Un quiz per i fan di Google

Utilizzare le API XML di Google per realizzare semplici e divertenti giochi online? C'è riuscito un giovane web designer. Ecco di che si tratta


Roma – Si chiama Guess-the-Google e dà dipendenza. L’ultima killer-app dei programmatori del noto motore di ricerca? Non stavolta. Si tratta di un simpatico progetto realizzato da un ingegnoso web designer, Grant Robinson , che ha utilizzato le API XML di Google per assemblare un semplice gioco a quiz.

Sfruttando la ricerca immagini di Google, “Guess-the-Google” ottiene 20 immagini casuali. Queste sono il risultato di chiavi di ricerca ignote, che il giocatore deve appunto indovinare. In base a prontezza ed esattezza delle risposte, viene ottenuto un punteggio e si può aspirare di entrare nella “top10” globale di “Guess-the-Google”.

Si tratta dello spinoff di un altro interessante progetto basato sulle potenzialità di Google, il cosidetto Montage-a-Google , dello stesso autore. Entrambi, oltre a dare esempio della versatilità delle API gratuite di Google, sono altamente contagiosi.

Una breve nota: danno velocemente assuefazione. Si consiglia un uso moderato, tra una pausa caffè e l’altra, al riparo dagli occhi del capo.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Un thin-client equo e solidale
    Ciao, voglio creare una rete con un SERVER e 10/20 thin client?Cosa mio occorre?Che tipo di linea telefonica/ADSl.Grazie
  • Anonimo scrive:
    Un bluff
    20 x 150 = 3.000server = 2.000totale 5.000ma con 5.000 euri si comprano 20 pc di fascia bassa ma capacita 1) infinitamente superiori, 2)non dipendenti da server centrali e quindi soggetti al suo funzionamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un bluff
      Si, ma vedi ora:100 x 150 = 150003 x 2000 = 6000 (3 server in cluster)Totale = 21000Con questi posso comprarmi solo una 40ina di postazioni di fascia bassa...
    • Anonimo scrive:
      Re: Un bluff

      server = 2.000Stai scherzando ?1000 sono piu che sufficentiPer il resto 150 euro sono troppiper quell'hw: anche se loro dicono "meno di100 sterline", ovvero meno di 147 euro, restacomunque troppo.
  • Anonimo scrive:
    Proposta soluzione ibrida...
    Ottimo l'utilizzo del thin client ma un paio di pc con windows in azienda possono far comodo, magari per la consultazione Internet dovrebbe essere possibile utilizzare un client terminal per X windows e potersi cosi' collegare al server come un thin client, ma esistono client per X windows che girano sotto M$ windows? :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta soluzione ibrida...
      http://www.pexus.com/http://xlivecd.indiana.edu/http://xwinx.sourceforge.net/index.phphttp://freedesktop.org/wiki/XmingAndrea
  • Anonimo scrive:
    Quite useless
    Ma siamo sicuri che quella del terminale grafico e del server centralizzato sia una buona idea in quei contesti?Dubbio ho.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quite useless

      Ma siamo sicuri che quella del terminale grafico
      e del server centralizzato sia una buona idea in
      quei contesti?

      Dubbio ho.Vediamo:In una piccola azienda, 20 terminali client, si ha bisogno:Open office per la gestione dei documenti, fogli di calcolo ecc..Gestionale basato su tecnologia java, altrimenti in Linux non gira, che si appoggia su database transazionale, postgresql oppure mysql con innodb.Web server supporto intranet interna, condivisione di documenti, avvisi, news ecc...Proxy navigazione Internet... "sicura?" vabbhe! :DGestione messaggistica e posta interna, interfacciamento con mail server del provider.Gestione fax: ricevimento, archiviazione, invio ricerca di fax.Gestion backups, dischi in raid.Firewall? forse e meglio che tal pc non sia esposto ad Internet e si utilizzi un firewall hardware?Web server pubblico? meglio un'altro pc ed una dmz.Gestione penna ottica per carico e scarico magazzino.Attualmente sto sperimentando una soluzione del genere in azienda, certamente occorre preparasi bene perche non basta cliccare su "avanti" per installare il tutto.
  • Anonimo scrive:
    Humm 2GHrz e 2gb di ram...
    Mi sembrano un po pochini per 20 persone che lanceranno almeno un centinaio di "copie" di applicativi open office contemporaneamente, posta e almeno 5 pagine web aperte.Sarei pero' curioso di provare certamente i costi di manutenzione del hardware e del software subirebbero una drastica riduzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Humm 2GHrz e 2gb di ram...
      - Scritto da: Anonimo
      Mi sembrano un po pochini per 20 persone che
      lanceranno almeno un centinaio di "copie" di
      applicativi open office contemporaneamente, posta
      e almeno 5 pagine web aperte.Guarda che di applicativo openoffice ....ne Gira UNO SOLO ....tutti accedono alle stesse librerie carcate in memoriaogni utente ha la sua parte di memoria per i suoi datipoca roba per testi e fogi di calcolo2 mega per il client invece mi sembrano pochiniLTSP ne chiede almeno 32 IMHOmeglio 128M se uno vuole KDE e un floppy o chiave usb su cui salvare i dati personali

      Sarei pero' curioso di provare certamente i costi
      di manutenzione del hardware e del software
      subirebbero una drastica riduzione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Humm 2GHrz e 2gb di ram...

        LTSP ne chiede almeno 32
        IMHO
        meglio 128M se uno vuole KDE e un floppy o chiave
        usb su cui salvare i dati personaliChissa' se questa soluzione potrebbe costare meno di 150 euro.Forse con pc e monitor di seconda mano.
      • teddybear scrive:
        Re: Humm 2GHrz e 2gb di ram...
        - Scritto da: Anonimo
        2 mega per il client invece mi sembrano pochiniPer caricare un sistema operativo client terminal? Sono piu' che sufficienti.I WinTerminal che avevamo in azienda erano forniti con 1mb di ram. E funzionavano senza problemi.
        meglio 128M se uno vuole KDEMa ti prego.
        e un floppy o chiave
        usb su cui salvare i dati personaliSalvi tutto su un tuo disco di rete, vai su un client un poco piu' evoluto se non addirittura sul server, e trasferisci i tuoi dati sulla usb-key.Non sono workstation, sono terminali, non facciamogli fare quello che non sono.Per il costo... 150 euro mi pare una follia. L'azienda che ce li forniva, fino a tre anni fa, ci faceva pagare 300mila lire l'uno (ultimo prezzo che ricordo, erano ancora in lire), assistenza compresa.Ed i due terminal-server erano due Pentium III 700 con 1gb di ram. Bastavano (ed avanzavano) per 120 client. Senza troppe pretese, ovviamente, ma per quello che servivano potrebbero andare benissimo ancora adesso.
    • teddybear scrive:
      Re: Humm 2GHrz e 2gb di ram...
      - Scritto da: Anonimo
      Mi sembrano un po pochini per 20 persone che
      lanceranno almeno un centinaio di "copie" di
      applicativi open office contemporaneamente, posta
      e almeno 5 pagine web aperte.se lanci un centinaio di copie di applicativi office, sei un idiota. Sei un sistema "povero" e come tale ti devi comportare.Comuque ha ragione l'amico che risponde nella altra email, le librerie sono uniche. Quindi usi "pochissima" ram.
  • Anonimo scrive:
    2 mb di ram sono poche
    anche per gestire solo la parte video e sopratutto per il costo, 150 euro mi sembrano troppi.Un vecchio pc riadattato a thin-client costa meno e si previene l'inquinamento riutilizzando vecchie glorie.
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 mb di ram sono poche
      Beh, no non sono pochi, si tratta in fondo di un terminale con un OS embedded ed uno stack di rete. 150 euro sono tantissimi. Il costo industriale di un coso del genere è di circa 40 euro escluso il monitor.
    • littleqwerty scrive:
      Re: 2 mb di ram sono poche
      - Scritto da: Anonimo
      anche per gestire solo la parte video e
      sopratutto per il costo, 150 euro mi sembrano
      troppi.

      Un vecchio pc riadattato a thin-client costa meno
      e si previene l'inquinamento riutilizzando
      vecchie glorie.con qualche pc con cpu a 8 bit e 64 kbyte (se non kbit) sono arrivati sulla luna :pi 2 megabyte possono bastare, ma sistema operativo e applicativi devono essere fatti da qualuno che sà programmare :D
  • Anonimo scrive:
    Gestione audio e periferiche
    ancora assente.
  • Anonimo scrive:
    Ottima soluzione ma deve costare meno
    Soluzione ottima ma deve costare meno.Sembra che il nuovo modello costerà menodi 100 sterline, ma sarebbe meglio che costasse meno di 100 euro.Vantaggi: quelli soliti dei thin piu l'ingombrodavvero minimoe il consumo ridottissimo.Svantaggi: video per ora ridotto ai minimitermini, ma per uso non ludico non è unproblema.
  • Anonimo scrive:
    l'uovo di colombo
    Ricetta facile facile per il terzo mondo: noi buttiamo una marea di computer vecchi solo per modo dire regaliamoli invece al terzo mondo (anche se mi rendo conto che non si può fare ovunque per problemi di linee telefoniche ed elettricità) software open source ed ecco informatizzato una parte del secondo e terzo mondo. Io mi sono liberato di un computer, era un Intel due giga, 80 giga di hard disk e 512 di rame l'ho regalato alla mia parrocchia .Pensate che avevano ancora un 486, vedeste come erano felici. E' bello fare felici gli altri, provateci!
  • Anonimo scrive:
    Minimac VS Digital Divide
    Minimac: la soluzione.Uno stock di 5 milioni di pezzi da distribuire nelle zone disagiate del mondo. Il prezzo sarebbe assai ridotto data la richiesta enorme ed il conseguente prezzo che si potrebbe spuntare. Per i monitor come sopra.Per l'OS, al fine di non scontentare nessuno, si adotta Ubuntu.Et voilà!Ovviamente i soldi li mette l'UE, la Russia e l'America. Tanto già ne buttano a palate. Milione in più o milione in meno che cambia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Minimac VS Digital Divide
      - Scritto da: Anonimo
      Minimac: la soluzione.Costo: 500 $... più il monitor... più la tastiera... più il mouse... direi che se va bene siamo sui 750 $.... contro 150 $... Un affarone direi...
      Uno stock di 5 milioni di pezzi da distribuire
      nelle zone disagiate del mondo. Il prezzo sarebbe
      assai ridotto data la richiesta enorme ed il
      conseguente prezzo che si potrebbe spuntare. Per
      i monitor come sopra.Guarda che il Minimac utilizza componenti standard costruiti in decine di milioni di esemplari...non è che 5 milioni in più, ammesso che tu riesca a venderli, facciano tutta questa differenza... e la Apple ha la brutta abitudine di pagarli i fornitori...
      Per l'OS, al fine di non scontentare nessuno, si
      adotta Ubuntu.A quel punto ti potresti tenere OS-X, tanto ad Apple dartelo o meno fa poca differenza...
      Et voilà!Già... un'ideona... costa 5 volte tanto, ma vuoi ammettere il design ?
      Ovviamente i soldi li mette l'UE, la Russia e
      l'America. Tanto già ne buttano a palate. Milione
      in più o milione in meno che cambia?Certo. Anzi domani si potrebbe introdurre una nuova tassa per questo scopo. Scommetto che tu saresti contentissimo di pagarla...
    • Anonimo scrive:
      Re: Minimac VS Digital Divide

      Minimac: la soluzione.Apple: no grazie, ne abbiamo abbastanzadella microsoft.Il minimac non viene fornito senza so, e quello gia c'è. Il minimac è il mac piu costoso sulmercato: 499 euro per hw vecchio è un costoesorbitante, con cui si fanno oggi due PCcon componenti recenti.Anche questo thin è ancora troppo costoso:anzichè meno di 100 sterline, dovrebbe costare menodi 100 euro, per quello che c'è dentro.Se costerà poco la soluzione è ottima non soloper il "terzo"mondo man anche per quella sfilzadi impieghi nostrani per i quali si buttano via letteralmente miliardi di euro l'anno (solo nel pubblico)Per chi non conosca la materia: ad un server cheabbia una buona cpu e un giga di ram, si possonoattaccare 10 thin del genere (o computer vecchi seesistono).
  • Anonimo scrive:
    Ma chi le caga certe idee?
    Su essedì propongono PC completi a 99 euro, con "poco" più è possibile acquistare un minimac, se lo si acquista in dollari costa poco.. ma a chi serve sto tin client che senza un server non fa nulla?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi le caga certe idee?
      Dimentichi che Essedi te lo da a 99? perchè ne prende 200 dal ministero (sempre che tu abbia diritto).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi le caga certe idee?
      Ma tu lo sai per caso che cos'è un thin client?Informati prima di aprire bocca e dagli fiato.
      • rootINO scrive:
        Re: Ma chi le caga certe idee?
        - Scritto da: Anonimo
        Ma tu lo sai per caso che cos'è un thin client?
        Informati prima di aprire bocca e dagli fiato.Ciao anonimo, ti sembra di essere stato gentile con la persona che ha espresso la sua opinione?(non sono io)Ci sono dei sistemi di dialogo che eviterebbero il trosformarsi in flame ogni piccola discussione su PI.Per esempio avresti potuto spiegare in maniera approfondita cos'e' un thin client.Oppure avresti potuto evitare la seconda parte.Ti invito a rifletterci (ocio e' solo un invito).Buona giornata!!
    • Anonimo scrive:
      ma chi ti caga a te
      500 euro per un cesso con hw obsoleto.Che schifo ! Ne abbiamo gia abbastanza dellaMS: volete appestare tutto il mondo con levs troiate ? Imparate a fare sistemi senzacopiare piuttosto. OSX = 90% frebsd + mach.Non mi interessa nulla dell'ergonomia e dellaconsistenza della gui: scrocconi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma chi le caga certe idee?
      - Scritto da: Anonimo
      Su essedì propongono PC completi a 99 eurograzie al contributo statale e solo se hai compiuto 17 anni nel 2004 (mi pare)
      con
      "poco" più è possibile acquistare un minimac, se
      lo si acquista in dollari costa poco.. Ah sì? 500 dollari ai quali vanno aggiunti le tasse locali è poco?
      ma a chi
      serve sto tin client che senza un server non fa
      nulla?scuole, ad esempio, e poi internet cafè, uffici pubblici, piccole ditte, università eccetera. In occidente ormai siamo così ricchi che ogni utente ha il suo computer, anche se la segretaria magari usa l'1% delle risorse, ma ti ricordo che quando i computer avevano un costo che non era alla portata di tutti avere un mainframe con terminali era la norma!
  • Atreju85 scrive:
    Re: ne prendo uno anche io
    Non te ne faresti molto: un thin client senza un server centrale è come un cellulare senza ripetitori. :)
Chiudi i commenti