Street View, centomila di questi no

Tanti i cittadini tedeschi che hanno fatto già richiesta di opt-out dal servizio. Intanto prosegue il dibattito nel parlamento locale e Taiwan apre una nuova indagine

Roma – I tedeschi hanno le idee chiare su Street View: il servizio di mappatura delle strade offerto da Google non varrebbe la loro privacy. Neanche una foto esterna delle proprie abitazioni. E governo e cittadini sembrerebbero tendenzialmente concordi.

Continua in parlamento il dibattito lanciato dal Ministro degli Interni sulla possibilità di rendere più stringenti le regole sulla privacy con una nuova normativa. La possibilità aveva spinto Google a sottolineare i rischi che “vi sarebbero potuti essere a causa dell’ampio impatto che un intervento del genere significherebbe”, in particolare per tutte quelle aziende che lavorano con la mappatura.

Le preoccupazioni delle autorità avevano spinto Mountain View a pubblicizzare, per placare gli animi del legislatore teutonico, l’opzione opt-out per i cittadini tedeschi che vogliono che le proprie case siano rese irriconoscibili sul servizio Street View: scadenza a metà di ottobre per tutti i tedeschi intenzionati a far sapere a Big G che non vogliono le proprie abitazioni online.

Secondo Der Spiegel , intanto, ad aderire all’esclusione sarebbero stati già centinaia di migliaia di tedeschi . Talmente tanti, insomma, che il rappresentante dell’authority per la privacy di Amburgo ha espresso i suoi dubbi circa la capacità di registrare correttamente tutte le richieste di esclusione.

Intanto, per concludere il giro del mondo delle opposizioni al servizio di mappatura di Mountain View, arriva l’ indagine delle autorità di Taiwan : Street View non avrebbe provveduto ad oscurare tutti i volti e le targhe immortalate nelle proprie fotografie.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • leonardo scrive:
    computer quantistico 2
    ho trovato questo simpatico articolo del 2007 a riprova delle difficoltà nel fare previsioni:http://www.fantascienza.com/magazine/notizie/9057/orion-il-computer-quantistico-fa-un-salto-avanti/
    • Orfheo scrive:
      Re: computer quantistico 2
      - Scritto da: leonardo
      ho trovato questo simpatico articolo del 2007 a
      riprova delle difficoltà nel fare
      previsioni:

      http://www.fantascienza.com/magazine/notizie/9057/Mi sono "rifatto" un giretto sul sito della D-Wave, http://www.dwavesys.com/index.php?page=publication-list, citata nell'articolo del magazine.Ricordo di aver notato l'azienda a suo tempo e di aver pensato che non sarebbero andati troppo lontano cercando di implementare il calcolo quantistico attraverso il controllo delle decoerenza. Ammesso e non conXXXXX che io abbia capito quale tecnologia stavano e stanno tentando di usare.Il sito della D-Wave contiene molti "riferimenti" che definirei fantasiosi (alcune presentazioni che "tentano" di mettere in relazione calcolo quantistico ed intelligenza artificiale sono esilaranti).Ma alcuni altri, nella lista delle pubblicazioni, sono molto meno fantasiosi e sembrano piu' seri. Almeno allo stato delle mie, limitate, conoscenze.Gli SQUID, a cui la D-Wave fa spesso riferimento, http://en.wikipedia.org/wiki/SQUID, sono dispositivi interessanti, che permettono di mantenere l'entanglement quantistico per tempi molto lunghi. Anche se faccio fatica a pensare che tecnologie a superconduzione possano mai uscire dai laboratori ed entrare nel campo commerciale.Io un occhio su questo approccio continuerei a tenerlo ;-)Orfheo.
  • nome cognome scrive:
    che ridere
    bello vedere che nessuno fra chi commenta la news l'ha letta e si limita a muggire a caso."usando la nostra nuova tecnica, un computer quantistico potrebbe, entro i prossimi cinque anni, eseguire calcoli che vanno ben oltre le capacità dei computer convenzionali"non dice nè che li troveremo da mediaworld, nè che ci girerà crysis.Ha detto che fra 5 anni se sono bravi e niente va storto potrebbe esistere un "coso" unico al mondo, dal costo di milioni di dollari, che riuscirà a fare calcoli estremamente complessi in una frazione infinitesima del tempo che occorre ora per farli.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: che ridere
      contenuto non disponibile
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: che ridere
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: nome cognome




        non dice nè che li troveremo da mediaworld, nè

        che ci girerà

        crysis.

        anche perché è impossibile.crysis infatti ha dei requisiti tali che manco questi li soddisfano.
  • attonito scrive:
    computer quantistico potrebbe, entro 5
    Ed io entro cinque anni potrei diventare un gigantesco gallo verde.Tra "tra 5 anni avremo sicuramente" e "tra 5 anni si potrebbe avere" c'e' di mezzo un cratere bello grosso.Segnamocela questa, e ci vediamo il 23 settembre 2015.....
    • Alessio scrive:
      Re: computer quantistico potrebbe, entro 5
      - Scritto da: attonito
      Ed io entro cinque anni potrei diventare un
      gigantesco gallo
      verde.
      Tra "tra 5 anni avremo sicuramente" e "tra 5 anni
      si potrebbe avere" c'e' di mezzo un cratere bello
      grosso.

      Segnamocela questa, e ci vediamo il 23 settembre
      2015.....Ma come, non ti hanno detto che nel 2012 il mondo finisce?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • leonardo scrive:
    computer quantistico
    programmatore: "Dimmi Dio esiste?"Computer Quantistico: " ORA SI"
    • Fetente scrive:
      Re: computer quantistico
      Bella!
      • Pippo Lacoca scrive:
        Re: computer quantistico
        Naaaa...in realta' sarebbe:programmatore: "Dio esiste?"Computer: "Forse!"
        • Andrea scrive:
          Re: computer quantistico
          No, sarebbe cosi:Programmatore: "Dio esiste?"Computer: "SI, ma anche NO."
          • Drummer scrive:
            Re: computer quantistico
            - Scritto da: Andrea
            No, sarebbe cosi:

            Programmatore: "Dio esiste?"
            Computer: "SI, ma anche NO."Questa è bella davvero!
          • asd asdddddddd d scrive:
            Re: computer quantistico

            Programmatore: "Dio esiste?"42
          • Fai scrive:
            Re: computer quantistico
            Magari è peggio:Programmatore: "Dimmi il nome del cliente relativo al preventivo 324234?"Computer: "Controllo... stato cambiato...Controllo... stato cambiato...Controllo... stato cambiato...Controllo... stato cambiato...Controllo... stato cambiato...Controllo... stato cambiato...Controllo... stato cambiato...Controllo... stato cambiato...Controllo... stato cambiato...Controllo... stato cambiato...Controllo... stato cambiato...............
          • Foobar scrive:
            Re: computer quantistico
            - Scritto da: asd asdddddddd d

            Programmatore: "Dio esiste?"
            42Questa e' l'unica risposta corretta, e' risaputo.
          • Alfonso Maruccia scrive:
            Re: computer quantistico
            Lol... Most enjoyable thread evar :-P
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: computer quantistico


            Programmatore: "Dio esiste?"DATI INSUFFICIENTI PER UNA RISPOSTA SIGNIFICATIVA.
    • xauron scrive:
      Re: computer quantistico
      Citazione da Asimov
    • Mico scrive:
      Re: computer quantistico
      Non era un racconto di Fredric Brown ?
    • Elefant man scrive:
      Re: computer quantistico
      - Scritto da: leonardo
      programmatore: "Dimmi Dio esiste?"

      Computer Quantistico: " ORA SI"per la precisione: "ora sì ... ora no"
    • Orfheo scrive:
      Re: computer quantistico
      - Scritto da: leonardo
      programmatore: "Dimmi Dio esiste?"

      Computer Quantistico: " ORA SI"Sbaglio o questa e' una citazione ;-) ?Da "La risposta" (Answer) di Fredrick Brown (1954),http://valeross.tumblr.com/post/89150948/la-risposta-di-fredric-brown-solennemente-dwar, http://www.roma1.infn.it/~anzel/answer.html, che confondo sempre, come molti, con il racconto di cui Asimov sosteneva nessuno ricordasse mai il titolo, "L'ultima domanda" ("The Last Question", 1956), http://xoomer.virgilio.it/mstangal/domanda.html, http://www.multivax.com/last_question.html. Questo prima della Rete ;-)Grazie per la citazione: e' un bellissimo ricordo di due grandi autori della SF americana.Orfheo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 settembre 2010 18.34-----------------------------------------------------------
    • luca scrive:
      Re: computer quantistico
      - Scritto da: leonardo
      programmatore: "Dimmi Dio esiste?"
      Computer Quantistico: " ORA SI"programmatore: "Dimmi Dio esiste?" Computer Quantistico: "perchè non lo chiedi a Stephen W. Hawking?"
  • Montgomery Scott scrive:
    Notizia fotonica!
    Come da oggetto.
  • bertuccia scrive:
    Nooooooo
    ho appena preso il MacBook,sta a vedere che tra 5 anni tocca già cambiare :(
  • linaro scrive:
    E vaiii
    E' la fine di winzozz e di quella porcheria dell'archittura x86LINUX GIRA OVUNQUE !!!
    • Fai scrive:
      Re: E vaiii
      a giudicare dal nick "linaro" era una trollata non seria :D
      • Orfheo scrive:
        Re: E vaiii
        - Scritto da: Fai
        a giudicare dal nick "linaro" era una trollata
        non seria
        :DL'ho immaginato, ma ho pensato potesse essere un buon "pretesto" per dare una idea di cosa sia un algoritmo quantistico. Molti parlano di QC, pochi di cosa significhi scrivere programmi quantistici. Ricordo che la prima volta, faticai non poco a trovare un esempio serio.QCL e' un buon punto di partenza. Per chi ne ha voglia ;-)Orfheo.
    • pinco pallino scrive:
      Re: E vaiii
      - Scritto da: linaro
      E' la fine di winzozz e di quella porcheria
      dell'archittura
      x86

      LINUX GIRA OVUNQUE !!!E finalmente openoffice avrà una velocità decente.
    • Dr. Stephen Falken scrive:
      Re: E vaiii
      In un QC P=NP?
      • Orfheo scrive:
        Re: E vaiii
        - Scritto da: Dr. Stephen Falken
        In un QC P=NP?A saperlo ;-)Questo e' quello che recita Wiki, sperando sia lo stato dell'arte:"BQP is suspected to be disjoint from NP-complete and a strict superset of P" alla pagina http://en.wikipedia.org/wiki/Quantum_computer, dove BQP e' definito come "bounded error, quantum, polynomial time".Il mio "credo" era abbastanza "serio", sebbene poco piu' che una battuta, vista la domanda "faceta" a cui tentava di controbattere.Dubito che proveremmo seriamente a portare un sistema operativo su un QC, anche se in linea di principio, essendo P un sottoinsieme di BQP, sarebbe possibile.Sbaglio?Orfheo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 settembre 2010 09.56-----------------------------------------------------------
      • desyrio scrive:
        Re: E vaiii
        - Scritto da: Dr. Stephen Falken
        In un QC P=NP?Non al momento, o meglio, come detto esistono problemi NP che su QC diventano P, ma ce ne sono altri per cui non esistono (ancora?) algoritmi polinomiali.Questo tipo di problemi è studiato (ovviamente) soprattutto in crittografia. C'è una conferenza apposita, PQCryptohttp://pqc2010.cased.de/program.html
    • Elefant man scrive:
      Re: E vaiii
      Sì già e quando lo accendi sara in una sovrapposizione di stati quantistici a meta tra gnome e kde
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: E vaiii
        contenuto non disponibile
        • Fai scrive:
          Re: E vaiii
          ma poi... potrai dire agli amici "ho lanciato una potente istruzione di entanglement quantoprogrammatico per compilare il kernel monolito-quantistico ad alto coefficiente Lambda..."altro che il VI e l'emacs. Stallman farà un emacs dove per cancellare una parola devi inserire ESC-Teorema di no-cloning quantistico []/a[A-C]..ESC-2 :'(
    • attonito scrive:
      Re: E vaiii
      - Scritto da: Orfheo
      - Scritto da: linaro

      E' la fine di winzozz e di quella porcheria

      dell'archittura

      x86



      LINUX GIRA OVUNQUE !!!

      Un quantum computer sara' un oggettino che si
      colleghera' ad un computer ordinario, un
      coproXXXXXre, ma non credo proprio che un
      programma deterministico, di qualunque natura
      possa essere "portato" su un
      QC.

      Gia' oggi ci si puo' fare un'idea di cosa
      significhi programmare un algoritmo quantistico
      con questo oggettino, che invece, essendo un
      simulatore, gira sotto Linux
      http://tph.tuwien.ac.at/~oemer/qcl.htmlma che, ti metti a dare spiegazioni techiche su PI?Fiato sprecato, amico...
  • Bic Indolor scrive:
    Yawn!
    Lo dicevano già 5 anni fa...
    • Senryu scrive:
      Re: Yawn!
      dovresti legegre gli articoli non i titoli... ci sono già pc quantistici ma operano a temperature estreme per poter funzionare, ora con la tecnologia che hannos viluppato possono farli funzionare a temperature normali, ovvero costi di manutenzione e alimentazione uguali ai pc convenzionali... e minori costi di produzione
      • krane scrive:
        Re: Yawn!
        - Scritto da: Senryu
        dovresti legegre gli articoli non i titoli...Si, ma dove ? Hai qualche sito da consigliare ?
      • logicaMente scrive:
        Re: Yawn!
        - Scritto da: Senryu
        dovresti legegre gli articoli non i titoli... ci
        sono già pc quantistici ...ma anche no. Si parla di prototipi e con prestazioni modestissime dovute alla difficoltà di gestire i qubit
        manutenzione e alimentazione uguali ai pc
        convenzionali... e minori costi di
        produzioneDove si parla dei costi?
Chiudi i commenti