Sviluppatori Samba: Novell receda dall'accordo con MS

Alza polvere la denuncia degli sviluppatori del celebre progetto open source, secondo cui l'intesa tra le due aziende è inaccettabile e viola il cuore stesso della GPL

Roma – Non si placano le polemiche attorno allo storico accordo che ha avvicinato come mai prima Microsoft e Novell nonché il mondo proprietario di Windows e quello open di Linux: a rilanciare è il team di sviluppo del notissimo progetto aperto Samba che in una lettera aperta a Novell chiede in buona sostanza a quest’ultima di ripensarci e recedere subito dall’intesa.

Nella lettera, che sta rapidamente facendo il giro della rete , gli sviluppatori ricordano come i due mondi, quello proprietario e quello aperto, siano lontani e distinti, e come il primo “divida gli utenti costringendoli ad aderire a licenze coercitive che riducono i loro diritti di condivisione l’uno con l’altro” mentre il secondo “incoraggia gli utenti ad unirsi e condividere i benefici del software”. L’accordo annunciato nei giorni scorsi “divide”, spiega il team di Samba, perché si occupa degli utenti del software e dei suoi sviluppatori in modo diverso a seconda del proprio status (“commerciale” contro “non commerciale)”, e “si comporta con loro in modo diverso a seconda se abbiano avuto il software aperto direttamente da Novell o da qualcun altro”.

Ma l’appello non verte solo sulla “filosofia” open che l’accordo Novell-MS andrebbe a tradire. A detta dei developer, infatti, questa “differenziazione” non è contemplata ed è anzi espressamente vietata dalla licenza GNU GPL .

“La GPL – si legge nella lettera – rende chiaro che tutti i distributori di software GPL debbano essere uniti nella lotta contro i brevetti sul software. Solo se stiamo insieme abbiamo una possibilità di difenderci contro il pericolo rappresentato dai brevetti del software. Con questo accordo, Novell sta cercando di distruggere questa unità, usando gli interessi a lungo termine dell’intera comunità del software libero come merce di scambio per un vantaggio sul breve periodo della stessa Novell sui propri competitor”.

L’attacco del Samba team è ad alzo zero: “Con questo accordo Novell dimostra un profondo menefreghismo per la relazione che ha con la comunità del software libero. In buona sostanza noi siamo loro fornitori e Novell dovrebbe sapere che non hanno il diritto di stringere accordi egoistici per conto di altri, intese contrarie agli obiettivi e agli ideali della comunità open”.

Ciò che è “inaccettabile” secondo gli sviluppatori di Samba, dunque, è “l’uso dei brevetti come strumenti di concorrenza nel mondo del software libero”. E Novell, dice la lettera, lo sa benissimo.

“Noi – conclude l’appello – chiediamo a Novell di lavorare con il Software Freedom Law Center per cancellare l’accordo sui brevetti e riconoscere i propri doveri come beneficiario della comunità del software libero”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • naevus scrive:
    uno per mia madre
    ne prenoto uno per mia madre che da 6 mesi lo stomaco non lo ha più...
  • Anonimo scrive:
    Figata
    E simulano pure il rutto e il singhiozzo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Figata
      - Scritto da:
      E simulano pure il rutto e il singhiozzo?Il rutto stereo e' un accessorio che si paga a parte, ma se vuoi dire in giro che hai lo stomaco di ferro non puoi esimerti dall'implantarti il modello superaccessoriato.
  • Anonimo scrive:
    Anche i robot...
    Anche i robot... Vomiteranno quando cala l'olio e giù a scorregge sintetiche!
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche i robot...
      - Scritto da:
      Anche i robot... Vomiteranno quando cala l'olio e
      giù a scorregge
      sintetiche!Purtroppo non sarà così. Si, perché disgraziatamente, il progetto delle chiappe artificiali (nonché quello del buo di ulo ad esso legato) è fermo da anni e non riesce a ricevere i giusti fondi. Poi con questa nuova finanziaria... Peccato perché era un progetto che prometteva bene.
  • Anonimo scrive:
    Ma non era meglio...
    ...e avrebbe fornito risultati più realistici vivisezionare Ballmer? O) :p :D(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Finalmente una speranza per curare...
    Finalmente una nuova speranza affinché ormai nel nuovo millennio si possa avere una cura per aerofagia e meteorismo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente una speranza per curare..
      - Scritto da:
      Finalmente una nuova speranza affinché ormai nel
      nuovo millennio si possa avere una cura per
      aerofagia e
      meteorismo.Bello, piano con le battute. Mio padre per un'ulcera che si è aggravata per poco non è finito al creatore.E se la ricucitura che gli hanno fatto dall'interno si rompe di nuovo, al creatore ci va quasi sicuro.Questa macchina (ovviamente quando sarà possibile tecnicamente inserirla in un corpo umano) potrebbe salvargli la vita.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente una speranza per curare..
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Finalmente una nuova speranza affinché ormai nel

        nuovo millennio si possa avere una cura per

        aerofagia e

        meteorismo.

        Bello, piano con le battute. Mio padre per
        un'ulcera che si è aggravata per poco non è
        finito al
        creatore.
        E se la ricucitura che gli hanno fatto
        dall'interno si rompe di nuovo, al creatore ci va
        quasi
        sicuro.
        Questa macchina (ovviamente quando sarà possibile
        tecnicamente inserirla in un corpo umano)
        potrebbe salvargli la
        vita.Eeeehhh come siamo suscettibili. E fattela na razzo di risata. Mio zio pure. Problemi di ulcere anche lui, eppure ti giuro che sa ridere ancora.
        • Fidech scrive:
          Re: Finalmente una speranza per curare..


          Bello, piano con le battute. Mio padre per

          un'ulcera che si è aggravata per poco non è

          finito al

          creatore.

          E se la ricucitura che gli hanno fatto

          dall'interno si rompe di nuovo, al creatore ci
          va

          quasi

          sicuro.

          Questa macchina (ovviamente quando sarà
          possibile

          tecnicamente inserirla in un corpo umano)

          potrebbe salvargli la

          vita.

          Eeeehhh come siamo suscettibili. E fattela na
          razzo di risata. Mio zio pure. Problemi di ulcere
          anche lui, eppure ti giuro che sa ridere
          ancora.Peccato che non sia una protesi, ma una simulazione a scopo di studio...Ma li leggete gli articoli?
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente una speranza per curare..
            - Scritto da: Fidech


            Bello, piano con le battute. Mio padre per


            un'ulcera che si è aggravata per poco non è


            finito al


            creatore.


            E se la ricucitura che gli hanno fatto


            dall'interno si rompe di nuovo, al creatore ci

            va


            quasi


            sicuro.


            Questa macchina (ovviamente quando sarà

            possibile


            tecnicamente inserirla in un corpo umano)


            potrebbe salvargli la


            vita.



            Eeeehhh come siamo suscettibili. E fattela na

            razzo di risata. Mio zio pure. Problemi di
            ulcere

            anche lui, eppure ti giuro che sa ridere

            ancora.

            Peccato che non sia una protesi, ma una
            simulazione a scopo di
            studio...

            Ma li leggete gli articoli?No, si trolla e basta. Ma pensavo fosse chiaro già dal primo post, che invece qualcuno ha preso troppo sul serio.
          • Cobra Reale scrive:
            Se tutto va bene...
            Sinceramente, penso che gli studi condotti su questo simulatore possano portare - prima o poi - alla creazione di cyberstomaci, in grado di sostituire lo stomaco umano nei casi di gravi patologie. Utopia? Spero proprio di no.
          • Fidech scrive:
            Re: Se tutto va bene...
            - Scritto da: Cobra Reale
            Sinceramente, penso che gli studi condotti su
            questo simulatore possano portare - prima o poi -
            alla creazione di cyberstomaci, in grado di
            sostituire lo stomaco umano nei casi di gravi
            patologie. Utopia? Spero proprio di
            no.Sicuramente questi studi preliminari ci porteranno più vicini ad un modello di protesi...Ma non quello!È enorme e non è predisposto a collegamenti interni. È come dire che mi porto in giro un polmone d'acciaio portatile con la prolunga di 150 Km (un po' costosetta fra l'altro).Diciamo che di utilizzabile in una protesi c'è il movimento e il materiale interno. Per il resto ce n'è di lavoro da fare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Se tutto va bene...
            - Scritto da: Fidech

            - Scritto da: Cobra Reale

            Sinceramente, penso che gli studi condotti su

            questo simulatore possano portare - prima o poi
            -

            alla creazione di cyberstomaci, in grado di

            sostituire lo stomaco umano nei casi di gravi

            patologie. Utopia? Spero proprio di

            no.

            Sicuramente questi studi preliminari ci
            porteranno più vicini ad un modello di
            protesi...Vogliamo parlare della dialisi ? Un apparecchio grande mezza stanza e meno male che c'e'.
            Ma non quello!

            È enorme e non è predisposto a collegamenti
            interni. È come dire che mi porto in giro un
            polmone d'acciaio portatile con la prolunga di
            150 Km (un po' costosetta fra
            l'altro).

            Diciamo che di utilizzabile in una protesi c'è il
            movimento e il materiale interno. Per il resto ce
            n'è di lavoro da
            fare...
          • Fidech scrive:
            Re: Se tutto va bene...

            Vogliamo parlare della dialisi ? Un apparecchio
            grande mezza stanza e meno male che
            c'e'.Non lo nego, ma l'utilità di quel macchinario a livello terapico? 0!!!Non è predisposto per essere collegato alle persone.Il polmone d'acciaio e l'apparato di dialisi sostituiscono organi malfunzionanti.Quello no...
  • Anonimo scrive:
    O Ti
    Per fortuna è grande come un pc, altrimenti con l'informatica non c'entrava un cazzoTorakiki
    • Anonimo scrive:
      Re: O Ti
      sai, informatica deriva dal francese information + automatique , ovvero e' la scienza che studia l'informazione.Quindi no, tesoro, l'informatica non e' solo vinvov icspi picci' e virus. E' una parte, anche molto piccola.Ora vai a scuola che domani ti spiegano le equazioni di primo grado ed e' tardi!Pwn3d.
      • Anonimo scrive:
        Re: O Ti
        - Scritto da:
        sai, informatica deriva dal francese information
        + automatique , ovvero e' la scienza che studia
        l'informazione.

        Quindi no, tesoro, l'informatica non e' solo
        vinvov icspi picci' e virus. E' una parte, anche
        molto
        piccola.Per quanto ne so, l'informatica è la scienza che studia la raccolta, la catalogazione e l'elaborazione di informazioni in modo automatico per poter ottenere nuove informazioni.Comunque sia PI tratta anche argomenti di più ampio respiro rispetto a quelli strettamente informatici.
        • Anonimo scrive:
          Re: O Ti
          sai male.l'informatica(o meglio scienze dell'informazione)studia l'informazione, la suarappresentazione e il suo trattamento.Per usare una definizione + rigorosa,l'informatica è la matematica nel discreto.
    • Angelone scrive:
      Re: O Ti
      Sei un genio! :)
Chiudi i commenti