Target, abbiamo anche l'usato garantito

Il popolare merchant si tuffa nel business dell'usato hi-tech. Oltre al risparmio, riduce l'impatto ambientale: meno merce alienata, meno materiali tossici dispersi nell'ambiente. Un'iniziativa lodevole e... lucrosa

Roma – Martedì scorso Target , il popolare online merchant d’oltreoceano, ha annunciato la sperimentazione della vendita di materiale hi-tech usato . Decisione invero poco comune per un venditore online attivo nel settore allware , neologismo che PI si è permesso di sfruttare perché Target, per chi non dovesse conoscerlo, è un discount che vende davvero di tutto, nulla escluso.

Possibile? Basta cliccare, per esempio, su Cucina : si entra nella sezione Houseware , in cui si trova molto Cookware : non c’è che da scegliere tra le molteplici sorte di Farberware , ovvero, se la marca non fosse di gusto, tra le alternative di Corningware . Per gli accessori, c’è molta scelta di Kraftware , mentre per i golosi l’area Nordicware offre il meglio di sé. Mentre è stranamente scarsa la presenza di Tupperware , fa eccezione il Window Hardware (niente a che vedere con BigM, ovviamente), che hanno risparmiato di rinominare Windoware . Forse per non sollevare l’attenzione del titolare del nome, non si sa mai .

Ma nel catalogo non mancano le aree gadget e quelle dedicate all’elettronica di consumo. Proprio in quest’ultima, il discount retailer si è lanciato con i prodotti usati, nelle fasce più richieste.

“Abbiamo iniziato circa un mese fa, dopo aver notato che molti apparati usati sono rientrati in perfette condizioni”, ha dichiarato a Reuters l’azienda durante un incontro con gli analisti, all’esame della contabilità quadrimestrale. “In pratica, sono esattamente come nuovi”. Sul sito, l’azienda informa che ogni articolo usato viene controllato, ispezionato ed eventualmente ripristinato da personale autorizzato dai produttori o da tecnici interni a Target.

Anche Punto Informatico ha controllato la disponibilità di usato e, mentre scriviamo, risultano disponibili solo iPod e TV LCD , ma nessuna game console . Non resta che augurarsi la prosecuzione dell’iniziativa e sperare nella comparsa di qualche iPhone usato, così da evitare che possano essere alienati impropriamente.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti