Symantec allarma panda e pinguini

La celebre software house specializzata in sicurezza informatica giustifica l'incremento dei tempi di risoluzione delle falle con il successo delle soluzioni open source


Cupertino (USA) – Symantec ha reso noti i risultati del suo ultimo Internet Security Threat Report 2005 , documento informativo redatto ogni anno in più compendi sulla “salute” del Web e i problemi di sicurezza informatica che, secondo gli esperti, devono essere considerati di maggiore gravità.

Secondo i dati raccolti, il successo dei browser e software open-source potrebbe essere responsabile dell’aumento dei tempi di attesa fra l’individuazione delle falle e la realizzazione di patch specifiche. Il cosiddetto “gap”, nel periodo compreso fra gennaio e giugno, ha raggiunto i 54 giorni . Un dato che non può essere confrontato con il passato, perché Symantec ha sempre evitato di divulgare medie attendibili. David Sykes, general manager presso Symantec Australia, questa volta però ha fatto una strappo alla regola e ha dichiarato che l’anno scorso era stata riscontrata una media di 30 giorni.

Nella prima metà del 2005 sono state individuate una media di 10 falle al giorno . Secondo Sykes le grandi aziende con circa 10 mila impiegati impiegherebbero almeno 50 giorni prima di risolvere ogni problema.

I prodotti open source come Firefox , sempre secondo Symantec, potrebbero essere i veri responsabili di questo fenomeno, dato che il modello di sviluppo stesso delle patch sconta tempi piuttosto lunghi. “L’open source si basa sulla bontà e volontà di molte persone, e quindi non è guidato dallo stesso imperativo commerciale degli altri prodotti. Sono sicuro che questo elemento è parte del problema che riguarda l’ingrandimento del periodo finestra di vulnerabilità”, ha confermato Sykes. “La famiglia di browser Mozilla ha evidenziato il più alto numero di falle (25) nei primi sei mesi del 2005; 18 di queste, o il 72%, sono state classificate come ad alto rischio. Microsoft Internet Explorer ha evidenziato 13 falle, delle quali 8, o il 62%, sono state classificate ad alto rischio”.

“E’ vero che Firefox sta avendo successo e che avevo previsto che sarebbe stato un altro bersaglio. Gli attacchi non sono diretti verso i browser o i sistemi operativi, ma verso gli utenti che li adoperano. Quando le banche inizieranno ad utilizzare Linux , verranno fuori anche le sue vulnerabilità”.

Nel documento di Symantec si fa riferimento anche alla diversificazione degli attacchi. “Per la prima volta il settore educativo e small business sembra essere privilegiato negativamente dagli attacchi, più di quanto avvenga nei servizi finanziari”, ha concluso Sykes.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: il declino del lego
    non ti offendere però... posta nuovamente le tue idee di strategia aziendale quando avrai un'impresa delle stesse dimensioni e fatturato della lego, allora ti darò retta ;)
  • Presid. Scrocco scrive:
    Re: Presidente Scrocco leggi qui...

    A parte cio'... il lego e' brevettato e se non ti
    sta bene, se pensi costi troppo... accontentati
    di vedere il tutto "virtualmente", l'unico modo
    che hai per fargli abbassare i prezzi e' non
    comprare.Hai ragione, non compro, però non mi sembra ugualmente giusto. Secondo me i Lego sviluppano la mente. E i bambini si divertono.E poi il brevetto sarà sicuramente di quelli "ultragenerici", del tipo "sistema di costruzione con blocchetti di plastica che possono legarsi tra loro con semplice pressione".In questo modo vietano ad altri di costruire qualsiasi cosa simile, anche se con attacchi diversi (infatti non ne vedi in giro). Non c'è concorrenza e non ci può essere con brevetti così generici. Hanno praticamente brevettato le costruzioni per bambini. Ti sembra giusto?A me no. E non è giusto che se ne approfittino pure.E' un po' come il brevetto sugli hyperlink delle pagine internet, o sull'acqua calda.Comunque io ho circa 2000-3000 pezzi lego, alla faccia loro, comprati quando i prezzi erano ancora normali. 8) ps Non ce l'ho ovviamente solo con la Lego, ad esempio anche il trenino elettrico o la pista delle auto hanno costi ormai proibitivi e sono un lusso per adulti più che un gioco per bambini.....che tristezza......
  • Anonimo scrive:
    ma qualcuno di Lugnet ???
    Ho guardato sui forum, nessun commento al riguardo, quasi non sapessero nulla !!!C'e' qualcuno che partecipa alle discussioni che sa dirmi come sono gli umori riguardo a questa notizia ???
  • Anonimo scrive:
    Cioè ma in sintesi?
    Pensavo mettessero il sorgente del programma, così gli hacker fanno tutto tramite assembler?
  • Anonimo scrive:
    X rosse
    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1137830&tid=1137830&p=1&r=PI :(
  • Anonimo scrive:
    Magari avevano la coscienza sporca
    Ma si, perche questa storia delle sviste di progettazione che ti costringono a comprare un sacco di prodotti innecessari non è che sia del tutto impossibile, ma per lo meno è assai poco credibile.Ma ve ne siete accorti che la cassiera del supermercato quando si sbaglia a calcolare il resto, quasi sempre ti da qualche spicciolo di meno e non di più?Quando hanno craccato quei piccoli file che gonfiavano la bolletta degli utenti gli ingegneri della Lego hanno preferito non fare la solita crociata contro gli smanettoni.Trovandosi col sedere allo scoperto é meglio soprassedere. O no? ;) ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Magari avevano la coscienza sporca
      - Scritto da: Anonimo

      Ma si, perche questa storia delle sviste di
      progettazione che ti costringono a comprare un
      sacco di prodotti innecessari non è che sia del
      tutto impossibile, ma per lo meno è assai poco
      credibile.

      Quando hanno craccato quei piccoli file che
      gonfiavano la bolletta degli utenti gli ingegneri
      della Lego hanno preferito non fare la solita
      crociata contro gli smanettoni.

      Trovandosi col sedere allo scoperto é meglio
      soprassedere. O no? ;) ;)Magari hai ragione tu, ma oggi ti possono scoprire con le mani nella marmellata dei piu' grandi raggiri e dei più grandi furti eppure la risposta standard è: "ho rispettato le norme", "è un attacco politico nei miei confronti", ecc.Accettare che qualcuno abbia corretto il tuo lavoro (e ammetterlo, anche se per un prodotto che comunque offrivi scaricabile gratuitamente) mi sembra un passo giusto. Certo che se vogliamo sempre cercare l'accusa ad ogni costo, che clima creiamo per primi?Il software open, che io ammiro e uso, non è sempre la risposta a tutto. Avere un ottimo martello non trasforma ogni problema in un chiodo: provateci la prossima volta che avete mal di denti. ;)In questo caso Lego si aggancia al proprio marchio, e se aprisse il software a tutti e dopodomani qualcuno pubblicasse una versione del tool con esempi per progettare un dild0 ana!e motorizzato, con il marchio dei mattoncini, qualcuno ne trarrebbe un danno d'immagine che in confronto GTA San Andreas e Hot Coffee sarebbero uno scherzo di carnevale. IMHO, s'intende. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Magari avevano la coscienza sporca
      - Scritto da: Anonimo

      Ma ve ne siete accorti che la cassiera del
      supermercato quando si sbaglia a calcolare il
      resto, quasi sempre ti da qualche spicciolo di
      meno e non di più?Io lo controllo sempre (o quasi). Capita raramente che ti diano il resto sbagliato, ma anche quando capita non ci faccio caso, non me la sento di svergognare in pubblico una povera cassiera per pochi spiccioli. Come quella volta che mi ha dato 10 euro in più :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Magari avevano la coscienza sporca


      Trovandosi col sedere allo scoperto é meglio
      soprassedere. O no? ;) ;) Be' sì, con il sedere scoperto un soprasedere è sempre comodo, non si sa mai che qualcuno approfitti della situazione da tergo...
  • avvelenato scrive:
    sono con l'acqua alla gola
    E' facile tentarle tutte quando si è sull'orlo del fallimento.
    • Anonimo scrive:
      Re: sono con l'acqua alla gola
      ma sai che sono sull'orlo del fallimento?non si danno notizie senza dare anche la verifica.....................allora ognuno di noi puo' dire quello che vuoleah si domani scoppiera' la terza guerra mondialecorrete tutti a casalol
      • Anonimo scrive:
        Re: sono con l'acqua alla gola
        - Scritto da: Anonimo
        ma sai che sono sull'orlo del fallimento?
        non si danno notizie senza dare anche la verifica
        .....................
        allora ognuno di noi puo' dire quello che vuole
        ah si domani scoppiera' la terza guerra mondiale
        correte tutti a casa
        lolNon e' una novita' che negli ultimi anni Lego ha visto un declino delle vendite, non ho un link sottomano, comunque se guardi in giro ti accorgerai che stanno cercando nuovi sbocchi...
        • Anonimo scrive:
          Re: sono con l'acqua alla gola
          Secondo me è una bella idea.Farebbero prima a rilasciare i sorgenti, però.
        • Anonimo scrive:
          Re: sono con l'acqua alla gola
          quotoMe l'ha pure detto di persona un rappresentante della lego ancora 4 o 5 anni fa, che avevo beccato per caso in un negozio di giocattoli: i bambini preferiscono i videogames e se si mettono a costruire qualcosa non vogliono perdere più di 5 min :(E pensare che io ci passavo le giornate sui Lego :(Mic
          • Anonimo scrive:
            Re: sono con l'acqua alla gola
            - Scritto da: Anonimo
            quoto

            Me l'ha pure detto di persona un rappresentante
            della lego ancora 4 o 5 anni fa, che avevo
            beccato per caso in un negozio di giocattoli: i
            bambini preferiscono i videogames e se si mettono
            a costruire qualcosa non vogliono perdere più di
            5 min :(

            E pensare che io ci passavo le giornate sui Lego
            :(

            MicChe tristezza!!! I giovani d'oggi sono troppo rimbambiti.Questo mondo sta uccidendo la creatività e l'immaginazione.Robot per un mondo di macchine...
          • Anonimo scrive:
            Re: sono con l'acqua alla gola
            E poi hai notato che non ci sono piu' ne le mezze stagioni ne i parcheggi in centro? sara' colpa del governo,anche perch'e piove!!! oh tempora,oh mores......
          • Anonimo scrive:
            Re: sono con l'acqua alla gola

            E pensare che io ci passavo le giornate sui LegoE pensare che io ce e passo ancora e ho 36 anni ...
          • Anonimo scrive:
            Re: sono con l'acqua alla gola
            Io ho ancora uno SHUTTLE costruito sulla mensola....ma il sogno è uno stanzino con montato tutto il TRENO LEGO!! CHE FIGATA!!
    • Anonimo scrive:
      Re: sono con l'acqua alla gola
      Cosa proponi?
    • Terra2 scrive:
      Re: sono con l'acqua alla gola
      - Scritto da: avvelenato
      E' facile tentarle tutte quando si è sull'orlo
      del fallimento.Abbassare i prezzi invece manco a parlarne.No, loro continuano imperterriti a vendere quei 4 mattoncini in plastica a peso d'oro!
      • Anonimo scrive:
        Re: sono con l'acqua alla gola
        - Scritto da: Terra2
        - Scritto da: avvelenato

        E' facile tentarle tutte quando si è sull'orlo

        del fallimento.
        Abbassare i prezzi invece manco a parlarne.La maggior parte dei loro costi sono gli stampi, cloni del lego a basso prezzo ne sono arrivati dalla cina, ma sono stati fermati dalla denuncia della lego stessa, comunque i mattoncini cinesi erano di qualita' scarsisima, addirittura con refusi di plastica sui prezzi.Sulla qualita' della lego non si dicute :-)
        No, loro continuano imperterriti a vendere
        quei 4 mattoncini in plastica a peso d'oro!Vi faccio inoltre notare altre 2 note negative : le enormi spese per comprare diritti su film e personaggi "alla moda" e la politicha di non riprodurre mezzi da guerra.
        • Anonimo scrive:
          Re: sono con l'acqua alla gola

          Vi faccio inoltre notare altre 2 note negative :
          le enormi spese per comprare diritti su film e
          personaggi "alla moda" e questo è scandaloso
          e la politicha di non
          riprodurre mezzi da guerra.ca**o! non c avevo mai pensato! É proprio vero!shdx
        • Terra2 scrive:
          Re: sono con l'acqua alla gola

          Sulla qualita' della lego non si dicute :-)Si ok... ma rimane pur sempre plastica, credo che cominci già ad essere più conveniente farseli in stereolitografia!
          Vi faccio inoltre notare altre 2 note negative :
          le enormi spese per comprare diritti su film e
          personaggi "alla moda" e la politicha di non
          riprodurre mezzi da guerra.Mah... forse non lucrare sulla riproduzione di armi è la cosa più intelligente che abbiano fatto.
          • Anonimo scrive:
            Re: sono con l'acqua alla gola
            - Scritto da: Terra2

            Sulla qualita' della lego non si dicute :-)
            Si ok... ma rimane pur sempre plastica,
            credo che cominci già ad essere più
            conveniente farseli in stereolitografia!A quanto ho detto degli esperimenti fatti da alcuni appassionati pare di no, a meno che non hai gia' tutto il materiale necessario per qualche motivo (il cuggino ha una fabbrica di stampi).

            Vi faccio inoltre notare altre 2 note

            negative : le enormi spese per comprare

            diritti su film e personaggi "alla moda"

            e la politicha di non riprodurre mezzi da

            guerra.
            Mah... forse non lucrare sulla riproduzione di
            armi è la cosa più intelligente che abbiano
            fatto.Possibile, ma un tank e un F104 da babmino mi avrebbero fatto impazzire...
          • Anonimo scrive:
            Re: sono con l'acqua alla gola
            - Scritto da: Anonimo

            Mah... forse non lucrare sulla riproduzione di

            armi è la cosa più intelligente che abbiano

            fatto.

            Possibile, ma un tank e un F104 da babmino mi
            avrebbero fatto impazzire...Vabbè, ma io con i Lego classici di tank, caccia e bombardieri ne ho costruiti (e smontati) a centinaia (a parte gli irrealistici colori bianco, rosso, giallo e blu, che di mattoncini verde scuro o sabbia non ve n'era traccia).Per i miei figli ho costruito nell'ultimo anno un elicottoro CH47, un EH101, un A129 Mangusta, un G222 da trasporto... basta un po' di fantasia e non pretendere la precisione tipica del modellismo. O no? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: sono con l'acqua alla gola
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Mah... forse non lucrare sulla


            riproduzione di armi è la cosa più


            intelligente che abbiano fatto.

            Possibile, ma un tank e un F104 da

            bambino mi avrebbero fatto impazzire...
            Vabbè, ma io con i Lego classici di tank,
            caccia e bombardieri ne ho costruiti (e
            smontati) a centinaia (a parte gli irrealistici
            colori bianco, rosso, giallo e blu, che di
            mattoncini verde scuro o sabbia non ve n'era
            traccia).Ok anche io ho costruito tutto ed il contrario di tutto, ma non li vogliamo dei mattoncini color militare :-)
            Per i miei figli ho costruito nell'ultimo
            anno un elicottoro CH47, un EH101, un
            A129 Mangusta, un G222 da trasporto...
            basta un po' di fantasia e non pretendere
            la precisione tipica del modellismo. O no? :DAssolutamente daccordo, ma si parlava dei motivi per cui la Lego non e' andata bene ultimamente.A propos di mezzi militari : http://www.mechanizedbrick.com/mb.html
        • Anonimo scrive:
          Re: sono con l'acqua alla gola
          - Scritto da: Anonimo
          La maggior parte dei loro costi sono gli stampi,
          cloni del lego a basso prezzo ne sono arrivati
          dalla cina, ma sono stati fermati dalla denuncia
          della lego stessa, comunque i mattoncini cinesi
          erano di qualita' scarsissima, addirittura con
          refusi di plastica sui prezzi.Tentativi di "clonare" l'idea Lego ve ne sono stati molti. La concorrenza diretta sui mattoncini non ha mai sfondato per vari motivi (qualità, inventiva, marchio...); quello che ha affossato Lego IMHO è stata prima la concorrenza del fenomeno Playmobil (stesso effetto "collezione & accessori" ma semplice e differente nei contenuti: Lego controbattè provando diversi tipi di "personaggi" snodati prima di trovare un modello in parte competitivo).In un secondo momento il dilagare dell'invasione TV, con programmi e cartoon praticamente h24 e le console da gioco portatili e non, ha schiacciato molto di quanto restava del loro mercato.

          Sulla qualita' della lego non si discute :-)Si, tranne che nei pezzi speciali, introdotti per accessoriare o dettagliare le riproduzioni degli ultimi anni (vedi serie di Star Wars o la linea dei mezzi da lavoro, ecc.). Quelli sono piuttosto fragili e impossibili da riacquistare. On line dovrebbero vendere tutta la gamma dei pezzi come "ricambi", non solo le scatole più costose e le novità più poche fine serie.
          No, loro continuano imperterriti a vendere
          quei 4 mattoncini in plastica a peso d'oro!Costa progettarli. Chi ha amato i Lego sa quanto ingegnoso sia lo studio delle dimensioni e degli incastri, che consentono di riusare la maggior parte dei pezzi in altri contesti e assemblandoli diversamente.La produzione automatizzata (ho visto gli esempi mostrati a Legoland in Germania) non è particolarmente costosa IMHO.Purtroppo è visto soprattutto come un prodotto stagionale e il ricarico nei negozi è spaventosamente alto, IMO.
          Vi faccio inoltre notare altre 2 note negative :
          le enormi spese per comprare diritti su film e
          personaggi "alla moda" e la politica di non
          riprodurre mezzi da guerra.Mah, credo che i diritti sui vari Harry Potter e Star Wars abbiano reso parecchio almeno sul piano d'immagine, per svecchiare quella percezione da "giocattolo del nonno". I mezzi da guerra non "tirano" come negli anni '70 IMHO. Chi si ricorda il boom dei soldatini e mezzi militari Atlantic o di marche ai margini del modellismo, vedrà che ora si trovano sulle bancarelle prodotti "usa e getta" cinesi, qualcosa nelle Micromachines e qualche serie in tema militare derivata dai telefilm in TV. Il resto è Spiderman, Batman, Incredibles, Fantastic 4, ossia merchandising dal grande schermo (nemmeno più tradotto nei nomi, per non dissipare i costi investiti in marchi e trailer).
      • Anonimo scrive:
        Re: sono con l'acqua alla gola
        - Scritto da: Terra2

        - Scritto da: avvelenato

        E' facile tentarle tutte quando si è sull'orlo

        del fallimento.

        Abbassare i prezzi invece manco a parlarne.

        No, loro continuano imperterriti a vendere quei 4
        mattoncini in plastica a peso d'oro!Ci sono anche altre marche molto più economiche, ma non ti lamentare se poi i pezzi sono di una plastica grezza, se si rompono, se sono stampati male, se non si incastrano o non si incastrano bene o se una volta incastrati non si staccano più, se sono verniciati e si scrostano, se i colori sono diversi da quelli della foto sulla scatola, se sono fatti dai bambini in Afghanistan, ecc.
    • Kappa scrive:
      Re: sono con l'acqua alla gola
      Ci sono altre cose da tenere in considerazione oltre a quelle già dette:1: la qualità Lego è fra le più alte al mondo, fra i giocattoli. Prendete un qualsiasi altro giocattolo e fate qualunque test di durata vi venga in mente... Lego sarà sempre vincitore.2: Malgrado tutto, è una delle aziende più etiche al mondo. Non ho i link sottomano, ma è una delle poche aziende che, in piena crisi, ha preferito tagliare dirigenza piuttosto che maestranza. Vero che costruisce roba in antiecologica plastica, ma è anche vero che solo un pazzo butterebbe via dei mattoncini Lego ;)3: i brevetti Lego sono tutt'altro che generici, e si riferiscono solo ai tipi di incastro utilizzati. Basta andare in un qualsiasi negozio di giocattoli per vedere quanti giochi di costruzioni di plastica ci sono... E poi, in questo caso sono brevetti più che legittimi. Si pensi quel che si vuole, ma l'invenzione del Lego è stata un colpo di genio. E trovatemi un qualsiasi altro giocattolo i cui pezzi sono compatibili da generazioni. Io ho ricevuto i Lego di mio cugino, ci ho aggiunto dei pezzi e continuavano ad andare bene con quelli vecchi, li ho passati al più giovane della famiglia che ne ha aggiunti di suoi giocando anche con i nostri... va avanti così da almeno trent'anni. Questo IMHO è un valore aggiunto incommensurabile...
  • HotEngine scrive:
    Ma pensa te...
    "Purtroppo, gli errori contenuti nel software, causati da sviste di progettazione, creavano modelli dal costo proibitivo."Eheheh... Ma che caso eh? "Sviste di progettazione"... ROTFL.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma pensa te...
      - Scritto da: HotEngine
      "Purtroppo, gli errori contenuti nel software,
      causati da sviste di progettazione, creavano
      modelli dal costo proibitivo."


      Eheheh... Ma che caso eh? "Sviste di
      progettazione"... ROTFL.Sviste di progettazione oppure programmatori Lego CARRIERISTI ???Comunque il Lego mi ha lasciato sempre freddo e indifferente, anche da bambino non ricordo di averci giocato, direi quasi niente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma pensa te...
        - Scritto da: Anonimo

        Comunque il Lego mi ha lasciato sempre freddo e
        indifferente, anche da bambino non ricordo di
        averci giocato, direi quasi niente.Si vede dai tuoi commenti "costruttivi"...
  • AndreaMilano scrive:
    Ora capisco il perchè...
    ...dell'animo smanettone e l'avversità verso certe assurde limitazioni. Quando ero infante avevo due tipi di giochi, uno dei due erano i Lego. :D
  • Presid. Scrocco scrive:
    9 --
  • Anonimo scrive:
    Piccolo terremoto x LDraw
    L'intera comunita' interessata al lego virtuale accogliera' con piacere la notizia.
  • Anonimo scrive:
    Bravi
    E' così che si deve fare, non serve rilasciare il codice sorgente o mettere tanti obblighi, basta permettere l'analisi del codice e la modifica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bravi
      Peccato però che la licenza continui a vietarlo, incoraggiano per caso comportamenti illegali?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bravi
      Come modifichi il codice se non hai i sorgenti? Per patch micro si potrà anche fare, ma a che costi? Ore ed ore di "disassemblaggio" per aggiungere qualcosa che con i sorgenti si poteva fare in 5 minuti? E poi nell'articolo si parla di file complementari all'applicazione, sarà stata una svista in qualche file di config. Ma se è il programma ad essere insoddisfacente?
      • Anonimo scrive:
        Re: Bravi
        - Scritto da: Anonimo
        Come modifichi il codice se non hai i sorgenti?
        Per patch micro si potrà anche fare, ma a che
        costi? Ore ed ore di "disassemblaggio" per
        aggiungere qualcosa che con i sorgenti si poteva
        fare in 5 minuti?Se te lo faceva qualcun altro gratis era ancora più facile, ma che discorsi sono? Se non lo sai fare non è colpa mia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bravi

          Se te lo faceva qualcun altro gratis era ancora
          più facile, ma che discorsi sono? Se non lo sai
          fare non è colpa mia.Bill, ricordati di firmare i post.E accendi le fotocopiatrici, come sempre!
        • Anonimo scrive:
          Re: Bravi
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          Come modifichi il codice se non hai i

          sorgenti?

          Per patch micro si potrà anche fare, ma a che

          costi? Ore ed ore di "disassemblaggio" per

          aggiungere qualcosa che con i sorgenti si

          poteva fare in 5 minuti?
          Se te lo faceva qualcun altro gratis era ancora
          più facile, ma che discorsi sono? Se non lo sai
          fare non è colpa mia.Qualcun altro ha gia' fatto di meglio : http://lm-software.com/mlcad/
      • Anonimo scrive:
        Re: Bravi
        - Scritto da: Anonimo
        Ma se
        è il programma ad essere insoddisfacente?Non lo usi.
Chiudi i commenti