Tecnoterrore, ombre dal caso Kennedy

Il senatore americano Ted Kennedy ha dovuto chiedere per due volte un favore personale alle pubbliche autorità per poter volare. Il sistemone anti-terrorismo lo indicava come sospetto


Washington (USA) – Un piccolo inquietante caso di malfunzionamento dei sistemi anti-terrorismo che l’intelligence statunitense sta mettendo in piedi a protezione del volo civile è stato segnalato nelle scorse ore da Associated Press .

Il celeberrimo senatore democratico americano Ted Kennedy è stato fermato dalle autorità aeroportuali mentre tentava di salire a bordo di un aereo delle US Airways a Washington. Ciò è accaduto perché il nome e i dati del senatore comparivano nella “no-fly list”, in pratica un listone che elenca i “sospetti” e che l’intelligence consegna agli areoporti come misura preventiva.

Stando alle cronache, per poter prendere un volo utile per tornare a Boston, nel Massachussets, Kennedy ha dovuto contattare personalmente via telefono il segretario alla Homeland Security, Tom Ridge , l’uomo dal quale dipendono tutte le principali agenzie per la sicurezza sul territorio americano.

Ciò che inquieta chi ritiene inaffidabili certi sistemi anti-terrorismo, che sfruttano database incrociati e persino dati biometrici per controllare il flusso dei passeggeri , è che il senatore nei giorni successivi si è trovato a dover fare la medesima trafila. In effetti, spiegano le cronache, ci sono volute settimane per cancellare il nome di Kennedy dalla lista dei sospettati.

Appare chiaro come un incidente del genere, in un’epoca in cui proprio negli areoporti americani vengono attivate sofisticate installazioni biometriche , sollevi diverse domande. Tra queste, evidentemente, la più ovvia: cosa sarebbe accaduto ad un cittadino normale, che non ha la possibilità di parlare con Ridge al telefono?

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessandrox scrive:
    Re: Tutto cio' puzza di bruciaticcio...
    - Scritto da: Elwood_
    Mah io piu' vedo questi "diritti di utilizzo
    infiniti", piu' vedo queste nuove
    implementazioni per sistemi operativi, che
    da questo punto di vista claudicavano, e
    piu' penso che gira gira il cetriolo sempre
    al pinguino va a finire....[snippete]
    Mi pare che tutto quello che e' stato fatto
    fino ad oggi grazie a l'opensource, si
    voglia dirottarlo verso altri lidi piu'
    confortevoli... per le Grosse aziende
    sopratutto.
    Finche' vedro' sourceforge apparire sul mio
    browser tirero' sempre un sospiro di
    sollievo, ma con questo annucio mi pare che
    si voglia coinvolgere chi con l'open abbia
    poco a che fare e che con il Closed ce ne
    abbia parecchio
    Il lupo perde il Pelo ma non il vizio.
    Stiamo tutti con gli occhi ben spalancati!

    Dubbiosamente Vostro ElwoodPerfettemante daccordo, solo un' osservazione:SUN, HP, IBM... Novell sappiamo tutti (e sottolineo che non si puo' non saperlo) che hanno tirato, tirano e tireranno acqua al loro mulino, casualmente Linux gli ha dato una mano e tuttora gli la sta dando, inoltre da nessuna parte e' scritto e firmato che abbiano contratti di partnership esclusivamente a favore del S.O. Linux; a Microsoft Linux non serve, non puo' usarlo, almeno stanti le attuali politiche e gli attuali obbiettivi aziendali, per trarne beneficio, ergo e' solo un concorrente e come tale va (dal loro punto di vista) trattato...In tutto questo non ci vedo nulla ne di scandaloso ne di strano.Tuttavia, a futura memoria, sono scritte e memorizzate da qualche parte tutte le magniloquenti dichiarazioni delle suddette aziende nei confronti dell' Open S., e di Linux e questo potrebbe avere un certo peso...
  • Elwood_ scrive:
    Tutto cio' puzza di bruciaticcio...
    Mah io piu' vedo questi "diritti di utilizzo infiniti", piu' vedo queste nuove implementazioni per sistemi operativi, che da questo punto di vista claudicavano, e piu' penso che gira gira il cetriolo sempre al pinguino va a finire....Attenzione, occhio a queste aperture da OS proprietari ad OS iperproprietari come quello di Bille Gatese. Non facciamo accecare dalle scelte open che sembrano scaturire, da un IT che sembra così tanto aperta...A mio modesto parere mi pare che tale atteggiamento sia l'ennesimo campanello di allarme che dovrebbe far tirar su cavalli di Frigia alle nuove libere generazioni del Pinguino.Mi pare, che tale posizione a mo' del tener due piedi in due staffe, sia un modo furbo di voler far passare per open quello che al fine viene dedicato per il closed, e che questa marcia sia un voler togliere la tavola di legno(quella dei bucanieri per intenderci) al povero pinguino nella speranza che faccia un bel tuffo nell'oceano aperto con sotto qualche squalo affamato.Qui si vuole far passare il gratis o la libera circolazione a mo del NAFTA stavolta informatico (ve lo ricordate) qualcosa che sia molto simile al free as beer e non free as freedom (Stallman Docet). Un free as beer finche' conviene poi al proprietario del pub, che una mattina potrebbe sempre chiudere i rubinetti e buonanotte al tango, o che dir si voglia al ciufolo!Dove sono stati i Tanto decantati cambiamenti IBM per Linux? Dove sono quelli che dichiaro' mesi fa L'HP? No... no...Troppi amiconi... e molto detto e poco fatto.. strano poi che non si parli anche di linux nel discorso? Implicito? Si ma intanto la cosa e' passata sottilmente fuori le righe.Mi pare che tutto quello che e' stato fatto fino ad oggi grazie a l'opensource, si voglia dirottarlo verso altri lidi piu' confortevoli... per le Grosse aziende sopratutto.Finche' vedro' sourceforge apparire sul mio browser tirero' sempre un sospiro di sollievo, ma con questo annucio mi pare che si voglia coinvolgere chi con l'open abbia poco a che fare e che con il Closed ce ne abbia parecchioIl lupo perde il Pelo ma non il vizio. Stiamo tutti con gli occhi ben spalancati!Dubbiosamente Vostro Elwood==================================Modificato dall'autore il 24/08/2004 0.59.58
Chiudi i commenti