Twitter, anche i ricchi piangono

Disattivato l'account della figlia di Micheal Dell. Rischiava di compromettere la sicurezza di tutta la famiglia

Roma – Alexa ha avuto problemi di sicurezza con il suo account Twitter : fino a vederselo disattivato. Non si tratta di una storia di cracker, hacker o falle nei sistemi di sicurezza del tecnofringuello, ma di una misura adottata dallo staff di suo padre Michael, CEO di Dell e 25esimo uomo più ricco del mondo. Attraverso l’account dell’adolescente venivano divulgati dettagli tra cui le immagini del jet di famiglia, gli eventi della sua scuola e, sopratutto, gli spostamenti del suo ricco parentado.

Oltretutto, alcune delle immagini sono state raccolte tramite l’hashtag #RKOI ( rich kids of instagram ) sul tumblr omonimo , da cui sono state prontamente rimosse.

Insomma, la questione più che tecnologica ha a che fare con il buon senso: è certo opportuno non far sapere alle persone per quanto si lasceranno incustoditi la propria abitazione e i propri beni, e non informare perfetti sconosciuti di ogni proprio spostamento.

Si tratta di buon senso, certo, e quindi di un atteggiamento che poco ha a che vedere con l’adolescenza: per questo sono dovuti intervenire gli esperti di sicurezza per bloccare l’account della giovane Dell, per evitare che i follower si trasformassero davvero in inseguitori.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • G,G scrive:
    Le caratteristiche necessarie
    per il diffondersi di una notizia (vera o falsa che sia) sono 1) Appetibilità2) VerosomiglianzaL'appetibilità c'è tutta:Si parla di apple, e già questo oggi è un fattore che stimola la proliferazione delle notizie, si tratta di un prodotto ad impatto emotivo, cioè sfruttare una posizione dominante nel mercato per imporre i propri capricci.La verosomiglianza anche:Stiamo parlando della stessa ditta che in risposta alla norma comunitaria sulla riduzione dei rifiuti elettronici che imponeva uno spinotto comune per collegare/ricaricare gli smartphone (nello specifico micro-usb) ha risposto che intende mettere un adattatore nella scatola (lasciando i suoi caricabatterie incompatibili con il resto del mondo e aumentando di fatto la quantità di rifiuti). Si tratta di una cosa che risulta essere inerente al business principale di apple (la vendita di gingilli elettronici), se si sarebbe data la notizia di una ricera negli ogm per produrre mele già morsicate non ci avrebbe creduto nessuno.Il problema principale è dunque che tra i fattori che influenzano la diffusione di una notizia non c'è la sua verità o se è presente influisce in minima parte rispetto a quanto la gente abbia voglia di sentire quella notizia, che sia per il piacere di sentirla o per quello di contestarla poco importa.
    • MeX scrive:
      Re: Le caratteristiche necessarie
      ha risposto che
      intende mettere un adattatore nella scatola
      (lasciando i suoi caricabatterie incompatibili
      con il resto del mondo e aumentando di fatto la
      quantità di rifiuti)ma che stai dicendo?I caricature Apple hanno una USB standard, quindi lo puoi usare con qualsiasi cellulare che ha il cavo USB
      MicroUSB
    • Sgabbio scrive:
      Re: Le caratteristiche necessarie
      Su quella direttiva europea, se non erro, prevedevano pure l'uso di adattatori....
    • Pietro scrive:
      Re: Le caratteristiche necessarie
      - Scritto da: G,G
      per il diffondersi di una notizia (vera o falsa
      che sia) sono

      1) Appetibilità
      2) Verosomiglianza

      L'appetibilità c'è tutta:
      Si parla di apple, e già questo oggi è un fattore
      che stimola la proliferazione delle notizie, si
      tratta di un prodotto ad impatto emotivo, cioè
      sfruttare una posizione dominante nel mercato per
      imporre i propri
      capricci.

      La verosomiglianza anche:
      Stiamo parlando della stessa ditta che in
      risposta alla norma comunitaria sulla riduzione
      dei rifiuti elettronici che imponeva uno spinotto
      comune per collegare/ricaricare gli smartphone
      (nello specifico micro-usb) ha risposto che
      intende mettere un adattatore nella scatola
      (lasciando i suoi caricabatterie incompatibili
      con il resto del mondo e aumentando di fatto la
      quantità di rifiuti). Si tratta di una cosa che
      risulta essere inerente al business principale di
      apple (la vendita di gingilli elettronici), se si
      sarebbe data la notizia di una ricera negli ogm
      per produrre mele già morsicate non ci avrebbe
      creduto
      nessuno.

      Il problema principale è dunque che tra i fattori
      che influenzano la diffusione di una notizia non
      c'è la sua verità o se è presente influisce in
      minima parte rispetto a quanto la gente abbia
      voglia di sentire quella notizia, che sia per il
      piacere di sentirla o per quello di contestarla
      poco
      importa.É verosimile perché probabilmente apple ha almeno una decina di viti simili tea i suoi progetti
    • nagual63 scrive:
      Re: Le caratteristiche necessarie
      Apple ha sempre avuto il vizietto dello standard non compatibile. A volte hanno avuto l'idea giusta alte volte invece no. Il floppy da 3.5 al posto di quello da 5.25, la morte del floppy, ora del CD-ROM, il thunderbolt. Ora stanno un po' forzando la mano con le micro-SIM per i telefoni. Io amo molto alcuni prodotti Apple ma per esempio alla prigione degli iphone preferisco la liberta' di Android. Anche il fatto che non ci si possa piu' cambiare memorie e batteria nei portatili lo trovo eccessivo. Ma piu' di tutti l'ostinazione nel violare le direttive europee come quella dei due anni di garanzia. Per quanto riguarda il fatto che internet ci caschi, come ci si potrebbe stupire? C'e' gente che crede al signoraggio e alla chemtrails. Potrebbero credere a tutto.
      • TheBigG scrive:
        Re: Le caratteristiche necessarie
        momento. Il Signoraggio non è un fenomeno presunto o una superstizione da dimostrare. E' un dato di fatto; è quello che - ad esempio - fa la BCE quando stampa moneta e la mette in circolazione ad un valore nominale che non il costo per la produzione del titolo che distribuisce. Più tutto il resto che non sto a dire perchè non ne ho voglia e non è la sede opportuna.
        • salame scrive:
          Re: Le caratteristiche necessarie
          - Scritto da: TheBigG
          momento. Il Signoraggio non è un fenomeno
          presunto o una superstizione da dimostrare. No, hai ragione, è una cavolata fotonica per far fare soldi sulle spalle di chi, allocco, ci crede
          • Sem scrive:
            Re: Le caratteristiche necessarie
            - Scritto da: salame
            - Scritto da: TheBigG

            momento. Il Signoraggio non è un fenomeno

            presunto o una superstizione da dimostrare.
            No, hai ragione, è una cavolata fotonica per far
            fare soldi sulle spalle di chi, allocco, ci
            credeFai bene a chiamarti 'SALAME'. Un salame fotonico, diresti tu.Sei in buona compagnia col già ministro Tremonti che propose di sostituire una banconota alla moneta da 1 euro. L'allora presidente della BCE gli ricordò che così facendo l'Italia avrebbe rinunciato al signoraggio (http://it.wikipedia.org/wiki/Signoraggio#Il_signoraggio_oggi) sulle monete (di titolarità delle nazioni: conio diverso) conferendo quel reddito all'intera comunità in quanto il signoraggio sulla cartamoneta (conio unico) è appunto comunitario (la Banca d'Italia partecipa e detiene diritti per la quota del 12,5%).Poiché le altre nazioni erano governate da persone meno 'pressapochiste', queste si rifiutarono di mostrarsi altrettanto 'salami' e la banconota da 1 euro non vide mai la luce.Invece in riferimento alla teoria del complotto sul signoreggio (http://it.wikipedia.org/wiki/Teorie_del_complotto_sul_signoraggio) bisognerebbe tener presente che le banche centrali sono di 'proprietà privata', sebbene normate dagli stati (http://it.wikipedia.org/wiki/Banca_centrale#Propriet.C3.A0_della_Banca_Centrale_e_conflitti_di_interesse), e che la convertibilità in oro della cartamoneta (http://it.wikipedia.org/wiki/Sistema_aureo) è stata abolita (gli accordi di Bretton Woods del 1944 furono aboliti nel 1971: http://it.wikipedia.org/wiki/Accordi_di_Bretton_Woods).Se letta attentamente la questione non è così semplicistica come viene normalmente proposta sia dai sostenitori che dagli oppositori di quella teoria.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 agosto 2012 14.04-----------------------------------------------------------
  • bubba scrive:
    eheh notizia che fa il paio
    con l'impegno di bill gates a produrre i cessi del futuro [1].Tra il campo di distorsione della realta'[2] di Apple, che e' 20 anni che produce danni (e ilarita') e il XXXXX-bsod , non manca il divertimento :P[1] http://news.slashdot.org/story/12/08/15/1755213/bill-gates-wants-to-reinvent-the-toilet[2] http://en.wikipedia.org/wiki/Reality_distortion_field
    • Teo_ scrive:
      Re: eheh notizia che fa il paio
      A me era piaciuto anche lesperimento di The Apple Lounge sullacquisizione di Starbucks http://www.theapplelounge.com/commento/apple-che-acquisisce-starbucks-abbocca-sole/
      • bubba scrive:
        Re: eheh notizia che fa il paio
        - Scritto da: Teo_
        A me era piaciuto anche lesperimento di The
        Apple Lounge sullacquisizione di Starbucks
        http://www.theapplelounge.com/commento/apple-che-asi, carino. E dire che il 1' di aprile i giornalisti(?) dovrebbero stare piu' in guardia del solito...
        • bubba scrive:
          Re: eheh notizia che fa il paio
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: Teo_

          A me era piaciuto anche lesperimento di The

          Apple Lounge sullacquisizione di Starbucks


          http://www.theapplelounge.com/commento/apple-che-a
          si, carino. E dire che il 1' di aprile i
          giornalisti(?) dovrebbero stare piu' in guardia
          del
          solito...mi autoquoto xche Mi e' partito il return :P ma era doveroso aggiungere che c'e' una DIFFERENZA tra queste "notizie" (la tua e quella dell'articolo) e il mio commento... cioe che le mie sono tragicamente vere.
Chiudi i commenti