Thailandia, censure web più difficili

Nel paese, attualmente in mano ai militari saliti al potere con un golpe incruento, viene stabilito l'obbligo che per procedere all'oscuramento di siti web debba esservi un esplicito ordine di un magistrato

Bangkok – Il cappio dittatoriale intorno alla rete tailandese si allenta almeno un poco: secondo quanto comunicato dall’agenzia di stampa Reuters , la giunta militare che ha preso il potere nel settembre del 2006 abrogando la Costituzione, sciogliendo il parlamento e la Corte Costituzionale, ha optato per revocare il “diritto di censura” previsto contro i siti web che attentassero alla monarchia costituzionale che, almeno sulla carta, rappresenta ancora la forma predefinita dello stato asiatico.

A farlo sapere è il Ministro della Comunicazione Sitthichai Pookaiyaudom, già accusato dall’organizzazione non governativa Freedom Against Censorship Thailand (FACT) di aver oscurato decine di migliaia di siti di concerto con i militari al potere.

“Sono stanco delle accuse di queste ONG che l’ordine fosse di natura dittatoriale” ha dichiarato sprezzante il ministro, confermando come la nuova regolamentazione approvata preveda l’autorizzazione da parte di un giudice per il sequestro o l’oscuramento dei portali web.

Pookaiyaudom risponde alle accuse, affermando come la chiusura di circa 200 siti da lui ordinata interessasse soltanto due gruppi di supporter dell’estromesso primo ministro Thaksin Shinawatra , oltre alla necessità di buttare giù anche i diversi mirror che facevano capo agli oppositori dell’attuale status quo. “Molti dei siti erano pornografici”, si giustifica poi il ministro.

Un caso recente di censura nel paese ha riguardato YouTube e la distribuzione sul portale di video condivisione di una clip offensiva nei confronti del re Bhumibol Adulyadej, venerato come un semidio nel paese. Il blocco aveva infine spinto Google ad eliminare lo spezzone incriminato , nel pieno rispetto della politica accomodante di BigG nei confronti dei governi locali indipendentemente dalla loro legittimità o vocazione alla censura.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Gano scrive:
    Interscambio dati
    Che bellezza... ogni sede fa di testa sua e quando devono scambiarsi i dati si che c'è da ridere !!!!
  • txtNome Cognome scrive:
    txtTitolo
    txtBodytxtBodySecondo me la storia e' un altra...ma che fine ha fatto l'equipe che si occupava all'enel dell'emergenza possibile mancanza elettricita'? il nocciolo di un paese che dematerializza tutto[, che poi anch'io credo sia molto meglio che disboscare il mondo o costargere di veleno/inchiostro gli uffici o cercare a mano per ore dei documenti,] e' che se non ce' piu' corrente altro che presa della bastiglia... .. .Ed e' gia' successo che siccome un filo in svizzera si era staccato siamo rimasti al buio. E' ovvio, siamo un piede muntuoso ed ecologista(meno male), ma prima di comprare i campi da calcio non potevano comprare magari dei campi da generatore per mettere in piedi una rete elettrica paraKul4t4?ehe! :) siamo alle solite, tutto subito, poi il conto magari lo pagherranno le future generazioni... boh, fatemi sapere.
  • mario rossi scrive:
    che forte..
    firmate la petizione va http://www.petitiononline.com/piedone/
  • Umberto scrive:
    cosi' impariamo a lamentarci ....
    Così impariamo a lamentarci quando qualcuno (secondo me molto pragmatico e poco demagogico) propone l'obbligo di mezzi come la posta elettronica certificata che ridurrebbero drasticamente lo spreco di carta. La cosa peggiore è che plaudiamo chi si oppone all'obbligo appellandosi a motivazioni (queste poco pragmatiche e molto demagogiche) di vantaggio di poche aziende privilegiate. Come a dire: chi se ne importa se ci guadagna tutto il paese; se devono guadagnarci poche aziende meglio non farne di niente!Se vi sembra un ragionamento sensato .....
    • d scrive:
      Re: cosi' impariamo a lamentarci ....
      - Scritto da: Umberto
      Così impariamo a lamentarci quando qualcuno
      (secondo me molto pragmatico e poco demagogico)
      propone l'obbligo di mezzi come la posta
      elettronica certificata che ridurrebbero
      drasticamente lo spreco di carta. La cosa
      peggiore è che plaudiamo chi si oppone
      all'obbligo appellandosi a motivazioni (queste
      poco pragmatiche e molto demagogiche) di
      vantaggio di poche aziende privilegiate.

      Come a dire: chi se ne importa se ci guadagna
      tutto il paese; se devono guadagnarci poche
      aziende meglio non farne di niente!
      Se vi sembra un ragionamento sensato .....Secondo me, prima della posta elettronica certificata, per risparmare carta basterebbe cominciare a fare pagare alle persone le stampe che fanno. Ho visto io personalmente persone che alla mattina arrivano in ufficio, stampano tutte le email che hanno in inbox, una per una (anche se magari sono di spam o di due righe), vanno alla stampante a ritirare il pacchetto di fogli, e poi si leggono le email su carta. Oppure gente che stampa documenti di 500 pagine (solo fronte, ovviamente, e magari sulle stampanti a colori) quando gli interessano si' e no 20 pagine. O gente che lancia le stampe sulla stampante sbagliata col driver incompatibile e gli escono centinaia di fogli coi geroglifici. E questi sono solo esempi. Sono sicuro che chiunque abbia passato un po' di tempo in un ufficio pubblico avra' visto simili orrori.Pagare le stampe, e anche abbastanza salato.
      • For se scrive:
        Re: cosi' impariamo a lamentarci ....
        e perchè cazzo uno si dovrebbe stampare le mail? O_o
        • d scrive:
          Re: cosi' impariamo a lamentarci ....
          - Scritto da: For se
          e perchè cazzo uno si dovrebbe stampare le mail?
          O_oIo non l'ho mai capito. Bisognerebbe chiederlo a quei personaggi...--W la moderazione-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 luglio 2007 14.34-----------------------------------------------------------
    • DuDe scrive:
      Re: cosi' impariamo a lamentarci ....
      - Scritto da: Umberto
      Così impariamo a lamentarci quando qualcuno
      (secondo me molto pragmatico e poco demagogico)
      propone l'obbligo di mezzi come la posta
      elettronica certificata che ridurrebbero
      drasticamente lo spreco di carta. La cosa
      peggiore è che plaudiamo chi si oppone
      all'obbligo appellandosi a motivazioni (queste
      poco pragmatiche e molto demagogiche) di
      vantaggio di poche aziende privilegiate.

      Come a dire: chi se ne importa se ci guadagna
      tutto il paese; se devono guadagnarci poche
      aziende meglio non farne di
      niente!
      Se vi sembra un ragionamento sensato .....Parzialmente sensato, ottima l'idea della pec pessimi i requisiti , che si faccia in modo di certificare il sistema e non i componenti, allora la pec sara' una bella realta'
      • Umberto scrive:
        Re: cosi' impariamo a lamentarci ....
        -
        Parzialmente sensato, ottima l'idea della pec
        pessimi i requisiti , che si faccia in modo di
        certificare il sistema e non i componenti, allora
        la pec sara' una bella
        realta'E' già cosi (o forse non ho cpaito che cosa intendi)
  • zi0ipp0 scrive:
    ci vorrebbe il napalm....
    Io credo che la situazione sia cronica e drammaticamente irrecuperabile. Con qualsiasi dipendente parli, questi mi potrà dare pure ragione ma rassegnato aggiungerà che è impossibile che le cose cambino e lui stesso non farà nulla perchè ciò accada. Io credo che bisogna sostituire in toto l'attuale generazione di dipendenti pubblici e il metodo più veloce ho motivo di credere sia il napalm (e già che ci sono lo userei pure con l'attuale classe politica ). Una volta fatto questo allora si può pensare a razionalizzare la pubblica amministrazione soprattutto fermando questo stupido SPRECO INUTILE di soldi pubblici, ovvero le tasse di noi cittadini, che potranno essere spesi per cose più indispensabili, tipo strade, ospedali etc. etc.
  • Silvia scrive:
    Mark Lenders
    Ma Mark lenders gioca ancora nella Juventus oppure è stato dato davvero in prestito alla Reggiana???
    • zi0ipp0 scrive:
      Re: Mark Lenders
      - Scritto da: Silvia
      Ma Mark lenders gioca ancora nella Juventus
      oppure è stato dato davvero in prestito alla
      Reggiana???anche se fosse??? tanto noi abbiamo felipe massa...
  • For se scrive:
    Stupidità assoluta
    Mio padre lavora in un azienda ospedaliera (una volta ospedale :/)Ora, tutti i dati raccolti da esami del sangue e vari è costretto a metterli sia su carta sia su computer. Uno spreco cartaceo incredibile, visto anche che il sistema dell'azienda fa una backup ogni tot di tempo su un server locale, e a fine giornata bisogna effettuare un altro backup su CD(Tra l'altro dati che occupano 3KB su un PC, 15 fogli su carta.. sapete quei documenti con interlinea 5,75.. LOL)
    • ... scrive:
      Re: Stupidità assoluta
      Invece fanno bene a fare copia cartacea. Scusa.. maaa backup su... CD ?
      • floriano scrive:
        Re: Stupidità assoluta
        - Scritto da: ...
        Invece fanno bene a fare copia cartacea. Scusa..
        maaa backup su... CD
        ?che c'è di male? c'è anche un altro server che fa il backup.. magari è solo un backup incrementale e quindi un cd è più che sufficiente.
      • For se scrive:
        Re: Stupidità assoluta
        Come già scritto solitamente non va oltre i 5KB.i tecnici del laboratorio devono, a fine giornata, salvare questi dati su CD o DVD, non so (nel caso il server andasse down.. mah, chi lo sa).Ti lascio immaginare su un CD da 700 MB quanti documenti da 5KB ci stanno!Ah, non so chi ne parlava, ma comunque usano Mac piuttosto vecchi.
      • For se scrive:
        Re: Stupidità assoluta
        Se magari argomenti la tua opinione, anzichè dire che fanno bene e basta -.-
        • ... scrive:
          Re: Stupidità assoluta
          Argomento ?Ou manica di "esperti" un conto è backuppare roba personale e quindi di "poco conto" su CD e DVD (durata max teorica 30 anni nei fatti 10 se trattati bene) un altro è materiale documentale che può avere risvolti legali.Di sicuro sotto quest'aspetto la carta non ha mai tradito (quella termica fa caso a se).Se si vogliono fare backup seri, nastro, tanto nastro
          • for se scrive:
            Re: Stupidità assoluta
            Come già detto il CD serve solo come precauzione aggiuntiva, nel caso il server locale abbia qualche problema. (Credo almeno O.ò)
          • ... scrive:
            Re: Stupidità assoluta
            La precauzione "aggiuntiva" dovrebbe prevedere un media con probabilità di deterioramento ancora più basse di quello standard
    • Caleb scrive:
      Re: Stupidità assoluta
      Il fatto è che non è pensabile passare ad un'informatizzazione di massa prima di avere risolto (_prima_) alcuni punti cruciali:a) accessibilità nel tempo ai supporti di memorizzazione e ai formati di documento (chi è che lo va a dire ai quei pessimi dirigenti che usano prodotti p.es. Microsoft incompatibili tra di loro da una versione all'altra che tra cinque, dieci o vent'anni anni bisognerà accedere ai quei dati registrati su CD? chi mi dice che quel CD sarà ancora funzionante se i backup non sono organizzati in modo decente e sistematico? abbiamo ancora documenti cartacei risalenti a cento anni fa e più, chi potrà dire lo stesso per i documenti informatici dello stesso tipo da conservare nel tempo? I CD come backup duraturo? Mah ...)b) adozione rigorosa di elevatissime misure di sicurezza per la protezione dei dati, a maggior ragione se si tratta di dati sensibili (cifratura e separazione quando mai sono usate? vanno sanzionati pesantemente i dipendenti che agiscono in maniera superficiale gestendo i dati degli altri, lasciando il PC alla mercé di chiunque mentre vanno a bere il caffé, quelli che installano fesserie sul computer di servizio e cliccano su qualunque link gli passi per la mente, quelli che non si sottopongono a _seri_ corsi di aggiornamento culturale sul fronte informatico o non li superano ecc...)c) quando si tratta di cose professionali bisogna rivolgersi ad un "professionista della materia" sufficientemente esperto, non al primo pisquano, figlio di parente o amico che "se ne intende di computer" (urgh) solo perché costa poco, né un uomo-pubblicità vivente per la nuova tecnologogia "salcazzo" chiusa e proprietaria che fa tanto figo (se non si sceglie p.es. un amministratore di sistema o di rete capace e preparato e lo si retribuisce il giusto, tanto vale buttare i due punti precedenti ... e questo vale per le altre figure professionali interessate)
      • Caleb scrive:
        Re: Stupidità assoluta
        Ops, tecnologogia ahahahahROTFL
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Stupidità assoluta
        contenuto non disponibile
        • AndreaZ scrive:
          Re: Stupidità assoluta
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Massì fuciliamoli tutti, no? Ti fai fregare dal
          collega la password?
          FUCILATO!

          Oppure rendiamoli tutti più esperti di DVD John.
          Tanto i corsi di laurea in informatica durano due
          giorni e costano
          nulla.
          E quando si trovassero ad essere così esperti,
          perchè dovrebbero continuare a fare
          l'impiegatuccio
          statale?non mi sembra che abbia detto questocomunque: sei per caso un dipendente pubblico??? perche' ragioni esattamente come tale: fare cose diverse mai e poi mai!!!al di la di tutte le considerazioni che si possono fare, il problema di fondo e' sicuramente la mentalita' di chi lavora negli enti pubblici, a partire dai "capi" che spesso sono tali perche' non sanno fare altro se non parlare "bene" (magari con paroloni altisonanti che fanno sempre effetto)basterebbero piu' controlli sull'efficienza della pa; controlli naturalmente fatti da chi ha veramente interesse che le cosa vadano per bene, come ad esempio i cittadini; perche' se vengono fatti da altri dipendenti pubblici il cui solo interesse e' quello di arrivare a fine mese siamo da capouno dei punti cardine sul perche' la pa non funziona e': le persone incaricate di decidere come spendere i soldi ricevono questi soldi in "regalo" senza esserseli effettivamente "guadagnati"; questo fa si' che li spendano con faciloneria perche' non hanno la sensazione di "fatica" che invece ha una qualsiasi persona (quindi anche loro stessi) che riceve devi soldi in corrispettivo di un lavoroper non parlare poi del fatto che molte di queste persone spesso non hanno chiaro l'ambito in cui si muovonoah! dimenticavo! sono un dipendente pubblico
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Stupidità assoluta
            contenuto non disponibile
          • Caleb scrive:
            Re: Stupidità assoluta
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Adesso mi spieghi come puoi pretendere che un
            dipendente che per 40 anni ha compilato fogli di
            carta conoscendo bene la sua materia (quale che
            sia) diventi esperto di sicurezza
            informatica.No, non ci siamo: mi permetti di pretendere che se lo Stato esige da imprenditori e professionisti uno standard di sicurezza adeguato per il trattamento dei propri dati aziendali lo stesso deve garantire per quelli che fa trattare al suo personale?
            Perchè il tizio a cui risposto *pretende* che
            queste persone diventino *ESPERTI DI SICUREZZA
            INFORMATICA* pena la gattabuia (ha parlato di
            penale).Accidenti! Ora stare attenti a non mostrare a cani e porci dati riservati e non installare schifezze sul computer che si ha in dotazione per pubblico servizio, è diventato essere "esperti di sicurezza informatica"Mi auguro che ti renda conto di quello che stai dicendo ...Le cose sono due: o togliamo la classificazione di riservatezza ai dati (e sarebbe una cretinata) o altrimenti la gestione di questi benedetti dati deve seguire delle regole di non divulgazione e di protezione, che tu lo voglia o no ...Se il dipendente non sa, lo si istruisce e gli si dà un tempo ragionevole per imparare; se persiste nella violazione delle regole lo si punisce disciplinarmente (ti ricordo che una "sanzione" non è SOLO quella penale), e, se il fatto costituisce reato, certamente, lo si denuncia anche. E questo deve valere per tutti, a partire dal sig. dirigente responsabile (che se si chiama "responsabile" qualcosa vorrà anche dire?)
            E, guarda caso, io vedo che, esattamente, come
            nella realtà, alcuni imparano le basi
            dell'informatica, altri assolutamente
            no.
            Come nella realtà, è difficile che persone che
            fanno il loro lavoro (per lo più di compilazione
            form, stampa, archivio, telefonate) divengano
            esperti di informatica, ma forse tu vorresti che
            tutti divengano esperti di informatica a costo
            zero e a tempo
            zero.A costo zero e a tempo zero lo dici tu ... E' ovvio che non si può pretendere dall'oggi al domani né caricare sulle sue spalle i costi della formazione.Ma non è pensabile tollerare per anni questa indolenza e questa negligenza da parte di (alcuni? molti?) dipendenti pubblici.Vorrei far notare che se la generalizzazione che i dipendenti pubblici non fanno niente è sbagliatissima, lo è altrettanto il pietismo assolutorio nei confronti di tutti loro; se uno sbaglia è giusto che paghi, nessuno è al di sopra della legge, neanche chi sta lì occupando un posto per grazia ricevuta ... (vorrei vedere questa stessa persona quanto dura nel settore privato)
          • AndreaZ scrive:
            Re: Stupidità assoluta
            - Scritto da: unaDuraLezione

            Adesso mi spieghi come puoi pretendere che un
            dipendente che per 40 anni ha compilato fogli di
            carta conoscendo bene la sua materia (quale che
            sia) diventi esperto di sicurezza
            informatica.
            Perchè il tizio a cui risposto *pretende* che
            queste persone diventino *ESPERTI DI SICUREZZA
            INFORMATICA* pena la gattabuia (ha parlato di
            penale).non hai capitoti ha gia' risposto Caleb
            guarda caso io ho più di 100 comuni come clienti
            della mia azienda.
            E, guarda caso, io so di cosa si parla.ti posso garantire che i fornitori non hanno la piu' pallida idea di come ragionino e si comportino nella realta' i dipendenti pubblici, anche se ci hanno a che fare
            E, guarda caso, io vedo che, esattamente, come
            nella realtà, alcuni imparano le basi
            dell'informatica, altri assolutamente
            no.
            Come nella realtà, è difficile che persone che
            fanno il loro lavoro (per lo più di compilazione
            form, stampa, archivio, telefonate) divengano
            esperti di informatica, ma forse tu vorresti che
            tutti divengano esperti di informatica a costo
            zero e a tempo
            zero.
            Naturalemente non ti lameneresti se poi la tua
            pensione non fosse gestita da nessuno, visto che
            tutti i dipendenti stavano imparando a diventare
            hacker.non hai capitoti ha gia' risposto caleb

            basterebbero piu' controlli sull'efficienza
            della

            pa;

            certo.
            Mettono te col bastone alle spalle di ogni
            dipendente
            pubblico.non hai capito

            uno dei punti cardine sul perche' la pa non

            funziona e'

            non funziona?
            Mi sembra una generalizzazione inverosimile.strano perche' se ne sentono di tutti i colori tutti i giorni (a partire dai milioni di euro sprecati in progetti mai finiti o finiti ma che non servono a nulla)ma tu vivi in italia? e li segui i mezzi di informazione?
            I comuni miei clienti fanno funzionare i loro
            uffici con i miei
            software.saranno i tuoi software che funzionano troppo bene ;-)
            Uno di loro ha vinto il premio produttività come
            miglior servizio d'italia (nel suo genere che non
            cito)e perche' non lo citi? essendo la cosa pubblica, dove ci vedo nessun problema di riservatezza?

            ah! dimenticavo! sono un dipendente pubblico

            beh, anche se fosse vero, e' vero come e' vero quello che hai raccontato tu
            hai una visione
            parziale delle
            cose.
            La mia esperienza è, come hai visto, molto più
            varia.vedi sopra
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Stupidità assoluta
            contenuto non disponibile
          • Caleb scrive:
            Re: Stupidità assoluta
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Caleb non mi ha assolutamente detto con quali
            fondi e in quanto tempo sarà possibile far
            diventare una milionata di persone che non ha mai
            usato un PC e lavora (giustamente) da 40 anni su
            altre cose, abbastanza esperta da essere in grado
            di essere considerata colpevole per negligenza
            informatica.Per quanto riguarda il tempo un anno mi sembra più che sufficiente, per un ottima formazione di base su come bisogna lavorare e come non bisogna lavorare con un elaboratore (ed è grasso che cola)
            Il dato di fatto è che la 'negligenza
            informatica' può essere commessa
            involontariamente anche da una persona
            discretamente esperta, figuriamoci da persone
            comuni.Guarda hai perfettamente ragione, ma ciò non toglie che questo non debba servire per esonerare da responsabilità l'ignorante (o forse è meglio chiamarlo l'inadeguato).In Italia il trattamento dei dati è definito attività pericolosa ai sensi dell'art. 2050 codice civile.Vedi p.es. http://studiocelentano.it/codici/cc/lIVtIX.htmQuesto implica un'inversione dell'onere della prova, cioè che è lo Stato/il dipendente incaricato del trattamento che deve provare di aver tutte le misure idonee ad evitare il danno, altrimenti è tenuto al risarcimento del danno.Se può interessare si veda anche la trattazione relativa in: http://www.diritto.it/materiali/amministrativo/gentilini4.htmlPensa ad altre attività pericolose e pensa a cosa vorrebbe dire lasciare in mano una fabbrica di armi/esplosivi, una centrale nucleare, una base missilistica, un'industria petrolchimica molto inquinante in mano ad uno sbadato, un incompetente o un imbranato ... succederebbero dei grossi guai! per il trattamento dei dati, per espressa previsione di legge, accade lo stesso.Ora non credo sia chiedere molto un po' di attenzione e una preparazione di base, no?Se lavori da un privato e il tuo datore di lavoro ti obbliga ad imparare una tecnologia nuova o un nuovo linguaggio di programmazione o anche solo un nuovo framework (riferiti agli sviluppatori, ovviamente) che serve per la prosecuzione dell'attività della tua azienda, che fai dici di no perché non hai voglia di imparare niente di nuovo e che sei stato assunto tot anni fa quindi possono anche farlo fare agli altri? Non so quanto tempo resteresti nel tuo impiego.Non sto dicendo che le le volpi informatiche non esistano nella Pubblica Amministrazione (non metto in dubbio che ci siano molti casi disperati), ma credo che sia ora di finirla con questi privilegi per cui se uno è stato assunto a tempo indeterminato si creda sempre inamovibile, anche se dovesse diventare _per sua colpa o dolo_ un peso per l'Amministrazione e per il contribuente.Perché a questo punto si potrebbe dire: se un dipendente p.es. di 50 anni si rifiuta di usare decentemente un PC, perché allora un neoassunto 20enne dovrebbe esservi obbligato? Ma ragionando così non se ne esce più, torniamo alla manovella e addio razionalizzazione ..
          • AndreaZ scrive:
            Re: Stupidità assoluta
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: AndreaZ


            non hai capito



            ti ha gia' risposto Caleb

            Caleb non mi ha assolutamente detto con quali
            fondi e in quanto tempo sarà possibile far
            diventare una milionata di persone che non ha mai
            usato un PC e lavora (giustamente) da 40 anni su
            altre cose, abbastanza esperta da essere in grado
            di essere considerata colpevole per negligenza
            informatica.
            Il dato di fatto è che la 'negligenza
            informatica' può essere commessa
            involontariamente anche da una persona
            discretamente esperta, figuriamoci da persone
            comuni.continui a non capireil post originale diceva soltanto di caricare di un po' di responsabilita' i dipendenti della pa che, come tu mi insegni, adesso non hanno... per licenziare un dipendente pa come minimo deve aver ammazzato un collega (ma potrebbe anche farla franca)non occorre certo essere un hacker per cambiarsi la password; e cambiarla in qualcosa di minimamente complicatonon occorre certo essere un hacker per capire che sui sito porno ci vai quando sei a casa e non quando sei in ufficioecc ecc

            ti posso garantire che i fornitori non hanno la

            piu' pallida idea di come ragionino e si

            comportino nella realta' i dipendenti pubblici,

            anche se ci hanno a che

            fare

            guarda che io ci vivo in mezzo praticamente tutti
            i giorni (ogni giorno un comune diverso) e,
            quando non sono da lroo, faccio loro assistenza
            telefonica.
            Ti assicuro che ormai conosco perfettamente le
            tipologie di persone con cui ho a che
            fare.da come ne parli direi proprio di no


            non funziona?


            Mi sembra una generalizzazione inverosimile.



            strano perche' se ne sentono di tutti i colori

            tutti i giorni (a partire dai milioni di euro

            sprecati in progetti mai finiti o finiti ma che

            non servono a

            nulla)

            strano, vero che un'organizzazione con diversi
            milioni di persone abbia tante
            sfaccettature?
            E te sembra logico pensare che se un'autostrada
            venga lasciata a metà, allora ogni dipendente
            della PA non faccia un
            cazzo?
            Mi diresti perchè?l'esempio non calzalogicamente non e' solo _una_ autostrada lasciata a meta' il problema (che comunque gia' sarebbe grave dato che sono soldi dei cittadini)

            ma tu vivi in italia? e li segui i mezzi di

            informazione?

            mi sa che sei che tu non pensi con la tua testa.
            Esempio:
            Il 99,9% delle operazioni chirurgiche vanno a
            buon
            fine.
            Sui gironali finisocno solo le rimanenti 0.01%
            Sono tutte quelle fallite per negligenza, o
            incidenti verii. Di conseguenza tu sei convinto
            che la sanità fa schifo, qundo invece il 99% dei
            chirurghi operano in modo
            impeccabile.continui a non capire e sei banalesto parlando di tutti gli sprechi di soldi, dell'inefficienza, del clientelismo, del nepotismo, della poca produttivita', ecc ecc


            miglior servizio d'italia (nel suo genere che

            non


            cito)



            e perche' non lo citi? essendo la cosa pubblica,

            dove ci vedo nessun problema di

            riservatezza?

            non voglio citare il nome dell'azienda per cui
            lavoro, e se dico la tipologia di ufficio, il
            Comune e l'anno in cui è stato riconosciuto, si
            può fare questa
            deduzione.si' si'continuo a non capire dove stia il problema dato che e' tutto pubblico
      • For se scrive:
        Re: Stupidità assoluta
        a)Perchè, secondo te gli archivi cartacei sono duraturi? I fogli sono facili da perdere, diventano illeggibili per un nonnulla, e per cercare in un archivio cartaceo un documento specifico ci vogliono anni, in un archivio informatico 10 secondi circa. Senza contare che un computer può contenere dati che occuperebbero 3 stanze di fogli, anche più.Non parliamo poi dello spreco di carta, e quindi di alberi, tanto oramai siamo nati respirando merda, a molti non gliene frega più niente (io non sono tra questi).b) La maggior parte dei dati sono cose del genere:Paziente: Tizio CaioEmoglobina 36% 2 mg sodio 0 positivo (sparati a caso, non ho la minima idea di quello che ho detto XD)Immagino quanta gente sarà interessata a intrufolarsi nel server per ottenere questi preziosissimi dati!Certo che comunque questo discorso vale per un ospedale, per altri enti pubblici sarabbe tutt'altra cosac)Non ho capito niente, ma concordo XD
        • for se scrive:
          Re: Stupidità assoluta
          Quindi nell'archivio di Stato ci sono documenti dal 1870 fino a oggi. Come pensi di trovare proprio il documento che ti interessa? Anche se sono catalogati in ordine cronologico alfabetico ci sarà una tale quantità di documenti da impiegarci anni a trovarli.Invece con un archivio informatico basta utilizzare la funzione di ricerca.Un file .doc no (figuriamoci, non si riesce nemmeno a leggere i documenti della versione precedente), ma un file .odt probabilmente si.Oppure un file .txt e sei blindato XD
Chiudi i commenti