Tutto Everquest 2 in 60 terabyte

Il gioco online come oggetto di studio negli USA per analizzare l'interazione tra individui in Rete. Sorpresa: i videogiochi non allontanano dagli amici. Semmai il contrario

Roma – Da tempo, Noshir Contractor e i suoi colleghi della Northwestern University erano alla ricerca di database di gioco di grandi dimensioni, per analizzare i comportamenti dei player online. E adesso, finalmente, l’hanno trovato: grazie ad un accordo con Sony, Contractor ed i suoi sono entrati in possesso dell’intero server log di Everquest II, uno dei più noti MMORPG in circolazione.

Sony mette a disposizione degli studiosi la serie completa dei log di gioco relativi a Everquest II : come dire, spiega Ars Technica , tutte le azioni ed interazioni realizzate da 400mila giocatori nell’arco di quattro anni, integrate da una serie ampia di dati demografici relativi ai giocatori. O, per tradurre il tutto in byte, un database di oltre 60 tera: si tratta del set di dati di gioco più ampio mai concesso all’esterno da un produttore.

L’accordo è stato annunciato lo scorso 14 Febbraio, nel corso della conferenza annuale dell’ American Association for the Advancement of Science ( AAAS ), e più precisamente durante il panel su “Analisi dei mondi virtuali: il prossimo passo per la ricerca nelle scienze sociali”. Obiettivo della ricerca, che Contractor seguirà insieme a colleghi di diversi enti dentro e fuori il suo dipartimento , è individuare all’interno dei log di gioco dei “pattern strutturali” ricorrenti, ricollegabili alle diverse configurazioni di network sociale proprie del gioco.

A questo scopo, gli studiosi intendono esaminare in dettaglio i dati relativi a situazioni come le missioni, le sessioni di in-game instant-messaging , le transazioni commerciali, nonché le interazioni dirette e il grado di prossimità fisica tra i characters . Il lavoro su questi parametri dovrebbe consentire di costruire indici validi per variabili quali il “livello di esperienza individuale” o la “difficoltà di una missione”, ma anche per altre più soft come la “fiducia reciproca” o la “performance individuale” all’interno di un gruppo.

“Possiamo vedere a chi i giocatori hanno parlato, con chi hanno svolto missioni, ed in generale possiamo mappare tutte le interazioni e transazioni che hanno realizzato”, ha spiegato Contractor a ScienceDaily : “In un certo senso, possiamo analizzare un microcosmo che rispecchia il funzionamento del nostro mondo sociale più ampio”.

Inoltre, la consultazione delle survey demografiche collegate ai log ha già consentito agli studiosi di trarre indicazioni su variabili più “classiche” come il genere, l’età e le abitudini di gioco degli aficionado di Everquest 2. L’età media dei players si è rivelata essere di 31 anni, e (com’era prevedibile) l’incidenza degli uomini sul totale si è mostrata di gran lunga preponderante rispetto a quella delle donne. Inoltre, sempre stando ai dati già analizzati, le giocatrici tenderebbero ad esibire un’attitudine al gioco collaborativo inferiore rispetto a quella dei loro colleghi dell’altro sesso.

Più interessante il dato sulla correlazione tra prossimità geografica e teaming online. I log già analizzati da Contractor e colleghi mostrano infatti come l’appartenenza ad una medesima area geografica e temporale ( timezone ) influenzi relativamente poco l’attività di gioco collaborativo, ma documentano anche che la probabilità di “fare team” cresce esponenzialmente se i fellow player sono molto vicini.

“Le persone finiscono per giocare online con le persone che sono loro vicine, e che spesso già conoscono” ha chiarito Contractor. “Non si creano nuovi network, ma più semplicemente se ne rafforzano di esistenti. Anche se i giocatori parlano con tutti, la probabilità di fare team con persone che stanno a meno di 10km di distanza è cinque volte superiore rispetto a quella di cooperare con chi è distante 100 km”.

Ma al di là dei risultati di merito che offre, l’esame di un dataset come quello in esame presenta sfide affascinanti anche a livello di metodologie di analisi. In particolare, tutti i tentativi fin qui compiuti per esaminare il “pacchetto-monstre” con algoritmi di social network analysis tradizionali sono falliti, e questo sta spingendo i ricercatori ad inventarsi soluzioni diverse ed innovative per risolvere il problema.

Giovanni Arata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • XYZ scrive:
    qualcosa non mi torna...
    Ma 500.000 non sono un pò pochini per dei mostri da 30 milioni di utenti per uno? Semplice apparenza per rabbuonire i consumatori... E il ricorso al TAR di TIM è una semplice messa in scena per rendere piu credibile il tutto.... Fosse stato per me, 5.000.000 di euro per uno, piu la doverosa forzatura a rivedere le tariffe. Questo significa tutelare i consumatori. Uno potrebbe pensare: Si certo, ma cio non potrebbe causare danni aziendali tali da provocare licenziamenti o riduzione dei servizi? Certo, infatti la colpa nel caso sarebbe comunque dell'azienda, non certo della sanzione.
  • Taz scrive:
    A quando le sanzioni per UMTS?
    Quando vedremo finalmente il cartello degli operatori telefonici punito severamente per le chiavette 3G tanto pubblicizzate in tv? Offrono 100 ore di internet ad un costo quasi basso, ma se si sfora la 101esima ora senza aver ricaricato succhiano un sacco di soldi sulla sim del telefonino con cui sono state attivate.Si risolva questo di problema, se no alla copertura adsl nazionale capillare non ci arriveremo mai.Che razza di incentivi può avere un operatore ad investire per farti passare il filo sotto casa e darti connettività a prezzi decenti se gli si consente di fregarti in quella maniera?
    • brontolo scrive:
      Re: A quando le sanzioni per UMTS?
      sai,è colpa tua,è giusto che si paghi se si sfora,perchè oggi sfori un secondo e fra un mese sfori 30 secondi, quindi,secondo mè ciò è giusto,se tutti sforano loro falliscono e non potrebbero più far lavorare la gente che ci lavora, e noi ci perderemmo un servizio....quindi trai le tue conclusioni.
  • Nn ricordo scrive:
    Postemobile ! :P
    Aldilà del fatto dell'iimagine di Postemobile al pubblico, della presunta cattiva ricezione o del colore giallo deminante del mareting, ma.. quando Tim mi ha annullato la mia bellissima tariffa Unica10+SuperAutoRicarica.. ho aspettato senza spendere fino a ottobre per poi passare alla strabiliante tariffa PosteMobile:_ 11 cent ogni 30 secondi_ 0 cent scatto alla risposta_ 11 cent SMS_ Verso TUTTI !!!!_ senza abbonamenti o vincoli mensili di ricaricaTutte le altre tariffe arrossiscono in confronto! (magari nn le flat se telefonate veramente alla grande, restiamo sulle ricaricabili).Il vecchio numero Vodafoneme lo tengo buono per gli SMS a 10cent se proprio..E che tariffa USATE voi, quella Wind a 17cent (al secondo) sembra la più ""onesta"" tra tutte, o no?
    • SiN scrive:
      Re: Postemobile ! :P
      - Scritto da: Nn ricordo
      Tutte le altre tariffe arrossiscono in confronto!Vero.Infatti PosteMobile ha portato una ventata di concorrenza, finalemnte!CMQ la puoi sottoscrivere solo con la MNP
      E che tariffa USATE voi, quella Wind a 17cent (al
      secondo) sembra la più ""onesta"" tra tutte, o
      no?Esatto, aggiunta a Noitutti e PienoWindche facendo 4 conti, X il mio profilo mi fa spender qualcosina meno di poste mobile.MA in effetti credo che X l'utente medio PM sia meglio
  • SiN scrive:
    Wind
    a suo tempo mi fece girare parecchio le OOla la brutta notizia è che resta la compagnia migliore
  • brontolo scrive:
    altro che banane
    sai com'è al popolo bue piace farsi mungere , basta che non gli tocchino la macchina,può aumentare tutto che lui protesta protesta protesta e poi da il voto a chi lo frega meglio ed è tutto contento @^ altro che banane
  • appero scrive:
    Ma non è l'unica truffa
    L'internet key, ma solo di vodafone credo, dispone dei blocchi di velocità (200kbit/S)a tutti i clienti indiscriminatamente e per la recessione del contratto chiede 200 eurozzi.In teoria grazie al decreto bersani un utente potrebbe disdire il contratto gratuitamente a causa del servizio non consono al tipo di contratto(l'umts e hsdpa arrivano tranquillamente a 3 mbit/s)in cui non esiste nessuna clausola ove si informa riguardo questo fantomatico "blocco".Probabilmente lo fanno a causa della grande impennata di richieste di key umts che hanno causato la saturazione della banda, ma limitando tutti a pochi kbit/s possono incastrare sempre più persone in questo circolo vizioso.
  • Ricky scrive:
    si potrebbe evitare di far sparire
    INTERI POST!?GRazie...O siete di parte?O siete solo ricolmi di paura?
    • Gino scrive:
      Re: si potrebbe evitare di far sparire
      - Scritto da: Ricky
      INTERI POST!?
      GRazie...
      O siete di parte?
      O siete solo ricolmi di paura?Ma infatti, ho scritto un commento tranquillissimo ed è sparito!
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Per la redazione : W LA CENSURA !!!!!
    Parlate sempre di democrazia, libertà della rete, Net Neutrality e poi ... finite per cancellare un mio post in cui dico LEGITTIMAMENTE ciò che penso !!!!Il massimo dell'ipocrisia di questa "testata" online che giorno dopo giorno non solo perde lettori (VI SFIDO A DIMOSTRARMI IL CONTRARIO) ma sopratutto perde la faccia e la credibilità !Dovete solo vergognarvi di voi stessi e delle vostre marachelle.
  • Oligopolio scrive:
    Per dritto o rovescio fregati
    500.000 euro sono noccioline, se incassi milioni e milioni la multa ti conviene e del resto hanno fatto pure ricorso. Con i tribunali italiani un cavillo si trova o pagano tra 1000 anni.Tecnicamente il mercato TLC in Italia si chiama oligopolista, pochi operatori che sono parenti, cuggini, amiconi e dove tizio e' nel consiglio di amministrazione della societa' tale ma anche in quell'altra ecc. si mettono d'accordo per fregarci meglio.Chi detta le regole fa parte del gioco e le detta a favore di chi incassa e non di chi spende.L'unica soluzione sono i segnali di fumo oppure usare molto Internet (ma anche li' abbiamo un bel oligopolio) e poco o niente il cellulare, che vadano in malora questi furbacchioni.E vi dico un'altra cosa, quanta pubblicita' del pane avete visto recentemente? Poca? Niente? E per forza la roba che serve la comperi senza che nessuno ti dica niente, le fregature e le cose inutili vanno invece pubblicizzate a spron battuto e infatti siamo sommersi di pubblicita' di operatori telefonici e il bello che sulla tariffa paghiamo pure le balle che ci raccontano. Meditateci gente e decidete se farvi prendere per i fondelli tutti i giorni o usare il cellulare poco, molto poco. Volete vedere che quando si accorgono che i consumatori non sono buoi le abbassano le tariffe?
  • Mr. X scrive:
    Informarsi
    Quoto chi dice che una multa del genere non serve a nulla, però se l'utente cominciasse ad informarsi un momentino questi ci penserebbero su prima di provare a fregarti.Io sono uno di quelli a cui avrebbero "rimodulato" le tariffe, ho ricevuto l'sms di vodafone, sono andato sul sito e ho confrontato (su un foglio di carta, niente di complesso) la mia tariffa attuale con quella che mi veniva proposta, leggendo naturalmente i vari asterischi (scatto anticipato di 60 sec e robe simili)Risultato: un aumento del 40% della spesa...Chiamo il call center per chiedere se era possibile mantere il mio piano, rispondono picche.Riprendo in mano la tastiera e guardo le offerte degli altri operatori, wind ha l'offerta piu simile alla mia.. esco e faccio il passaggioVodafone mi chiama e mi fa l'offertona di una super tariffa... al tizio rispondo che basterebbe che mi mantenessero la mia vecchia tariffa, mi dice che non è possibile e io rifiuto le loro offerte, il giorno dopo mi richiamano per chiedermi se ero davvero convinto di cambiare operatore, dicendomi che anche wind avrebbe alzato le tariffe... rifiuto gentilmente ripetendogli che al momento non era piu conveniente rimanere con vodafone e riattacco.Oggi sono con wind... un domani che ci sarà un cambio di tariffe vedrò di nuovo cosa offre il mercato e cambio nuovamente operatore e tutto questo mi avrà portato via si e no un paio d'ore di tempo nell'arco di una settimana
    • Ricky scrive:
      Re: Informarsi
      La fai troppo semplice.Siamo in un paese di sottosviluppati informatici, di anziani e di superficialoni che non vendono oltre il loro naso.Il governo attuale e' l'esempio lampante di quello che affermo.In questa situazione Tim e Vodafone hanno campo libero, fanno quello che vogliono e a priori NON E' GIUSTO e , guarda caso, e' pure ILLEGALE.Detto questo, la pena e' RIDICOLA visti i guadagni che questi cambi di tariffa hanno procurato ai due FETENTI TELEFONICI.Ma sono le leggi a peccare,chi le ha partorite e' un emerito XXXXXXXXX, oppure un AMICHETTO dei potenti, uno dei tanti.Non si spiega altrimenti questa pena pacuniaria ASSOLUTAMENTE INIQUA ed INUTILE.Non deve essere l'utente, in balia di percentuali e numeri spesso incomprensibili, a doversi tutelare ma sto stramaledetto STATO con le LEGGI,e non parlo di quelle AD PERSONAM o a COSCAM che fanno sempre e comunque.Dovevano punirli facendogli perdere il sorriso...rapido calcolo dei danni subiti statiscticamente e MAZZATA FINALE.Quanto ciscommettiamo che la prossima volta NON LO FANNO?!
      • Josafat scrive:
        Re: Informarsi
        Sai che ti dico? Che se l'Authority avesse il potere di assestare multe congrue, il giorno dopo la sentenza di pagare, mettiamo, 30 milioni di multa e di risarcire la pecunia indebitamente sottratta ai clienti, gli AD di Vodafone e TIM sarebbe corsi ai palazzi della politica strepitando che in questo momento di crisi una sentenza del genere gli avrebbe costretti a licenziare migliaia di dipendenti e di metterne in cassa integrazione dieci volte tanti. E così o ritiravano il provvedimento, oppure ci ritrovavamo (come collettività) a subire l'ennesimo costo sociale delle truffe dei potenti. Forse sarebbe diverso se a fronte di comportamenti quali i suddetti, si potesse punire penalmente i legalmente responsabili. Hai ideato o avallato una simile truffa? La pena per l'azienda la metterebbe in ginocchio? Ok, per non abbatterla, gliela rendo più leggera, ma tu, in qualità di responsabile legale, ti fai 5 anni in galera.
        • pippetto scrive:
          Re: Informarsi
          La legge deve tutelare tutti, belli, brutti, informati, disinformati, scemi e intelligenti... senò diventa legge della giungla...
      • Mr. X scrive:
        Re: Informarsi
        Sicuramente per me o per te che segui queste cose è facile, è per questo che dobbiamo essere i primi a fare qualcosa e spiegare a chi queste cose non le sa (parenti ed amici) come fare per non farsi XXXXXXX
  • Miao scrive:
    Io ho fatto cambiare piano a tutti...
    La soluzione migliore secondo me è informare amici e parenti di quello che pretendono gli amministratori delegati di compagnie fallimentari italiane: io ho fatto pessima pubblicità a Tim e Vodafone. Sono tutti passati a Wind o Tre. Non so se avete notato ma Wind ha allargato molto le promozioni e servizi. Mi sono accorto di una copertura migliore quando viaggio e di una vasta gamma di promozioni. Sono questi i risultati di incassi maggiori... Che dire? Numeri Vodafone e Tim ne ho davvero pochi e mi impegnerò a farli sparire... :-)
    • gips scrive:
      Re: Io ho fatto cambiare piano a tutti...
      wind? io sono utente wind! e wind ha fatto la stessa cose delle 2 sopra! avvisando con un maledetto sms che mi avrebbero cmabiato tariffa d'ufficio.tre non so....
      • cocacola scrive:
        Re: Io ho fatto cambiare piano a tutti...
        - Scritto da: gips
        wind? io sono utente wind! e wind ha fatto la
        stessa cose delle 2 sopra! avvisando con un
        maledetto sms che mi avrebbero cmabiato tariffa
        d'ufficio.

        tre non so....tre credo faccia lo stesso ( a me ha disattivato per i cavoli suoi una che "scadeva" 6 mesi dopo ; ma sopratutto aveva un bel po di euro di credito sti XXXXXXXX!!! ) e da parte loro risultava tutto ok ... serve anche in italia la class actions secondo me ...
      • Josafat scrive:
        Re: Io ho fatto cambiare piano a tutti...
        Appunto. Con ben un anno di anticipo Wind ha aumentato del 20% la propria tariffa, contro il 16% scarso di TIM. E non so in altre zone, ma in Piemonte e Friuli-Venezia Giulia la qualità della linea Wind è davverso molto inferiore di quella TIM.La cosa che piuttosto mi scandalizza è di come TIM stia cercando di far sparire tutti i profili tariffari con tariffazione a secondo, a vantaggio di quelli a scatti. Ma la tariffazione a scatti non era un retaggio del passato? Ma la libertà di scegliere un profilo per telefonate brevi anziché uno per telefonate lunghe è sparita?Se si continua poi con quest'assurda moda del canone comprensivo dell'affitto del nuovo modello di schifofonino, tra un po' saremo obbligati a pagare un fisso al mese anche solo per essere raggiungibili.
        • Mr. X scrive:
          Re: Io ho fatto cambiare piano a tutti...
          - Scritto da: Josafat
          Appunto. Con ben un anno di anticipo Wind ha
          aumentato del 20% la propria tariffa, contro il
          16% scarso di TIM. E non so in altre zone, ma in
          Piemonte e Friuli-Venezia Giulia la qualità della
          linea Wind è davverso molto inferiore di quella
          TIM.Non so la questione della copertura, ma nel mio caso io sono addirittura coperto con rete edge.Gli aumenti ci sono, gli operatori sono tutti uguali, però come dicevo sotto, anche con questi aumenti per me wind resta piu conveniente del profilo che voleva appiopparmi vodafone.
          La cosa che piuttosto mi scandalizza è di come
          TIM stia cercando di far sparire tutti i profili
          tariffari con tariffazione a secondo, a vantaggio
          di quelli a scatti. Ma la tariffazione a scatti
          non era un retaggio del passato? Ma la libertà di
          scegliere un profilo per telefonate brevi anziché
          uno per telefonate lunghe è
          sparita?
          Wind li ha, mentre vodafone ha puntato sui piani "flat" credo sia una semplice strategia di mercato
          Se si continua poi con quest'assurda moda del
          canone comprensivo dell'affitto del nuovo modello
          di schifofonino, tra un po' saremo obbligati a
          pagare un fisso al mese anche solo per essere
          raggiungibili.Beh praticamente in tutto il mondo è così, l'unico paese in cui si spende e si spande per i cellofoni siamo noi
    • Gauss scrive:
      Re: Io ho fatto cambiare piano a tutti...
      Anche io son passato a Wind, ma solo per una questione di "economica costrizione" (visto che Vodafone me l'ha cambiata, la cosa più conveniente la offriva Wind). Ma non dimentico che Wind è stata la prima a fare la rimodulazione selvaggia....500mila euro di multa quelli li ripagano in mezzora di sms.
    • Anto bubbolo scrive:
      Re: Io ho fatto cambiare piano a tutti...
      GRANDE!!!
  • Enjoy with Us scrive:
    E' ora di finirla con sto antitrust!
    Non serve a nulla, 500.000 euro sono una multa ridicola e poi se anche alla fine venissero pagate dalle Telco (cosa di cui dubito) non andrebbero all'utente!Ma ci vuole tanto a dare all'antitrust poteri di dissuasione reali?Invece di tante multe non si poteva obbligare le telco a restituire il maltolto e obbligarle per la variazioni dei piani a fare quanto richiesto ad ogni singolo utente? Ossia una bella raccomandata con ricevuta di ritorno?Costa? Cavoli loro!
    • IoMe scrive:
      Re: E' ora di finirla con sto antitrust!
      LA MULTA DEVE ESSERE PAGATA AL NETTO DELLA RESTITUZIONE DELLE DIFFERENZE TARIFFARIE. SENNO' CHE MULTA E'???????Prima restituiscono quanto hanno incassato scorrettamente, e poi pagano la multa!!! Se no lo faranno ancora.E la chiamano maximulta.... PfuiMa CHE VERGOGNA
    • BluEdoG scrive:
      Re: E' ora di finirla con sto antitrust!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Non serve a nulla, 500.000 euro sono una multaServe a far crederea al popolo bue di avere un organo di controllo buono e giusto. Peccato che con queste condizioni non serve a nulla. Se la comunicazione era falsata avrebbero dovuto ridare indietro, come minimo, le tariffe precedenti.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: E' ora di finirla con sto antitrust!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      reali?
      Invece di tante multe non si poteva obbligare le
      telco a restituire il maltolto e obbligarle per
      la variazioni dei piani a fare quanto richiesto
      ad ogni singolo utente? Ossia una bella
      raccomandata con ricevuta di
      ritorno?
      Costa? Cavoli loro!Sono convinto che l'antitrust sia soloun metodo per gabbare le utenze finali, infatti la multa e' irrisoria di fronte ad una massa di processi che avrebbero ( in un paese civile) messo le telco con le spalle al muro per inadempienza contrattuale.Poi c'e' da rilevare che una massa di clienti resta "fedele" al proprio brand anche con aumenti sostanziosi quindi e' lecito aspettarsi che prima o poi aumenteranno ancora...i polli sono sempre presenti.
  • Marco Marcoaldi scrive:
    500 mila euro ? NOCCIOLINE !!!!
    Meno di quello che spendono in una settimana di pubblicità in TV solo sui canali Mediaset !Se ci fossi stato io all'Antitrust avrei inflitto senza ripensamenti 500 milioni di Euro !Poi vediamo se questi ladroni se la smettono di prendere per i fondelli l'Italia !
    • tmx scrive:
      Re: 500 mila euro ? NOCCIOLINE !!!!
      Quoto: la somma è ridicola.Sarebbe come multarmi di 70 centesimi invece dei SETTANTA EURI che mi pelano quando parcheggio in sosta vietata davanti casa perchè i cinesi devono scaricare gli involtini.questo paese è diventato una barzelletta che non fa più ridere.
      • Arrapaho scrive:
        Re: 500 mila euro ? NOCCIOLINE !!!!
        I cinesi sono il mezzo per raggiungere lo scopo di pelarti 70 euro. Pensa, tanti piccioni con una fava cinese. Rende assai più multare 100 posteggiatori fuori area che un paio di cinesi con i loro involtini! Queste persone (non i poveri cinesi che lavorano) bisognerebbe attenderle tra il lustro e il brusco e dargli tante di quelle legnate, ma tante tante da fargli passare la voglia di multare a sproposito.
  • Den Lord Troll scrive:
    Houston, abbiamo un problema
    crrrrkk sssshhhffftt .... modulazione errata #### causa problemi apparecchiature di bordo ||^^^^ onde malefiche provenienti da @@§§§§ urge risintonizzare tutte quelle menti bacate %%&$£! - più tardi -apollo chiama base, finalmente una tempesta solare ha permesso di sfondare il nostro stazionamento persistente, se non c'erano le Alpi saremmo morti sicuramente :/
    • Creso scrive:
      Re: Houston, abbiamo un problema
      - Scritto da: Den Lord Troll
      crrrrkk sssshhhffftt .... modulazione errata ####
      causa problemi apparecchiature di bordo ||^^^^
      onde malefiche provenienti da @@§§§§ urge
      risintonizzare tutte quelle menti bacate %%&$£!


      - più tardi -

      apollo chiama base, finalmente una tempesta
      solare ha permesso di sfondare il nostro
      stazionamento persistente, se non c'erano le Alpi
      saremmo morti sicuramente
      :/Più tardi ancora arriva la spiegazione per i non nerd?
  • Sai che roba scrive:
    Povero antitrust
    Il potere dell'antitrust è un'arma spuntata con sanzioni irrisorie aziende così. Considerando che Vodafone fattura circa 8 miliardi e mezzo di euro all'anno, ha scontato la multa a distanza di 30 minuti dalla sentenza. Chissà come sono preoccupati. Adesso una valanga di nuovi spot su Canale5 per rassicurare e avanti così.
    • nom e prenom scrive:
      Re: Povero antitrust
      E un'ulteriore valanga di insulti ai poveri operatori dei call center 119 e 190.meno male che non ci lavoro più, come se non fossero anche loro cliente e come se centrassero qualcosa :P
      • cuggino scrive:
        Re: Povero antitrust
        - Scritto da: nom e prenom
        E un'ulteriore valanga di insulti ai poveri
        operatori dei call center 119 e
        190.
        meno male che non ci lavoro più, come se non
        fossero anche loro cliente e come se centrassero
        qualcosa
        :PPoverini, sto piangendo. Spero che almeno in bagno centrino il buco giusto :-P
        • Josafat scrive:
          Re: Povero antitrust
          Io sono per la machiavellica idea che essere duri con i call center sia sacrosanto. Nessuno obbliga una persona ad esservi impiegata. Se proprio uno vuole collaborare alle truffe perpetrate dagli operatori telefonici, che riceva la sua dose. E quando ne ha basta, che lasci il suo posto e si vada a cercare un lavoro vero e produttivo. Se tutti gli operatori dei call center incrociassero le braccia dicendo di non poterne più di prendere 300 euro al mese per essere insultati 8 ore al giorno, magari qualcuno deciderà che è ora di cambiare le cose.
    • Anonimo scrive:
      Re: Povero antitrust
      Quoto!L'Antitrust dimostrerebbe di contare qualcosa imponendogli di rimettere le vecchie tariffe.Cosi' si rende solo ridicolo.
    • gdm scrive:
      Re: Povero antitrust
      E poi ci sarà il solito TAR del Lazio che annullerà il tutto. W la democrazia.
Chiudi i commenti