Twitter, in aula per difendere gli utenti

Il social network combatte a New York una richiesta legale per ottenere il rilascio di informazioni relative ad un account coinvolto nel movimento Occupy Wall Street. Il giudice aveva escluso i tweet dal Quarto Emendamento

Roma – La mozione è stata presentata dai vertici di Twitter all’attenzione di un giudice di New York, per combattere un’ordinanza che obbligherebbe la piattaforma di microblogging a consegnare i dati identificativi di un suo utente coinvolto nell’ormai celebre movimento Occupy Wall Street .

Le carte del giudice di Manhattan andrebbero dunque a violare i diritti fondamentali di Malcolm Harris, meglio noto online con l’account social @destructuremal . Il Procuratore Distrettuale di New York aveva inviato al quartier generale di Twitter una richiesta di consegna di informazioni relative all’utilizzo del profilo al tempo delle proteste nello scorso ottobre .

Le autorità della Grande Mela volevano così ottenere l’esatto contenuto di alcuni micropost cinguettati da Harris, oltre che il rilascio di informazioni personali sul suo account. Il giovane utente aveva subito contestato in aula l’ordinanza, invocando i principi costituzionali statunitensi per la protezione dei suoi messaggi.

La richiesta era però stata respinta dal giudice newyorchese, che aveva sottolineato come Harris non detenesse alcun diritto sui suoi tweet. In sostanza, il Quarto Emendamento varrebbe per un bene fisico come ad esempio una casa, non per un domicilio digitale come appunto un profilo su Twitter .

Una tesi ora contestata dai responsabili della piattaforma, dal momento che le sue condizioni d’uso prevedono il diritto di possesso su qualsiasi contenuto postato . Le stesse previsioni dello Stored Communications Act autorizzerebbero un utente a contestare una richiesta come quella diramata dalle autorità di New York.

Andrebbe poi ricordato il caso di una precedente subpoena – richiesta legale vincolante – inviata dalla Contea di Suffolk per la consegna di informazioni circa una serie di account a nome Guido Fawkes . Il social network aveva rilasciato “una quantità minima di informazioni” per collaborare con la polizia locale.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bla scrive:
    braun
    nesuno che abbia linkato le analogie dei prodotti apple e gli elettrodomestici braun anni 60 ? Look
  • jower scrive:
    anan
    Perché dici che i cinesi copiato gli Stati Uniti è molto grande di te? Noi italiani non abbiamo paura di loro
  • aa aa scrive:
    assurdo
    cioè, i cinesi che stanno basando tutta la loro economia sul plagio di ideee e progetti altrui, hanno il coraggio di citare in tribunale la apple per plagio? ma qui siamo all'assurdo.
    • Cotton scrive:
      Re: assurdo
      - Scritto da: aa aa
      cioè, i cinesi che stanno basando tutta la loro
      economia sul plagio di ideee e progetti altrui,
      hanno il coraggio di citare in tribunale la apple
      per plagio? ma qui siamo
      all'assurdo.beh almeno loro un'economia ce l'hanno ancora... ^^
      • krane scrive:
        Re: assurdo
        - Scritto da: Cotton
        - Scritto da: aa aa

        cioè, i cinesi che stanno basando tutta la
        loro

        economia sul plagio di ideee e progetti
        altrui,

        hanno il coraggio di citare in tribunale la
        apple

        per plagio? ma qui siamo

        all'assurdo.

        beh almeno loro un'economia ce l'hanno ancora...
        ^^Tutto merito della libera copia ;)
  • bertuccia scrive:
    ma non aveva già pagato?
    lo stesso avvocato di Proview ammette l'esistenza di un accordo per il quale Apple aveva pagato.. "The fact is that Apple's former lawyer made a silly mistake," Xiao Caiyuan said, apparently referring to the 2009 deal Apple made with a Taiwan subsidiary of Proview even though the trademark technically belonged to the mainland-based Proview Technology Shenzhen, which is reportedly $400 million in debt. http://news.cnet.com/8301-13579_3-57396838-37/apple-accuses-proview-of-misleading-courts-over-ipad/?part=rss&subj=news&tag=2547-1_3-0-20tuttavia leggendo la parte in grassetto forse si capisce il motivo dell'accusa
Chiudi i commenti