Sony esternalizza il test dei prototipi agli utenti

L'azienda nipponica vuole coinvolgere i consumatori nel processo di ricerca e sviluppo di nuovi prodotti. Un sistema per far lavorare gli utenti, ma non solo

Rpma – Sony ha aperto le porte di Future Lab Program (FLP), un’iniziativa presentata come un’opportunità per il pubblico di “provare il futuro” prima ancora che questo diventi realtà: in sostanza, gli utenti avranno modo di testare i prototipi in sviluppo presso i lab della corporation nipponica fornendo opinioni sulle migliore da apportare o le funzionalità da aggiungere.

L’azienda della PlayStation, del Walkman e del Betamax dice di voler utilizzare l’apporto del pubblico per farsi “ispirare” nell’opera di ricerca e sviluppo di prodotti, gadget e servizi innovativi, un modo per approfittare di un feedback gratuito che potrebbe in teoria migliorare le opportunità di successo del suddetti prodotti.

Per dare sostanza alle promesse di Future Lab Program, Sony ha anche presentato il primo prototipo che dovrebbe entrare a far parte del programma: attualmente noto solo come “N”, il nuovo gadget è “un nuovo modo di sperimentare musica e suono” senza la necessità di interagire con le mani o di inserire auricolari all’intero delle orecchie.

Il gadget “N” verrà presentato in occasione del prossimo SXSW accanto ad altri prototipi FLP ancora inediti, e la corporation spera ovviamente di ricavare da questa e altre iniziative (come la piattaforma di crowdfunding First Flight o le interfacce futuristiche di Life Space UX) una nuova “hit” capace di rinverdire i fatti della sempreverde PlayStation o del succitato Walkman.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti