UK, tira più un videogioco che un carro di buoi

Niente fiction, è il risultato di uno studio, da cui risulta che in Gran Bretagna il sesso sia l'ultimo degli interessi in camera da letto: è preceduto in importanza da molte altre attività

Roma – Uno studio diffuso dal celebre mobilificio britannico Sharps relega il sesso al decimo posto tra le attività più praticate in camera da letto dai cittadini del suo paese.

UK, tira più un videogioco che un carro di buoi La classifica la dice lunga: al nono posto ci sono i videogiochi . All’ottavo il lavoro . Al settimo il telefono , preceduto dall’ ascolto della musica , che occupa il sesto. Leggere, che molti immaginano essere uno dei più diffusi atti praticati sotto le coperte, occupa appena il quinto posto .

In camera da letto si legge secondo lo studio solo se non si naviga in Internet , attività che occupa il quarto posto. Regge bene la TV , al terzo posto. Ma le attività principali sono due: parlare con il partner , al secondo posto e, infine the winner : dormire .

La classifica, finita immediatamente in rete – è stata redatta da Chris Gooding, specialista dell’azienda, analizzando un campione di 2 mila persone . “I risultati evidenziano che facciamo molto altro a letto, oltre che dormire – alcuni addirittura lavorano”.

Gli scozzesi si discostano dal trend: dicono di fare almeno 45 minuti di sesso a settimana, mentre il South West lo fa meno di mezz’ora .

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zioBudda scrive:
    uao che notiziona
    c.d.o.
  • Nilok scrive:
    wikkiwikki=disinformazione globale
    Ave.E siamo ancora quì a discutere "del sesso degli angeli".E' sotto gli occhi di chiunque consulti wikkiwikki:VA BENE fintantochè fornisce DATI OGGETTIVINON VA BENE quando fornisce OPINIONI SOGGETTIVESe si togliessero le opinioni e si continuassero a correggere gli errori sui dati, mantenendo l'attuale struttura e contribuzione......wikkiwikki diventerebbe FINALMENTE "WIKIPEDIA" l'unica vera enciclopedia online dispobibile per TUTTI!Ma siamo "costretti" da qualcuno a perdere il nostro tempo a discutere del sesso degli angeli.A presto.Nilok
  • MircoM scrive:
    troppi condizionali -
    gossip
    Wales sarebbe intervenutoWales avrebbe posto la paginaMerkey sarebbe anche stato "bannato" gente... questa la chiamate una notizia? una serie di condizionali basati su accuse non verificabili?ma è uno scherzo o cosa?
  • mes.id scrive:
    WIKIPEDIA HA BISOGNO DI UN NUOVO MOTORE
    anche in questo caso le soluzioni centralizzate si sono dimostrate controproducenti e fallimantari.Accentrare una simili mole di informazioni nelle mani di pochi, puo' essere una mossa molto rischiosa. A nulla importa se dietro wikipedia ci sono milioni di cittadini liberi che contribuiscono a far crescere la piu' immensa opera letteraria che sia mai stata concepita. Quello che non va' e' il controllo centralizzato. E' come se linux appartenesse a una sola persona, anche se frutto del contributo di tutti.Questo e' assurdo. La licenza di wikipedia e' open source, ma i server su cui sono registrate le pagine non sono gestiti in modo libero.Bisogna ritornare al passato, al vecchio sistema usenet. Tanti snodi indipendenti che pubblicano ciclicamente i contenuti agigornandosi a vicensa.Inoltre in questo modo ogni nodo potrebbe applicare diverse regole di moderazione così da evitare o filtrare preventivamente le modifiche-vandalizzazioni che spesso toccano temi politici e-o storici.Ecco come dovrebbe essere wikipedia, non centralizzata, ma finalmente gestita dal basso.Niente soldi, niente fondazioni succhiadenaro che custodiscono nei loro forzieri milioni di dollari. Ogni snodo verra' autogestito da volontari, un po' come capita con phon. Con un sistema simile al bittorrent inoltre si potrebbero persino ovviare ai problemi di banda.Un sistema decentralizzato metterebbe inoltre al riparo da vandalismi e azioni ricattarorie.La conoscenza e' di tutti, come la liberta'.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 marzo 2008 00.19-----------------------------------------------------------
    • e.l.f. scrive:
      Re: WIKIPEDIA HA BISOGNO DI UN NUOVO MOTORE
      - Scritto da: mes.id
      Bisogna ritornare al passato, al vecchio sistema
      usenet. Tanti snodi indipendenti che pubblicano
      ciclicamente i contenuti agigornandosi a
      vicensa.[...]
      Ogni snodo verra' autogestito da volontari, un
      po' come capita con phon. Con un sistema simile
      al bittorrent inoltre si potrebbero persino
      ovviare ai problemi di
      banda.
      Un sistema decentralizzato metterebbe inoltre al
      riparo da vandalismi e azioni
      ricattarorie.Il paragone non calza: l'NNTP e' un protocollo server-client, non p2p.Inoltre i protocolli p2p hanno comunque dei problemi di scalabilita': all'aumentare delle dimensioni della rete impieghi sempre piu' tempo per rintracciare i contenuti e impieghi sempre piu banda per trasmetterli. Guarda caso, per bittorrent esistono i tracker, server esterni alla rete, come indici dei contenuti ...Quanto alla gratuita', non metterei la mano sul fuoco: i server NNTP in Italia sono gestiti dai provider, da alcuni privati che rivendono il servizio usano un sottoprodotto (banda aziendale in eccedenza), da alcune organizzazioni senza scopo di lucro e da alcuni per uso personale / privato. Gira sotto it.news.moderazione e it.news.gcn per conoscere alcuni di essi.Agggiungi il fatto che ogni gestore del server sceglie le gerarchie da scaricare per evitare di consumare banda e risorse, solo Google Groups e pochi altri le mantengono: questo sarebbe un arbitrio inacettabile per una Wiki distribuita.e.l.f.
    • krik&krok scrive:
      Re: WIKIPEDIA HA BISOGNO DI UN NUOVO MOTORE
      Modificato dall' autore il 12 marzo 2008 00.19
      --------------------------------------------------
    • teddybear scrive:
      Re: WIKIPEDIA HA BISOGNO DI UN NUOVO MOTORE
      - Scritto da: mes.id
      La conoscenza e' di tutti, come la liberta'.Sbagli tutto.È giusto che il sistema sia controllato da pochi. Che poi sono quei pochi che ti controllano la vita. Controllano le informazioni che ti arrivano e ti fanno pensare da "uomo libero" sulla base di informazioni non libere.Se tu pensassi da uomo libero con informazioni libere, saresti pericoloso, non controllabile, un potenziale pericolo per le organizzazioni che controllano tutto, controllano il controllabile ed anche quello che tu pensi che non lo sia.I giudizi, i gusti, la vita della gente.Ormai è tutto così. Ti fanno pensare di avere scelta di informazione, ma in realtà ti fanno scegliere tra informazioni già controllate. Le opzioni che ti vengono date sono sempre quelle, limitate. Ma l'importante è che tu sappia, che tu pensi che puoi fare tutto, puoi sapere tutto, puoi scegliere quello che vuoi tu.Usenet è scomoda, usenet è comunista. Perchè ognuno può dire quello che vuole, ognuno può dire quello che pensa. Usenet era (ed è) il modo migliore per fare informazione, per condividere, discutere, parlare, migliorare la propria cultura su ogni argomento. Ma è scomoda per chi sta li in alto, perchè non puoi controllarla, non c'è un sistema centrale che possa filtrare i messaggi.Comuqnue, se mi cercate, sono su Usenet... ;-)
Chiudi i commenti