Tv digitale più vicina?

Dice di crederci il ministro delle Comunicazioni secondo il quale entro la fine dell'anno prossimo saranno operativi almeno un milione di decoder. Cheli (Agcom): per il digitale leggi sovranazionali

Roma – La televisione digitale terrestre di cui si parla da tempo è per l’Italia una realtà in rapido avvicinamento. Questo almeno è quello in cui sostiene di credere il ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri che ieri a Napoli si è prodigato nello spiegare i vantaggi che questo media dovrebbe portare con sé.

“La digitalizzazione – ha spiegato Gasparri, intervenuto ad un convegno dell’Autorità TLC – è un fatto di modernità che consentirà al nostro paese di adeguarsi ai nuovi standard”. Per farci che? “La televisione digitale terrestre – ha affermato il Ministro – consentirà di offrire servizi di telemedicina, di accesso all’e-government, di acquisti a distanza”.

La visione governativa, dunque, sembrerebbe quella di una piattaforma che in modo diverso ma in qualche modo integrato al broad band di origine internettiana, vada oltre l’intrattenimento passivo della tv tradizionale per proporsi invece come accesso a servizi digitali per il cittadino, con opportunità per le imprese e la pubblica amministrazione.

Gasparri Secondo Gasparri “grazie agli incentivi previsti in Finanziaria, entro il 2004 in Italia ci saranno un milione di decoder . Un segno di quanto l’Italia sia all’avanguardia nel campo del digitale”. Una prospettiva – maligna qualcuno – decisamente ottimistica che si deve, però, al fatto che la legge Finanziaria prevede fondi per lo sviluppo del digitale suddivisi in due grandi “tronconi”, quelli per il broad band e, appunto, quelli per la tv digitale.

Gasparri ha sottolineato come alcuni paesi europei siano ancora indietro rispetto al ruolino di marcia sulle cosiddette infrastrutture immateriali . Un “vantaggio competitivo” per l’Italia che secondo il presidente dell’Authority, Enzo Cheli, intervenuto al convegno, ora “va mantenuto”.

Come? Secondo Cheli, che pure non è entusiasta del decreto legge Gasparri in discussione in Parlamento, l’Italia deve “continuare a giocare in anticipo”. Il presidente dell’Autorità TLC si è anche soffermato ad affermare i vantaggi del digitale e nel sottolineare quelli che ha con estrema precisione definito rischi . Rischi che richiedono norme internazionali ma anche interventi regolamentari nei singoli paesi, per far sì che le dinamiche di mercato non travolgano i diritti degli utenti e dei consumatori. Cosa che, evidentemente, non è ancora avvenuta.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Winz spyware biometrico ???
    Non c'è limite alla follia: ogni utente Winz schedato a livello biometrico !!!A chi possono servire i dati biometrici di milioni di utenti Winz in giro x il mondo ??? e per quale uso ?
  • Anonimo scrive:
    ALLUCINANTE.....
    winsozz a winsupersozz......
  • marcocavicchioli scrive:
    A mali estremi...
    ...estremi rimedi. D'altronde o si trova una soluzione (realistica ed efficace) o si chiude bottega. Definitivamente. Se poi il Gates sia o meno in grado di fare ciò che dice... ai posteri l'ardua sentenza.
  • Anonimo scrive:
    [OT]le password dicono ..
    aboliamo il Gates
  • Anonimo scrive:
    aboliamo certi modi di pensare
    e chi condivide questi modi
    • Anonimo scrive:
      Re: aboliamo certi modi di pensare
      - Scritto da: Anonimo
      e chi condivide questi modipropongo di abolire prima i deficienti come te
  • Anonimo scrive:
    Utenti deficienti, dovete scoppiare :)
    A me arrivano sì e no 3 mail di SPAM _al mese_.1) Non lascio il mio indirizzo su Usenet.2) Non uso Autlùk che ha troppi bachi e troppi buchi e, soprattutto, un'integrazione eccessiva.3) Non uso spesso IE, ma Firebird.4) Quando richiesto fornisco email false. Quando necessario uso webmail usa e getta.5) Uso Mailinator6) Uso Despammed.Troppo difficile x i tecnotardi dell'ultima ora ?Ciò che mi fa più incazzare è la gente che ha la presunzione di poter usare una macchina complessa come un pc senza neppure documentarsi un attimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare
      - Scritto da: Anonimo

      A me arrivano sì e no 3 mail di SPAM _al
      mese_.

      1) Non lascio il mio indirizzo su Usenet.
      2) Non uso Autlùk che ha troppi bachi e
      troppi buchi e, soprattutto, un'integrazione
      eccessiva.
      3) Non uso spesso IE, ma Firebird.
      4) Quando richiesto fornisco email false.
      Quando necessario uso webmail usa e getta.
      5) Uso Mailinator
      6) Uso Despammed.

      Troppo difficile x i tecnotardi dell'ultima
      ora ?

      Ciò che mi fa più incazzare è la gente che
      ha la presunzione di poter usare una
      macchina complessa come un pc senza neppure
      documentarsi un attimo.D'accordo con quanto scrivi ma tieni conto che spesso le persone sono convinte che IE è internet, che l'unico modo di mandare la posta è tramite outlook che il computer lo ha inventato bill (testuale, e lo ha detto un cliente, peraltro anche giovane).D'altronde meno le persone sanno e più sono controllabili.Nel mio piccolo, così come nel tuo, bisogna fare opera di informazione.Poi, quando una persona è VERAMENTE informata è libera di scegliere ciò che vuole.grunch
      • Anonimo scrive:
        Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare
        Ci sono persone che puoi informare quanto vuoi ma rimangono deficienti un esperto tecnico dice al deficiente che windows fa schifopoi il deficiente accende la tv e sente a StudioAperto che windows è bello.il deficiente crede più all'ennesima troiata del talkshow di italia1 piuttosto che al tecnico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare
          - Scritto da: Anonimo
          Ci sono persone che puoi informare quanto
          vuoi ma rimangono deficienti Ovvio.Se uno non vuole capire non capisce, se è cretino non ci sono speranze ma dubito che userà un computer, al massimo lo accende.
          un esperto tecnico dice al deficiente che
          windows fa schifo
          poi il deficiente accende la tv e sente a
          StudioAperto che windows è bello.
          il deficiente crede più all'ennesima troiata
          del talkshow di italia1 piuttosto che al
          tecnico.Ma questa non è informazione.Informazione è dare ad un cliente tutte le possibilità di scelta possibili, poi lui sceglie.Il mio invito all'informazione continua presso i nostri conscenti è per contrastare le boiate che dicono in televisione.Più giù, in questo stesso forum, qualcuno ha postato che essendo Win il più diffuso era anche il migliore.Nenche un accenno al fatto che è preinstallato praticamente su tutti i computer in commercio.Informiamo chi conosciamo per controbbattere questi soggetti.grunch
      • Anonimo scrive:
        Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare
        - Scritto da: Anonimo

        Nel mio piccolo, così come nel tuo, bisogna
        fare opera di informazione.
        Poi, quando una persona è VERAMENTE
        informata è libera di scegliere ciò che
        vuole.mi spiace, ma la gente è più informata di quanto immagini... il problema è che windows è il Sistema Operativo... tutto il resto sono grottesche imitazioni(win)
        • Anonimo scrive:
          Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          Nel mio piccolo, così come nel tuo,
          bisogna

          fare opera di informazione.

          Poi, quando una persona è VERAMENTE

          informata è libera di scegliere ciò che

          vuole.

          mi spiace, ma la gente è più informata di
          quanto immagini... il problema è che windows
          è il Sistema Operativo... tutto il resto
          sono grottesche imitazioni

          (win)uhu ! che pacchiano !è impossibile che tutto il resto sia fatto daimitazioni, primo perchè i SO alternativi funzionano BENE , win invece fa cacare, secondo non vedo chi sia così pazzo da copiare la win-ciofeca...
          • Anonimo scrive:
            Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare
            - Scritto da: Anonimo
            win invece fa cacare,Dipende quale: il 2000 è favoloso. Niente da invidiare alla mia Suse 8.0.Certo che se mi dici 95/98/ o XP Home........
          • Anonimo scrive:
            Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare
            - Scritto da: Anonimo

            è impossibile che tutto il resto sia fatto
            daimitazioni, primo perchè i SO alternativi
            funzionano BENE , win invece fa cacare,se il 95% al mondo usa windows, vuol dire che windows è il migliore sotto tutti i punti di vista... mi dispiacee poi, per mia esperienza personale, windows 2000/XP funzionano meglio e sono più validi di linux e distribuzioni del ca220 come mandrake o suse che si inchiodano ogni quarto d'ora
            secondo non vedo chi sia così pazzo da
            copiare la win-ciofeca...linux e il suo KDE
          • Anonimo scrive:
            Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            è impossibile che tutto il resto sia fatto

            daimitazioni, primo perchè i SO
            alternativi

            funzionano BENE , win invece fa cacare,

            se il 95% al mondo usa windows, vuol dire
            che windows è il migliore sotto tutti i
            punti di vista... mi dispiacese un miliardo di mosche mangia la cacca... la cacca è buona hahhahahahhahhahaha ma che dici...
            e poi, per mia esperienza personale, windows
            2000/XP funzionano meglio e sono più validi
            di linux e distribuzioni del ca220 come
            mandrake o suse che si inchiodano ogni
            quarto d'ora esperienza personale in 3 anni di uso di linux e freebsd : Linux : 2 inchiodate di X , risolte con un ctrl-alt-backspace e successiva riconfigurazione del server graficoFreeBSD : inchiodate = 0
        • Anonimo scrive:
          Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare
          e il bambino disse alla madre : ti ho inventato io.ringrazia dio che akamai usa linux, altrimenti neanche raggiungi il sito di billy.
    • Mechano scrive:
      Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare
      - Scritto da: Anonimo
      A me arrivano sì e no 3 mail di SPAM _al
      mese_.
      ...
      Troppo difficile x i tecnotardi dell'ultima
      ora ?

      Ciò che mi fa più incazzare è la gente che
      ha la presunzione di poter usare una
      macchina complessa come un pc senza neppure
      documentarsi un attimo.Nonostante io usi tutti i metodi che hai elencato devo dire che ce ne sono alcuni che possono sfuggire al nostro controllo. Anche io su un indirizzo nuovo di zecca e mai pubblicato mi sono ritrovato un po' di spam e sai come credo che sia successo?I motori di sniffing delle e-mail su usenet si sono fatti piu' furbi ma qui basta saperlo ed essere piu' furbi noi, ossia sono in grado di eliminare una buona parte dei vari testi aggiunti alla mail per camuffarla quando si usano cose come:mechano_fuckthespam@punto-informatico.itfuckspammers-mechano@punto-informatico.itnospam_mechano@punto-informatico.it mechano@fottiti_punto-informatico.itecc. ecc.Insomma basta usare numeri e stringhe piu' complesse.Poi c'e' l'incontrollabilita' delle rubriche dei nostri clienti e amici.Ci ritroveremo sempre a spedire qualche mail di lavoro o ad amici e parenti che non ne vogliono sapere di non usare quella merda di outlook, o spesso noi stessi non ne siamo a conoscenza.Ecco che mi sono visto arrivare mail (anche spedite da quel virus di qualche tempo fa) con spezzoni di mail e altro. Ma ci sono virus che spediscono il contenuto della rubrica a degli spammers, e quindi prima o poi lo spam ti arriva non perche' tu abbia dato la tua mail o il tuo provider lo abbia fatto, ma perche' gliela ha data, a sua insaputa, qualcuno che ti aveva nella rubrica di outlook...--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
      • Anonimo scrive:
        Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare
        - Scritto da: Mechano
        Nonostante io usi tutti i metodi che hai
        elencato devo dire che ce ne sono alcuni che
        possono sfuggire al nostro controllo. Anche
        io su un indirizzo nuovo di zecca e mai
        pubblicato mi sono ritrovato un po' di spam
        e sai come credo che sia successo?Io ho un'idea: posta random. Sparano a raffica. Dove vanno, vanno.

        I motori di sniffing delle e-mail su usenet
        si sono fatti piu' furbi ma qui bastaVero, molte stringhe le conoscono.
        saperlo ed essere piu' furbi noi, ossia sono
        in grado di eliminare una buona parte dei
        vari testi aggiunti alla mail per camuffarla
        quando si usano cose come:
        Poi c'e' l'incontrollabilita' delle rubriche
        dei nostri clienti e amici.E questo è vangelo. Nessuno mai ci potrà difendere dalla stupidaggine altrui :(
        Ciao.
        Mr. Mechano
        mechano@punto-informatico.itCiao Morf.
    • Anonimo scrive:
      Re: Utenti deficienti, dovete scoppiare :)
      - Scritto da: Anonimo

      A me arrivano sì e no 3 mail di SPAM _al
      mese_.... si si si... e come no...sei solo un nerd-lamerone che non ha capito un ca22o... e che non sono tutti nerd come te.inoltre un minimo di informazione non basta per proteggersi veramente dallo spam... a meno che non si è (ripeto) dei nerd come tenerd = individuo che passa 25 su 24 davanti al PC senza creare nulla di buonolamerone = utonto linux convinto hacker (generalmente nerd)
    • Anonimo scrive:
      io meno di 2 al mese - ocio a mailinator
      Io ricevo meno spam di te (un paio al mese a dire tanto, su una casella. Sulla seconda per ora nulla e la uso da 6 mesi). Però uso (tah daaaah!) WindowsXP :) che va da dio.Nota: Mailinator non è una soluzione. Lo banneranno, appena si diffonderà. Vedi hotmail.
  • Anonimo scrive:
    Il progetto...
    "...Le password vanno abolite, secondo Gates, perché vanno sostituite con tecnologie biometriche o con smart card capaci di incorporare nuove forme di autenticazione..."Poi aggiunge:"...Dobbiamo sapere chi si connette alla rete..."Tutto per il nostro bene, èh ?!...Ma come sono buoni!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il progetto...
      ok cominci bill gates con il sorgente di windowsi militari con i loro segreti e le industie i loro segreti industiali (coca cola)ferrari ecc....niente segreti per tutti ?a me sta bene, si intende che alche il governo deve metttere i suoi segreti sul campo (ustica, ufo, stragi)
  • Anonimo scrive:
    Ne varrà la pena?
    Spassionatamente:Si tratta di rinunciare a una fetta di libertà e di privacy per tutti per avere qualche "delinquente" in meno.A parte i motivi di chi ha lanciato la proposta, vi sembra che ne valga la pena?Io direi di no.Per piacere rispondete senza mettere motivi o quant'altro, ormai li conosciamo tutti sia i pro che i contro, per cui... :-)Bruno
  • Anonimo scrive:
    Lui sogna un mondo senza chiavi...
    io invece vorrei un mondo senza Cancelli:-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Lui sogna un mondo senza chiavi...
      - Scritto da: Anonimo
      io invece vorrei un mondo senza Cancelli

      :-)Bona, questa!!Anche perche' lui avrebbe il passpartout e potrebbe entrare d'appertutto :-)Proprio un mondo senza chiavi per Billy il gatto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Lui sogna un mondo senza chiavi...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        io invece vorrei un mondo senza Cancelli



        :-)

        Bona, questa!!

        Anche perche' lui avrebbe il passpartout e
        potrebbe entrare d'appertutto :-)

        Proprio un mondo senza chiavi per Billy il
        gatto.e senza finestre!
      • Anonimo scrive:
        Re: ammirazione
        mi sembra di percepire una leggera aura di ammirazione. sbaglio? :P
    • Anonimo scrive:
      Re: Lui sogna un mondo senza chiavi...
      - Scritto da: Anonimo
      io invece vorrei un mondo senza Cancelli

      :-)Ed io senza pinguini :-)
  • Anonimo scrive:
    Solo lo Spam M$

    "Dobbiamo sapere chi si connette alla rete - ha dichiarato il
    chairman Microsoft - perché poter identificare chi è il
    mittente sarà sufficiente per distruggere praticamente il
    problema dello spam".Questo sitema mi sembra un ottimo modo per favorirelo spam fatto solo dagli amici dei controllori (M$) che disporranno di tutti i log degli utenti.Inoltre mi sembra che il 99.9999 % deli utenti di Internetlo usino senza commetere nessun illecito quindi per controllare una piccolissima fetta di utenti si finira per limitare la liberta di tutti.Una trovata geniale W Bill.
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo lo Spam M$

      Questo sitema mi sembra un ottimo modo per
      favorire
      lo spam fatto solo dagli amici dei
      controllori (M$) che disporranno di tutti i
      log degli utenti.
      Indicami il passaggio nel quale BillGates spiega che ci saranno delle aziende che loggano gli utenti... ed in base a cosa poi? Conosci il significato di firma digitale e certificato?riprova e sarai più fortunato
      • Anonimo scrive:
        Re: Solo lo Spam M$
        - Scritto da: Anonimo


        Questo sitema mi sembra un ottimo modo per

        favorire

        lo spam fatto solo dagli amici dei

        controllori (M$) che disporranno di tutti
        i

        log degli utenti.




        Indicami il passaggio nel quale BillGates
        spiega che ci saranno delle aziende che
        loggano gli utenti... ed in base a cosa poi?


        Conosci il significato di firma digitale e
        certificato?

        riprova e sarai più fortunato"Dobbiamo sapere chi si connette alla rete Bill G."Per il resto mi sembra che la frase sia molto vaga e non parla di firme digitali e di certificati.Per come la intendi mi sembra che tutti gli e-mail inviati debbano essere muniti di una firma digitale certificata da qualche ditta speciallizata (M$ & Co.) e tutto il resto deve essere escluso. Non ha senso.Se ti sembra che non ho capito dimmi essattamente cosa intendeva Bill G. con la sua dichiarazione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Solo lo Spam M$

          Se ti sembra che non ho capito dimmi
          essattamente cosa intendeva Bill G. con la
          sua dichiarazione.
          Secondo me voleva dire:"Basta password, portatevi dietro una smart-card o utilizzate la biometria per firmare le vostre mail così sappiamo chi le invia PER DAVVERO, chi fa spam lo becchiamo subito o perchè ha firmato o perchè non firmando gli droppiamo la mail subito"Quindi per accesso intendeva accesso ai servizi SMTP. Gli accessi ad internet sono già loggati dai provider, non vedo come zio Bill possa proporre qualcosa che già avviene.Ecco quindi che io non ci vedo nessun scandalo anzi, consiglio anche io la stessa cosa, ricordiamoci che ci sono diverse CA e software per tutti i gusti, tutte le tasche e tutti i SO.
          • Anonimo scrive:
            Re: Solo lo Spam M$
            - Scritto da: Anonimo


            Se ti sembra che non ho capito dimmi

            essattamente cosa intendeva Bill G. con la

            sua dichiarazione.



            Secondo me voleva dire:
            "Basta password, portatevi dietro una
            smart-card o utilizzate la biometria per
            firmare le vostre mail così sappiamo chi le
            invia PER DAVVERO, chi fa spam lo becchiamo
            subito o perchè ha firmato o perchè non
            firmando gli droppiamo la mail subito"

            Quindi per accesso intendeva accesso ai
            servizi SMTP. Gli accessi ad internet sono
            già loggati dai provider, non vedo come zio
            Bill possa proporre qualcosa che già
            avviene.

            Ecco quindi che io non ci vedo nessun
            scandalo anzi, consiglio anche io la stessa
            cosa, ricordiamoci che ci sono diverse CA e
            software per tutti i gusti, tutte le tasche
            e tutti i SO.E chi mi cerifica che la smart card e' propio quella del mittente dichiarato e non si tratta di un pirata che se la e' faffbricata in cantina con falso nome.Oppure chi mi certifica che l'improna digitale e' propio quella di chi ha inviato l'e-mail e non e' un impostore che dichiara false generalita.ecc...Tutte queste cose devono essere garantite da un atorita di certificazione centrallizata (di solito delle ditte specializzate) dove ci si presenta con carta di identita, ti fanno firmare un contratto e ti cosegnato le tue chiavi personallizate cosi quando si inviera' un e-mail il ricevente potra verificare presso la ditta in questione le generalita del mittente.Una cosa del genere va bene per alcuni e-mail ma non per tutti.Se una cosa del genere dovesse passare tutti quelli che vogliono inviare un e-mail dovranno prima registrarsi in una di queste ditte.Mi sembra un esagerazione.
  • Anonimo scrive:
    Che bello!
    Per poter accedere windows potro' cagare dentro al pc! Ma almeno posso spedirglielo a redmond? Cosi' gli rendo quello che loro mi hanno dato tutti questi anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che bello!
      ma no! così lui farà la spia al frigorifero con cui è collegato in rete via dotnet e gli dirà che tu hai mangiato troppo, così il potentissimo software del frigorifero deciderà che tu sei a dieta e non ti lascerà più mangiaretutto perchè rispetta i sentimenti di linguaggi differenti ora c'è dot neeet visual studio dooot neet
  • Anonimo scrive:
    Che strano
    Premetto che non sono a favore di MS o Bill Gates, mi domando solo quanti di voi vanno in giro per strada con il viso coperto e la macchina/motorino senza targa.Perchè è questo che dovete fare se volete l'anonimato, non dico la privacy che è una cosa molto più elevata della possibilità di inviare una mail senza essere riconosciuti.Per la MIA privacy io preferirei ricevere mail firmate digitalmente ed a garanzia delle mie comunicazioni firmerei le mie, sarebbe facile riconoscere le mail non gradite.Naturalmente è possibile vedere il tutto sotto l'occhio di fantapolitica e pensare che le nostre mail possano essere intercettate e via dicendo, ma non è proprio la firma e la crittografia che evita (o peraltro complica) proprio questo tipo di attività?
    • KerNivore scrive:
      Re: Che strano
      - Scritto da: Anonimo
      Premetto che non sono a favore di MS o Bill
      Gates, mi domando solo quanti di voi vanno
      in giro per strada con il viso coperto e la
      macchina/motorino senza targa.
      Perchè è questo che dovete fare se volete
      l'anonimato, non dico la privacy che è una
      cosa molto più elevata della possibilità di
      inviare una mail senza essere riconosciuti.Ma tu daresti le tue generalita' (complete) al primo sconosciuto che te le chiede per strada ?O quando vai a fare la spesa ?
      Per la MIA privacy io preferirei ricevere
      mail firmate digitalmente ed a garanzia
      delle mie comunicazioni firmerei le mie,
      sarebbe facile riconoscere le mail non
      gradite.Guarda che questo lo puoi fare anche senza l'aiuto di Bill. Tanto per farti un esempio, e senza farti spendere una lira, esiste GnuPG.
      Naturalmente è possibile vedere il tutto
      sotto l'occhio di fantapolitica e pensare
      che le nostre mail possano essere
      intercettate e via dicendo, ma non è proprio
      la firma e la crittografia che evita (o
      peraltro complica) proprio questo tipo di
      attività?Diciamo che hai perso un po il filo del discorso....
      • Anonimo scrive:
        Re: Che strano

        Ma tu daresti le tue generalita' (complete)
        al primo sconosciuto che te le chiede per
        strada ?
        O quando vai a fare la spesa ?
        E' proprio quello il punto, io non fornisco alcuna generalità, giro con la targa ben visibile (non anonimo) ma nessuno sa a chi appartiene la macchina (rispetto della privacy). Se voglio entrare nella azienda dove lavoro o dove ho appuntamento vengo riconosciuto e fatto passare per le cifre della mia targa, se vado al mercato invece nessuno mi chiederà nulla, se investo un pedone scatta la denuncia e trovano chi è stato. L'autenticazione e l'autorizzazione sono concetti che esistono da anni e non si è inventato Gates


        Per la MIA privacy io preferirei ricevere

        mail firmate digitalmente ed a garanzia

        delle mie comunicazioni firmerei le mie,

        sarebbe facile riconoscere le mail non

        gradite.

        Guarda che questo lo puoi fare anche senza
        l'aiuto di Bill. Tanto per farti un esempio,
        e senza farti spendere una lira, esiste
        GnuPG.Ma io sono più che daccordo, alla fine Bill come al solito sta inventando l'acqua calda, lui propone a tutti di iniziare ad usare prodotti simili, ovviamente proporrà i suoi servizi e le sue menate ma il concetto non è sbagliato. E nessuno proibisce l'anonimato, semplicemente io come azienda posso decidere di accettare solo mail firmate, ecco che lo spam finisce (se continua è firmato e so chi mi invia le mail).

        Naturalmente è possibile vedere il tutto

        sotto l'occhio di fantapolitica e pensare

        che le nostre mail possano essere

        intercettate e via dicendo, ma non è
        proprio

        la firma e la crittografia che evita (o

        peraltro complica) proprio questo tipo di

        attività?

        Diciamo che hai perso un po il filo del
        discorso....No, non ho perso il filo, siccome molta gente qua vede la cosa come un attentato alla propria privacy perchè le mail grabbate possono essere facilmente identificate volevo rincuorarli sul fatto che se proprio hanno questa paura possono essere anche crittografate. Il pericolo esiste, non lo nego, a volte vedo un pò di paranoia però.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che strano
          - Scritto da: Anonimo

          Ma tu daresti le tue generalita'
          (complete)

          al primo sconosciuto che te le chiede per

          strada ?

          O quando vai a fare la spesa ?



          E' proprio quello il punto, io non fornisco
          alcuna generalità, giro con la targa ben
          visibile (non anonimo) ma nessuno sa a chi
          appartiene la macchina Sbagli. Tutti possono sapere a chi appartiene ma non chi la stia guidando. Per la prima cosa esiste il PRA (esisteva) che e' pubblico, la seconda cosa invece la puo' accertare solo la polizia con un indagine, ed e' esattamente come avviene oggi per le connessioni internet. Quella che viene identificata e' l'auto non la tua identita',non a caso per togliere i pubti della patente occorre fermarti al momento del fatto. Se comunque decidi di non prendere l'auto ti viene garantito un margine accettabile di anonimato che e' proprio cio' che distingue una societa' libera e democratica da una totalitaria(rispetto della
          privacy). Se voglio entrare nella azienda
          dove lavoro o dove ho appuntamento vengo
          riconosciuto e fatto passare per le cifre
          della mia targa, se vado al mercato invece
          nessuno mi chiederà nulla, se investo un
          pedone scatta la denuncia e trovano chi è
          stato. L'autenticazione e l'autorizzazione
          sono concetti che esistono da anni e non si
          è inventato Gates
          E' un discorso di costi e benefici. Appiccicare un identita' digitale addosso ad una persona ha delle controindicazioni assolutamente superiori ai vantaggi che questa porterebbe alla sicurezza comuneMeglio lo spam che la catalogazione in caste commerciali o politiche, senza contare che chi delinque seriamente supererebbe tali ostacoli magari con la violenza, con l'effetto di aumentare i reati sulle persone senza diminuire quelli informatici.


          Per la MIA privacy io preferirei
          ricevere


          mail firmate digitalmente ed a garanzia


          delle mie comunicazioni firmerei le
          mie,


          sarebbe facile riconoscere le mail non


          gradite.



          Guarda che questo lo puoi fare anche senza

          l'aiuto di Bill. Tanto per farti un
          esempio,

          e senza farti spendere una lira, esiste

          GnuPG.

          Ma io sono più che daccordo, alla fine Bill
          come al solito sta inventando l'acqua calda,
          lui propone a tutti di iniziare ad usare
          prodotti simili, ovviamente proporrà i suoi
          servizi e le sue menate ma il concetto non è
          sbagliato. E nessuno proibisce l'anonimato,
          semplicemente io come azienda posso decidere
          di accettare solo mail firmate, ecco che lo
          spam finisce (se continua è firmato e so chi
          mi invia le mail).Questo gia' lo si puo' fare. Basterebbe incentivare la diffusione della firma (che rimane facoltativa ed inutile al fine dell'accesso alla rete).Ma questo incentiverebbe forse anche l'uso della crittografia cosa che atterrisce le strutture investigative di tutto il mondo ( se tutti cominciassimo ad inviare mail criptate i servizi di sicurezza dovrebbero buttare al cesso tutto l'armamentario che hannon tiratu su in questi anni)



          Naturalmente è possibile vedere il
          tutto


          sotto l'occhio di fantapolitica e
          pensare


          che le nostre mail possano essere


          intercettate e via dicendo, ma non è

          proprio


          la firma e la crittografia che evita (o


          peraltro complica) proprio questo tipo
          di


          attività?



          Diciamo che hai perso un po il filo del

          discorso....

          No, non ho perso il filo, siccome molta
          gente qua vede la cosa come un attentato
          alla propria privacy perchè le mail grabbate
          possono essere facilmente identificate
          volevo rincuorarli sul fatto che se proprio
          hanno questa paura possono essere anche
          crittografate. Il pericolo esiste, non lo
          nego, a volte vedo un pò di paranoia però.IL problema delle mail per me e' quasi secondario, perche' dubito che assicurazioni, aziende, enti previdenziali etc... attuino una tale pratica. Invece il profiling fatto attraverso la navigazione web e' una pratica assolutamente reale. Dalla navigazione web si possono dedurre tante di quelle cose (magari anche errate) che nessun dipartimento marketing saprebbe dire di no a quei dati: stato di salute, gusti alimentari, gusti musicali, opinioni politiche, livello di acculturamento, professione , organizzazione oraria della giornata
          • Anonimo scrive:
            Re: Che strano


            Sbagli. Tutti possono sapere a chi
            appartiene ma non chi la stia guidando. Per
            la prima cosa esiste il PRA (esisteva) che
            e' pubblico, la seconda cosa invece la puo'
            accertare solo la polizia con un indagine,
            ed e' esattamente come avviene oggi per le
            connessioni internet. Quella che viene
            identificata e' l'auto non la tua
            identita',non a caso per togliere i pubti
            della patente occorre fermarti al momento
            del fatto. Se comunque decidi di non
            prendere l'auto ti viene garantito un
            margine accettabile di anonimato che e'
            proprio cio' che distingue una societa'
            libera e democratica da una totalitaria
            Ok ma a meno che ti venga rubata se investi qualcuno riusciranno pure a capire chi è stato... riguardo la patente a punti se si viene a sapere chi era alla guida li tolgono al propietario dell'auto, era una proposta ma mi sembra che sia stata già approvatain ogni caso quello dell'auto era un esempio per dire che nel mondo reale e pratico deve esistere (ed esiste) una qualche regolamentazione e non per questo ci si deve sentire spiati o schedati o controllati.

            E' un discorso di costi e benefici.
            Appiccicare un identita' digitale addosso ad
            una persona ha delle controindicazioni
            assolutamente superiori ai vantaggi che
            questa porterebbe alla sicurezza comune
            Meglio lo spam che la catalogazione in caste
            commerciali o politiche, senza contare che
            chi delinque seriamente supererebbe tali
            ostacoli magari con la violenza, con
            l'effetto di aumentare i reati sulle persone
            senza diminuire quelli informatici.Ma perchè ti senti appiccicato qualcosa? la carta di identità che possiedi ti sembra una violenza alla tua privacy? i certificati digitali esistono, si richiedono, hanno una durata, scadono e si rinnovano, non mi sembra una cosa così grave. La biometria può servire per il riconoscimento e l'uso di un certificato all'interno della tua aziena o PC, nessuno sta dicendo che in internet gira una firma con il mio colore degli occhi, quanti peli ho e quanto sono alto. Già per il fatto cheituoi amici ti riconoscano per strada include una riconoscimento che solo tu ti porti dietro, allora camminiamo tutti con la maschera di jason seci teniamo tanto alla privacy... insomma, esisterà un equilibrio tra uso di certificati e privacy o no?

            Questo gia' lo si puo' fare. Basterebbe
            incentivare la diffusione della firma (che
            rimane facoltativa ed inutile al fine
            dell'accesso alla rete).
            Ma questo incentiverebbe forse anche l'uso
            della crittografia cosa che atterrisce le
            strutture investigative di tutto il mondo (
            se tutti cominciassimo ad inviare mail
            criptate i servizi di sicurezza dovrebbero
            buttare al cesso tutto l'armamentario che
            hannon tiratu su in questi anni)E' quello che ho detto anche io, ripeto: BillGates non inventa niente, semplicemente consiglia un maggior uso di una tecnologia, per questo non vedo il caso di gridare "al lupo al lupo"
            IL problema delle mail per me e' quasi
            secondario, perche' dubito che
            assicurazioni, aziende, enti previdenziali
            etc... attuino una tale pratica. tu ubiti ma sarebbe una buona cosa invece, non per ninete la firma digitale sta prendendo piede al ministero delle finanze
            Invece il
            profiling fatto attraverso la navigazione
            web e' una pratica assolutamente reale.
            Dalla navigazione web si possono dedurre
            tante di quelle cose (magari anche errate)
            che nessun dipartimento marketing saprebbe
            dire di no a quei dati: stato di salute,
            gusti alimentari, gusti musicali, opinioni
            politiche, livello di acculturamento,
            professione , organizzazione oraria della
            giornata
        • Anonimo scrive:
          Re: Che strano
          - Scritto da: Anonimo
          Premetto che non sono a favore di MS o Bill
          Gates, mi domando solo quanti di voi vanno
          in giro per strada con il viso coperto e la
          macchina/motorino senza targa.
          Perchè è questo che dovete fare se volete
          l'anonimato, non dico la privacy che è una
          cosa molto più elevata della possibilità di
          inviare una mail senza essere riconosciuti.

          Per la MIA privacy io preferirei ricevere
          mail firmate digitalmente ed a garanzia
          delle mie comunicazioni firmerei le mie,
          sarebbe facile riconoscere le mail non
          gradite.Probabilmente dici queste cose in buona fede, ma scusami se ti confesso che mi sembre un po' ingenuo.Qui non su tratta di trovare "magicamente" un sistema per impedire l'anonimato delle e-mail. Il discorso è molto più ampio. In realtà quello di cui parla Gates è un altro progetto, meditato da diversi anni da una bella fetta dell'industria informatica e dell'establishment politico. Qui si parla dell'identificazione univoca e sicura di ogni macchina sulla rete, cosa che può realmente avvenire - oltre che, forse, con dei nuovi protocolli - con una identificazione fornita dall'hardware. Attenzione: fornita dall'hardware anche contro la volontà dell'utente ed è un "meccanismo" nel quale l'utente stesso non potrebbe mettere un dito. Ovviamente sto parlando del famigerato trustworthy computer e della volontà di utilizzare lo spettro della sicurezza per portare avanti un ulteriore spinta sulla strada della destandardizzazione.Ognuno la pensi come vuole, io non mi faccio ingannare da chi ha - tanto per fare un esempio di base - fatto il possibile per destandardizzare il "linguaggio" forse più geneticamente standard di tutti, l'HTML. Ai ragazzini consiglio di sfogliarsi qualche serio manuale su internet rpima di sparare cavolate in merito.SalutiProspero
        • Anonimo scrive:
          e basta..
          gli americano mi hanno rotto i coglioni con le loro stronzate
          • Anonimo scrive:
            Re: e basta..
            - Scritto da: Anonimo
            gli americano mi hanno rotto i coglioni con
            le loro stronzatea me invece gli americani hano rotto i coglione
        • MemoRemigi scrive:
          Internet ? Una moda passeggera ! (BG)
          E adesso vorrebbe togliere l'anonimato da internet ?Con cosa poi, con le sue fantaultra tecnologie che non funzionano ?Con le schemrate blu ?Mapperpiacere !Intendiamoci, anche a me lo spam da fastidio, molto, parecchio, troppo fastidio, ma quella di BG è una cacchiata galattica !
        • Anonimo scrive:
          robaccia
          uno non potrebbe crakkare l'impronta di un'altro? da qualche parte ci sono i dati (digitalizzati) per fare il confronto
          • Zeross scrive:
            Re: robaccia
            - Scritto da: Anonimo
            uno non potrebbe crakkare l'impronta di
            un'altro? da qualche parte ci sono i dati
            (digitalizzati) per fare il confrontoSì, ma cos' come oggi uno può crakkare la password di un'altro... solo che l'impronta ce l'hai sempre a portata di dito, non te la devi ricordare a memoria (e le password veramente sicure possono davvero essere un incubo da memorizzare).Zeross
            • Anonimo scrive:
              Re: robaccia
              - Scritto da: Zeross
              - Scritto da: Anonimo

              uno non potrebbe crakkare l'impronta di

              un'altro? da qualche parte ci sono i dati

              (digitalizzati) per fare il confronto

              Sì, ma cos' come oggi uno può crakkare la
              password di un'altro... solo che l'impronta
              ce l'hai sempre a portata di dito, non te la
              devi ricordare a memoria (e le password
              veramente sicure possono davvero essere un
              incubo da memorizzare).


              Zeross... come dire : mandiamo al macero la memoria umana, tanto ci sono i dischi fissi...
            • Anonimo scrive:
              Re: robaccia
              - Scritto da: Zeross
              - Scritto da: Anonimo

              uno non potrebbe crakkare l'impronta di

              un'altro? da qualche parte ci sono i dati

              (digitalizzati) per fare il confronto

              Sì, ma cos' come oggi uno può crakkare la
              password di un'altro... solo che l'impronta
              ce l'hai sempre a portata di dito, non te la
              devi ricordare a memoria (e le password
              veramente sicure possono davvero essere un
              incubo da memorizzare).I betatester microsoft possono usare anche la banana che gli viene data in dotazione per autenticarsi ?E se la mangiano ? Ah beh, ma quello che conta e' la buccia...
              • Zeross scrive:
                Re: robaccia
                - Scritto da: Anonimo

                I betatester microsoft possono usare anche
                la banana che gli viene data in dotazione
                per autenticarsi ?

                E se la mangiano ? Ah beh, ma quello che
                conta e' la buccia...Molto spiritoso davvero... il prossimo venerdì esci e vai a figa invece di scrivere di ste cretinate.Zeross
            • Anonimo scrive:
              Re: robaccia
              - Scritto da: Zeross

              Ogni cosa ha i suoi pro e i suoi contro...
              8)


              Zerossvedi zeross... quello che mi da' fastidio, tralasciando per un momento tutte le considerazioni date sopra, e' che se oggi l'azienda hardware random propone un portatile con scanner biometrico, non lo compra nessuno (_nessuno_). Se domani microsoft dice che la nuova versione di XP supporta di base autenticazione biometrica, trac... tutti i produttori metteranno lo scannerino per le impronte, se non ti autentichi biometricamente sei "out" e tutti riterranno indispensabile fare login con la propria impronta digitale, accogliendo la nuova innovazione, rigorosamente made in redmond...per i polli.
        • gerry scrive:
          Non servirebbe a nulla
          IMHO gli spammer lavorano anche con provider compiacenti.Quando uno spamma già deve usare una connessione è un indirizzo IP.Se non riesci ad identificarlo con questo e non riesci a punirlo cosa vuoi fare di più?
          • Anonimo scrive:
            Re: Non servirebbe a nulla
            - Scritto da: gerry
            IMHO gli spammer lavorano anche con provider
            compiacenti.
            Quando uno spamma già deve usare una
            connessione è un indirizzo IP.
            Se non riesci ad identificarlo con questo e
            non riesci a punirlo cosa vuoi fare di più?Non solo ma anche con server win e non solo win, bucati occorrono contromisure tecniche, ma non estreme in quanto gli spammer troveranno sempre una porticina per spammare.La cosa migliore sarebbe rendere talmente difficile spammare da non essere piu' conveniente.
        • gerry scrive:
          Non servirebbe a nulla
          IMHO gli spammer lavorano anche con provider compiacenti.Quando uno spamma già deve usare una connessione è un indirizzo IP.Se non riesci ad identificarlo con questo e non riesci a punirlo cosa vuoi fare di più?
        • Anonimo scrive:
          Aboliamo la Microsoft
          NON LE PASSWORD...Speriamo che alle prossime elezioni USA non vinca di nuovo Bush se no tocca sciropparsi Micro$oft e il tutto il suo parco software per un'altra legislatura.Abbasso il monopolio. Viva la libera concorrenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Aboliamo la Microsoft
            - Scritto da: Anonimo
            NON LE PASSWORD...
            Speriamo che alle prossime elezioni USA non
            vinca di nuovo Bush se no tocca sciropparsi
            Micro$oft e il tutto il suo parco software
            per un'altra legislatura.

            Abbasso il monopolio. Viva la libera
            concorrenza.perche', IBM non ci ha buttato forse piu' soldi di microsoft nella campagna pro bush? e allora? aboliamo linux perche' la ibm ha fatto eleggere i repubblicani?!?
        • Anonimo scrive:
          Aboliamo la Microsoft
          NON LE PASSWORD...Speriamo che alle prossime elezioni USA non vinca di nuovo Bush se no tocca sciropparsi Micro$oft e il tutto il suo parco software per un'altra legislatura.Abbasso il monopolio. Viva la libera concorrenza.
        • Anonimo scrive:
          Perdere privacy per combattere lo spam..
          Perdere la privacy per combattere lo spam?Questa si che, a mio avviso, mi sembra una cazzata?Sarà che, e non ho ancora capito bene il perchè, di spam ne ricevo pochissimo in ciascuno dei mieni indirizzi, ma la privacy mi sembra una cosa ben più importante dello spam.Non so come la pensate voi, ma rinunciare alla privacy è come smettere di mangiare e morire di fame per combattere il colesterolo (scusate l'esempio del cippio ma è il primo che m'è venuto).
          • Anonimo scrive:
            Re: Perdere privacy per combattere lo spam..
            Hai perfettamente ragionevogliono uccidere una zanzara con bombe termonucleari. Ovviamente lo scopo principale di questa mossa non è sconfigere lo spamming ma poter avere il controllo su tutti quelli che utilizzano servizi internet come le email.Gates imita Bush che pur di mettere le mani sull'iraq disse che aveva armi di distruzione di massa.Per non ricevere spam basta non sganciare il proprio indirizzo email principale su tutti i siti porno che i soliti niubbi della rete frequentano. Che poi sono gli stessi deficienti che ogni volta si connettono tirano giù decine di dialer, worms, backdoor e virus vari.
            • net scrive:
              Re: Perdere privacy per combattere lo spam..

              Per non ricevere spam basta non sganciare il
              proprio indirizzo email principale su tutti
              i siti porno che i soliti niubbi della rete
              frequentano. Che poi sono gli stessi
              deficienti che ogni volta si connettono
              tirano giù decine di dialer, worms, backdoor
              e virus vari.Secondo me tu non hai mai postato su un newsgroup di interesse pubblica.Secondo me non hai mai fatto progetti importanti, nei cui credits risulti il tuo nome ed il tuo indirizzo e-mailSecondo me nella tua società non conti poi tanto, e nella pagina dei contatti della tua società non c'è il tuo indirizzo e-mailCi sono tanti, tanti modi di rendere pubblico il proprio indirizzo e-mail senza frequentare i siti porno di cui parli. Il problema non è se io metto il mio indirizzo in qualche textbox, il problema è se qualcuno se lo prende. Punto.Ciao.NET
              • Anonimo scrive:
                Re: Perdere privacy per combattere lo spam..
                Certo perchè adesso TUTTI hanno un indirizzo email nei titoli di coda di un film o sul sito dell'azienda.Sai ho visto uno che aveva l'indirizzo mail sullo sportello dell'auto.Ma quando ???? renditi conto che forse se dico questo è proprio perchè so come i fessi buttino i propri indirizzi in ogni lurido sito o come rispondano a mail di spamming convinti che sia roba seria.
        • Anonimo scrive:
          MISSION IMPOSSIBLE
          se avete visto film di spionaggio recentiusavano guanti di lattice per simulare le impronte digitali sullo scannere le lenti a contatto per simulare un altro occhioquindi chi vuol far del male aggira l'ostacologli altri finiscono schedati dal Grande Fratello
          • Anonimo scrive:
            Re: MISSION IMPOSSIBLE
            caro max spero davvero che il 59 non si riferisca all'anno di nascita.....topogigio77
          • darkman scrive:
            Re: MISSION IMPOSSIBLE
            1) Appunto, quello e' cinema.2) Ci sono altri sistemi di autenticazione biometrica, piu' affidabili di quelli a cui fai riferimento (es. fondo dell'occhio, non retina).3) E' difficile che il sistema biometrico venga usato da solo, di solito si parla di sistemi a due o tre fattori (es. devi dare anche una password)4) Quando i sistemi biometrici saranno accessibili ad utenze "casalinghe", anche i piu' giovani che frequentano questo forum avranno i capelli bianchi da un pezzo (ancora non ci sono accordi sugli standard)5) Ma perche', utilizzare SSL per SMTP e POP fa cosi schifo? Io ce l'ho al lavoro, e quando il fighetto di turno ha installato ettercap e si è messo a sniffare il traffico sulla mia rete switched è rimasto con un palmo di naso.
        • Anonimo scrive:
          ERA ORA BILL SI E' DIMENTICATO ...
          ...la password del suo pc e' quanlcuno glia ha fatto vedere come si entra anche senza...Poveretto che delusione avra' ricevuto... Cosi ci riprova con la biometria, e' piu' difficile dimenticare una mano, sempre che qualcuno non te la tagli.... ;)
        • Anonimo scrive:
          Pressioni Americane
          Anche io sono convinto che qualcun altro abbia messo in bocca a Gates questa bella quanto inutile idea. Tutti abbiamo documenti di identità, ma non dobbiamo esibirli a nessuno che non sia un pubb. ufficiale o preposto equivalente, non dobbiamo tirarli fuori tutte el volte che entriamo in un bar nè se compraiamo un paio di scarpe.Qui il fine è un altro, lo spam è uno specchietto. Grande ma solo uno specchietto che riflette un problema vero, ma cela altre intenzioni.IMHO.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pressioni Americane
            - Scritto da: Anonimo
            Anche io sono convinto che qualcun altro
            abbia messo in bocca a Gates questa bella
            quanto inutile idea. Tutti abbiamo documenti
            di identità, ma non dobbiamo esibirli a
            nessuno che non sia un pubb. ufficiale o
            preposto equivalente, non dobbiamo tirarli
            fuori tutte el volte che entriamo in un bar
            nè se compraiamo un paio di scarpe.

            Qui il fine è un altro, lo spam è uno
            specchietto. Grande ma solo uno specchietto
            che riflette un problema vero, ma cela altre
            intenzioni.

            IMHO.Certamente. E - altrettanto IMHO - mi sembra difficile non vedere in questa trovata un complemento a Palladium. Il PC, ormai da qualche anno, e' diventato principalmente uno strumento di connettività. Molte persone potranno rifiutare il c.d. trustworthy computer (aka Palladium) ma se attraverso di esso verrà implementato un nuovo set di protocolli, il gioco sarà fatto. Se senza Palladium non ci si potrà connettere (prospettiva ancora lontana attualmente, per carità) è chiaro che altri sistemi operativi e hardware "pulito" serviranno a molto poco. Un ulteriore passo per ridurre il PC ad un decoder. Tutto questo per la sicurezza, of course.SalutiProspero
            • Anonimo scrive:
              Re: Pressioni Americane
              ipv6 tenetelo d'occhio !!
            • KerNivore scrive:
              Re: Pressioni Americane
              - Scritto da: Anonimo
              Certamente. E - altrettanto IMHO - mi sembra
              difficile non vedere in questa trovata un
              complemento a Palladium. Il PC, ormai da
              qualche anno, e' diventato principalmente
              uno strumento di connettività. Molte persone
              potranno rifiutare il c.d. trustworthy
              computer (aka Palladium) ma se attraverso di
              esso verrà implementato un nuovo set di
              protocolli, il gioco sarà fatto. Se senza
              Palladium non ci si potrà connettere
              (prospettiva ancora lontana attualmente, per
              carità)Non e' poi cosi' lontana, visto che la gente e' ben disposta a tutte le "innovazioni" proposte da microsoft, senza un minimo di senso critico. Anzi, le accetta con devozione, e da del paranoico a chi gli fa notare certe cose.E' triste, ma la gente baratta molto facilmente la propria liberta' in cambio di interfacce colorate e musichette.
        • Anonimo scrive:
          Gates puo dire ciò che vuole.
          Basta usare Linux e disabilitare i diritti di root e Gates è fregato.
          • Ekleptical scrive:
            Re: Gates puo dire ciò che vuole.

            Basta usare Linux e disabilitare i diritti
            di root e Gates è fregato.Nessuno ha mai fatto caso al fatto che non c'è nessun bisogno di ricorrere a Linux per "disabilitare i diritti di root", visto che si fa benissimo e con 4 click anche in WIndows XP?
            • Anonimo scrive:
              Re: Gates puo dire ciò che vuole.
              - Scritto da: Ekleptical

              Basta usare Linux e disabilitare i diritti

              di root e Gates è fregato.

              Nessuno ha mai fatto caso al fatto che non
              c'è nessun bisogno di ricorrere a Linux per
              "disabilitare i diritti di root", visto che
              si fa benissimo e con 4 click anche in
              WIndows XP?prot !
            • Anonimo scrive:
              Re: Gates puo dire ciò che vuole.
              - Scritto da: Ekleptical
              Nessuno ha mai fatto caso al fatto che non
              c'è nessun bisogno di ricorrere a Linux per
              "disabilitare i diritti di root", visto che
              si fa benissimo e con 4 click anche in
              WIndows XP?Preferisci che ti faccia scegliere il buco (di WindowsXP dal quale io possa entrare e prendere i permessi di root) o la marca della vaselina che ti faccia sentire meno dolore? :-)4 click per scegliere i bachi di WindowsXP...--Ciao. Mr. Mechano
              • Anlan scrive:
                Re: Gates puo dire ciò che vuole.
                - Scritto da: Anonimo

                Preferisci che ti faccia scegliere il buco
                (di WindowsXP dal quale io possa entrare e
                prendere i permessi di root) o la marca
                della vaselina che ti faccia sentire meno
                dolore? :-)

                4 click per scegliere i bachi di WindowsXP...

                --
                Ciao.
                Mr. MechanoDa te Mechano proprio non mi aspettavo una caduta di stile così fragorosa.1) Cosa c'entrano i diritti di root con lo SPAM ? Per usare un open relay non c'è bisogno di alcun accesso all root.2) Per far diventare OPEN un server SMTP, ove questo supporti l'autenticazione, anche qui non c'è bisogno di alcun accesso alla root.3) Per scassare le balle con mille msg inutili nn c'è bisogno di alcun accesso alla root.
                • Mechano scrive:
                  Re: Gates puo dire ciò che vuole.
                  - Scritto da: Anlan
                  Da te Mechano proprio non mi aspettavo una
                  caduta di stile così fragorosa.
                  1) Cosa c'entrano i diritti di root con lo
                  SPAM ? Per usare un open relay non c'èNon chiederlo a me, perche' lui ha detto che disabilita i diritti di root con 4 click. E fermi lo spam togliendo i diritti di root?
                  bisogno di alcun accesso all root.
                  2) Per far diventare OPEN un server SMTP,
                  ove questo supporti l'autenticazione, anche
                  qui non c'è bisogno di alcun accesso alla
                  root.
                  3) Per scassare le balle con mille msg
                  inutili nn c'è bisogno di alcun accesso alla
                  root.Allora confermi l'inutilita' dell'affermazione di Ekleptical?--Ciao. Mr. Mechano
              • pippo75 scrive:
                Re: Gates puo dire ciò che vuole.


                Preferisci che ti faccia scegliere il buco
                (di WindowsXP dal quale io possa entrare e
                prendere i permessi di root) dove sarebbe questo buco?ciao
              • Anonimo scrive:
                Re: Gates puo dire ciò che vuole.
                che fanatico! il solito "bocca larga" tutte chiacchiere... :D
        • Anonimo scrive:
          La nuova strategia Microsoft
          ...cavalcare l'onda di problemi comuni a tutti (sicurezza e spamming) per sfruttarli a proprio vantaggio (controllo totale su chi entra in internet e palladium). Oggi ho formattato il disco e ho messo su Mandrake 9.2.
          • pippero scrive:
            Re: La nuova strategia Microsoft
            E io a casa mi tengo il mio bel win98se, che difficilmente peste lo coglierà.. Cmq non odio ne sono contro linux, va visto in quale contesto lo si inserisce..
            • Anonimo scrive:
              Re: La nuova strategia Microsoft
              - Scritto da: pippero
              E io a casa mi tengo il mio bel win98se, che
              difficilmente peste lo coglierà..Forse non hai letto bene : secondo il tuo amico bill, tutti i protocolli in uso sono insicuri = vanno sostituiti = ci vuole un os nuovo !Certo tu potrai continuare ad usare win98se, ma non sarai in grado di usare il web ne la posta ne altro.(questo secondo bill)
              • Anonimo scrive:
                Re: La nuova strategia Microsoft
                - Scritto da: Anonimo

                Certo tu potrai continuare ad usare win98se,
                ma non sarai in grado di usare il web ne la
                posta ne altro.

                (questo secondo bill)è che gli sta troppo sull'anima che il SO più diffuso sia ancora W98 e nessuno di loro l'ha aggiornato all'XP. Tutte vendite mancate. Così dice: cambiamo i protocolli, così forziamo anche le ultime sacche di resistenza.Tit.
              • Anonimo scrive:
                Re: La nuova strategia Microsoft
                - Scritto da: Anonimo

                Certo tu potrai continuare ad usare win98se,
                ma non sarai in grado di usare il web ne la
                posta ne altro.

                (questo secondo bill)è che gli sta troppo sull'anima che il SO più diffuso sia ancora W98 e nessuno di loro l'ha aggiornato all'XP. Tutte vendite mancate. Così dice: cambiamo i protocolli, così forziamo anche le ultime sacche di resistenza.Tit.
              • Anonimo scrive:
                Re: La nuova strategia Microsoft
                - Scritto da: Anonimo

                Certo tu potrai continuare ad usare win98se,
                ma non sarai in grado di usare il web ne la
                posta ne altro.

                (questo secondo bill)è che gli sta troppo sull'anima che il SO più diffuso sia ancora W98 e nessuno di loro l'ha aggiornato all'XP. Tutte vendite mancate. Così dice: cambiamo i protocolli, così forziamo anche le ultime sacche di resistenza.Tit.
          • Anonimo scrive:
            Re: La nuova strategia Microsoft
            - Scritto da: Anonimo
            ...cavalcare l'onda di problemi comuni a
            tutti (sicurezza e spamming) per sfruttarli
            a proprio vantaggio (controllo totale su chi
            entra in internet e palladium). Oggi ho
            formattato il disco e ho messo su Mandrake
            9.2.Se per te mandare una mail firmata e crittografat digitalmente è un problema allora scrivi agli sviluppatori di PGP che è da anni che provano a metterci in testa questa idea.PS: PGP esiste anche per linux, stai attento a non usarlo o la MS ti scopre e ti schedano....
        • Anonimo scrive:
          Si ma... io non mi fiderei troppo
          a volte e' anche importante essere anonimi, eliminare completamente l'anonimato dalla rete, oppure renderlo illegale, significa eliminare ogni possibilita' di parlare senza essere schedati. Significa non poter protestare piu' per una ingiustizia subita sul posto di lavoro usando un remailer anonimo, e significa tante altre cose.
          • Anonimo scrive:
            Re: Si ma... io non mi fiderei troppo
            - Scritto da: Anonimo
            a volte e' anche importante essere anonimi,
            eliminare completamente l'anonimato dalla
            rete, oppure renderlo illegale, significa
            eliminare ogni possibilita' di parlare senza
            essere schedati. Significa non poter
            protestare piu' per una ingiustizia subita
            sul posto di lavoro usando un remailer
            anonimo, e significa tante altre cose....allora proponi una soluzione che non sia la solita lista anti-spam fallimentare...
            • pippero scrive:
              Re: Si ma... io non mi fiderei troppo

              ...allora proponi una soluzione che non sia
              la solita lista anti-spam fallimentare...Iniziare a far OBBLIGARE i provider ad usare le rfc elementari, e la verifica del reverse dns.. Gia sarebbe un buon punto di partenza.
              • dotnet scrive:
                Re: Si ma... io non mi fiderei troppo
                - Scritto da: pippero

                ...allora proponi una soluzione che non
                sia

                la solita lista anti-spam fallimentare...

                Iniziare a far OBBLIGARE i provider ad usare
                le rfc elementari, il fatto è che il vero spammer, riesce prima o poi ad avere l'autorizzazione per almeno un server smtp anche superblindato (non è che poi sia tanto difficile...)
                e la verifica del reverse
                dns.. Gia sarebbe un buon punto di partenza.teoricamente è una soluzione valida, ma in pratica e tecnicamente bisognerebbe rivedere un bel po' di cosine affinchè funzioni veramente...
                • pippero scrive:
                  Re: Si ma... io non mi fiderei troppo

                  teoricamente è una soluzione valida, ma in
                  pratica e tecnicamente bisognerebbe rivedere
                  un bel po' di cosine affinchè funzioni
                  veramente...Come hai detto, ho proposto ;) ovviamente ci sarebbe da lavorarci come su tutte le cose. Quel che è vero che adesso LO SPAM ad esempio è un problema non più minimale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Si ma... io non mi fiderei troppo

            a volte e' anche importante essere anonimi,
            eliminare completamente l'anonimato dalla
            rete, oppure renderlo illegale, significa
            eliminare ogni possibilita' di parlare senza
            essere schedati. Significa non poter
            protestare piu' per una ingiustizia subita
            sul posto di lavoro usando un remailer
            anonimo, e significa tante altre cose.Su questo non si discute.. Cmq un remailer accetta l'email cmq anche se arriva da un
          • Anonimo scrive:
            Re: Si ma... io non mi fiderei troppo
            - Scritto da: Anonimo
            a volte e' anche importante essere anonimi,
            eliminare completamente l'anonimato dalla
            rete, oppure renderlo illegale, significa
            eliminare ogni possibilita' di parlare senza
            essere schedati. 1) già adesso non sei anonimo a meno che non ti appoggi a certi servizi o "prendi l'identità" digitale di qualcun altro2) nessuno parla di rendere illegale3) schedati da chi? dalla CIA? guarda che se vuole lo fa già adesso
            Significa non poter
            protestare piu' per una ingiustizia subita
            sul posto di lavoro usando un remailer
            anonimo, e significa tante altre cose.Significa anche che le puoi subire le ingiustizie perchè qualcuno può accusare te in forma anonima o riuscire a mandare mail in tua vece in quanto non protette.
            • Anonimo scrive:
              Re: Si ma... io non mi fiderei troppo
              - Scritto da: Anonimo
              Significa anche che le puoi subire le
              ingiustizie perchè qualcuno può accusare te
              in forma anonima o riuscire a mandare mail
              in tua vece in quanto non protette.Diciamo che a meno che non usi il tuo computer, dal tuo posto di lavoro (o da casa tua) col tuo account internet puoi sempre smascherarlo facilmente.
              • Anonimo scrive:
                Re: Si ma... io non mi fiderei troppo
                - Scritto da: Anonimo

                - Scritto da: Anonimo


                Significa anche che le puoi subire le

                ingiustizie perchè qualcuno può accusare
                te

                in forma anonima o riuscire a mandare mail

                in tua vece in quanto non protette.

                Diciamo che a meno che non usi il tuo
                computer, dal tuo posto di lavoro (o da casa
                tua) col tuo account internet puoi sempre
                smascherarlo facilmente.
                Sessione telnet dietro proxy cinese, molto difficile trovare da chi parte la mail.... o no?
            • Anonimo scrive:
              Re: Si ma... io non mi fiderei troppo
              - Scritto da: Anonimo

              - Scritto da: Anonimo

              a volte e' anche importante essere
              anonimi,

              eliminare completamente l'anonimato dalla

              rete, oppure renderlo illegale, significa

              eliminare ogni possibilita' di parlare
              senza

              essere schedati.

              1) già adesso non sei anonimo a meno che non
              ti appoggi a certi servizi o "prendi
              l'identità" digitale di qualcun altro
              2) nessuno parla di rendere illegale
              3) schedati da chi? dalla CIA? guarda che se
              vuole lo fa già adesso


              Significa non poter

              protestare piu' per una ingiustizia subita

              sul posto di lavoro usando un remailer

              anonimo, e significa tante altre cose.

              Significa anche che le puoi subire le
              ingiustizie perchè qualcuno può accusare te
              in forma anonima o riuscire a mandare mail
              in tua vece in quanto non protette.Eh no! A meno di firma digitale, nessuno può provare che una certa e-mail è mia. Basterebbe incoraggiare l'uso per default della firma digitale per avere la comodità senza rinunciare ad anonimato,privacy e libertà.
        • Anonimo scrive:
          C'e' poco da dire...
          vvattela a pia' nder ...
        • dotnet scrive:
          Ma è possibile...?
          che qualsiasi cosa dica bill gates, deve essere tradotta sempre in frasi come "lo fa solo per i suoi interessi" oppure "tira acqua al suo mulino"... ma vi rendete conto di quanto alcuni stanno cadendo in basso ?
          • pippero scrive:
            Re: Ma è possibile...?
            Non credo si cada in basso. Ti spiego: ad un recente "incontro" organizzato da MS, si è visto e ho documentazione in merito, che ms sta molto optando per queste nuove tecnologie biometriche. Ha intenzione di puntare in questo campo soprattutto nelle PA.Poi come ho detto alcune dichiarazioni le condivido anche, vedi quella dei serventi smtp, in autenticazione, ma è anche vero che anche i loro prodotti MTA non rispettano alcune rfc, e anche questo è un bene placito.Un ultimo input.. E' vero o non è vero che molta della potenza ms si basa sulla loro maschera "commerciale"???
            • Anonimo scrive:
              Re: Ma è possibile...?
              se non rispetta gli rfc non si deve usarese M$ vuole proporre un suo standard si attiene aller reghole del consorzio e ne rende PUBBLICHE le specifiche
          • zuglio scrive:
            Re: Anche l'aids
            - Scritto da: dotnet
            che qualsiasi cosa dica bill gates, deve
            essere tradotta sempre in frasi come "lo fa
            solo per i suoi interessi" oppure "tira
            acqua al suo mulino"...

            ma vi rendete conto di quanto alcuni stanno
            cadendo in basso ?Il fatto è che poi lui non si smentisce mai........domani salterà fuori che ha gia brevettato tale tecnologia e che magari sarà incorporata in longhorn(?)......Bill Gates non parla da esperto informatico purtroppo,ma da esperto manager....
            • zuglio scrive:
              Re: Ma è possibile...?
              scusate,il titolo doveva essere quello in alto... :(
            • dotnet scrive:
              Re: Anche l'aids
              - Scritto da: zuglio

              Il fatto è che poi lui non si smentisce
              mai........domani salterà fuori che ha gia
              brevettato tale tecnologia e che magari sarà
              incorporata in longhorn(?)......non per difendere MS... ma non mi pare che l'azienda di BG abbia mai puntato il suo business sui brevetti più di altre...
              Bill Gates non parla da esperto informatico
              purtroppo,ma da esperto manager....beh... gates può vantarsi di essere l'uno e l'altro... forse non è mai stato un grande genio della programmazione... ma di sicuro conosce bene il suo mestiere in tutte le sue sfumature
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma è possibile...?
            - Scritto da: dotnet
            che qualsiasi cosa dica bill gates, deve
            essere tradotta sempre in frasi come "lo fa
            solo per i suoi interessi" oppure "tira
            acqua al suo mulino"... Farebbe meglio a tirare l'acqua dello sciacquone dopo aver gettatonel cesso questa simpatica idea. Pretendere che chiunque acceda alla rete venga identificato a priori con l'assunzione di una vera e propria identita' digitale ubiquitaria, e' come pretendere che chiunque cammini per strada lo faccia con la propria patente stampata in fronte. Non esiste una tutela sulla riservatezza dei dati raccolti tramite il net che renda minimamente accetabile una tale pratica.La giustizia puo' fare comunque ilo suo corso con le difficolta' che una societa' libera necessariamente impone. Indagini piu' difficili quindi, ma i reati veri continueranno ad essere perseguiti senza bisogno di provvedimenti tanto illiberali; e del resto credo che questa non sia farina del sacco di Mr Gates, e che qualcun'altro lo abbia consigliato a presentare in pubblico quest'idea mettendoci davanti la sua simpatica faccia
            • dotnet scrive:
              Re: Ma è possibile...?
              - Scritto da: Anonimo

              Farebbe meglio a tirare l'acqua dello
              sciacquone dopo aver gettato
              nel cesso questa simpatica idea. Pretendere
              che chiunque acceda alla rete venga
              identificato a priori con l'assunzione di
              una vera e propria identita' digitale
              ubiquitaria, e' come pretendere che chiunque
              cammini per strada lo faccia con la propria
              patente stampata in fronte. guarda che nel mondo fisico non c'è poi tutta questa riservatezza alla quale ti appelli...in fondo se andiamo in giro tutti con la patente o la carta di identità, qualche motivo ci sarà...
              Non esiste una
              tutela sulla riservatezza dei dati raccolti
              tramite il net che renda minimamente
              accetabile una tale pratica.
              La giustizia puo' fare comunque ilo suo
              corso con le difficolta' che una societa'
              libera necessariamente impone. Indagini
              piu' difficili quindi, ma i reati veri
              continueranno ad essere perseguiti senza
              bisogno di provvedimenti tanto illiberali; e
              del resto credo che questa non sia farina
              del sacco di Mr Gates, e che qualcun'altro
              lo abbia consigliato a presentare in
              pubblico quest'idea mettendoci davanti la
              sua simpatica faccia non so... ma l'idea di gates non la vedo poi tanto brutta... forse è da ritoccare un po', ma non mi pare il caso di escluderla a priori
              • Mechano scrive:
                Re: Ma è possibile...?
                - Scritto da: dotnet
                guarda che nel mondo fisico non c'è poi
                tutta questa riservatezza alla quale ti
                appelli...Nel mondo fisico posso permettermi di risponderti di farti i cazzi tuoi se mi chiedi chi sono e cosa faccio e se non sei in "divisa". Qua si parla di autenticarmii, essere identificato e lasciare traccia se ho mandato una mail a mia zia per chiederle la ricetta della pasta al forno alla siciliana.
                in fondo se andiamo in giro tutti con la
                patente o la carta di identità, qualche
                motivo ci sarà...Eppure in Inghilterra la privacy e l'anonimato sono sacri e un cittadino inglese puo' girare senza documenti e/o rifiutasi di darli anche ad un agente di polizia.
                non so... ma l'idea di gates non la vedo poi
                tanto brutta... forse è da ritoccare un po',
                ma non mi pare il caso di escluderla a
                prioriMa sei matto?Gia' veniamo spiati, tracciati e statisticizzati ogni qualvolta usiamo un bancomat per gli acquisti, una fidelity card di un supermarket, visitiamo un sito, guardiamo un film ecc. ecc. Il tutto per permettere alle multinazionali di aggiustare il tiro dei loro business sulle nostre preferenze e te non ci trovi niente di male in un'idea del genere?Internet e' una piazza virtuale, e' una citta' nella quale ci troviamo a colloquiare, guardare le vetrine, studiare ecc. Non e' un provilegio poterlo usare ma un diritto. Io come nel mondo reale voglio non dover dire chi sono e come mi chiamo a chiunque me lo chieda. Non voglio che nessuno tenga traccia di tutto quello che faccio o scrivo, e' mio diritto sia l'anonimato, se ne ho bisogno per scopi non illeciti, che il potermi sentire libero in questo mondo virtuale.Microsoft ci ha rotto i cosiddetti con le sue proposte di controllo, schedatura e tracciatura, e mi stanno antipatici anche quelli che le danno ragione, perche' il controllo su tutto e su tutti e' sempre un male.Per lo spam ci sono altre strade, cosi' per la lotta ai virus e ai cracker, e non e' ne la censura ne la tracciatura di massa per individuare i "maliziosi".La Microsoft e' un'azienda ipocrita cosi' come i suoi leader, sono dei falsi altruisti e tutto cio' che fa non e' per renderci facile e migliore la vita, ma e' solo per suo tornaconto, raggiungere monopoli per schiavizzarci e succhiarci il sangue come la zecca ad un cane, applicando obsolescenza programamta, formati chiusi e non documentati e tante altre pratiche insulse. Una caratteristica non solo di Microsoft ma di tutte le aziende del mondo moderno. L'etica e una sorta di codice d'onore che dettava quali erano i limiti oltre i quali non bisogna andare per non opprimere e mantenere un giusto concetto di "civilta'" sono ormai morti da tempo e chi nel 2003 non ha ancora capito queste cose o e' uno di loro (un imprenditore o dipendente dal cervello lavato, di un'azienda senza etica) o e' un gran minchione, che puo' essere inteso come un gran cretino o semplicemente un bonaccione educato e cresciuto in un istituto di suore che crede ancora nella bonta' e nell'altruismo mostrato nelle brochure pubblicitarie.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
              • Mechano scrive:
                Re: Ma è possibile...?
                Cara redazione di P.I. la frase che riporta la parola "minchione" e' imperonale riferita a terza persona, e non direttamente rivolta alla persona a cui rispondo. Non accetto la censur a questo messagio quindi lo riposto.- Scritto da: dotnet
                guarda che nel mondo fisico non c'è poi
                tutta questa riservatezza alla quale ti
                appelli...Nel mondo fisico posso permettermi di risponderti di farti i cazzi tuoi se mi chiedi chi sono e cosa faccio e se non sei in "divisa". Qua si parla di autenticarmii, essere identificato e lasciare traccia se ho mandato una mail a mia zia per chiederle la ricetta della pasta al forno alla siciliana.
                in fondo se andiamo in giro tutti con la
                patente o la carta di identità, qualche
                motivo ci sarà...Eppure in Inghilterra la privacy e l'anonimato sono sacri e un cittadino inglese puo' girare senza documenti e/o rifiutasi di darli anche ad un agente di polizia.
                non so... ma l'idea di gates non la vedo poi
                tanto brutta... forse è da ritoccare un po',
                ma non mi pare il caso di escluderla a
                prioriMa sei matto?Gia' veniamo spiati, tracciati e statisticizzati ogni qualvolta usiamo un bancomat per gli acquisti, una fidelity card di un supermarket, visitiamo un sito, guardiamo un film ecc. ecc. Il tutto per permettere alle multinazionali di aggiustare il tiro dei loro business sulle nostre preferenze e te non ci trovi niente di male in un'idea del genere?Internet e' una piazza virtuale, e' una citta' nella quale ci troviamo a colloquiare, guardare le vetrine, studiare ecc. Non e' un provilegio poterlo usare ma un diritto. Io come nel mondo reale voglio non dover dire chi sono e come mi chiamo a chiunque me lo chieda. Non voglio che nessuno tenga traccia di tutto quello che faccio o scrivo, e' mio diritto sia l'anonimato, se ne ho bisogno per scopi non illeciti, che il potermi sentire libero in questo mondo virtuale.Microsoft ci ha rotto i cosiddetti con le sue proposte di controllo, schedatura e tracciatura, e mi stanno antipatici anche quelli che le danno ragione, perche' il controllo su tutto e su tutti e' sempre un male.Per lo spam ci sono altre strade, cosi' per la lotta ai virus e ai cracker, e non e' ne la censura ne la tracciatura di massa per individuare i "maliziosi".La Microsoft e' un'azienda ipocrita cosi' come i suoi leader, sono dei falsi altruisti e tutto cio' che fa non e' per renderci facile e migliore la vita, ma e' solo per suo tornaconto, raggiungere monopoli per schiavizzarci e succhiarci il sangue come la zecca ad un cane, applicando obsolescenza programamta, formati chiusi e non documentati e tante altre pratiche insulse. Una caratteristica non solo di Microsoft ma di tutte le aziende del mondo moderno.L'etica e una sorta di codice d'onore che dettava quali erano i limiti oltre i quali non bisogna andare per non opprimere e mantenere un giusto concetto di "civilta'" sono ormai morti da tempo e chi nel 2003 non ha ancora capito queste cose o e' uno di loro (un imprenditore o dipendente dal cervello lavato, di un'azienda senza etica) o e' un gran "minchione", che puo' essere inteso come un gran cretino o semplicemente un bonaccione educato e cresciuto in un istituto di suore che crede ancora nella bonta' e nell'altruismo mostrato nelle brochure pubblicitarie.-- Ciao.Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
              • Mechano scrive:
                Re: Ma è possibile...?
                - Scritto da: dotnet
                guarda che nel mondo fisico non c'è poi
                tutta questa riservatezza alla quale ti
                appelli...Nel mondo fisico posso permettermi di risponderti di farti i cazzi tuoi se mi chiedi chi sono e cosa faccio e se non sei in "divisa". Qua si parla di autenticarmii, essere identificato e lasciare traccia se ho mandato una mail a mia zia per chiederle la ricetta della pasta al forno alla siciliana.
                in fondo se andiamo in giro tutti con la
                patente o la carta di identità, qualche
                motivo ci sarà...Eppure in Inghilterra la privacy e l'anonimato sono sacri e un cittadino inglese puo' girare senza documenti e/o rifiutasi di darli anche ad un agente di polizia.
                non so... ma l'idea di gates non la vedo poi
                tanto brutta... forse è da ritoccare un po',
                ma non mi pare il caso di escluderla a
                prioriMa sei matto?Gia' veniamo spiati, tracciati e statisticizzati ogni qualvolta usiamo un bancomat per gli acquisti, una fidelity card di un supermarket, visitiamo un sito, guardiamo un film ecc. ecc. Il tutto per permettere alle multinazionali di aggiustare il tiro dei loro business sulle nostre preferenze e te non ci trovi niente di male in un'idea del genere?Internet e' una piazza virtuale, e' una citta' nella quale ci troviamo a colloquiare, guardare le vetrine, studiare ecc. Non e' un provilegio poterlo usare ma un diritto. Io come nel mondo reale voglio non dover dire chi sono e come mi chiamo a chiunque me lo chieda. Non voglio che nessuno tenga traccia di tutto quello che faccio o scrivo, e' mio diritto sia l'anonimato, se ne ho bisogno per scopi non illeciti, che il potermi sentire libero in questo mondo virtuale.Micro$oft ci ha rotto i cosiddetti con le sue proposte di controllo, schedatura e tracciatura, e mi stanno antipatici anche quelli che le danno ragione, perche' il controllo su tutto e su tutti e' sempre un male.Per lo spam ci sono altre strade, cosi' per la lotta ai virus e ai cracker, e non e' ne la censura ne la tracciatura di massa per individuare i "maliziosi".La Micro$oft e' un'azienda ipocrita cosi' come i suoi leader, sono dei falsi altruisti e tutto cio' che fa non e' per renderci facile e migliore la vita, ma e' solo per suo tornaconto, raggiungere monopoli per schiavizzarci e succhiarci il sangue come la zecca ad un cane, applicando obsolescenza programamta, formati chiusi e non documentati e tante altre pratiche insulse. Una caratteristica non solo di Microsoft ma di tutte le aziende del mondo moderno.L'etica e una sorta di codice d'onore che dettava quali erano i limiti oltre i quali non bisogna andare per non opprimere e mantenere un giusto concetto di "civilta'" sono ormai morti da tempo e chi nel 2003 non ha ancora capito queste cose o e' uno di loro (un imprenditore o dipendente dal cervello lavato, di un'azienda senza etica) o e' un gran "minchione", che puo' essere inteso come un gran cretino o semplicemente un bonaccione educato e cresciuto in un istituto di suore che crede ancora nella bonta' e nell'altruismo mostrato nelle brochure pubblicitarie.-- Ciao.Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: Mechano
                  - Scritto da: dotnet


                  guarda che nel mondo fisico non c'è poi

                  tutta questa riservatezza alla quale ti

                  appelli...

                  Nel mondo fisico posso permettermi di
                  risponderti di farti i cazzi tuoi se mi
                  chiedi chi sono e cosa faccio e se non sei
                  in "divisa". Qua si parla di autenticarmii,
                  essere identificato e lasciare traccia se ho
                  mandato una mail a mia zia per chiederle la
                  ricetta della pasta al forno alla siciliana.


                  in fondo se andiamo in giro tutti con la

                  patente o la carta di identità, qualche

                  motivo ci sarà...

                  Eppure in Inghilterra la privacy e
                  l'anonimato sono sacri e un cittadino
                  inglese puo' girare senza documenti e/o
                  rifiutasi di darli anche ad un agente di
                  polizia.


                  non so... ma l'idea di gates non la vedo
                  poi

                  tanto brutta... forse è da ritoccare un
                  po',

                  ma non mi pare il caso di escluderla a

                  priori

                  Ma sei matto?
                  Gia' veniamo spiati, tracciati e
                  statisticizzati ogni qualvolta usiamo un
                  bancomat per gli acquisti, una fidelity card
                  di un supermarket, visitiamo un sito,
                  guardiamo un film ecc. ecc. Il tutto per
                  permettere alle multinazionali di aggiustare
                  il tiro dei loro business sulle nostre
                  preferenze e te non ci trovi niente di male
                  in un'idea del genere?
                  Internet e' una piazza virtuale, e' una
                  citta' nella quale ci troviamo a
                  colloquiare, guardare le vetrine, studiare
                  ecc. Non e' un provilegio poterlo usare ma
                  un diritto. Io come nel mondo reale voglio
                  non dover dire chi sono e come mi chiamo a
                  chiunque me lo chieda. Non voglio che
                  nessuno tenga traccia di tutto quello che
                  faccio o scrivo, e' mio diritto sia
                  l'anonimato, se ne ho bisogno per scopi non
                  illeciti, che il potermi sentire libero in
                  questo mondo virtuale.

                  Micro$oft ci ha rotto i cosiddetti con le
                  sue proposte di controllo, schedatura e
                  tracciatura, e mi stanno antipatici anche
                  quelli che le danno ragione, perche' il
                  controllo su tutto e su tutti e' sempre un
                  male.
                  Per lo spam ci sono altre strade, cosi' per
                  la lotta ai virus e ai cracker, e non e' ne
                  la censura ne la tracciatura di massa per
                  individuare i "maliziosi".

                  La Micro$oft e' un'azienda ipocrita cosi'
                  come i suoi leader, sono dei falsi altruisti
                  e tutto cio' che fa non e' per renderci
                  facile e migliore la vita, ma e' solo per
                  suo tornaconto, raggiungere monopoli per
                  schiavizzarci e succhiarci il sangue come la
                  zecca ad un cane, applicando obsolescenza
                  programamta, formati chiusi e non
                  documentati e tante altre pratiche insulse.
                  Una caratteristica non solo di Microsoft ma
                  di tutte le aziende del mondo moderno.

                  L'etica e una sorta di codice d'onore che
                  dettava quali erano i limiti oltre i quali
                  non bisogna andare per non opprimere e
                  mantenere un giusto concetto di "civilta'"
                  sono ormai morti da tempo e chi nel 2003 non
                  ha ancora capito queste cose o e' uno di
                  loro (un imprenditore o dipendente dal
                  cervello lavato, di un'azienda senza etica)
                  o e' un gran "minchione", che puo' essere
                  inteso come un gran cretino o semplicemente
                  un bonaccione educato e cresciuto in un
                  istituto di suore che crede ancora nella
                  bonta' e nell'altruismo mostrato nelle
                  brochure pubblicitarie.

                  --
                  Ciao.
                  Mr. Mechano
                  mechano@punto-informatico.itqualunque crocetta del moderatore non potrà negare il fatto che hai perfettamente ragione sul comportamento di M$ e dei suoi capi(banda)ps : moderatore come fai a censurare Mr.Mechano di fronte a questo ?http://www.wup.it/article.php/sid/4567
                • Mechano scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: Anonimo
                  qualunque crocetta del moderatore non potrà
                  negare il fatto che hai perfettamente
                  ragione sul comportamento di M$ e dei suoi
                  capi(banda)L'affermazione di "Ipocrita e falso altruista" rivolta a Bill Gates, tra l'altro, non e' mia ma piu' volte rivoltagli da Vittorio Agnoletto, uno dei leader e mente pensante dei no-global, in tutte le interviste sia televisive che sulla carta stampata. E mai Agnoletto fu censurato!--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: Mechano

                  - Scritto da: Anonimo


                  qualunque crocetta del moderatore non
                  potrà

                  negare il fatto che hai perfettamente

                  ragione sul comportamento di M$ e dei suoi

                  capi(banda)

                  L'affermazione di "Ipocrita e falso
                  altruista" rivolta a Bill Gates, tra
                  l'altro, non e' mia ma piu' volte rivoltagli
                  da Vittorio Agnoletto, uno dei leader e
                  mente pensante dei no-global, in tutte le
                  interviste sia televisive che sulla carta
                  stampata. E mai Agnoletto fu censurato!

                  --
                  Ciao.
                  Mr. Mechano
                  mechano@punto-informatico.itforse qui a PI hanno 'paura' di ritorsioni legali ? io non me ne intendo molto, ma anche se si dice chiaramente che PI non si assume la responsabilità del contenuto dei post, qualche studio legale plurimiliardario abituato a far cadere nel nulla accuse ad un monopolista , potrebbe inventarsi di sana pianta qualunque cosa...
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?

                  forse qui a PI hanno 'paura' di ritorsioni
                  legali ? io non me ne intendo molto, ma
                  anche se si dice chiaramente che PI non si
                  assume la responsabilità del contenuto dei
                  post, qualche studio legale plurimiliardario
                  abituato a far cadere nel nulla accuse ad un
                  monopolista , potrebbe inventarsi di sana
                  pianta qualunque cosa...uhm le ritorsioni legali le possono allimite fare all'utore del post (anchese è anonimo qui, richiedendo i log)
                • Mechano scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: Anonimo
                  uhm le ritorsioni legali le possono al
                  limite fare all'utore del post (anche
                  se è anonimo qui, richiedendo i log)Eccomi sono l'autore del post.Non temo alcuna ritorsione legale per avere dato a Micro$soft dell'azienda truffaldina e falsa altruista. Sono un semplice portavoce di una coscienza popolare che ha visto inquisire e condannare in tribunali veri con giudici veri quell'azienda per motivazioni che sono proprio accomunabili alla truffa e allo sfruttamento di una condizione di monopolio.Il ricatto perpetrato ai danni dei produttori di PC con le versioni OEM di FindusXP e' palese e conosciuto. I procedimenti aperti su quell'azienda sono molteplici e in tantissimi stati. Recente anche l'accordo con Be Inc. per non andare in tribunale ed essere riconosciuta colpevole anche di altri reati legati alla mancata distribuzione di quel sistema operativo.L'utilizzare tecniche informatiche per infiltrarsi nei dischi degli utenti per cancellarvi file indesiderati come e' accaduto per l'Xbox sono pratiche illecite, rese lecite negli USA da contratti di uso al limite della legalita', ma che hanno colpito anche utenti in Germania dove non credo che questa pratica sia possibile e che la licenza d'acqusito e uso della Xbox sia uguale a quella USA.L'Europa sta indagando ed ha un procedimento aperto per quell'azienda sempre per gli stessi motivi, comportamento truffaldino e falso altruista, sfruttamento di una posizione di monopolio.Che fiducia si puo' avere nelle parole in fatto di privacy e sicurezza provenienti dal massimo dirigente di un'azienda che si comporta cosi'?--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?

                  Che fiducia si puo' avere nelle parole in
                  fatto di privacy e sicurezza provenienti dal
                  massimo dirigente di un'azienda che si
                  comporta cosi'?
                  ...ovviamente nessuna, il problema vero è che di porcherie combinate dalla M$ come quella nei confronti di BeOS ne parlano in pochi, non ho sentito alcun telegiornale parlare di tutto questo. (se non qualceh quotidiano in internet come Wup)il problema è sempre lo stesso, sfruttando la non conoscenza della gente M$ fa la pacchia.Ho avuto occasione di lavorare in una scuola (superiore)ultimamente, c'è da farsi verire i capelli verdi....tutti questi ragazzini che strepitano oooooooooooooooh c'ho l'XP ooooooooooooooooh che fico , che fico, c'ha ppure tutte le iconcine colorate , che fico, che fico...gli insegnanti sono aditrittura peggio (ma ovviamente non sono tutti così !) ho avuto a che fare con un insegnante di informatica al quale ho detto che la linux ,e più in generale l'open source, mette a disposizione 'tonnellate' di righe di codice da studiare, nuovi progetti stimolanti con i quali coinvolgere i ragazzi... di tutta risposta questo idiota mi ha detto che 'se è gratis c'è la fregatura'... l'ho mandato aff.... se solo nelle scuole anzichè farsi le pippe con office si insegnasse ad usare ANCHE (e non solo) unix... la situazione sarebbe ben diversa...
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?


                  uhm le ritorsioni legali le possono al

                  limite fare all'utore del post (anche

                  se è anonimo qui, richiedendo i log)

                  Eccomi sono l'autore del post.
                  Non temo alcuna ritorsione legale per avere
                  dato a Micro$soft dell'azienda truffaldina enon leggo neppure il resto, non mi fregaun fico secco di cosa pensi o non pensi,ho solo sottolineato che se ci devonoessere ritorsioni credo siano nei confrontidell'autore del post.Punto. Stop. Basta. Nulla.I tuoi papocchi spediscili a chi ha lapazienza di leggerli.
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: Mechano

                  - Scritto da: Anonimo

                  L'affermazione di "Ipocrita e falso
                  altruista" rivolta a Bill Gates, tra
                  l'altro, non e' mia ma piu' volte rivoltagli
                  da Vittorio Agnoletto, uno dei leader e
                  mente pensante dei no-global, in tutte le
                  interviste sia televisive che sulla carta
                  stampata. E mai Agnoletto fu censurato! ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Un vero peccato...Che vada a trovarsi un lavoro, Agnoletto...Ma come si mantiene? (ops.. ma come LO MANTENGONO???)
                • Mechano scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: Anonimo

                  interviste sia televisive che sulla carta

                  stampata. E mai Agnoletto fu censurato!
                  ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
                  Un vero peccato...
                  Che vada a trovarsi un lavoro, Agnoletto...
                  Ma come si mantiene? (ops.. ma come LO
                  MANTENGONO???)Non sono affari miei, ma anche se non sono un attivista no-global, come per gli hacker (quelli in gamba, quelli veri) considerati i guardiani della rete, io considero i no-global una sorta di guardiani della societa' e dell'economia.Chi li critica e' esattamente come in questi forum, chi e' pro M$ nonostante i problemi che questa crea e le sue pratiche monopoliste ai limiti della legalita'.Linux, hackers, no-global ecc. Non sono delinquenti, non hanno fini misteriosi, sono semplici persone che hanno ancora un barlume che gli illumina la mente e gli fa vedere i pericoli di pratiche economiche e tentativi di limitare le liberta' dei popoli. E vogliono rendere informatica e vita nella societa' moderna cosa di tutti e non di proprieta' delle multinazionali del profitto.Durante una di quelle stupide trasmissioni in tv di domande a confronto tra Emilio Fede e Vittorio Agnoletto, alla domanda di un'opinione su Bill Gates le risposte furono:E. Fede: Ha tutti quei soldi beato lui!V. Agnoletto: Un falso altruista.Tra l'altro unito a ipocrita in tante altre interviste e commenti in giro per tv, stampa e Internet.E cio' la dice lunga sulla profondita' di intenti e larghezza di vedute di E. Fede rispetto alla presa di coscienza del fenomeno M$ e importanza dell'informatica nel mondo moderno da parte di Agnoletto.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
                • pippo75 scrive:
                  Re: Ma è possibile...?

                  Non sono affari miei, ma anche se non sono
                  un attivista no-global, come per gli hacker
                  (quelli in gamba, quelli veri) considerati i
                  guardiani della rete, io considero i
                  no-global una sorta di guardiani della
                  societa' e dell'economia.Agnoletto n on è mica quello del g8?Andiamo a chiederlo a genovesi allora.I negativi era 4 gati, ma perche' quando ha visto i primi incidenti non ha sospeso tutto?Il fatto che sarebbero successi casini era già a consocenza di tutti, infatti avevano sigillati anche i tombini (lo mostravano giorni prima in tv).
                  Linux, hackers, no-global ecc. Non sono
                  delinquenti, non hanno fini misteriosi, sono
                  semplici persone che hanno ancora un barlume
                  che gli illumina la mente e gli fa vedere iRicordo un prof. che avevo, parlava di quando lui con i suoi compagni e quelli di tutta la scuola (periodo del 68) andavano a scioperare per varie cause (piu' o meno giuste), diceva che a quasi tutti non fregava niente di niente dello scopiero, bastava saltare ore di scuola (Quando andavo a scuola io era la stessa cosa).Vuoi le prove.Lo stesso identico sciopero che fanno la mattina di un giorno scolastico, proponilo una domenica, quelli interessati lo farebbero anche per 4 domeniche consecutive, gli altri no.ciso
              • Anonimo scrive:
                Re: Ma è possibile...?
                - Scritto da: dotnet

                - Scritto da: Anonimo



                Farebbe meglio a tirare l'acqua dello

                sciacquone dopo aver gettato

                nel cesso questa simpatica idea.
                Pretendere

                che chiunque acceda alla rete venga

                identificato a priori con l'assunzione di

                una vera e propria identita' digitale

                ubiquitaria, e' come pretendere che
                chiunque

                cammini per strada lo faccia con la
                propria

                patente stampata in fronte.

                guarda che nel mondo fisico non c'è poi
                tutta questa riservatezza alla quale ti
                appelli...Direi invece che ancora c'e'. Nessuno segue i miei spostamenti o registra i luoghi che visito, tantomeno le conversazioni che tengo con le persone che incontro. Per la strada l'unico attentato alla privacy reale sono le telecamere, peraltro molto limitato almeno finquando non verranno collegate tutte ad una struttura centralizzata munita di software per il riconoscimento facciale (questo sarebbe estremamente grave ovviamente)

                in fondo se andiamo in giro tutti con la
                patente o la carta di identità, qualche
                motivo ci sarà...Puoi benissimo farne a meno, se accetti che un poliziotto possa in caso di accertamento portarti in questura, ma non e' questo il puntoNessuno, tranne le forze dell'ordine, puo' obbligarti a dare le generalita' per associare un tuo comportamento lecito alla tua identita'. Se io parlo con tizio in un bar il barista non puo' chiedere a me e tizio chi siamo, con la proposta di Gates e' quello che accadrebbe su internet. La sicurezza per la mia privacy in questo sistema e' affidata ad una societa' privata che gestisce l'identita' elettronica e questo e' assolutamente inaccettabile.

                Non esiste una

                tutela sulla riservatezza dei dati
                raccolti

                tramite il net che renda minimamente

                accetabile una tale pratica.

                La giustizia puo' fare comunque ilo suo

                corso con le difficolta' che una societa'

                libera necessariamente impone. Indagini

                piu' difficili quindi, ma i reati veri

                continueranno ad essere perseguiti senza

                bisogno di provvedimenti tanto
                illiberali; e

                del resto credo che questa non sia farina

                del sacco di Mr Gates, e che qualcun'altro

                lo abbia consigliato a presentare in

                pubblico quest'idea mettendoci davanti la

                sua simpatica faccia

                non so... ma l'idea di gates non la vedo poi
                tanto brutta... forse è da ritoccare un po',
                ma non mi pare il caso di escluderla a
                prioriNon capisco perche' spalleggiare una simile corbelleriaQuali sono i vantaggi per i semplici utenti di una tale iniziativa? perche' tu dovresti volere una cosa del fenere?
                • pippo75 scrive:
                  Re: Ma è possibile...?

                  Nessuno, tranne le forze dell'ordine, puo'
                  obbligarti a dare le generalita' per
                  associare un tuo comportamento lecito alla
                  tua identita'. Se io parlo con tizio in un
                  bar il barista non puo' chiedere a me e
                  tizio chi siamo, con la proposta di Gates e'
                  quello che accadrebbe su internet. La
                  sicurezza per la mia privacy in questo
                  sistema e' affidata ad una societa' privata
                  che gestisce l'identita' elettronica e
                  questo e' assolutamente inaccettabile.Il problema è che attraverso internet continuano ad arrivare richieste di pagamento, richieste danni ed altre cose con nomi fasulli o falsi.Poi pubblicità mai richiesta (in genere porfonografica).Se la riceve un adulto, questo sa difendersi (purtroppo non è sempre cosi'), ma se percaso dovesse malauguratamente arrivare un un bambino (oppure si proibiace a lui di usare il pc).Per difendere i bambini in alcuni stati hanno addirittura vietato la pubblicità durante i cartoni animati.Se questo serve a difendere i piu' deboli, ben venga.
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  -

                  Per difendere i bambini in alcuni stati
                  hanno addirittura vietato la pubblicità
                  durante i cartoni animati. Hanno fatto bene, visto che quella era specificamente diretta a loro.
                  Se questo serve a difendere i piu' deboli,
                  ben venga.Unisci cose giuste con altre che non lo sono. Ed il link tra protezione dei bambini ed identita' digitale per accesso allarete e'assolutamente inaccettabile. Usare i bambini per ridurre le liberta' comuni e' una pratica che non funziona piu'. Aggiornati, oggi si usa il terrorismo.Questo modo di argomentaregeneralmente mi spiazza perche' lascia la strada della razionalita' per puntare sull'impatto emotivo ma una cosa la dico lo stesso. I bambini devono usare i mezzi che sono in grado di usare. Come nessuno si sognerebbe di dare un auto in mano ad un bambino di 10 anni cosi' il computer andrebbe gestito insieme ai genitori. Un bambino di 10 anni non dovrebbe avere una propria email, non dovrebbe frequentare le chat. E' ovviamente difficile, e c'e' il rischio contrario di abituare i bambini ad essere troppo controllati ma e' l'unica strada.
                • gerry scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: pippo75
                  Il problema è che attraverso internet
                  continuano ad arrivare richieste di
                  pagamento, richieste danni ed altre cose con
                  nomi fasulli o falsi.
                  Poi pubblicità mai richiesta (in genere
                  porfonografica).Truffe, inganni e raggiri esistono anche nella vita reale.I metodi per denunciarle e contrastarle sono rigidamente stabiliti ed affidati a pubblici organismi, il che poi è una delle regole base della democrazia.Perchè per i reati in rete le cose devono andare diversamente? Si passerebbe automaticamente da un'anarchia ad una dittatura.Può anche andare bene un registro centrale, un metodo di autenticazione o quant'altro. Ma non può essere accettato il fatto che a promuoverlo e gestirlo sia un'azienda privata.
                • pippo75 scrive:
                  Re: Ma è possibile...?


                  Perchè per i reati in rete le cose devono
                  andare diversamente? Si passerebbe
                  automaticamente da un'anarchia ad una
                  dittatura.Perche' in rete si puo' essere ingannati anche da paesi dove certe cose non sono puniili, nella vita reale è piu' difficile che accada una cosa simile.
                  Può anche andare bene un registro centrale,
                  un metodo di autenticazione o quant'altro.
                  Ma non può essere accettato il fatto che a
                  promuoverlo e gestirlo sia un'azienda
                  privata.Secondo me invece a fatto bene, pero' dome dici tu deve esere gestito da un ente fuori dalle parti.
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: pippo75




                  Perchè per i reati in rete le cose devono

                  andare diversamente? Si passerebbe

                  automaticamente da un'anarchia ad una

                  dittatura.

                  Perche' in rete si puo' essere ingannati
                  anche da paesi dove certe cose non sono
                  puniili, Ti renderai conto che in questo caso la proposta diGates sia assolutamente ininfluente. Se questo e' lìunicoargomento allora la tua tesi non ha argomenti, mi spiace ;-)
                • pippo75 scrive:
                  Re: Ma è possibile...?


                  Perche' in rete si puo' essere ingannati

                  anche da paesi dove certe cose non sono

                  puniili,

                  Ti renderai conto che in questo caso la
                  proposta di
                  Gates sia assolutamente ininfluente. Se
                  questo e' lìunico
                  argomento allora la tua tesi non ha
                  argomenti, mi spiace ;-)Se tutti devono essere identificabili su internet, allora si potrebbe bloccare tutti quei paesi che non accettano queste regole, dopo tutto anche quando devi passare una frontiera tu devi essere riconosciuto al confine altrimenti rimani fuori.Dato che i provider non sembrano cosi' interessati a questo problema, tu cosa consiglieresti?ciao
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: pippo75



                  Perche' in rete si puo' essere
                  ingannati


                  anche da paesi dove certe cose non sono


                  puniili,



                  Ti renderai conto che in questo caso la

                  proposta di

                  Gates sia assolutamente ininfluente. Se

                  questo e' lìunico

                  argomento allora la tua tesi non ha

                  argomenti, mi spiace ;-)

                  Se tutti devono essere identificabili su
                  internet, allora si potrebbe bloccare tutti
                  quei paesi che non accettano queste regole,
                  dopo tutto anche quando devi passare una
                  frontiera tu devi essere riconosciuto al
                  confine altrimenti rimani fuori.Ah, la globalizzazione! Le nazioni unite gia' non funzionano nella vita reale e tu ne vorresti replicare l'esistenza pure su internet?Siamo seri, suvvia.
                  Dato che i provider non sembrano cosi'
                  interessati a questo problema, tu cosa
                  consiglieresti?Di lasciare tutto come e' ora, che di problemi seri non ce ne sono davvero. Per lo spam basterebbe un approccio serio alle black list, e un po di comune repressione poliziesca.
                • pippo75 scrive:
                  Re: Ma è possibile...?

                  Ah, la globalizzazione! Le nazioni unite
                  gia' non funzionano nella vita reale e tu ne
                  vorresti replicare l'esistenza pure su
                  internet?
                  Siamo seri, suvvia.Se non ti piace la globalizzazione cosa fai su internet?Le nazioni unite non funzionano solo perche' c'e' chi vuole fare il furbo, se questi potessero essere isolati vedresti che tutto funzionerebbe meglio e questi si darebbero una calmata e si regolarizzarebbero.
                  Di lasciare tutto come e' ora, che di
                  problemi seri non ce ne sono davvero. Per lo
                  spam basterebbe un approccio serio alle
                  black list, e un po di comune repressione
                  poliziesca.Anche per me potrebbe andare bene, tanto ho l'adsl, ma per tutte le persone che hanno una linea normale, questo significa anche tempi di connessione lunghi, quindi costi maggiori........Poi perche' io devo subire, ricevere messaggi di cattivo gusto da gente che non ha il coraggio di identificarsi.Saresti contento di ricevere un pachetto, e quando lo apri che ti scopiasse addosso, nel mondo informatico i virus sono quello (e non parlo solo di windws, ma anche di altri OS).ciao
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: pippo75

                  Ah, la globalizzazione! Le nazioni unite

                  gia' non funzionano nella vita reale e tu
                  ne

                  vorresti replicare l'esistenza pure su

                  internet?

                  Siamo seri, suvvia.

                  Se non ti piace la globalizzazione cosa fai
                  su internet?La globalizzazione che fa schifo e' quella dove uno(il piu' forte) impone qualcosa a tutti gli altri. Secondo te da domani uno stato deve obbligare i propri cittadini a farsi riconoscere GLOBALMENTE su internet e a cedere le proprie informazioni personali a nazioni, enti, aziende STRANIERE.Ma scherziamo????

                  Le nazioni unite non funzionano solo perche'
                  c'e' chi vuole fare il furbo, se questi
                  potessero essere isolati vedresti che tutto
                  funzionerebbe meglio e questi si darebbero
                  una calmata e si regolarizzarebbero.Le nazioni unite non funzionano perche' ci sono 5 nazioni chepossono decidere per tutti. E tu vorresti un sistema su internet che de facto replicasse tale sconceria. Senza contare poi che vista l'incapacita' talvolta di mettersi d'accordo tra di loro (rara del resto) oltre all'iniquita' si assomma il caos.

                  Di lasciare tutto come e' ora, che di

                  problemi seri non ce ne sono davvero. Per
                  lo

                  spam basterebbe un approccio serio alle

                  black list, e un po di comune repressione

                  poliziesca.

                  Anche per me potrebbe andare bene, tanto ho
                  l'adsl, ma per tutte le persone che hanno
                  una linea normale, questo significa anche
                  tempi di connessione lunghi, quindi costi
                  maggiori...Ma perfavore. Uno che abbia un minimo di cervello sa bene come mantenere pulita la propria email principale.
                  Poi perche' io devo subire, ricevere
                  messaggi di cattivo gusto da gente che non
                  ha il coraggio di identificarsi.Perche' la maggiorparte di quelli che scrivono email, frequentano le chat o i newsgroup, non potrebbero piu' farlo a cuor leggero. Prima di dire che qualcosa non mi sta bene ci penserei dieci volte se sapessi che automaticamente quello che dico puo' venir associato alla mia identita'.Pensa se io fossi un dipendente Microsoft, non dovreipreoccuparmi per quello che dico qua?Se invece diffamo qualcuno le cose cambiano. Arriva la polpost che dal provider tira giu' i log di connessione e li associa con quelli del manutentore del messaggio, dopodiche' mi arriva a casa il mandato di comparizione.ciao
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?

                  Se questo serve a difendere i piu' deboli,
                  ben venga.Mi associo a quanto detto daglialtri: usarli come argomento perlimitare la libertà personale èI N A C C E T T A B I L EIn ogni caso è il solito argomentocapzioso: come ha già fatto notarequalcuno i problemi reali sono nelmondo reale e marginalmente
              • Anonimo scrive:
                Re: Ma è possibile...?
                Finchè io non faccio nulla di illegale, ho il diritto di mantenere in qualunque caso il mio anonimato (tranne nei casi in cui richiedo dei dati a cui posso accedere solo tramite la mia identità ovviamente, tipo stato di famiglia, ecc.).Solo nel momento in cui faccio qualcosa di illegale chi di dovere può indagare e scoprire la mia identità; comunque a posteriori...Questo in via generale, vi sono casi particoli in cui questo non vale, ma sono molto rari e previsti dalla legge
              • Anonimo scrive:
                Re: Ma è possibile...?
                - Scritto da: dotnet

                - Scritto da: Anonimo



                Farebbe meglio a tirare l'acqua dello

                sciacquone dopo aver gettato

                nel cesso questa simpatica idea.
                Pretendere

                che chiunque acceda alla rete venga

                identificato a priori con l'assunzione di

                una vera e propria identita' digitale

                ubiquitaria, e' come pretendere che
                chiunque

                cammini per strada lo faccia con la
                propria

                patente stampata in fronte.

                guarda che nel mondo fisico non c'è poi
                tutta questa riservatezza alla quale ti
                appelli...

                in fondo se andiamo in giro tutti con la
                patente o la carta di identità, qualche
                motivo ci sarà...


                Non esiste una

                tutela sulla riservatezza dei dati
                raccolti

                tramite il net che renda minimamente

                accetabile una tale pratica.

                La giustizia puo' fare comunque ilo suo

                corso con le difficolta' che una societa'

                libera necessariamente impone. Indagini

                piu' difficili quindi, ma i reati veri

                continueranno ad essere perseguiti senza

                bisogno di provvedimenti tanto
                illiberali; e

                del resto credo che questa non sia farina

                del sacco di Mr Gates, e che qualcun'altro

                lo abbia consigliato a presentare in

                pubblico quest'idea mettendoci davanti la

                sua simpatica faccia

                non so... ma l'idea di gates non la vedo poi
                tanto brutta... forse è da ritoccare un po',
                ma non mi pare il caso di escluderla a
                prioriVabbeh, risolviamo il TUO problema. Vattene a vivere in Cina. Li c'e' tutto il controllo che DESIDERI TU, quanto a me, io qui sto bene, Billy e le sue troiate mi FANNO UN BAFFO.
            • pippo75 scrive:
              Re: Ma è possibile...?

              ubiquitaria, e' come pretendere che chiunque
              cammini per strada lo faccia con la propria
              patente stampata in fronte. Non esiste una
              tutela sulla riservatezza dei dati raccolti
              tramite il net che renda minimamente
              accetabile una tale pratica.Al tempo avevo sentito (potrei sbagliare) di una legge che parla proprio di questo, quando giri per strada devi essere facilmente identificabile dalle forze dell'ordine e coprirsi il viso senza motivo non era consentito se non in casi particolari (leggi carnevale), questo perche' un terrorista potrebbe girare mascherato e non faresi riconoscere.
              • Mechano scrive:
                Re: Ma è possibile...?
                - Scritto da: pippo75
                Al tempo avevo sentito (potrei sbagliare) di
                una legge che parla proprio di questo,
                quando giri per strada devi essere
                facilmente identificabile dalle forze
                dell'ordine e coprirsi il viso senza motivo
                non era consentito se non in casi
                particolari (leggi carnevale), questo
                perche' un terrorista potrebbe girare
                mascherato e non faresi riconoscere.Se per quello sarebbe vietato fare lampeggi ai colleghi motociclisti per avvisarli che ci stanno gli sheriffi e quindi prendere le dovute misure di cautela (ridurre velocita', coprire targa e scappare in impennata facendo marameo, premere tasto di chiusura scarichi aperti a sonorita' variabile ecc. eheheh).Gli sheriffi dicono che e' vietato perche' uno dei nostri colleghi motociclisti potrebbe essere un pericoloso bandito o latitante che cosi' cambierebbe strada. --Ciao. Mr. Mechano
              • warrior666 scrive:
                Re: Ma è possibile...?
                Scusate ma questi ragionamenti mi fanno incazzare, è come dire per avere la certezza della sicurezza rinunciamo completamente alla libertà. Prima bisogna vedere le necessità di sicurezza di una determinata situazione o di un periodo e prendere le contromisure più idonee. In generale il principio base è che la mia liberta finisce dove comincia la tua, il che implica che fino a che cammini per la strada senza fare niente di male o non entri nelle mie proprietà hai tutto il diritto di farti gl'affari tuoi di essere anonimo e di non essere controllato. Giustamente esistono organi preposti a tenere sotto controllo determinate persone che vengono ritenute sospette. La privacy è un argomento molto delicato e importante nel secolo dell'informatica, non è possibile fare di tutta l'erba un fascio ma a priori tutti devono essere tutelati e garantiti salvo che poi abusino di queste garanzie... Microsoft e molto più in generale l'industria vede questa possibilità di controllo non solo come una garanzia di sicurezza ma sopratutto come una gallina dalle uova d'oro per ottimizzare e incanalare il loro business.
                • pippo75 scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: warrior666
                  Scusate ma questi ragionamenti mi fanno
                  incazzare, è come dire per avere la certezza
                  della sicurezza rinunciamo completamente
                  alla libertà.Ma chi vuole ledere la tua libertà, si vuole solo dire: Vuoi accedere ad internet, bene fatti riconoscere in modo che se commetti azioni non opportune tutti sapranno che sei stato tu ed al limite il tuo provider stacca il collegamento.Vuoi inviarmi un messaggio di posta, dimmi chi sei e non dirmi un nome che non è tuo.Ho il computer pieno di falle, non me ne frega niente, tu non devi manometterlo inviandomi file/programmi che fanno queste operazioni. (nel caso specifico: IE/OE, programmi proprio di bill gates e che non uso)opggi mi è arrivato (tra i tanti) un messaggio indirizzato ad ca3s4r@.......it (ho tolto il provider per la privacy), il destinatario non ero neanche io (come ha fatto giungere a me questo messaggio?.
                  sospette. La privacy è un argomento molto
                  delicato e importante nel secolo
                  dell'informatica, non è possibile fare di
                  tutta l'erba un fascio ma a priori tutti
                  devono essere tutelati e garantiti salvo che
                  poi abusino di queste garanzie... Ma visto che ci sono molti furbi che fingono di essere altri (ad es. Microsoft) e inviano virus, offerte commerciali ed altro.Dato che ci sono gli allocchi che abboccano, Bill gates (e magari l'idea non è solo sua) ha detto facciamo in modo che qusto truffatote debba essere rintracciabile.Si vuole che internet diventi il mercato del futuro, si preferisce un mercato di anonimi o finti nomi oppure un mercato di utenti che sicuramente sono quelli veri e non identità appropriate.
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  che ip hai ?sei gia rintracciabile a POSTERIRI DI UN REATOquindi M$ che con sta a romperese non fai reati hai il diritto di rimanere anonimoallora giriamo la matassamario rossi via pincopallo MIadesso se sto mario rossi dice qualcosa a qualcuno e questo qualcuno perche e' celebroleso lo trova e lo ammazzase ha solo un ip deve fare denuncia, per avere l'inderizzocosa diversa e' un acquisto di un bene o serviziote lo fai mandare in contrassegno e lo paghi con il contantee vedi che le truffe sulle CC finisconohai paura per la TUA CC ?non usarla su internet o fatti al massimo una ricaricabileci carichi quello che vuoi e non puo andare sottoquindi se carichi 100 euri perdi al massimo quellitruffe raggiri ecc... pensatela sempre LUI mi vuole fottere !!adesso sta da li a vedere di quanto puo essere il fotterese il rischio e' acettabile si fa l'acquisto altrimenti nullaricordiamoci una cosa il cointante esiste il conto in banca non sono soldi spendibili e non esistonose hai 100 euro puoi mangiare al ristorante, se hai il bancomat non e' detto che puoi pagare il contola teconologia e' comoda ma e' meglio starci alla largabill gates non potra impedire a uno di creare un impornta falsa e usarladi un dito o di un occhio quindi bill gates NON puo in alcun modo garantire la sicurezza, e piu difficile sapere una password che recuperare un impronta fisicati taglio una mano (o la "copio") o ti stacco un occhioovvio che la cosa per essere a sti livelli diventa da film di fantascienza (ne abbiamo visti) con occhi finti e ditae abbiamo visto anche il dito di plastica del cinese che frega i lettori biomerici, ma poi cosa c'e' di cosi segreto da arrivare a questi puntila password NON puo mancare dato che e' l'unica cosa che dice se la persona con la cui hai a che fare sia in vita
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma è possibile...?
            - Scritto da: dotnet
            che qualsiasi cosa dica bill gates, deve
            essere tradotta sempre in frasi come "lo fa
            solo per i suoi interessi" oppure "tira
            acqua al suo mulino"... Passport è un colabrodo che rischia il pesante intervento da parte delle autorità americane.Da qui la splendida idea di bill.Strano che ultimamente sia diventato un paladino della sicurezza, della difesa dei minori e della difesa dei consumatori.
            ma vi rendete conto di quanto alcuni stanno
            cadendo in basso ?Si, proprio in basso.Il tutto senza nessun spirito polemico, semplicemente sono oltre 20 anni che abbiamo a che fare con questo individuo e lo conosciamo fin troppo bene.grunch
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma è possibile...?
            - Scritto da: dotnet
            che qualsiasi cosa dica bill gates, deve
            essere tradotta sempre in frasi come "lo fa
            solo per i suoi interessi" oppure "tira
            acqua al suo mulino"... La credibilita` del personaggio e` quella che e`.Un gradino sotto quella di Vanna Marchi.Mica per lui, per windows o quant'altro, vale lo stessoper i boss di IBM che spingono linux.Sono a capo, e non per caso, di multinazionali cha seguono una sola legge, una sola morale: il profitto.E` possibile concedergli una pur minima credibilita` quando parlano di cose attinenti al loro business?
            • Anonimo scrive:
              Re: Ma è possibile...?
              - Scritto da: Anonimo

              Mica per lui, per windows o quant'altro,
              vale lo stesso
              per i boss di IBM che spingono linux.
              Sono a capo, e non per caso, di
              multinazionali cha seguono una sola legge,
              una sola morale: il profitto.
              guai se non fosse così... a quest'ora i no global girerebbero con la clava anziché con la mazza da baseball...tutti viviamo per un profitto e per la proprietà... se non ti/vi sta bene, andata pure a vivere sulla luna... lì non c'è nulla da potere "avere"...se poi bill gates vuole dare una sua opinione su un fenomeno come lo spam, non vedo cosa ci sia di tanto scandaloso...o volete tappargi la bocca, miei cari comunisti stalinisti ?
              • Anonimo scrive:
                Re: Ma è possibile...?


                se poi bill gates vuole dare una sua
                opinione su un fenomeno come lo spam, non
                vedo cosa ci sia di tanto scandaloso... Nulla, il problema e` un'altro.Il problema e` che pare che per alcuni illuminati turbo-capitalisti pare sia invece estremamente scandaloso mettere in dubbio che tale opinione siadisinteressata.
              • Mechano scrive:
                Re: Ma è possibile...?
                - Scritto da: Anonimo
                tutti viviamo per un profitto e per la
                proprietà... se non ti/vi sta bene, andata
                pure a vivere sulla luna... lì non c'è nulla
                da potere "avere"...Le tre fasi in cui passa la vita di un individuo in una qualsiasi societa', secondo molti filosofi sono 3: La sopravvivenza, la socializzazione, il divertimento.Ci sono societa' (paesi poveri) che a malapena riescono a superare la prima.E societa' che per freddezza e pochezza dell'educazione dei suoi componenti e diffidenza nel prossimo costruita artificialmente facendo leva sui sentimenti dell'invidia e dell'egoismo (paesi ricchi specie del nord del mondo) a fatica riesce nella seconda.Ma se si riesce ad avere un grado di benessere sufficiente a superare la prima (sopravvivenza), una cultura ed educazione che rende possibile la seconda (socializzazione), e tempo libero per poter passare alla terza fase, allora si sara' degli individui e una societa' felice.In nessuna di queste 3 fasi vedo l'importanza del denaro o dell'accumulo di ricchezza e beni, come fine ultimo. E' solo un'aberrazione del nostro secolo, che vede l'impossibilita' o la difficolta' a socializzare dopo superata la fase di sopravvivenza. E la mancanza di tempo e voglia per il divertimento a causa della concezione weberiana del lavoro e sull'eccessiva focalizzazione e ottimizzazione della nostra vita sull'obietivo del profitto che fa solo lavorare.
                se poi bill gates vuole dare una sua
                opinione su un fenomeno come lo spam, non
                vedo cosa ci sia di tanto scandaloso...La sua opinione non e' disinteressata, la soluzione che propone e' a dir poco assurda o anche pazzesca a seconda dei punti di vista. E nasconde non solo pericoli per tutti ma puzza anche di imbeccata proveniente da altrove, non so se da organismi politici o economici...
                o volete tappargi la bocca, miei cari
                comunisti stalinisti ?Affermazione fuori luogo e senza senso, ed anche pressapochista.Teoricamente il comunismo e' un'ideologia perfetta ma solo in linea teorica, quindi utopica.In tutti gli esempi di comunismo nel mondo si e' visto accentramento dei poteri e controllo delle identita' e delle opinioni.Asservimento al potere e calpestio dei diritti dei singoli per il presunto bene dei tanti.Aspetta! Io ci vedo invece una strana analogia con quello che fa Micro$oft. Controllo delle identita', calpestio dei diritti degli utenti per il bene dei "pochi" dirigenti e dipendenti di quell'azienda camuffato da bene della comunita' che non soffrira' piu' dello spam.Tracciatura e accumulo centralizzato di informazioni su preferenze, corrispondenza (e-mail), gusti degli utenti e loro utilizzo per scopi commerciali o rivendita a terzi sempre per scopi commerciali.Fa leva su un problema attuale per proporre soluzioni che prevedono l'introduzione di standard chiusi e proprietari per soli scopi commerciali.Tu accusi di essere comunisti persone che invece stanno traducendo le parole di Bill Gate$ per renderle piu' comprensive e individuare i pericoli che si leggono tra le righe.C'e' una nuova dittatura nel mondo, quello delle multinazionali del profitto. Ed e' peggio di qualsiasi altro precedente politico.E' da un po' che si nota questo fenomeno ma tra i forum di Punto Informatico ci sono sempre piu' persone che difendono posizioni e opinioni di quest'azienda (Micro$oft). E la cosa e' grave, perche' Punto Informatico e' talmente letto e i suoi forum seguiti da rendere necessario per M$ di pagare persone per difendere i suoi prodotti e il suo business?--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
                • Anonimo scrive:
                  Re: Ma è possibile...?


                  La sua opinione non e' disinteressata, la
                  soluzione che propone e' a dir poco assurda
                  o anche pazzesca a seconda dei punti di
                  vista. E nasconde non solo pericoli per
                  tutti ma puzza anche di imbeccata
                  proveniente da altrove, non so se da
                  organismi politici o economici...Se ti sembra assurdo usare cerificati e firme digitali vallo a spiegare a quelli di putty, openssh, al ministero delle finanze ecc. ecc.
                • Mechano scrive:
                  Re: Ma è possibile...?
                  - Scritto da: Anonimo
                  Se ti sembra assurdo usare cerificati e
                  firme digitali vallo a spiegare a quelli di
                  putty, openssh, al ministero delle finanze
                  ecc. ecc.Ora ne ho la prova certa.Ci sono individui che difendono a tuti i costi le posizioni di Micro$oft sempre provando a nominare certificazioni, firme e compagnia bella.Cio' che hai nominato sono uffici pubblici, ma soprattutto comunicazioni e documenti sensibili in cui il mittente deve essere dientificato in maniera certa per certificare la veridicita' e l'autenticita' della comunicazione. OpenSSH e la criptazione oltre che altre tecniche per l'identificazione servono sia per la segretezza del documento che per la certezza della provenienza.Il paragone che fai e' completamente fuori luogo perche' nomini tecnologie di criptazione quando la questione delle affermazioni di Bill Gate$ e' sulla identificazione certa del mittente indipendentemente dalle sue comunicazioni.Chiede il sacrificio della privacy in nome dell'identificazione di mail indesiderate, o pericolose o diffamatorie o qualsiasi altra cosa siano.Saranno impossibili denunce e segnalazioni anonime che sono utili e sacrosante. Non si potra' manco fare lo scherzo di dare del cornuto al proprio cognato via e-mail anonima perche' si sara' sempre identificabili.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.ir
              • warrior666 scrive:
                Re: Ma è possibile...?
                non sono molto d'accordo sulla tua filosofia di vivere per il profitto e la proprietà, sarà anche la base del nostro vivere civile e moderno ma spero non sia tutto lì perchè sarebbe veramente molto triste... sono di destra anche se non mi riconosco in nessun partito.
              • Anonimo scrive:
                Re: Ma è possibile...?
                - Scritto da: Anonimo

                - Scritto da: Anonimo



                Mica per lui, per windows o quant'altro,

                vale lo stesso

                per i boss di IBM che spingono linux.

                Sono a capo, e non per caso, di

                multinazionali cha seguono una sola legge,

                una sola morale: il profitto.



                guai se non fosse così... a quest'ora i no
                global girerebbero con la clava anziché con
                la mazza da baseball...

                tutti viviamo per un profitto e per la
                proprietà... se non ti/vi sta bene, andata
                pure a vivere sulla luna... lì non c'è nulla
                da potere "avere"...

                se poi bill gates vuole dare una sua
                opinione su un fenomeno come lo spam, non
                vedo cosa ci sia di tanto scandaloso...

                o volete tappargi la bocca, miei cari
                comunisti stalinisti ?E' vero! Basta con questi comunisti in malafede (come tutti i comunisti)che censurano sui mediai poveri miliardari (in dollari). Basta con questi delinquenti no globalche imbavagliano i poveri amministratori delegati delle altrettanto povere multinazionali multimiliardarie (in dollari eo euro) solo perche' proteggono il profitto dalle pretese assurde delle massaie, degli operai e financo degli impiegati di concetto (tutte categorie di sporchi reazionari anarchici).E basta anche con questi divieti a parcheggiare nel centro storico che e' gia' la quinta multa che becco in un mese, che dovrei fare, andare a vivere in periferia per far contenti voi comunistelli?!!holacrack
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma è possibile...?
            - Scritto da: dotnet
            che qualsiasi cosa dica bill gates, deve
            essere tradotta sempre in frasi come "lo fa
            solo per i suoi interessi" oppure "tira
            acqua al suo mulino"...

            ma vi rendete conto di quanto alcuni stanno
            cadendo in basso ?certo, tra un po' mi dirai che Riina e' perseguitato dai comunisti, e che fa' bene a lamentarsi con i suoi avvocati ( che come minimo staranno in parlamento ) A me sembra che tu sia sceso cosi' in basso, che non ti rimane altro che raschiare.
        • Anonimo scrive:
          Olè
          "Dobbiamo sapere chi si connette alla rete - ha dichiarato il chairman Microsoft - perché poter identificare chi è il mittente sarà sufficiente per distruggere praticamente il problema dello spam"E' un grande............pirla
          • Anonimo scrive:
            Re: Olè
            - Scritto da: Anonimo
            "Dobbiamo sapere chi si connette alla rete -
            ha dichiarato il chairman Microsoft - perché
            poter identificare chi è il mittente sarà
            sufficiente per distruggere praticamente il
            problema dello spam"

            E' un grande............


            pirlaOddio, magari il fatto di sapere precisamente chi sei non è una bella idea, ma già il fatto di rendere l'smtp non anonimo già sarebbe molto. Se non lo sai, chiunque può mandare una mail con il tuo indirizzo, spacciandosi per te, senza minimamente conoscere la tua password.. non ti darebbe fastidio che qualcun altro invii delle mail spacciandosi per te e magari andando a combinare dei casini? o magari anche tu sei uno spammer e allora on poterti spacciare per un altro ti da' fastidio?
            • Mechano scrive:
              Re: Olè
              - Scritto da: Anonimo
              Oddio, magari il fatto di sapere
              precisamente chi sei non è una bella idea,
              ma già il fatto di rendere l'smtp non
              anonimo già sarebbe molto. Se non lo sai,
              chiunque può mandare una mail con il tuo
              indirizzo, spacciandosi per te, senza
              minimamente conoscere la tua password.. non
              ti darebbe fastidio che qualcun altro invii
              delle mail spacciandosi per te e magari
              andando a combinare dei casini? o magari
              anche tu sei uno spammer e allora on poterti
              spacciare per un altro ti da' fastidio?Non diciamo baggianate per cortesia!!L'header personalizzato dentro al programma di posta permette a chiunque di prendere l'identita' di un altro, ma chi si basa solo su questo dettaglio per identificare il mittente e' uno stupido o ignorante.L'header completo della mail viene composto man mano che la mail attraversa gli MTA e oltre ad uscire con un determinato indirizzo IP si arricchisce di tutti quelli che attraversa.Ora indipendetemente da tutti i trucchi per mascherare e spoofare l'origine, se io spedisco una mail dal mio SMTP server questo viene immediatamente bollato col mio IP. All'interno dei server di autenticazione c'e' uno strumento (hardware o software) che associa gli ip ai pool di modem ai quali si sono connessi gli utenti, per accessi dialup o anche cable e adsl. E c'e' l'associazione IP utente che si e' autenticato, ma anche l'associazione utente e numero di telefono o identificativo di borchia cable o dsl, e per avere il telefono o la connessione devi aver dato i tuoi dati anagrafici o della tua azienda. Quindi e' una prassi lunga ma comunque si risale al mittente.Discorso diverso sono connessioni da Internet Cafe', aziende con molti dipendenti o telefoni pubblici che oltre alla sola cornetta hanno un doppino RJ11 (mai visti in Italia ma so che esistono).Account su SMTP relay aperti e ip spoofing sono le tecniche che usano gli spammers... Ma ce ne sono anche di piu' sofisticate.--Ciao. Mr. Mechanomechano@punto-informatico.it
              • Anonimo scrive:
                Re: Olè
                la piu sofisticataaprire un accaut hot maile spammaredopo circa 2 minuti viene chiuso pero ormai ha spammatoil giorno dopo lo si fa con un altro provider AOLstessa cosasarebbe meglio un limite di mail massime da spedirein contemporanea con tempi di inoltro di 10 - 15 secondiper rallentare la cosaoppure incominciare a segare veramente gli spammera cura del provider, che fa denuncia per danni al' intestatario della connessione
        • Anonimo scrive:
          VADA AFFANCULO.
          io all'anonimato NON ho intenzione di riununciare.e fanculo anche alla biometria
          • Anonimo scrive:
            Re: VADA AFFANCULO.
            - Scritto da: Anonimo
            io all'anonimato NON ho intenzione di
            riununciare.
            e fanculo anche alla biometriaperchè non sei nessuno e naturalmente hai paura che la gente scopra il coniglio che c'è in te
        • pippero scrive:
          Ovviamente..
          ..tira l'acqua al suo mulino.. Per quanto riguarda gli smtp si può anche essere d'accordo, ma iniziassero i suoi MTA a stare in rfc.
Chiudi i commenti