Sony ritira il nuovo firmware di PS3

Negli scorsi giorni Sony ha dovuto affrontare due problemi: la sospensione della distribuzione del nuovo firmware 2.40 per PS3 e l'eliminazione dal sito us.playstation.com di uno script maligno cinese

Roma – Poche ore dopo il suo rilascio ufficiale, Sony ha deciso di ritirare il nuovo firmware 2.40 per PlayStation 3 e ripristinare il download della versione precedente, la 2.36. Il motivo è dovuto alla segnalazione, da parte di un certo numero di utenti, di alcuni problemi legati all’update.

“Siamo a conoscenza che un limitato numero di consumatori ha sperimentato un problema su PS3 dopo l’installazione dell’aggiornamento del software di sistema”, si legge in questo post del blog ufficiale di PlayStation. “Sebbene il volume delle segnalazioni sia basso (…), stiamo lavorando assiduamente per isolare il problema e fornire una soluzione”. Lo staff tecnico di Sony ha promesso di pubblicare ulteriori aggiornamenti sulla vicenda in questa sezione del blog.

Secondo quanto riportato dal sito Joystiq , in certi casi il firmware 2.40 impedisce a PS3 di eseguire per intero il caricamento dell’ambiente grafico XMB, rendendo la console inutilizzabile. In altri casi, l’esecuzione di alcuni giochi causa la comparsa di una schermata nera da cui è possibile uscire solo riavviando la console.

Alcuni tra i videogamer più intrepidi affermano di essere riusciti a risolvere il problema rimuovendo l’hard disk di PS3 e formattandolo via PC: in questo modo, però, si perdono tutti i dati registrati sul drive, inclusi profili e salvataggi.

Come si anticipò poche settimane fa, le due più importanti novità del firmware 2.40 sono date dalla possibilità di accedere alla XMB mentre si sta giocando e dall’introduzione di un sistema dei trofei, una sorta di obiettivi che il giocatore può raggiungere procedendo in un gioco. Una FAQ (in inglese) sulle novità del nuovo firmware si trova qui .

Quello che ha costretto Sony a ritirare il nuovo firmware di PS3 non è l’unico guaio che, negli scorsi giorni, ha colpito la celebre multinazionale. La società di sicurezza Sophos ha infatti rivelato che il sito ufficiale statunitense di PlayStation compariva, fino a martedì scorso, fra i 794 domini infettati da un recente attacco di tipo SQL injection . Ora il sito risulta “pulito”.

“Il sito PlayStation di Sony è stato utilizzato abusivamente da cracker cinesi per dirottare i visitatori verso un sito maligno che tenta di installare dei falsi software di sicurezza”, si legge sul blog di SophosLabs. Il sito maligno a cui fa riferimento Sophos è coldwop.com , che secondo le informazioni fornite dal servizio Safe Browsing di Google , negli ultimi tre mesi sarebbe stato responsabile dell’infezione di oltre 1170 domini. Attualmente il server di coldwop.com non risulta più attivo.

Avviso di Firefox 3

Se si esegue una ricerca su Google utilizzando come parola chiave “coldwop.com/b.js”, che è poi l’indirizzo dello script maligno installato sui siti infetti, emergono oltre 48mila risultati : nella stragrande maggioranza dei casi si tratta di pagine compromesse dai cracker cinesi mediante tool di scansione automatici. Tra i siti infetti se ne contano anche alcuni italiani.

Proprio alcuni giorni fa Microsoft ha promosso l’uso di tre tool di sicurezza che, nelle mani di sviluppatori ASP e amministratori di sistema, possono arginare i sempre più frequenti attacchi di SQL injection.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • BLah scrive:
    Enrico Giancipoli
    Un plauso a questo redattore, che sta sostenendo un argomento importante sotto molti punti di vista, e che si specializza nel nostro disastrato paese.Li leggo con molto interesse questi articoli, purtroppo anche i commenti fatti da lamerazzi che tranquillamente si possono lasciar stare, come un cane che sopporta le odiose pulci.Via alla prossima intervista e prossima ditta italiana!
  • TUNNAZ scrive:
    Ma la piattaforma PC...
    ...non era in testa nelle scelte dei videogiocatori con un vantaggio schiacciante (fonte hwupgrade se non ricordo male, ed il dato proveniva da E3 o computex se non ricordo male)
    • Giulio Guidetti scrive:
      Re: Ma la piattaforma PC...
      Non credo proprio.. se fino a qualche tempo fa (in verita' poco...) il PC la faceva ancora da padrone, adesso le vendite di videogiochi vedono in netto vantaggio quelli per console, e succede esattamente il contrario di quello che accadeva prima: i giochi per PC esistono solo perche' c'e' il corrispettivo per console.Non e' una questione di sviluppo comunque, la quasi totalita' dei giochi per PS3 e Xbox360 viene sviluppata su PC e poi "portata" (nel senso che pure se si lavora con in mente la console di destinazione) il piu' delle volte il gioco gia' esiste su PC e le esclusive per console sono solo un fatto commerciale, le fandonie come: quel gioco non potrebbe mai girare su un PC perche' [serie di scuse improbabili...] sono solo, appunto, fandonie.I numeri oggi sono troppo sbilanciati, talmente a favore delle console, che a volte si decide di non pubblicare un gioco per PC (ma farlo solo per console) anche con il gioco gia' pronto e funzionante, solo perche' non ne vale la pena (marketing, supporto, distribuzione) valutando le copie vendute. Certo poi esistono alcune categorie che vendono nel PC la macchina da gioco "naturale", i capisaldi.. ma sono sempre di meno, una volta si diceva che gli FPS su PC non sarebbero mai morti (per via del mouse e tastiera) ...ma intanto oggi gia' si respira un'aria diversa.
  • pgiaco scrive:
    Re: Un po' di chiarezza...
    scusa .. per quale sviluppatore lavori?
    • Giulio Guidetti scrive:
      Re: Un po' di chiarezza...
      Preferirei non citarlo, anche perche' abbiamo (come tutti del resto) una politica molto restrittiva... e non voglio leggere di affermazioni (mie) personali associate direttamente al nome dell'azienda.Mi hai fatto pero' venire in mente un'altra faccenda "curiosa" collegata ai rapporti tra sviluppatore e publisher.. i nomi appunto. Quando si parla di videogiochi solo le riviste specializzate e gli appassionati si ricordano del nome dello sviluppatore (che e' poi chi ha fatto materialmente il gioco!), tutti gli altri invece continuano a riferisci al publisher... molto spesso finisci per dire per chi lavori e non ti "riconoscono" finche' non gli dici il nome del gioco. :)
      • pgiaco scrive:
        Re: Un po' di chiarezza...
        .. ti chiedevo per che sviluppatore lavorassi semplicemente perche' quanto hai scritto sopra non e' davvero conforme alla realta'. Nell'ultimo periodo, molti dei titoli che trovi in negozio sono autofinanziati (e non mi riferisco solo a titoli sviluppati in Italia).
        • apg scrive:
          Re: Un po' di chiarezza...
          - Scritto da: pgiaco
          .. ti chiedevo per che sviluppatore lavorassi
          semplicemente perche' quanto hai scritto sopra
          non e' davvero conforme alla realta'. "i giochi per PC esistono solo perche' c'e' il corrispettivo per console.". Non credo lavori per qualcuno... almeno, me lo auguro :)
  • kattle87 scrive:
    Il punto secondo me
    Per fare un bel titolo serve una bella idea e un bravo programmatore.Per fare un titolo eccezionale servono almeno tre idee, due programmatori, un grafico, uno che si occupi del suono e dell'interfaccia e uno che si occupi delle vendite.Basta vedere i titoli creati dagli studenti della Digipen.Scaricateveli tutti. Meritano davvero e il team più grande è composto da anche meno persone di quante ne ho messe io.Il vero problema sono i fondi. Chi ti dà il pane da mangiare mentre sviluppi? A maggior ragione se il team è composto da 6 persone quando chiedi finanziamenti o ti ridono in faccia o ti pignorano la casa in anticipo, convinti che non riuscirai mai a restituire i soldi...
  • kattle87 scrive:
    Re: Il mercato è cambiato
    quoto 100%
  • anonimo scrive:
    Re: Il mercato è cambiato
    - Scritto da: KingSize
    Questo processo purtroppo porterà nel giro di
    qualche anno (forse già ci siamo) alla creazione
    di monopoli fortissimi, e di major anche nel
    mondo dei videogiochi, così come è accaduto per
    cinema e
    musica.Monopoli fortissimi? Major anche nel mondo dei videogiochi?Ma lo sai che il fatturato dei videogiochi ora supera quello del cinema. Mai sentito parlare di EA games?
    • KingSize scrive:
      Re: Il mercato è cambiato
      Era appunto quello che intendevo con "forse già ci siamo".Però di fatto oggi EA non ha costituito nessuno monopolio ancora. L'industria dei videogiochi è ancora giovanissima, secondo me ci vorrà ancora una decina di anni prima che si possa parlare di Major, Monopoli e Trusts come accade per il mondo della musica con Sony BMG Universal ecc.Sul fatto che il fatturato dei videogiochi superi quello del cinema lascia che ti esprima il mio scetticismo.Può anche essere capitato che GTAIV abbia incassato più di Iron Man nelle sale, ma se consideri tutto l'introito delle vendite in DVD, dei diritti di immagine sui gadgets, dei diritti di autore derivanti dai passaggi sulle televisioni, sicuramente il cinema supera i videogiochi di gran lunga.
  • Oscar75 scrive:
    LVF2004, scandaloso.
    Da grande appassionato di pallavolo, ho atteso l'uscita di LVF2004 con più entusiasmo rispetto a Doom 3 e HL2.Non vi dico la delusione totale che ne ho avuto.Ci sono talmente tanti gravi errori, imprecisioni, omissioni, scelte palesemente errate, che se lo avessero pugglicato come freeware, ci sarebbe stato da lamentarsi lo stesso.Sono state pubblicate anche delle patch, ma tutte quasi inutili.Quelli della IDORU hanno speso soldi per il motion capture e per la licenza, per poi realizzare un prodotto mediocre, che è stato criticato negativamente da utenti e stampa.Ho perso anche tempo ad intervenire nel loro forum per dare qualche consiglio, ma non sono stato ascoltato.E'un vero peccato, perchè speravo di smettere di giocare a World Cup Volley '95 per MAME, che pur essendo NOVE anni più vecchio, riproduce molto meglio i meccanismi della pallavolo rispetto a LVF2004.Forse prenderò LVF3000, per vedere se ci sono stati miglioramenti, ma ne dubito.Eppure, basterebbe far fare il beta test a gente che ne capisce sia di pallavolo che di videogames, ed avrebbero evitato diversi problemi.Pollice verso per IDORU, mi spiace.
    • Max scrive:
      Re: LVF2004, scandaloso.
      Perchè non hai provato il gioco di basket!!!!Forse il peggiore di sempre....
      • Pino scrive:
        Re: LVF2004, scandaloso.
        - Scritto da: Max
        Perchè non hai provato il gioco di basket!!!!
        Forse il peggiore di sempre....Ma che ti aspetti da sviluppatori italiani??? ;)
        • Alessandro Monopoli scrive:
          Re: LVF2004, scandaloso.
          Gli sviluppatori italiani hanno tempi e budget del tutto imparagonabili con quelli esteri.Lavati la bocca con il sapone.
          • enigmagame scrive:
            Re: LVF2004, scandaloso.
            - Scritto da: Alessandro Monopoli
            Gli sviluppatori italiani hanno tempi e budget
            del tutto imparagonabili con quelli
            esteri.

            Lavati la bocca con il sapone.Hai perfettamente ragione.
        • Francesco Freezone scrive:
          Re: LVF2004, scandaloso.

          Ma che ti aspetti da sviluppatori italiani??? ;)Eh vai è così che si fa. Incoraggiamo la realtà italiana!!!
        • Gauss scrive:
          Re: LVF2004, scandaloso.
          Sentito parlare di sbk2001? O dell'ultimo sbk08?Denigrare il proprio paese è sempre stato nel dna degli "itagliani"
      • napodano scrive:
        Re: LVF2004, scandaloso.
        Fronte del Basket dell'anno scorso (cioè di due campionati fa) lo comprai dopo averne provato la demo: prezzo invitante e tutto sommato giocabile, salvo una serie di errori e crash con i quali più o meno si conviveva.quando è arrivato l'atteso (nel senso che è arrivato a campionato ampiamente iniziato, praticamente a Gennaio) aggiornamento alla nuova versione, che prometteva grandi novità, ho trovato gli stessi bug, più altri nuovi, quindi ho chiuso definitivamente col gioco.specifico comunque che non amo molto i videogiochi e non ne sono un grande esperto; il basket preferisco guardarlo o giocarlo dal vivo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 luglio 2008 10.36-----------------------------------------------------------
    • polgames scrive:
      Re: LVF2004, scandaloso.
      Ecco spiegato il motivo del perchè in Italia non va avanti l'industria del Videogame.Certa gente che ha solo da sparlare del ottimo lavoro fatto dovrebbe essere zittita anche dagli altri utenti che leggono, invece si gira il coltello nella piaga.Chi più ne ha più ne metta!!!!!!!Ci sono giochi stranieri che fanno veramente venire atacchi di diarrea, realizzati da grandi SoftwareHouse a livello mondiale, su quelli nessuna critica, se il prodotto che vale oro è realizzato in Italia, si cerca subito di affossarlo.Se vuoi una partita ancora più reale di quella che ha visto nel videogame perchè non vai a farla direttamente al campo? cos' senti anche l'odore di sudore, il dolore ai muscoli, ti fa male l'occhio quando vieni colpito con violenza dall'avversario con una forte gomitata.Il videogame è sempre bello perchè è un videogame, più è distante dalla realtà più è bello e divertente.Ma quì la questione non è bello o non bello, l'importante e solo e sempre criticare il lavoro fatto dagli altri. :(Ma in che m...a di paese viviamo?
      • napodano scrive:
        Re: LVF2004, scandaloso.
        guarda, ti parlo da giocatore di basket amatoriale: ovvio che è meglio giocare dal vivo, l'ho scritto anche nel mio precedente intervento, ma una cosa è "distante dalla realtà", un'altra è "gioco che crasha, audio che scompare, giocatori che impazziscono, ecc.".. cosa c'entrano questi difetti con l'essere "distante dalla realtà"? certo, il palazzetto nella realtà non mi crasha (spero), ma davvero il tuo discorso non ha né capo né coda.in merito al criticare il loro lavoro, io lo faccio a ragion veduta ed in base ai difetti che ho riscontrato, ed ho anche acquistato la precedente versione! le cose che mi danno maggiormente fastidio sono due:1) il sito della Lega Basket, il sito di Danilo Gallianri ed Alice (che trasmette via Internet molte partite di LegaA) hanno messo in vendita il gioco.. ti rendi conto che potenziàle? che "sponsor"? puoi dire che c'era, a dispetto di ciò, una qualità paragonabile nella versione nuova del gioco?2) il gioco prometteva nella nuova versione grandi novità, eppure era peggio del precedente, ed è passato più di un anno. In un anno di cose se ne fanno, eh.. se guardo il programma che sto sviluppando io insieme ad altri due com'era un anno fa..
      • 0verture scrive:
        Re: LVF2004, scandaloso.

        Il videogame è sempre bello perchè è un
        videogame, più è distante dalla realtà più è
        bello e
        divertente.No caro, il videogame è bello se gira. Se crasha, non gira, quindi non è tanto bello.Se poi il videogame ha la pretesa di simulare degli aspetti della realtà (e credo che un gioco di basket indirizzato a dei tifosi lo debba fare) e non ci riesce allora merita tutte le critiche del mondo.
        • polgames scrive:
          Re: LVF2004, scandaloso.
          Per la questione crash penso che possa essere tranquillamente risolta con degli aggiornamenti.Anche Vista di Microsoft "crasha", anche i migliori giochi e programmi del mondo "crashano".Quì la questione è il solito parlar male dei nostri prodotti.
          • napodano scrive:
            Re: LVF2004, scandaloso.
            - Scritto da: polgames
            Per la questione crash penso che possa essere
            tranquillamente risolta con degli
            aggiornamenti.che però nel caso specifico crashano esattamente come ciò che hanno aggiornato, 16 mesi dopo.

            Anche Vista di Microsoft "crasha", anche i
            migliori giochi e programmi del mondo
            "crashano".quindi pensa quanto crashano i peggiori..
            Quì la questione è il solito parlar male dei
            nostri prodotti.sì, certo.
          • 0verture scrive:
            Re: LVF2004, scandaloso.
            Windows ed il giochino di basket sono su due piani differenti. Non è bello ma è così.
      • Picander scrive:
        Re: LVF2004, scandaloso.
        - Scritto da: polgames
        Il videogame è sempre bello perchè è un
        videogame, più è distante dalla realtà più è
        bello eAh.. allora torniamo al basket 2d, così diventa ancora più bello!Sbaglio o nell'intervista dichiarano come punto di forza il realismo, la fisica e l'AI?
        • polgames scrive:
          Re: LVF2004, scandaloso.
          Sicuramente hai ragione sulle dichiarazioni, ma non lo vedo così scarso in confronto ad altri prodotti simili.
      • polgames scrive:
        Re: LVF2004, scandaloso.
        Quello che hai scritto lo pratico da molto tempo e concordo su molte parti del tuo intervento.Ma se ci sono le possibilità perchè non utilizzare le ultime tecnologie?
  • maionese scrive:
    NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO
    opengl, pygame,sdl tutte panzane quelle che linux ' la macchina perfetta per giocare. Tutti snobbano il pinguino, persino le aziende italiane. Divertentissimo il fatto che non si e' neppure menzionato wine.... Linux e'mproprio patetico, l'unico gioco effcace su questa piataforma oltre alla ricompilata di kernel quotidiana, sono il campo minato e spostare le finestre commose di compiz....Linux sempre semza speranza!
    • Non mi fa Loggare scrive:
      Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO
      È palesemente una trollata, comunque va specificato che...Linux NON è un prodotto per chi vuole giocare.. Difatti, personalmente è per questo che non penso di "convertirmi" nel futuro immediato... Ed è per questo che a me anche Vista può andar bene.. :)
    • bash scrive:
      Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO
      - Scritto da: maionese
      opengl, pygame,sdl tutte panzane quelle che linux
      ' la macchina perfetta per giocare. Tutti
      snobbano il pinguino, persino le aziende
      italiane. Divertentissimo il fatto che non si e'
      neppure menzionato wine.... Linux e'mproprio
      patetico, l'unico gioco effcace su questa
      piataforma oltre alla ricompilata di kernel
      quotidiana, sono il campo minato e spostare le
      finestre commose di
      compiz....
      Linux e' un sistema operativo di produttivita'.Dove hai letto che si usa per giocare.Per giocare col PC si usano quei SO a finestre, pulsanti, lustrini, che trovi preinstallati su tutti i portatili da 500 euro in su.
    • attonito scrive:
      Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO
      di solito qui ci vorrebbe il titolo LINUX AL TAPPETO.Evidentemente questo troll-bot sta evolvendo :-)
      • Trolltech scrive:
        Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO
        - Scritto da: attonito
        di solito qui ci vorrebbe il titolo LINUX AL
        TAPPETO.
        Evidentemente questo troll-bot sta evolvendo :-)La serie "*** AL TAPPETO" è in disuso da un po' causa frequenti moderazioni;Ci scusiamo per il disguido tecnico.
    • Giordano scrive:
      Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO
      ... e così via.Linux ha i numeri, dal mio punto di vista per avere successo. È gratuito, personalizzabile e ha applicazioni per ogni esigenza che col tempo stanno diventando sempre più mature.Sempre più aziende ci investono e la strada per il desktop, oramai, è intrapresa... vedi Canonical, Dell, Asus (EEEPc) e... Microsoft che si sta tirando qualche zappata sui piedi ;)Ci sono già alcuni giochi decenti (Doom3, Unreal, On the Rain-Slick Precipice of Darkness, Quake, Savage 2... ), e se uno ha un computer potente riesce a cavarsela benone anche con cedega o codeweaver games (mi dicono).
      • Anonimo scrive:
        Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO
        Veramente di giochi per Linux c'è ne sono parecchi ...Anche di non OpenSource come Quake e Unreal Tournament.Poi le OpenGL sono multipiattaforma, così come le pygame e le SDL.Quindi posso semplicemente dire "Dont feed the troll".
      • 0verture scrive:
        Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO

        Il giorno in cui linux "sfonderà" la barriera del
        3-4% (i Mac qualche anno fa erano in quella zona)
        secondo me la situazione cambierà parecchio.Ma neanche... dove li vedi tutti questi giochi per mac ?Pochi e buoni ma pur sempre pochi.
        • Giordano scrive:
          Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO
          Beh, se ci fosse Starcraft per linux come c'è per Mac... hai voglia!In più linux, secondo me, farebbe più presto a diffondersi del Mac.Col Mac non è che puoi prendere solo il sistema operativo e installarlo dove vuoi (senza bestemmiare con 100 hack, ovvio). Devi comprare anche il computer, che generalmente costicchia.Comunque si vedrà...
          • 0verture scrive:
            Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO
            Già ma guarda caso Blizzard che è da sempre una che lavora multipiattaforma, per SC2 e D3 ha detto no a linux. Penso che una cosa del genere dovrebbe far riflettere qualcuno invece di farlo girare sempre a vuoto sui soliti discorsi del cavolo contro il "monopolio" di microsoft.
    • ShiJii scrive:
      Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO
      - Scritto da: maionese
      opengl, pygame,sdl tutte panzane quelle che linux
      ' la macchina perfetta per giocare. Tutti
      snobbano il pinguino, persino le aziende
      italiane. Divertentissimo il fatto che non si e'
      neppure menzionato wine.... Linux e'mproprio
      patetico, l'unico gioco effcace su questa
      piataforma oltre alla ricompilata di kernel
      quotidiana, sono il campo minato e spostare le
      finestre commose di
      compiz....


      Linux sempre semza speranza!Perfect World....funziona benissimo :)ShiJiiIMPERIALI Guild Commander
    • Simon the Sorcerer scrive:
      Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO
      - Scritto da: maionese
      opengl, pygame,sdl tutte panzane quelle che linux
      ' la macchina perfetta per giocare. Tutti
      snobbano il pinguino, persino le aziende
      italiane. Divertentissimo il fatto che non si e'
      neppure menzionato wine.... Linux e'mproprio
      patetico, l'unico gioco effcace su questa
      piataforma oltre alla ricompilata di kernel
      quotidiana, sono il campo minato e spostare le
      finestre commose di
      compiz....Ti cito solo 2 Engine Proprietari Multipiattaforma perché basati su SDL: UnrealEngine (ti dice niente?!?!), e Aurora Engine (NWN, The Witcher), senza contare che la id software rilascia come opensource i suoi engine, al termine dello sviluppo della versione successiva dell'engine stesso; e nel caso id non ti dica niente posso citarti le serie di Quake e Doom.Inoltre vi sono software house che sviluppano per entrambe le piattaforme, come la Introversion di cui ti cito i pluripremiati Uplink, Darwinia e il recente Defcon.Senza contare che oltre ai giochi che girano in modo nativo vi sono quelli che funzionano sotto wine, o i derivati proprietari come CrossOver Games, o Cedega.
      Linux sempre semza speranza! Strano vero che le applicazioni che girano anche su linux in nativo aumentano vista la tua nefasta e "veritiera" profezia.
    • bubu scrive:
      Re: NIENTE LINUX NELLE PIATTAFORME DI GIOCO

      opengl, pygame,sdl tutte panzane...sauerbraten.
  • Truth scrive:
    La verità
    "Il primo è che il mercato dei videogiochi in Italia è un mercato di tipo import-export. Il prodotto non viene sviluppato in Italia, se non per pochi casi, dunque la grossa fetta dei guadagni esce dal territorio."Questo dice tutto :(
  • Grand scrive:
    Italietta
    Prima Koala poi questi.. ma è inutile sperare in una grande realtà italiana? Saremo sempre e perforza sempre periferia? :(
    • Grand scrive:
      Re: Italietta
      - Scritto da: Grand
      Prima Koala poi questi.. ma è inutile sperare in
      una grande realtà italiana? Saremo sempre e
      perforza sempre periferia?
      :(Sveglia, siamo in ITALIA! ITALIA! ITALIA! Noi ci scaldiamo solo per il calcio,,,
      • Grand real one scrive:
        Re: Italietta
        - Scritto da: Grand
        - Scritto da: Grand

        Prima Koala poi questi.. ma è inutile sperare in

        una grande realtà italiana? Saremo sempre e

        perforza sempre periferia?

        :(

        Sveglia, siamo in ITALIA! ITALIA! ITALIA! Noi ci
        scaldiamo solo per il
        calcio,,,Che fai mi freghi lo pseudo?
      • trillo scrive:
        Re: Italietta

        Sveglia, siamo in ITALIA! ITALIA! ITALIA! Noi ci
        scaldiamo solo per il
        calcio,,,Non è vero! Ci piacciono anche le veline, i pettegolezzi e la politica da Novella2000!
    • visionx scrive:
      Re: Italietta
      beh il discorso e' semplicissimo : per essere concorrenziali bisogna partire da capitali più grossi di vari ordini di grandezza.Supponiamo di avere un progetto per il gioco del secolo.Supponiamo di aver stilato un piano di lavori dettagliatissimo che non faccia una grinza.Supponiamo di aver trovato anche la forza lavoro.beneprendi tutto questo, e prova a cercare un investitore in italia.
    • Joliet Jake scrive:
      Re: Italietta
      - Scritto da: Grand
      Prima Koala poi questi.. ma è inutile sperare in
      una grande realtà italiana? Saremo sempre e
      perforza sempre periferia?
      :(Si.
    • Simon the Sorcerer scrive:
      Re: Italietta
      - Scritto da: Grand
      Prima Koala poi questi.. ma è inutile sperare in
      una grande realtà italiana? Saremo sempre e
      perforza sempre periferia?
      :(Grande realtà è difficile, ma qualche segnale positivo c'è, basti pensare ad artematica, che ha sviluppato la trasposizione di vari fumetti in adventure games (mi sovvengono diabolik e martin mystere), adventure famosi anche in ambito internazionale; non dico sia un "grande" successo, ne che sia una "grande" realtà; ma è pur sempre qualcosa.
  • anonimo scrive:
    articolo copiato da Gamasutra
    Questo articolo:Alcune settimane fa abbiamo chiacchierato con i ragazzi di Koala Games, piccola realtà italiana con sede nel bolognese.L'articolo di Gamasutra è quasi identico:A couple of weeks ago we've interviewed the guys from Koala Games, a little italian company located in Bologna (aka Mortadella).I'm spich les...
  • Giulio Guidetti scrive:
    Articolo Copiato!
    Hem .... scherzo.. ciao Enrico :DTornando seri... la domanda: "perche' in Italia ci sono cosi' pochi sviluppatori"? Risposta: "perche' manca il personale" ...segue la naturale domanda: "perche' manca il personale?" ...risposta: "Perche' guadegnerei di piu' a vendere i fazzoletti ai semafori".Dopo ricerche estenuanti in Italia... offerte di lavoro ridicole... promesse di stipendi da far ridere (per non dire piangere), mi sono arreso all'evidenza e oggi da diversi anni lavoro all'estero (UK)...in telelavoro, pur restando in Italia. Non crediate, faccio il precario pure li (siamo tutti consulenti, ma nessuno se ne lamenta da quelle parti.. compresi padri con famiglie a carico). Lavoro per una software house che sviluppa videogames (PC, PS3, Xbox360), mi diverto un mondo, guadagno bene, e viene gratificato il mio lavoro.Ecco perche' in Italia siamo di serie B. Il lavoro IT (tutto, non solo i videogiochi) e' sottopagato.... a parte i quadro, che senza fare un caxxo, guadagnano e gongolando in ufficio e presentandosi a questo o quell'altro meeting, parlando di cose che non conoscono, fregandosi finanziamenti di qua e di la.. mentre l'azienda va a rotoli.
    • rockroll scrive:
      Re: Articolo Copiato!
      @Giulio Guidetti. Sono contento per te che hai trovato la formula ottimale per il tuo lavoro/hobby. Per la situazione generale, condivido quel che dici, ed ho sempre visto soluzioni come la tua come l'ideale: peccato che tu sia il primo che sento che ha potuto realizzare questo.In ogni casi, complimenti.
    • Cammello Turco scrive:
      Re: Articolo Copiato!

      Dopo ricerche estenuanti in Italia... offerte di
      lavoro ridicole... promesse di stipendi da far
      ridere (per non dire piangere), mi sono arreso
      all'evidenza e oggi da diversi anni lavoro
      all'estero (UK)...in telelavoro, pur restando in
      Italia. Non crediate, faccio il precario pure li
      (siamo tutti consulenti, ma nessuno se ne lamenta
      da quelle parti.. compresi padri con famiglie a
      carico). Lavoro per una software house che
      sviluppa videogames (PC, PS3, Xbox360), mi
      diverto un mondo, guadagno bene, e viene
      gratificato il mio
      lavoro.grande, vai su playfields.net e racconta come ci sei riuscito; credo che un sacco di immigrati all'estero tornerebbero subito in Italia se riuscissero come te a telelavorare
    • MandarX scrive:
      Re: Articolo Copiato!

      mi sono arreso
      all'evidenza e oggi da diversi anni lavoro
      all'estero (UK)...in telelavoro, pur restando in
      Italia. Non crediate, faccio il precario pure li
      (siamo tutti consulenti, ma nessuno se ne lamenta
      da quelle parti.. compresi padri con famiglie a
      carico). anch'io stavo per farlo con un'azienda inglese che voleva aprire una sede qui, ma mi volevano dare 1250 euro lordi come consulente esterno senza ferie e senza malattia...ho dovuto lasciar perdere nonostante fosse il mio sogno.
      • anonimo scrive:
        Re: Articolo Copiato!
        - Scritto da: MandarX

        mi sono arreso

        all'evidenza e oggi da diversi anni lavoro

        all'estero (UK)...in telelavoro, pur restando in

        Italia. Non crediate, faccio il precario pure li

        (siamo tutti consulenti, ma nessuno se ne
        lamenta

        da quelle parti.. compresi padri con famiglie a

        carico).

        anch'io stavo per farlo con un'azienda inglese
        che voleva aprire una sede qui, ma mi volevano
        dare 1250 euro lordi come consulente esterno
        senza ferie e senza
        malattia...
        ho dovuto lasciar perdere nonostante fosse il mio
        sogno.Meglio entrare con poco e mostrare quello che vali. Dopo che ti conoscono bene si può tirare su il prezzo.
        • MandarX scrive:
          Re: Articolo Copiato!

          Dopo che ti conoscono bene si può tirare su
          il prezzo.E' quello che mi avevano detto, ovvero che in seguito lo stipendio sarebbe aumentato, ma attualmente il fine mese arriva puntuale e inesorabile...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 luglio 2008 12.57-----------------------------------------------------------
  • 0verture scrive:
    Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?
    (Idoru) Chi ?(Realizza) Cosa ? / Quando ?(Campagne di Informazione) Ma davvero ?Si capisce abbastanza che costoro non li ho mai sentiti ?Forse sarebbe stato considerata pubblicità, ma mettere i titoli dei giochi in oggetto (comprese piattaforme ed anno di uscita) non avrebbe fatto male.
    • loose scrive:
      Re: Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?
      - Scritto da: 0verture
      (Idoru) Chi ?
      (Realizza) Cosa ? / Quando ?
      (Campagne di Informazione) Ma davvero ?

      Si capisce abbastanza che costoro non li ho mai
      sentiti
      ?

      Forse sarebbe stato considerata pubblicità, ma
      mettere i titoli dei giochi in oggetto (comprese
      piattaforme ed anno di uscita) non avrebbe fatto
      male.www.frontedelbasket.itTanto per fare un esempio 8)Ne hanno ancora di strada da fare.
      • Franco scrive:
        Re: Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?
        Hanno un sacco di strada da fare?A me sembra invece che il gioco non sia male...
      • 0verture scrive:
        Re: Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?
        Effettivamente i modelli dei giocatori sono di una bruttezza bestiale, quasi ai livelli di virtua striker in sala giochi
    • Sgabbio scrive:
      Re: Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?
      nemmeno io, ho mai sentito questi qui. Certo che già le software house italiane si contano su una mano monca, se poi non si fanno conoscere...
      • Anonimo scrive:
        Re: Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?
        - Scritto da: Sgabbio
        nemmeno io, ho mai sentito questi qui. Certo che
        già le software house italiane si contano su una
        mano monca, se poi non si fanno
        conoscere...Non sono d'accordo. Milestone ad esempio ha iniziato con buonissimi giochi dedicati alle moto, così buoni che si sono fatti conoscere e hanno addirittura collaborato all'ultimo Moto GP di Capcom, che è stato sviluppato da loro se non erro. Chi è bravo ha i giusti riconoscimenti che merita, chi è mediocre rimarrà sempre nell'anonimato.
        • chojin scrive:
          Re: Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Sgabbio

          nemmeno io, ho mai sentito questi qui. Certo
          che

          già le software house italiane si contano su una

          mano monca, se poi non si fanno

          conoscere...
          Non sono d'accordo. Milestone ad esempio ha
          iniziato con buonissimi giochi dedicati alle
          moto, così buoni che si sono fatti conoscere e
          hanno addirittura collaborato all'ultimo Moto GP
          di Capcom, che è stato sviluppato da loro se non
          erro. Chi è bravo ha i giusti riconoscimenti che
          merita, chi è mediocre rimarrà sempre
          nell'anonimato.I riconoscimenti vanno il 99% delle volte solo ai raccomandati, indipendentemente da quanto sono bravi o mediocri.
          • visionx scrive:
            Re: Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?
            in Italia e' un conto, altrove le cose cambiano
          • Anonimo scrive:
            Re: Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?
            - Scritto da: chojin
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Sgabbio


            nemmeno io, ho mai sentito questi qui. Certo

            che


            già le software house italiane si contano su
            una


            mano monca, se poi non si fanno


            conoscere...

            Non sono d'accordo. Milestone ad esempio ha

            iniziato con buonissimi giochi dedicati alle

            moto, così buoni che si sono fatti conoscere e

            hanno addirittura collaborato all'ultimo Moto GP

            di Capcom, che è stato sviluppato da loro se non

            erro. Chi è bravo ha i giusti riconoscimenti che

            merita, chi è mediocre rimarrà sempre

            nell'anonimato.

            I riconoscimenti vanno il 99% delle volte solo ai
            raccomandati, indipendentemente da quanto sono
            bravi o
            mediocri.Ah si? E Milestone è stata raccomandata da chi ad esempio?Hanno iniziato con un buon "super bikes riding challenge" hanno proseguito con un'altrettanto buonissimo "sbk 07" per poi essere contattati da capcom per collaborare a "moto gp 07".Sono stati bravissimi, dunque meritano. Non c'è molto altro da dire.
        • Fily84 scrive:
          Re: Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Sgabbio

          nemmeno io, ho mai sentito questi qui. Certo
          che

          già le software house italiane si contano su una

          mano monca, se poi non si fanno

          conoscere...
          Non sono d'accordo. Milestone ad esempio ha
          iniziato con buonissimi giochi dedicati alle
          moto, così buoni che si sono fatti conoscere e
          hanno addirittura collaborato all'ultimo Moto GP
          di Capcom, che è stato sviluppato da loro se non
          erro. Chi è bravo ha i giusti riconoscimenti che
          merita, chi è mediocre rimarrà sempre
          nell'anonimato.Hai ragione. Potevano parlare anche di loro in questo articolo per esempio
    • Giggi scrive:
      Re: Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?
      Regolarmente recensiti nelle riviste del settore piu' blasonate, TGM, Giochi per il mio Computer e altri. I voti sono quasi sempre sulla sufficienza. Viste le pubblicita' nelle edicole e nelle succitate riviste. Ah l'ignoranza, brutta bestia...Gg
      • 0verture scrive:
        Re: Idoru ? Realizza ? Campagne di informaz?

        Regolarmente recensiti nelle riviste del settore
        piu' blasonate, TGM, Giochi per il mio Computer e
        altri. I voti sono quasi sempre sulla
        sufficienza. Ah... sarebbero quelli che fanno i giochi che finiscono a riempire i trafiletti quando oramai è già stato passato di tutto dai giochini per cellulari, alle pagine di bova byte... Non mi stupisco che non li ho mai notati...Viste le pubblicita' nelle edicole e
        nelle succitate riviste.Mai viste queste pubblicità. Mi sa che li hanno presi in giro...
Chiudi i commenti