Un call center eccezionale

Sono molte le lettere che arrivano in redazione per segnalare problemi e disservizi con il customer care dei principali operatori di TLC. Ma non sempre le cose vanno per il verso sbagliato


Roma – Cara redazione, devo ammettere che sono sempre stato scettico nelle capacità dei call center, viste mie (ed altre) esperienze negative. Ho avuto due giorni fa un problema con Fastweb, non c’era più linea, terrorizzato dall’idea di dovermi affidare al call center, ho preso coraggio e chiamato.

Dopo aver seguito la voce automatica, ho parlato con un operatore che mi ha fatto fare tre prove, poi mi ha passato al secondo livello di assistenza. Il nuovo operatore ha visto la situazione e mi ha fatto fare altre prove, dicendomi però che hanno già in programma un’assistenza su una centralina di zona e che quindi, secondo lui, la situazione sarebbe rientrata da sola. Se avessi avuto altri problemi avrei dovuto richiamare.

Il giorno dopo la linea non c’era più, avevo il timore di essere entrato nel tunnel dei call center, quei tunnel dove entri e non esci se non dopo mesi e mesi.

Ho richiamato, ho atteso per 25 minuti, per fortuna è gratis, fino a quando l’operatore non mi ha detto che mi avrebbe mandato un tecnico. “NO! – mi son detto – Il tecnico a casa no, mi aspetto il solito gruppo che mi ribalta la casa e non risolve nulla. Chissà poi quando arriverà”.

Dopo due ore mi ha chiamato una ragazza che mi ha cortesemente chiesto a che ora volevo che arrivasse il tecnico il giorno seguente (come? il giorno seguente?). Dopodiché mi ha chiamato il tecnico e mi ha chiesto che, se volevo, avrei potuto anticipare l’appuntamento (ma hanno fretta? Io ero preparato ad aspettare un mese e questi sono impazienti?).

Per farla breve: arriva il tecnico, 10 minuti e internet è tornato, funziona tutto anche meglio di prima. Non ci credo, impossibile. Il tecnico non vuole neanche un caffè e mi saluta cordialmente. Ma è possibile? Dov’è la fregatura? Funziona tutto, due telefonate e due giorni di malfunzionamento risolti così in fretta? O sono solo io ad avere problemi oppure sono estremamente fortunato! Sgomento da tale celerità chiedo scusa alla Fastweb per aver pensato male (visto che per cablarmi la casa ci avevano messo 8 ore) e li ringrazio per la incredibile velocità di intervento. E’ andata bene, posso di nuovo dire agli amici: “Operatore, sono dentro!”

Daniele A.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Jaffo scrive:
    Titolo
    Mi rendo conto che l'articolo è stato scritto ben 13 anni fa, ma non riesco a trovare informazioni aggiornate.Qualcuno sa, in relazione al tema trattato, cosa dicono le normative attualmente vigenti in Italia nel 2016?Grazie!
  • skyeye scrive:
    Re: spam e crisi economica
    - Scritto da: morenos
    Penso inoltre che il Garante della Privacy sia
    formato da persone competenti e spero che
    riescano a far dei distinguo e elaborare una
    normativa che consenta alle aziende di comunicare
    tra loro più liberamente e non solo mandando in
    giro rappresentanti in auto, intasando ancora di
    più le strade col riAAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    il contatto personalizzato è spam?
    Penso che la risposta del garante non abbia escluso la possibilità di contattare una azienda per fare una proposta.La differenza dovrebbe stare nel fatto che se una persona di una ditta A contatta una persona della ditta B, precisamente i responsabili commerciali/marketing delle ditte, la comunicazione dovrebbe essere lecita.Ovvio che non posso inviare la stessa identica mail in copie e tutti i giorni, senza mittente e senza un contenuto chiaro.Diverso è il caso dell'invio di pubblicità a domicilio del privato, come diverso secondo me è il caso di una proposta commerciale al privato che è cosa diversa ancora dalla pubblicità
  • Anonimo scrive:
    Cosa c'è sotto'
    Cosa c'è dietro la legge sullo spam?Io ricevo settimanalmente nella posta di casa (non e-mail, ma quella fisica, nella cassetta delle lettere sulla porta), diversi depliants pubblicitari di vario genere, spesso di supermercati.Questo non è spam? A me tutta quella carta da veramente fastidio! Io non l'ho richiesta, ma...nessuno si preoccupa di fermare questo, ma per le e-mail si...Allora mi domando: cosa c'è sotto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa c'è sotto'

      Questo non è spam? A me tutta quella carta
      da veramente fastidio! Io non l'ho
      richiesta, ma...nessuno si preoccupa di
      fermare questo, ma per le e-mail si...
      Allora mi domando: cosa c'è sotto?Forse....la pubblicita' che ricevi via posta fa guadagnare il governo con le tasse, le aziende che la pubblicano, le persone che la consegnano.Tutta una bella organizzazione per rompere le scatole :-)Lo spam fa perdere soldi e tempo a chi lo riceve, intasa la rete ed i server.E' difficile arrivare a chi lo ha generato e, se esiste pubblicita' ingannevole, con chi te la prendi?
      • morenos scrive:
        Re: Cosa c'è sotto'
        Come con chi te la prendi?Pubblicità ingannevole per cosa?Se tu rispondi, e compri comprerai e pagherai qualcuno no?Te la prendi con quello non credi?Ma sono d'accordo con te che ci sono mezzi fastidiosi come la pubblicità tra i film, la troppa carta nella casella, ma quelli che te la mandano sono aziende.Le aziende se non guadagnano chiudono, e i prezzi salgono perchè la concorrenza diminuisce.ciao
  • ocram scrive:
    Sacrosanto

    Mi pare di capire secondo l'interpretazione del garante,
    che un'azienda non può inviare per la prima volta un'offerta
    commerciale via e-mail
    ...Per fortuna no, non si può inviare spam nemmeno alle aziende (dentro le quali lavorano persone... che si rompono con lo spam in eguale misura).
    oppure richiedere un preventivo sui prodotti in vendita
    della controparte, senza il preventivo consenso.Richiedere un preventivo non è una "comunicazione pubblicitaria non sollecitata inviata a una pluralità di soggetti". Certo che si può chiedere un preventivo.Evitiamo di ciurlare nel manico. Lo spam danneggia gravemente Internet e gli spammer sono dei mascalzoni. Le multe che prima o poi si spera verranno comminate sono sacrosante (anche se magari "qualcuno" penserà subito a un condono).Ciao.
    • morenos scrive:
      Re: Sacrosanto
      Le persone che lavorano per aziende oltre a essere pagate per lavorare, diminuendo gli ordini che sono generati dall'interscambio di proposte (per esempio in certi settori si chiedono 5 preventivi per scegliere il più basso) quando i costi sono troppo alti perdono il posto di lavoro.Se ti guardi intorno l'isolamento che ne consegue sta dando proprio dei bei risultati.cosa ne pensi?fammi pur sapere.ciao
  • Anonimo scrive:
    Come al solito ribaltiamo la frittata :)
    Gestisco la casella info di un grosso gruppo italiano e ovviamente ricevo una considerevole quantità di proposte.... all'attenzione di..., proposte non richieste, che, ormai note nella loro struttura vangono immediatamente cancellate senza nemmeno essere degnate di uno sguardo (con autorizzazione della Direzione).La cosa che più mi irrita è che anche qui si sia ribaltato tutto, vi ricordate le compagnie telefoniche che vi attivavano servizi non richiesti e poi dovevate pagare per farli levare??Qui è la stessa storia, LORO vi mandano mail NON richieste e VOI dovete cancellarvi dalle liste!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Caro garante della privacy, in queste mail ci dovrebbe essere scritto in fondo...SE VUOI RICEVERNE ANCORA iscriviti, non clicca qui per cancellarti!!!!!!!!!!!!Sveglia mondo!!!!!!!!!!!!! Qui gira tutto al contrario :| :| :|
  • Anonimo scrive:
    Come distinguere il tipo di invio?
    Mi pare di interpretare quanto indicato dalla norma e dal Garante in questo senso:"se l'email è inviata da un operatore è consentito, se in automatico no"Se è così la norma mi pare ingenua... Come si fa a distinguere una modalità dall'altra? :'(
    • paulatz scrive:
      Re: Come distinguere il tipo di invio?
      Fino a che non ci saranno i PC a controllo telepatico un'operatore ci deve per forza essere.Ovviamente se vengono mandate 1000 mail tutte "quasi" uguali allora sono in automatico.Se ne vengono mandate una dozzina e tutte **decisamente** diverse, e magari senza il mittente falsificato alora si può ragionevolmente pensare che siano state mandate a mano, poi c'è l'header X-mailer (se è impostato su qualche programma di spamming automatico allora sei nella m*rd*, altrimenti non prova niente) e ovviamente si può sequestrare ed esaminare il PC dello spammer, magari si scopre anche che la sua tastiera aveva il temibile tasto Shift
  • Anonimo scrive:
    Solo in automatico
    Nella risposta si legge:
    A tal fine, si rammenta che ai sensi dell'articolo
    10 del d.lgs. n. 171/1998 l'uso di un sistema
    automatizzato di chiamata senza intervento
    di un operatore o del telefax per scopi di
    invio di materiale pubblicitario o di vendita
    diretta, ovvero per il compimento di ricerche
    di mercato o di comunicazione commerciale
    interattiva, è consentito solo con il consenso
    espresso dell'abbonato.Questo significa che se un'azienda (o persona) manda manualmente una mail commerciale ad un'altra azienda (o persona), non ci sono problemi, ma se la manda in modo automatico allora è spam e non va bene. Mi pare un ottimo compromesso: vorrei vedere uno spammer mandare milioni di mail a mano :-)Per contro, chi deve mandare delle proposte a poche aziende non avrà nessuna difficoltà a farlo a mano.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Il 99% dello spam che ricevo e' estero
    Visto che il 99% dello spam che io ricevo ... non e' italiano .. ma credo anche gli altri ... mi sembra che questa cosa penalizzi solo le aziende italiane che vogliono contattare nuovi clienti.In pratica e come se fosse (o forse e' possibile) denunciare la telecom perche' mi telefona 2 volte la settimana per chiedermi se voglio l'adsl.Sono contrario anche io allo invio indiscriminato e soprattutto ripetuto di mail non gradite .. ma non vorrei che questa legge presa alla lettera penalizzasse solo le ditte italiane. Che ne dite ?
  • Anonimo scrive:
    io mi sono creato....
    si mi sono creato una casella apposita, se volete inviarmi mail con offerte potete scrivere a spam@amgi.it
  • Anonimo scrive:
    il problema è un altro....
    guardate che il problema non è di tutti i giorni dalla stessa azienda. Il problema riguarda le email una tantum io ti mando una mail informativa per richiederti l'iscrizione se non mi rispondi ti metto in un database di esclusione , altrimenti rischieresti che la mail una tantum ti venga rinviata una seconda volta, non ci vuole molto a capire che una mail una tantum non disturba più di tanto. non credi anche tu? nono è forse spam ricevere 30 chiamate al giorno da operatori di call center diversi e ognuno ti vuole vendere il suo prodotto?per me è sempre valido il detto:E' lecito chiedere, rispondere è cortesia!se non mi rispondi non ti disturbo più tutto quì!http://www.amgi.it
  • Anonimo scrive:
    Giovanni Leo ha fatto confusione
    Giovanni Leo scrive che gli pare di capire che:"un'azienda non può inviare per la prima volta un'offerta commerciale via e-mail (presente su un sito internet oppure su elenchi pubblici) ad un'altra azienda, oppure richiedere un preventivo sui prodotti in vendita della controparte, senza il preventivo consenso."Mi sa che il Leo ha fatto confuzione: e' ovvio che e' possibile richiedere un preventivo, ovviamente all'indirizzo indicato a questo scopo sul sito web dell'azienda (se c'e'). E' altrettanto ovvio che non e' invece possibile proporre un proprio preventivo ad altri !!! La differenza e' fondamentale, e chi non distingue le 2 cose ho idea che sia perche' vuole semplicemente fare confusione per potere continuare a spammare con la scusa che altrimenti si blocca il commercio !!!
  • Anonimo scrive:
    ma ....
    vi preoccupate molto di questo, ma non della pubblicità invasiva che vi entra in casa tutti i gioni dalle tele, spezza in più parti i film e gli avvenimenti sportivi .... magari pagate pure il canone .... guai se però vi arriva una e-mail con della pubblicità.Parlo di pubblicità seria e non di dialer e simili.
  • Anonimo scrive:
    Giovanni Leo ha fatto confusione
    Giovanni Leo scrive che gli pare di capire che:"un'azienda non può inviare per la prima volta un'offerta commerciale via e-mail (presente su un sito internet oppure su elenchi pubblici) ad un'altra azienda, oppure richiedere un preventivo sui prodotti in vendita della controparte, senza il preventivo consenso."Mi sa che il Leo ha fatto confuzione: e' ovvio che e' possibile richiedere un preventivo, ovviamente all'indirizzo indicato a questo scopo sul sito web dell'azienda (se c'e'). E' altrettanto ovvio che non e' invece possibile proporre un proprio preventivo ad altri !!! La differenza e' fondamentale, e chi non distingue le 2 cose ho idea che sia perche' vuole semplicemente fare confusione per potere continuare a spammare con la scusa che altrimenti si blocca il commercio !!!
  • s. scrive:
    E il bottone "contatti" a che serve?
    In tutti i siti aziendali c'è il bottone dei contatti.A cosa serve se non posso contattare l'azienda?E se voglio contattare l'azienda, può essere sia per chiedere di acquistare un loro prodotto o servizio, sia per offrirgli la mia collaborazione, sia per chiedere qualsiasi cosa.E quindi che non si lamentino della posta che gli arriva, qualunque essa sia.Se non la vogliono o tolgono il bottone dei contatti oppure scrivono chiaramente che i contatti servono solo per i clienti che vogliono comperare e non per chi vuole vendere.
  • Anonimo scrive:
    E se invio un curriculum?+Considerazioni
    Da quello che mi sembra di capire, la situazione con questa legge si potrebbe rovesciare:Se un privato cittadino, in cerca di lavoro, manda 1 email alle varie aziende (trovando gli indirizzi sui siti web, ad esempio) con il proprio curricula, puo' essere denunciato dall'azienda per l'invio di 1 email non sollecitata ?Certo che le interpretazioni possono essere davvero tante, e i casini in cui ci si puo' andare a mettere ancora di piu'.A mio giudizio il garante dovrebbe riflettere molto su questi aspetti.Secondo me nella pratica comune, tornando all'esempio citato nell'articolo, bisognerebbe distinguere lo spam dall'invio UNA TANTUM. Nell'articolo, infatti, la domanda fatta al garante era sul singolo invio e non sugli invii di tipo sistematico. Mandarne tante, secondo me, e' spam. Mandarne una e richiedere all'interno di questa, eventualmente, l'autorizzazione a mandarne delle altre (oppure mandarne una per dire "io esisto" e non mandarne piu'), non puo' essere vietato a nessuno. Ne' alle imprese verso i privati, ne' ai privati verso le imprese... altrimenti dovremmo vietare anche le telefonate a casa da parte dei call center (che lavorano per le imprese) o che i privati possano telefonare alle aziende senza che questi li invitino a contattarli...... ma perche' ci sia il famoso consenso, servira' prima o poi un contatto?O le aziende devono mettersi a fare il porta a porta per farsi firmare la 675 in originale, e i privati devono andare per forza presso le sedi delle aziende ogni volta che vogliono fare una domanda? Aboliamo i mezzi di comunicazione e ci compriamo tutti quanti un bell'asinello come mezzo di trasporto?Gennaro Claps
    • net scrive:
      Re: E se invio un curriculum?+Considerazioni

      Se un privato cittadino, in cerca di
      lavoro, manda 1 email alle varie aziende
      (trovando gli indirizzi sui siti web, ad
      esempio) con il proprio curricula, puo'
      essere denunciato dall'azienda per l'invio
      di 1 email non sollecitata ?Allora, se si legge _bene_ la risposta del garante, saltano all'occhio queste righe:[per scopi di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta, ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale interattiva]sapendo che ovvero = oppure, direi che l'invio di un curriculum non è materiale pubblicitario, ne vendita diretta, ne ricerca di mercato ne comunicazione commerciale interattiva. Ergo, il curriculum si può inviare, e non vedo perchè dovrebbe essere altrimenti. Certo, si invia di solito se sul sito internet c'è una parte dedicata alle richieste. Se lo si fa a cavolo forse non è spam, ma certamente è mancanza di educazione.
      Certo che le interpretazioni possono essere
      davvero tante, e i casini in cui ci si puo'
      andare a mettere ancora di piu'.Non mi sembra che siano poi così tante le interpretazioni....
      Secondo me nella pratica comune, tornando
      all'esempio citato nell'articolo,
      bisognerebbe distinguere lo spam dall'invio
      UNA TANTUM. Ah si? E se io azienda ricevo al giorno 100 email una-tantum? Mi ritrovo con un sacco di roba che comunque non mi serve, anche se mi è stata mandata una volta sola...Certo si fa in fretta a svuotare il postmaster (perchè alla fine andranno tutte a finire li :)) ma non mi sembra il caso di fare una distinzione. Piuttosto, chiediamo al garante il permesso di far installare qualcosa che tronchi le mani a chi mi mette 200 volantini sulla macchina (stamattina ne ho trovati 4, e santo Dio.. :))Bye.NEt
      • Anonimo scrive:
        Re: E se invio un curriculum?+Consideraz
        - Scritto da: net
        [CUT]

        Allora, se si legge _bene_ la risposta del
        garante, saltano all'occhio queste righe:

        [per scopi di invio di materiale
        pubblicitario o di vendita diretta, ovvero
        per il compimento di ricerche di mercato o
        di comunicazione commerciale interattiva]

        sapendo che ovvero = oppure, direi cheSe studiassi Giurisprudenza (come fa la mia ragazza, io studio ingegneria :P ), sapresti che in guirisprudenza ovvero = cioè.Quindi secondo me anche un cv inviato, secondo la regola formale, è spam
        Bye
        .NEtbyePino&terra
        • Anonimo scrive:
          Re: E se invio un curriculum?+Consideraz
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: net


          [CUT]



          Allora, se si legge _bene_ la risposta del

          garante, saltano all'occhio queste righe:



          [per scopi di invio di materiale

          pubblicitario o di vendita diretta, ovvero

          per il compimento di ricerche di mercato o

          di comunicazione commerciale interattiva]



          sapendo che ovvero = oppure, direi che

          Se studiassi Giurisprudenza (come fa la mia
          ragazza, io studio ingegneria :P ), sapresti
          che in guirisprudenza ovvero = cioè.
          Quindi secondo me anche un cv inviato,
          secondo la regola formale, è spam

          Bye

          .NEt
          bye
          Pino&terraVeramente è così: ovvero = anche infatti se leggi il discorso vedrai che con oppure e con cioè non ha senso.
    • Anonimo scrive:
      Re: E se invio un curriculum?+Considerazioni
      sono pienamente d'accordo. mandatemi le vostre mail che vi informerò sulle ultime agevolazioni nazionali :)))http://www.amgi.it
  • Anonimo scrive:
    Offerta commerciale?!?! E' pubblicità!!
    Allora si vorrebbe dire che si ha tutto il diritto di inondare la email di un'azienda per fare della PUBBLICITA'?!?!?Quindi, è SPAM!!!!Antipatica sgradita e a costo zero...Si vorrebbe forse dire che se s'impedisce di fare un tal tipo di comunicazione ci viene a rimettere il commercio di internet?...Quali grosse sciocchezze!!!Se una ditta ha bisogno di servizi se li va a CERCARE senza che gli arrivino diecimila pubblicità in cassetta!!!Ma quale libertà?...Conta di più la libertà di lavorare e non passare ore a leggere spam che quella di produrla, questa spam?Ma che bella pensata, complimenti, signore!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Offerta commerciale?!?! E' pubblicità!!
      vi preoccupate molto di questo, ma non della pubblicità invasiva che vi entra in casa tutti i gioni dalle tele, spezza in più parti i film e gli avvenimenti sportivi .... magari pagate pure il canone .... guai se però vi arriva una e-mail con della pubblicità.Parlo di pubblicità seria e non di dialer e simili.
      • Anonimo scrive:
        Re: Offerta commerciale?!?! E' pubblicità!!
        ovviamente sinon si vuole che internet finisca come la tvla tv e' una cosa internet un altra
  • Elendil scrive:
    Stai travisando
    I problemi legali nascono nel momento in cui un'azienda o un privato invia una proposta commerciale ad un'altra azienda. Con proposta commerciale si intende che l'azienda o il privato che inviano l'email vogliono vendere qualcosa all'azienda destinataria.Le email per chiedere informazioni non sono "non sollecitate" perché le aziende pubblicano esplicitamente alcuni loro indirizzi email per la *richiesta* di informazioni (e non per la proposta).Non capisco da dove nascono questi dubbi: il testo di risposta dell'authority mi sembra chiaro.
    • Elendil scrive:
      Re: Stai travisando
      Ho riletto il testo. All'inizio scrivi: "inviare via e-mail una proposta commerciale" mentre nel commento finale "richiedere un preventivo sui prodotti in vendita della controparte".Le due cose sono opposte e non vedo perché tu le debba mescolare.Due aziende A e B: se l'azienda A chiede all'azienda B un preventivo, non è spam, perché normalmente l'azienda B mette a disposizione un'indirizzo esplicito per questo scopo.Se invece l'azienda A fa una proposta commerciale all'azienda B, senza che l'azienda B l'abbia richiesta, allora sì che è spam.Non vedo come possa essere altrimenti!
      • Anonimo scrive:
        Re: Stai travisando
        Ma con chi parli... no è tuo il primo post? o sto gia dormendo....
        • net scrive:
          Re: Stai travisando

          Ma con chi parli... no è tuo il primo post?Immagino parlasse con l'autore della lettera :)
          o sto gia dormendo....Eh mi sa di si :)bye.NET
      • Anonimo scrive:
        Re: Stai travisando
        scusate intervengo perche dissento da tutti questi pareri.io dovrei considerare spam i cartelli della frutta e verdura in vetrina , i volantini che mi mettono nella cassetta delle lettere o quelli nel tergi cristallo della macchina.oppure denunciare l'ambulante che passa la domenica in macchina col megafono che annuncia le offerte e i prezzi dei sui prodotti, forse dovremo diventare un po più tolleranti e considerare spam solo mail a sfondo sessuale ma non di certo le email commerciali una tantum, scusate ma a me rompe meno una mail da cancellare che non ricevere una chiamata da un operatore che insiste che i suoi prodotti sono i migliori. arrivano molti fax in azienda e molte volte grazie a questi rimango informato su come realmente sono i prezzi in tutta italia, non mi sembra il caso di stroncare le ali al commercio su internet, stanno vietando di potermi fare pubblicità, ho serie intenzioni di organizzare una raccolta firme per fare la distinzione tra mail una tantum e spam, devo avere la possibilità di chiedere a una azienda il permesso, penso di rompere meno le scatole rispetto a una chiamata.http://www.amgi.it
        • Anonimo scrive:
          Re: Stai travisando

          ma a me
          rompe meno una mail da cancellare che non
          ricevere una chiamata da un operatore che
          insiste che i suoi prodotti sono i migliori.Inviare mail è molto più semplice che andare in giro con il megafono o a distribuire volantini, io sarei daccordo con te se non fosse per il fatto che non si riceve UNA mail al giorno ma anche 30-40 (se non di più).E' come se tu ti ritrovassi in strada 40 ambulanti che gridano, inmacchina 40 foglietti sul parabrezza, nella cassetta delle lettere 40 opuscoli informativi.Mi sembra un pò troppo, tutto qua
          • Anonimo scrive:
            Re: Stai travisando
            guarda che il problema non è di tutti i giorni dalla stessa azienda. Il problema riguarda le email una tantum io ti mando una mail informativa per richiederti l'iscrizione se non mi rispondi ti metto in un database di esclusione , altrimenti rischieresti che la mail una tantum ti venga rinviata una seconda volta, non ci vuole molto a capire che una mail una tantum non disturba più di tanto. non credi anche tu? nono è forse spam ricevere 30 chiamate al giorno da operatori di call center diversi e ognuno ti vuole vendere il suo prodotto?
          • Anonimo scrive:
            Re: Stai travisando
            - Scritto da: Anonimo
            guarda che il problema non è di tutti i
            giorni dalla stessa azienda. Il problema
            riguarda le email una tantum io ti mando una
            mail informativa per richiederti
            l'iscrizione se non mi rispondi ti metto in
            un database di esclusione , altrimenti
            rischieresti che la mail una tantum ti venga
            rinviata una seconda volta, non ci vuole
            molto a capire che una mail una tantum non
            disturba più di tanto. non credi anche tu?
            nono è forse spam ricevere 30 chiamate al
            giorno da operatori di call center diversi e
            ognuno ti vuole vendere il suo prodotto?E' quello che ho detto difatti, il problema è arrivare a ricevere una mail una-tantum, non 50 al giorno
        • Anonimo scrive:
          Re: Stai travisando

          oppure denunciare l'ambulante che passa la
          domenica in macchina col megafonoDonne! E' arrivato l'arrotino!Arrota coltelli, forbici, forbicine, forbici da seta, coltelli dapprosciutto!Donne, è arrivato l'arrotino e l'ombrellaio.Aggiustiamo gli ombrelli!L'ombrellaio, donne!Ripariamo cucine a gasse.Abbiamo i pezzi di ricambio per le cucine a gasse.Se avete perdite di gasse noi le aggiustiamo, se la cucina fa fumo noi togliamo il fumo della vostra cucina a gasse.Lavoro subito, immediato.
  • Anonimo scrive:
    ne gioisco.
    la MIA libertà di non ricevere spam finalmente è tutelata.perchè deve sempre essere tutelata la tua libertà di riempirmi di merda?tientela a casa tua!tutta quanta!e altrimenti pagami 250 euro per ogni mail spammatoria che mi mandi!
    • Anonimo scrive:
      Re: ne gioisco.
      - Scritto da: Anonimo
      la MIA libertà di non ricevere spam
      finalmente è tutelata.
      perchè deve sempre essere tutelata la tua
      libertà di riempirmi di merda?

      tientela a casa tua!

      tutta quanta!

      e altrimenti pagami 250 euro per ogni mail
      spammatoria che mi mandi!Mi sa che non hai capito una mazza dell'articolo.Tu mandi sempre e-mail solo a chi te le chiede?
      • Anonimo scrive:
        Re: ne gioisco.
        Io non sono daccordo del tutto con te.Spam per prima cosa secondo me ha a che fare con pubblicità non richiesta.Penso che il grave problema stia fuorviando le cose, penso che caratteristica dello spam sia mandare email identiche, non personalizzate e a scopo pubblicitario.Ora sembra che qualsiasi email non richiesta ESPLICITAMENTE sia spam, per me è una cazzata abnorme.
        • pippero scrive:
          Re: ne gioisco.

          Ora sembra che qualsiasi email non richiesta
          ESPLICITAMENTE sia spam, per me è una
          cazzata abnorme. Forse è un discorso di forma e/o di comprensione. Una email che io non voglio, sia essa commerciale, sia essa pornografica, sia di qualunque tipo, dato che la mia casella di posta non è pubblica, per me è spam. Chi gli ha dato il mio indirizzo personale?? Qualcuno che in qualche modo l'ha venduto, di conseguenza, tutto di spam trattasi. Gli amici la hanno tutti la mia casella di posta e non mi riferisco certamente a loro e/o gli dico "mi hai spammato"..Questione di punti di vista quindi..
          • Anonimo scrive:
            Re: ne gioisco.
            Chi gli ha dato il mio indirizzo
            personale?? Qualcuno che in qualche modo
            l'ha venduto, di conseguenza, tutto di spam
            trattasi. Gli amici la hanno tutti la mia
            casella di posta e non mi riferisco
            certamente a loro e/o gli dico "mi hai
            spammato"..

            Questione di punti di vista quindi..Guarda che tante mail sono elencate anche nei siti, se mando un curriculum o richiedo un preventivo devo pagare 250 ??E' questo il punto
          • Anonimo scrive:
            Re: ne gioisco.
            Se nel sito è scritto che si possono inviare curriculum è un conto, altrimenti è un altro. Come dici tu l'email sarà pure pubblica, ma non per questo la si deve usare per "riempirla" di varie cose.
  • Anonimo scrive:
    Non giudico..
    ..l'interpretazione, ma concordo in pieno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non spammo
      - Scritto da: Anonimo
      ..l'interpretazione, ma concordo in pieno.ma se cerco qualcosa uso il motore di ricerca e scelgo il sito con le offerte più convenientinon che qualcuno mi intasa la mailbox
    • Anonimo scrive:
      Re: Non spammo
      - Scritto da: Anonimo
      ..l'interpretazione, ma concordo in pieno.ma se cerco qualcosa uso il motore di ricerca e scelgo il sito con le offerte più convenientinon che qualcuno mi intasa la mailbox
Chiudi i commenti