questi politici che negli ultimi 20 anni
      hanno solo rovinato
      l'italia...

      Sapete che test questa gentaglia somministra a
      bambini di 9 anni nelle
      scuole?

      - Ti senti una persona(!) ignobile?
      - Ti senti attratto dall'altro sesso?
      - Non hai fiducia in te stesso?
      - Voresti cambiar famiglia?
      - I tuoi genitori sono dei falliti?
      - e domande del genere...

      Ad un bambino di 9 anni... in che mani è
      l'istruzione....
  • Uno di passaggio scrive:
    Se fosse...
    Se fosse un canone da pagare a fronte di un servizio veramente utile lo pagherei volentieri... Potrebbe essere come l'ultimo Mediaset Gallery, 3 canali tematici a 8 euro al mese (96 euro annui, come il canone?) ma senza nessuna pubblicità, film e telefilm cult o in prima visione... ecco, in quel caso pagherei più che volentieri invece che farmi il fegato amaro ogni volta che devo versare questa tassa... in fondo lo faccio con la Gallery, e li spendo veramente volentieri... Magari anche un telegiornale imparziale (utopica utopia)...
  • anglismi inutili scrive:
    Tax
    Tanto per la cronaca, in italiano si dice "Tassa".
  • Ricky scrive:
    politici, si comportano come pagliacci
    Se tutto questo veniva fuori in periodo NON lettorale nemmeno ci consideravano.il fatto e' che sti impuniti preparano cose firmate in modo da NON ottenere nulla ma di farle decantare negli anni.Se poi, al momento opportuno, qualcuno chiede...ecco pronta la risposta:ERAVASMO NOI!!! ABBIAMO FIRMATO!!! MA GLI ALTRI...(sti ALTRI...ci sono sempre...tranne quando si devono aumentare gli stipendi o fare qualche altra vaccata economica a LORO favore) ci hanno bloccato!!!MA NOI ERAVAMO CON VOI!
  • gigi scrive:
    bastardi
    mangiafranca a tradimento
  • fox1 scrive:
    rai tax
    Forse la RAI ha abrogato l'art.27 della Legge "Mammì" Legge n. 223 del 1990?Art. 27 (Norme sul canone di abbonamento)1. A decorrere dal 1º gennaio dell'anno successivo a quello di entrata in vigore della presente legge è soppresso il canone di abbonamento suppletivo dovuto dai detentori di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di trasmissioni televisive a colori previsto dall'articolo 15, quarto comma, della legge 14 aprile 1975, n. 103.2. Il pagamento del canone di abbonamento alla televisione consente la detenzione di uno o più apparecchi televisivi ad uso privato da parte dello stesso soggetto nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora.
    • Ingenuo 2001 scrive:
      Re: rai tax
      E se uno ha un computer portatile?Ingenuo 2001- Scritto da: fox1
      Forse la RAI ha abrogato l'art.27 della Legge
      "Mammì" Legge n. 223 del
      1990?
      Art. 27 (Norme sul canone di abbonamento)
      1. A decorrere dal 1º gennaio dell'anno
      successivo a quello di entrata in vigore della
      presente legge è soppresso il canone di
      abbonamento suppletivo dovuto dai detentori di
      apparecchi atti o adattabili alla ricezione di
      trasmissioni televisive a colori previsto
      dall'articolo 15, quarto comma, della legge 14
      aprile 1975, n.
      103.
      2. Il pagamento del canone di abbonamento alla
      televisione consente la detenzione di uno o più
      apparecchi televisivi ad uso privato da parte
      dello stesso soggetto nei luoghi adibiti a
      propria residenza o
      dimora.
  • anonimo scrive:
    Tassa da abolire
    Non è giusto che ci sia una tassa con un alto tasso di evasione e di difficle controllo, meglio stabilire che ogni anno vengano stanziati x soldi dal governo con un parametro che potrebbe essere il numero di abitanti moltiplicato un certo valore. Ma la televisione che viene finanziata dallo stato non deve avere pubblicità.Si parla tanto di ridurre le tasse e poi non si semplifica il modo di pagarle eliminando quelle che costa più incassarle e verificarle che di introito.Con l'abolizione dei finanziamenti ai giornali una bella risorsa da utilizzare diversamente
    • Aboliamo pure il canone telecom scrive:
      Re: Tassa da abolire
      Tutti i Canoni a mio avviso dovrebbero rientrare in una legge che li bandisse per sempre. Non mi si puo' chiedere una tassa per qualcosa che potrei usufruire. Se si rompe un doppino telefonico lo pago in quell istante, altrimenti nulla. Ma un canone per un eventuale guasto no. E poi i centralini sono scortesi, "Ma lo sanno che stanno li col mio canone" ???
      • nome e cognome scrive:
        Re: Tassa da abolire
        Non permetteranno mai di togliere la pubblicità...Sono soldi che vanno ai dipendenti.Tanto per conoscenza qui c'è la lista dei dipendenticon relativo grado di merito per essere entrati in raihttp://pensierarte.blogspot.com/2007/10/la-famiglia-rai.html
      • Guybrush scrive:
        Re: Tassa da abolire
        Occhio... La rai raccoglie il "canone" (che non e' un canone ma una imposta) e gira una fetta degli introiti dallo stato: e' una concessionaria, trattiene una parte per erogare un (dis)servizio e finanzia il resto con la pubblicita'.In se il canone non e' il "male". Prendi quello telefonico: se avessi potuto scegliere tra "spendi 40 euro al mese e telefoni/scarichi/cazzeggi quanto vuoi" e "paghi solo quello che consumi", o qualche altra via di mezzo, penso che non avresti parlato di eliminare tutti i canoni, no?In un mercato in concorrenza succede proprio questo.Invece tanto la RAI (attraverso le manovre del governo) che la SIP (ora telecom) hanno potuto viziare questo mercato permettendo l'ascesa di Mediaset (colpevole solo di aver sfruttato al meglio le occasioni offerte da un governo dalle mani non proprio pulite) e del Tronchetto.Il canone Rai e' solo una conseguenza, abolirlo non significa abolire quello che lo ha prodotto... finiresti solo col ritrovarti con un altro cetriolo piu' difficile da schivare e certamente piu' grosso.GT
        • Wolf01 scrive:
          Re: Tassa da abolire
          Si ma un conto è pagare un canone per utilizzare un servizio, un altro è pagarlo per non usarlo o usarlo molto raramente, due punti a confronto della mia realtà:1) ADSL: ho scelto il contratto flat, come penso tutti quelli che la usano ogni giorno, e siccome l'ADSL è pagata 24/7 la uso 24/7, non c'è mai un momento in cui il router sia offline (senza contare eventuali blackout o guasti sulla linea)Di questo servizio usufruisco in qualsiasi momento ho voglia, il mio server è sempre raggiungibile da qualsiasi parte nel mondo via dyndns e ssh (di certo non lo lascio aperto a chiunque), posso scaricarmi un file oppure caricarlo sul server, controllarlo in remoto, ho pure un sito web e un forum con alcuni frequentatori2) Abbonamento Live GOLD per la xbox360: ho scelto di non farlo, anche se ho molti amici che insistono per farmi giocare online, ma siccome posso usufruirne soltanto nei weekend che senso ha pagare per 1, 3 6 mesi o 1 anno?Se in questo caso fosse a consumo lo farei istantaneamente, ma certamente il prezzo della flat del servizio (che non è molto alto comunque) non vale l'utilizzo che ne faccioPer la RAI, o meglio la TV è la stessa cosa, la guardo il meno possibile, alla sera preferisco farmi una chattata/uscita con gli amici o leggere un buon libroSe fosse a pagamento su utilizzo, come Sky, Mediaset premium o altro, allora sarebbe una questione diversa, pagherei anche quei 3-5 per vedermi un film una volta ogni tanto, ma siccome ci sono pubblicità etc, preferisco comprarmi o noleggiarmi il film in questione e rivedermelo con calma quando ho vogliaE poi ancora una cosa: dove vanno a finire questi soldi (come chiede nel ramo di post qui sotto Mi scoccio di loggare), noi li paghiamo e loro se ne vanno alla Endemol oppure in ricchi premi e cotillon ai vari dipendenti-partecipanti ai giochi a quiz dove il vincitore è gia deciso?
    • Mi scoccio di loggare scrive:
      Re: Tassa da abolire
      I canoni, sono tasse imposte dallo Stato ( o da aziende con il beneplacito dello Stato ) per la costruzione di infrastrutture atte alla diffusione di un determinato servizio ( televisivo, telefonico, elettrico... ).Pagare il canone, puo' avere senso, quando la rete del servizio è inesistente o è in costruzione in tutto il Paese.Un'altro motivo valido, potrebbe essere quello di pagarlo se questo portasse poi ad usufruire gratuitamente o al mero costo di produzione, del servizio preposto ( quindi chiamate telefoniche nazionali gratuite, telefonate internazionali a pochissimi centesimi di euro, costo del kw a pochissimi centesimi di euro, film a 3 mesi dall'uscita nei cinema... e si potrebbe continuare all'infinito... )Se invece il canone, da tassa per la costruzione di infrastrutture, diventa tassa per spennare senza motivo la popolazione italiana, allora tutto cio' diventa illegale e credo che sia lecito chiedere DOVE vanno a finire quei soldi, A COSA serviranno e PERCHE' continuare a finanziarlo.Questa e' l'ottica su cui lottare e spingere.
    • fiorefr73 scrive:
      Re: Tassa da abolire
      Il canone RAI in se per se non mi da' tanto fastidio, come cifra intendo!Quello che mi da' fastidio è il pagare il canone alla RAI e vedere che la stessa fa più pubblicità di Mediaset, che con i soldi del canone si pagano programmi inutili come l'Isola dei Famosi, San Remo (alzi la mano tra i giovani chi ha visto S.Remo negli ultimi 10 anni) e che non c'è verso di vedere un film, una serie televisiva oppure un evento sportivo degno di questo nome...Anche l'informazione non è delle più brillanti, faticano a stare al passo coi tempi e si contraddicono da un TG ad un altro. Molto meglio il TG di Sky dove le notizie vengono solo riportate senza nessun commento politico (non sempre cmq).La RAI, a causa della sua costituzione clientelare non riesce a creare un palinsesto degno di questo nome e dovrebbe essere completamente ristrutturata, magari basandosi su un modello come quello di SKY, con i canali tematici (sport, cinema, documentari). Mi rendo tuttavia conto che, a causa degli interessi politici che ruotano attorno alla TV di stato, questo non potrà mai accadere.Quando la RAI tornerà ad offrire un servizio degno del compito che deve assolvere, il canone sarà un mezzo di sussistenza che gli italiani saranno ben felici di pagare, ma al punto in cui siamo, il canone viene visto solo come l'ennesimo balzello imposto per ottenere in cambio aria fritta.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 febbraio 2008 09.33-----------------------------------------------------------
  • jfk scrive:
    Si è proprio vero...
    ma lo faranno immediatamente dopo che gli asini impareranno a volare
    • Conte Mascetti scrive:
      Re: Si è proprio vero...
      - Scritto da: jfk
      ma lo faranno immediatamente dopo che gli asini
      impareranno a volareMai stato in un aeroclub italico di sabato o domenica? :D
      • Polemik scrive:
        Re: Si è proprio vero...
        StraLOL! (rotfl)E complimenti per il nickname, un bell'omaggio ad un attore/personaggio indimenticabile.
  • Overture scrive:
    Si si certo... come no...
    Adesso ne parlano tutti, sono lì che fanno la fila e fanno a gara a chi simula meglio preoccupazione per il problema rai... come fanno già per potere d'acquisto in costante calo, l'istruzione scadente ecc.ecc.Le elezioni sono alle porte ed il canovaccio del teatrino itaglia è chiaro in proposito: "bisogna promettere tutto a tutti, che sia possibile o che si voglia mantenere quanto promesso, è trascurabile" e ancora "è importante mettersi in mostra e farsi sentire vicini alla gente: al giovane che non trova lavoro, il padre di famiglia che l'ha perso, al piccolo imprenditore schiacciato da concorrenza straniera sleale/illegale oltre che dagli usurai, all'anziana la quale pensione è talmente scarsa da obbligarla a scavare nei rifiuti ecc.ecc.ecc."Poi appena il teatrino delle votazioni sarà chiuso, che le poltrone saranno state assegnate di nuovo tutto come prima.Chi ha dato ha dato, chi ha avuto, ha avuto scurdammoce o passat ecc.ecc.
    • du.demon scrive:
      Re: Si si certo... come no...
      Ti quoto, anche se una mia preferenza nell'arco parlamentare ce l'ho (ma non sono citati nell'articolo). Non sono tutti tutti uguali. Basta non fermarsi a guadare solo i grandi.du.demon
      • Overture scrive:
        Re: Si si certo... come no...
        Peccato che i piccoli non siano meglio dei grandi. Fino adesso non ho visto nessuno rifiutare un'alleanza ed avere il coraggio di correre da solo sparando a zero su quella banda organizzata di ladri e truffatori (visto italian job sulla questione "lauree ai parlamentari ? Berkley ?"
    • fra martino scrive:
      Re: Si si certo... come no...
      non ti va bene? emigra.
      • fante76 scrive:
        Re: Si si certo... come no...
        Io un pensierino lo sto facendo... ;)
        • Uno di passaggio scrive:
          Re: Si si certo... come no...
          Se tutti avessero la possibilità di emigrare l'Italia non sarebbe più Italia, perché tanti, troppi, sono oramai stanchi di questo paese... abbiamo un paese stupendo ma governato nel peggiore dei modi... E lo sanno a Roma, lo sanno bene... e se non la pensi come loro non potrai mai entrare nelle fila di chi tira le redini di questo paese, non ti ci fanno arrivare, e se per sbaglio ci arrivi poi ti ritrovi i bastoni fra le ruote perché non fai i loro comodi... fino a quando questa generazione di politicanti non morirà di speranze ne vedo poche... e anche qualora accada vi saranno i loro eredi, i loro scolaretti tirati su a lezioni di burocratese e falsi in bilancio...
    • fante76 scrive:
      Re: Si si certo... come no...
      Sono assolutamente d'accordo con te.
      • VE LO DICO IO scrive:
        Re: Si si certo... come no...
        Complimenti!! Non c'è niente di più vigliacco che scendere dal carro quando sta per schiantarsi, anzichè provare a fargli cambiare rotta...Del resto questa è l'italia...
        • longinous scrive:
          Re: Si si certo... come no...
          - Scritto da: VE LO DICO IO
          Complimenti!! Non c'è niente di più vigliacco che
          scendere dal carro quando sta per schiantarsi,
          anzichè provare a fargli cambiare
          rotta...Terrei a precisare che io (come gli altri, suppongo) ci sono nato sul carro senza per altro farne specifica richiesta e non vedo in che modo io gli sia debitore di qualcosa per cui mi debba sbattere per fargli cambiare una strada decisa da altri senza interpellarmi.Se a loro va bene che il carro si schianti e non permettono a nessuno di fargli cambiare rotta trovo che la cosa più sensata sia buttarsi giù finché il muro è sufficientemente distante.
          • VE LO DICO IO scrive:
            Re: Si si certo... come no...
            Ma che razzo stai dicendo... nessuno sceglie la famiglia in cui nascere!! Sei nato qui e se davvero interessa il tuo paese lotti finchè sia una potenza mondiale di tutto rispetto!!Io ci tengo al mio paese e VOGLIO che tutti quei politici si tolgano dalle balle...Poi se a te non frega un razzo... beh è tutto un altro discorso, per te una terra vale l'altra...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Si si certo... come no...
            quando uno è ridotto alla fame, non pensa a combattere ma trovare un modo per vivere decentemente, infatti è per questo che molti emigrano.
          • longinous scrive:
            Re: Si si certo... come no...
            - Scritto da: VE LO DICO IO
            Ma che razzo stai dicendo... nessuno sceglie la
            famiglia in cui nascere!! Sei nato qui e se
            davvero interessa il tuo paese lotti finchè sia
            una potenza mondiale di tutto
            rispetto!!Queste dal mio punto di vista sono semplici velleità di potere.Niente in contrario che tu voglia averle, ma è come fomentarsi perché "campioni del mondo poooooo po po po po poooooo pooooooooo"Non sono interessato ;)
            Io ci tengo al mio paese e VOGLIO che tutti quei
            politici si tolgano dalle
            balle...Se il futuro del Paese dipendesse da quello che si vuole noialtri dubito che andrebbe così male.Va male, ergo quello che vogliamo noi non conta un razzo.Magari a te non fa nulla, ma a me non essere mai preso in considerazione quando si prendono decisioni che riguardano me da molto fastidio.
            Poi se a te non frega un razzo... beh è tutto un
            altro discorso, per te una terra vale
            l'altra...Mi ritengo finito qua per caso e mi comporto di conseguenza: non chiedo nulla e voglio non mi sia chiesto nulla.Lealtà verso lo stato, la costituzione e/o quant'altro per me sono parole vuote.Non mi riconosco in niente di tutto ciò, quindi perché dovrebbe interessarmi?La mia non vuole essere sterile polemica, sia chiaro, solo un punto di vista.Cordialmente :)
          • VE LO DICO IO scrive:
            Re: Si si certo... come no...
            Certo è un punto di vista per carità... nessuno te lo nega.. ma dal mio punto di vista non attivarsi per risollevare questo paese e scappare è come dire alla propria madre "se muori a me non frega un ca22o".. ripeto secondo me....
          • longinous scrive:
            Re: Si si certo... come no...
            - Scritto da: VE LO DICO IO
            Certo è un punto di vista per carità... nessuno
            te lo nega.. ma dal mio punto di vista non
            attivarsi per risollevare questo paese e scappare
            è come dire alla propria madre " se muori a me non
            frega un ca22o ".. ripeto secondo
            me....mi pare che il concetto sia un po' forzato, ma se vogliamo scendere fino a questo livello, diciamo di si.Quindi?
          • VE LO DICO IO scrive:
            Re: Si si certo... come no...
            è un punto di vita, per me la nazione è come mia madre, ci tengo che sia in salute...
          • Overture scrive:
            Re: Si si certo... come no...
            E la velocità non troppo elevata. Spappolarsi nella caduta non è salutare
          • longinous scrive:
            Re: Si si certo... come no...
            Giusta puntualizzazione.
        • DuDe scrive:
          Re: Si si certo... come no...
          - Scritto da: VE LO DICO IO
          Complimenti!! Non c'è niente di più vigliacco che
          scendere dal carro quando sta per schiantarsi,
          anzichè provare a fargli cambiare
          rotta...

          Del resto questa è l'italia...come, che suggerisci ?
Chiudi i commenti