Tablet, all'Opera!

Opera Software prepara una nuova versione touch del suo acclamato browser mobile. Gestirà il web extra-large visualizzato sulle tavolette

Roma – In attesa della presentazione ufficiale, che avverrà all’imminente Consumer Electronic Show , Opera Software mostra in anteprima le capacità del suo famoso browser web tascabile, ottimizzato per i display dei tablet PC. Parliamo quindi di un software di navigazione completamente touch, che punterà forte sulla semplicità d’uso e sulla fluidità con cui si potranno “sfogliare” le pagine.

Il breve filmato ufficiale, postato sul blog degli sviluppatori, si concentra infatti su due caratteristiche ben precise, il classico pinch-to-zoom effettuato con le dita sullo schermo e lo scroll della pagina web visualizzata. In tutti e due i casi, Opera for Tablet dimostra di non temere confronti in quanto a reattività e velocità d’esecuzione.

Ancora una volta, è un dispositivo equipaggiato con Android a sperimentare per primo le performance di un “vero” Opera Mobile . Il video mostra infatti un Samsung Galaxy Tab alle prese con la nuova versione XL del browser che, come Opera Mobile per smartphone, può accedere al web senza intermediari e interpretare le pagine col proprio motore.

Attualmente, i device Apple devono invece accontentarsi di Opera Mini, versione storica ma decisamente più “light” del browser, che visualizza pagine pre-digerite da un server proxy. L’arrivo su iPad di questo nuovo Opera tablet è quindi tutto da confermare.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ephestione scrive:
    E perché non patch ad uso ludico?!?
    Orde di videogiocatori incalliti lardolenti potrebbero trovare l'occasione di esplorare TES o Fallout bruciando grassi a tutto spiano grazie all'installazione di opportune patch in grado di gestire le azioni di gioco con i movimenti corporei.Io che pure sono magro, una volta mi inventai una cyclette con piano di appoggio per tastiera e mouse, in modo da funzionalizzare le lunghe sessioni di gioco ad Oblivion, di cui andavo matto all'epoca :DLimitare il tutto alla fruizione di contenuti multimediali ed alla navigazione mi sembra una sciocchezza.__________http://www.reecycle.it
Chiudi i commenti