Stanca e Masi per il futuro della rete

Lo ha deciso l'ONU, che ha voluto il Ministro e il funzionario italiano nella Task Force per lo sviluppo attraverso l'ICT. L'Italia porta con sé un bagaglio di esperienze


New York (USA) – Un progetto ambizioso: fare dell’ONU il motore e il promotore di iniziative di primo piano che consentano ai paesi meno sviluppati di accelerare sul fronte delle nuove tecnologie per compiere rapidamente un balzo in avanti nello sviluppo. Un progetto che l’ONU di Kofi Annan sta preparando meticolosamente, invitando a parteciparvi anche l’Italia.

In particolare, nella ICT Task Force dell’ONU è stato chiamato a partecipare il ministro all’Innovazione italiano Lucio Stanca. Si tratta di un organismo ristretto che ha il compito di approfondire le strategie che possono essere messe in campo per contribuire allo sviluppo mediante le nuove tecnologie.

Tanto Stanca quanto quello che in una nota definisce “il suo alter-ego nell’organismo tecnico” Mauro Masi parteciperanno al “Global Forum” dell’ONU, organizzato per oggi e domani a Berlino e che è intitolato: “Promuovere un ambiente favorevole per lo sviluppo digitale”.

All’evento, il primo che vede impegnata la Task Force, interverranno oltre 250 rappresentanti ad alto livello di Governi, settore privato e società civile, Ministri, Direttori generali e CEO.

La prima giornata del Global Forum sarà dedicata ad un incontro pubblico sui temi legati al digital divide. Stanca aprirà i lavori del primo panel che fotograferà la situazione e le prospettive del settore. In particolare, partendo dai temi del “World Summit delle Nazioni Unite sulla Società dell’Informazione” , il WSIS dello scorso dicembre, “Stanca – si legge in una nota – illustrerà quanto il Governo Italiano ha promosso e già realizzato per superare il digital divide sia in Italia che in diversi Paesi, in particolare con la Iniziativa e-Government per lo Sviluppo , condotta in collaborazione con l’ONU, la Banca Mondiale, la Banca InterAmericana e la Gateway Foundation”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè non si parla mai...
    l'unico efffeto di questa tassa su di me è che adesso compro i dvd a 0,30 euro su nierle (www.nierle.fr) invece che da mediaworldMx
  • midori scrive:
    Guardiamo in faccia alla realtà
    Premessa: si sta supponendo che la legge sul diritto d'autore abbia un minimo d'effetto sulle coscienze dei consumatori...Togliamo per un momento da mezzo la legalità.Cio' che rimangono sono solo gli interessi economici.Le leggi come quella sul diritto d'autore, quando proteggono in maniera sfacciata e unilaterale una singola parte, nel momento in cui hanno effetto non stanno facendo altro che spostare dei soldi da un mercato all'altro.Questo perche' i soldi della gente quelli sono e quelli restano, non e' che aumentano in maniera enorme tra un anno e l'altro (anzi!). Inoltre oggi quasi tutti arrivano a fine mese senza un soldo, oppure coi debiti! Quindi i soldi che dovremmo spendere in piu' nella musica non li abbiamo comunque, perche' li spendiamo gia' per altre cose.Di conseguenza, per comprare più musica dovremmo necessariamente rinunciare ad es. ad internet o all'hard disk piu' capiente.In questo caso quindi la legge tenta di forzare il passaggio dei nostri soldi dal mercato di Internet e dei supporti digitali a quello musicale/cinematografico.Quindi, dal punto di vista meramente economico la situazione dovrebbe essere immutata:perche' l'indutria musicale avra' dei vangaggi, NON "si perderanno migliaia di posti di lavoro". Cosa che purtroppo avverrà nel ambito degli altri settori danneggiati (da notare che per posti di lavoro persi conto anche quelli non creati a causa del rallentamento).Ovvero, come diceva Toto' "e' la somma che fa il totale".Gli operatori del settore musicale si potrebbero giustificare cosi' (ma guarda, mo gli do anche un'idea su come difendersi):Delle mancanze della legge ha permesso di fare arricchire e prosperare gli operatori internet e dei supporti digitali a nostre spese, vogliamo giustizia.Non fa una piega, apparentemente...Il fatto è che io, e altri milioni di cittadini, non pensiamo affatto che lo scambio gratuito sia qualcosa di sbagliato. Se questi signori pretendono una legge a loro vantaggio, la prenendiamo anche noi! Quindi dobbiamo addivenire ad un accordo che soddisfi entrambe le parti, oppure non si risolve un fico secco, tutto resta come adesso, milioni di cittadini fuorilegge per causa di una legge inapplicabile.ciauz midori
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho smesso di leggere....
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ....da questo punto in poi:
    "...l'esponente

    dei Verdi Fiorello Cortiana ha ieri

    rilasciato una dura nota in cui parla di

    "maggioranza allo sbando su tutto"...".

    "Su TUTTTTOOO"!!!!

    Il solito integralismo

    anarco-insurrezionale-comunista

    Eccone un altro che ha visto troppi TG4...
    Scherzi? il TG4 è meglio di un cabaret!Posso cmq dedurre che quancuno qui dentro ha vistro troppi TG3....
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ignoranza regna sovrana...
    mi piacerebbe davvero sapere come una licenza che "permette a chiunque ed in ogni modo di copiare in dato programma" riesca a tutelare l'autore.Si vabbè: ci sarà scritto che l'autore sono io ma....che piffero ci guadagno?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'ignoranza regna sovrana...
      - Scritto da: Anonimo
      mi piacerebbe davvero sapere come una
      licenza che "permette a chiunque ed in ogni
      modo di copiare in dato programma" riesca a
      tutelare l'autore.
      Si vabbè: ci sarà scritto che
      l'autore sono io ma....che piffero ci
      guadagno?I programmi freeware (non GPL) sono gratis, giusto? Pensi che non siano sotto copyright?
    • Slurpolo scrive:
      Re: L'ignoranza regna sovrana...
      - Scritto da: Anonimo
      Si vabbè: ci sarà scritto che
      l'autore sono io ma....che piffero ci
      guadagno?Usare la GPL non è obbligatorio: se pensi che non ti permetta di guadagnare sui programmi che scrivi (ed in effetti è difficile che permetta ad un programmatore singolo di guadagnare) non la usare e scegli un altro tipo di licenza.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho smesso di leggere....
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ....da questo punto in poi:
    "...l'esponente

    dei Verdi Fiorello Cortiana ha ieri

    rilasciato una dura nota in cui parla di

    "maggioranza allo sbando su tutto"...".

    "Su TUTTTTOOO"!!!!

    Il solito integralismo

    anarco-insurrezionale-comunista

    Eccone un altro che ha visto troppi TG4...
    buuhauhauhauhuha le malattie del nuovo millennio :P :D ;)
  • midori scrive:
    Costi...
    "l'offerta di musica online a costi accessibili ormai è un realtá anche in Italia"hahaha!Rido! Rido assai!Ovviamete non parla di costi accettabili, ma accessibili. Ebbene, che ci si creada o no, anche i prezzi attuali dei CD sono accessibili, peccato che lo sono a pochi :P :Pciauz midori
  • Anonimo scrive:
    Dopo Urbani il P2P aumenta......
  • Rododendro scrive:
    non faranno mai nulla
    Toglietevelo dalla testa.Io lo ripeto qui dentro da mesi: questa maggioranza e' buona solo a vietare e a mettere forche in ogni piazza. L'unica condizione e' che sulle forche non debbano mai salirci loro.Ormai dovrebbe essere chiaro anche ai piu' scettici: Urbani ha fatto la legge sotto le pressioni delle major, i cui interessi sono ben rappresentati nel governo, addirittura dal premier. Il popolo si e' indignato e Stanca e' stato incaricato di insabbiare tutto.Ma da loro non verra' mai la soluzione. Bisogna mandarli a casa e obbligare quelli di sinistra, che hanno PROMESSO di cambiarla, a rispettare gli impegni presi. Senno', a casa pure loro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai smesso di leggere....
    Quoto al cubo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai smesso di leggere....
    - Scritto da: Anonimo
    perche' come molti (sempre meno) di quelli
    come te, sei oltremodo infastidito dalla
    liberta' del pensiero altrui; se tu fossi
    una persona non dico democratica, ma solo un
    po' intelligente, leggeresti fino alla fine
    e argomenteresti in modo articolato il tuo
    dissenso ... ma e' evidente che "quelli come
    te" il dissenso non sanno nemmeno cosa sia,
    perche' siete troppo impegnati a demonizzare
    tutto cio' che esce dalla vostra
    ristrettissima visione del mondo e della
    politica, ammorbando ormai da qualche anno
    qualsiasi occasione di dibattito con il
    vostro integralismo (vero questa volta), la
    vostra arroganza e la vostra insofferenza.Ovviamente poi ho letto fino alla fine: altrimenti come avrei potuto srgomentare sulla FIMI?Tuttavia, la mia attenzione non se la sarebbe meritata di certo.Vorrei poi far ricordare chi è stato ad abbandonare il parlamento in questi giorni, con annesse le critiche di Fini.
    Comincio a pensare che alla boria del 2001,
    quando avete vinto le elezioni con un
    contratto beffa, abbiate sostituito la sana
    paura di dovervene tornare a casa, dopo le
    devastazioni di cui siete stati capaci in
    soli 3 anni di non governo.Chi ha vinto? La sinistra? No? Allora mutismo e rassegnazione.
    E non ti lamentare poi che "tutto finisca in
    politica", perche' di scelte politiche si
    sta parlando, visto che i politici della tua
    parte hanno inanellato una serie di
    monumentali orrori legislativi e
    amministrativi che vanno tutti nel senso
    della restrizione e del controllo delle
    liberta' dei cittadini.Elencane alcune, argomentato sugli sbagli o stazzitto. E stavolta te lo sei meritato.
    E non ti lamentare nemmeno che venga fatta
    di ogni erba un fascio (gioco di parole
    voluto), dato che nessuna delle forze
    politiche della maggioranza e' piu'
    salvabile ormai, ognuna di esse recitando in
    questo teatro tragicomico del quale ormai la
    gente desidera solo la fine, al piu' presto
    possibile.
    Il tuo post, legittimo e leggibile come ogni
    altro in questo forum, e' la sublimazione
    dell'atmosfera che incombe sulla maggioranza
    di governo di questo sfortunato Paese: la
    disperazione.Disperato? Io? Si cero. Indovina per chi ho votato alle recenti elezioni comunali...?
  • Anonimo scrive:
    Attendiamo sull'anatocismo...
    Adesso attendiamo una nuova legge a favore delle banche che li risolva il "problemino" dell'anatocismo.Con la promessa che poi le cose verranno riviste a favore dei correntisti, questo e' ovvio ;) :D :D :D
  • jepessen scrive:
    Quale condanna
    In fondo, è accettabile il fatto che non bisogna acquisire musica illegalmente, anche se i prezzi esorbitanti esortano a farlo in maniera vergonosa (evitiamo di dire di chi è la colpa dei prezzi alti, adesso).Però, è vero che la pena è eccessiva per chi, al posto di chi vende cd pirata, scarica musica e film solo per avere qualcosa che comunque non avrebbe comprato perchè tropo cara.Se per forza sanzione ci deve essere, proporrei semplicemente di far pagare ai detentori dei file illegali la somme necessaria per l'acquisto di tali files... Per esempio, ha un film scaricato? Deve pagare i 20? necessari ad acquistare il DVD. Non sarebbe un modo equo per risolvere la questione? In pratica, al posto di pumirli, si mettono in regola. Avranno problemi chi ha 15000 files musicali e 50 film, ma sempre meglio della galera per della gente che non ha mai fatto male a nessuno... Ops, è vero, hanno portato al fallimeno l'italia!!! :D:D:D:D:D:DDaniele
  • Anonimo scrive:
    GPL anche per la musica
    Sarebbe un interessante evento.Quanto è successo per il software potrebbe succedere anche per la musica.l'analogia è molto forte, e permetterebbe a molti di emergere "legalmente", senza per forza passare per i pappon. hem canali ufficiali di protezione dei diritti d'opera.La GPL musicale, permetterebbelo scaricamento e l'uso da tutti, vincolandole l'abuso o l'appropiamento dei soliti grossi, e tutto si svolgerebbe nella piena legalità.E come riescono a vivere i Bravi programmatori(artisti) GPL, stesso varrebbe per i Bravi artisti musicali.
    • Anonimo scrive:
      Re: GPL anche per la musica
      - Scritto da: Anonimo
      Sarebbe un interessante evento.

      Quanto è successo per il software
      potrebbe succedere anche per la musica.C'è già una licenza e si chiama Creative Commons
      • Anonimo scrive:
        Re: GPL anche per la musica
        e chi la vuole la usa e chi vuole no, qual'è il problema.
        • Anonimo scrive:
          Re: GPL anche per la musica
          - Scritto da: Anonimo
          e chi la vuole la usa e chi vuole no,
          qual'è il problema.L'informazione!Quindi, grazie. :D
        • Anonimo scrive:
          Re: GPL anche per la musica
          - Scritto da: Anonimo
          e chi la vuole la usa e chi vuole no,
          qual'è il problema.Non lo so dimmelo tu. Gli ho solo indicato una licenza
    • Ekleptical scrive:
      Re: GPL anche per la musica

      Sarebbe un interessante evento.

      Quanto è successo per il software
      potrebbe succedere anche per la musica.Veramente la musica è da sempre Open Source!! Basta andare in un qualsiasi negozio di strumenti musicali per trovare gli spartiti dei brani.Manca il presupposto ideologico alla stessa base della GPL. La musica funziona da sempre così.A meno che tu non intenda il free come "free as a beer", ma come i GPLari sottolineano sempre, la GPL è free in senso di libertà, non di gratuità.Giusto o imporvvisamente le cose cambiano quando fanno comodo? :P
      • Ataru73 scrive:
        Re: GPL anche per la musica
        - Scritto da: Ekleptical
        Veramente la musica è da sempre Open
        Source!! Basta andare in un qualsiasi
        negozio di strumenti musicali per trovare
        gli spartiti dei brani.Vero, però a differenza dell'OS non è possibile "derivare un lavoro" da uno spartito, perché vieni accusato di plagio dai detentori del copyright.
        • Ekleptical scrive:
          Re: GPL anche per la musica

          Vero, però a differenza dell'OS non
          è possibile "derivare un lavoro" da
          uno spartito, perché vieni accusato
          di plagio dai detentori del copyright.Certo, perchè ci tengono a quello che fanno. Che vantaggi ti darebbe la modifica libera? Una serie infinita di continui remix dello stesso pezzo? Grande utilità. Sai che 2 maroni!Se vuoi fare un pezzo tuo prendendo spunto, sei libero di farlo. I gruppi clone di qualcun altro si sprecano su MTV e tutti imparano a suonare sui pezzi altrui.
  • Anonimo scrive:
    [parzialment OT] qualcuno sa nulla...
    ... delle norme applicative della legge Urbani sul deposito di iti internet presso le Biblioteche Nazionali di Firenze e Roma? Ormai dovrebbero essere uscite, credo.Grazie per l'attenzione.
  • Anonimo scrive:
    NON COMPRARE PIU' ROBA ORIGINALE....
    Organizzare proteste , manifestazioni dinanzi ai megastore, POI VOGLIO VEDERE LA FIM(I)AFIA COSA S'INVENTA....
    • Anonimo scrive:
      Re: NON COMPRARE PIU' ROBA ORIGINALE....
      - Scritto da: Anonimo
      Organizzare proteste , manifestazioni
      dinanzi ai megastore, POI VOGLIO VEDERE LA
      FIM(I)AFIA COSA S'INVENTA....Bravo hai scoperto l'acqua calda vero ? :DE da molto tempo che attuo questa politica : ai lavoratori non viene riconosciuto un salario decente e perchè allora bisogna riconoscere il profitto alle grandi majors mafiose ?
  • Anonimo scrive:
    legge Urbani: forse qualcosa si muove
    Che sia la volta buona?http://www.interlex.it/copyright/vigevano.htm
    • midori scrive:
      Re: legge Urbani: forse qualcosa si muov
      - Scritto da: Anonimo
      Che sia la volta buona?Ottimo link, grazie! :)Finalmente pare abbiano messo a lavorare una persona che sa quello che fa! Dall'intervista, si capisce che è una persona seria... lui! (almeno ora nel DDL non ci dovrebbero essere cose assurde come gli ISP vigilantes, i bollini e la condivisione della cella tra uploaders e spacciatori)Quelo che pero' piu' mi fa piacere è che pare che abbiano tolto da mezzo quella de****ente di Gabriella Carlucci! Quando seppi che era stata eletta deputato non sapevo se ridere o piangere!Il suo contributo alle modifiche del Decreto Urbani è stato piu' che altro inutile; le sue dichiarazioni successive alle modifiche, piu' che altro demagogia...Sembrava una protagonista di una vecchia telenovala brasiliana, si sbatteva tanto dicendo:"dobbiamo fare qualcosa, si deve fare qualcosa, dobbiamo fare qualcosa...."Ed alla fine che ha fatto?! O meglio, ma che fine ha fatto!? :P :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai smesso di leggere....

    perche' come molti (sempre meno) di quelli
    come te,cut
    Il tuo post, legittimo e leggibile come ogni
    altro in questo forum, e' la sublimazione
    dell'atmosfera che incombe sulla maggioranza
    di governo di questo sfortunato Paese: la
    disperazione.quoto tutto e di brutto
  • Anonimo scrive:
    A costi accessibili?????
    Stando ai discografici italiani, "l'offerta di musica online a costi accessibili ormai è un realtá anche in Italia e non ci sono piú giustificazioni alla pirateria online". E secondo la FIMI e i discografici 1 euro è un costo accessibile?????Il canone me lo pagano loro, perchè con un 56k non scarichi una MAZZA!!!!E poi il costo di supporto, custodia, ricerca copertina e carta fotografica per stamparla, inchiostro, corrente, ecc.....Non hanno ancora capito che il costo accessibile in termini di convenienza si ha SOLO se scaricare costa MOLTO MENO che acquistare il CD!!!!ALTRIMENTI NON SERVE AD UNA MAZZA SCARICARE!!!!!IL MAZZA E I DISCOGRAFICI SONO OTTUSI e finchè continueranno così avranno solo la GUERRA!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: A costi accessibili?????
      [cut]

      IL MAZZA E I DISCOGRAFICI SONO OTTUSI e
      finchè continueranno così
      avranno solo la GUERRA!!!!!
      Non sono ottusi (magari), sono molto furbi (purtroppo)
      • Anonimo scrive:
        Re: A costi accessibili?????
        - Scritto da: Anonimo
        Non sono ottusi (magari), sono molto furbi
        (purtroppo)Non sono furbi, sono ipocriti, meschini, e molto egoisti.Se fossero furbi, tu ora saresti completamente daccordo con loro ;)
    • midori scrive:
      Re: A costi accessibili?????
      Ed il costo di connessione ad Internet? Non dimentichiamolo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Hai smesso di leggere....
  • Anonimo scrive:
    Vendo, dunque sono?
    Posso anche essere daccordo che l'ultimo cddegli outcast in vendita dappertutto non giustifichilo scambio gratuito creando un danno commerciale,ma i brani fuori catalogo, le registrazioni rare,e tutto quello che non è in vendita al momento,a chi crea danno sullo scambio gratuito?E l'immenso catalogo (forse inesistente) diopere dell'ingegno registrate alla SIAE non dovrebbeessere di fatto accessibile a tutti? Utopie?Anche catalogare tutta internet dovrebbe essere una utopia, otto miliardi e rotti di pagine, però...
  • Anonimo scrive:
    e la tv?
    scusate ma in tv trasmettere i film che la gente si registra non è sharing.registrare le cassette dalla radio?vediamo di non prenderci per il culo
  • Anonimo scrive:
    Punto informatico non vuole!
    • samu scrive:
      Re: Punto informatico non vuole!
      - Scritto da: Anonimo
      Ma che strano! Punto informatico mi censura
      il messaggio in cui dicevo che con il suo
      atteggiamento si appiattisce sulla
      propaganda antigovernativa del kompagno
      kortiana e ne diventa cassa di risonanza.ma che strano.. sei stato censurato eppureil tuo messaggio compare.. il caro "kompagno kortiana" non fa certo propagandaantigovernativa, ma unicamente propaganda per se'stesso per le prossime elezioni..ah! guarda che la vera censura, e' quella che non saiche esiste ..
  • Anonimo scrive:
    Cassa di risonanza del kompagno kortiana
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè non si parla mai...
    - Scritto da: Quelo
    ... delle tasse sui supporti?

    D'accordo, è grave pensare alla
    galera per un mp3, però secondo me
    è altrettanto grave il balzello "un
    tanto al Mb".
    E' gravissimo ma qui parlano i fatti: vendite a picco, produttori e distributori italiani alla fame. L'errore è lapalissiano, l'evasione massiccia, praticamente totale. Sembrava una questione di protesta politica ma ormai anche il mercato ha parlato: tutti comprano all'estero, la Germania fa affari d'oro, il mercato Italiano è quasi morto. E' tipico di un'associazione cieca e sorda nei confronti della realtà come la SIAE non rendersi conto che il balzello è stato un disastro per questo Paese e che dovrebbe essere ritirato, ma intanto piu' il tempo passa piu' questa situazione va a discapito della SIAE e di chi ha scelto passivamente di accettarne le decisioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè non si parla mai...

      E' gravissimo ma qui parlano i fatti:
      vendite a picco, produttori e distributori
      italiani alla fame. L'errore è
      lapalissiano, l'evasione massiccia,
      praticamente totale. Sembrava una questione
      di protesta politica ma ormai anche il
      mercato ha parlato: tutti comprano
      all'estero, la Germania fa affari d'oro, il
      mercato Italiano è quasi morto. Guarda, parlo da consumatore di fascia alta..musica, videogiochi, hardware e persino apparecchi elettronici.. compro tutto dall'estero, salvo i generi di prima necessità (figurarsi, alle volte dall'estero compro anche i giornali.. tanti li pago meno comunque)..in Italia abbiamo prezzi alti..in Italia abbiamo associazioni che vogliono mantenere prezzi alti..in Italia ci sono tante altre teste di cazzo come me che alla lunga faranno fallire ste associazioni del piffero.. io sono disposto a pagare per quello che voglio, ma non ad arricchire una massa di burocrati o di manager che per una presenza visibile solo per fare minacce allusioni guadagnano fior di quattrini, mentre io mi faccio il culo per guadagnare soldi senza dipendere per ogni cosa dai miei... ma andassero a cogliere patate sti incompetenti..
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè non si parla mai...

        Guarda, parlo da consumatore di fascia alta..
        musica, videogiochi, hardware e persino
        apparecchi elettronici.. compro tutto
        dall'estero, salvo i generi di prima
        necessità (figurarsi, alle volte
        dall'estero compro anche i giornali.. tanti
        li pago meno comunque)..
        in Italia abbiamo prezzi alti..
        in Italia abbiamo associazioni che vogliono
        mantenere prezzi alti..
        in Italia ci sono tante altre teste di cazzo
        come me che alla lunga faranno fallire ste
        associazioni del piffero.. io sono disposto
        a pagare per quello che voglio, ma non ad
        arricchire una massa di burocrati o di
        manager che per una presenza visibile solo
        per fare minacce allusioni guadagnano fior
        di quattrini, mentre io mi faccio il culo
        per guadagnare soldi senza dipendere per
        ogni cosa dai miei... ma andassero a
        cogliere patate sti incompetenti..Ti quoto e aggiungo che quello che si sta facendo in Italia -e non solo- (al di la delle polemiche e di ogni discorso circa "e' giusto/è sbagliato scaricare musica") è diametralmente all'opposto di quello che si farebbe -e che si è fatto- in ogni mercato libero in situazioni simili aventi ad oggetto prodotti di altro tipo.Mi spiego.Le major si lamentano del crollo verticale delle vendite dei prodotti su supporti informatici e della scarsa affluenza nei cinema.Anche ammesso che le vendite di cd/dvd/giochi ect siano diminuite e/o che l'affluenza nei cinema segua la stessa strada (non lo so con certezza, ma poniamo che sia così) i venditori di quei beni/fornitori di quei servizi - secondo le leggi di mercato - avrebbero un solo modo di comportarsi, che si può riassumere in "agevolare il più possibile l'acquisto dei beni e l'utilizzo di quei servizi".Non sono un economista, ma secondo le leggi di mercato, quando le vendite di un prodotto -per qualsiasi motivo- scendono, il venditore accorto fa di tutto per risollevarle: abbassa il prezzo del prodotto (e questo è quasi naturale), fa promozione, lo rende più appetibile, ecc.Con cd/dvd/cinema/giochi invece questo non è affatto successo (e non parlatemi dei cd vecchi di 5/6 anni venduti a 10 euro (ventimila lire) perchè quello è esattamente il loro valore -nonchè esattamente il prezzo cui erano venduti "originariamente"- considerato che sono ormai triti e ritriti e l'alternativa è che rimangano a prendere polvere sugli scaffali ... e del prezzo ridotto sul biglietto del cinema il mercoledì, perchè quello c'era già molto prima della diffusione del formato divx e della banda larga). Quindi, in questo caso, il venditore non ha fatto nulla, nessuna promozione, nessuna riduzione di prezzo, nulla. Come mai?Inoltre le confezioni di giochi, cd musicali e dvd sono sempre di peggiore qualità e di più scarsi contenuti cartacei (ad esempio, ormai la maggior parte dei giochi hanno uno scarnissimo manualetto cartaceo e il resto -quando va bene- si trova in un pdf contenuto nel cd/dvd (che se vuoi ti devi stampare tu a tue spese!). E' appena il caso di notare che così si risparmia sul costo di produzione del bene che, di conseguenza, lungi dall'essere arricchito di "valore aggiunto" che lo renderebbe più appetibile, viene invece impoverito, facendolo però pagare al consumatore finale lo stesso prezzo. Anche in questo caso siamo contro le leggi di mercato. Perchè?A questo aggiungete le mille e più tortuose strade a ostacoli che si devono seguire dopo aver acquistato un prodotto per usufruirne (cd che non si leggono su alcuni lettori, registrazioni di vario tipo, limitazioni all'uso, ecc ... limitazioni tutte che ricadono solo su chi sborsa quattrini e *acquista* il bene, non su chi se lo procura in modo illecito) e il cerchio si chiude.Io non ho la risposta, ma le due possibilità tra cui scegliere sono: 1. le vendite non vanno poi così male, quindi è naturale che non si abbia necessità di sbattersi per aumentarle;2. le vendite stanno diminuendo perchè si sta sbagliando politica commerciale, ma si addossa la colpa a "fattori esterni" incontrollati (i manager sanno benissimo come scaricare le proprie responsabilità su altri).A voi la scelta.My Two Cents
        • Anonimo scrive:
          Re: Perchè non si parla mai...
          Secondo me i discografici/produttori ecc. ormai possono fare tutti gli sconti che vogliono, tutte le promozioni che gli pare, ma si sono resi talmente odiosi che uno (come me, ad esempio) per principio, non gli compra nulla, non va al cinema ecc. La maggior parte di quelli che ancora comprano e vanno al cinema non sono a conoscenza, se non vagamente, di tutte le questioni legate al p2p, delle azioni scellerate che quei signori compiono o fanno compiere facendo pressione per far approvare certe leggi (come la tassa sui supporti vergini, ma anche lo stanziamento di fondi per le loro attività, perchè si, loro ricevono fondi pubblici!). Sollevando continuamente la questione, tuttavia, i vari discografici si stanno dando la zappa sui piedi, rendendosi invisi ai più. Da anni non compro e non vado al cinema, e da quando c'è la tassa i supporti vergini li acquisto all'estero.Se ho qualcosa che può interessare a un amico, gliene regalo una copia e viceversa.Avanti così, ad oltranza.
  • Anonimo scrive:
    Riporto qui su PI....
    Citazione: Anonimi ha scritto: Intanto Mazza risponde alle dichiarazioni del Senatore: FIMI, interpellata da Punto Informatico, ha sottolineato che nella audizioni parlamentari ha "proposto soluzioni di compromessoVorrei rammentare al forum che le "soluzioni di compromesso" di cui parla Mazza in pratica consistono nel mantenere tutto così com'è eliminando solamente i bollini che non fanno comodo all'industria. In definitiva non è affatto una soluzione di compromesso: è la soluzione che vuole la FIMI. Inoltre se la Urbani nasce come uno "sbaglio" (almeno questo è cio' che ci hanno fatto credere la relatrice On. Carlucci e il ministro Urbani, che ha invitato i senatori a votare "così come si sa che non si deve") vorrei sapere che compromesso ci sia da discutere. E' un errore che va cancellato. Per la FIMI non è un errore, ma la FIMI non è lo Stato, almeno non ancora.Citazione: che però il senatore Cortiana rifiuta di discutere".Penso che questa frase tutti i detrattori del sen. Cortiana dovrebbero stamparla a lettere cubitali e appendersela di fronte al computer prima di prodursi nell'ennessimo flame perchè è la dimostrazione piu' evidente della serietà e dell'autenticità dell'impegno del senatore.Citazione: Stando ai discografici italiani, "l'offerta di musica online a costi accessibili ormai è un realtá anche in Italia e non ci sono piú giustificazioni alla pirateria online".Bene, peccato che tutto questo non c'entri niente con gli emendamenti alla legge Urbani. La sua modificazione è una questione di giustizia, di proporzioni e di razionalità. Se poi queste offerte esistono e sono realmente valide lo decideranno gli utenti.Citazione: In particolare, ha sottolineato FIMI, "chi mette in condivisione abusivamente materiale protetto rischia sanzioni penali in tutti i maggiori Paesi del Mondo.Mazza si dimentica di dire che, li' dove queste leggi esistono, normalmente non vengono applicate a chi scambia files ad uso personale. Per esempio negli USA, dove la RIAA agisce in prima persona accollandosi il peso di costosi procedimenti civili.In Italia con la Urbani si crea un mostro giuridico perchè il peso della tutela di interessi così di parte e che non suscitano nessun allarme sociale immediato ricade interamente sullo Stato a causa dell'obbligatorietà dell'azione penale.In questo modo FIMI si lava le mani dei costi legali mentre la nostra Giustizia sprofonda ulteriormente in un vortice di gravosi procedimenti penali, questo naturalmente se vogliamo che la legge sia legge (valida per tutti) e non arbitrarietà o mero terrorismo mediatico.Citazione: Inoltre, i discografici hanno avvertito che "i contenuti noi li difenderemo fino in fondo, perché sono alla base dello sviluppo di un'offerta tecnologica avanzata in un Paese civile".Il mercato dei contenuti si è modificato profondamente da quando Internet ha preso piede tra i comuni cittadini, è questa la realtà che le major si rifiutano di accettare e con leggi estreme come la Urbani mirano a ripristinare un modello di mercato ormai antico, vacillante. Nessuno nega l'importanza dei contenuti, ma certi modelli commerciali dovrebbero essere rivisti per il bene stesso della cultura cui associazioni come FIMI si ergono a dubbi paladini.In ogni caso la difesa di un malinteso "diritto d'autore" non può passare attraverso la mortificazione dei diritti dei cittadini, è per questi diritti che *noi cittadini* lotteremo fino in fondo.
  • Anonimo scrive:
    Se questo è il Far West..noi ..indiani
    Se questo è il far west noi siamo sicuramente gli indiani. Padroni eravamo di una terra favolosa queale era internet, certo, povera di contenuti , ma libera..piano piano stavamo riempiendo gli spazi, creando newsgroup, aprendo siti su ogni argomento ....poi arrivò il denaro....i meri interessi...e queste terre ci furono progressivamente sottratte..Fummo costretti quindi a scavare cunicoli sotterranei..e ora questi scavi danno fastidio ..molto fastidio..Che dire..la Fimi fa davvero ridere..il penale se lo possono mettere in quel posto..Scarico, mi becchi , mi dai una multa..e faccio pure silenzio..ma se scarico, mi sbatti in galera con un omicida, mi dai pure la multa...appena esco è meglio che tu corra..e molto veloce anche..Crazy
    • Anonimo scrive:
      Re: Se questo è il Far West..noi ..indiani
      fai ridere
    • Anonimo scrive:
      Re: Se questo è il Far West..noi ..indiani
      a me no :@:'(Aug! fratello ora siamo in due :$se mi mettono in galera penso che non avrò più nulla da perdere , sono già messo abbastanza male e depresso.Poi vagliero la situazione al momento del fatto...non si può mai dire.....Blackfeet
  • Anonimo scrive:
    Sono dei PARASSITI
    Che vogliono farsi mantenere a nostre spese.PIDOCCHI!
  • Anonimo scrive:
    Ho smesso di leggere....
    ....da questo punto in poi: "...l'esponente dei Verdi Fiorello Cortiana ha ieri rilasciato una dura nota in cui parla di "maggioranza allo sbando su tutto"...". "Su TUTTTTOOO"!!!!Il solito integralismo anarco-insurrezionale-comunista di un partito mosso dall'ingenuità (colpevole) che un paese come l'Italia (Potenza Elettrica Installata: 70.000 MW) possa essere mosso esclusivamente da fonte eoliche e solari.Trovo poi davvero di cattivo gusto estendere pareri su una legge (che cmq anche io stesso critico) all'intero operato del governo di una data legislatura. E' grottesco poi che l'esponente di un partito della sinistra italiana venga ad insegnare come devono essere risolte le "beghe interne" di un'alleanza.E di quale sinistra poi? "In italia, la Sinistra è formata da tante sinistre: una più a sinistra dell'altra" (Ignazio La Russa).Infine, trovo spiazzante come un'argomentazione di stampo "informatico" debba sconfinare nel politico: testimonia come le idee di molte persone siano offuscate da evidenti "prese di posizione".E lo si evince da dichiarazioni dello stesso Cortiana (sul quale non esprimerò mei giudizi personali, come, del resto, sul suo partito) secondo il quale "...TUTTO il SW dovrebbe essere aperto e libero da qualsiasi diritto d'autore: altrimenti sarebbe un po come brevettare i canoni e le convenzioni con cui si fa la musica". Beh questo parallelo è del tutto fuori luogo poichè, se è vero che note e pentagrammi non sono brevettabili, le canzoni in quanto tale (cioè il prodotto finale costituito dai suddetti elementi base) lo sono, e ciò a tutela del musicista. Allo stesso modo, i linguaggi di programmazione sono utilizzabili e compilabili liberamente, purche sussista il diritto (qualora uno lo voglia esercitare) che il prodotto di ingegno finale non venga copiato e distribuito deliberatamente da terzi.Sempre riguardo alla musica, con riferimento alla FIMI, convegno anche io che i prezzi dei CD siano alti e che quasi tutti scaricano MP3 da internet gratis . Mentre condanno tale politica dei prezzi, non me la sento di condannare chi scarica musica dai programmi P2P (in risposta, soprattutto, all'assurdità delle pene previste) ma non si abbia l'ipocrisia di dire che è un'azione legale e legittima.I "verdi per la pace"...Devo forse dedurre che esistono anche dei "verdi per la guerra". E poi: con che diritto di sono impossessati di un tema universale come la pace per farne un simbolo di partito?Si tratta poi davvero di pace o di "pacifismo"? Perche il pacifismo non è altro che una forma arrogante di integralismo ipocrita che, come tale, va condannato.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho smesso di leggere....
      - Scritto da: Anonimo
      ....da questo punto in poi: "...l'esponente
      dei Verdi Fiorello Cortiana ha ieri
      rilasciato una dura nota in cui parla di
      "maggioranza allo sbando su tutto"...".
      "Su TUTTTTOOO"!!!!E non è forse vero? Notizia di ieri, niente più sgravi per le famiglie.
      Trovo poi davvero di cattivo gusto estendere
      pareri su una legge (che cmq anche io stesso
      critico) all'intero operato del governo di
      una data legislatura. E' grottesco poi che
      l'esponente di un partito della sinistra
      italiana venga ad insegnare come devono
      essere risolte le "beghe interne" di
      un'alleanza.Giusto, meglio fare come Berlusconi dove "io so io e voi non siete un c@**o" (Marchese del Grillo)
      E di quale sinistra poi? "In italia, la
      Sinistra è formata da tante sinistre:
      una più a sinistra dell'altra"
      (Ignazio La Russa).AHAHA ma ROTFL una citazione da un grande statista!! E' più autorevole il Marchese del Grillo :D
      Infine, trovo spiazzante come
      un'argomentazione di stampo "informatico"
      debba sconfinare nel politico: testimonia
      come le idee di molte persone siano
      offuscate da evidenti "prese di posizione".Che c@**o di ragionamento, chi pensi sia il legislatore? I puffi? Goldrake? Il mago Otelma? Oppure la nostra classe politica? E' chiaro che se c'è da rivedere la legislazione, è un fatto politico!
      E lo si evince da dichiarazioni dello stesso
      Cortiana (sul quale non esprimerò mei
      giudizi personali, come, del resto, sul suo
      partito) secondo il quale "...TUTTO il SW
      dovrebbe essere aperto e libero da qualsiasi
      diritto d'autore: altrimenti sarebbe un po
      come brevettare i canoni e le convenzioni
      con cui si fa la musica". Non hai capito una cippa (ma non me ne stupisce, sei di FI). E' contrario ai brevetti sul sw, non al copyright! Persino nella GPL c'è il copyright! Ma imparare a leggere?
      Sempre riguardo alla musica, con riferimento
      alla FIMI, convegno anche io che i prezzi
      dei CD siano alti e che quasi tutti
      scaricano MP3 da internet gratis . Mentre
      condanno tale politica dei prezzi, non me la
      sento di condannare chi scarica musica dai
      programmi P2P (in risposta, soprattutto,
      all'assurdità delle pene previste) ma
      non si abbia l'ipocrisia di dire che
      è un'azione legale e legittima.Ma dove vivi scusa? Credi che prima della legge urbani fosse legale? Non lo era, ma c'era semplicemente la sanzione, non tre anni di galera!
      I "verdi per la pace"...Devo forse dedurre
      che esistono anche dei "verdi per la
      guerra". Altro ragionamento del c@**o, allora Forza Italia è contro la Svizzera, la Francia, etc? Pensa a che vi attaccate voi forzaitalioti! Siete alla frutta! (Fortunatamente)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho smesso di leggere....

        Giusto, meglio fare come Berlusconi dove "io
        so io e voi non siete un c@**o" (Marchese
        del Grillo)
        Caspita che citazioni colte!

        E di quale sinistra poi? "In italia, la

        Sinistra è formata da tante
        sinistre:

        una più a sinistra dell'altra"

        (Ignazio La Russa).

        AHAHA ma ROTFL una citazione da un grande
        statista!! E' più autorevole il
        Marchese del Grillo :D
        Si certo.

        E lo si evince da dichiarazioni dello
        stesso

        Cortiana (sul quale non
        esprimerò mei

        giudizi personali, come, del resto, sul
        suo

        partito) secondo il quale "...TUTTO il
        SW

        dovrebbe essere aperto e libero da
        qualsiasi

        diritto d'autore: altrimenti sarebbe un
        po

        come brevettare i canoni e le
        convenzioni

        con cui si fa la musica".

        Non hai capito una cippa (ma non me ne
        stupisce, sei di FI). E' contrario ai
        brevetti sul sw, non al copyright! Persino
        nella GPL c'è il copyright! Ma
        imparare a leggere?
        Anzitutto non voto FI.Brevetti...copirught: sono la stessa cosa detta una in italiano e l'altra in inglese.La GPL non prevede copirught, ma "copyleft", come citato da Stallman.

        Sempre riguardo alla musica, con
        riferimento

        alla FIMI, convegno anche io che i
        prezzi

        dei CD siano alti e che quasi tutti

        scaricano MP3 da internet gratis .
        Mentre

        condanno tale politica dei prezzi, non
        me la

        sento di condannare chi scarica musica
        dai

        programmi P2P (in risposta, soprattutto,

        all'assurdità delle pene
        previste) ma

        non si abbia l'ipocrisia di dire che

        è un'azione legale e legittima.

        Ma dove vivi scusa? Credi che prima della
        legge urbani fosse legale? Non lo era, ma
        c'era semplicemente la sanzione, non tre
        anni di galera!
        Non ho capito una mazza.

        I "verdi per la pace"...Devo forse
        dedurre

        che esistono anche dei "verdi per la

        guerra".

        Altro ragionamento del c@**o, allora Forza
        Italia è contro la Svizzera, la
        Francia, etc? Pensa a che vi attaccate voi
        forzaitalioti! Siete alla frutta!
        (Fortunatamente)GIusto: ci vorrebbe "FI Per la Pace" :D
        • Slurpolo scrive:
          Re: Ho smesso di leggere....
          - Scritto da: Anonimo

          Brevetti...copirught: sono la stessa cosa
          detta una in italiano e l'altra in inglese.
          La GPL non prevede copirught, ma "copyleft",
          come citato da Stallman. Se non le sai le cose, salle : la GPL, come d'altra parte quasi tutte le licenze open source, si basa sul concetto di copyright, senza il quale non avrebbe alcun valore .Brevetto in inglese si dice patent , ed è una cosa completamente diversa dal copyright (sia in inglese che in italiano). Tanto per dirne una, i brevetti durano una ventina d'anni o poco meno da quando sono concessi, il copyright invece dura settantacinque anni da quando muore l'autore.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho smesso di leggere....

            Se non le sai le cose, salle: la GPL,
            come d'altra parte quasi tutte le licenze
            open source, si basa sul concetto di
            copyright, senza il quale non avrebbe
            alcun valore.
            Brevetto in inglese si dice patent,
            ed è una cosa completamente
            diversa dal copyright (sia in inglese
            che in italiano). Tanto per dirne una, i
            brevetti durano una ventina d'anni o poco
            meno da quando sono concessi, il copyright
            invece dura settantacinque anni da quando
            muore l'autore.Ma sai che GROSSISSIMA differenza: le divergenze sono quasi esclusivamente terminologiche e di filosofiche.In ogni caso, se mi viene l'estro di fare una scoperta, completare una ricerca o comporre una canzone, ESIGO il diritto che la mia opera di ingegno mi sia riconosciuta, tutelata e PAGATA da chiunque voglia usufruirnen qualora io intenda far valere tale diritto.Punto e basta.Il risultato potrebbe essere "ma chi me lo fa fare di inventare qualcosa di nuovo se poi non ci guadagno niente? Lo tengo per me..."
          • Anonimo scrive:
            L'ignoranza regna sovrana...
            - Scritto da: Anonimo
            Punto e basta.
            Il risultato potrebbe essere "ma chi me lo
            fa fare di inventare qualcosa di nuovo se
            poi non ci guadagno niente? Lo tengo per
            me..."Punto e basta una cippa, se non sai la differenza tra brevetto e diritto d'autore vai a vedertela, non venire a pontificare qui sparando sfondoni che non stanno ne' in cielo ne' in terra.Nella GPL c'è il copyright eccome, basterebbe prendersi la licenza e leggerla!! Ma tanto è più facile fare http://punto-informatico.it e sparare fregnacce!!Ecco perchè ci meritiamo Urbani!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: L'ignoranza regna sovrana...
            - Scritto da: Quelo
            - Scritto da: Anonimo

            Punto e basta.

            Il risultato potrebbe essere "ma chi me
            lo

            fa fare di inventare qualcosa di nuovo
            se

            poi non ci guadagno niente? Lo tengo per

            me..."

            Punto e basta una cippa, se non sai la
            differenza tra brevetto e diritto d'autore
            vai a vedertela, non venire a pontificare
            qui sparando sfondoni che non stanno ne' in
            cielo ne' in terra.

            Nella GPL c'è il copyright eccome,
            basterebbe prendersi la licenza e leggerla!!
            Ma tanto è più facile fare
            punto-informatico.it e sparare fregnacce!!

            Ecco perchè ci meritiamo Urbani!!!Chissa perche la GPL la conosco e posso dire che in ambito commerciale vale come il 2 di picche.GPL:" Generic Public License. Forma di licenza per l'utilizzo di SW basato su codice Open Source. Essa consente di utilizzare, modificare, ridistribuire il SW liberamente, ma richiede di estendere gli stessi privilegi e di far rispettare le medesime condizioni ai destinatare del SW in questione. (Fonte, PC Professionale).Riguardo al SW GNU GPL: Copyleft and the GNU GPL: The goal of GNU was to give users freedom, not just to be popular. So we needed to use distribution terms that would prevent GNU software from being turned into proprietary software. The method we use is called "copyleft".(1)Copyleft uses copyright law, but flips it over to serve the opposite of its usual purpose: instead of a means of privatizing software, it becomes a means of keeping software free." (Fonte, Free Software Foundation).Ed ora, saccetoni, se avete altro da ridire, cominciate a spiegarmi le ENORMI differenze tra brevetto commerciare e diritto d'autore (che la GPL tutela come la carta igienica).
          • Anonimo scrive:
            Re: L'ignoranza regna sovrana...
            Caro il mio espertone (leggi addirittura PC professionale, bravo!) il brevetto è una cosa completamente diversa dal copyright.Il brevetto è la tutela che viene data all'autore di una invenzione, di una innovazione, di un qualcosa che ha il requisito della novita' e che una volta registrato gli permette l'utilizzo esclusivo, oppure di ricevere royalties per permetterne l'utilizzo agli altri.Il copyright invece viene esteso a tutte le opere dell'ingegno. Il sito di PI, le immagini di LucaS sono forse brevettate? No! Però sono opere dell'ingegno della redazione, e nessuno potrebbe prendere le immagini di LucaS, tanto per dirne una, e affermare che siano sue! Anche se sono sotto CC.Il problema sorge però, se mai un giorno qualcuno dovesse chiedere e ottenere un brevetto sulla "illustrazione con immagini esplicative di un articolo" o qualcosa del genere, e allora sarebbero cavoli amari anche per il nostro.Se pensi che questo sia assurdo, dillo pure che io e altri ti posteremo brevetti già registrati ancora più assurdi!Vuoi una prova? Eccotela:http://webshop.ffii.org/Secondo te, questa è innovazione? In teoria, se metti su un sito di e-commerce stai gia' violando non so quanti brevetti!!Percio', vedi tu.Per quanto concerne la GPL... invece che leggere PC professionale, perchè non ti leggi il testo? Oppure ti prendi qualcosa sotto GPL e vedi se c'è il copyright?http://www.interchange.rtfm.info/docs/Ma guarda un pò! C'è un sacco di documentazione qui, rilasciata sotto GPL, ed è tutta sotto copyright! Ma pensa te che cretini quelli di RedHat!
          • Slurpolo scrive:
            Re: L'ignoranza regna sovrana...
            - Scritto da: Anonimo
            Chissa perche la GPL la conosco Poco e male, a giudicare da quanto scrivi più sotto.
            e posso dire che in ambito commerciale vale come il 2 di
            picche.Naturalmente puoi dire quello che vuoi. Quanto quello che dici abbia valore è una questione diversa, e quanto abbia relazione con la realtà delle cose è una questione ancora differente.
            GPL (Fonte, PC Grazie, io la GPL l'ho letta e non ho bisogno di riassunti.
            Ed ora, saccetoni, se avete altro da ridire,
            cominciate a spiegarmi le ENORMI differenze
            tra brevetto commerciare e diritto d'autore
            (che la GPL tutela come la carta igienica)."Diritto d'autore" significa che l'autore di un'opera dell'ingegno (sia essa un programma, un quadro, un libro, una fotografia o quasi qualsiasi altra cosa) ha il diritto esclusivo di esserne identificato come l'autore. Tutto il resto sono solo aggiunte e conseguenze di questo. La GPL (al contrario di altre licenze più o meno "aperte") pone come proprio obbiettivo principale proprio la salvaguardia del diritto dell'autore di un programma ad essere identificato quale autore di quel programma.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ho smesso di leggere....

          Brevetti...copirught: sono la stessa cosa
          detta una in italiano e l'altra in inglese.no, non sono la stessa cosa, ti consiglio di documentarti.
          La GPL non prevede copirught, ma "copyleft",
          come citato da Stallman.ma cos'è il copyleft? Un copyright rovesciato, quindi ...Ripeto, vai di google e documentati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho smesso di leggere....

            ma cos'è il copyleft? Un copyright
            rovesciato, quindi ...Bravo! 100 e lode
    • Anonimo scrive:
      Re: Hai smesso di leggere....
      perche' come molti (sempre meno) di quelli come te, sei oltremodo infastidito dalla liberta' del pensiero altrui; se tu fossi una persona non dico democratica, ma solo un po' intelligente, leggeresti fino alla fine e argomenteresti in modo articolato il tuo dissenso ... ma e' evidente che "quelli come te" il dissenso non sanno nemmeno cosa sia, perche' siete troppo impegnati a demonizzare tutto cio' che esce dalla vostra ristrettissima visione del mondo e della politica, ammorbando ormai da qualche anno qualsiasi occasione di dibattito con il vostro integralismo (vero questa volta), la vostra arroganza e la vostra insofferenza. Comincio a pensare che alla boria del 2001, quando avete vinto le elezioni con un contratto beffa, abbiate sostituito la sana paura di dovervene tornare a casa, dopo le devastazioni di cui siete stati capaci in soli 3 anni di non governo.E non ti lamentare poi che "tutto finisca in politica", perche' di scelte politiche si sta parlando, visto che i politici della tua parte hanno inanellato una serie di monumentali orrori legislativi e amministrativi che vanno tutti nel senso della restrizione e del controllo delle liberta' dei cittadini.E non ti lamentare nemmeno che venga fatta di ogni erba un fascio (gioco di parole voluto), dato che nessuna delle forze politiche della maggioranza e' piu' salvabile ormai, ognuna di esse recitando in questo teatro tragicomico del quale ormai la gente desidera solo la fine, al piu' presto possibile.Il tuo post, legittimo e leggibile come ogni altro in questo forum, e' la sublimazione dell'atmosfera che incombe sulla maggioranza di governo di questo sfortunato Paese: la disperazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho smesso di leggere....
      - Scritto da: Anonimo
      ....da questo punto in poi: "...l'esponente
      dei Verdi Fiorello Cortiana ha ieri
      rilasciato una dura nota in cui parla di
      "maggioranza allo sbando su tutto"...".
      "Su TUTTTTOOO"!!!!
      Il solito integralismo
      anarco-insurrezionale-comunista Eccone un altro che ha visto troppi TG4...
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè non si parla mai...
    - Scritto da: Quelo
    ... delle tasse sui supporti?Se veramente non se ne parlasse mai tu non sapresti nemmeno della loro esistenza, non trovi?Io cmq ho sentito Cortiana che ne parlava a radio24 tempo fa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè non si parla mai...
      - Scritto da: Anonimo
      Se veramente non se ne parlasse mai tu non
      sapresti nemmeno della loro esistenza, non
      trovi?Io intendevo dire che Mazza non ne parla mai.Lui parla solo della musica copiata, mentre si dimentica di dire che con il decreto urbani sono passate in cavalleria anche altre cosine. Tra cui il fatto per cui --non-si-sa-bene-perchè hanno diritto a questa "una tantum". Loro però non sono ladri, eh.
      Io cmq ho sentito Cortiana che ne parlava a
      radio24 tempo fa.Si, ma io voglio bene a Cortiana ma... finchè è solo lui, non frega niente a nessuno :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè non si parla mai...
        - Scritto da: Quelo
        Lui parla solo della musica copiata, mentre
        si dimentica di dire che con il
        decreto urbani sono passate in cavalleria
        anche altre cosine. Tra cui il fatto per cui
        --non-si-sa-bene-perchè hanno diritto
        a questa "una tantum". Loro però non
        sono ladri, eh.Però seguendo popolodellarete ho notato che nemmeno lui ama molto la SIAE
  • Anonimo scrive:
    ma a parte Cortiana
    Ma a parte Fiorello Cortiana, visto che abbiamo un numero impressionante tra senatori e deputati, possibile che nessun altro dica qualcosa? Mah comunque rifaccio i miei complimenti a tutti gli italioti che hanno votato questa maggioranza.CLAP CLAP CLAP! BRAVI!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma a parte Cortiana
      difatti come ha dimostrato Striscia la notizia, bastano dieci presenze per fare un partito che votano per tutti gli altri mancanti, il fatto è che poi vogliono per fare quello che va fatto il gettone di presenza perchè di soldi ne rub... ehmm guadagnano pochi;)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma a parte Cortiana
      - Scritto da: Anonimo
      Ma a parte Fiorello Cortiana, visto che
      abbiamo un numero impressionante tra
      senatori e deputati, possibile che nessun
      altro dica qualcosa?
      Mah comunque rifaccio i miei complimenti a
      tutti gli italioti che hanno votato questa
      maggioranza.

      CLAP CLAP CLAP! BRAVI!Io non li ho votati, ma sai... come se dall'altra parte ci fosse una gran differenza... qui bisogna fare pulizia e cambiare mentalita`.
      • Anonimo scrive:
        Re: ma a parte Cortiana
        - Scritto da: Alex¸tg

        - Scritto da: Anonimo

        Ma a parte Fiorello Cortiana, visto che

        abbiamo un numero impressionante tra

        senatori e deputati, possibile che
        nessun

        altro dica qualcosa?

        Mah comunque rifaccio i miei
        complimenti a

        tutti gli italioti che hanno votato
        questa

        maggioranza.



        CLAP CLAP CLAP! BRAVI!

        Io non li ho votati, ma sai... come se
        dall'altra parte ci fosse una gran
        differenza... qui bisogna fare pulizia e
        cambiare mentalita`.Giusto. La riforma del diritto di autore del 2000, con notevole inasprimento di pene già allora, è stata fatta dalla sinistra.Non ha riguardato nello specifico il P2P solo perchè evidentemente non era ancora un fenomeno così "minaccioso" per la majors...
        • Anonimo scrive:
          Re: ma a parte Cortiana
          - Scritto da: Anonimo
          Giusto. La riforma del diritto di autore del
          2000, con notevole inasprimento di pene
          già allora, è stata fatta
          dalla sinistra.
          Non ha riguardato nello specifico il P2P
          solo perchè evidentemente non era
          ancora un fenomeno così "minaccioso"
          per la majors...
          Però non hanno approvato leggi dicendo "ragazzi è sbagliata, intanto votatela che poi ci mettiamo una pezza"
  • Anonimo scrive:
    Perchè non si parla mai...
    ... delle tasse sui supporti?D'accordo, è grave pensare alla galera per un mp3, però secondo me è altrettanto grave il balzello "un tanto al Mb".La FIMI si guarda bene dal parlarne, parla solo delle copie illegali, perchè sa che quei soldini sono praticamente estorti, grazie alle lagne di Mazza e Co, ai consumatori italiani. Io lo trovo inaccettabile.Tassa sulla pirateria? Non può esistere una tassa sulla pirateria! E' come mettere le tasse sulle rapine in banca!Allora tassiamo la mafia! Almeno ripianiamo il debito pubblico :DDomanda: ma non esiste, in Italia, una "Lobby dei venditori di supporti"?Qualcuno del forum lo fa di mestiere, cioè voglio dire ha un negozio dove vende anche hard disk, cd rw, etc? Che ne pensate? Avete mai protestato tramite qualche associazione, etc?
  • Anonimo scrive:
    dopo le asserzioni FIMI:
    "Chi vuole il far west in rete - conclude FIMI - ci troverá sempre contrari, altro che ragazzino in galera, come si vuole far credere in giro".Allora, il Sen. Cortiana tenga conto qusta affermazione della FIMI, e informi i genitori che il oro figlio è in galera grazie a quanto sopra affermato.Personalmenete, da genitore passerei alle vie di fatto, quando ci vogliono sono meglio del pane.Scusate lo sfogo o trolling... come lo chiamate voi.
Chiudi i commenti