TRE e Skypephone, polemiche in rete

La blogosfera si inalbera sulla questione trasparenza, ma è una faccenda nota: da sempre le tariffe dei carrier sono articolate e pubblicate in modo da evidenziare solo le condizioni più invitanti per l'utente - UPDATE

(update in calce) – Roma – L’offerta del 3 Skypephone fa discutere: il telefonino di TRE che permette di parlare con Skype sembra rappresentare la goccia che fa traboccare il vaso della sopportazione degli utenti verso un mondo – quello della telefonia mobile – fatto di offerte commerciali articolate e pubblicizzate in modo eterogeneo e spesso non completamente comprensibile.

Tra i molti che hanno descritto l’offerta c’è Federico Cella su Vita Digitale . Fra i commenti , Mister OZ avverte: “Occhi aperti con le note a calce in corpo piccolo grigio chiaro”.

Da qui è partita una lunga serie di post dedicata alle clausole contrattuali che gli operatori di telefonia mobile espongono in modalità graficamente meno evidenti rispetto alle condizioni economiche ritenute più interessanti, dove spesso spiccano parole come “gratis”, “per sempre” e “senza limiti”. Una prassi ormai consueta per gli operatori di telefonia, così come per molte altre organizzazioni.

Francesco Minciotti nel blog I miei silenzi.com racconta le risposte ottenute in una telefonata intercorsa con “il responsabile di gestione dei punti vendita 3” per avere chiarimenti sull’offerta legata allo Skypephone, ritenuta tutt’altro che chiara. Il post, e la conversazione riportata, contengono alcune imprecisioni (sulla gratuità del comodato d’uso con cui viene offerto l’apparecchio e su alcune questioni tecniche relative alla modalità di fruizione di Skype via UMTS), espresse da entrambi gli interlocutori, ma rispecchia la diffidenza che gli utenti-consumatori provano di fronte alle offerte degli operatori di telefonia mobile. Una diffidenza motivata, ad esempio, dalle numerose sanzioni che l’ Antitrust ha comminato nei loro confronti, e a cui i blog danno voce, evidenziando la “denuncia” de I miei silenzi.com . Che però ritiene l’offerta truffaldina.

La vicenda ha un notevole impatto in rete, come sottolinea Luca Conti su Pandemia : “cercando su Google Skypephone , ora, al secondo posto appare l’articolo di Francesco Minciotti ed è probabile che presto le prime pagine dei risultati si riempiano dei contributi degli altri blog che hanno rilanciato la notizia. Per minimizzare il danno, pensando seriamente di migliorare il call center, TRE dovrebbe contattare Francesco Minciotti e gli altri blogger che lo hanno ripreso, rispondendo formalmente e con trasparenza ai dubbi e alle inesattezze, il più presto possibile, disinnescando la bomba”.

Sulla questione prova a gettare acqua sul fuoco Roberto Dadda , che evidenzia come sul sito dell’offerta di TRE siano indicati costi e modalità dell’offerta e ricorda che “per valutare se un contratto è truffaldino non ci si può certo basare su di una telefonata, ma ci si deve basare sulla offerta e sulle clausole contrattuali”. Fermi restando alcuni aspetti fuorvianti: i claim pubblicitari (“Da oggi Skype sul tuo videofonino 3. Chiama gratis dove vuoi e quanto vuoi”) e il fatto che – al lancio dell’offerta – sul sito web comparivano solamente le condizioni dell’offerta in comodato d’uso e non in acquisto.

La discussione è, in definitiva, legata ad una generale mancanza di chiarezza delle condizioni commerciali esposte nella pubblicità e nelle presentazioni, in cui esistono spesso – come noto – clausole indicate in modalità molto meno evidenti che descrivono soglie massime di utilizzo, vincoli e costi effettivi di determinati servizi. Sullo sfondo c’è l’esigenza, da parte dei consumatori, di essere messi in grado di conoscere – senza equivoci – tutte le condizioni che un’azienda stabilisce per la vendita di un bene o la fruizione di un servizio.

Enfatizzare le condizioni più allettanti e mettere in secondo piano quelle più vincolanti (con scritte a scorrimento veloce negli spot pubblicitari o con caratteri di dimensioni minuscole sulla stampa e su Internet) di certo non contribuisce alla massima trasparenza. È vero, questo atteggiamento non è un’esclusiva degli operatori mobili, ma è una prassi commerciale comune a molti settori, come quello finanziario e dei prestiti al consumo. Ed è verosimile che il clamore suscitato in rete sia foriero di nuove iniziative volte alla tutela dei consumatori. Del resto esistono precedenti recenti, come l’abolizione dei costi di ricarica, che hanno portato ad una rivoluzione nel mercato della telefonia mobile.

UPDATE
L’imponente reazione del popolo della rete e l’interessamento di PI Telefonia hanno motivato Francesco Minciotti (autore del blog I miei silenzi.com ) a tornare sull’argomento 3 – Skypephone con un nuovo post, in cui puntualizza la propria posizione di utente intenzionato non ad esprimersi ad una mera denigrazione dell’offerta di TRE, bensì a sottolineare quello che viene definito “un problema di comunicazione, non di contenuti” e che riguarda le modalità scelte dall’operatore per descrivere all’utenza le condizioni dell’offerta (che sono state pubblicate in questa pagina ).

L’aggiornamento scritto da Minciotti, che contiene inoltre alcune risposte ai dubbi inizialmente posti su alcune clausole dell’offerta, è reperibile a questo indirizzo .

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • miki scrive:
    Liberalizzazione necessaria
    La liberalizzazione secondo me va benissimo ma poichè non è possibile che ogni operatore si faccia le proprie linee bisogna fare in modo che le linee esistenti debbano essere usate da tutti pagando il passaggio, con una società neutrale che gestisce le linee per tutti. Penso che anche in altre nazioni i vari operatori telefonici non abbiamo ognuno le sue linee altrimenti la nazione diventa un groviglio inutile di cavi.
  • Pier scrive:
    Usare di meno telefonino
    Siamo arrivati ad un punto dove si usa il telefonino in modo esagerato.Ho preso l'abitudine a usare poco il telefonino, diciamo per necessità (e in questo caso è molto utile), ma non ne sono schiavo.Forse, diminuendo l'uso, le compagnie non alzeranno i prezzi...
    • pippuzzo scrive:
      Re: Usare di meno telefonino
      - Scritto da: Pier
      Siamo arrivati ad un punto dove si usa il
      telefonino in modo
      esagerato.non direi... siamo piuttosto arrivati ad un punto dove non ha più senso parlare di telefono fisso o mobile e intendere il telefono mobile come un bene di lusso o con costo più elevato rispetto al fisso. Siamo arrivati a un punto in cui il telefono *è* mobile, oppure, se la vuoi vedere al contrario, il telefono mobile è *il* telefono.Siamo nel terzo millennio, la tecnologia c'è, la comunuicazione deve essere mobile e personale. Il telefono di casa è uno strumento del passato.
      Ho preso l'abitudine a usare poco il telefonino,
      diciamo per necessità (e in questo caso è molto
      utile), ma non ne sono schiavo.la schiavitù è un fatto personale, e non dipende dal fatto che il telefono sia fisso o mobile. Ho sempre staccato il telefono fisso quando non volevo essere disturbato, così come ora spengo il cellulare. Non sono assolutamente schiavo del cellulare, ma per nessun motivo ora rinuncerei alla comodità di poter telefonare da dove voglio, di essere sempre reperibile anche se sono all'estero eccetera eccetera.
      Forse, diminuendo l'uso, le compagnie non
      alzeranno i prezzi...No, semmai il contrario. Più un bene è utilizzato da poche persone (quindi dalle persone ricche) e più si tende a fare i guadagni aumentando i prezzi per avere più margine. Al contrario, più l'uso aumenta più si può diminuire il prezzo di un bene o servizio perché la quantità venduta consente di ridurre i margini o di fare economie di scala. Le tariffe, invece, si diminuiscono mettendo i vari soggetti in grado di farsi concorrenza e impedendo i monopoli, come quello che di fatto si verrebbe a creare se gli operatori dominanti potessero alzare a loro piacimento le tariffe di interconnessione, rafforzando così il loro monopolio. Infatti tariffe di interconnessione alte sono un vantaggio per chi ha già molti clienti e uno svantaggio per eventuali operatori emergenti. Per questo è necessaria un'efficiente politica antitrust.La verità è che il cellulare ormai è diventato il sostituto del vecchio telefono fisso, e andrebbe considerato (assieme all'accesso a internet) parte del cosiddetto "servizio universale" che era una volta il solo telefono fisso. I tempi cambiano... non si può continuare a pensare di usare poco il cellulare. Smettiamo di considerarlo un bene di lusso, mettiamo gli operatori in condizione di farsi concorrenza, vigiliamo sulla chiarezza delle tariffe e offerte, vigiliamo sulle politiche scorrette e obblighiamoli a offrire una tariffa regolamentata da un'authority, come esiste per l'energia elettrica o il gas.Basta con questi gestori mobili che pagano milioni di euro ai vari De Sica, Aldo giovanni e giacomo, Totti e Gattuso e via dicendo, poi spolpano gli utenti con tariffe al limite della truffa e sono una gallina dalle uova d'oro solo per gli azionisti.
  • beppino scrive:
    solo con IE automatico
    ciao!se cliccate per andare alla petizione, l'automatismo proposto funziona solo con IE, non con FF.lo dico se non avete voglia di copiaincollare il tutto.
  • per farmi delle grasse risate scrive:
    Io aspetto che skioppi tutto
    Io aspetto, tanto ci siamo eh!?Dunque pasta e pane aumentata del 20 per centoTasse aumentateBollette tra gas e luce aumentate (petrolio)benzina aumentata (petrolio)Precariato aumentato a dismisura.Affitti delle case ormai impossibili con lo stipendio medio.Io aspetto che skioppi tutto tanto ci siamo.
    • Xdede scrive:
      Re: Io aspetto che skioppi tutto
      hai proprio ragione.. dimentichi solo, per dovere di cronaca, il sistematico saccheggio delle casse dello stato da parte di qualche milionata di dipendenti pubblici fannulloni e politici corrotti...
  • andy61 scrive:
    ALTERNATIVA COLLABORATIVA
    Premetto che ciò che segue è un'utopia.Parto dall'esempio di FON.Se utilizzassimo dei telefoni FON con Skype o altro, e ciascuno di noi condividesse un po' di banda, potremmo telefonare al costo dei canoni flat condivisi da qualcuno.E con questo potremmo dare una bella ridimensionata ai colossi della telefonia.Resta il fatto che la banda che possiamo condividere è un pianto, sempre grazie alla nostra incumbent ed associate.Anche per questo ho un'idea che potrebbe funzionare, un po' alla stile FON, ma non è questa la sede.
    • miki scrive:
      Re: ALTERNATIVA COLLABORATIVA
      E poi devi considerare che con le leggi che ci sono condividere la banda anche con il vicino mi pare sia anche un po' rischioso.
      • andy61 scrive:
        Re: ALTERNATIVA COLLABORATIVA
        con un approccio alla FON, gli utenti devono essere registrati per poter utilizzare il servizio, e quindi è legalmente possibile risalire a chi si è connesso e da dove.credo che sia legalmente sufficiente, anche se non sono un avvocato.
  • Anonymous scrive:
    Il contrario di quanto avrebbero dovuto
    Si sa che l'unico metodo di aumentare la concorrenza e' ELIMINARE il costo per gli operatovi che nasce dal veicolare una chiamata alla rete di un'operatore concorrente.Senza questo costo assurdo, si eviterebbero rendite di posizione e si consentirebbe anche ai piccoli operatori di affrontare il mercato con delle offerte allettanti.Ora la UE ci dice: no, questo costo non solo va mantenuto, ma va anche lasciato al regime di concorrenza.Probabilmente loro vogliono che sopravvivano solo poche aziende e che noi utenti paghiamo lo scotto maggiore per far diventare queste poche aziende ancora piu' grandi.Questa UE mi sta proprio deludendo. Si sono italianizzati.
    • a kinder regards scrive:
      Re: Il contrario di quanto avrebbero dovuto
      - Scritto da: Anonymous
      Si sa che l'unico metodo di aumentare la
      concorrenza e' ELIMINARE il costo per gli
      operatovi che nasce dal veicolare una chiamata
      alla rete di un'operatore
      concorrente.E perche' dovrebbero farlo? perche'?me lo spieghi se io prendo il caffe' in un bar siccome dico beh e' caffe' perche' devo pagarne due ne ho gia' preso uno e pagato uno stamattina, che mi importa se il caffe' e di una marca diversa, il caffe gia' l'ho pagato per cui prendo tutti caffe' gratis che voglio.ah bello le celle si pagano, senno' non ti connetti.
      Senza questo costo assurdo, si eviterebbero
      rendite di posizione e si consentirebbe anche ai
      piccoli operatori di affrontare il mercato con
      delle offerte
      allettanti.ma quali rendite di posizione le celle ti ho detto si pagano (manutenzione aggiornamenti) o pensi che le tacche ce le hai per imposizioni di sai baba?
      Ora la UE ci dice: no, questo costo non solo va
      mantenuto, ma va anche lasciato al regime di
      concorrenza.giusto
      Probabilmente loro vogliono che sopravvivano solo
      poche aziende e che noi utenti paghiamo lo scotto
      maggiore per far diventare queste poche aziende
      ancora piu'
      grandi.no vogliono che paghi
      Questa UE mi sta proprio deludendo. Si sono
      italianizzati.no no siamo noi italiani che non vogliamo pagare un c.............................
    • miki scrive:
      Re: Il contrario di quanto avrebbero dovuto
      Il piccolo operatore è giusto che paga il costo delle linee che utilizza, poi a farlo diventare grande ci devono pensare i clienti se lo merita. Io ad esempio ho eliminato l'operatore dominante non perchè non era conveniente ma semplicemente perchè era dominante. E anche con la telefonia mobile sono passato a tre da qualche anno.
  • Dave scrive:
    email da ADUC - IMPORTANTE
    APPELLO URGENTE AI CONSUMATORI UTENTI DI TELEFONIA MOBILELa Commissione Europea vuole eliminare la regolamentazione di buona parte della telefonia mobile, causando bollette ancora piu alte e meno concorrenzaNelle prossime ore si chiuderà un patto di ferro tra i membri della Commissione Europea in virtù del quale il Presidente Barroso potrebbe decidere di cancellare lobbligo di regolamentazione dellaccesso alle reti mobili, per mettere pace tra le due supercommissarie europee, Viviane Reding e Neelie Kroes, in tutti i paesi europei.E un fatto drammatico che diminuirebbe la già scarsissima possibilità di fare concorrenza nel settore e lascerebbe, ai pochi operatori mobili già esistenti, il potere di stabilire a quanto ammonta il pedaggio che gli altri operatori devono pagargli se vogliono accedere alla loro rete.Questo pedaggio sarebbe dunque messo fuori controllo, e conseguentemente porterebbe a prezzi più alti per i cittadini che già spendono cifre che sono tra le più alte del mondo per questo tipo di servizio.Siamo ancora in tempo per manifestare tutta la nostra disapprovazione direttamente al Presidente Barroso e a tutti gli altri membri della Commissione. Alcuni commissari ritengono che sia una scelta sbagliata, e una protesta dei consumatori potrebbe aiutarli a spostare lago della bilanciaUnazione di protesta massiccia servirà a ricordare alle persone che siedono a Bruxelles che i cittadini vogliono maggiore - e non minore - concorrenza nel settore della Telefonia mobile, e che non devono venir prese decisioni contro gli interessi dei consumatori.Ulteriori approfondimento sono reperibili ai seguenti link:http://blog.quintarelli.it/blog/2007/11/perche-le-nuove.htmlhttp://www.altroconsumo.it/map/show/12340/src/185683.htmSe ritieni rilevante questa azione: * Inoltra questa email oggi stesso al maggior numero di tuoi conoscenti e * Copia i seguenti indirizzi nel tuo programma di posta elettronica e invia un messaggio con il testo inglese che appare sotto.Destinatari sg-web-president@ec.europa.eu, viviane.reding@ec.europa.eu, Neelie.Kroes@ec.europa.eu, joseph.hennon@ec.europa.eu, cab-archive-barrot@ec.europa.eu, guenter.verheugen@ec.europa.eu, CAB-KALLAS-WEB-FEEDBACK@ec.europa.eu, franco.frattini@ec.europa.eu, stavros.dimas@ec.europa.eu, Gerassimos.Thomas@ec.europa.eu, cabinet-huebner@ec.europa.eu, Cabinet-Borg@ec.europa.eu, cab-grybauskaite-commissaire@ec.europa.eu, janez.potocnik@ec.europa.eu, Cab-FIGEL@ec.europa.eu, Philippe.Brunet@ec.europa.eu, cab-rehn-web-feedback@ec.europa.eu, Sabine.weyand@ec.europa.eu, Laszlo.Kovacs@ec.europa.eu, Neelie.Kroes@ec.europa.eu, Mariann.Fischer-Boel@ec.europa.eu, Patrick.Child@ec.europa.eu, Charlie.Mc-Creevy@ec.europa.eu, V.Spidla@ec.europa.eu, peter.mandelson@ec.europa.eu, cab-piebalgs-archives@ec.europa.eu, Eliana.GARCES-TOLON@ec.europa.eu, CAB-ORBAN-CONTACT@ec.europa.eu Oggettomarket 15 (mobile access and origination)TestoDear President Barroso, dear Commissioners Reding and Kroes, dear members of the European Commission:I hereby express my disapproval and concern for your envisaged intention to eliminate market 15 (mobile and access origination) from the list of regulated telecommunications markets. Such decision would be against my interests as a European Citizen and consumer as it would irreversibly affect the level of competition in the mobile market.On the contrary, I believe that market 15 should be kept in the list of regulated markets and that any step should be taken to ensure that the mobile market remain as competitive as possible. Access of competitors to mobile networks should not be left to the discretion of few dominant Mobile Operators, but be mandated through regulation for the benefit of consumers and in the interest of a healthy and competitive development of convergent services.Kind regards
    • Mino scrive:
      Re: email da ADUC - IMPORTANTE
      Non c'è nulla sul sito dell'aduc come mai ?
    • a kinder regards scrive:
      Re: email da ADUC - IMPORTANTE
      - Scritto da: Dave
      APPELLO URGENTE AI CONSUMATORI UTENTI DI
      TELEFONIA
      MOBILE

      La Commissione Europea vuole eliminare la
      regolamentazione di buona parte della telefonia
      mobile, causando bollette ancora piu alte e meno
      concorrenza

      Nelle prossime ore si chiuderà un patto di ferro
      tra i membri della Commissione Europea in virtù
      del quale il Presidente Barroso potrebbe decidere
      di cancellare lobbligo di regolamentazione
      dellaccesso alle reti mobili, per mettere pace
      tra le due supercommissarie europee, Viviane
      Reding e Neelie Kroes, in tutti i paesi
      europei.

      E un fatto drammatico che diminuirebbe la già
      scarsissima possibilità di fare concorrenza nel
      settore e lascerebbe, ai pochi operatori mobili
      già esistenti, il potere di stabilire a quanto
      ammonta il pedaggio che gli altri operatori
      devono pagargli se vogliono accedere alla loro
      rete.

      Questo pedaggio sarebbe dunque messo fuori
      controllo, e conseguentemente porterebbe a prezzi
      più alti per i cittadini che già spendono cifre
      che sono tra le più alte del mondo per questo
      tipo di
      servizio.

      Siamo ancora in tempo per manifestare tutta la
      nostra disapprovazione direttamente al Presidente
      Barroso e a tutti gli altri membri della
      Commissione. Alcuni commissari ritengono che sia
      una scelta sbagliata, e una protesta dei
      consumatori potrebbe aiutarli a spostare lago
      della
      bilancia
      {snippone di pezzi ritriti gia' ripetuti}Senti un po' signor kinder regards con la sorpresa:ma perche' di scrivere email a tutto il mondo prima non provi a seguire un semplice ragionamento: perche' in EUROPA SIAMO GLI UNICI AD ESSERSI LAMENTATI DI QUESTA LEGGE?Prova gentilmente a ragionare.
      • pinco pallino qualunque scrive:
        Re: email da ADUC - IMPORTANTE
        Siamo talmente unici che le email di protesta inviate a quegli indirizzi vengono automaticamente eliminate.Probabilmente hanno un software antispam un po' indecente.Cominciano a diventare come i politici nostrani.
  • mik.fp scrive:
    Attenzione...
    ... questa cosa in Italia e' piu' sentita perche' il mercato e' fatiscente. Se fossimo al paro degli altri paesi, non dovremmo preoccuparcene tanto.ciaoMik
  • nick70m scrive:
    Basta usare gli op. alternativi
    Io all'estero uso travelsim e spendo veramente poco.Roaming gratis ecc... certo in Italia su Italia non è proprio conveniente...
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Basta usare gli op. alternativi
      Bof bof poffarbacco fbofDomani mi rado la barba xche sono figo che non lo faccio dal 1996 quando ho iniziato a scrivere su internet col mio 486
    • Pelotee scrive:
      Re: Basta usare gli op. alternativi
      Spieghi un'attimo come funziona?ho guardato il sito e devo dire che non c'ho capito molto.... ;) ;)
      • nick70m scrive:
        Re: Basta usare gli op. alternativi
        Ciao,in che senso come funziona? Compri la simcard, la metti nel cellulare e telefoni o invii gli sms. Se ti chiamano ricevi le telefonate :-)
  • Trekker scrive:
    Ne rimarrà solo uno
    Se diminuiscono gli operatori significa che diminuisce la scelta il che è sicuramente contrario agli scopi della deregulation!
  • DuDe scrive:
    Guardate le assicurazioni
    La deregulation non funziona in certi settori, guardate le assicurazioni, sono obbligatorie ma le tariffe no sono scese, anzi, sono aumentate cosi' come sono aumentate le societa che offrono assicurazioni, ergo, se permetti ad un uomo avido di essere o avido o generoso, secondo te cosa diverra'? Io penso che taluni servizi essenziali alla vita debbono essere regolamentati e non debbano essere lasciati a sanguisughe il cui unico scopo e' il profitto a qualsiasi costo.La salute, le case, l'acqua l'elettricita' e le comunicazioni devono,secondo me, essere regolamentate anche sui prezzi, altrimenti ci rimetteranno sempre i clienti mai le aziende, non.OT come mai una azienda puo' permettersi di avere debiti per fantastiliardi e non subisce nulla, mentre se io vado in rosso in banca mi mandano i nocs per recuperare i soldi?
    • finisce male! scrive:
      Re: Guardate le assicurazioni
      - Scritto da: DuDe
      La deregulation non funziona in certi settori,
      guardate le assicurazioni, sono obbligatorie ma
      le tariffe no sono scese, anzi, sono aumentate
      cosi' come sono aumentate le societa che offrono
      assicurazioni, ergo, se permetti ad un uomo avido
      di essere o avido o generoso, secondo te cosa
      diverra'?


      Io penso che taluni servizi essenziali alla vita
      debbono essere regolamentati e non debbano essere
      lasciati a sanguisughe il cui unico scopo e' il
      profitto a qualsiasi
      costo.
      La salute, le case, l'acqua l'elettricita' e le
      comunicazioni devono,secondo me, essere
      regolamentate anche sui prezzi, altrimenti ci
      rimetteranno sempre i clienti mai le aziende,
      non.
      OT come mai una azienda puo' permettersi di avere
      debiti per fantastiliardi e non subisce nulla,
      mentre se io vado in rosso in banca mi mandano i
      nocs per recuperare i
      soldi?no no deve finire tutto in malora cosi' quando ti accorgerai che con 1000 euro al mese non puoi tirare piu' avanti nemmeno 10 giorni il resto degli altri 20 comincerai a pensare che era meglio che invece dei c..zzcci tuoi ti facevi anche quello del tuo paese.
  • Massimo z scrive:
    operatori telefonici da preistoria
    Quando vedo una nuova proposta di qualche operatore telefonico penso sempre "chissà dov'è la fregatura". Perchè c'è sempre, è sicuro!la non chiarezza di questa gente è genetica, alla faccia dell'antitrust che fa finta di non vedere!!in questo caso si parla di TOT ORE DI CHIAMATA e TOT MESSAGGIO con SKYPE!!!ma vi rendete conto???questi sono preistoria.3, TIM E VODAFONE quello che dovete fare è una tariffa flat SENZA LIMITI DI TRAFFICO e ognuno ci fa quello che vuole. punto e fine.
  • tutti a fare il minestrone in piazza.... scrive:
    io scendo in piazza per Tiscali FW E BT?
    BT?????????Tiscali????Fastweb????Io dovrei scendere in piazza per cosa? Per dare la possibilita' che loro facciano i loro interessi?Oligopolio? Se ne sono accorti ora che era un oligopolio, fastweb e tiscali sono andati avanti solo perche' grazie all'inefficenza (voluta o meno) di mamma telecom si sono ritagliati la loro fetta di mercato.Eh gia' ma finche' c'era la fetta di meringa allora andava bene, queste aziende non scendevano in piazza, adesso guarda un po'... escono dalle tane per manifestare insieme ai "cattivacci" dell'associazione consumatori.Per me possono pure crepare di una morte lenta e dolorosa che non me ne frega assolutamente niente.Figuriamoci Fastweb che ebiscom ed e' PROPRIETA' DELL'OLIGOPOLIO TELECOM.Io mi siedo e aspetto che finisca in italia tutto a carte quarantotto, cosa che purtroppo accadra'...
  • CSOE scrive:
    Ma anche no
    Ovviamente a qualche operatore la deregulation non va bene, ma il fatto che le tariffe aumenteranno sono solo speculazioni, potrebbero invece crollare.
  • Assembly scrive:
    Re: la soluzione
    E aggiungerei...Che certamente limitare l'accesso a internet free nei parchi e negli aereoporti non ha certo portato a una riduzione dei crimini veri e propri.Di gente uccisa, stuprata, derubata.Alla gente importa di questi reati. e non di certo di un Hacker che entra nel sito della cdl e scrive "W stalin" in homepage poichè il loro amministratore di sistema è un incompetente.Se avessimo gente che gestisce le reti con un livello di competenza minimo un pochino piu elevato (e non quelli che mettono password Admin Admin o Root Root) non ci sarebbe alcun problema a lasciare internet aperto e libero a chiunque.In fin dei conti internet è una rete su cui puo viaggiare chiunque e su internet bisogna stare attenti a chi ci passa (come per strada) e a chiudere bene le porte per non fare entrare chi non deve (esattamente come la porta di casa)E di Admin con le pa**e ne ho visti e ce ne sono... mi è capitato venerdi di essere da un cliente e di avere la necessità di collegare il pc portatile alla rete dell'azienda (cosa che nessuno consente di solito) il loro Admin mi ha chiaramente detto che posso attaccare quel che voglio che è talmente blindata quella rete che se lui non voleva non potevo fare assolutamente niente di piu di quel che gli ho chiesto di fare...COSI SI LAVORA.Chi non è capace si astenga. ci sono tanti altri lavori piu utili alla società.
    • si vabbe. scrive:
      Re: la soluzione
      - Scritto da: Assembly
      E aggiungerei...
      Che certamente limitare l'accesso a internet free
      nei parchi e negli aereoporti non ha certo
      portato a una riduzione dei crimini veri e
      propri.
      Di gente uccisa, stuprata, derubata.
      Alla gente importa di questi reati. e non di
      certo di un Hacker che entra nel sito della cdl
      e scrive "W stalin" in homepage poichè il loro
      amministratore di sistema è un
      incompetente.ma cosa c'entra?
      Se avessimo gente che gestisce le reti con un
      livello di competenza minimo un pochino piu
      elevato (e non quelli che mettono password Admin
      Admin o Root Root) non ci sarebbe alcun problema
      a lasciare internet aperto e libero a
      chiunque.ma cosa c'entra?
      In fin dei conti internet è una rete su cui puo
      viaggiare chiunque e su internet bisogna stare
      attenti a chi ci passa (come per strada) e a
      chiudere bene le porte per non fare entrare chi
      non deve (esattamente come la porta di
      casa)ma cosa c'entra?
      E di Admin con le pa**e ne ho visti e ce ne
      sono... mi è capitato venerdi di essere da un
      cliente e di avere la necessità di collegare il
      pc portatile alla rete dell'azienda (cosa che
      nessuno consente di solito) il loro Admin mi ha
      chiaramente detto che posso attaccare quel che
      voglio che è talmente blindata quella rete che se
      lui non voleva non potevo fare assolutamente
      niente di piu di quel che gli ho chiesto di
      fare...

      COSI SI LAVORA.si ma cosa c..zo c'entra?
      Chi non è capace si astenga. ci sono tanti altri
      lavori piu utili alla
      società.Tu hai qualche problema serio.
      • filippo scrive:
        Re: la soluzione

        Tu hai qualche problema serio.Bha ... guarda è già il terzo che incontro oggi e solo in risposta a questo articolo. Deve essere colpa delle scie chimiche.
    • x la redazione OFF TOPIC! scrive:
      Re: la soluzione
      MODERATOREEEEEEEEE MA TU CANCELLI SOLO I POST CHE NON TI SONO SIMPATICI MI SPIEGHI PERCHE' NON CANCELLI POST OFF TOPIC?CHE C'ENTRA QUESTO CON LA TELEFONIA ME LO SPIEGHI?- Scritto da: Assembly
      E aggiungerei...
      Che certamente limitare l'accesso a internet free
      nei parchi e negli aereoporti non ha certo
      portato a una riduzione dei crimini veri e
      propri.
      Di gente uccisa, stuprata, derubata.
      Alla gente importa di questi reati. e non di
      certo di un Hacker che entra nel sito della cdl
      e scrive "W stalin" in homepage poichè il loro
      amministratore di sistema è un
      incompetente.

      Se avessimo gente che gestisce le reti con un
      livello di competenza minimo un pochino piu
      elevato (e non quelli che mettono password Admin
      Admin o Root Root) non ci sarebbe alcun problema
      a lasciare internet aperto e libero a
      chiunque.

      In fin dei conti internet è una rete su cui puo
      viaggiare chiunque e su internet bisogna stare
      attenti a chi ci passa (come per strada) e a
      chiudere bene le porte per non fare entrare chi
      non deve (esattamente come la porta di
      casa)

      E di Admin con le pa**e ne ho visti e ce ne
      sono... mi è capitato venerdi di essere da un
      cliente e di avere la necessità di collegare il
      pc portatile alla rete dell'azienda (cosa che
      nessuno consente di solito) il loro Admin mi ha
      chiaramente detto che posso attaccare quel che
      voglio che è talmente blindata quella rete che se
      lui non voleva non potevo fare assolutamente
      niente di piu di quel che gli ho chiesto di
      fare...

      COSI SI LAVORA.

      Chi non è capace si astenga. ci sono tanti altri
      lavori piu utili alla
      società.
  • reXistenZ scrive:
    Ditelo a Luca Schiavoni
    "Questo anche a seguito della pur giusta eliminazione dei costi di ricarica che, operata impropriamente per mezzo di un decreto legge e non con i più consoni strumenti a disposizione dell'Autorità Regolamentare di settore (AGCOM) e dell'Antitrust, ha prodotto un ulteriore rafforzamento di TIM e Vodafone"Lui e la sua entusiasmante petizione contro i costi di ricarica, paragonata alla lotta partigiana contro il fascismo.
    • carobeppe scrive:
      Re: Ditelo a Luca Schiavoni
      Ma non era Andrea D'Ambra?
    • ma ragioni? scrive:
      Re: Ditelo a Luca Schiavoni
      - Scritto da: reXistenZ
      "Questo anche a seguito della pur giusta
      eliminazione dei costi di ricarica che, operata
      impropriamente per mezzo di un decreto legge e
      non con i più consoni strumenti a disposizione
      dell'Autorità Regolamentare di settore (AGCOM) e
      dell'Antitrust, ha prodotto un ulteriore
      rafforzamento di TIM e
      Vodafone"

      Lui e la sua entusiasmante petizione contro i
      costi di ricarica, paragonata alla lotta
      partigiana contro il
      fascismo.Mi spieghi cosa c'entrano i costi di ricarica che esistevano solo in ITALIA E NON IN EUROPA, con questo problema?Non c'entrano nulla appunto.
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Ditelo a Luca Schiavoni
      Bof bof ah si beh boh obofPoffarbacco...Mi raderò la barba domani allora.io sono figo... scrivo sul iternet dal 1996- Scritto da: reXistenZ
      "Questo anche a seguito della pur giusta
      eliminazione dei costi di ricarica che, operata
      impropriamente per mezzo di un decreto legge e
      non con i più consoni strumenti a disposizione
      dell'Autorità Regolamentare di settore (AGCOM) e
      dell'Antitrust, ha prodotto un ulteriore
      rafforzamento di TIM e
      Vodafone"

      Lui e la sua entusiasmante petizione contro i
      costi di ricarica, paragonata alla lotta
      partigiana contro il
      fascismo.
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: Ditelo a Luca Schiavoni
      - Scritto da: reXistenZ
      "Questo anche a seguito della pur giusta
      eliminazione dei costi di ricarica che, operata
      impropriamente per mezzo di un decreto legge e
      non con i più consoni strumenti a disposizione
      dell'Autorità Regolamentare di settore (AGCOM) e
      dell'Antitrust, ha prodotto un ulteriore
      rafforzamento di TIM e
      Vodafone"

      Lui e la sua entusiasmante petizione contro i
      costi di ricarica, paragonata alla lotta
      partigiana contro il
      fascismo.Dunque, ho provato a disegnare un punto per ogni passo del tuo ragionamento e associazione mentale, unisco i punti con delle linee ed ottengo il disegnino di una paperella.ho vinto?:DLucaSps - sono giovane e rispettoso per non tirare in ballo partigiani e fascismo a sproposito, ma abbastanza vecchio per vederne i nuovi semi oggi-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 novembre 2007 13.44-----------------------------------------------------------
    • Daniel Jackson scrive:
      Re: Ditelo a Luca Schiavoni

      Lui e la sua entusiasmante petizione contro i
      costi di ricarica, paragonata alla lotta
      partigiana contro il
      fascismo.E' stata una operazione sacrosanta. Brucia solo ai ricchi che facevano ricariche wind da 50 euro al colpo per non pagare i costi.Ce ne fosse di gente così!
    • GIGI scrive:
      Re: Ditelo a Luca Schiavoni
      - Scritto da: reXistenZ
      "Questo anche a seguito della pur giusta
      eliminazione dei costi di ricarica che, operata
      impropriamente per mezzo di un decreto legge e
      non con i più consoni strumenti a disposizione
      dell'Autorità Regolamentare di settore (AGCOM) e
      dell'Antitrust, ha prodotto un ulteriore
      rafforzamento di TIM e
      Vodafone"

      Lui e la sua entusiasmante petizione contro i
      costi di ricarica, paragonata alla lotta
      partigiana contro il
      fascismo.La petizione era di Andrea D'Ambra.Cmq i costi erano ingiustificati e andavano eliminati, mica dovevamo fare beneficenza a tutti per salvare 2 operatori, poi Wind(nel 2005 ha provveduto a cedere la quota di maggioranza al magnate egiziano delle telecomunicazioni Naguib Sawiris, già proprietario della Orascom) e Tre H3G sono multinazionali quindi i soldi li hanno, tanto è vero che hanno promesso investimenti milionari che ancora non si vedono. Poi dopo l'abolizione dei costi c'è stata una rimodulazione delle tariffe, quindi non credo che gli operatori ci abbiano perso. Dare la colpa ai costi di ricarica mi pare eccessivo, la vera colpa è delle autorità di controllo che per anni hanno consentito agli operatori mobili di fare quello che volevano senza mettere paletti per garantire una effettiva concorrenza ed eliminare le distorzioni di mercato.
  • Ricky scrive:
    Cambiamo un po prospettiva...
    Invece di pensare sempre e solo a sto benedetto PROFITTO,AI SOLDI e basta, cerchiamo di focalizzare il BISOGNO,LA NECESSITA' che LA GENTE ha di un certo servizio.Privatizzare l'acqua e' intelligente?CERTO se si pensa al PROFITTO.Se invece si pensa a dare un servizio al popolo le cose cambiano.Talune cose sono BASILARI e in un mondo come il nostro, con della gente che si ritiene EVOLUTA certe cose devono PRESCINDERE dai soldi e dalle speculazioni.MANGIARE,BERE e TELEFONARE non sono cose di cui puoi fare ameno oggi come oggi.Anche l'informazione e la conoscenza sono beni FONDAMENTALI per l'umanita'.BASTA CON STI STRAMALEDETTI SOLDI...BASTA CON I DIVIDENDI E LE PLUSVALENZE, OLIGOPOLI,MONOPOLI... B A S T A ! ! !Vogliamo mettere l'UOMO in prima istanza?Vogliamo rimetterlo al centro degli interessi di tutti?Non ne posso piu' di sentirmi come una pecora che prima viene tosata e se non ha piu' lana finisce NEL FORNO!E BASTA!
    • Assembly scrive:
      Re: Cambiamo un po prospettiva...
      Se permetti, perquanto penso che sia per me una necessità di primaria importanza il telefonare, non me la sentirei proprio di paragonare questa necessità al bere e mangiare... prova a dirlo un po a chi vive in Burkina Faso.
      • outkid scrive:
        Re: Cambiamo un po prospettiva...
        si stava meglio quando si stava peggio.questo capitalismo ha rotto le balle!!!E' ORA DI FINIRLA: LA GENTE E' STUFA!!!
  • ElfQrin scrive:
    Re: la soluzione
    Se Dio vuole e i politicanti (*) attualmente al governo lo permettono o se ne dimenticano, il Decreto Pisanu che ci sta tenendo ancorati al medioevo telematico scadrà a fine anno, a meno che non venga rinnovato o peggio ancora convertito in legge.(*) http://www.youtube.com/watch?v=q6GIDaqQ3Wo
  • eu scrive:
    Bersani, che ne dici?
    Bersani, vogliono annientare quel poco (molto poco) di buono che hai introdotto nella nostra legislazione nazionale sulla telefonia? Ti vogliamo di nuovo vedere in TV, possibilmente insieme all'uomo che ride, a pontificare contro l'Europa.
    • Mauro scrive:
      Re: Bersani, che ne dici?
      L'uomo che ride è un giovane idealista con spropositate conoscenze informatiche, e siccome la sua battaglia alla fine ha "funzionato", non poteva che essere il personaggio di una storia inventata, Bersani invece è un demagogico e nient'altro.
      • filippo scrive:
        Re: Bersani, che ne dici?
        - Scritto da: Mauro
        L'uomo che ride è un giovane idealista con
        spropositate conoscenze informatiche, e siccome
        la sua battaglia alla fine ha "funzionato", non
        poteva che essere il personaggio di una storia
        inventata, Bersani invece è un
        demagogico e
        nient'altro.Bravo ... e aggiungerei un iposillabo con tendenze metafisiche della supercazzola !
    • Michele scrive:
      Re: Bersani, che ne dici?
      - Scritto da: eu
      Bersani, vogliono annientare quel poco (molto
      poco) di buono che hai introdotto nella nostra
      legislazione nazionale sulla telefonia? Ti
      vogliamo di nuovo vedere in TV, possibilmente
      insieme all'uomo che ride, a pontificare contro
      l'Europa.Ma per carità, meno parla, meno pensa, meno decide e meglio è per tutti.Mi fa pensare a quel contadino che per salvare un unico acino di uva mette a rischio l'intero raccolto. Ecco il risultato del decreto Bersani: schede sim che scadono, tariffe più alte, ricariche più salate (che non scadono più ma per averle indietro devi spendere tanto che poi lasci perdere).L'unica cosa che spero che riescano a portare in porto è la battaglia per i farmaci nei supermarket, per il resto questi politici sono inutili se non dannosi.
  • Dario scrive:
    Ma in pratica
    qui si dice che la Bersani ha fatto solo casini.E dire che gli italiani non se ne rendono conto e tra le pochissime cose belle di Prodi (oltre le bellissime tasse) indicano proprio la Bersani...
  • volgare scrive:
    SpennaPolli
    OKAYEcco il motivo per il quale gli itagliani scenderanno in piazza a manifestare, FORSE.
    • acad scrive:
      Re: SpennaPolli
      - Scritto da: volgare
      OKAY
      Ecco il motivo per il quale gli itagliani
      scenderanno in piazza a manifestare,
      FORSE.forse davvero... Ormai sono tutti polli.
    • Michele scrive:
      Re: SpennaPolli
      Mah, difficile. Gli itaGliani scendono in piazza solo per gli esami a settembre e per quello che dicono i sindacalisti...
      • Lollodj scrive:
        Re: SpennaPolli
        O quando vuole il vaticano. O per dare spallate al governo. O per raccogliere l'acqua del Po. O per mandare via gli stranieri. Ultimamente si è scesi in piazza per ogni cosa, mi pare...ps ma l'articolo uno del primo capitolo del manuale del libero mercato non dice "più concorrenza, meno tariffe"?
        • DuDe scrive:
          Re: SpennaPolli
          - Scritto da: Lollodj


          ps ma l'articolo uno del primo capitolo del
          manuale del libero mercato non dice "più
          concorrenza, meno
          tariffe"?Guarda a tale proposito ti consiglio di guardarti il servizio di report che parlava dello scandalo report, molto di quel servizio viene da un film documentario di cui ora non ricordo il nome, ma che illustra come il mercato libero crei piu' danni che altro, a, non e' girato da Michael Moore ma e' la cronaca della nascita/caduta della enron , un capitolo riguarda appunto la liberalizzazione delle tariffe per l'erogazione dell energia elettrica in california , molto illuminante specie quando il ceo di enron andava a braccetto a cespuglio e qualcuno domandava a cespuglio di calmierare i prezzi dell'elettricita
    • DuDe scrive:
      Re: SpennaPolli
      - Scritto da: volgare
      OKAY
      Ecco il motivo per il quale gli itagliani
      scenderanno in piazza a manifestare,
      FORSE.hahahahahahahahahaha confidi troppo nel "senso civico" degli italiani, ti rammento che almeno a roma, solo perche' una nota squadra di calcio rischiava la chiusura i "tifosi" sono andati a manifestare sotto l'ufficio delle entrare, mentre per gli aumenti ingiustificati di pane, benzina ed altro, non gliene frega nulla a nessuno , semplicemente ci si adatta, io vorrei che il pane salisse a 20 euro al kg la benzina a 50 euro al litro, cosi' vediamo cosa succede, se nemmeno cosi' capita nulla, viviamo in un paese abitato da burattini e allora ci meritiamo il governo che abbiamo
Chiudi i commenti