Sony boccia EA Access

La società nipponica non è interessata al servizio di abbonamento lanciato da Electronic Arts e per ora esclusiva di Xbox One. Sony apre al cloud gaming e punta tutto su PlayStation Now

Roma – EA Access, no grazie. All’indomani della presentazione del servizio che offre l’opportunità di giocare con i migliori videogame targati Electronic Arts dietro abbonamento, e per ora esclusiva Xbox One, Sony risponde subito mostrando zero interesse per la soluzione. “Abbiamo valutato l’offerta ma per i nostri utenti non ci sarebbe stata alcuna convenienza”, si legge in una nota dell’azienda nipponica, che punta forte su PlayStation Now, il servizio appena lanciato nel mercato nordamericano che consente di giocare via streaming su smartphone, tablet, console portatile e smart Tv.

Pur se diversi, ed entrambi in versione beta, i due servizi viaggiano nella stessa direzione offrendo un’alternativa attesa da parecchio tempo dai gamer. EA Access mette a disposizione il meglio del suo catalogo per cinque dollari al mese o trenta all’anno (che in Europa saranno pari a 3,99 euro mensili e 24,99 euro su base annuale) per giocare senza limiti ai vari Fifa 14, Battlefield 4, Peggle 2 e Madden NFL 25, catalogo iniziale cui si aggiungeranno nel tempo altri titoli. Nel pacchetto sono comprese altri due passaggi significativi: lo sconto del 10 per cento sui futuri acquisti digitali e, soprattutto, la possibilità di testare in anteprima i nuovi titoli divertendosi per cinque giorni con l’intero gioco e non con semplici demo.

Mentre si crogiola con l’incremento del 200 per cento degli abbonati a PlayStation Plus, da parte sua Sony punta con PlayStation Now a soddisfare la sete di gioco scommettendo su cloud, con oltre cento titoli disponibili a diverse fasce di prezzo (tre dollari per quattro ore, sei per una settimana, otto per un mese, quindici per tre mesi), e sulla versatilità, affidandosi al video-streaming su ogni dispositivo mobile.

Servizi innovativi ed esclusivi, EA Access e PlayStation Now segnano uno strappo col passato basato sul download e sul possesso dei titoli, in un mercato che sta cambiando in fretta e nel quale conviveranno tante tipologie diverse di giocatori.

Alessio Caprodossi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • franco.ff scrive:
    prove provate
    Purtroppo mi associo. Figura di mierda con un mio amico extraterrestre. Con la chiavetta di operatore cagoso (ma uno vale l'altro) l'ho fatto ridere. Mi ha detto "non chiavate con chiavetta, vi estinguerete in breve tempo"Poi sono andato con lui a strasburgo, e in internet point avevo 30 Mb/s stabili...Ma perchè?
  • Francesco scrive:
    Poveri sfigati
    Tanto in ItaGlia siamo e sempre saremo dei poveri sfigati connessi da provvider di pastafrolla che non investono.Ero a Gorizia, primario operatore di telefonia, non riuscivo nemmeno a cercare una via... di colpo le pagine dello smartphone hanno cominciato ad aprirsi alla velocità della luce.Banalmente il coso aveva agganciato un operatore sloveno...
  • per chiarezza scrive:
    Tbit/s
    I 43 terabit indicano la velocità di trasmissione dati non la quantità.ciao.
  • PaoloDB scrive:
    fibra italiana
    Anche alla centrale telecom a 20 metri da casa arriva la fibra... Ma più di 640K non mi danno. Potenza della fibra italiana.
    • AranBanjo scrive:
      Re: fibra italiana
      Se sei un ADD non c'è fibra ottica come backhaul, ma un aggregato di N circuiti simmetrici in rame.
      • Verissimo scrive:
        Re: fibra italiana
        - Scritto da: AranBanjo
        Se sei un ADD non c'è fibra ottica come backhaul,
        ma un aggregato di N circuiti simmetrici in
        rame.dipende dal NTT. Se sei in backbone allora avrai la simmetria doppia di 1Mb/s altrimenti in doppio LTS vai di meno.Io con HTTPS vado fino a 50Mb/s di giorno e 80MB/s di notte a causa dei flares, altrimenti si aggrega
        • AranBanjo scrive:
          Re: fibra italiana
          Tristerrimo.Proviamo a spiegare in altre parole:se la tua centrale eroga al massimo 640, dietro non hai fibra ma rame.Più comprensibile?
  • Web Surfer scrive:
    Azz
    In ogni caso per noi sfigati Italiani queste velocità resteranno solo un sogno :(
    • Mufasa scrive:
      Re: Azz
      - Scritto da: Web Surfer
      In ogni caso per noi sfigati Italiani queste
      velocità resteranno solo un sogno
      :(Che c'entra scusa... noi italiani siamo sfortunati, ci colpiscono le tempeste solari, come possiamo progredire con madre natura contro, come ?! :(
    • joey scrive:
      Re: Azz
      domanda, a che servirebbe tanta velocità per uno sfigato italiano?
      • non fumo non bevo e non dico parolacce scrive:
        Re: Azz
        - Scritto da: joey
        domanda, a che servirebbe tanta velocità per uno
        sfigato
        italiano?Per esempio un Netflix con risoluzione 4K?O tanti altri servizi che qualcuno sta immaginando per i prossimi anni ?Quando altri li avranno, noi diremo quanto sono bravi...
  • Leguleio scrive:
    Errori
    " Il traguardo danese si inscrive di diritto nella tendenza, oramai costante da anni, di intensificare l'utilizzo delle tecnologie ".Meglio iscrivere. Inscrivere si usa ormai per le circonferenze disegnate all'interno di un poligono. " interessati piuttosto a imitare il meccanismo delle trasmissioni laser su fibra riproducendone una variante virtuale attraverso canali fatti pura aria ".Fatti di pura aria.
Chiudi i commenti