TIM, trapelano le offerte dell'iPhone 3G

In rete compaiono le immagini di un volantino con i dettagli delle offerte commerciali relative al melafonino. Che incassano le prime critiche

Milano – I prezzi che TIM praticherà per gli utenti “ricaricabili” dell’ iPhone 3G sono ormai noti , così come è stato ufficializzato il prezzo massimo per gli abbonati, 199 euro. Restava solo l’incognita dei piani tariffari destinati a quest’ultima tipologia di clienti, piani di cui cominciano a circolare in rete alcune notizie che – qualora dovessero riscontrare conferma ufficiale – non si rivelano confortanti.

melafonino TIM

I primi siti che ne parlano sono Macitynet e Melamorsicata , che riportano in dettaglio l’offerta pubblicata su un volantino. Un’offerta articolata in varie fasce che prevedono tutte 1 GB di traffico Internet (tranne la soluzione unlimited che ne offre 5) e accesso WiFi illimitato. Queste le formule disponibili:
– TIM Starter, a fronte di un canone mensile di 30 euro, offre telefonate a 15 centesimi al minuto e SMS a 15 centesimi l’uno. L’iPhone da 8 GB costa 199 euro, quello da 16 GB 269 euro;
– TIM 250 chiede 50 euro al mese per offrire 100 SMS + 250 minuti di traffico telefonico verso tutti. Rispetto all’offerta precedente, l’iPhone costa 10 euro in meno (189 euro per quello da 8 GB, 259 euro per la versione da 16 GB);
– TIM 600 per 80 euro al mese offre 200 SMS e 600 minuti di traffico telefonico verso tutti verso tutti. L’iPhone da 8 GB è venduto a 149 euro, quello da 16 GB costa 219 euro;
– TIM 900 offre invece, per 110 euro al mese, 200 SMS verso gli utenti di 3 Italia, 700 SMS verso tutti gli altri e 900 minuti di chiamate verso tutti. In questa proposta l’iPhone da 8 GB costa 99 euro, quello da 16 GB 169 euro;
– TIM Unlimited, infine, offre per 200 euro al mese traffico telefonico ripartito in 500 minuti per telefonate verso 3 Italia e 4.500 minuti verso tutti gli altri operatori, più 1.500 SMS (anch’essi ripartiti in 300 SMS verso 3 Italia e 1.500 verso tutti gli altri operatori) e 5 GB di traffico Internet. L’iPhone da 8 GB viene proposto a costo zero, quello da 16 GB a 69 euro.

Coloro che passeranno a TIM con l’offerta iPhone con servizio di number portability, per i primi mesi di abbonamento approfitteranno di uno sconto sul canone mensile del 50%. Esiste inoltre l’offerta tariffaria per gli utenti prepagati: si chiama Maxi Alice iPhone e fino al 30 settembre prevede un costo mensile di 10 euro (che dal mese successivo salirà a 15 euro) per disporre di un traffico Internet giornaliero di 30 MB con APN ibox.tim.it (più o meno 900 MB al mese, quindi). Chi sfora si vedrà addebitare 0,6 centesimi di euro per ogni KB.

Tariffe che non sembrano esattamente a buon mercato, tant’è che Melamorsicata , nel fornire i dettagli delle offerte, esprime la propria delusione sulle tariffe e osserva come in Canada l’utenza sia insorta proprio per protestare, con un sito e una lettera aperta a Steve Jobs , contro le tariffe proposte dall’operatore locale Rogers. C’è da attendersi una rivolta anche da parte dell’utenza italiana?

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • snuckeruck scrive:
    allergia pazzesca
    mi interessa sapere che conseguenze ha su chi è allergico alle patate (si, esiste, tranquilli) ...
  • Stefano scrive:
    Magnamosele ste patate...
    Con i cereali facciamo la benzina, con le patate gli scatoloni: due spaghi al catrame?
  • pippo scrive:
    Patatine
    Così dopo la bufala dei pop corn fatti col cellulare avremo le patatine alla mela? :$
  • dSense scrive:
    PaperFoam...
    ...Motorola lo fa da anni e anni. Bel materiale, in effetti.
  • Mah scrive:
    Notizie interessanti ed utili niente?
    come da titolo
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Notizie interessanti ed utili niente?
      ma se non ti interessano perché le commenti...io l'ho letta e mi è sembrata una notizia simpatica...allora perché dobbiamo necessariamente criticare???
    • r1348 scrive:
      Re: Notizie interessanti ed utili niente?
      Questo ed altro per mantenere viva l'attenzione sull'iPhone ;)
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
    Noi usiamo le patate per fare gli imballaggi !!!!! :D
    • anonimo scrive:
      Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      Noi usiamo le patate per fare gli imballaggi
      !!!!!
      :D(troll)
      • r1348 scrive:
        Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
        Invece non è per nulla una trollata, come immagino saprai, la recente impennata dei prezzi dei beni alimentari (disastrosa per il terzo mondo) è in parte dovuta alla destinazione di risorse agricole alla produzione di biocarburanti invece che all'alimentazione.
        • Guido La Vespa scrive:
          Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
          Se il numero di abitanti della terra non smetterà di crescere, penso che saranno molte le cose a non bastare più...
          • All Your Base Are Belong To Us scrive:
            Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
            Una tesi alla Sartori sulla quale non sono d'accordo per nulla. Ma proprio per nulla. Io sono abituato a fare i conti e, cifre alla mano, non siamo affatto in troppi rispetto alle risorse alimentari.Non c'è bisogno di deforestare, intendiamoci, basta:1. fermare le speculazioni;2. usare in modo più intelligente ciò che abbiamo;3. Limitare gli sprechi.L'Europa, (quella geopolitica, compresa la Russia e la Turchia), conta circa un miliardo di persone e i nostri orticelli Europei, per noi Europei, sono sempre stati sufficienti e lo sono ancora.L'Africa conta altrettanti abitanti, ma rispetto all'Europa è enorme: gli spazi coltivabili sono sterminati e la densità di abitanti è meno della metà. Inoltre fa più caldo e le rese dei terreni sono maggiori.In Africa vive lo stesso numero di persone che vive in Europa e - chissà perché - noi Europei non siamo mai troppi... I troppi sono sempre gli altri!- Scritto da: Guido La Vespa
            Se il numero di abitanti della terra non smetterà
            di crescere, penso che saranno molte le cose a
            non bastare
            più...
          • krane scrive:
            Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
            - Scritto da: All Your Base Are Belong To Us
            Una tesi alla Sartori sulla quale non sono
            d'accordo per nulla. Ma proprio per nulla. Io
            sono abituato a fare i conti e, cifre alla mano,
            non siamo affatto in troppi rispetto alle risorse
            alimentari.
            Non c'è bisogno di deforestare, intendiamoci,
            basta:
            1. fermare le speculazioni;
            2. usare in modo più intelligente ciò che abbiamo;Esatto: sono anni che costruiamo armi di distruzione di massa con grande utilizzo di fondi : usiamole e il problema della sovrappopolazione sara' risolto !
            3. Limitare gli sprechi.

            L'Europa, (quella geopolitica, compresa la Russia
            e la Turchia), conta circa un miliardo di persone
            e i nostri orticelli Europei, per noi Europei,
            sono sempre stati sufficienti e lo sono
            ancora.
            L'Africa conta altrettanti abitanti, ma rispetto
            all'Europa è enorme: gli spazi coltivabili sono
            sterminati e la densità di abitanti è meno della
            metà. Inoltre fa più caldo e le rese dei terreni
            sono
            maggiori.

            In Africa vive lo stesso numero di persone che
            vive in Europa e - chissà perché - noi Europei
            non siamo mai troppi... I troppi sono sempre gli
            altri!



            - Scritto da: Guido La Vespa

            Se il numero di abitanti della terra non
            smetterà

            di crescere, penso che saranno molte le cose a

            non bastare

            più...
          • All Your Base Are Belong To Us scrive:
            Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: All Your Base Are Belong To Us

            Una tesi alla Sartori sulla quale non sono

            d'accordo per nulla. Ma proprio per nulla. Io

            sono abituato a fare i conti e, cifre alla mano,

            non siamo affatto in troppi rispetto alle
            risorse

            alimentari.


            Non c'è bisogno di deforestare, intendiamoci,

            basta:

            1. fermare le speculazioni;

            2. usare in modo più intelligente ciò che
            abbiamo;

            Esatto: sono anni che costruiamo armi di
            distruzione di massa con grande utilizzo di fondi
            : usiamole e il problema della sovrappopolazione
            sara' risolto
            !Eheheheheh! Meglio l'asteroide, allora... È più democratico ed elettrizzante. E non crea (pericolosi) sensi di colpa.


            3. Limitare gli sprechi.



            L'Europa, (quella geopolitica, compresa la
            Russia

            e la Turchia), conta circa un miliardo di
            persone

            e i nostri orticelli Europei, per noi Europei,

            sono sempre stati sufficienti e lo sono

            ancora.

            L'Africa conta altrettanti abitanti, ma rispetto

            all'Europa è enorme: gli spazi coltivabili sono

            sterminati e la densità di abitanti è meno della

            metà. Inoltre fa più caldo e le rese dei terreni

            sono

            maggiori.



            In Africa vive lo stesso numero di persone che

            vive in Europa e - chissà perché - noi Europei

            non siamo mai troppi... I troppi sono sempre gli

            altri!







            - Scritto da: Guido La Vespa


            Se il numero di abitanti della terra non

            smetterà


            di crescere, penso che saranno molte le cose a


            non bastare


            più...
          • LouCypher scrive:
            Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
            - Scritto da: All Your Base Are Belong To Us
            L'Africa conta altrettanti abitanti, ma rispetto
            all'Europa è enorme: gli spazi coltivabili sono
            sterminati e la densità di abitanti è meno della
            metà. Inoltre fa più caldo e le rese dei terreni
            sono
            maggiori.Mi pare alquanto improbabile che la sola temperatura decreti delle rese maggiori nei terreni.Non è da sottovalutare la carenza idrica piuttosto, che è gravissima in Africa, motivo per cui lo stesso continente si va desertificando.Suppongo che l'unica regione africana con minori problemi dal punto di vista idrico sia tuttora la Tanzania, che da sola non può certo irrigare il restante.
        • All Your Base Are Belong To Us scrive:
          Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
          Falso, purtroppo è falso. I biocarburanti non c'entrano nulla con l'aumento dei cereali. È quello che vogliono farci credere, perché la vera responsabilità è dei future.I future sono contratti con una scadenza, un prezzo fissato per quella scadenza e l'obbligo di vendita (di un contraente) e di acquisto (dell'altro contraente) il tal giorno a tal prezzo. I prezzi dei cereali (e del petrolio) sono drogati dall'attuale sistema finanziario che consente speculazioni su generi di prima necessità. Il prezzo del grano di domani è già fissato adesso, in un continuo gioco al rialzo.Il grano non è come una mucca, alla quale occorrono parecchi mesi per crescere a una dimensione ragionevole per la sua macellazione (e nell'attesa, si muore di fame). Un campo di grano in Africa fa *almeno* 4 raccolti l'anno. Quindi se noi ariamo un campo oggi, tra meno di tre mesi abbiamo i cereali e... fine della fame! Aree coltivabili ce n'è a iosa e se i biocarburanti "usurpano" i terreni coltivati, per approntare un nuovo campo basta davvero nulla: qualche giorno. Considerate che per sfamare una famiglia di 3-4 persone sono sufficienti 25-30 metri quadrati di orto... Ergo, un ettaro basta per circa 400 famiglie, un chilometro quadrato per più di 150mila famiglie che sono circa mezzo milione di persone. L'Africa conta 900 milioni/1 milardo di abitanti: sarebbero sufficienti 2000 chilometri quadrati di orto, vale a dire 1/150 della superficie dell'Italia. Praticamente la provincia di Milano. Quanto all'acqua, basta scavare e si trova *dappertutto*. I Cinesi, già secoli fa, arrivavano a 100 metri di profondità con trivelle a percussione... Terra da coltivare ce n'è quanta se ne vuole, acqua anche. È la volontà politica che manca.Volete una prova più concreta? L'Argentina, tra i maggiori produttori di grano, ha offerto di immettere sul mercato la propria produzione cerealicola allo scopo di calmierare i prezzi. Un mondo economico etico avrebbe risposto: "Sì, che bello, grazie, Argentina!". Invece non glielo hanno consentito e l'Argentina non può esportare più del 10% (se non erro è il 10% o giù di lì, ma verificate pure) della propria produzione.Non è vergognoso tutto questo? Altro che biocarburanti, è speculazione pura e Apple, con la fecola di patate (di scarto, c'è da supporre che non useranno le patate novelle) non credo che toglierà cibo di bocca a nessuno.Visto che ci siamo, anche se è un po' OT, parliamo del petrolio... Guardate il prezzo della benzina in dollari nel 2001 e calcolate quanto costava in euro tenendo conto del cambio di allora. Poi fate lo stesso col cambio di oggi. E allora? Speculazione pura, senza regole, senza etica, senza limite e senza pudore. Aprite gli occhi!!!- Scritto da: r1348
          Invece non è per nulla una trollata, come
          immagino saprai, la recente impennata dei prezzi
          dei beni alimentari (disastrosa per il terzo
          mondo) è in parte dovuta alla destinazione di
          risorse agricole alla produzione di biocarburanti
          invece che
          all'alimentazione.
          • mmm..... scrive:
            Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
            non sò che conti abbia fatto tu ma io vivo in campagna e ti assicuro che 1 ettaro non basta per 400 famiglie....ho anche un orto da almeno 250-300 metri quadri e credimi basta circa per 3 famiglie senza contare che la carne la compriamo e il mangime per gli animali pure e poi i concimi sia naturali che chimici, sai quanto devi pompare la terra per fargli fare il grano 4 volte l'anno?Se provi a farlo 2 anni di seguito su quella terra puoi anche farci un parcheggio dal punto di vista agricolo ha la stessa utilità...Tu dici che non è colpa dei biocarburanti? Ma secondo tè perchè è aumentata esponenzialmente la speculazione su quei prodotti?
            Aree coltivabili ce n'è a iosa e se i biocarburanti "usurpano"
            terreni coltivati, per approntare un nuovo campo basta davvero
            nulla: qualche giorno.Cmq i biocarburanti non usurpano terreni è a cosa vengono destinati i prodotti di quei terreni che conta, il biocarburante lo fanno mais, colza ecc... e sono cereali anche loro....
          • All Your Base Are Belong To Us scrive:
            Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
            - Scritto da: mmm.....
            non sò che conti abbia fatto tu ma io vivo in
            campagna e ti assicuro che 1 ettaro non basta per
            400
            famiglie....

            ho anche un orto da almeno 250-300 metri quadri e
            credimi basta circa per 3 famiglieFacciamo pure che io abbia sbagliato, come suggerisci tu, di un fattore 10.In tal caso, per sfamare un miliardo di persone occorrono 20mila chilometri quadrati, pari a un terzo della superficie della Sierra Leone, lo 0,6% della superficie dell'Africa che è 30 milioni di chilometri quadrati.
            senza contare
            che la carne la compriamoLe persone che muoiono di fame, cioè di inedia, sono poche. La principale causa di morte in Africa non è la fame, ma è la malaria. Poi c'è la Tbc e anche un'infezione polmonare dovuta a un fungo parassita (nel dubbio, tralascio l'Aids perché a detta di alcuni ministri della sanità africani sarebbero numeri volutamente gonfiati per ottenere fondi da spendere per combattere le malattie endemiche - per la malaria non arriva nemmeno un dollaro -).Poi ci sono tantissime persone sottonutrite che, a causa di carenze vitaminiche e alimentari in generale sviluppano patologie invalidanti, degenerative o mortali, ma non muoiono per fame direttamente e in senso stretto. A costoro basterebbe un cestino di verdura e qualche frutto per scongiurare quei pericoli. Una volta più in salute, procacciarsi (caccia e allevamento) le proteine nobili diventa molto più facile. Fermo restando che un paio di generazioni di pionieri del "Far West" sono cresciute alla grande, sane e forti, sostituendo la carne con i legumi. Anche qui in occidente, sino a qualche generazione fa, la carne per la maggior parte delle persone era un lusso che si consumava una volta ogni tanto, in situazioni eccezionali. Eppure i nostri nonni e bisnonni erano tutti sani e galoppavano molto più di noi che siamo iper-nutriti. I marinai morivano di scorbuto (carenza di vitamina C, basta succhiare un limone ogni tanto, o mangiare verdura fresca), nel bergamasco ci si ammalava di pellagra (altra malattia endemica in Africa e non solo, dovuta a carenza di vitamina B3) eccetera. Malattie da denutrizione, morti per malattie da denutrizione.Direi che come primo obiettivo, non dovremmo avere quello di approntare banchetti pantagruelici ad aragosta e caviale per le popolazioni africane, ma piuttosto di garantire a tutti una alimentazione di sussistenza per dare a quella gente energie fisiche sufficienti per attivarsi e migliorare le proprie condizioni di vita. Operazione che, quando sei denutrito o sottonutrito, è ben difficile da portare a termine. Anche le grandi rivoluzioni, compresa quella francese, non sono state condotte in epoca di "fame-fame", perché se non mangi del tutto non hai le forze per rivoluzionare alcunché. Sono scoppiate invece in epoche in cui aleggiava lo spettro della fame... Le persone, memori delle esperienze di fame del passato, scendono in piazza a stomaco pieno per la paura di finire senza cibo. È la pura verità, consultate pure i libri di storia.In tutto questo discorso ho omesso di citare gli interessi economici che premono per mantenere quelle zone del pianeta così come sono in modo che sia facile sfruttare le loro risorse. Questo ovviamente è tutto un altro discorso. Lo faremo quando la Apple siglerà una joint-venture con la DeBoers per la fornitura di diamanti da impiegare come tasti del mouse... :-) A proposito... Un tratto di costa della Namibia, possedimento britannico, è stato bellamente cementato dagli inglesi perché sulla spiaggia si raccattano (come fossero margherite) strani ciottoli luccicanti: sono diamanti e sono così tanti che se fossero messi sul mercato, il prezzo dei diamanti andrebbe a picco. Preferiscono scavarli in miniera, così possono farli pagare un occhio della testa. E qui rasentiamo la demenza... Ma la verità è che in questo bel pianeta azzurro c'è molto, anzi troppo, di cui vergognarsi. Tnte cose stanno diventando sempre più insopportabili a moltissime persone. Confido che un giorno tutte queste persone faranno massa critica e a quel punto sarà impossibile ignorarle. Sono ottimista e confido in un riscatto della politica la cui dignità è oggi sistematicamente calpestata dalle irragionevoli ragioni economiche.
            e il mangime per gli
            animali pure e poi i concimi sia naturali che
            chimici, sai quanto devi pompare la terra per
            fargli fare il grano 4 volte l'anno?Se provi a
            farlo 2 anni di seguito su quella terra puoi
            anche farci un parcheggio dal punto di vista
            agricolo ha la stessa
            utilità...Facciamo ruotare le colture e lasciamo il campo a riposo un anno ogni tre, che se non erro è una "regola" dell'agricoltura. In tal caso, la percentuale di superficie africana necessaria è sempre ben al di sotto dell'1%. Facciamo circa la metà della Sierra Leone. Come vedi, il succo del discorso non cambia.

            Tu dici che non è colpa dei biocarburanti? Ma
            secondo tè perchè è aumentata esponenzialmente la
            speculazione su quei
            prodotti?L'ho spiegato in un altro post, in questa stessa pagina!!!PSScusa per la risposta tardiva.
    • emmeesse scrive:
      Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
      Purtroppo in Africa muoiono di fame e noi distruggiamo le patate per non sforare le quote comunitarie... (come le arancie schiacciate sotto i trattori...)Se le patate che andranno in fecole invece che in rifiutiserviranno ad eliminare plastiche non biodegradabili e chesucchiano petrolio ben vengano.E che non si capisce per quale motivo le eccedenze alimentari debbano essere distrutte quando esiste gente che crepa di fame...Tutte le volte, gli esperti di economia me lo spiegano ed io non capisco. Saro' stupido?
      • Undertaker scrive:
        Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
        - Scritto da: emmeesse
        E che non si capisce per quale motivo le
        eccedenze alimentari debbano essere distrutte
        quando esiste gente che crepa di
        fame...
        Tutte le volte, gli esperti di economia me lo
        spiegano ed io non capisco. Saro'
        stupido?un motivo molto semplice é che, a parte il fatto che l'Africa é praticamente mantenuta dagli aiuti umanitari, anche se aumentassimo gli aiuti fino sfamare ogni africano avremmo, come risultato che i bambini africani, non morendo piú di fame crescerebbero e comincerebbero subito a sfornare altri negretti affamati.A questo punto saremmo daccapo.Sono cinquant'anni che inviamo cibo. a cosa é servito ?
        • LouCypher scrive:
          Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
          - Scritto da: Undertaker
          Sono cinquant'anni che inviamo cibo. a cosa é
          servito
          ?A creare dei rapporti sociali e politici. Ma non necessariamente con i paesi disagiati.Non uso la parola "emergenti", per descrivere questi paesi, perché mi pare ancor più canzonatoria: se emergessero realmente, uscirebbero dal legame economico che hanno con i paesi industrializzati, con risultati sfavorevoli per questi ultimi.Suppongo che i rapporti sociali e politici siano intessuti con l'economia dei paesi donatori di risorse.C'è poi tutta una macchina degli "aiuti", che vive di se stessa, organizzazioni internazionali di grosso calibro, che primariamente vive (in modo sfarzoso) sulle donazioni (notizia sentita di prima mano, da persone che hanno incarichi direttivi in loco).Da quanto mi è possibile capire, il grosso dei "doni" rimane attaccato alle mani dei "benefattori", vedi il caso rivelato parecchio tempo fa in una trasmissione televisiva e i concerti di un noto cantante italiano. Oppure gli investimenti nella ricerca medica fatti sul campo (o meglio sulla popolazione), in Africa, da un noto industriale del software, che ora dice voler fare il filantropo.
          • All Your Base Are Belong To Us scrive:
            Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
            Tutto vero, bravo, un plauso.- Scritto da: LouCypher
            - Scritto da: Undertaker

            Sono cinquant'anni che inviamo cibo. a cosa é

            servito

            ?

            A creare dei rapporti sociali e politici. Ma non
            necessariamente con i paesi
            disagiati.
            Non uso la parola "emergenti", per descrivere
            questi paesi, perché mi pare ancor più
            canzonatoria: se emergessero realmente,
            uscirebbero dal legame economico che hanno con i
            paesi industrializzati, con risultati sfavorevoli
            per questi
            ultimi.

            Suppongo che i rapporti sociali e politici siano
            intessuti con l'economia dei paesi donatori di
            risorse.
            C'è poi tutta una macchina degli "aiuti", che
            vive di se stessa, organizzazioni internazionali
            di grosso calibro, che primariamente vive (in
            modo sfarzoso) sulle donazioni (notizia sentita
            di prima mano, da persone che hanno incarichi
            direttivi in
            loco).
            Da quanto mi è possibile capire, il grosso dei
            "doni" rimane attaccato alle mani dei
            "benefattori", vedi il caso rivelato parecchio
            tempo fa in una trasmissione televisiva e i
            concerti di un noto cantante italiano. Oppure gli
            investimenti nella ricerca medica fatti sul campo
            (o meglio sulla popolazione), in Africa, da un
            noto industriale del software, che ora dice voler
            fare il
            filantropo.
      • 0verture scrive:
        Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...

        E che non si capisce per quale motivo le
        eccedenze alimentari debbano essere distrutte
        quando esiste gente che crepa di
        fame...Perchè semplicemente non è mai esistita la beneficenza. Quando ci dicono che hanno spedito giù tonnellate di derrate alimentari in seno a qualche progetto "umanitario" (al quale ci hanno invitato a contribuire) in realtà hanno appena completato uno scambio commerciale del tipo "noi diamo pappa a te e te dai pietre colorate (possibilmente rosso, verde acceso, trasparente, ma anche giallo ocra metallico) a noi". Se pestano le arance invece di spedirle è perchè dall'altra parte ci sono poche pietre per giustificare un intervento di "beneficenza"
      • ndr scrive:
        Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...

        E che non si capisce per quale motivo le
        eccedenze alimentari debbano essere distrutte
        quando esiste gente che crepa di
        fame...

        Tutte le volte, gli esperti di economia me lo
        spiegano ed io non capisco. Saro'
        stupido?Dobbiamo mandare zappe, mica arance...Quando ha finito le derrate alimentari che gli abbiamo appena spedito che si fa? Se ne mandano altre? E poi? E se un giorno cambia il sistema europeo dei sussidi o la domanda di prodotti locali? Quelli cosa mangiano?
        • All Your Base Are Belong To Us scrive:
          Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
          Basterebbe qualche trivella da poche decine di migliaia di euro... È una tentazione che ho da anni!!! Ma niente onlus, no-profit o fondazioni. Iniziativa individuale, altrimenti l'acqua poi la usano i funzionari per farsi 10 docce al giorno. Così come una grossa fetta dei soldi raccolti finiscono spesso in stipendi, voli di prima classe e hotel a 5 stelle per far stare al fresco i "filantropi" mentre i bisognosi, là fuori, schiattano dal caldo. Mavaff'.Ovviamente, va detto che esistono anche le mosche bianche: organizzazioni oneste e filantropi veri che danno aiuti concreti.- Scritto da: ndr

          E che non si capisce per quale motivo le

          eccedenze alimentari debbano essere distrutte

          quando esiste gente che crepa di

          fame...



          Tutte le volte, gli esperti di economia me lo

          spiegano ed io non capisco. Saro'

          stupido?

          Dobbiamo mandare zappe, mica arance...

          Quando ha finito le derrate alimentari che gli
          abbiamo appena spedito che si fa? Se ne mandano
          altre? E poi? E se un giorno cambia il sistema
          europeo dei sussidi o la domanda di prodotti
          locali? Quelli cosa
          mangiano?
    • Undertaker scrive:
      Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      Noi usiamo le patate per fare gli imballaggisempre con questo qualunquismo terzomondista ?Non volevate i biocarburanti e le plastiche ecologiche ?Ora non vanno piú bene perché gli africani hanno fame !Quelli hanno sempre avuto fame, ma ora abbiamo trovato la soluzione: li facciamo venire tutti in Italia !
      • Fabio scrive:
        Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
        - Scritto da: Undertaker
        - Scritto da: Marco Marcoaldi

        Noi usiamo le patate per fare gli imballaggi

        sempre con questo qualunquismo terzomondista ?
        Non volevate i biocarburanti e le plastiche
        ecologichequoto alla grande!per fare le cose bio-degradabili dobbiamo usare delle cose biologiche come ad esempio nella raccolta differenziata ci sono i sacchetti di riso....ragazzi quello allora non conta e le patate si?cerchiamo di ponderare le cose con il giusto equilibrio non spariamo a zero senza pensare suvvia.
    • Chilosa scrive:
      Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
      In Africa forse moriranno di fame, ma ciononostante si riproducono ugualmente come mosche, senza nessun senso di responsabilità verso le generazioni che "moriranno di fame". Quando mancano le risorse o per qualche motivo queste non vengono sfruttate non ci si riproduce indiscriminatamente, ci si limita cercando di instaurare le condizioni per poter progredire anche demograficamente. Il discorso è ampio e intricato, ma alla fine si giunge alla conclusione che lo status quo fa comodo a qualcuno e fa così tanto comodo che si cerca di mantenerlo il più possibile.
      • Wolf01 scrive:
        Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
        Vai a dirgli tu di usare il goldone...quelli non hanno niente da fare dalla mattina alla sera (a parte le guerre, non stanno tanto a lavorare tanto il cibo gli arriva da noi) e cosa fanno? Suonano la tromba!
        • All Your Base Are Belong To Us scrive:
          Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
          Qualche anno fa, il Giappone ha inviato in Africa vagonate di preservativi per contrastare l'Aids e controllare le nascite.Glieli hanno rimandati indietro perché erano troppo piccoli!!!
      • Un migrante scrive:
        Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
        - Scritto da: Chilosa
        In Africa forse moriranno di fame, ma
        ciononostante si riproducono ugualmente come
        mosche, senza nessun senso di responsabilità
        verso le generazioni che "moriranno di fame".Eh beh chiaro, finche ad "educarli" mandiamo preti e suore ;)Mia chiesto come mai un continente cosi ricco di risorse naturali sia cosi' povero ??Forse forse perche' ce l'hanno tenuto (un po' come chiedersi perche' voi italiani siete cosi' ignoranti)
    • mirkojax scrive:
      Re: Evviva !!! In Africa muoiono di Fame ...
      bisogna proprio essere degli accaniti anti-iphone per commentare cosi...vabbe' ritorniamo al petrolio e mandiamo in africa tutte le patate andate a male
Chiudi i commenti