Twitter e i follower pubblicizzati

Visibilità per coloro che sono in cerca di seguaci: si mormora di un nuovo servizio promozionale a pagamento

Roma – Tutto ha un prezzo, anche i follower: almeno secondo alcune indiscrezioni (si dice che le fonti siano “vicine all’azienda”) secondo cui Twitter starebbe pensando ad una versione di tweet promozionali ad hoc per i singoli utenti interessati a pubblicizzarsi per incrementare il numero dei propri seguaci .

Non vi sono in realtà ulteriori dettagli per un prodotto che potrebbe non essere ancora ben definito nemmeno nelle menti dei manager del tecnofringuello. In ogni caso sembra che il servizio possa essere destinato sia al web che alle applicazioni terze.

Un meccanismo simile, per la verità, è già implementato tramite una versione modificata del servizio “utenti suggeriti”. E altre aziende ne hanno già fatto un business.

Insomma, Twitter si sta muovendo per cercare di sentire, oltre a tutti i cinguettii a cui dà voce, anche il tintinnar delle monete.

Per valutare al meglio le risorse di cui dispone (il numero di cinguettii e degli utenti ospitati e gli argomenti che vengono trattati), Twitter starebbe investendo anche in Cassandra , progetto Apache che dovrebbe diventare il servizio utilizzato per le analisi in tempo reale da effettuare con i contenuti della piattaforma, magari senza abbandonare il neo-acquisto Trendly .

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Danilo scrive:
    una azienda in un giorno? Ma va Lah!!
    Ma questo non era il governo che voleva fare la legge per aprire un'azienda in un giorno?
  • maurizio carena scrive:
    non ci sono parole
    andrebbero presi a mitragliate...
  • Alessandrox scrive:
    EWWIVA LA LIBERTA' DI IMPRESA.....
    Troppi lacci e lacciouoli VERO SIGNOR PRESIDENTE DEL CONSIGLIO?Tanto che il SIGNORE vorrebbe persino cambiare degli articoli della costituzione per rafforzare il principio della LIBERTA'... o forse quella che fa comodo A LUI e la sua cricca IPOCRISIA: http://it.wikipedia.org/wiki/IpocrisiaEtimologia : ipocrisia;http://www.etimo.it/?term=ipocrisia POPULISMO http://it.wikipedia.org/wiki/PopulismoEcco come in 2 parole si riassume tutta questa FARSAINOLTRE davvero l' AGCOM è un autorità indipendente?http://www.agcom.it/Default.aspx?message=contenuto&DCId=1___________________________________________________________________ LAutorità per le garanzie nelle comunicazioni è unautorità indipendente, istituita dalla legge 249 del 31 luglio 1997.Indipendenza e autonomia sono elementi costitutivi che ne caratterizzano lattività e le deliberazioni. Al pari delle altre autorità previste dallordinamento italiano, lAgcom risponde del proprio operato al Parlamento, che ne ha stabilito i poteri, definito lo statuto ed eletto i componenti . ------------------------------------------------------------Quindi per definizione NON esistono autorità realmente indpendenti.oppure indipendenti DA COSA?Davvero dipendere dal parlamento è garanzia di indipedenza da interessi privati? Se gli schemi di regolamento devono essere dettati addirittura dal Ministro di un governo... QUESTA LA SI DEFINISCE INDIPENDENZA???? BAh...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 luglio 2010 15.50-----------------------------------------------------------
    • sgroggo scrive:
      Re: EWWIVA LA LIBERTA' DI IMPRESA.....
      E' o non è il "Partito delle Libertà"?Si vede che non riguarda la liberta' d'impresa ma altre...Eppure mi ricordo che prometteva meno burocrazia..mah...
  • Paolo scrive:
    La 2007/65/CE non è abrogata
    Contrariamente a quanto riportato nell'articolo, la 2010/13/UE abroga solo e soltanto l'articolo 1 della 2007/65/CE.Abroga invece la 89/552/CEE e la 97/36/CE. Si veda l'allegato 1, parte A, della Direttiva 2010/13/UE al link riportato nell'articolo (ed anche il considerando 17).
  • p.m. scrive:
    E' corretto ma.....
    Forse sarebbe meglio spiegare che l'autorizzazione in questione verra' richiesta da chi effettivamente intende fare "reale" concorrenza ad una vera tv , con tanto di palinsesti pubblicita' , catalogo film , telefim ecc. Non vedo per quale ragione non deve sottostare al regolamento in vigore per la normale televisione.E' bene ricordare che solametne grandi aziende potranno giustificare tutto questo, le micro-web tv quelle create con livestream per intenderci non sono assolutamente toccate.
    • marco scrive:
      Re: E' corretto ma.....
      Nel settore televisivo tradizionale tutte le autorizzazioni e licenze servono per regolare l'uso di una risorsa scarsa , che sono le frequenze. Nel web questo problema non esiste , perche' mai uno deve pagare tutti sti balzelli ?
    • bubba scrive:
      Re: E' corretto ma.....
      - Scritto da: p.m.
      Forse sarebbe meglio spiegare che
      l'autorizzazione in questione verra' richiesta da
      chi effettivamente intende fare "reale"
      concorrenza ad una vera tv , con tanto di
      palinsesti pubblicita' , catalogo film , telefim
      ecc. Non vedo per quale ragione non deve
      sottostare al regolamento in vigore per la
      normale
      televisione.

      E' bene ricordare che solametne grandi aziende
      potranno giustificare tutto questo, le micro-web
      tv quelle create con livestream per intenderci
      non sono assolutamente
      toccate.e chi lo dice? qui si parla solo di "autorizzazione per l'esercizio di ogni attività di fornitura di servizi media audiovisivi."... non dice "vale solo per le s.p.a. con capitale sociale superiore al milione di euro" o affini.Le beghe regolamentari sulla radio/tv avevano un senso, in origine, per la quantita' scarsa della risorsa [frequenze]. Qui il principio cade.SE SERIAMENTE Romani pensava di fare una cosa sensata (e non per difendere il biz del suo Padrone), bastava che inserisse un par di regole in piu... legate al capitale sociale versato e/o (forse meglio) al fatturato [presunto nell'anno di esercizio se proprio voleva una DIA, o anche a consuntivo]. Piazzare una voce del tipo "nulla e' da ottemperare se si prevede un fatturato inferiore al milione di euro" lascia certamente fuori tutte le mini-webtv... poi magari 1milione e' un po basso o alto? non so, pensiamoci... ma l'idea doveva essere quella...
      • FDG scrive:
        Re: E' corretto ma.....
        - Scritto da: bubba
        SE SERIAMENTE Romani pensava di fare una cosa
        sensata (e non per difendere il biz del suo
        Padrone), bastava che inserisse un par di regole
        in piu... legate al capitale sociale versato e/o
        (forse meglio) al fatturato [presunto nell'anno
        di esercizio se proprio voleva una DIA, o anche a
        consuntivo]. Piazzare una voce del tipo "nulla e'
        da ottemperare se si prevede un fatturato
        inferiore al milione di euro" lascia certamente
        fuori tutte le mini-webtv... poi magari 1milione
        e' un po basso o alto? non so, pensiamoci... ma
        l'idea doveva essere quella...Oppure legare le autorizzazioni alla raccolta pubblicitaria.Ma in generale è un nonsenso. Per svolgere un'attività hai già degli oneri. A che servono le autorizzazioni per una risorsa non limitata? E poi bisognerebbe almeno entrare nel merito della cosa che fornisci ai tuoi utenti. Vendi medicinali? Carburante? Armi? Insomma, a che serve questa autorizzazione?
    • panda rossa scrive:
      Re: E' corretto ma.....
      - Scritto da: p.m.
      E' bene ricordare che solametne grandi aziende
      potranno giustificare tutto questo, le micro-web
      tv quelle create con livestream per intenderci
      non sono assolutamente
      toccate.Questo lo garantisci tu?Perche' io sono certo che non verranno toccate finche' parleranno di moda, di oroscopi, o di salotti in cui si discute di calcio.Non appena faranno dei reportage per raccontare certe cose che chi ha fatto questa legge non vuole che vengano raccontate, ecco che scatta l'applicazione immediata della legge.Oscuramento del sito, incarcerazione del responsabile, e silenzio stampa.Aggiungici una bustina di droga ritrovata nell'ufficio del responsabile e qualche foto pedofila nel suo PC, e fine del gioco.
  • The Real Gordon scrive:
    Server all'estero?
    Dominio e server all'estero. E tanti saluti al signor romani.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Server all'estero?
      Se ti trovi in italia, non ti salvi.Per non parlare che ti possono oscurare direttamente IP (grazie Bergamo)
      • Guybrush scrive:
        Re: Server all'estero?
        - Scritto da: Sgabbio
        Se ti trovi in italia, non ti salvi.

        Per non parlare che ti possono oscurare
        direttamente IP (grazie
        Bergamo)Be'... dipende quale server DNS usi te.VPN a parte, puoi tranquillamente scegliere di usare un DNS diverso da quello fornito dal provider: la scelta e' tua.Non del provider e ciao ciao oscurazione.
        • Seska scrive:
          Re: Server all'estero?
          - Scritto da: Guybrush
          - Scritto da: Sgabbio

          Se ti trovi in italia, non ti salvi.



          Per non parlare che ti possono oscurare

          direttamente IP (grazie

          Bergamo)

          Be'... dipende quale server DNS usi te.
          VPN a parte, puoi tranquillamente scegliere di
          usare un DNS diverso da quello fornito dal
          provider: la scelta e'
          tua.
          Non del provider e ciao ciao oscurazione.Ah si? Allora prova a collegarti con tutti di DNS che trovi a http://thepiratebay.org/ senza usare un proxy e poi ne riparliamo.
          • FDG scrive:
            Re: Server all'estero?
            - Scritto da: Seska
            Ah si? Allora prova a collegarti con tutti di DNS
            che trovi a http://thepiratebay.org/ senza usare
            un proxy e poi ne riparliamo.Devi usare un DNS estero.
          • Ubunto scrive:
            Re: Server all'estero?
            - Scritto da: Seska
            - Scritto da: Guybrush

            - Scritto da: Sgabbio


            Se ti trovi in italia, non ti salvi.





            Per non parlare che ti possono oscurare


            direttamente IP (grazie


            Bergamo)



            Be'... dipende quale server DNS usi te.

            VPN a parte, puoi tranquillamente scegliere di

            usare un DNS diverso da quello fornito dal

            provider: la scelta e'

            tua.

            Non del provider e ciao ciao oscurazione.

            Ah si? Allora prova a collegarti con tutti di DNS
            che trovi a http://thepiratebay.org/ senza usare
            un proxy e poi ne
            riparliamo.8.8.8.8 e godi.
          • Paolo scrive:
            Re: Server all'estero?


            Ah si? Allora prova a collegarti con tutti di
            DNS

            che trovi a http://thepiratebay.org/ senza usare

            un proxy e poi ne

            riparliamo.

            8.8.8.8 e godi.Occorre chiarire che utilizzando i provider che effettuano un IP blocking (ormai dall'Italia la maggior parte opera così nei confronti di The Pirate Bay, o meglio operano in questo modo un insieme di provider che hanno come clienti oltre l'80% degli utenti Internet in Italia) un cambio di server DNS è del tutto inutile per superare la censura.Comunque è semplicissimo aggirare anche l'IP blocking tramite (a puro titolo esemplificativo) un web proxy, un proxy, una VPN, DarkNet con gateway in Internet (I2P), rete TOR, e in generale con qualsiasi tunnel.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Server all'estero?
          Io parlo dei filtro del IP che rende inutile il cambio del DNS, visto il sito diventa irraggiungibile pure cosi.Tra l'altro la cosa brutta è che i siti oscurati sembrano in down...
          • FDG scrive:
            Re: Server all'estero?
            - Scritto da: Sgabbio
            Io parlo dei filtro del IP che rende inutile il
            cambio del DNS...Gli IP si possono pure cambiare
  • FDG scrive:
    Suggerimenti...
    Dove posso espatriare? A me piacciono i posti caldi, con tanta natura e gente amichevole.
    • pippO scrive:
      Re: Suggerimenti...
      - Scritto da: FDG
      Dove posso espatriare? A me piacciono i posti
      caldi, con tanta natura e gente
      amichevole.iran?
      • FDG scrive:
        Re: Suggerimenti...
        - Scritto da: pippO
        - Scritto da: FDG

        Dove posso espatriare? A me piacciono i posti

        caldi, con tanta natura e gente

        amichevole.
        iran?Mica esiste solo l'Iran... c'è anche Cuba! ;)
    • ephestione scrive:
      Re: Suggerimenti...
      mi han parlato molto bene di capoverde :D seriamente eh
    • Seska scrive:
      Re: Suggerimenti...
      - Scritto da: FDG
      Dove posso espatriare? A me piacciono i posti
      caldi, con tanta natura e gente
      amichevole.Santo Domingo
    • Aleph72 scrive:
      Re: Suggerimenti...
      - Scritto da: FDG
      Dove posso espatriare? A me piacciono i posti
      caldi, con tanta natura e gente
      amichevole.Vieni in Spagna. Magari dalle parti di Marbella.
      • panda rossa scrive:
        Re: Suggerimenti...
        - Scritto da: Aleph72
        - Scritto da: FDG

        Dove posso espatriare? A me piacciono i posti

        caldi, con tanta natura e gente

        amichevole.

        Vieni in Spagna. Magari dalle parti di Marbella.Bello, ma ancora in europa.Bisogna uscire dall'europa per stare al sicuro.
        • Io andrei a Malta scrive:
          Re: Suggerimenti...
          - Scritto da: panda rossa
          Bello, ma ancora in europa.
          Bisogna uscire dall'europa per stare al sicuro.Beh, adesso non esageriamo. Per arrestarti devi aver violato una legge nel Paese dove ti trovi, europeo o non europeo. Una eventuale rogatoria dall'Italia non può essere neanche avanzata se non ci sono prove che tu hai commesso il fatto in Italia. Se non eri in Italia non esiste nessun reato e quindi non può esistere nessuna rogatoria.
          • pippO scrive:
            Re: Suggerimenti...
            - Scritto da: Io andrei a Malta
            - Scritto da: panda rossa

            Bello, ma ancora in europa.

            Bisogna uscire dall'europa per stare al sicuro.

            Beh, adesso non esageriamo. Per arrestarti devi
            aver violato una legge nel Paese dove ti trovi,
            europeo o non europeo. Una eventuale rogatoria
            dall'Italia non può essere neanche avanzata se
            non ci sono prove che tu hai commesso il fatto in
            Italia. Se non eri in Italia non esiste nessun
            reato e quindi non può esistere nessuna
            rogatoria.Allora prova in Tunisia ad Hammamet per la precisione... :D
          • ciccio scrive:
            Re: Suggerimenti...
            In questo momento sono in Brasile se ti può interessare.
    • fox82i scrive:
      Re: Suggerimenti...
      Brasile! almeno trovi f...a!!
  • marco scrive:
    legge bavaglio
    Questa e' la vera legge bavaglio. Voglio proprio vedere se i giornali sciopereranno un'altra volta
  • geppetto scrive:
    utenti consapevoli
    basta non accedere ai siti di informazione italiani, rai mediaset o di chi vi pare, streaming o no.. utilizzare solo fonti straniere.. qui non c'è l'auditel se non si producono click non si ha pubblicità.. che l'utente sia consapevole e snobbi l'oligopolio italiano.. se non è così, questo è quello che ci meritiamo
    • Guybrush scrive:
      Re: utenti consapevoli
      - Scritto da: geppetto
      basta non accedere ai siti di informazione[...]
      meritiamoStraquoto, non so in quanti accedano al sito Media$et o rai.it (o rai.tv), ma non penso siano tantissimi... tranne, forse, alla sezione dedicata al podcast di radio rai, la' ci sono cose interessanti.GT
    • il signor rossi scrive:
      Re: utenti consapevoli
      - Scritto da: geppetto
      basta non accedere ai siti di informazione
      italiani, rai mediaset o di chi vi pare,
      streaming o no.. utilizzare solo fonti
      straniere.. qui non c'è l'auditel se non si
      producono click non si ha pubblicità.. che
      l'utente sia consapevole e snobbi l'oligopolio
      italiano.. se non è così, questo è quello che ci
      meritiamonon ti preoccupare, che fra poco non si potrà più. Infatti, a fronte di questo nuovo regolamento, tali siti non saranno autorizzati ad operare sul territorio italiano e verranno bloccati dai provider su richiesta della magistratura. E non dite che sono catastrofista, perché è già sucXXXXX con le scommesse online. Stiamo entrando in piena dittatura, piano piano. Infatti sono evidenti le leggi per il controllo dell'informazione (prima condizione) e per l'indebolimento dei poteri che costituzionalmente fanno da contraltare al potere esecutivo del governo (cioè parlamento, magistratura, presidenza della repubblica, corte costituzionale). Questi ultimi sono sotto attacco da tempo ed è in atto una progressiva demolizione, sia in termini pratici che di delegittimazione usando l'informazione controllata. Speriamo solo che la gente se ne accorga e che le prossime elezioni arrivino quando non sarà ormai troppo tardi.
      • urrr scrive:
        Re: utenti consapevoli
        hai dimenticato la marmotta compagno...la marmotta quella è importante.potere al popolo e alle marmotte!
        • ccc scrive:
          Re: utenti consapevoli
          - Scritto da: urrr
          hai dimenticato la marmotta compagno...la
          marmotta quella è
          importante.

          potere al popolo e alle marmotte!meglio le marmotte che i maggiordomi
      • ccc scrive:
        Re: utenti consapevoli
        Scritto da: il signor rossi
        - Scritto da: geppetto

        basta non accedere ai siti di informazione

        italiani, rai mediaset o di chi vi pare,

        streaming o no.. utilizzare solo fonti

        straniere.. qui non c'è l'auditel se non si

        producono click non si ha pubblicità.. che

        l'utente sia consapevole e snobbi l'oligopolio

        italiano.. se non è così, questo è quello che ci

        meritiamo

        non ti preoccupare, che fra poco non si potrà
        più. Infatti, a fronte di questo nuovo
        regolamento, tali siti non saranno autorizzati ad
        operare sul territorio italiano e verranno
        bloccati dai provider su richiesta della
        magistratura. E non dite che sono catastrofista,
        perché è già sucXXXXX con le scommesse online.
        Stiamo entrando in piena dittatura, piano piano.
        Infatti sono evidenti le leggi per il controllo
        dell'informazione (prima condizione) e per
        l'indebolimento dei poteri che costituzionalmente
        fanno da contraltare al potere esecutivo del
        governo (cioè parlamento, magistratura,
        presidenza della repubblica, corte
        costituzionale). Questi ultimi sono sotto attacco
        da tempo ed è in atto una progressiva
        demolizione, sia in termini pratici che di
        delegittimazione usando l'informazione
        controllata. Speriamo solo che la gente se ne
        accorga e che le prossime elezioni arrivino
        quando non sarà ormai troppo
        tardi.quoto---CondizionamentoControlloCoercizione
      • altairdeneb scrive:
        Re: utenti consapevoli
        Quoto.E'da diversi mesi che mi collego tramite una vpn e mi trovo molto bene...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 luglio 2010 19.36-----------------------------------------------------------
        • ggiannico scrive:
          Re: utenti consapevoli
          cosa usi come vpn?
          • altairdeneb scrive:
            Re: utenti consapevoli
            Uso http://ipjetable.net/
          • ggiannico scrive:
            Re: utenti consapevoli
            Grazie..Peccato che sia solo in francese e io non lo conosca bene..
          • Guybrush scrive:
            Re: utenti consapevoli
            - Scritto da: ggiannico
            Grazie..
            Peccato che sia solo in francese e io non lo
            conosca
            bene..Approfitta per imparare qualcosa di nuovo allora ;-)Se un giorno devi espatriare una lingua in piu' aiuta.
      • Sgabbio scrive:
        Re: utenti consapevoli
        Speriamo di no, altrimenti questa volta qualcuno s'incazzerà davvero.
      • ephestione scrive:
        Re: utenti consapevoli
        - Scritto da: il signor rossi
        controllata. Speriamo solo che la gente se ne
        accorga e che le prossime elezioni arrivino
        quando non sarà ormai troppo
        tardi.è quello il punto... sei convinto che cambiando il colore cambi qualcosa su questo punto?
    • zi_o_zio scrive:
      Re: utenti consapevoli
      - Scritto da: geppetto
      basta non accedere ai siti di informazione
      italiani, rai mediaset o di chi vi pare,
      streaming o no.. utilizzare solo fonti
      straniere.. qui non c'è l'auditel se non si
      producono click non si ha pubblicità.. che
      l'utente sia consapevole e snobbi l'oligopolio
      italiano.. se non è così, questo è quello che ci
      meritiamoSiamo quattro gatti e si vuole congelare la situazione più a lungo possibile.Persino il monoscopio notturno rai fa in una notte più contatti unici dell'intero portale rai in un anno. LOL
  • Francesco scrive:
    E' semplice
    Non vedo tanto scandalo... è una procedura semplice e snella rispetto all'apertura di una attività industriale.Avete una idea dei metri cubi di papiri da produrre e delle centinaia di norme tecniche da rispettare se un disgraziato decide che so, di aprire una fabbrica che fa i buchi ai bomboloni per trasformarli in ciambelle?Non parlo di politica, parlo di burocrazia: era inefficiente quella del Regno delle Due Sicilie, era inefficiente quella del Regno di Sardegna, era inefficiente quella fasciasta, perché sperare che l'AGCOM e tutti i tecnici che supportano il governo (di qualsiasi colore) siano in grado di capire e produrre qualcosa di moderno?bye
    • fox82i scrive:
      Re: E' semplice
      Già era inefficiente ai tempi dell'impero romano...
    • ccc scrive:
      Re: E' semplice
      - Scritto da: Francesco
      Non vedo tanto scandalo... è una procedura
      semplice e snella rispetto all'apertura di una
      attività
      industriale.

      Avete una idea dei metri cubi di papiri da
      produrre e delle centinaia di norme tecniche da
      rispettare se un disgraziato decide che so, di
      aprire una fabbrica che fa i buchi ai bomboloni
      per trasformarli in
      ciambelle?

      Non parlo di politica, parlo di burocrazia: era
      inefficiente quella del Regno delle Due Sicilie,
      era inefficiente quella del Regno di Sardegna,
      era inefficiente quella fasciasta, perché sperare
      che l'AGCOM e tutti i tecnici che supportano il
      governo (di qualsiasi colore) siano in grado di
      capire e produrre qualcosa di
      moderno?scusa ma... il governo che ha prodotto questo schifo e che tu, evidentemente, difendi... non è quello che vuole addiruttura cambiare la costituzione per renderla fondata sulla "libertà" (sic!) di impresa (che tradotto vuol dire deregolamentazione totale e impresa selvaggia con buona pace dell'interesse pubblico)???
      • Francesco scrive:
        Re: E' semplice
        Difendo e non difendo il governo, ma attacco la burocrazia.Concordo che si tratta di una contraddizione di concetti, ma il mio post verteva sul concetto di burocrazia inefficiente.Chiunque sia al governo, è poi la macchina statale (e regionale provinciale comunale) che deve trasformare la visone in fatti concreti.Se sai cos'è il SISTRI ed i ridicoli intoppi su cui stà divincolandosi, capirai cosa voglio dire.Hai mai visto il sito dell'AGCOMM? Ha senso nel 2010 che il garante delle telecomunicazioni ti imponga se vuoi fare un reclamo di stamparti un modulo previsto per l'OCR e poi inviarlo per fax invece di fare un form on-line? E in tale modulo non sono previste come causali due diversi argomenti che ho avuto necessità di segnalare e non esiste la possibilità di indicarne di altre e che l'indicazione è obbligatoria pena castinatura? E che nel compilarlo ci si renda conto che va in contraddizione con se stesso?Di chi è la colpa di tutto ciò? Di Berlusconi, di Prodi o di una burocrazia incapace?bye
        • zi_o_zio scrive:
          Re: E' semplice
          - Scritto da: Francesco...
          Di chi è la colpa di tutto ciò? Di Berlusconi, di
          Prodi o di una burocrazia
          incapace?Di berlusconi che vuole, con tutte le sue energie, una burocrazia incapace.
        • Maestro Miyagi scrive:
          Re: E' semplice
          Facile: di chi non modifica le leggi che prevedono tutto questo!Fai i tuoi conti, ma inizia con "maggioranza parlamentare" :(La burocrazia sarebbe facile da eliminare:- vietare nella maggior parte dei casi la discrezionalità nell'azione amministrativa (così elimini anche la corruzione, che su tale discrezionalità ci campa ...)- prevedere un elenco rigoroso e predefinito (non ulteriormente estensibile) di adempimenti a fronte della richiesta del servizio da parte del cittadino-utente- punire con la destituzione di diritto e la detenzione il dirigente che viola la norma di cui sopra, frapponendo ostacoli o richiedendo documenti non previsti.- prevedere termini più brevi di silenzio-assenso nei procedimenti amministrativi non derogabili o postponibili (laddove la pubblica amministrazione è inerte per qualsiasi motivo il cittadino-utente è autorizzato a compiere gli atti e le attività cui si riferisce il procedimento).Il problema è che questo governo berlusconianop è un disastro comunista e illiberale, quindi a parte le parole non combinerà mai niente(1) ...(1) a parte il portale normattiva, che oggettivamente è fatto molto bene.
    • Ubunto scrive:
      Re: E' semplice
      - Scritto da: Francesco
      Non vedo tanto scandalo... è una procedura
      semplice e snella rispetto all'apertura di una
      attività
      industriale.

      Avete una idea dei metri cubi di papiri da
      produrre e delle centinaia di norme tecniche da
      rispettare se un disgraziato decide che so, di
      aprire una fabbrica che fa i buchi ai bomboloni
      per trasformarli in
      ciambelle?

      Non parlo di politica, parlo di burocrazia: era
      inefficiente quella del Regno delle Due Sicilie,
      era inefficiente quella del Regno di Sardegna,
      era inefficiente quella fasciasta, perché sperare
      che l'AGCOM e tutti i tecnici che supportano il
      governo (di qualsiasi colore) siano in grado di
      capire e produrre qualcosa di
      moderno?

      byeMa vedi, non è necessaria alcuna autorizzazione per trasmettere dei video tramite il web. Questo è lo scandalo, ed è grande come un palazzo.
  • Enrico scrive:
    All'estero!
    Tutti all'estero!
  • Vittorio scrive:
    Diciamo la nostra?
    Si tratta di una consultazione... ognuno dovrebbe poter dire la propria.Purtroppo per fare ciò bisogna:1) trovare sul sito dove è spiegato come fare2) avere pazienza e leggersi lunghe sbrodolate in burocratese3) preparare una lettera 4) allegare i documenti richiesti5) sperare che non trovino il cavillo per cestinarla6) rendersi conto che per fare tutto ciò avete perso una gioranta o più di lavoro e molto difficilmente verrete ascoltati.... ah già dimenticavo, verificate prima che i termini non siano scaduti...
    • Guybrush scrive:
      Re: Diciamo la nostra?
      - Scritto da: Vittorio
      Si tratta di una consultazione... ognuno dovrebbe
      poter dire la
      propria.[...]
      ... ah già dimenticavo, verificate prima che i
      termini non siano
      scaduti...Mi farebbe piacere trovare, proprio sulle pagine di P.I. una bozza di una raccomandata-tipo da spedire all'AGCOM.GT
  • Libero scrive:
    Verrebbe voglia davvero........
    Si trasferiamoci tutti e lasciamoli soli!!!!!
    • aaa scrive:
      Re: Verrebbe voglia davvero........
      Basta aprire l'attività la' e trasmettere online in lingua Italiana... non credo che la legge italiana possa impedirlo... che fa? censura la trasmissione con filtri sul web?
      • Homo Technicus scrive:
        Re: Verrebbe voglia davvero........
        No, ma se tu sei cittadino italiano, ovunque sia il server, sei soggetto a questa legge.Devi proprio trasferirti all'estero per farlo.Ma chi si trasferisce, di solito, ha meglio da fare che perdere il suo tempo per una repubblica delle banane senza speranza.Quindi hanno vinto loro.Un'altra volta.
        • DR. Stephen Falken scrive:
          Re: Verrebbe voglia davvero........
          1° Teorema dell'indeterminazione informativa distribuita:Per ogni politico italiano esiste almeno un algoritmo che in tempo polinomiale riesce ad aggirare qualsiasi legge/decreto/provvedimento o circolare approvata da tale politico."Dispongo di una meravigliosa dimostrazione di questo teorema, che non può essere contenuta nel margine troppo stretto della pagina"
        • Guybrush scrive:
          Re: Verrebbe voglia davvero........
          - Scritto da: Homo Technicus
          No, ma se tu sei cittadino italiano, ovunque sia
          il server, sei soggetto a questa
          legge.
          Devi proprio trasferirti all'estero per farlo.
          Ma chi si trasferisce, di solito, ha meglio da
          fare che perdere il suo tempo per una repubblica
          delle banane senza
          speranza.
          Quindi hanno vinto loro.
          Un'altra volta.Il prestanome, questo sconosciuto.Questo regolamento serve semplicemente ad impedire ai cittadini comuni di essere "attori" dell'informazione e relegarli ancora una volta al ruolo di spettatori.Peccato che, ancora una volta, i nostri politicanti abbiano frainteso la natura della rete (eufemismo per non dire che non hanno capito un...).Il ministro Romano dovrebbe pure ricordarsi che, data la natura globale della rete: non e' necessario che sia un italiano a trasmettere o che il server sia in italia, basta che sia accessibile ovvero che abbia un indirizzo opportuno. Puo' difendere il suo regolamento quanto vuole: sarà utile quanto lo è la sabbia ad un tuareg.SalutiGT
          • pippO scrive:
            Re: Verrebbe voglia davvero........

            Il ministro Romano dovrebbe pure ricordarsi che,
            data la natura globale della rete: non e'
            necessario che sia un italiano a trasmettere o
            che il server sia in italia, basta che sia
            accessibile ovvero che abbia un indirizzo
            opportuno. Puo' difendere il suo regolamento
            quanto vuole: sarà utile quanto lo è la sabbia ad
            un
            tuareg.O come la sabbia ad un gatto... :D
          • Sauro scrive:
            Re: Verrebbe voglia davvero........
            - Scritto da: Guybrush
            Il ministro Romano [...]Non capisco se il tuo è un refuso oppure se sei un leghista con la (s)mania di Roma padrona e ladrona. Nel secondo caso, mi tocca farti presente che anche questo "bel" personaggio viene da Milano.
          • Guybrush scrive:
            Re: Verrebbe voglia davvero........
            - Scritto da: Sauro
            - Scritto da: Guybrush

            Il ministro Romano [...]
            Non capisco se il tuo è un refuso oppure se sei
            un leghista con la (s)mania di Roma padrona e
            ladrona. Nel secondo caso, mi tocca farti
            presente che anche questo "bel" personaggio viene
            da
            Milano.Visto il tono della risposta avrei voluto essere leghista :-DIn realta' e' solo un errore di stOmpa :-PI fatti, comunque, ci dicono che e' l'ennesimo genio che propone leggi e regolamenti imbeccato da altri.Ciao.
          • Regur Mortis scrive:
            Re: Verrebbe voglia davvero........
            il vero problema è che nessun investitore attualmente farebbe progetti seri in un paese come questo, oggi aprire un attività su internet in italia significa rischiare di ritrovarti in galera senza sapere perchè.E' chiaro che si possono aprire server all'estero, ma perchè rispetto al resto del mondo devo essere sempre un cittadino di serie B su internet costretto a fuggire dal proprio paese come un criminale o come se fossimo in cina?, richiedere autorizazione vuol dire pure che possono non dartela nonostante tu abbia pagato... quindi se non piaci a qualcuno possono togliertela...Paese di XXXXX
        • panda rossa scrive:
          Re: Verrebbe voglia davvero........
          - Scritto da: Homo Technicus
          No, ma se tu sei cittadino italiano, ovunque sia
          il server, sei soggetto a questa
          legge.Pandarossa non e' cittadino italiano.Non e' registrato all'anagrafe, non e' registrato alla camera di commercio, non esiste.Quindi se esistesse un blog ubicato in terra straniera, dove un non meglio identificato pandarossa scrive in lingua italiana, voglio un po' vedere a quale legge italiana sara' soggetto.E la lingua italiana non e' neppure sotto copyright, e quindi non si puo' neppure intimare di non usarla.
          Devi proprio trasferirti all'estero per farlo.No, basta che lo sia il server.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Verrebbe voglia davvero........
            possono fare pressioni al servizio di hosting.
          • jfk scrive:
            Re: Verrebbe voglia davvero........
            - Scritto da: Sgabbio
            possono fare pressioni al servizio di hosting.Si te li vedo proprio a fare pressioni al governo cinese. hahahahahahahahaha
          • Guybrush scrive:
            Re: Verrebbe voglia davvero........
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Homo Technicus

            No, ma se tu sei cittadino italiano, ovunque sia

            il server, sei soggetto a questa

            legge.

            Pandarossa non e' cittadino italiano.No, ma se e' cittadino italiano quello che pubblica con la firma "pandarossa" sta violando la legge.
            Non e' registrato all'anagrafe, non e' registrato
            alla camera di commercio, non
            esiste.Esiste, esiste.
            Quindi se esistesse un blog ubicato in terra
            straniera, dove un non meglio identificato
            pandarossa scrive in lingua italiana, voglio un
            po' vedere a quale legge italiana sara'
            soggetto.Se il pandarossa all'estero comunica via email crittografatao con il pandarossa italiano, si scambiano opinioni che poi il pandarossa estero decide di pubblicare sul suo sito in italiano...
            E la lingua italiana non e' neppure sotto
            copyright, e quindi non si puo' neppure intimare
            di non
            usarla.Per ora... non dare suggerimenti eh? ;-)

            Devi proprio trasferirti all'estero per farlo.
            No, basta che lo sia il server.Basta che lo sia il server e il suo responsabile: in questo modo Pandarossa puo' scrivere quel che vuole.CiaoGT
          • panda rossa scrive:
            Re: Verrebbe voglia davvero........
            - Scritto da: Guybrush
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Homo Technicus


            No, ma se tu sei cittadino italiano, ovunque
            sia


            il server, sei soggetto a questa


            legge.



            Pandarossa non e' cittadino italiano.
            No, ma se e' cittadino italiano quello che
            pubblica con la firma "pandarossa" sta violando
            la legge.Magari dietro la sigla "pandarossa" c'e' un bel gruppo di attivisti che postano dalle piu' svariate parti del mondo il loro manifesto.Uno di questi potrebbe anche essere italiano.Che fai? Lo insegui in giro per il mondo?

            Non e' registrato all'anagrafe, non e'
            registrato

            alla camera di commercio, non

            esiste.
            Esiste, esiste.Esistera' qualche persona fisica che si nasconde dietro quel nick, ma non puoi sapere chi e' ne' da dove scrive.

            Quindi se esistesse un blog ubicato in terra

            straniera, dove un non meglio identificato

            pandarossa scrive in lingua italiana, voglio un

            po' vedere a quale legge italiana sara'

            soggetto.
            Se il pandarossa all'estero comunica via email
            crittografatao con il pandarossa italiano, si
            scambiano opinioni che poi il pandarossa estero
            decide di pubblicare sul suo sito in italiano...Ecco, hai visto che hai trovato l'aggiramento!

            E la lingua italiana non e' neppure sotto

            copyright, e quindi non si puo' neppure intimare

            di non

            usarla.
            Per ora... non dare suggerimenti eh? ;-)Ci manca solo questo!


            Devi proprio trasferirti all'estero per farlo.

            No, basta che lo sia il server.
            Basta che lo sia il server e il suo responsabile:
            in questo modo Pandarossa puo' scrivere quel che
            vuole.Il server e' all'estero.Il responsabile pure (un prestanome lo si trova ovunque per pochi dollari).
          • Guybrush scrive:
            Re: Verrebbe voglia davvero........
            - Scritto da: panda rossa[...]
            Magari dietro la sigla "pandarossa" c'e' un bel
            gruppo di attivisti che postano dalle piu'
            svariate parti del mondo il loro
            manifesto.
            Uno di questi potrebbe anche essere italiano.
            Che fai? Lo insegui in giro per il mondo?Conoscendo la polizia italiana, si.E i contribuenti ringrazierebbero.
            Esistera' qualche persona fisica che si nasconde
            dietro quel nick, ma non puoi sapere chi e' ne'
            da dove
            scrive.Ehhh bum, i modi ci sono e sono pure viscidi.I sistemi informatici sono virtualmente infallibili, le persone no.

            Se il pandarossa all'estero comunica via email

            crittografatao con il pandarossa italiano, si

            scambiano opinioni che poi il pandarossa estero

            decide di pubblicare sul suo sito in italiano...

            Ecco, hai visto che hai trovato l'aggiramento!E che faccio? Critico senza proporre niente? E non e' che un esempio, i modi per eludere una simile buffonata sono un numero imbarazzante.


            E la lingua italiana non e' neppure sotto


            copyright, e quindi non si puo' neppure
            intimare


            di non


            usarla.

            Per ora... non dare suggerimenti eh? ;-)

            Ci manca solo questo!Pero' ci pensi? Se vuoi scrivere in italiano puoi farlo solo con carta bollata... magari ci ripaghiamo un po' di deficit :-D
            Il server e' all'estero.
            Il responsabile pure (un prestanome lo si trova
            ovunque per pochi
            dollari).Amen. Quello che non entra in testa a certe... testine (in latino suona peggio) magari gli entra bene da un'altra parte. Vediamo che succede se 'sto regolamento passa e con quali modifiche.E' impossibile che non abbiano pensato a questo "aggiramento".Stammi bene e continua così, magari non condivido il tuo modo di pensare, ma ti stimo molto per come la pensi e il modo in cui intervieni :-)GT
Chiudi i commenti