Spiati dagli RFID? Si faccia luce

Centinaia di delegati internazionali al WSIS erano sorvegliati: la UE conferma l'uso degli RFID ma chiarimenti e spiegazioni non arrivano. La denuncia del parlamentare europeo radicale Cappato dopo i rilievi di tre esperti


Roma – Aveva sollevato grande scalpore negli ambienti informatici ma, apparentemente, solo in quelli, il fatto che i delegati del WSIS , il Summit mondiale sulla Società dell’Informazione, fossero stati spiati a Ginevra lo scorso dicembre mediante tecnologie RFID . La questione, riportata in Italia da Punto Informatico , è ora oggetto di una denuncia del deputato europeo della Lista Bonino Marco Cappato .

Cappato ha rilasciato un comunicato stampa nelle scorse ore insieme al Partito Radicale Transnazionale ricostruendo la vicenda, che partiva dall’osservazione dei tre studiosi che avevano denunciato la presenza all’interno dei badge forniti all’ingresso del Summit di dispositivi RFID , i chip a radiofrequenza che avrebbero consentito di seguire gli spostamenti dei delegati nelle diverse aree dell’Expo, “in violazione – spiega Cappato – della Direttiva europea sulla privacy, delle linee guida ONU sull’uso dei file personali nonché della legislazione elvetica sulla protezione dei dati personali”.

Come si ricorderà, Alberto Escudero-Pascual dell’Istituto reale di Tecnologia di Stoccolma, Stephane Koch, presidente della Internet Society di Ginevra e George Danezis, ricercatore di Cambridge sono i tre personaggi che non hanno affatto gradito la sorpresina preparata dal WSIS ai delegati. A loro parere i badge venivano letti da appositi rilevatori, capaci di fornire dati utili a tracciare gli spostamenti. Secondo i tre, i chip RFID potevano essere letti da qualsiasi apparecchiatura, come “i distributori automatici all’ingresso di una specifica sala riunioni, in modo da consentire l’identificazione dei partecipanti o di gruppi di partecipanti”. Quel che a loro dire è ulteriormente grave, è che a nessuno è stato detto nulla della presenza degli RFID né sono state spiegate le ragioni di questa scelta.

Cappato ricorda che per questo aveva presentato una interrogazione alla Commissione europea per sapere quali azioni fossero state intraprese a tale riguardo dalla Commissione. Il commissario europeo Erkki Liikanen rispondendo, il 28 gennaio, alla prima delle due interrogazioni aveva confermato l’uso di tali chip a radio-frequenza e, a nome della Commissione, si era impegnato ad “ottenere maggiori informazioni per accertare se e come siano state utilizzate applicazioni basate sulla tecnologia RFID in relazione ai dati personali trasferiti dall’Unione europea, al fine di valutare la legittimità del trattamento di tali dati alla luce del diritto comunitario”.

In una nuova interrogazione del 25 febbraio, Cappato ha chiesto lo stato delle indagini e Liikanen ha risposto il 15 aprile spiegando che dopo contatti con le autorità svizzera la Commissione era “stata informata del fatto che le misure di sicurezza del summit erano di competenza dell’Unione internazionale delle telecomunicazioni ( UIT ), l’agenzia delle Nazioni Unite a cui è stata affidata l’organizzazione del WSIS” e che, in seguito a tali informazioni la Commissione aveva provveduto, in data 17 marzo a scrivere “una lettera al segretario generale dell’UIT per accertare se e come siano state utilizzate applicazioni basate sulla tecnologia RFID in relazione ai dati personali trasferiti dall’Unione europea, al fine di valutare la legittimità del trattamento di tali dati alla luce del diritto comunitario. “Nella lettera si chiedeva inoltre una valutazione delle misure alla luce del diritto svizzero”.

Sebbene sia passato un mese da quando questa lettera è stata spedita “la Commissione non ha a tutt’oggi ricevuto risposta” .

Non resta da sperare, a questo punto, che sia proprio la UIT, o ITU, a chiarire una volta per tutte chi ha deciso l’impiego degli RFID, perché sono stati utilizzati, perché non ne è stato comunicato l’uso, quali sono i dati raccolti e chi li gestisce.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    inutile
    ma cosa te ne fai del compilatore c++ ms quando esiste un'alternativa 1.000.000 di volte migliore: gcc
    • Anonimo scrive:
      Re: inutile
      - Scritto da: Anonimo
      ma cosa te ne fai del compilatore c++ ms
      quando esiste un'alternativa 1.000.000 di
      volte migliore: gccmi piacerebbe avere qualche info tecnica sulla superiorità di gcc rispetto a vc.
      • TADsince1995 scrive:
        Re: inutile

        mi piacerebbe avere qualche info tecnica
        sulla superiorità di gcc rispetto a
        vc.E' portabile. Io ho scritto un piccolo puzzle game (presto su Sourceforge) con Linux, SDL e gcc e mi è bastato ricompilarlo su Windows per averne la versione Win32.TAD
        • Anonimo scrive:
          Re: inutile

          E' portabile. fino a che usi librerie portabili.se devi fare una gui nativa per win per sfruttarne alcune funzioni ti servono ben altri strumenti d'astrazione per poter anche solo lontanamente pensare di convertire direttamente il codice per fargli usare una libreria grafica disponibile sotto un altro s.o.se programmi per la portabilità le gui sono l'hassle pincipale, di gran lunga, se fai apps macinanumeri, scientifiche e prevalentemente console, o con funzioni semplici di grafica per cui va bene una libreria basata che sia (il più è portabile meglio è), salta pure il paragrafo precedente ;) ma per un progetto di certe dimensioni e orientato al desktop difficilmente è così.
          • TADsince1995 scrive:
            Re: inutile

            se programmi per la portabilità le
            gui sono l'hassle pincipale, Sono d'accordo, ma oggi esistono due soluzioni a questo problema: due librerie per le GUI cross platform con le GTK e le WxWindows. Le prime sono sicuramente più avanti e Gimp è una dimostrazione lampante, mute è invece un esempio delle seconde. Per quel che mi riguarda le SDL sono "LE" librerie grafiche per Linux e per Windows funzionano niente male, sono anche abbastanza semplici da programmare e sono state usate in molti giochi commerciali OpenGL come wrapper per la conversione a Linux (vedi Neverwinter Nights)TAD
          • ciko scrive:
            Re: inutile
            mmmmm... dici che le gtk sono avanti? io non credo, infatti le wxWindows sono un wrapper per le librerie native di diversi sistemi, vuol dire che quando esegui il programma questo richiama direttamente le API del SO, e non qualcosa di costruito sopra...quindi decisamente un interfaccia utente + pulita ed una velocità di esecuzione maggiore...poi se ti trovi meglio con le gtk non ho nitente da dire, sono eccellenti...
          • Anonimo scrive:
            Re: inutile
            - Scritto da: ciko
            mmmmm... dici che le gtk sono avanti? io non
            credo, infatti le wxWindows sono un wrapper
            per le librerie native di diversi sistemi,
            vuol dire che quando esegui il programma
            questo richiama direttamente le API del SO,
            e non qualcosa di costruito sopra...
            quindi decisamente un interfaccia utente +
            pulita ed una velocità di esecuzione
            maggiore...
            poi se ti trovi meglio con le gtk non ho
            nitente da dire, sono eccellenti...guarda che le wxwindows (che ora si chiamano wxwidgets) per linux si appoggiano alle gtk+ (a meno che prendi quelle basate su motif)
          • Anonimo scrive:
            Re: inutile
            Complimenti a tutti per la maturità e la civiltà di questo thread. Milioni di questi!Grazie
          • TADsince1995 scrive:
            Re: inutile
            - Scritto da: Anonimo
            Complimenti a tutti per la maturità e
            la civiltà di questo thread. Milioni
            di questi!
            GrazieSi, è vero, fa piacere quando si scambiano opinioni (anche divergenti) senza aggredirsi. Il fatto è che quando si parlano persone che conoscono l'argomento di cui stanno parlando allora si ha una conversazione civile e produttiva, oltre che gradevole. Diverso è il caso di quando qualcuno tenta di parlare di qualcosa che non conosce e che pretende di conoscere, allora li spesso scatta la trollagine. ;)TAD
          • NoWone scrive:
            Re: inutile
            Mi associo! La cosa che più trattiene dal postaresu PI è proprio il fatto che basta un niente per far diventarei thread una massa d'insulti - complice anche il fattodi poter postare anonimi IMHO. Non facciamo diventare"Punto Informatico" "Insulto Informatico", vi prego! ;)
          • NoWone scrive:
            Re: inutile
            - Scritto da: ciko
            vuol dire che quando esegui il programma
            questo richiama direttamente le API del SO,
            e non qualcosa di costruito sopra...
            quindi decisamente un interfaccia utente +
            pulita ed una velocità di esecuzione
            maggiore...Secondo me dipende in primis da quale è il tuo goalprincipale. Se stai scrivendo qualcosa che per forzadeve essere portabile, usare una libreria come gtk ti dala possibilità di lasciare inalterato il codice della GUIrisparmiando tempo e lavoro, al prezzo di un piccolooverhead in esecuzione. Ovvio che se invece la tua appdeve funzionare solo su un OS funzionerà megliousando librerie specifiche. :)
      • Anonimo scrive:
        Re: inutile
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ma cosa te ne fai del compilatore c++ ms

        quando esiste un'alternativa 1.000.000

        di volte migliore: gcc
        mi piacerebbe avere qualche info tecnica
        sulla superiorità di gcc rispetto a vc.GCC segue le specifiche dell'ANSI, visual studio non lo fa, il C non dovrebbe essere standard ??In Unix in ogni caso e' tutto molto piu' semplice,visto che non devi fare i salti mortali per ereditare gli handle delle pipes!Il Gcc non si lascia fregare stupidamente da errori di parentesi, Visual studio si perde completamente.Gli errori ed i Warning di Gcc sono piu' precisi e danno un'idea chiara del tipo di errore (di solito)
        • Anonimo scrive:
          Re: inutile
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          ma cosa te ne fai del compilatore c++ ms


          quando esiste un'alternativa 1.000.000


          di volte migliore: gcc

          mi piacerebbe avere qualche info tecnica

          sulla superiorità di gcc rispetto a vc.
          GCC segue le specifiche dell'ANSI, visual
          studio non lo fa, il C non dovrebbe essere
          standard ??
          In Unix in ogni caso e' tutto molto piu'
          semplice,visto che non devi fare i salti
          mortali per ereditare gli handle delle
          pipes!
          Il Gcc non si lascia fregare stupidamente da
          errori di parentesi, Visual studio si perde
          completamente.
          Gli errori ed i Warning di Gcc sono piu'
          precisi e danno un'idea chiara del tipo di
          errore (di solito)Senza contare quanto e' piu' facile compilare un singolo file quando devi fare dei test; senza bisogno di aprire inutilissimi project temporanei.
    • The Raptus scrive:
      CBuilderX e domande varie ...
      Qualcuno sa dirmi come si muove, in questo ambito, CBuilderX di Borland? Ho sempre usato questi compilatori, li trovo molto migliori di Microsoft, ma con l'arrivo di longHorn ... temo di buttar via il mo tempo.Si tratta forse di unsistema multipiattaforma? Se creo un programm acon un minimo di grafica (qualche pulsante, checkbox o radiobutto e finestre insomma ...)?... E per la comunicazione seriale? tutto da rafre per librerie differenti o la API di windows CREATEFILE andrà bene lo stesso?Grazie in anticipo, anche per l'ottimo livello dei posts precedenti.The Raptus!
  • Anonimo scrive:
    Re: anche prima...
    più che altro fino al ddk per win2000 (e per win9x/me) che erano gratuiti, avevi tutto quanto quello che serviva per sviluppare, che tra l'altro il ddk contiene la versione aggiornata del compilatore del vc,che è sempre più vecchio
  • Anonimo scrive:
    Re: anche prima...
    - Scritto da: Anonimo
    ... si poteva scaricare il framework .NET
    SDK con compilatori e librerie
    gratuitamente...si, ma qui si tratta del compilatore c++ della MS.Se poi ci vuoi scrivere del codice per .NET puoi farlo.Non confondere c++ con c#gpl
  • Anonimo scrive:
    anche prima...
    ... si poteva scaricare il framework .NET SDK con compilatori e librerie gratuitamente...
Chiudi i commenti