SpaceX verso Marte

Le ambizioni della space company di Elon Musk si fanno sempre più grandi, ed emergono i primi dettagli di quelle che saranno le missioni verso Marte e oltre. Si parte, senza astronauti, entro un paio d'anni

Roma – SpaceX ha ufficialmente annunciato la data di partenza della sua prima missione marziana, con una capsula Red Dragon prevista al lancio nel 2018. Un traguardo che in realtà dovrebbe rappresentare un nuovo punto di partenza per una space company a dir poco ambiziosa.

Marte è da tempo uno dei sogni dichiarati di Elon Musk e della sua SpaceX, e la prima capsula Dragon modificata allo scopo (Red Dragon, appunto) partirà nel giro di un paio di anni a bordo di un razzo vettore Falcon Heavy . In entrambi i casi (Red Dragon e Falcon Heavy) si tratta di mezzi evoluti rispetto alle versioni attualmente in servizio, e in entrambi i casi i lavori di sviluppo sono tuttora in corso.

La prima missione marziana di SpaceX sarà ovviamente priva di equipaggio umano viste anche le dimensioni ridotte dell’abitacolo interno di Red Dragon, che Musk ha paragonato allo spazio di un SUV. Oltre a stabilire la fattibilità del viaggio i primi vascelli Red Dragon serviranno a testare le trovate “architetturali” per la già prevista – in perfetto stile Musk – colonizzazione umana di Marte.

Il trasporto di cose e persone sul quarto pianeta del sistema solare è un impresa titanica sia sul fronte dei progetti che della gestione dei budget e degli interessi particolari della politica, come sa bene NASA , ma SpaceX procede indefessa per la sua strada solitaria e conquista sempre nuovi obiettivi. Ultimo risultato significativo in ordine di tempo, l’ assegnazione di un bando della difesa statunitense dal valore di 83 milioni di dollari per il lancio di un satellite GPS.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • panda rossa scrive:
    Era ora che se ne parlasse.
    Dosbox esiste dai tempi di XP.E' Opensource.Ed e' una applicazione IRRINUNCIABILE per la conservazione della storia.Una delle cose piu' divertenti che si possono fare col dosbox, e' di installare win 3.11E dentro win 3.11 installare office.Scrivere un documento con word 5.Mandarlo al collega che non riuscira' a leggerlo perche' la proverbiale retrocompatibilita' di M$ e' la barzelletta delle sale macchine.Dopodiche' gli si dice "Ma aggiornati! Usi ancora quel vecchiume!"Il collega verra' a vedere il vostro win 3.11 a tutto schermo e lo scambiera' per una skin di winx
    • pippo75 scrive:
      Re: Era ora che se ne parlasse.

      Scrivere un documento con word 5.
      Mandarlo al collega che non riuscira' a leggerlo
      perche' la proverbiale retrocompatibilita' di M$
      e' la barzelletta delle salepuoi mandarlo scritto con wordstar, se non sbaglio l'ultimo proramma ad aprirlo è stato staroffice.Fortuna che l'ho tenuto cosi ho potuto convertire dei vecchi documenti.
      • panda rossa scrive:
        Re: Era ora che se ne parlasse.
        - Scritto da: pippo75

        Scrivere un documento con word 5.

        Mandarlo al collega che non riuscira' a
        leggerlo

        perche' la proverbiale retrocompatibilita'
        di
        M$

        e' la barzelletta delle sale

        puoi mandarlo scritto con wordstar, se non
        sbaglio l'ultimo proramma ad aprirlo è stato
        staroffice.
        Fortuna che l'ho tenuto cosi ho potuto convertire
        dei vecchi
        documenti.Non ce l'ho wordstar.Pero' hai ragione.Adesso vado a cercarlo e lo installo.
        • prova123 scrive:
          Re: Era ora che se ne parlasse.
          In quel tempo c'era anche Amipro della Lotus che aveva le cornici con gli angoli arrotondati ... :D
    • prova123 scrive:
      Re: Era ora che se ne parlasse.
      C'è qualche fork che permette di installare win95. Ho provato a installare sia win95 che win98SE (originali con il disco olografico :o ) purtroppo sono abbastanza instabili.
Chiudi i commenti