UE: dubbi su Google Street View

Il servizio di BigG che si va espandendo anche in Italia non piace molto all'Unione

Roma – Non si sa se il supervisore europeo per la protezione dei dati sia al corrente di tutte le novità che riguardano il servizio Google Street View, quel che è certo è che quel servizio a Peter Hustinx sembra proprio non piacere .

a spasso col cane Hustinx ha infatti dichiarato che sarebbe opportuno che “Google ci pensasse bene a come realizzarlo”. E ha spiegato: “Fare foto su una strada in molti casi non è un problema, ma far foto ognidove è senz’altro destinato a causare alcuni problemi. Sono sicuro che lo sanno”.

Come noto, Google da tempo lavora su un modo per far passare Street View anche in paesi più attenti alla privacy di quanto non siano gli Stati Uniti ed è notizia di questi giorni l’attivazione di un sistema automatico di sfocatura dei volti delle persone riprese dalle cam di Google (talvolta, non solo quelli delle persone ).

Da parte sua Google ha ribadito l’intenzione di lavorare su tutte le obiezioni che possono essere sollevate al fine di ampliare il più possibile anche in altri paesi il proprio servizio.

Ma questo non sembra bastare a Hustinx. “Adeguarsi alle leggi europee sulla privacy – ha avvertito il Supervisore – sarà in parte ciò che deciderà il successo o meno della loro impresa. Se dovessero ignorarle si arriverà probabilmente in tribunale, nel qual caso ne pagherebbero pesanti conseguenze”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti