Un bene la notifica informatica?

di Andrea Buti - Il suo avvento è scritto nei testi di legge ma assume i contorni di una patch al sistema piuttosto che ad un redesign del suo codice sorgente. Il quadro


Roma – Nel recente decreto-legge n. 35 del 14 marzo 2005, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 62 del 16 marzo 2005, noto come d.l. sulla competitività, sono state inserite norme che vanno ad incidere in maniera rilevante sulle modalità di notifica di taluni atti giudiziari . In particolare, l’art. 2, comma 3, apporta modifiche all’art. 133 c.p.c., all’art. 134 c.p.c., all’art. 176 c.p.c., cui deve aggiungersi (sinteticamente) il seguente comma: “L’avviso di cui al secondo comma puo’ essere effettuato a mezzo telefax o a mezzo di posta elettronica nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi”.

Modifiche anche all’art. 250 c.p.c. cui va aggiunto: “L’intimazione al testimone ammesso su richiesta delle parti private a comparire in udienza puo’ essere effettuata dal difensore attraverso l’invio di copia dell’atto mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento o a mezzo di telefax o posta elettronica nel rispetto della normativa, anche regolamentare, concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici e teletrasmessi.
Il difensore che ha spedito l’atto da notificare con lettera raccomandata deposita nella cancelleria del giudice copia dell’atto inviato, attestandone la conformità all’originale, e l’avviso di ricevimento.”

E pure all’articolo 490 del codice di procedura civile, il secondo comma è sostituito dal seguente:
“In caso di espropriazione immobiliare lo stesso avviso puo’ essere inserito in appositi siti Internet.”.

Insomma, viene introdotta una sorta di notifica informatica .

La notizia potrebbe suscitare interesse, giacché lascerebbe chiaramente intendere che il legislatore faccia finalmente entrare l’informatica nel processo civile, riconoscendo che gli sta a cuore il miglioramento dell’efficienza del processo civile. Ma i lettori di PI potrebbero facilmente commentare: era ora! E si potrebbe pure aggiungere che il decreto sul processo informatico, fermo da qualche anno, è ancora oggi, forse ed allora, qualcosa di realmente futuribile. Però è comunque un segnale: uno degli atti più “ufficiali” del processo civile, come quello della notifica, può essere smaterializzato . Niente più ufficiale giudiziario, niente busta, niente atto: dopo l’ufficio, ora, anche la notifica paperless !

Tutto questo però, produce effetti giuridici, sul piano processuale. Non è un avvocato, pazzerello informatico, che si diletta con il pc. E’ il “sistema” che comincia ad adeguarsi (anche se…meglio tardi che mai)! Il luogo in cui inizia questo “adeguamento” però pare sintomatico: il decreto sulla competitività. Questa si che è una notizia! Qualcuno, allora, si è accorto che con gli attuali sistemi di risoluzione delle controversie, non solo non si sta in Europa, ma non si riesce a convivere nemmeno in Italia? E figurarsi se si vuol scendere nell’agone internazionale (cd. “barriere giudiziarie”)! Un imprenditore che aspetta in media 10 anni per veder risolta una controversia civile. E in che modo? Con quali costi? Insomma, con quale risultato?

Dunque, non si tratta solo di mettere delle patch (per qualcuno magari risibili o inconsistenti) al processo civile, aspettando il processo telematico, ma di cambiare radicalmente sistema .

Un’idea potrebbe scaturire da questa riflessione: se il sistema contenzioso civile non è il migliore del mondo (né in teoria né in pratica) forse si potrebbe guardare altrove.
Per esempio all’ ADR ( Alternative Dispute Resolutions , ossia sistemi alternativi – al processo – per risolvere le controversie).

Si tratta di impiegare le migliori tecniche di negoziazione per poi passare al negoziato assistito ( mediation nei paesi di common law e conciliazione professionale in italia). O di utilizzare – in una sequenza accuratamente progettata – forme transgeniche di arbitrato (arbitrato notturno, arbitrato baseball ). O, ancora, di pensare ad organismi che effettuino il monitoraggio dei rapporti giuridici per prevenire il contenzioso ( dispute settlement board ). E di tutto quello – moltissimo in vero – che si potrebbe ancora dire sul conflict management ; ma non credo che questa possa essere la sede opportuna. Il tutto con un occhio all’informatica (ecco perchè PI). Quello che ne vien fuori, è ODR (On-line dispute resolution) .

E non si sta – ancora – parlando di sistemi esperti in ambito giuridico.

Se era futuribile il processo telematico che conferma le dinamiche processuali, figurarsi questo che le esclude….

Avv. Andrea Buti
StudioButi.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma quali Microsoft o Telecom. Le BANCHE!
    Qui ancora a litigare se i grandi antiprivacy sono Microsoft o TelecomItalia.Ma vi rendete conto che le banche e i loro sistemi informativi, conoscono TUTTO di voi? Qualsiasi infomazioni, lo stato patrimoniale, i vostri gusti, i vostri consumi, i vostri errori, i vostriviaggi.Se date un voto al BigBrother, date un voto alle banche.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quali Microsoft o Telecom. Le BAN

      Qualsiasi infomazioni, lo stato patrimoniale, i
      vostri gusti, i vostri consumi, i vostri errori,
      i vostriviaggi.paga in contanti, no?
      Se date un voto al BigBrother, date un voto alle
      banche.anche le assicurazioni, le compagnie dei cellulari e molti molti altri-
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma quali Microsoft o Telecom. Le BANCHE!

      Se date un voto al BigBrother, date un voto alle
      banche. E questo è niente. Leggiti "Schiavi delle Banche" di Maurizio Blondet, se vuoi davvero farti venire i brividi...http://www.internetbookshop.it/ser/serdsp.asp?shop=1&c=RNO40WZ6GI7PC
  • Anonimo scrive:
    Privacy ed elezioni....
    Non so cosa esprima a riguardo la legge sulla privacy....ma è normale "attingere" dati sensibili da una X banca dati per fare campagna pubblicitaria (es. inviare x posta i bigliettini con le foto ) a favore del candidato che, guarda caso, ha a che fare (responsabile) con la società o associazione che gestisce tali dati? Sono passibili di denuncia, secondo voi?
  • Anonimo scrive:
    Certezza privacy?
    Ma scusate, avete provato a clikkare il link https://bba.winstonsmith.info/nomina.htmlriportato dall'articolo per visionare le istruzioni?C'è qualcosa che non mi quadra. LOL
    • The_GEZ scrive:
      Re: Certezza privacy?
      Ciao Anonimo !
      Ma scusate, avete provato a clikkare il link
      https://bba.winstonsmith.info/nomina.html
      riportato dall'articolo per visionare le
      istruzioni?

      C'è qualcosa che non mi quadra. LOLARGH !Il bello è che Firefox ti avvisa che qualcuno potrebbe cercatre di leggere la trasmissione dei dati, mentre IE si limita a dire che la connesione è protetta e nessuno potrà leggere i dati in transito !!!Direi che ALMENO UNO dei due sbaglia, sarò fazioso ma io do ragione a Firefox !!!(c64)
      • Anonimo scrive:
        Re: Certezza privacy?
        Opera dice che i certificati non corrispondono (lui ha un certificato per bba.... anzichè www....
        • HotEngine scrive:
          Re: Certezza privacy?
          - Scritto da: Anonimo
          Opera dice che i certificati non corrispondono
          (lui ha un certificato per bba.... anzichè
          www....Firefox avvisa correttamente che il certificato è valido per www.winstonsmith.info mentre la pagina fa riferimento a bba.winstonsmith.infoAll'atto pratico non c'è nessun pericolo perchè si tratta di un virtual domain ovviamente che fa parte del dominio winstonsmith.info
  • Anonimo scrive:
    non sono d'accordo
    semmai la nomination la darei all'Autority che tutto fa tranne il lavoro per cui è preposta.
  • Silenx scrive:
    BBA : VOTATE URBANI!!
    Bisogna votarlo, questo personaggio deve vincere!!! ....
    • Anonimo scrive:
      Re: BBA : VOTATE URBANI!!
      il primo a cui avevo pensato! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: BBA : VOTATE URBANI!!
      Urbani, Asciutti, il presidente della SIAE, quello della Federazione Italiana Fonografici e Gasparri, se non altro per il P@tto e per l'invasività (per le idiozie è un discorso a parte)
    • Anonimo scrive:
      Re: BBA : VOTATE URBANI!!
      Quello è talmente ignorante che potrebbe vantarsi di un'eventuale vittoria.. lol..
    • Anonimo scrive:
      Re: BBA : VOTATE URBANI!!
      - Scritto da: Silenx
      Bisogna votarlo, questo personaggio deve
      vincere!!! ....Non sono mai stato di sinistra, ma ci puoi giurare che lo ho votato. Ma poveraccio, però, non è colpa sua, è colpa del colesterolo LDL e di quelle cose che gli fa la Di Benedetto, che Clinton chiamava "atti impropri" e che a lui fanno appannare gli occhiali e sbavare anche un po', a detrimento dell'attività di governo.
    • Anonimo scrive:
      Re: BBA : VOTATE URBANI!!
      Per quanto mi riguarda il personaggio ha pesato un 80% sulla mia scelta di non votare più il partito del "Silvio", per l'altro 20% c'è la legge sull'editoria, e tutte quelle altre cose assurde circa tutti i vincoli imposti alle wireless lan e tutto il resto, mi frega poco che abbiano costruito un nuovo polo fieristico a Milano, se quei soldi li davano ai poveri italiani che vivono sotto il livello di povertà magari riguadagnavano il mio voto, ma come al solito piove sempre sul bagnato...Saluti apolitici.
  • Anonimo scrive:
    urbani imbattibile
    non c'è confronto qui in italia, li stende tutti al big brother award
    • Anonimo scrive:
      Re: urbani imbattibile
      Giuseppe Fortunato, avvocato di Napoli, già condannato proprio per violazione di norme inerenti alla riservatezza!
  • Anonimo scrive:
    Telecom o Microsoft
    Chi vincerà ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Telecom o Microsoft
      - Scritto da: Anonimo
      Chi vincerà ?Urbani che ordina agli ISP di controllare il traffico a priori è una valido contendente p)
      • Anonimo scrive:
        Re: Telecom o Microsoft
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Chi vincerà ?

        Urbani che ordina agli ISP di controllare il
        traffico a priori è una valido contendente p)Speriamo che la Di Benedetto lo stronchi con qualche posizione del Kamasutra inadatta alla sua età, così lo candidiamo anche al premio Darwin :-D
Chiudi i commenti