Un Eee PC da 10 pollici entro l'anno

Lo ha promesso il boss di Asus, secondo il quale uno schermo più grande contribuirà a rendere Eee PC un prodotto ancor più mainstream. Confermati anche date e prezzi di lancio di Eee PC 900 in USA e Francia

Taipei – Nato come compromesso a basso costo tra un UMPC e un subnotebook, l’Eee PC di Asus sembra destinato a rivaleggiare sempre più da vicino con i subnotebook più classici. La prossima incarnazione dell’ormai celebre portatilino taiwanese utilizzerà infatti uno schermo da 10 pollici , un pollice in più rispetto al neonato modello 900 e tre in più dell’originario 701.

Eee PC in evoluzione Per una volta non si tratta di un’indiscrezione, ma di una notizia ufficiale data dallo stesso CEO di Asus, Jerry Shen, in occasione di una recente conferenza stampa. “Abbiamo ricevuto moltissimi feedback dai nostri utenti”, ha dichiarato il dirigente taiwanese. “Molti ci hanno chiesto uno schermo più grande e una migliore usabilità, ed è ciò che ci ha portato a sviluppare l’attuale Eee PC 900. Ora stiamo valutando il passo successivo”.

Il modello con display da 10 pollici dovrebbe arrivare sul mercato verso la fine dell’anno , e stabilire una sorta di limite invalicabile: oltre questa dimensione, infatti, Shen ritiene che l’Eee PC sconfinerebbe nella categoria dei laptop convenzionali, dove perderebbe senso e identità.

Asus ritiene tuttavia che, entro i 12 pollici, ogni incremento nella diagonale dello schermo può rendere l’Eee PC un prodotto più appetibile. L’azienda prevede infatti che il nuovo modello 900, con display da 8,9 pollici, conquisterà rapidamente la testa delle classifiche di vendita , diventando il modello di Eee PC più venduto già entro la fine dell’estate. Ad incrementare il sex appeal dell’Eee PC 900 contribuiscono però anche altre caratteristiche, oltre allo schermo, quali il touchpad con multitouch e la maggiore quantità di RAM e spazio disco (v. specifiche tecniche ).

Shen non ha rivelato data o prezzo di lancio del prossimo Eee PC da 10 pollici, ma alcuni osservatori ritengono che il costo di tale sistema potrebbe cresce ulteriormente, soprattutto nel caso in cui Asus decida di aggiornare anche altri componenti hardware (ad esempio, processore e modulo wireless).

Eee PC 900, ultime news
Eee PC in evoluzione Dopo il lancio di Hong Kong della scorsa settimana, ieri Asus ha introdotto l’Eee PC 900 anche sul mercato di casa ad un prezzo di 15.988 dollari taiwanesi, pari a circa 330 euro. Stando al produttore, a Hong Kong le scorte di Eee PC 900 – che ammontavano a circa un migliaio di pezzi – sono finite nel giro di poche ore.

Asus ha poi confermato le date di lancio in USA e Francia , dove il nuovo Eee PC debutterà rispettivamente il 12 maggio a 549 dollari (circa 345 euro) e il 28 maggio a 399 euro (lo stesso prezzo indicato a marzo da Asus Italia). La data italiana del lancio ufficiale non è ancora stata annunciata.

L’azienda taiwanese prevede che i problemi di approvvigionamento delle batterie , che negli ultimi due mesi hanno drasticamente ridotto il numero di Eee PC disponibili sul mercato, dovrebbero risolversi quasi totalmente a partire da giugno. Asus sostiene che la scarsità di batterie, imputabile ad un incendio avvenuto all’inizio di marzo in una fabbrica coreana di LG Chem , ha intaccato le vendite del proprio cucciolo di notebook: le stime di vendita, tuttavia, parlano ancora di 5 milioni di unità vendute per la fine dell’anno .

Shen ha detto che il 40% degli Eee PC prodotti viene attualmente venduto in Europa , e che tale quota è destinata a raggiungere il 50% entro la fine dell’anno.

Asus ha infine confermato che la versione dell’Eee PC 900 con il nuovo processore Atom di Intel raggiungerà il mercato taiwanese nel corso di giugno. Come noto, le unità appena introdotte in commercio utilizzano ancora il Celeron M ULV 353 alla base del modello 701: l’unica differenza è che nel modello 900 tale chip funziona alla frequenza nominale di 900 MHz, mentre nel 701 il clock è stato limitato a 630 MHz.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marco scrive:
    Approfondimento
    Effettivamente, avendo avuto necessità di una ricerca per lo start-up di una mia idea di Business ho capito che il mondo delle Ricerche di Mercato è estremamente variegato!Per esempio ho verificato che vengono utilizzate metodologie diverse e che, quindi, anche i preventivi forniti da più aziende sono difficilmente paragonabili.Personalmente mi sono avvalso di www.ricercamercato.it. Questa azienda, per la parte web, mi ha fatto notare che tutte le tracciature che fornisce google, in realtà, sono un pò "fallate".Nello sviluppo che poi è seguito alla prima analisi del sito web di mia proprietà, quando è stato attuato un piano di keyword Advertising, abbiamo notato la differenza concreta tra quanto dichiarato ed il volume di traffico effettivo ... come dire, fino a che non si parte puoi farti solo un'idea di massima.
  • anonimo scrive:
    io agli adv manco ci faccio caso
    Non so se capita solo a me, ma quando in una pagina ci sono degli adsense o dei banner o adv in flash io non ci faccio praticamente caso, il 99% delle volte non li vedo proprio...
  • pippo scrive:
    Piccolo dubbio
    "Ad essere oggettivi sono invece i dati offerti dalle aziende stesse: Google si sta avvicinando a sapere con certezza chi guarda cosa sul web."Il fatto che loro lo sappiano non si discute, ma che lo dicano a noi... :$
Chiudi i commenti