Speciale Hosting.1/ Soddisfatti o rimborsati

Tra centinaia di aziende italiane che offrono servizi di hosting per ora ne abbiamo trovate solo nove che offrono la garanzia del rimborso se il proprio investimento non convince. Ecco chi e come


Roma – Possedere un sito Internet, una brochure elettronica od un negozio virtuale, è ormai un “must” irrinunciabile per promuovere la propria attività. Uno dei nodi critici che bisogna affrontare quando si decide di attivare un sito è la ricerca dello spazio migliore per cominciare l’attività online.

Esistono due modalità per essere presenti online: housing e hosting. Qui prendiamo in esame la seconda opportunità: l’hosting, ovvero la possibilità di acquistare spazio su disco e connettività (“banda”), appoggiandosi sulle macchine del provider di servizi Internet.

L’hosting di un sito è decisamente più semplice da realizzare e meno oneroso di un housing in quanto non si deve acquistare e mantenere alcun server, viene infatti “affittato” quello del provider che si occupa di mantenerlo al massimo dell’efficienza liberando il cliente da oneri non solo pesanti ma anche tecnologicamente complessi.

La scelta del provider “giusto” non è solo una questione di prezzo. I fattori più importanti da tenere in considerazione quando si vuole aprire un sito vanno dalla qualità e dalla velocità della connessione al servizio di assistenza, alla capacità del provider di incontrare le necessità del cliente. Per questo abbiamo selezionato solo quei provider di servizi che offrono una garanzia “soddisfatti o rimborsati”, dando quindi l’opportunità al cliente di bloccare il contratto di fornitura con il minimo della spesa.

Un altro aspetto importante della presenza online è il dominio, parte essenziale dell’indirizzo da digitare sul browser perché vengano visualizzate le proprie pagine. Molti dei provider di servizi presentati in questo speciale offrono anche il servizio di registrazione del dominio per conto del cliente.

Un accenno, prima di passare alle presentazioni, lo meritano le condizioni contrattuali. Prima di acquistare un servizio di hosting è molto importante leggere bene le condizioni proposte ed è sempre consigliabile chiedere i chiarimenti su tutti i punti meno chiari e semplici del rapporto contrattuale. In particolare, consigliamo di fare attenzione che un eventuale nuovo dominio venga intestato direttamente al cliente piuttosto che al provider. Per il resto, con le offerte che seguono, c’è la possibilità di rinunciare entro 30 giorni e di rientrare quindi dell’investimento. Tuttavia è bene tenere presente che il costo di acquisto di un dominio non viene rimborsato in nessun caso.

Franco Lavarone


Dominando
Permette la registrazione del dominio con un prezzo dalle 30 alle 250mila lire. Il servizio di hosting comprende numerose opzioni utili: database, pagamenti online, supporto Asp, ftp, cgi, posta elettronica ed altri. Il costo varia dalle 119mila ai 2.469.000 lire più IVA, a seconda delle esigenze di spazio, ma sempre con traffico illimitato.
Il servizio di hosting viene offerto su server con sistema operativo Microsoft. L’assistenza è garantita entro 30 minuti ed è disponibile anche online direttamente sul sito di Dominando, che contiene anche tutte le informazioni per valutare l’offerta dei servizi di questo provider.
Entro 30 giorni dall’attivazione dell’hosting è possibile chiedere la sospensione del contratto e ottenere il rimborso di quanto acquistato, escluso il costo del dominio che non è rimborsabile ma che rimane a disposizione del cliente.

Ditta.com
Offre la registrazione del dominio con prezzi che variano dalle 50 alle 70mila lire. Permette l’hosting su server con installato Windows NT o Linux con prezzi che variano dalle 360mila al milione e mezzo di lire l’anno più IVA a seconda dei servizi e dello spazio su disco richiesto. Nel prezzo sono compresi anche i più comuni servizi accessori: posta elettronica, collegamento a database, accesso via ftp ed altri. Il traffico è illimitato sui server Linux ed è limitato a 10GB/mese sulle configurazioni Windows. Accedendo al sito, si possono leggere tutte le informazioni di cui si può avere bisogno ed è comunque possibile contattare direttamente il provider.
Entro 30 giorni dall’attivazione dell’hosting è possibile chiedere la sospensione del contratto e ottenere il rimborso di quanto acquistato, escluso il costo del dominio che non è rimborsabile, sebbene rimanga a disposizione del cliente.

Host-It
Offre spazi su server basati su Windows e su Linux, con prezzi che variano dalle 228mila lire l’anno in su e a seconda dell’offerta scelta viene indicato un tetto massimo per il traffico generato. Tutte le offerte prevedono un costo una tantum di attivazione. I pacchetti delle offerte sono pensati con i servizi necessari per le diverse esigenze dei clienti: dalla semplice presenza online al negozio virtuale. I server sono residenti negli Stati Uniti da dove viene fornita anche l’assistenza tecnica per telefono o via email.
Entro 30 giorni dall’attivazione dell’hosting è possibile chiedere la sospensione del contratto e ottenere il rimborso di quanto acquistato, esclusi i costi di attivazione e solamente se si è firmato un contratto di hosting inferiore a sei mesi.


Hosting Solutions
Offre gratuitamente la registrazione di un dominio per chi acquista anche un servizio di hosting. I prezzi vanno dalle 200mila lire l’anno (più IVA) in su con 2GB di traffico al mese.
I server offerti da Hosting Solutions sono basati sia su Linux che su Windows. I servizi inclusi nell’offerta comprendono posta elettronica, statistiche, ftp, ed altri. Il sito comprende tutte le informazioni e le caratteristiche dei vari pacchetti proposti.
Entro 30 giorni dall’attivazione dell’hosting è possibile chiedere la sospensione del contratto e ottenere il rimborso di quanto acquistato, escluso il costo del dominio, che rimane comunque a disposizione del cliente.

Marlin Hosting
Offre la registrazione di domini per 57 mila lire più IVA e servizi hosting dalle 200mila lire più IVA in su. Dopo il primo anno, i costi di hosting sono ridotti del 20 per cento.
Diverse tra loro le configurazioni per server Linux o Windows: per i primi è previsto un tetto di traffico mentre per i secondi il traffico è illimitato. I servizi di hosting comprendono posta elettronica, ftp, cgi ed altri.
Il sito offre le informazioni che servono per valutare le offerte anche se non viene fornito un numero di telefono per stabilire un contatto ed il materiale online ci è parso non organizzato al meglio; è comunque possibile scrivere via email o mandare un fax.
Entro 30 giorni dall’attivazione dell’hosting è possibile chiedere la sospensione del contratto e ottenere il rimborso di quanto acquistato, escluso il costo del dominio, che rimane comunque a disposizione del cliente.

Neikos
La vendita dei domini è associata ai servizi di hosting ma è singolare come in alcuni pacchetti il costo per il dominio appaia spropositato. Il servizio di hosting offerto da questo provider “supporta” server Linux o Windows.
Per i primi sono disponibili pacchetti a partire da 300mila lire più IVA l’anno mentre per i secondi le soluzioni partono da 2.400.000 lire più IVA. L’attivazione ha un costo di 200mila lire più IVA per i sistemi Linux e di 400mila lire più IVA per i sistemi basati su Windows.
Entro 30 giorni dall’attivazione dell’hosting è possibile chiedere la sospensione del contratto e ottenere il rimborso di quanto acquistato, esclusi i costi di attivazione e dell’eventuale dominio, che rimane comunque a disposizione del cliente.


Ospitare.com
La registrazione di un dominio è compresa nel prezzo delle offerte hosting, che vanno dalle 270mila ai 6.850.000 lire più IVA con traffico illimitato. Tra i servizi inclusi si trovano posta elettronica, ftp, cgi, chat ed altri. Il sito è ancora parzialmente in costruzione, anche se le informazioni sulle offerte sono abbastanza dettagliate. L’assistenza tecnica viene fornita esclusivamente via email.
Entro 30 giorni dall’attivazione dell’hosting è possibile chiedere la sospensione del contratto e ottenere il rimborso di quanto acquistato, escluso il costo del dominio, che rimane comunque a disposizione del cliente.

Primus Europe
Consente la registrazione e l’attivazione di servizi di hosting da 349mila lire in su. Il costo di attivazione varia a seconda del pacchetto-offerta scelto così come il limite per il traffico mensile che genererà il sito. Tra i servizi offerti si trovano posta elettronica, ftp, cgi ed altri. La richiesta di informazioni è affidata ad un modulo compilabile online e sono sostanzialmente scarse le informazioni fornite sul sito.
Entro 30 giorni dall’attivazione dell’hosting è possibile chiedere la sospensione del contratto e ottenere il rimborso di quanto acquistato, escluso il costo del dominio che non è rimborsabile ma che rimane a disposizione del cliente.

Server Virtuali
Offre la registrazione di domini a partire da 95mila lire più IVA. L’offerta di hosting parte da 498mila lire l’anno più IVA a seconda dello spazio su disco richiesto e dei servizi che si vuole attivare. E’ prevista una quota di attivazione di 49mila lire per il pacchetto meno impegnativo e di 105mila lire per gli altri.
Vengono presentate offerte per server basati su Windows o su Unix. Tra i servizi comuni a tutti i pacchetti si trovano posta elettronica, telnet, cgi, statistiche ed altri. L’assistenza è garantita via email e sono comunque presenti dei manuali online a cui fare riferimento. Il sito permette di conoscere bene le offerte.
Per quanto nel contratto online non venga citato, nella home page di Server Virtuali c’è un esplicito riferimento alla garanzia che permette di ottenere il rimborso dell’intero contratto di hosting se non si è soddisfatti entro 30 giorni dall’attivazione, escluso il costo del dominio che rimane comunque a disposizione del cliente.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    per sgambe o sgabe
    sono un appossionato di XP e non vedo l'ora che esce!!!penso che sia fantastico (come tutto quello che fa BILL (e' il numero 1)) dove l'hai scaricata? ciao grazie!
  • Anonimo scrive:
    Windows Xp...leggete, leggete...
    Estratto dall'articolo ripreso da Milano Finanza del 3 Luglio 20001 estratto da THE WALL STREET JOURNAL a firma John Wilche e James BandlerKODAK PROVA UN NUOVO SOFTWARE E SCOPRE CHE SI APRE WINDOWS"La societa' fotografica accusa l'ex alleato Microsoft di tradimento con scippo""ROCHESTER-Alla fine dello scorso anno Philip Gerskovich, vicepresidente della Eastman Kodak, impegnato nella progettazione di una nuova fotocamera digitale, scopri' che la sua azienda stava per entrare in collisione con la MIcrosoft.Il suo team stava sviluppando il software di fotoritocco e doveva assicurarsi che fosse compatibile con l'ultima versione di Windows. I laboratori software della Kodak avevano appena ricevuto una versione preliminare dell'ultimo sistema operativo Microsoft, dal nome in codice Whistler.Quando Gerkovich e la sua èquipe caricarono il softwarenei loro computer, rimaserto allibiti......si accorsero che l'applicazione grafica che veniva lanciata automaticamente era quella di windows, non la loro.Cio' significa che se un cliente che acquista una fotocamera Kodak volesse utilizzare il software fotografico fornito con l'apparecchio, dovrebbe seguire una procedura assai complicata e molto probabilmente finirebbe per utilizzare quello della Microsoft.Il teal Kodak si imbatte' anche in un'altra caratteristica ancora piu' preoccupante:il nuovo sistema operativo indirizzava le richieste di stampa delle fotografie ad aziende elencate (a pagamento) nel sistema operativo stesso;inoltre la Microsoft chiederebbe a queste aziende una quota su ogni fotografia inviata tramite Windows.Il team di Kodak si senti' tradito:da un anno lavorava con la Microsft e con l'industria fotografica per creare un nuovo standard di riferimento delle fotografie che consentisse a Windows di riconoscere automaticamente una fotocamera collegata al computer.Secondo Kodak , Microsoft stava utilizzando ora quello standard contro la Kodak stessa, in quanto favoriva il proprio software includendolo direttamente nella nuova versione di Windows.....segue.Unicomio commento: conoscendo i trascorsi di Bill...ma siamo sicuri che Windows l'abbia inventato lui e non l'abbia invece rubato a qualche amichetto brufoloso in cambio di una merendina?
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows Xp...leggete, leggete...
      Per mantenere lo stesso livello di intelligenza dell'amico...Ma siamo sicuri che Linus Thorvald non abbia avuto il codice Linux da un amico finlandese gay in cambio di una fellatio?- Scritto da: IoCiProvo.rpm
      Estratto dall'
      articolo ripreso da Milano Finanza del 3
      Luglio 20001 estratto da THE WALL STREET
      JOURNAL a firma John Wilche e James Bandler

      KODAK PROVA UN NUOVO SOFTWARE E SCOPRE CHE
      SI APRE WINDOWS
      "La societa' fotografica accusa l'ex alleato
      Microsoft di tradimento con scippo"

      "ROCHESTER-Alla fine dello scorso anno
      Philip Gerskovich, vicepresidente della
      Eastman Kodak, impegnato nella progettazione
      di una nuova fotocamera digitale, scopri'
      che la sua azienda stava per entrare in
      collisione con la MIcrosoft.Il suo team
      stava sviluppando il software di fotoritocco
      e doveva assicurarsi che fosse compatibile
      con l'ultima versione di Windows. I
      laboratori software della Kodak avevano
      appena ricevuto una versione preliminare
      dell'ultimo sistema operativo Microsoft, dal
      nome in codice Whistler.
      Quando Gerkovich e la sua èquipe caricarono
      il softwarenei loro computer, rimaserto
      allibiti.
      .....si accorsero che l'applicazione grafica
      che veniva lanciata automaticamente era
      quella di windows, non la loro.Cio'
      significa che se un cliente che acquista una
      fotocamera Kodak volesse utilizzare il
      software fotografico fornito con
      l'apparecchio, dovrebbe seguire una
      procedura assai complicata e molto
      probabilmente finirebbe per utilizzare
      quello della Microsoft.
      Il teal Kodak si imbatte' anche in un'altra
      caratteristica ancora piu' preoccupante:il
      nuovo sistema operativo indirizzava le
      richieste di stampa delle fotografie ad
      aziende elencate (a pagamento) nel sistema
      operativo stesso;inoltre la Microsoft
      chiederebbe a queste aziende una quota su
      ogni fotografia inviata tramite Windows.
      Il team di Kodak si senti' tradito:da un
      anno lavorava con la Microsft e con
      l'industria fotografica per creare un nuovo
      standard di riferimento delle fotografie che
      consentisse a Windows di riconoscere
      automaticamente una fotocamera collegata al
      computer.Secondo Kodak , Microsoft stava
      utilizzando ora quello standard contro la
      Kodak stessa, in quanto favoriva il proprio
      software includendolo direttamente nella
      nuova versione di Windows.....segue.

      Unicomio commento: conoscendo i trascorsi di
      Bill...ma siamo sicuri che Windows l'abbia
      inventato lui e non l'abbia invece rubato a
      qualche amichetto brufoloso in cambio di una
      merendina?
  • Anonimo scrive:
    A proposito di XP....
    Ho installato Office XP ed ho scoperto che Outlook rifiuta di scaricare gli allegati (se sono file eseguibili). Ho telefonato alla Microsoft per chiedere come disabilitare questa protezione e mi hanno risposto che per la versione Italiana non è possibile, e che l'unico modo è di zippare prima di spedire!!!Bene, ora non è più necessario installare l'antivirus per il controllo della posta:-)))
  • Anonimo scrive:
    mi ricorda molto quella barzelletta
    tre tizi si incontrano dopo le vacanze e si raccontano le proprie avventure. Il primo salta su e dice "ah io col mio 20 metri son partito da portofino e sono arrivato in costa azzurra ma una noia ma una noia... guarda incredibile".salta su il secondo : "eh... guarda anche io con il mio 22 metri sono andato in costa smeralda e mi sono annoiato in un modo spaventoso"salta su il terzo : "ben ben... io invece con i miei 18 cm a riccione mi sono goduto una cifra"saluti o carissimi
    • Anonimo scrive:
      Re: mi ricorda molto quella barzelletta
      Oè, "quasilaureato".. che ne vuoi sapere tu?Puzzi ancora di latte... l'unica tetta che hai mai visto è quella che ti allattava.. Eddai!!!Poi con queste battutine stupide.. non lo so.. racconta quelle di Pierino, no?Michele Coppo- Scritto da: munehiro
      tre tizi si incontrano dopo le vacanze e si
      raccontano le proprie avventure. Il primo
      salta su e dice "ah io col mio 20 metri son
      partito da portofino e sono arrivato in
      costa azzurra ma una noia ma una noia...
      guarda incredibile".

      salta su il secondo : "eh... guarda anche io
      con il mio 22 metri sono andato in costa
      smeralda e mi sono annoiato in un modo
      spaventoso"

      salta su il terzo : "ben ben... io invece
      con i miei 18 cm a riccione mi sono goduto
      una cifra"

      saluti o carissimi
      • Anonimo scrive:
        Re: mi ricorda molto quella barzelletta

        Oè, "quasilaureato".. che ne vuoi sapere tu?
        Puzzi ancora di latte... l'unica tetta che
        hai mai visto è quella che ti allattava..
        Eddai!!!non e che sei invidioso ??? insomma...18 cm...sono 18 cm...:))))))
        Poi con queste battutine stupide.. non lo
        so.. racconta quelle di Pierino, no?a me ha fatto ridere...
  • Anonimo scrive:
    Io sto Usando la beta 2
    Io stò usando la beta 2 di XP.. ed è veramente stupenda ... e malgadro sia una beta è molto più stabile di windows me (e nemmeno di poco) ... consiglio il down load a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sto Usando la beta 2
      Basta Windows 3.1 ad essere piu' stabile di WinME ...Basta poco, che ce vo'?- Scritto da: SGABE
      Io stò usando la beta 2 di XP.. ed è
      veramente stupenda ... e malgadro sia una
      beta è molto più stabile di windows me (e
      nemmeno di poco) ... consiglio il down load
      a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sto Usando la beta 2
      Si ma da dove scaricarla? E i codici?Ciao, Yaxo- Scritto da: SGABE
      Io stò usando la beta 2 di XP.. ed è
      veramente stupenda ... e malgadro sia una
      beta è molto più stabile di windows me (e
      nemmeno di poco) ... consiglio il down load
      a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sto Usando la beta 2
      - Scritto da: SGABE
      Io stò usando la beta 2 di XP.. ed è
      veramente stupenda ... e malgadro sia una
      beta è molto più stabile di windows meAnche il cervello di D.Rodman e' piu' stabile di WindowsME il peggiore di tutti i Windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io sto Usando la beta 2
      - Scritto da: SGABE
      Io stò usando la beta 2 di XP.. ed è
      veramente stupenda ... e malgadro sia una
      beta è molto più stabile di windows me (e
      nemmeno di pocoBeh.....Che Windows ME sia un campione di instabilità credo sia risaputo da tutti (anche da Microsoft)Tornate al 98.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io sto Usando la beta 2
        Mi associo. Io uso la Beta 2475 e ancora ha dovuto inchiodarsi una volta. L'altra partizione (povero me) è in windows me.Normalmente, senza fare grandi cose tipo photoshop o dreamweaver (manco mi azzardo ad avviarli in wME), si inchioda sulle 6-7 volte fra un mirc e un outlook XP.- Scritto da: Alberto


        - Scritto da: SGABE

        Io stò usando la beta 2 di XP.. ed è

        veramente stupenda ... e malgadro sia una

        beta è molto più stabile di windows me (e

        nemmeno di poco

        Beh.....Che Windows ME sia un campione di
        instabilità credo sia risaputo da tutti
        (anche da Microsoft)

        Tornate al 98.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io sto Usando la beta 2
        - Scritto da: Alberto


        - Scritto da: SGABE

        Io stò usando la beta 2 di XP.. ed è

        veramente stupenda ... e malgadro sia una

        beta è molto più stabile di windows me (e

        nemmeno di poco

        Beh.....Che Windows ME sia un campione di
        instabilità credo sia risaputo da tutti
        (anche da Microsoft)
        sgabe dove hai preso la beta 2 di xp che me la vorrei istallare anch'io....mi sono informato e' penso che sia fantastico......
        Tornate al 98.
  • Anonimo scrive:
    Ho win98
    e non lo cambio!Microsoft tiè! Non comprate i nuovi Windows sono una manvora!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho win98
      Hai ragione,Il lo uso per giocare a Unreal e basta.- Scritto da: kat
      e non lo cambio!

      Microsoft tiè!

      Non comprate i nuovi Windows sono una
      manvora!!!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho win98
        Ma Unreal non funziona sotto Linux?- Scritto da: kit
        Hai ragione,
        Il lo uso per giocare a Unreal e basta.

        - Scritto da: kat

        e non lo cambio!



        Microsoft tiè!



        Non comprate i nuovi Windows sono una

        manvora!!!!!!

        • Anonimo scrive:
          Re: Ho win98

          Ma Unreal non funziona sotto Linux?
          Lascia stare... Linux non è adatto alla grafica e tanto meno ai giochi... per quelli decisamente meglio tenersi Windows...byez
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho win98
            - Scritto da: slack\b0y

            Ma Unreal non funziona sotto Linux?


            Lascia stare... Linux non è adatto alla
            grafica e tanto meno ai giochi... per quelli
            decisamente meglio tenersi Windows...
            byezSbaglio o Quake II c'e' anche su linux?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho win98 [E.C.]
            - Scritto da: FDG
            Sbaglio o Quake II c'e' anche su linux?Ovviamente era Quake III
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho win98
            - Scritto da: slack\b0y

            Ma Unreal non funziona sotto Linux?


            Lascia stare... Linux non è adatto alla
            grafica e tanto meno ai giochi... per quelli
            decisamente meglio tenersi Windows...
            byezSe ti sente Alien a dire che Linux non è adatto per la grafica e per i giochi ti mangia in un boccone:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho win98
      - Scritto da: kat
      e non lo cambio!Idem, il mio PC non vedra' null'altro da Microsoft. Mi tengo il 98 per giocare e vado avanti con gli aggiornamenti di Mandrake Linux.
  • Anonimo scrive:
    Non vedo Alien...
    scommetto che sta scaricando windows XP, di nascosto dei suoi fans ovviamente:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vedo Alien...
      Posso rispondere io: da quando ha installato la Mandrake 8.0 Alien dorme sonni tranquilli... adesso si puo' dedicare a qualcosa di meglio dei computer (la f..a)!Ah, la Mandrake funziona appena la installi, no va crack-ata e non si rischiano 'discussioni' con la GdF.Auguri Windowisti!- Scritto da: Alberto
      scommetto che sta scaricando windows XP, di
      nascosto dei suoi fans ovviamente:-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Non vedo Alien...

        Posso rispondere io: da quando ha installato
        la Mandrake 8.0 Alien dorme sonni
        tranquilli... adesso si puo' dedicare a
        qualcosa di meglio dei computer (la f..a)!Ottimo... ma se proprio gli serviva una scusa per smettere di usare il computer poteva semplicemente venderlo .
        Ah, la Mandrake funziona appena la installi,Funziona e' una parola grossa.
        no va crack-ata e non si rischiano
        'discussioni' con la GdF.Sei troppo impegnato a litigare col resto dei tuoi fornitori di hardware.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vedo Alien...
      - Scritto da: Alberto
      scommetto che sta scaricando windows XP, di
      nascosto dei suoi fans ovviamente:-)Bisogna pur conoscere il nemico prima di attaccarlo. :)Bye
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vedo Alien...
      - Scritto da: Alberto
      scommetto che sta scaricando windows XP, di
      nascosto dei suoi fans ovviamente:-)Sono qui, state tranquilli.Con MANDRAKE TUTTO OK.Con WINDRAGA "XP" NON VOLERA' NEMMENO DALLA FINESTRA, TANTO NON LO INSTALLO, PERCHE' E' UN SO SPIONE COME TUTTI QUELLI DEL DRAGA.Sono occupato in combattimenti (PERSI IN PARTENZA) con il diversi PROVIDERS Italiani, visto che le FLAT sono ORAMAI MORTE E SEPOLTE QUI IN ITALIA.Pertanto stò RAVANANDO PER ATTIVARE L' ADSL ENTRO SETTEMBRE NEI MIEI CENTRI DI ATTACCO.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non vedo Alien...

        Pertanto stò RAVANANDO PER ATTIVARE L' ADSL
        ENTRO SETTEMBRE NEI MIEI CENTRI DI
        ATTACCO.Seee... epilettico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non vedo Alien...
          - Scritto da: S.L.

          Pertanto stò RAVANANDO PER ATTIVARE L'
          ADSL

          ENTRO SETTEMBRE NEI MIEI CENTRI DI

          ATTACCO.

          Seee... epilettico.HANNO RAGIONE QUELLI CHE SBRAITANO CONTRO IL SISTEMA TELEFONICO E DI TRASMISSIONE DATI DA TERZO MONDO ITALIANO.HANNO RAGIONE QUELLI CHE SBRAITANO PERCHE' DISCRIMINATI DALL' ADSL CHE NON POSSONO AVERE.HANNO RAGIONE QUELLI CHE SI INCAZZANO CONTRO IL MONOPOLIO DELLE TELECOMUNICAZIONI TUTTORA VIGENTE.HANNO RAGIONE QUELLI CHE SBRAITANO CONTRO IL FALLIMENTO ITALIANO DELLE FLAT.GALACTICA HA FATTO IL POSSIBILE, PER MANTENERE I CONTRATTI IN CORSO COME SPIPULATI, ORA NON CE LA FA PIU' E RIVERSA LE COLPE ALLA TELECOM, MA LA QUESTIONE E' ANCHE POLITICA CHE NON HA SAPUTO O VOLUTO INCENTIVARE CORRETTAMENTE I COLLEGAMENTI AD INTERNET.COMUNQUE QUI, L' ADSL C'E', QUINDI ENTRO SETTEMBRE O CON L' UNO O CON L'ALTRO SARA' ATTIVO NEI MIEI CENTRI DI ATTACCO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non vedo Alien...
      - Scritto da: Alberto
      scommetto che sta scaricando windows XP, di
      nascosto dei suoi fans ovviamente:-)ROTFL :))))
  • Anonimo scrive:
    precisazione...
    Ms ha rilasciato la Beta 2 di .Net, ma e' visual studio.net a comprendere il .Net frameowrk, non viceversa.Il framework e' scaricabile gratuitamente dal sito msdn, mentre per visual studio occorre essere registrati o come msdn subscriber o come beta tester.In pratica col framework hai solo i compilatori a linea di comando, il framework vero e proprio, qualche utility (sempre shell), documentazione ed esempi, ma nessuno strumento di sviluppo visuale.Ciao
  • Anonimo scrive:
    2505 RC1
    la sto scaricando in questo momento...piuttosto, nessuno che usa xp ha problemicon nvidia e emperor battle for dune ad esempio? tanto per dirne uno dei 1ooo @
    • Anonimo scrive:
      Re: 2505 RC1
      - Scritto da: @
      la sto scaricando in questo momento...
      piuttosto, nessuno che usa xp ha problemi
      con nvidia e emperor battle for dune ad
      esempio?
      tanto per dirne uno dei 1ooo

      @Vabbe almeno dicci dove pigliarla :) dai fai il buono
      • Anonimo scrive:
        Re: 2505 RC1
        sulle newsgroupalt.binaries.cd.image.highspeed@- Scritto da: Marcus Garvey


        - Scritto da: @

        la sto scaricando in questo momento...

        piuttosto, nessuno che usa xp ha problemi

        con nvidia e emperor battle for dune ad

        esempio?

        tanto per dirne uno dei 1ooo



        @
        Vabbe almeno dicci dove pigliarla :) dai fai
        il buono
        • Anonimo scrive:
          Re: 2505 RC1
          Sì, ma il crack?- Scritto da: @
          sulle newsgroup

          alt.binaries.cd.image.highspeed


          @


          - Scritto da: Marcus Garvey





          - Scritto da: @


          la sto scaricando in questo momento...


          piuttosto, nessuno che usa xp ha
          problemi


          con nvidia e emperor battle for dune
          ad


          esempio?


          tanto per dirne uno dei 1ooo





          @

          Vabbe almeno dicci dove pigliarla :) dai
          fai

          il buono
          • Anonimo scrive:
            Re: 2505 RC1
            e' ovviamente l'iso gia' cracked coni vari bat e programmini per fregareil contagiorni di m$ ho appunto interrotto il downloaddell'iso originale m$ per prenderequesto....per il server non so, cercate@- Scritto da: zoz
            Sì, ma il crack?
        • Anonimo scrive:
          DOVE?? DA QUI!
          Io solitamente le dritte le prendo da ItaWarezhttp://efrem.netfirms.comPerò ora non ho visto nessun link attivo.dateje n'okkio, kevve devo dì...io da lì ho preso la build 2486 in italiano.Vabbe almeno dicci dove pigliarla :) dai
          fai

          il buono
          • Anonimo scrive:
            Re: DOVE?? DA QUI!
            magari se nei post mettete anche nome e cognome facciamo prima...i server web tengono i log... e la GdF legge PI ;)a buon intenditore... Ciao- Scritto da: Livio
            Io solitamente le dritte le prendo da
            ItaWarez
            http://efrem.netfirms.com
            Però ora non ho visto nessun link attivo.
            dateje n'okkio, kevve devo dì...
            io da lì ho preso la build 2486 in italiano.


            Vabbe almeno dicci dove pigliarla :) dai

            fai


            il buono
          • Anonimo scrive:
            Re: DOVE?? DA QUI!
            Anche l'anti piracy di Microsoft e la BSA, se e' per questo...Occhio a voi- Scritto da: normal user
            magari se nei post mettete anche nome e
            cognome facciamo prima...

            i server web tengono i log... e la GdF legge
            PI ;)
            a buon intenditore...

            Ciao

            - Scritto da: Livio

            Io solitamente le dritte le prendo da

            ItaWarez

            http://efrem.netfirms.com

            Però ora non ho visto nessun link attivo.

            dateje n'okkio, kevve devo dì...

            io da lì ho preso la build 2486 in
            italiano.





            Vabbe almeno dicci dove pigliarla :) dai


            fai



            il buono
          • Anonimo scrive:
            Re: DOVE?? DA QUI!
            - Scritto da: cricifige
            Anche l'anti piracy di Microsoft e la BSA,
            se e' per questo...

            Occhio a voiMah, non credo che si stracceranno le vesti per la pirateria: checchè ne dicano gli fa comodo, è il mezzo migliore per "penertrare il mercato", cmq c'è in giro un sacco di software libero per evitare 'sti guaiMark
          • Anonimo scrive:
            Re: DOVE?? DA QUI!

            Mah, non credo che si stracceranno le vesti
            per la pirateria: checchè ne dicano gli fa
            comodo, è il mezzo migliore per "penertrare
            il mercato", cmq c'è in giro un sacco di
            software libero per evitare 'sti guai
            MarkMa rimane il fatto che non e' etico quindi sarebbe meglio evitare discorsi in pubblico.
Chiudi i commenti