Thunderbird 3, ecco la prima alpha

Rilasciata la prima alpha pubblica di Thunderbird 3

Roma – Negli scorsi giorni Mozilla ha rilasciato la prima versione alpha di Thunderbird 3, scaricabile in lingua inglese da qui per Linux, Mac OS X e Windows. Va ricordato che le versioni alpha sono generalmente poco stabili e zeppe di bug, per tale ragione se ne sconsiglia l’installazione in ambienti di produzione.

Per il momento l’interfaccia utente è praticamente identica a quella di Thuderbird 2, ma nei piani di Mozilla c’è un suo profondo rinnovamento prima del rilascio della release finale. Il motore di rendering scelto per Thunderbird 3 è Gecko 1.9, lo stesso alla base dell’imminente Firefox 3.

Alcune informazioni su Thunderbird 3 sono state svelate ad inizio anno da David Ascher, CEO di Mozilla Messaging . Il wiki ufficiale di Thunderbird è accessibile qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fabio Liotta scrive:
    http://fabioliotta.altervista.org/index.
    http://fabioliotta.altervista.org/index.html
  • ninjaverde scrive:
    Protezione
    Protezione dell'opera fino ad un certo punto.Anche qui il DRM non è opportuno poichè un CD o DVD deve essere letto da qualsiasi PC o lettore idoneo.Se si vol proteggere un CD o DVD rendendo per lo meno difficile la riproduzione dello stesso come si è sempre fatto Ok. Ma il supporto deve essere leggibile da n. lettori compatibili.Inoltre i supporti elettronici CD DVD o altri devono mantenere un prezzo contenuto, anche se riproducono un'opera rara o rarissima. Ciò permetterà a chiunque di accedere ad oprere originali che oggi ammuffiscono nelle bibioteche di stato o di qualche fortunato bibiofilo, o nei musei dedicati ad opere cinematografiche.Per questo il DRM non serve.Prezzi esorbitanti per copie favoriscono solo la pirateria inoltre, spesso non vengono garantiti i giusti compensi agli gli autori nonostante gli enormi guadagni degli editori.
  • Davide Impegnato scrive:
    Io sono con loro
    Io sono con loro, perché la conoscenza non deve avere vincoli temporali, non deve avere una scadenza, una volta acquisita non si deve pagare per averla di nuovo.Io sono contro il DRM, potrebbe cancellare la conoscenza. Potrebbe impedirci, un giorno, di leggere un libro. Potrebbe essere uno strumento per fare censura.Diciamo NO al DRM in tutte le sue forme. Impegnamoci per far in modo che lo stato VIETI l'utilizzo di qualsiasi tipo di DRM.Rendiamo obbligatorio, per i negozi di musica e e-book, la possibilità di acquistare (allo stesso prezzo) il materiale in vendita, alla stessa qualità, salvato con formati liberi da rojalty e standard, come ODF, OGG ed altri.Diciamo NO al DRM di Blu-ray. No agli e-book di Microsoft.
Chiudi i commenti