Sun abbraccia SuSE Linux

Quella di SuSE è la seconda distribuzione Linux, dopo Red Hat, ad entrare nell'offerta di Sun. Al contrario di quanto aveva annunciato di recente, quest'ultima non sembra voler rinunciare alla propria distribuzione


Santa Clara (USA) – Sun e SuSE hanno stretto un accordo che porterà la distribuzione Linux di quest’ultima sui server x86 dello storico produttore di Santa Clara. Il sistema operativo di SuSE andrà ad affiancare quello di Red Hat nell’offerta di sistemi Linux di Sun a partire dal terzo trimestre dell’anno.

In base agli accordi, SuSE riceverà la licenza necessaria per distribuire, all’interno del proprio software, la Java Virtual Machine di Sun.

Sebbene lo scorso marzo Sun annunciò l’abbandono della propria distribuzione Linux, l’azienda ha ora rivelato che intende riproporre questo sistema operativo in un imminente pacchetto di software, chiamato con il nome in codice Mad Hatter, che includerà, oltre alla distribuzione Linux di Sun, StarOffice, Mozilla, Gnome ed Evolution.

Dopo molte perplessità, Sun sembra abbracciare con maggior convinzione il sistema operativo free, tuttavia questo non ne fa certo una paladina del Pinguino: il timido approccio di Sun a Linux appare più come una mossa imposta dal mercato piuttosto che una “scelta di campo”. Tanto è vero che proprio pochi giorni fa il CEO dell’azienda, Scott McNealy, ha espressamente raccomandato alle aziende di “non toccare il software open source se non si dispone di un team di avvocati pronto ad analizzare ogni singola linea di codice alla ricerca di violazioni della proprietà intellettuale”. A quanto pare Sun intende sfruttare il caso SCO-IBM per spingere le vendite dei propri serveroni Unix, poco importa se questo dovesse significare il sacrificio del proprio business legato ai poco remunerativi PC-server basati su Linux.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • williamcho scrive:
    sem9@outlook.com
    may be...
  • Anonimo scrive:
    .......
    andate a lavorare ..
  • Anonimo scrive:
    Grazie Yahoo!!!!
    Yahoo quello che dà lo regala,e non obbliga nessuno ad usare i suoi servizi.Le care vecchie mailing listsolo ascii senza attachmentsono salve; le mailing list serie con piu' di 10 iscrittial giorno sono rare, meglio scontentare il 10% della clientela poco seria per migliorare i servizi del restante 90%che usa internet con attenzionebyez
  • Anonimo scrive:
    Sono d'accordo
    Come gestore di alcuni gruppi domiciliati su Yahoo, sono globalmente d'accordo con queste novità.
    • Anonimo scrive:
      5 --
      - Scritto da: Anonimo
      Come gestore di alcuni gruppi domiciliati su
      Yahoo, sono globalmente d'accordo con queste
      novità.e sticazzi un ce lo metti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono d'accordo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Come gestore di alcuni gruppi domiciliati
        su

        Yahoo, sono globalmente d'accordo con
        queste

        novità.

        e sticazzi un ce lo metti????? Non ho capitoHo detto che sono d'accordo, per tre motivi:1) la diminuita possibilità di fare spam attraverso yahoogroups, migliora l'immagine del servizio, anche a mio beneficio. Chi aggiunge più di dieci utenti al giorno, difficilmente lo usa per un servizio amatoriale2) l'aumentata larghezza di banda agevola l'accesso ed il download3) l'eliminazione degli allegati degli utenti mi toglie l'impiccio di doverlo fare io. Se un file è proprio interessante, lo aggiungo a mano nell'area file.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono d'accordo


          Come gestore di alcuni gruppi domiciliati su


          Yahoo, sono globalmente d'accordo con


          queste


          novità.

          e sticazzi un ce lo metti?
          ???? Non ho capito
          Ho detto che sono d'accordo, per tre motivi:Mi spiego meglio anche io...E STICAZZI NON CE LO METTI?
        • max73 scrive:
          Re: Sono d'accordo
          totalmente d'accordo anch'io. anche su Topica gli allegatinon vengono tenuti online,mi sembra molto saggio :-)
Chiudi i commenti