Un videogame che legge nel pensiero

Un dispositivo può anticipare le mosse dei giocatori. A tradirli sono i segnali elettrici che passano sotto la pelle. E che rendono il computer in grado di prevedere le loro azioni

Roma – I due ricercatori ungheresi Bottyan Nemeth e Laszlo Laufer , dell’ Università di Budapest , hanno ideato un sistema semplice ed economico per “leggere nel pensiero” degli esseri umani e sostengono che con due semplici elettrodi posti sulla mano sono in grado di prevedere con un certo anticipo le “mosse” di un umano.

Nel corso di una sperimentazione, hanno chiesto ad alcuni soggetti di giocare con un celebre flash-game : YetiSports JungleSwing . Scopo del gioco è condurre un uomo delle nevi da un albero all’altro mediante dei salti: la difficoltà è insita nella imprevedibilità del momento migliore in cui spiccare il balzo. A tutti sono stati applicati un sensore per la misurazione del battito cardiaco, uno per misurare l’attività celebrale e due piccoli terminali sulla mano sinistra che registrano i segnali elettrici .

Lo studio ha dimostrato che basta quest’ultimo valore a garantire uno scarto nell’ordine di due secondi per la previsione della prossima mossa del giocatore: prima che ai muscoli sia effettivamente impartito il comando di muoversi, il sistema nervoso viene attraversato da una corrente elettrica misurabile che basta ad un comune computer per accorgersi delle intenzioni del soggetto e “reagire” di conseguenza.

Tutti gli altri dispositivi di questo tipo realizzati finora sfruttano meccanismi più complessi per funzionare: dalla topografia ottica che muove il trenino Hitachi, al rivelatore di onde celebrali che consente di giocare con la spada di Darth Vader , quasi tutti implicano l’uso di un casco per un esame simile all’ elettroencefalogramma e di un computer per interpretare i dati raccolti. Il dispositivo ungherese è invece più compatto ed economico .

A parte i videogame con lo Yeti, secondo Laufer sono molte le applicazioni utili di questa scoperta: “Ci sono situazioni reali in cui farebbe comodo un aiuto per prendere la decisione giusta al momento giusto” spiega a New Scientist “Penso ad applicazioni militari, ad esempio i piloti di aereo, ma certamente ce ne sono molte altre”.

Una potrebbe essere proprio la creazione di videogiochi : “Un’altra possibile idea che ho in mente – dice – è una sorta di gioco della frustrazione “. Un gioco, insomma, che complica la vita dell’essere umano tentando di prevedere le sue mosse e cambiando la situazione di gioco e la velocità di esecuzione per spiazzarlo: basterebbe integrare una coppia elettrodi in un comune gamepad per aggiungere questa funzione a qualsiasi titolo di qualunque piattaforma.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • BILL scrive:
    SOLUZIONE
    La soluzione (di tipo: "workaround") è crearsi una rete locale casalinga, e poi connetterla con la rete dell'ISP in questione. In questo modo Vista ha un "filtro" e non è connessa direttamente all'ISP (quindi il problema è risolto).Magari prendere uno di quegli aggeggi che fanno da router/access point ecc... (su cui solitamente gira linux) è la soluzione migliore (e a questi Vista si connette senza problemi...).
  • Miriam Cherry scrive:
    Tempo perso
    strabello tutti mega espertoni... fatevi un blog vostro no? tanto ne sapete più di quello che leggete..XDDD
    • Pinguino Lussurioso scrive:
      Re: Tempo perso
      - Scritto da: Miriam Cherry
      strabello tutti mega espertoni... fatevi un blog
      vostro no? tanto ne sapete più di quello che
      leggete..XDDDE vedessi che espertone che è il nostro banan0ne (*)! (idea)(rotfl)(*) Disponibile solo a multipli interi di metri e chili, Puffetta golosona!!! :D :D :D
  • Nome e cognome scrive:
    E' Lunds Energi...
    ...non Lundis. E' interessante notare come un errore di battitura si propaghi sui vari quotidiani online. :)
    • cognome e nome scrive:
      Re: E' Lunds Energi...
      E' interessante notare come i giornalisti non controllino più le fonti delle notizie.
      • Pinguazzo (gi)ppi(el le)duista scrive:
        Re: E' Lunds Energi...
        - Scritto da: cognome e nome
        E' interessante notare come i giornalisti non
        controllino più le fonti delle
        notizie.Non mi torna quel "più" ;)
  • Fjord scrive:
    Non si capisce NULLA
    A dire il vero di questa notizia non si capisce NULLA. Dove stia l'incompatibilità, di che tipo sia ecc, NULLA di NULLA.Che c'entrano i server web con i client? Non mi dite che solo a Luncoso usano server Linux based e client Vista, perchè mi pare la belinata dell'anno. E nelle altre parti del mondo non c'è nemmeno un server Linux che serve dei client con Vista? E' evidente che la questione debba essere diversa da come è esposta qui. Bah!
    • Toneour scrive:
      Re: Non si capisce NULLA
      Cioè tipo non hai capito e ti lamenti perchè non ci arrivi?
    • Gianluca scrive:
      Re: Non si capisce NULLA
      Probabilmente la risposta è nascosta nella distribuzione della rete e nella sua "disposizione"... geografica.valido il commento del nostro amico...ma visto che hanno abilitato un flag tanto ameno come il DHCP Broadcast ... accettano anche risposte DHCP UNICAST ?E se si... CHE CAZZO SE NE FANNO IN UNA IMPLEMENTAZIONE STANDARD ??? in una rete LOCALE ????raga... anche in america sono PIENI di campi incolti da arare!
  • gigi scrive:
    ENNESIMO FUD
    ennesimo FUD.
  • Lemon scrive:
    L'uovo e la gallina
    Tenendo conto che fa parte degli standard fare una richiesta con DHCP con il flag broadcast attivato il problema del torto e della ragione è un altro: Vista accetta risposte DHCP unicast? e perchè mai hanno aggiunto questo flag attivo nelle richieste???
  • Mario Rossi scrive:
    Con "vista" perdi la vista???
    Con "vista" perdi la vista???Nel dubbio meglio usare free software!!!
    • Vetta scrive:
      Re: Con "vista" perdi la vista???
      - Scritto da: Mario Rossi
      Con "vista" perdi la vista???
      Nel dubbio meglio usare free software!!!Nel senso che è meglio sfruttare gente che sgobba senza farsi pagare per il proprio lavoro?Vero, molto meglio, tanto finché sono gli altri a sgobbare va tutto bene.
      • ... scrive:
        Re: Con "vista" perdi la vista???

        Vero, molto meglio, tanto finché sono gli altri a
        sgobbare va tutto
        bene.Parole sante ! I grandi imperi dell'antichità si sono sempre basati sul lavoro degli schiavi. Se questi poi sono anche d'accordo e fanno tutto col sorriso tanto di guadagnato per tutti.E' proprio vero che ci siamo evoluti... concettualmente viviamo ancora nel medioevo con le caste e la dittatura del re, dei nobili, ma siamo riusciti ad illuderci di essere liberi in una democrazia libera. Una volta gli schiavi li dovevi frustare e crocifiggere se osavano mollare la corda per tirare il blocco per la piramide, mentre adesso basta infinocchiarli con qualche storiella sulla libertà e l'etica e la cosa divertente è che non devi neanche fare particolari sforzi inventandoti di aver visto montagne venire verso di te o paradisi con 100 vergini perpetue...
  • Alessandrox scrive:
    Non ci siamo cara Neoseeker...
    "Microsoft dovrebbe piegarsi giusto un po' ed aprire una o due finestre per aiutare il pinguino ad entrare. Dopo tutto, soltanto un terzo dei web server del pianeta fa girare software Microsoft"No assolutamente NO, MS non deve aiutare NESSUNO, DEVE solo attenersi agli standard e non inventarsi dei protocolli solo suoi... PUNTO .Fermo restando che anche gli ISP devono fare la loro parte, ovvero nel caos specifico, se l' ISP puo' risolvere qualche problema di compatibilita' senza cambiare i server e limitatamente agli strumenti a sua disposizione DEVE FARLO.GPL3 ovunque.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 settembre 2007 16.09-----------------------------------------------------------
    • Vetta scrive:
      Re: Non ci siamo cara Neoseeker...

      No assolutamente NO, MS non deve aiutare NESSUNO,
      DEVE solo attenersi agli standard e non
      inventarsi dei protocolli solo
      suoi...E questo su che base?Vuoi dire che non possono inventare nulla di nuovo ma copiare quello che c'è già?E' uscendo dallo standard che si innova.Vedi il passaggio dalle cassette ai cd. Avrebbero dovuto mantenere la forma delle cassette e il nastro solo perché tutti hanno quello? Ti pare sensato?La compatibilità e la retrocompatibilità non sono dovute.E quando si hanno è solo grazie a Microsoft.
      • Categorico scrive:
        Re: Non ci siamo cara Neoseeker...
        - Scritto da: Vetta

        No assolutamente NO, MS non deve aiutare
        NESSUNO,

        DEVE solo attenersi agli standard e non

        inventarsi dei protocolli solo

        suoi...
        E questo su che base?
        Vuoi dire che non possono inventare nulla di
        nuovo ma copiare quello che c'è
        già?
        E' uscendo dallo standard che si innova.Ma stai mischiando cavoli e capre!L'innovazione è quando inventi qualcosa di nuovo e lofai diventare una cosa a sé, pasticciare uno standardgenera solo incompatibilità e incomunicabilità.Nel caso lo standard sia imperfetto, proporre agli altriche ne usufruiscono dei miglioramenti è utile, ma non puòessere un gesto unilaterale.
        Vedi il passaggio dalle cassette ai cd. AvrebberoEsempio sbagliato, nello specifico di standard comunipasticciati da uno solo di quelli che lo implementano,l'esempio giusto sarebbe che qualcuno avesse decisodi fare cassette un millimetro più larghe, o più strette,o dei CD con diametro diverso o una diversa dimensione deipit, etc.L'innovazione è stata fare il CD, che è completamente diversodalla cassetta e non si sogna minimamente di stravolgere glistandard consolidati per le cassette, che infatti sono ancora uguali.Il DVD, il BD, l'HD-DVD sono innovazioni, ma guarda un po', mantengono alcuni gradi di compatibilità coi CD, cosicchéè possibile un passaggio graduale con unità ottiche chesupportano anche i dischi degli standard precedenti.uscire dagli standard e innovare non ha niente a che vederecon lo stravolgere gli standard preesistenti
        dovuto mantenere la forma delle cassette e il
        nastro solo perché tutti hanno quello? Ti pare
        sensato?No, ma è proprio il tuo esempio che non è appropriato.

        La compatibilità e la retrocompatibilità non sono
        dovute.
        E quando si hanno è solo grazie a Microsoft.Balle. Microsoft ha sempre giocato a concedere laretrocompatibilità solo e soltanto in base alla suaconvenienza e i suoi formati proprietari e i suoiprogrammi ne sono una prova (uno degli ultimi esempiè un seguito di Halo, che pur usando ancora il vecchioengine e DX9 è stato reso artificialmente incompatibilecon XP).
      • Alessandrox scrive:
        Re: Non ci siamo cara Neoseeker...
        - Scritto da: Vetta

        No assolutamente NO, MS non deve aiutare
        NESSUNO,

        DEVE solo attenersi agli standard e non

        inventarsi dei protocolli solo

        suoi...
        E questo su che base?
        Vuoi dire che non possono inventare nulla di
        nuovo ma copiare quello che c'è
        già?
        E' uscendo dallo standard che si innova.Infatti il TCP/IP, l' HTTP, e tutti gli standard web sono state a loro volta innovazioni proprietarie? Ma fammi il piacere...
        Vedi il passaggio dalle cassette ai cd. Avrebbero
        dovuto mantenere la forma delle cassette e il
        nastro solo perché tutti hanno quello? Ti pare
        sensato?
        La compatibilità e la retrocompatibilità non sono
        dovute.Che c' entra? Un conto e' proporre una tecnologia innovativa, un' altro e' prendere uno standard aperto e metterci del proprio per renderlo compatibile solo con i propri prodotti ed e' questo che fa soprattutto MS.Quello dei protocolli di comunicazione e' un caso diverso dalle videocassette: tu puoi proporre un formato di video cassetta diverso e piu' efficente ma come fai a convincere il mondo ad adottarlo a scapito di altri molto piu' diffusi e con molta piu' scelta di lettori se i lettori per il tuo standard li fai solo tu?
        E quando si hanno è solo grazie a Microsoft.Seeee diciamo che MS si e' sempre sforzata di rendere incompatibile con il resto del mondo tutto cio' che poteva...
  • Categorico scrive:
    Storpiatori di standard.
    Non si smentiscono mai, "ce provano" sempre a storpiare gli standard per legare gli utenti alle loro soluzioni proprietarie... A Netscape, che a suo tempo (parlo di più di 10 anni fa) si comportava uguale uguale, andò male, perché mai MS dovrebbe passarla liscia?E che gli utenti si sveglino, soprattutto quelli a cui piace Windows dovrebbero a maggior ragione auspicare che si affermi per qualità e non per pratiche monopolistiche e rendite di posizione.Tanto tempo fa ero un fan sfegatato di Windows e Solaris e snobbavo Linux, perfino il DOS mi piaceva, finché ne fui solo semplice utente e non ebbi la sfortuna di doverci scrivere programmi, MS veda un po', che anche i suoi ammiratori aprono gli occhi se presi per il naso troppe volte...
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Storpiatori di standard.
      sarebbe un bel discorso se non fosse per il fatto che la broadcast flag è definita dal RFC del DHCP quindi non è per niente una storpiatura di standard.- Scritto da: Categorico
      Non si smentiscono mai, "ce provano" sempre a
      storpiare gli standard per legare gli utenti alle
      loro soluzioni proprietarie...

      A Netscape, che a suo tempo (parlo di più di 10
      anni fa) si comportava uguale uguale, andò male,
      perché mai MS dovrebbe passarla
      liscia?
      E che gli utenti si sveglino, soprattutto quelli
      a cui piace Windows dovrebbero a maggior ragione
      auspicare che si affermi per qualità e non per
      pratiche monopolistiche e rendite di
      posizione.
      Tanto tempo fa ero un fan sfegatato di Windows e
      Solaris e snobbavo Linux, perfino il DOS mi
      piaceva, finché ne fui solo semplice utente e non
      ebbi la sfortuna di doverci scrivere programmi,
      MS veda un po', che anche i suoi ammiratori
      aprono gli occhi se presi per il naso troppe
      volte...
      • Categorico scrive:
        Re: Storpiatori di standard.
        - Scritto da: Nome e cognome
        sarebbe un bel discorso se non fosse per il fatto
        che la broadcast flag è definita dal RFC del DHCP
        quindi non è per niente una storpiatura di
        standard.E' una feature obbligatoria?In caso contrario le macchine client dovrebbero gestire sia i casi in cui si connettano a macchine col flag abilitato, sia disabilitato.Poi non è un problema che riguarda gateway e router?Che c'entrano i server web? Il problema, se è questo, sta nei router di Lund, non nei server web ivi locati.

        - Scritto da: Categorico

        Non si smentiscono mai, "ce provano" sempre a

        storpiare gli standard per legare gli utenti
        alle

        loro soluzioni proprietarie...



        A Netscape, che a suo tempo (parlo di più di 10

        anni fa) si comportava uguale uguale, andò male,

        perché mai MS dovrebbe passarla

        liscia?

        E che gli utenti si sveglino, soprattutto quelli

        a cui piace Windows dovrebbero a maggior ragione

        auspicare che si affermi per qualità e non per

        pratiche monopolistiche e rendite di

        posizione.

        Tanto tempo fa ero un fan sfegatato di Windows e

        Solaris e snobbavo Linux, perfino il DOS mi

        piaceva, finché ne fui solo semplice utente e
        non

        ebbi la sfortuna di doverci scrivere programmi,

        MS veda un po', che anche i suoi ammiratori

        aprono gli occhi se presi per il naso troppe

        volte...
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Storpiatori di standard.
          - Scritto da: Categorico
          - Scritto da: Nome e cognome

          sarebbe un bel discorso se non fosse per il
          fatto

          che la broadcast flag è definita dal RFC del
          DHCP

          quindi non è per niente una storpiatura di

          standard.

          E' una feature obbligatoria?
          In caso contrario le macchine client dovrebbero
          gestire sia i casi in cui si connettano a
          macchine col flag abilitato, sia
          disabilitato.non è una feature obbligatoria ma è presente nello standard quindi deve essere supportata e se vi sono features non supportate sempre lo standard dice che le richieste vadano accettate ugualmente a meno che non siano interpretabili. E' come lamentarsi se un server HTTP non supportasse il comando HEAD che ormai i browsers moderni non usano più ciò non cambia che essendo nello standard va supportato.Se ovviamente tu nelle impostazioni del server DHCP lì in svezia hanno impostato di scartare le richieste con broadcast flag è un problema di configurazione del server loro e non un problema del client (se fosse un'implementazione sbagliata avrebbero problemi tutti gli ISP al mondo con vista ma guarda caso fin'ora è venuto fuori solo questo). inoltre alcuni routers che spesso usano software proprietario (non tutti si basano su linux) infatti non hanno un'implementazione DHCP completa e quindi pure quelli non supportano le richieste di vista.poi io perchè la MS abbia abilitato la broadcast flag su vista mentre su XP era disabilitata non lo so, su slashdot in un commento c'era la spiegazione ovvero che è stata messa per rendere vista compatibile con implementazioni TCP molto vecchie cosa che su XP andava impostata a mano. sta di fatto che la broadcast flag c'è nel rfc e fa parte del DHCP quindi solo perchè o un router non la implementa o un provider non la vuole supportare non credo sia colpa della MS.
          Poi non è un problema che riguarda gateway e
          router?
          Che c'entrano i server web? Il problema, se è
          questo, sta nei router di Lund, non nei server
          web ivi locati.infatti non centrano i server web nella storia originale si parlava di cittadini che non possono connettersi a internet perchè Vista non riceve il proprio un indirizzo IP perchè il server DHCP di tale ISP scarta le sue richieste.
          • Categorico scrive:
            Re: Storpiatori di standard.
            OK, ci stavo arrivando proprio mentre inviavo la mia risposta come conseguenza logica, sono quasi del tutto d'accordo, la soluzione, IMVHO, dovrebbe essere salomonica, si devono adeguare sia i router che Vista, perché entrambi potrebbero trovarsi in collegamento con macchine con implementazione incompleta o settata rigidamente.
  • AhJah scrive:
    ragioniamo?
    su questo forum? sii serio
  • afiorillo scrive:
    Ma ragioniamo...
    Delle due l'una: o al mondo l'unico provider "basato su Linux" è quello sfigato là o sono proprio gli sfigati in questione a non saper (voler) configurare i propri sistemi.Tutto il resto è fuffa da bar.
    • zomas scrive:
      Re: Ma ragioniamo...
      - Scritto da: afiorillo
      Delle due l'una: o al mondo l'unico provider
      "basato su Linux" è quello sfigato là o sono
      proprio gli sfigati in questione a non saper
      (voler) configurare i propri
      sistemi.
      Tutto il resto è fuffa da bar.Finalmente un po' di logica!(se per quelli la intendi gli utenti...) ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 settembre 2007 12.11-----------------------------------------------------------
    • MeX scrive:
      Re: Ma ragioniamo...
      ma scusa... se funziona con XP,NT,98,ME,95,Unix,Linux,MACOS... ... e non funziona con Vista... secodno voi il problema è del provider? :)
      • Categorico scrive:
        Re: Ma ragioniamo...
        - Scritto da: MeX
        ma scusa... se funziona con
        XP,NT,98,ME,95,Unix,Linux,MACOS... ... e non
        funziona con Vista... secodno voi il problema è
        del provider?
        :)Standing Ovation! ;)...Che poi a queste conclusioni ci arrivano anche tutti alla MS, Ballmer e Ballmer Boyz esclusi, probabilmente ci saranno quindici volonterosi ed atletici dipendenti di Redmond che con bardatura da portiere di hockey e schivando il lancio di sedie stanno cercando di spiegarglielo (idea) O)(ghost) :p
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Ma ragioniamo...
        visto che il è provider che ha servers DHCP che non supportano la BROADCAST_FLAG cosa che secondo la RFC va implementata direi che è colpa del provider.tra l'altro come se non bastasse leggi questo bel testuccio preso sempre dal rfc (760) del dhcp:In general, an implementation should be conservative in its sending behavior, and liberal in its receiving behavior. That is, it should be careful to send well-formed datagrams, but should accept any datagram that it can interpret (e.g., not object to technical errors where the meaning is still clear)."come puoi ben leggere l'implementazione DHCP deve accettare qualsiasi datagramma interpretabile, cosa che il server DHCP di tale ISP non fa perchè probabilmente mal configurato e quindi è l'ISP che a quanto pare ha torto.roba che tra l'altro c'è scritta pure sui commenti di slashdot che a quanto pare nessuno ha letto.
        • MeX scrive:
          Re: Ma ragioniamo...

          tra l'altro come se non bastasse leggi questo bel
          testuccio preso sempre dal rfc (760) del
          dhcp:vediamo un po...
          In general, an implementation should be
          conservative in its sending behavior, and liberal
          in its receiving behavior. That is, it should be
          careful to send well-formed datagrams, but should
          accept any datagram that it can interpret (e.g.,
          not object to technical errors where the meaning
          is still
          clear)."letto!
          come puoi ben leggere l'implementazione DHCP deve
          accettare qualsiasi datagramma interpretabile,
          cosa che il server DHCP di tale ISP non fa perchè
          probabilmente mal configurato e quindi è l'ISP
          che a quanto pare ha
          torto."deve accettare" forse non ti è chiaro il significato di "should be" che sta per "dovrebbe essere"
          roba che tra l'altro c'è scritta pure sui
          commenti di slashdot che a quanto pare nessuno ha
          letto.ma il problema è: come che allora negli ultimi 40 anni nessun sistema operativo ha avuto problemi e ora Vista li ha? fare una routine che automaticamente prova a disabilitare la flag incriminata dopo x tentativi di acquisizione fallita? forse non era meglio?O è giusto che un utente modifichi a mano il registro di sistema? e dai!
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Ma ragioniamo...

            "deve accettare" forse non ti è chiaro il
            significato di "should be" che sta per "dovrebbe
            essere"eh beh è un RFC mica ti obbliga con la forza a seguirlo se c'è scritto dovrebbe essere vuol comunque dire che andrebbe fatto.
            ma il problema è: come che allora negli ultimi 40
            anni nessun sistema operativo ha avuto problemi e
            ora Vista li ha? fare una routine che
            automaticamente prova a disabilitare la flag
            incriminata dopo x tentativi di acquisizione
            fallita? forse non era
            meglio?
            O è giusto che un utente modifichi a mano il
            registro di sistema? e
            dai!non è che nessun altro sistema operativo ha avuto problemi, è che avendo windows xp/os x/linux la quasi totalità del mercato chi programmava servers DHCP implementava solo le funzionalità dello standard utilizzati da tali OS oppure chi li configurava in una rete si assicurava che solo tali 3 OS principali funzionassero.uscito Vista che fa uso di una funzionalità definita nello standard ma che prima non era utilizzata dalla quasi totalità degli OS desktop è ovvio che tutti i nodi sono venuti al pettine e chi non aveva programmato o configurato per bene il proprio server DHCP lo ha reso incompatibile con la broadcast flag che Vista usa.il solo fatto che 1 solo ISP abbia avuto problemi la dice lunga su quanto diffuso sia in realtà il problema. probabilmente sarà uno di quei sysadmin cocciuti che una volta fatta una cosa in un modo per nulla al mondo vogliono cambiarla.comunque la broadcast è parte dello standard e certi servers configurati in modi particolari non solo non la ignorano (come dovrebbero fare secondo lo standard) ma addirittura bloccano tutte le richieste con tale flag attiva non vedo perchè vada data la colpa obbligatoriamente alla MS.e' come lamentarsi con la MS o con gli sviluppatori del kernel linux se sui primi portatili con implementazioni APM o ACPI c'erano problemi di tutti i tipi mentre in realtà la responsabilità era dei produttori che non le avevano supportate correttamente nel bios.
          • MeX scrive:
            Re: Ma ragioniamo...
            resta il fatto che attualmente Vista è l'unico Sistema Operativo ad avere questo problema sul pianeta Terra, e ora che MS sia diventata paladina delgi standard scusa... ma fa proprio ridere! vedi come è andata a finire con il loro OOXML :)
          • Nome e cognome scrive:
            Re: Ma ragioniamo...
            non è diventata paladina degli standard: il client dhcp di vista è lo stesso di xp solo che su vista il broadcast è abilitato mentre su xp no. quindi più che altro la colpa è di chi non ha testato la propria apparecchiatura con tale opzione abilitata (e c'è chi la usa ovvero chi in rete ha vecchi PC con netware o OS/2) su XP.E' come dire che se tu sulle opzioni della connessione internet di windows o linux forzi la compressione della connessione la connessione quindi non vada: mica è detto che tutte le implementazioni tcp/ip al mondo la supportino.- Scritto da: MeX
            resta il fatto che attualmente Vista è l'unico
            Sistema Operativo ad avere questo problema sul
            pianeta Terra, e ora che MS sia diventata
            paladina delgi standard scusa... ma fa proprio
            ridere! vedi come è andata a finire con il loro
            OOXML
            :)
          • MeX scrive:
            Re: Ma ragioniamo...
            ripero... fare in modo che Vista la disabiliti automaticamente dopo n tentativi falliti di ottenere l'IP era difficile? :)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma ragioniamo...
            contenuto non disponibile
          • MeX scrive:
            Re: Ma ragioniamo...
            i=0Do While NOT IP_ADDRESS'' OR i 10 then FLAG=false end if IP_ADDRESS=get_ip_function() i=i+1Loopchiaro adesso? :)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma ragioniamo...
            contenuto non disponibile
          • MeX scrive:
            Re: Ma ragioniamo...
            il mio loop non è infinito perchè dopo 20 tentativi cmq smettesenti... puoi stare qui a difendere Vista quanto vuoi... ma mi spieghi perchè:XP Home e Pro,Win98,Win95,Windows Server 2003,NT4,Linux,Unix,MACOS funzionano senza abilitare quel flag e Vista ce l'ha abilitato di default? che vantaggi porta quella flag attivata? che benifici dà al sistema avere quella benedetta stamaledetta flag attivata?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma ragioniamo...
            contenuto non disponibile
          • Gianluca scrive:
            Re: Ma ragioniamo...
            Forse la risposta in questo tuo comment sta nel fatto che non sai che cosa fa il DHCP BroadCast Flag...e perchè in reti geografiche questo è NORMALMENTE disattivato !ricordiamoci che il DHCP è nato per servire reti locali...poi l'espansione della rete fa si che venga usato anche per reti geografiche come quella di una città....ma qualcuno si è fermato un attimo a pensare a cosa significa servire una città ?Dai post che ho letto fino a qui NO !comunque per aggiornarvi...in una installazione su 8 piani, 600 client , e con subnet private per privacy... il dhcp broadcast è NORMALMENTE disattivato o bloccato dai firewall.You asked for it, you got it.
          • Alessandrox scrive:
            Re: Ma ragioniamo...
            - Scritto da: MeX
            ma il problema è: come che allora negli ultimi 40
            anni nessun sistema operativo ha avuto problemi e
            ora Vista li ha? fare una routine che
            automaticamente prova a disabilitare la flag
            incriminata dopo x tentativi di acquisizione
            fallita? forse non era
            meglio?
            O è giusto che un utente modifichi a mano il
            registro di sistema? e
            dai!perche' in Vista e' attivata quella FLAG che invece era disattivata in XP (va attivata manualmente)...Magari la si puo' anche disattivare il Vista ma dubito che l' utente medio sappia farlo...Ma se e' un problema di DHCP server basta cambiare o configurare a dovere quello che gira su Linux... di server DHCP X Linux ce ne sono almeno 3 o 4, almeno tra i piu' noti.
        • Gianluca scrive:
          Re: Ma ragioniamo...
          Ovvero anche il contrario....ho costruito sistemi operativi per 30 anni che NON inviavano il dhcp Broadcast !Ora decido che lo standard è la mia vita.... e lo implemento!BELLO ! ! ! !Onore al meritoMa se la richiesta con DHCP Bradcast fallisce... quando mi costa mandarne una seconda senza ed eventualmente loggare la cosa nel registro eventi ???dunque... fatemi pensare un attimo...NON MI COSTA NULLA !quindi... prima il provider si è adeguato al dominatore del mercato e faceva bene.ora che il despota cambia le carte ha torto.....MA PER FAVORE.............. ci sono tanti campi da arare!
  • Enjoy with Us scrive:
    Correte a comprarvi VISTA!
    Cosi' se per pura fortuna riuscite a navigare su internet senza problemi, a manomettervi il SO ci pensera' mamma microsoft con il suo WGA, la vostra copia di Vista sara' dichiarata illegale e posta in modalita' di funzionamento ridotto, poi sono cazzi vostri....
    • afiorillo scrive:
      Re: Correte a comprarvi VISTA!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Cosi' se per pura fortuna riuscite a navigare su
      internet senza problemi, a manomettervi il SO ci
      pensera' mamma microsoft con il suo WGA, la
      vostra copia di Vista sara' dichiarata illegale e
      posta in modalita' di funzionamento ridotto, poi
      sono cazzi
      vostri....Anche gli altri 355 post erano trollate di questo livello?
  • and78 scrive:
    problema del provider...
    Il problema consiste nel fatto che gli apparati del provider non supportano il DHCP BROADCAST flag, che di default in Vista è attivato. Il problema mi pare pertanto che sia del provider e non del sistema operativo (qualunque esso sia) tra l'altro tale opzione è descritta anche nella RFC2131 (del marzo 1997!!!!):http://www.ietf.org/rfc/rfc2131.txtE in ogni caso lato Microsoft è possibile ovviare al problema in due modi, semplicemente modificando due entry nel registro di sistema:http://support.microsoft.com/kb/928233Ma il signor Marcuccia, l'autore dell'articolo, non li poteva fare questi approfondimenti? Come al solito le notizie di P.I. sono sommarie ed imprecise!!!
    • MeX scrive:
      Re: problema del provider...
      quindi... Vista è così figo che -non funziona semplicemente come XP che otteneva l'indirizzo IP senza problemi...- non ha un interfaccia grafica per la disabilitazione di tale opzione- obbliga un utente a modificare il registro di sistema per connettersi ad internet......e poi... stiamo qui a confrontare Vista con OSX? :D
      • afiorillo scrive:
        Re: problema del provider...
        - Scritto da: MeX[...]
        - obbliga un utente a modificare il registro di
        sistema per connettersi ad
        internet...[...]..."con quell'unico provider al mondo", hai dimenticato di scrivere.
        • MeX scrive:
          Re: problema del provider...
          veramente nel link del post a cui ho risposto la microsoft dichiara:"SintomiSi consideri lo scenario descritto di seguito:Si connette un computer basato su Windows Vista a una rete.Sulla rete è configurato un router o un altro dispositivo impostato come server DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol).Il router o il dispositivo non supporta il flag BROADCAST DHCP."quindi Vista non acquisisce un indirizzo IP su rete DHCP con QUALSIASI apparato di rete che non supporta il flag BROADCAST DHCP!
    • AndreaZ scrive:
      Re: problema del provider...
      - Scritto da: and78
      Ma il signor Marcuccia, l'autore dell'articolo,
      non li poteva fare questi approfondimenti? Come
      al solito le notizie di P.I. sono sommarie ed
      imprecise!!!forse dovresti dirlo prima a questi ;-)http://neoseeker.com/news/story/7081/
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: problema del provider...
      Grazie per la precisazione, in effetti no, non ero andato così in dettaglio nella faccenda...Ad ogni modo nel pezzo non mi pare di aver addossato colpe particolari a Microsoft, quindi non capisco in pieno il motivo del tuo intervento (precisazione a parte)....
  • MeX scrive:
    vista la rete e gli standard...
    Ho provato la SP2 di Vista per valutare se aggiornare il portatile su cui ho XP.Mi connetto tramite Fastweb, il mio ufficio ha dei server con IP pubblico (sempre su fastweb) bene... con Vista... magicamente era impossibile collegarsi ai siti del mio ufficio mentre tutto il resto di internet funzionava normalmente... ora... è colpa di Fastweb? o ci sono delle vaccate nel codice di Vista? E cosa dovrei fare? telefonare a Fastweb e dirgli "lavorate sulle vostre configurazioni di rete" perchè con Vista non funziona... Vista l'ha fatto la microsoft mica Fastweb... insomma io do ragione all'ISP scandinavo!
    • and78 scrive:
      Re: vista la rete e gli standard...
      SP2 di Vista? E quando è uscita?
      • MeX scrive:
        Re: vista la rete e gli standard...
        perdonami :) RC2 ho confuso le sigle :)
        • gigi scrive:
          Re: vista la rete e gli standard...
          - Scritto da: MeX
          perdonami :) RC2 ho confuso le sigle :)la RC2 non è Windows Vista.
        • Gianluca70 scrive:
          Re: vista la rete e gli standard...
          - Scritto da: MeX
          perdonami :) RC2 ho confuso le sigle :)La RC2 e' vecchia di 1 anno, magari qualche cosa e' cambiata tra la RC2, la RTM e le attuali...Per tua norma, le RC sono versioni stabili nelle feature ma in test per il funzionamento.Quindi non hai provato Vista, ma una versione precedente al rilascio, ti consiglio di riprovare con una versione RTM a 180 giorni, altrimenti fai solo FUD.
          • MeX scrive:
            Re: vista la rete e gli standard...
            come ho detto il problema l'ho risolto alla radice, non uso Vista, tanto attualmente non da NULLA in più di XP, almeno per l'uso che ne faccio io.
    • Gavetta scrive:
      Re: vista la rete e gli standard...
      - Scritto da: MeX
      Ho provato la SP2 di Vista per valutare se
      aggiornare il portatile su cui ho
      XP.
      Mi connetto tramite Fastweb, il mio ufficio ha
      dei server con IP pubblico (sempre su fastweb)
      bene... con Vista... magicamente era impossibile
      collegarsi ai siti del mio ufficio mentre tutto
      il resto di internet funzionava normalmente...
      ora... è colpa di Fastweb? o ci sono delle
      vaccate nel codice di Vista? E cosa dovrei fare?Capire cosa non funziona sul tuo computer.Capire cosa non sai configurare sul tuo computer.L'ignoranza se permetti è proprio tua. Vista non ha problemi a collegarsi in Rete.Devi essere capace di farlo però.Se non vuoi perdere tempo in configurazioni, basta che al posto di un pc ti compri un Mac. Ed eviti tutti i problemi di configurazione.Sei tu a scegliere.
      • MeX scrive:
        Re: vista la rete e gli standard...
        eih... io ho disabilitato l'IPV6 (come consigliato su alcuni forum) ho interpellato l'assistenza Fastweb cercando di capire da cosa potesse dipendere... dopo un'ora ho desistito.Se un software NON FUNZIONA non è colpa mia ma di chi l'ha fatto!Se si collega a internet tranne che sui siti hostati su server Windowos 2003 per qualche misterioso "scazzo" suo... mi spieghi cosa devo configurare?E' incredibile come Windows abbia piegato gli utenti a considerarsi loro "non bravi abbastanza" da farlo funzionare... e cmq il tuo consiglio l'ho seguito da tempo... :) ora uso un sistema operativo che funziona.
        • Lemon scrive:
          Re: vista la rete e gli standard...

          Se si collega a internet tranne che sui siti
          hostati su server Windowos 2003 per qualche
          misterioso "scazzo" suo... mi spieghi cosa devo
          configurare?
          Tu niente visto che non ne sei capace....Il vostro sistemista invece non avrà problemi a capire qual'è il problema, probabilmente qualcosa legato alla risoluzione DNS...
          • MeX scrive:
            Re: vista la rete e gli standard...
            se facevo un ping a www.nostrodominio.com risolveva correttamente l'IP ma non rispondeva, o rispondeva con tempi altissimi (cosa che non accadeva se riavviavo e usavo XP) avevo provato anche ad includere il dominio nel file hosts in modo da "saltare" i DNS... ma nulla... come vedi provare ho provato... poi cosa dovevo fare ancora? reverse engineering?
          • MeX scrive:
            Re: vista la rete e gli standard...
            cmq se leggi qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=1774594&m=1776050#p1776050c'è la mia odissea... magari puoi aiutarmi tu che sei esperto?
          • Lemon scrive:
            Re: vista la rete e gli standard...
            - Scritto da: MeX
            cmq se leggi qui:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=1774594&m=177

            c'è la mia odissea... magari puoi aiutarmi tu che
            sei
            esperto?Si posso aiutarti:http://www.ethereal.com/inoltre verifica bene la catena dei firewall e proxy che passi prima di arrivare al serverA me è capitato una cosa simile con un provider molto noto che non gestiva il QoS, controlla nache quello. Non credo che sia un problema di IPv6
          • MeX scrive:
            Re: vista la rete e gli standard...
            ma ora Vista non lo uso... e mi rifiuto di controllare le configurazioni di routers, firewalls, proxy... ... perchè il problema è di Vista... non è mio! :)
    • afiorillo scrive:
      Re: vista la rete e gli standard...
      - Scritto da: MeX
      Ho provato la SP2 di Vista per valutare se
      aggiornare il portatile su cui ho
      XP.
      Mi connetto tramite Fastweb, il mio ufficio ha
      dei server con IP pubblico (sempre su fastweb)
      bene... con Vista... magicamente era impossibile
      collegarsi ai siti del mio ufficio mentre tutto
      il resto di internet funzionava normalmente...
      ora... è colpa di Fastweb? o ci sono delle
      vaccate nel codice di Vista? E cosa dovrei fare?
      telefonare a Fastweb e dirgli "lavorate sulle
      vostre configurazioni di rete" perchè con Vista
      non funziona... Vista l'ha fatto la microsoft
      mica Fastweb... insomma io do ragione all'ISP
      scandinavo!Ma ti rendi conto che, grazie a te, abbiamo scoperto che chiunque abbia Vista non riesce ad andare su Internet? Azz.... che scoop.Ma risolversi i propri problemi no, eh?
  • Zoolander scrive:
    Problema risolto?
    Sono andanto a cercare su Google, e sembra proprio che per Lunds Energi non sia affatto un "misterioso bug nel codice di Vista", ma un bug ben noto, tanto da pubblicare sul suo sito il link alla pagina della Microsoft per risolverlo.http://www.lundsenergi.se/oppetstadsnat/driftinformation/Vistaproblem_2_2007-04-20Probabilemte Lunds Energi vuole (giustamente) che Microsoft rilasci una patch che faccia tutto da sola, perché (penso) il metodo indicato non è alla portata degli utenti alle prime armi.
    • AndreaZ scrive:
      Re: Problema risolto?
      - Scritto da: Zoolander
      Sono andanto a cercare su Google, e sembra
      proprio che per Lunds Energi non sia affatto un
      "misterioso bug nel codice di Vista", ma un bug
      ben noto, tanto da pubblicare sul suo sito il
      link alla pagina della Microsoft per
      risolverlo.
      http://www.lundsenergi.se/oppetstadsnat/driftinfor
      Probabilemte Lunds Energi vuole (giustamente) che
      Microsoft rilasci una patch che faccia tutto da
      sola, perché (penso) il metodo indicato non è
      alla portata degli utenti alle prime
      armi.a maggior ragione non capisco che c'entri apache
      • Setta scrive:
        Re: Problema risolto?

        a maggior ragione non capisco che c'entri apacheMicrosoft funziona su tutti gli altri computer, è ragionevole che il problema sia proprio dell'ISP svedese, forse fa il muso duro per farsi pubblicità con quelli che usano linux...sai com'è, oggi vendono pure il sapone Microsoft con l'ammorbidente Linux (o il contrario)...pur di convincere un invasato a comprare.
  • Capoccione scrive:
    Ma che domande !
    Scelgo Vista, ovvio ! Con Vista ho le finestre treddi', ho la GUI bella come quella del Mac o Linux e sopratutto Vista è cosi' sicurosicurissimo che posso navigare in Internet senza problemi ... uh, no, aspetta :$ :'( ...
  • AlbyX scrive:
    Vista e Domini NT4
    Vista non funziona nemmeno coi server di dominio NT4Almeno...Quando vuoi impostare un utente del dominio come amministratore della macchine DEVI PER FORZA loggarti in windows vista con l'account dell'amministratore di rete...se cerchi di accedere al dominio, anche inserendo le password dell'amministratore di rete nella apposita finestra, NON FUNZIONA e da un misterioso errore indicando che la password è sbagliata... quando ovviamente non è vero.Se non va col suo nonno NT4 volete che vada con un alieno come linux ?
    • cRoW2k scrive:
      Re: Vista e Domini NT4
      Va bene la retrocompatibilità, ma Santo Iddio, l'NT4 ha più di 11 anni!! E' normale che Vista rompa le bolle. Discorso diverso con linux. Li deve andare, o per lo meno, andrà..
      • Fulmine scrive:
        Re: Vista e Domini NT4
        - Scritto da: cRoW2k
        Va bene la retrocompatibilità, ma Santo Iddio,
        l'NT4 ha più di 11 anni!!Internet ne ha quaranta, e di fatto Vista non ne è compatibile ;) !
      • Aleks scrive:
        Re: Vista e Domini NT4
        Non ha senso: lo standard per le comunicazioni in rete è immutato dalla nascita di ArpaNet. A quello standard ci si DEVE uniformare. E tutti i sistemi operativi lo fanno. Se Vista ha problemi in questo senso è BACATO. Che piaccia o no.
        • Lemon scrive:
          Re: Vista e Domini NT4
          - Scritto da: Aleks
          Non ha senso: lo standard per le comunicazioni in
          rete è immutato dalla nascita di ArpaNet. A
          quello standard ci si DEVE uniformare. E tutti i
          sistemi operativi lo fanno. Se Vista ha problemi
          in questo senso è BACATO. Che piaccia o
          no.Non è vero quel che dici. Ci sono varie interpretazioni delle RFC, non per niente firewall e sistemi operativi possono rispondere in maniera diversa a certi tipi di pacchetto, guardati ad esempio come funziona l'nmap per la rilevazione degli SO. Oppure guarda come CISCO non supporti il multicast a livello 2, quello del MAC address per intenderci (cosa che invece fa Microsof).Nel dettaglio non so se il problema è strettamente di MS, però quello che tu hai scritto è sbagliato in ogni caso.
    • Lemon scrive:
      Re: Vista e Domini NT4
      Prova a mettere DOMINIOutente nella schermata di accesso.....
    • sciambola scrive:
      Re: Vista e Domini NT4
      Internet è la nostra rovina!Pensa ad un povero ignorante che legge cosa hai scritto e magari ci crede.Bravi quelli di PI che riescono a creare tanti accessi dando le notizie "in un certo modo".Bravissimi
    • ------ scrive:
      Re: Vista e Domini NT4
      Prima di scrivere in questi forum, impara... si può fare... leggi bene...- Scritto da: AlbyX
      Vista non funziona nemmeno coi server di dominio
      NT4
      Almeno...
      Quando vuoi impostare un utente del dominio come
      amministratore della macchine DEVI PER FORZA
      loggarti in windows vista con l'account
      dell'amministratore di
      rete...
      se cerchi di accedere al dominio, anche inserendo
      le password dell'amministratore di rete nella
      apposita finestra, NON FUNZIONA e da un
      misterioso errore indicando che la password è
      sbagliata... quando ovviamente non è
      vero.

      Se non va col suo nonno NT4 volete che vada con
      un alieno come linux
      ?
    • Gianluca70 scrive:
      Re: Vista e Domini NT4
      - Scritto da: AlbyX
      Vista non funziona nemmeno coi server di dominio
      NT4
      Almeno...
      Quando vuoi impostare un utente del dominio come
      amministratore della macchine DEVI PER FORZA
      loggarti in windows vista con l'account
      dell'amministratore di
      rete...
      se cerchi di accedere al dominio, anche inserendo
      le password dell'amministratore di rete nella
      apposita finestra, NON FUNZIONA e da un
      misterioso errore indicando che la password è
      sbagliata... quando ovviamente non è
      vero.Le due affermazioni sembrano un po' confusionarie ed in contraddizione: sei o non sei riuscito a fare la join al dominio NT4 e a loggarti come amministratore di rete sulla macchina Vista?Oltre ai basilari parametri relativi ai protocolli di rete (DNS, WINS e NetBIOS), hai gia' verificato la Local Security policy della macchina Vista, soprattutto in Local Policies, Security Options al parametro:Network security: LAN Manager authentication levelDi default Vista impostaSend NTLMv2 response only: Clients use NTLMv2 authentication only and use NTLMv2 session security if the server supports it; domain controllers accept LM, NTLM, and NTLMv2 authentication.This setting can affect the ability of computers running Windows 2000 Server, Windows 2000 Professional, Windows XP Professional, and the Windows Server 2003 family to communicate with computers running Windows NT 4.0 and earlier over the network. For example, at the time of this writing, computers running Windows NT 4.0 SP4 and earlier did not support NTLMv2. Computers running Windows 95 and Windows 98 did not support NTLM.

      Se non va col suo nonno NT4 volete che vada con
      un alieno come linux
      ?Prima di scomodare gli alieni mi guarderei i parametri che selezionano i protocolli di autenticazione...
  • cazzo spari scrive:
    L'unica arma rimasta a M$
    E' cercare di creare incompatibilità,perchè sul fronte innovazione sta proprio a zeroLa stessa cosa che cercano di fare quihttp://tinyurl.com/2t24w9o mio dio siete spacciati (rotfl) (rotfl)
    • Setta scrive:
      Re: L'unica arma rimasta a M$
      - Scritto da: cazzo spari
      E' cercare di creare incompatibilità,L'unica?Hanno oltre l'OTTANTA PERCENTO del mercato e ti sembra l'unica arma a disposizione?Tutti preferiscono un OS a pagamento invece di quello gratuito. Si vede che quello a pagamento è decisamente migliore. Oppure ritieni stupidi tutti quelli che non usano un sistema gratuito?
      • Robba scrive:
        Re: L'unica arma rimasta a M$
        - Scritto da: Setta
        - Scritto da: cazzo spari

        E' cercare di creare incompatibilità,
        L'unica?
        Hanno oltre l'OTTANTA PERCENTO del mercato e ti
        sembra l'unica arma a
        disposizione?
        Tutti preferiscono un OS a pagamento invece di
        quello gratuito. Si vede che quello a pagamento è
        decisamente migliore. Oppure ritieni stupidi
        tutti quelli che non usano un sistema
        gratuito?Credo sia una questione di pigrizia e disinformazione...Una cosa che vorrei ricordare è che l'SO di casa microsoft è installato di default sulle macchine, viene additato da persone ai vertici(ma anche nelle scuole per es con office credimi che schifo)come uno standard...Insomma stupidi no ma credi veramente che microsoft sia un buon OS?
        • Setta scrive:
          Re: L'unica arma rimasta a M$

          Credo sia una questione di pigrizia e
          disinformazione...
          Una cosa che vorrei ricordare è che l'SO di casa
          microsoft è installato di default sulle macchine,Ma anche no. Basta andare nel negozio sotto casa e son ben contenti di non venderti alnche Win.
          viene additato da persone ai vertici(ma anche
          nelle scuole per es con office credimi che
          schifo)come uno
          standardQuando vai a lavorare e ti chiedono se sai usare Office...
          Insomma stupidi no ma credi veramente che
          microsoft sia un buon
          OS?Buono. Non ottimo. Lato consumer parlo.Potrebbero rendere il tutto più semplice ma da questo sono lontani. Linux per questo però è anni luce indietro. OS X un po' più avanti. Poi dipende sempre da chi usa il computer.Oggi ho mollato il lavoro per andare da mio padre e spiegargli come mandare una email con allegato (leggi tasto dx, invia a destinatario di posta, Ok, Ok...).
      • Categorico scrive:
        Re: L'unica arma rimasta a M$
        - Scritto da: Setta
        - Scritto da: cazzo spari

        E' cercare di creare incompatibilità,
        L'unica?
        Hanno oltre l'OTTANTA PERCENTO del mercato e ti
        sembra l'unica arma a
        disposizione?
        Tutti preferiscono un OS a pagamento invece di
        quello gratuito. Si vede che quello a pagamento è
        decisamente migliore. Oppure ritieni stupidi
        tutti quelli che non usano un sistema
        gratuito?Ti sfugge che ricevendolo preinstallato, molti lo considerano un accessorio compreso nel prezzo, ma pensa tutti quelli che comprano PC da 350 euro, se sapessero che il SO MS incide dal 15% al 20% del prezzo, pensi che non farebbero un pensierino alle alternative?Per chi non usa Autocad, Photoshop o altri programmi platform dependent e non gioca con videogames, o magari ha già una console per questi, un SO vale l'altro.Per chi desidera la massima semplicità la scelta giusta è il Mac.Se non fosse già preinstallato su una grossa percentuale dei PC venduti, solo un 50-60% degli utenti avrebbe realmente necessità di richiedere Windows.
        • Aleks scrive:
          Re: L'unica arma rimasta a M$
          Per una società di capitale come MS, scendere dall'80% al 70% del mercato, dopo un decennio di monopolio virtuale, vuol dire dover affrontare una crisi di enormi proporzioni, andare vicino al fallimento. D'altronde se gli utenti potessero scegliere al momento dell'acquisto come far funzionare il nuovo PC, tra un SO libero ed uno a pagamento, Windows non venderebbe tante copie. Questo è ovvio. Ora, con i maggiori produttori (Dell e HP) che cominciano a preinstallare Linux sui propri sistemi, si capisce quanto MS stia rischiando per il futuro. Questo anche a causa dell'oggettivo errore nel rilascio di Vista, con così tanti problemi da esasperare Acer, uno dei partner storici di MS.
        • Setta scrive:
          Re: L'unica arma rimasta a M$
          - Scritto da: Categorico
          - Scritto da: Setta

          - Scritto da: cazzo spari


          E' cercare di creare incompatibilità,

          L'unica?

          Hanno oltre l'OTTANTA PERCENTO del mercato e ti

          sembra l'unica arma a

          disposizione?

          Tutti preferiscono un OS a pagamento invece di

          quello gratuito. Si vede che quello a pagamento
          è

          decisamente migliore. Oppure ritieni stupidi

          tutti quelli che non usano un sistema

          gratuito?

          Ti sfugge che ricevendolo preinstallato, molti lo
          considerano un accessorio compreso nel prezzo, ma
          pensa tutti quelli che comprano PC da 350 euro,
          se sapessero che il SO MS incide dal 15% al 20%
          del prezzo, pensi che non farebbero un pensierino
          alle alternative?No. Anzi, la prima cosa che chiederebbero prima dell'acquisto sarebbe "è compatibile con Windows?".Dopo averlo comprato senza Windows (posto che accada), cercherebbero Messenger per fare i trilli agli amici, condividere le faccine e tutto il resto. Cose che con Linux si possono fare, ma qualche problema di compatibilità c'è e probabilmente sempre ci sarà.Poi magari vorrebbero installarci Word ed Excel. Forse perché lo usano al lavoro e lo vorrebbero anch a casa in modo da fare pratica e imparare come funziona.Ho visto un po' di gente con "problemi" del genere.Stupidaggini, chiamale così, ma fanno peso.
          • Categorico scrive:
            Re: L'unica arma rimasta a M$
            - Scritto da: Setta
            - Scritto da: Categorico

            - Scritto da: Setta


            - Scritto da: cazzo spari



            E' cercare di creare incompatibilità,


            L'unica?


            Hanno oltre l'OTTANTA PERCENTO del mercato e
            ti


            sembra l'unica arma a


            disposizione?


            Tutti preferiscono un OS a pagamento invece di


            quello gratuito. Si vede che quello a
            pagamento

            è


            decisamente migliore. Oppure ritieni stupidi


            tutti quelli che non usano un sistema


            gratuito?



            Ti sfugge che ricevendolo preinstallato, molti
            lo

            considerano un accessorio compreso nel prezzo,
            ma

            pensa tutti quelli che comprano PC da 350 euro,

            se sapessero che il SO MS incide dal 15% al 20%

            del prezzo, pensi che non farebbero un
            pensierino

            alle alternative?
            No. Anzi, la prima cosa che chiederebbero prima
            dell'acquisto sarebbe "è compatibile con
            Windows?".Questo è vero senz'altro per quella fetta di utenti che ha davvero bisogno di Windows e magari anche per quelli che, pur non avendone strettamente bisogno a casa, ci sono abituati usandolo già al lavoro, ma sarebbe comunque una parte, maggioritaria quanto vuoi, ma non la totalità, degli attuali utenti Windows.Non credere che chi al lavoro non usa Windows gli dia poi così tanta importanza, mia madre, come tanti altri, per esempio, chiama il browser "internet" tout-court e quando mi chiede di cercarle qualcosa e magari viene a sbirciare i risultati, non nota differenze se ho usato FF su Windows o su Kubuntu.
            Dopo averlo comprato senza Windows (posto che
            accada), cercherebbero Messenger per fare i
            trilli agli amici, condividere le faccine e tutto
            il resto. Cose che con Linux si possono fare, ma
            qualche problema di compatibilità c'è e
            probabilmente sempre ci
            sarà.Ma i pigroni come me invece farebbero salti di gioia per un programmillo come Kopete che da un'unica schermata iniziale ti permette di scegliere i vari possibili sistemi di messaggistica, MSN compreso.
            Poi magari vorrebbero installarci Word ed Excel.
            Forse perché lo usano al lavoro e lo vorrebbero
            anch a casa in modo da fare pratica e imparare
            come
            funziona.Non ho mai negato che questa fetta di utenti avrebbe interesse ad usare il SW MS, ma non sono tutti.Mia sorella, per esempio, ha usato per la prima volta XP quando s'è comprata il PC, al lavoro ha sempre usato e usa tuttora un terminale.Io ho conosciuto unix prima del DOS e non amo unix in blocco, ne ho amato alcune versioni e odiato ferocemente altre, lo stesso vale per linux, tuttora anche solo pensare alla Mandrake 8.0 mi fa infuriare.Non fare di ogni erba un fascio.
            Ho visto un po' di gente con "problemi" del
            genere.
            Stupidaggini, chiamale così, ma fanno peso.Verissimo, ma verrebbe a mancare quella fetta non trascurabile che usa quello che trova installato e non lo cambia: una volta scelto il sistema meno costoso, non cambierebbero.
    • afiorillo scrive:
      Re: L'unica arma rimasta a M$
      - Scritto da: cazzo spari
      E' cercare di creare incompatibilità,
      perchè sul fronte innovazione sta proprio a zero

      La stessa cosa che cercano di fare qui
      http://tinyurl.com/2t24w9
      o mio dio siete spacciati (rotfl) (rotfl)Mai nick fu più azzeccato LOL
    • Categorico scrive:
      Re: L'unica arma rimasta a M$
      Pensa che hanno perfino provato a imporre il daltonismo come standard "de facto" per la vista, con lo Zune marrone, ma gli è andata male... (idea) O) :p
  • dd72 scrive:
    a proposito di errori e compatibilita'
    Anche PUNTO-INFORMATICO ha qualche problema...usando firefox non mi e' possibile rispondere sul forum perche' non viene visualizzato il codice antispam.Problema mio ? forse, pero'se in firefox vado su strumenti, console errori mi esce una fila di errori per questo sito web mica da poco...anche facendo controllare la pagina di un post dal W3Csegnala errorihttp://tinyurl.com/3by4qycioe' insomma se esiste il http://validator.w3.org/almeno che i webmaster seri lo usino
    • exio82 scrive:
      Re: a proposito di errori e compatibilita'
      a me con firefox funziona, prova ad aggiornarlopero' il primo tentativo del codice antispam fallisce sempre
      • ------ scrive:
        Re: a proposito di errori e compatibilita'
        per fortuna che non ti succede con ie altrimenti chissà quanti messaggi troveremmo scritto "ms cattiva, non funzioan"... ma visto che succede solo con firefox allora tutti buoni a capo chinato...- Scritto da: exio82
        a me con firefox funziona, prova ad aggiornarlo
        pero' il primo tentativo del codice antispam
        fallisce
        sempre
        • anonimo scrive:
          Re: a proposito di errori e compatibilita'

          per fortuna che non ti succede con ie altrimenti
          chissà quanti messaggi troveremmo scritto "ms
          cattiva, non funzioan"... ma visto che succede
          solo con firefox allora tutti buoni a capo
          chinato...a me succede con ie6 (che devo tenere per lavoro) per questo posto con ff ma non mi metto a piangere nei forum, mentre tanta gente che usa linux senza skill IT lo prova 10 minuti e poi posta nei forum "non va niente, non riesco a installarlo, il cd bootabile non parte, le voci di menu sono da un' altra parte, che schifezza!"quindi il comportamento che dici imho non é ascrivibile a linari o winari ma ad altre categorie tipo svogliati/superficiali e volenterosi/attenti
      • Setta scrive:
        Re: a proposito di errori e compatibilita'
        - Scritto da: exio82
        a me con firefox funziona, prova ad aggiornarlo
        pero' il primo tentativo del codice antispam
        fallisce
        sempreVero. Confermo i problemi. Su Firefox.Mi pare anche su Safari, ma non ci ho fatto caso.
    • Kapanka scrive:
      Re: a proposito di errori e compatibilita'
      io nessun problema (ubuntu + ff)
      • dd72 scrive:
        Re: a proposito di errori e compatibilita'
        non so che dirti, io uso l'ultima versione di FF, senza estensioni (anzi ho pure provato a cancellare pofili e rimuovere il programma e reinstallarlo) ma con FF il codice antispam non mi esce per nulla.
        • dd72 scrive:
          Re: a proposito di errori e compatibilita'
          posto solo per dire che forse ho risolto, non vedo piu' il controllo antispam ma riesco a postare. Quindi forse era un problema mio e mi cospargo il capo di cenere.
  • Gianca scrive:
    Sono perplesso....
    In pratica di questo problema si sa poco o nulla, e prendete le difese di questo ISP solo perché si scaglia contro MS..... Io penso solo che Vista di problemi ne ha sicuramente tanti; ma allora gli ISP del resto del mondo come diavolo fanno a far connettere i loro clienti dotati di MS Vista???
    • il gelato che uccide scrive:
      Re: Sono perplesso....
      Questa è una bella domanda, visto che Microsoft stessa afferma che non sempre ci riescono :http://support.microsoft.com/default.aspx/kb/928233il problema è capire se VISTA ha ragione a considerare quel flag e tutti gli altri sono imbecilli perché non lo considerano o il contrario. Dipende dai punti di VISTA.
  • pentolino scrive:
    Sono contento
    Io Vista lo boicotto ad oltranza (sono passato a Linux il giorno dell' uscita di quella ciofeca, meglio tardi che mai), sono contento di non essere l' unico.L' unico problema è che i Vistari adesso come fanno a scaricarsi Ubuntu per rimediare al loro errore :-D(amiga)(c64)(linux)
    • Daniele scrive:
      Re: Sono contento
      possono farsi spedire direttamente a casa il cd per poche misere corone
    • gigi scrive:
      Re: Sono contento
      - Scritto da: pentolino
      Io Vista lo boicotto ad oltranza (sono passato a
      Linux il giorno dell' uscita di quella ciofeca,
      meglio tardi che mai), sono contento di non
      essere l'
      unico.certo che siete veramente strani, ora che Windows è sicuro voi che fate, dite che state migrate in massa a linux senza motivo? Siete patetici!
      • zomas scrive:
        Re: Sono contento
        - Scritto da: gigi
        certo che siete veramente strani, ora che Windows
        è sicuro voi che fate, dite che state migrate in
        massa a linux senza motivo? Siete
        patetici!...un _po' piu'_ sicuro: non sicuro... ;)
        • pentolino scrive:
          Re: Sono contento
          - Scritto da: zomas
          ...un _po' piu'_ sicuro: non sicuro... ;)beh no, in questo caso è MOLTO più sicuro dei precedenti, in quanto non si connette ad internet ;-)
          • zomas scrive:
            Re: Sono contento
            - Scritto da: pentolino
            beh no, in questo caso è MOLTO più sicuro dei
            precedenti, in quanto non si connette ad internet
            ;-)LOL :D
  • dd72 scrive:
    arroganza di microsoft
    arroganza di microsoft vorrai dire.Ci sono regole e standard da rispettare, per poter far funzionare internet a prescindere dal sistema operativo usato.Microsoft IGNORA bellamente come dovrebbero richiedere i dati ai server DNS del provider e usa un sistema loro.Il provider giustamente gli dice, o fai come tutti o con me non passi. Un applauso.
    • Setta scrive:
      Re: arroganza di microsoft
      - Scritto da: dd72
      arroganza di microsoft vorrai dire.
      Ci sono regole e standard da rispettareMa se non si riesce a far rispettare la netiquette, la regola del quote...basta che guardi qui tutti i troll che ci sono...poi pretendi che Microsoft o un ISP seguano delle regole? Si cominci dal basso.
      • Robba scrive:
        Re: arroganza di microsoft
        - Scritto da: Setta
        - Scritto da: dd72

        arroganza di microsoft vorrai dire.

        Ci sono regole e standard da rispettare
        Ma se non si riesce a far rispettare la
        netiquette, la regola del quote...basta che
        guardi qui tutti i troll che ci sono...poi
        pretendi che Microsoft o un ISP seguano delle
        regole? Si cominci dal
        basso.Bhe piu basso livello di un protocollo...Che vuoi ISO-OSI?Direi che forse non ho capito cosa intendi con basso...A basso livello non mi risulti vi sia la netiquette..Menata da intelletuali?
        • Setta scrive:
          Re: arroganza di microsoft
          - Scritto da: Robba
          - Scritto da: Setta

          poi

          pretendi che Microsoft o un ISP seguano delle

          regole? Si cominci dal

          basso.
          Bhe piu basso livello di un protocollo...
          Che vuoi ISO-OSI?
          Direi che forse non ho capito cosa intendi con
          basso...Ma chi ha parlato di livello!Dal basso = il popolo, le persone.In Rete esistono pochissime regole (vedi la Netiquette) e nemmeno quelle sono seguite dalle persone. Perché dovrebbero essere seguite delle regole da Microsoft se nemmeno le persone seguono le più elementari?Internet e vicina all'anarchia, purtroppo.
          • Non authenticat scrive:
            Re: arroganza di microsoft
            - Scritto da: Setta
            Perché dovrebbero essere seguite delle
            regole da Microsoft se nemmeno le persone seguono
            le più
            elementari?Perchè altrimenti non va in rete?(rotfl)
          • Gavetta scrive:
            Re: arroganza di microsoft
            - Scritto da: Non authenticat
            - Scritto da: Setta

            Perché dovrebbero essere seguite delle

            regole da Microsoft se nemmeno le persone
            seguono

            le più

            elementari?
            Perchè altrimenti non va in rete?Con Vista vado tranquillamente in Rete.Vado tranquillamente in Rete con OS X e con XP.Certo, bisogna saper usare quello che si ha.
          • Aleks scrive:
            Re: arroganza di microsoft
            Perché sarebbe come se Wind cercasse di trasmettere la telefonata coi segnali di fumo, pretendendo che gli altri si adeguino.
          • Bacchetta scrive:
            Re: arroganza di microsoft

            Perché sarebbe come se Wind cercasse di
            trasmettere la telefonata coi segnali di fumo,
            pretendendo che gli altri si
            adeguino.Solo che Wind è un moscerrrrino, MS un colosso.Wind al max ti vende come nuovo l'iMode, MS spende miliardi di euro l'anno per l'innovazione.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: arroganza di microsoft
            contenuto non disponibile
    • afiorillo scrive:
      Re: arroganza di microsoft
      - Scritto da: dd72[...]
      Microsoft IGNORA bellamente come dovrebbero
      richiedere i dati ai server DNS del provider e
      usa un sistema
      loro.[...]Insomma, se in questo momento io sono online è puro culo.
      • Non authenticat scrive:
        Re: arroganza di microsoft
        - Scritto da: afiorillo
        - Scritto da: dd72
        [...]

        Microsoft IGNORA bellamente come dovrebbero

        richiedere i dati ai server DNS del provider e

        usa un sistema

        loro.
        [...]

        Insomma, se in questo momento io sono online è
        puro
        culo.Esattamente!è il primo commento sensato ;) da parte tua che io abbia letto.Chi usa sistemi non standard fa spesso le cose per "puro culo".Gli standard infatti servono a eliminare questo tipo di "incertezza" e ad assicurare che se si segue un certo standard ci si può aspettare un risultato x "previsto" dalle specifiche di tale standard.L'alternativa a tutto ciò, infatti, è che il risultato ottenuto sia x nvece che y per "puro culo"!Bravo!I miei complimenti per l'intelligente e involontaria? intuizione!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 settembre 2007 13.20-----------------------------------------------------------
  • Marco Rossi scrive:
    dhcp
    Il problema e` nel codice DHCP, il problema e` di Microsoft. In particolare si tratta del Broadcast flag, un'estensione compresa nell'RFC considerata obsoleta, e lo stack DHCP di Vista ritiene questo flag indispensabile.
    • FrancescoB scrive:
      Re: dhcp
      Curioso .. xp non la riteneva necessaria?
    • Optimus scrive:
      Re: dhcp
      - Scritto da: Marco Rossi
      Il problema e` nel codice DHCP, il problema e`
      di Microsoft. In particolare si tratta del
      Broadcast flag, un'estensione compresa nell'RFC
      considerata obsoleta, e lo stack DHCP di Vista
      ritiene questo flag
      indispensabile.interessante, hai una fonte on line da poter indicare? mi piacerebbe visionare la documentazione in merito
      • Fabrix scrive:
        Re: dhcp
        http://support.microsoft.com/kb/928233http://www.google.com/search?q=vista+dhcp+problemma non credo sia questo il broblema, dato che esiste la maniera di disabilitare il flag BROADCAST su vista...
        • Optimus scrive:
          Re: dhcp
          nn credo neanche io che il problema sia quello, anche perchè sarebbe sciocco farsi bloccare da una cosa del genere
          • ... scrive:
            Re: dhcp
            Sarebbe stupido? Quindi per andare in internet devo intervenire sul registro di sistema perché MS ha commesso un errore. Giusto ragionamento, davvero!
          • Optimus scrive:
            Re: dhcp
            a parte la terminologia difforme da quella da me usata, intendevo che ha quei livelli non è pensabile che un errore o una incompatibiltà nell'implementazione di un protocollo RFC quale il DHCP posso degenerare fino a tal punto
    • il gelato che uccide scrive:
      Re: dhcp
      Eh già mi sa che è una svista di Vista !!!http://support.microsoft.com/default.aspx/kb/928233... e qui c'è sicuramente lo zampino di qualche genio della sicurezza ...
      • stragatto scrive:
        Re: dhcp
        A quanto pare, si tratta solo di una impostazione di default che puo'essere modificata. Anche da linuxaro qual sono, per amore di giustizia non me la sento di scaricare la responsabilita'su Microsoft, che anzi ha resa pubblica la procedura per il settaggio di quella impostazione. Certi irrigidimenti reciproci pero'sono a tutto discapito degli utenti e dovrebbero essere evitati. Microsoft avrebbe dovuto indirizzare l'ISP svedese alla pagina che descrive come settare o resettare il flag, e l'ISP svedese avrebbe dovuto a sua volta comunicare la procedura agli utenti Vista, e tutti sarebbero stati felici e contenti.
        • ... scrive:
          Re: dhcp
          E chissà che non c'abbia provato ma dall'altra parte avranno tenuto la parte dei fan boy ed al primo accenno di bandiera rossa microsoft li ha mandati cortesemente a fan ...."Salve qui è l'ufficio pubbliche relazioni di microsoft.Le notifichiamo un carnet di biglietti di sola andata in classe turistica per il paese di fan kooly (noody) con i nostri migliori auguri."
    • Zeross scrive:
      Re: dhcp
      - Scritto da: Marco Rossi
      Il problema e` nel codice DHCP, il problema e`
      di Microsoft. In particolare si tratta del
      Broadcast flag, un'estensione compresa nell'RFC
      considerata obsoleta, e lo stack DHCP di Vista
      ritiene questo flag
      indispensabile.Se il problema è solo questo, in quell'ISP lavorano degli incompetenti.In 5 minuti ho trovato la soluzione, che è online dal 29 gennaio: http://support.microsoft.com/kb/928233
      • exio82 scrive:
        Re: dhcp
        beh magari quelli dell'isp lo sanno e non hanno voglia di perdere tempo a dare supporto a M$ per un errore di progettazione!
        • dd72 scrive:
          Re: dhcp
          tra l'altro c'e' un motivo se quel flag deve stare disattivato...
        • gigi scrive:
          Re: dhcp
          - Scritto da: exio82
          beh magari quelli dell'isp lo sanno e non hanno
          voglia di perdere tempo a dare supporto a M$ per
          un errore di
          progettazione!ma quale errore di progettazione. La KB non dice che è un bug, ma spiega possibili malfunzionamenti con certi router che non supportano quella funzione più sicura.
    • il gelato che uccide scrive:
      Re: dhcp
      Post Scriptum :Meno male che la strana caratteristica non si riproduce sulle reti locali LAN, visto che la maggior parte dei modem router presenti sul mercato consumer, monta chip della cinese Broadcom che sono MIPS con Linux.Ora il problema è ... nella prossima versione di VISTA, dovremo comprare i modem con windows CE oppure possiamo tenere i nostri ?Un altra domanda ... ma i router industriali che hanno sistemi operativi tipo QNX o VXWORK, dovranno essere sostituiti con macchine con NT4 o va bene così ?Un altra domanda ... ma ci sono o ci fanno ?
  • Vistoso ma non troppo scrive:
    Poi dicono a Microsoft
    Stavolta i linuxari hanno toppato. Un ISP ha il DOVERE di risolvere i problemi di connessione dei propri clienti. Vediamo MS che fa adesso
    • neroclaudius scrive:
      Re: Poi dicono a Microsoft
      Be, non è vero, un ISP deve dare la possibilità d connettersi da qualunque client che rispetti gli standard, Microsoft se ne scrive di suoi quando i suoi dipendenti stanno al gabinetto e li vuole far passare per Bibbia, non mia pare che gli altri siano obbligati a seguirla.Quando Microsoft seguirà il resto del pianeta sarà una gran svolta...
      • Zoolander scrive:
        Re: Poi dicono a Microsoft
        - Scritto da: neroclaudius
        Be, non è vero, un ISP deve dare la possibilità d
        connettersi da qualunque client che rispetti gli
        standard, Microsoft se ne scrive di suoi quando i
        suoi dipendenti stanno al gabinetto e li vuole
        far passare per Bibbia, non mia pare che gli
        altri siano obbligati a seguirla.E tu come fai a sapere che invece non siano i server di Lundis Energi a non seguire al 100% gli standard?Nessuno può sapere se la causa del problema sia sui server di Lundis Energi o in Vista.Sia Lundis Energi che Microsoft devono verificare qual è la causa e non rimbalzare la patata bollente all'altro (cosa che effettivamente ha fatto solo Lundis Energi), e una volta trovata risolverla.
      • Setta scrive:
        Re: Poi dicono a Microsoft
        - Scritto da: neroclaudius
        Be, non è vero, un ISP deve dare la possibilità d
        connettersi da qualunque client che rispetti gli
        standard, Microsoft se ne scrive di suoiSvegliati. Quello che fa Microsoft è lo STANDARD DI FATTO.Non essere compatibili con Microsoft vuol dire tagliarsi fuori il 80-90% dei computer che si collegano in Rete (Home)
        • Robba scrive:
          Re: Poi dicono a Microsoft
          - Scritto da: Setta
          - Scritto da: neroclaudius

          Be, non è vero, un ISP deve dare la possibilità
          d

          connettersi da qualunque client che rispetti gli

          standard, Microsoft se ne scrive di suoi
          Svegliati. Quello che fa Microsoft è lo STANDARD
          DI
          FATTO.
          Non essere compatibili con Microsoft vuol dire
          tagliarsi fuori il 80-90% dei computer che si
          collegano in Rete
          (Home)Gia dicevano cosi anche dei doc...Office è uno standard installato su tutte le macchine, tutti gli uffici seri usano microsoft, w l'excel...BLEAH...Vabbe oggi è ancora cosi?i doc (formato chiuso propietario...) sono ancora cosi indispensabili?Solo per dire che gli standard di fatto non sono poi cosi facili da individuare non trovi?
          • Paolo scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            Da quando è solo microsoft a dettare gli standard? Chi è microsoft per dettarli? dovrebbero abbassare le orecchie
          • Gavetta scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            - Scritto da: Paolo
            Da quando è solo microsoft a dettare gli
            standard?
            Chi è microsoft per dettarli?Non li detta, li detta il mercato utilizzandoli.
          • Non authenticat scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            - Scritto da: Gavetta
            - Scritto da: Paolo

            Da quando è solo microsoft a dettare gli

            standard?


            Chi è microsoft per dettarli?
            Non li detta, li detta il mercato utilizzandoli.Appunto il "mercato" usa Internet (non M$ net) e TUTTI gli altri O.S. (compresi quelli M$) seguono tale standard!Vista è on O.S. MINORITARIO sul mercato!Se non sta agli standard liberissima ma poi che non se ne lamenti!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            contenuto non disponibile
          • Gavetta scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft

            Appunto il "mercato" usa Internet (non M$ net) e
            TUTTI gli altri O.S. (compresi quelli M$) seguono
            tale
            standard!
            Vista è on O.S. MINORITARIO sul mercato!E' un sistema op. appena uscito, certo che è minoritario.XP esiste da oltre 5 anni...dagli tempo e vedrai che sarà il s.o. più utilizzando al mondo entro 2-3 anni.
            Se non sta agli standard liberissima ma poi che
            non se ne lamentiE chi ha detto che si lamenta?Chi si lamenta sono quelli che usano qualcosa diverso da MS e poi pretende che MS sia comaptibile con loro...cosa che ovviamente non sono obbligati a fare.
          • Gavetta scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft

            w
            l'excel...Permetti, ma Excel è uno dei programmi più riusciti.
            Vabbe oggi è ancora cosi?
            i doc (formato chiuso propietario...) sono ancora
            cosi
            indispensabili?Nessuno dice che siano indispensabili. Si sottolinea che sono lo standard di fatto perché tutti li usano.
            Solo per dire che gli standard di fatto non sono
            poi cosi facili da individuare non
            trovi?Non trovo. Office è lo standard. Tanto che OpenOffice senza il formato doc sarebbe ancora meno usato di quel che è adesso.(io uso una sua versione modificata che è NeoOffice, ma ritengo che MS Office sia decisamente meglio e conto di comprarlo quando uscirà per il mio OS).
          • Aleks scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            DI FATTO lo standard per le comunicazioni di rete che permette a tutti di accedervi NON E' evidentemente quello adottato da Vista. Per cui DI FATTO è Microsoft a doversi adeguare al mondo, e non viceversa.DI FATTO lo standard riconosciuto internazionalmente per i documenti non è il .doc, ma l'Open Document utilizzato da OpenOffice. Ma chi vive in una stanza con una lampadina non conosce la luce del sole. Così chi conosce un solo software non potrà mai preferirne un altro. DI FATTO di ha usato Firefox non tornerà mai a Internet Explorer, DI FATTO chi conosce OpenOffice non preferisce MSOffice.Certo, se poi parliamo del dettaglio del costo di licenza di MSOffice pari a quello di un intero PC... perché non ci riferiamo a copie illegali, vero?
          • Gavetta scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft

            DI FATTO lo standard riconosciuto
            internazionalmente per i documenti non è il .doc,Di fatto quello più usato resta sempre il doc.Altrimenti spiegami un po' perché chi usa OO si preoccupa che questo sia compatibile con i doc...
            Ma
            chi vive in una stanza con una lampadina non
            conosce la luce del sole.Esatto. Nelle imprese si usa, tutti, i doc, al massimo c'è chi manda i file in pdf.Io stesso, quando faccio un documento in odt, poi devo convertirlo in pdf per farlo leggere a chi lo riceve.
            Così chi conosce un
            solo software non potrà mai preferirne un altro.Vero. C'è poi chi prova OO e lo trova così brutto da preferirgli Office.
            DI FATTO di ha usato Firefox non tornerà mai a
            Internet ExplorerIo uso FF, ma IE ciucca meno ram e occupa meno il processore.FF crea assuefazione grazie ai plugin che si mettono sopra.Oltre questo non ha nulla di più di IE.
            DI FATTO chi conosce
            OpenOffice non preferisce
            MSOffice.Manco per nulla. Uso OO e gli preferisco Office.
            Certo, se poi parliamo del dettaglio del costo di
            licenza di MSOffice pari a quello di un intero
            PC... perché non ci riferiamo a copie illegali,
            vero?Esistono le copie per studenti. Non hai bisogno di comprare tutto Office, può bastare Word, Excel (se ti serve) e PowerPoint (se ti serve).In più esistono i lettori di questi file, lettori gratuiti.
          • zomas scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            - Scritto da: Gavetta
            Vero. C'è poi chi prova OO e lo trova così brutto
            da preferirgli
            Office.Scusa la domanda secca: in informatica cosa vuol dire "brutto"?!?!?Non ti piace la GUI? non e' "user-friendly"? e' progettato male? non rispetta le regole di Usabilita' del software?Oppure non ha "grafica" all'ultima moda?Cosa vuol dire!?!?(newbie)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            contenuto non disponibile
          • zomas scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            - Scritto da: unaDuraLezione
            perchè cerchi il significato informatico del
            termine
            'brutto'?
            Quello che trovi sul normale dizionario di
            italiano va più che
            bene.ovvero[code] agg: esteticamente sgradevole[/code]Quindi si valuta un software per la sua estetica e non per la sua usabilita' o per la sua robustezza?!?!O tempora, o mores!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            contenuto non disponibile
          • zomas scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Dove avrei scritto tutte queste cose?
            Continua a leggere il dizionario di italiano,
            prego, ma parti dalla lettere 'A', per
            cortesia.Dal dizionario Online Demauro[code]brùt|toagg., s.m., avv.FO1a agg., esteticamente sgradevole: un b. naso, una brutta ragazza, un b. quadro; di qcn., fam.: b. come il peccato, come il demonio, come la fame, bruttissimo; hai una brutta faccia, non hai un aspetto sano1b agg., spec. negli insulti, usato come rafforzativo di agg. o sost.: b. animale, b. cretino; nelluso infantile: antipatico, cattivo: vattene b.!, esci, brutta!2a agg., moralmente negativo, cattivo: brutta abitudine, brutta fama; b. voto, insufficiente; b. carattere, scontroso, sgarbato2b agg., sconcio, immorale, non dire quelle brutte parole, quelle parolacce2c agg., spiacevole, doloroso: brutta esperienza, brutta notizia; ricevere, subire un b. colpo; brutta figura, figuraccia2d agg., infausto, sfavorevole: b. segno, b. momento2e agg., grave, pericoloso: b. incidente, brutta ferita2f agg., difficile da risolvere: b. affare, brutta storia3 agg., piovoso, nuvoloso: oggi cè b. tempo4 agg., di mare: mosso, agitato5 agg. LE sporco, sudicio: ma tu chi se, che sì se fatto b.? (Dante)6 agg. OB di peso, lordo7 s.m. FO solo sing., ciò che è esteticamente sgradevole: il b. nellarte | aspetto negativo, preoccupante di qcs.: il b. della faccenda; avere di b., avere come difetto, come lato negativo8 s.m. FO persona brutta9 s.m. FO solo sing., cattivo tempo: oggi si mette al b.10 avv. CO guardare b., esprimendo malanimoPolirematichea brutto muso loc.avv. CO senza mezzi termini, brutalmente: gli ho detto a b. muso quello che penso[/code]Adesso mi dici come tutto cio' si applica ad un software?
          • zomas scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            e comunque non vorrei innescare una flame nella flame...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            contenuto non disponibile
          • Barbapuzzol o Stallman scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            A-ha! Avete rilasciato questo thread nel pubblico dominio, ma ora arrivo io, ci pongo sopra la viralissima e cancerosa GPL3 e diventa mio! Mio!!! MIIIIOOOOOOOOO!!!!!!!! :p
          • zomas scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Scusa eh, ma se tu non capisci che l'interfaccia
            di un software, il modo di interagire con esso e
            mille altre caratteristiche possano essere belle
            o brutte, credimi, non c'è dizionario che possa
            spiegartelo.Perdonami, ma quando ho studiato ingegneria del software, non ho trovati concetti quali "bello" o "brutto"...mi hanno inseganto che un software deve essere funzionale, usabile e rispettare le specifiche del cliente... ma forse ero distratto... :D
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            contenuto non disponibile
          • zomas scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            - Scritto da: unaDuraLezione
            se vuoi fare il software solo per te sì.
            Se vuoi che lo usi l gente, no.Ma non mi hai ancora detto che vuol dire software brutto... ;)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            contenuto non disponibile
          • zomas scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Il DOS per esempio.
            continua pure a far finta di non capire...Mi stai elencando applicativi ( OO.org) e sistemi operativi (DOS), ma non mi hai ancora detto cosa intendi per "brutto"...Io ti ho dato i parametri che mi spingono a preferire un software ad un altro (usabilita', robustezza, aderenza alle specifiche del cliente); tu non mi hai ancora detto in base a cosa giudichi un programma brutto.Accetto anche un "offende il mio senso estetico"...e' solo per capire, non per far finta di non capire quello che scrivi o per voler montare polemiche.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 settembre 2007 16.20-----------------------------------------------------------
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            contenuto non disponibile
          • zomas scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: zomas


            Accetto anche un "offende il mio senso

            estetico"

            vedi che lo sai?A questo punto la chiudo qui: non posso criticare o commentare i gusti personali. :)
          • Gavetta scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            - Scritto da: zomas
            - Scritto da: Gavetta

            Vero. C'è poi chi prova OO e lo trova così
            brutto

            da preferirgli

            Office.

            Scusa la domanda secca: in informatica cosa vuol
            dire
            "brutto"?!?!?

            Non ti piace la GUI? non e' "user-friendly"? e'
            progettato male?Tutti questi insieme.La nuova Gui di Office è molto migliore rispetto quella passata.Non è rivoluzionaria, ma le novità sono forti.E' tutto sottomano, ci sono meno schede di opzioni fra cui navigare e il risultato che si ottiene col pulsante è visibile in anteprima prima ancora di aver cliccato sul pulsante stesso. E' un nuovo concetto che all'inizio infastidisce, soprattutto se si usa il pacchetto Office da anni. Tuttavia con l'uso ci si accorge che la nuova impostazione è decisamente migliore.OO copia l'Office vecchio e prima che arrivi a qualcosa di simile a quel che ha tirato fuori MS passerà parecchia acqua sotto i ponti.
            Oppure non ha "grafica" all'ultima moda?Di questo mi preoccupo meno, ma conta anche lui.Ps: io non uso Office (almeno non a casa) e mi tocca usare OO, Neooffice, Latex e altro.Quindi non mi prendere per un fanboy di qualcosa.
          • zomas scrive:
            Re: Poi dicono a Microsoft
            - Scritto da: Gavetta
            Tutti questi insieme.
            La nuova Gui di Office è molto migliore rispetto
            quella
            passata.[...cut...]Ok! Non condivido, ma almeno e' una analisi e non un proclama da fanboy... :)
    • cazzo spari scrive:
      Re: Poi dicono a Microsoft
      se io mi collego col cesso di casa mia e ho problemiè l'ISP che deve risolvere?ma sparisci
  • ... scrive:
    Linari... che delusione siete...
    Non passa giorno che Vista non si limita a dimostrarsi solo una Svista ma un'autentica merda (per la cronaca, questo post non viene scritto da una postazione linux ma da una xp pro non virtualizzata), questo coso, non os, è il più grande regalo che microsoft poteva fare al pinguino: qualche gap tecnologico non basta per continuare a preferire windows (soprattutto se si decide di mollare xp).Ma purtroppo i limiti del pinguino non sono "qualche gap".Oggi o 15 anni fa il supporto driver e software commerciale (videogiochi compresi) è sempre troppo debole e lo è perchè in questi anni non avete mai voluto organizzarvi seriamente nelle cose che contavano.Avete dato la precedenza ad un movimento para-politico che rispondeva al fud di microsoft con altrettanto fud invece di mettere sul tavolo fatti e organizzazione.Tutto questo vostro teorizzare su cattedrali e bazar vi ha portati alla situazione dove paradossalmente neppure un cesso col binocolo riesce a dare la spinta necessaria a linux ed il mercato informatico, prima volta nella sua storia, si troverà a preferire un blocco alla propria corsa (xp) piuttosto che continuare sotto un'altra ala che non è mai cresciuta abbastanza.Se mai Vista recupererà terreno (non si sottovaluti il prossimo service pack) quando ci sarà mai un'altra occasione così ghiotta ?Microsoft a differenza di altri, ottusi, è sempre stata brava ad imparare dai propri errori, magari ne farà altri, ma quelli per i quali è stata criticata, nel breve periodo, no.
    • mr_setter scrive:
      Re: Linari... che delusione siete...
      - Scritto da: ...
      Non passa giorno che Vista non si limita a
      dimostrarsi solo una Svista ma un'autentica merda
      (per la cronaca, questo post non viene scritto da
      una postazione linux ma da una xp pro non
      virtualizzata), questo coso, non os, è il più
      grande regalo che microsoft poteva fare al
      pinguino: qualche gap tecnologico non basta per
      continuare a preferire windows (soprattutto se si
      decide di mollare
      xp).
      Ma purtroppo i limiti del pinguino non sono
      "qualche
      gap".
      Oggi o 15 anni fa il supporto driver e software
      commerciale (videogiochi compresi) è sempre
      troppo debole e lo è perchè in questi anni non
      avete mai voluto organizzarvi seriamente nelle
      cose che
      contavano.
      Avete dato la precedenza ad un movimento
      para-politico che rispondeva al fud di microsoft
      con altrettanto fud invece di mettere sul tavolo
      fatti e
      organizzazione.
      Tutto questo vostro teorizzare su cattedrali e
      bazar vi ha portati alla situazione dove
      paradossalmente neppure un cesso col binocolo
      riesce a dare la spinta necessaria a linux ed il
      mercato informatico, prima volta nella sua
      storia, si troverà a preferire un blocco alla
      propria corsa (xp) piuttosto che continuare sotto
      un'altra ala che non è mai cresciuta
      abbastanza.
      Se mai Vista recupererà terreno (non si
      sottovaluti il prossimo service pack) quando ci
      sarà mai un'altra occasione così ghiotta
      ?
      Microsoft a differenza di altri, ottusi, è sempre
      stata brava ad imparare dai propri errori, magari
      ne farà altri, ma quelli per i quali è stata
      criticata, nel breve periodo,
      no.Ti si potrebbe rispondere citando un milione di casi in cui il "closed source" di Microsoft ha tentato di affossare o perlomeno frenare lo sviluppo dell'open source ma non te ne cito uno perche' mi voglio limitare ad indicarti una semplice questione cronologica.L'implementazione da parte del provider svedese dei web server apache by linux e' avvenuta temporalmente PRIMA dell'introduzione del recente so di Redmond; spetterebbe quindi, solo per una mera questione di compatibilita', a Microsoft e NON a Lundis Energi la verifica ed eventuale risoluzione della "rogna" riscontrata, non dimenticando comunque - anche questo e' importante sottolinearlo - che il "gentleman's agreement" di una societa' SERIA dovrebbe prevedere tra i suoi principali doveri un rapporto trasparente di correttezza ed onesta' con i propri clienti che, in questo caso, stanno pagando per un servizio di cui non stanno usufruendo. E questo e' eticamente oltre che contrattualmente scorretto. Punto!LV&P O)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 settembre 2007 01.57-----------------------------------------------------------
      • ... scrive:
        Re: Linari... che delusione siete...
        Infatti nessuno sta lodando microsoft. Hai letto delle lodi ? di sicuro non ce ne sono per vista, su microsoft ci sono un paio di constatazioni (delle quali una negativa quando ricorda -forse non troppo chiaramente- l'epoca in cui voleva monopolizzare le reti creando suoi protocolli specifici) e di xp si rende solo noto che vive di rendita "già che c'è...".
      • Zoolander scrive:
        Re: Linari... che delusione siete...
        - Scritto da: mr_setter
        mi voglio limitare ad indicarti una
        semplice questione cronologica.
        L'implementazione da parte del provider svedese
        dei web server apache by linux e' avvenuta
        temporalmente PRIMA dell'introduzione del recente
        so di Redmond; spetterebbe quindi, solo per una
        mera questione di compatibilita', a Microsoft e
        NON a Lundis Energi la verifica ed eventuale
        risoluzione della "rogna" riscontrata, Il fatto che Lundis Energi avesse già i server con la configurazione attuale prima dell'introduzione di Vista, non conta assolutamente niente.Se ci sono degli standard e uno dei due (i server di Lundis Energi, o Vista) non li segue al 100% allora è colpa sua, anche se c'era già prima dell'altro.Entrambi devono verificare qual è la causa e non rimbalzare la patata bollente all'altro (cosa che effettivamente ha fatto solo Lundis Energi), e una volta trovata risolverla.Che sia sui server di Lundis Energi o in Vista, nessuno può saperlo.
      • Setta scrive:
        Re: Linari... che delusione siete...

        L'implementazione da parte del provider svedese
        dei web server apache by linux e' avvenuta
        temporalmente PRIMA dell'introduzione del recente
        so di Redmond; spetterebbe quindi, solo per una
        mera questione di compatibilita', a Microsoft e
        NON a Lundis Energi la verifica ed eventuale
        risoluzione della "rogna" riscontrataGli svedesi si sono rifiutati di collaborare alla soluzione del problema.Secondo, Microsoft non è tenuta a controllare che il suo sistema operativo sia compatibile con tutto quello che esiste al mondo. Ti pare possibile?Oppure pensi che debbano fare prove di compatibilità con tutto il sw preesistente?E se domani se ne uscissero con un nuovo Windows Kimera che non è compatibile con nulla? Potrebbe accadere, se il mercato lo vorrà, ben venga.La Apple diverse volte ha lanciato OS non compatibili o ben poco compatibili coi sistemi precedenti che lei stessa vendeva. La retrocompatibilità non è un obbligo, ma una scelta.Anzi, talvolta la retrocompatibilità si rende necessaria e frena l'innovazione, come nel caso di Linux. Ma qui è tutto un altro discorso.
        • anonimo scrive:
          Re: Linari... che delusione siete...

          Gli svedesi si sono rifiutati di collaborare alla
          soluzione del
          problema.anch'io quando avevo le gomme dell'auto lisce ho chiesto all' anas di fare l'asfalto più ruvido e quei disgraziati si sono rifiutati
          Secondo, Microsoft non è tenuta a controllare che
          il suo sistema operativo sia compatibile con
          tutto quello che esiste al mondo. Ti pare
          possibile?
          Oppure pensi che debbano fare prove di
          compatibilità con tutto il sw
          preesistente?alla MS pare possibile e lo pensano, dato che per convincere la gente con un pc aggiornato a upgradare il SO rilasciano un application compatibility test
          E se domani se ne uscissero con un nuovo Windows
          Kimera che non è compatibile con nulla? Potrebbe
          accadere, se il mercato lo vorrà, ben
          venga.ma che poi qualcuno si lamenti se altre fasce del mercato rifiutano di andargli dietro non lo trovo coerente, il mercato dovrebbe consigliare "se tutti i clienti abbandoneranno l'ISP per sceglierne uno vista-compatibile sarà l'ISP che si troverà costretto a cambiare, se viceversa tutti i clienti dell'ISP sceglieranno un altro OS sarà MS che si troverà costretta a cambiare"
          La Apple diverse volte ha lanciato OS non
          compatibili o ben poco compatibili coi sistemi
          precedenti che lei stessa vendeva. La
          retrocompatibilità non è un obbligo, ma una
          scelta.mi sembra che il MACOS (di cui peraltro non sono un sostenitore) abbia sempre brillalto per una certa retrocompatibilità benchè non certo perfetta e assoluta, forse mi è sfuggito qualcosa, mi fai qualche esempio ?
          Anzi, talvolta la retrocompatibilità si rende
          necessaria e frena l'innovazione, come nel caso
          di Linux. Ma qui è tutto un altro
          discorso.infatti vedo come il mercato punisce linux per la sua arretratezza... mah sarà che gli utenti preferiscono il vintage ;-)
          • Albino Gento scrive:
            Re: Linari... che delusione siete...
            - Scritto da: anonimo[...]
            mi sembra che il MACOS (di cui peraltro non sono
            un sostenitore) abbia sempre brillalto per una
            certa retrocompatibilità benchè non certo
            perfetta e assoluta, forse mi è sfuggito
            qualcosa, mi fai qualche esempio
            ?Forse si riferisce a quando ad esempio sono passati ad equipaggiare le loro macchine con i processori powerpc al posto di quelli della serie motorola 68mila...
    • efdsyhhgxja z scrive:
      Re: Linari... che delusione siete...
      - Scritto da: ...
      Non passa giorno che Vista non si limita a
      dimostrarsi solo una Svista ma un'autentica merda
      (per la cronaca, questo post non viene scritto da
      una postazione linux ma da una xp pro non
      virtualizzata), questo coso, non os, è il più
      grande regalo che microsoft poteva fare al
      pinguino: qualche gap tecnologico non basta per
      continuare a preferire windows (soprattutto se si
      decide di mollare
      xp).
      Ma purtroppo i limiti del pinguino non sono
      "qualche
      gap".
      Oggi o 15 anni fa il supporto driver e software
      commerciale (videogiochi compresi) è sempre
      troppo debole e lo è perchè in questi anni non
      avete mai voluto organizzarvi seriamente nelle
      cose che
      contavano.
      Avete dato la precedenza ad un movimento
      para-politico che rispondeva al fud di microsoft
      con altrettanto fud invece di mettere sul tavolo
      fatti e
      organizzazione.
      Tutto questo vostro teorizzare su cattedrali e
      bazar vi ha portati alla situazione dove
      paradossalmente neppure un cesso col binocolo
      riesce a dare la spinta necessaria a linux ed il
      mercato informatico, prima volta nella sua
      storia, si troverà a preferire un blocco alla
      propria corsa (xp) piuttosto che continuare sotto
      un'altra ala che non è mai cresciuta
      abbastanza.
      Se mai Vista recupererà terreno (non si
      sottovaluti il prossimo service pack) quando ci
      sarà mai un'altra occasione così ghiotta
      ?
      Microsoft a differenza di altri, ottusi, è sempre
      stata brava ad imparare dai propri errori, magari
      ne farà altri, ma quelli per i quali è stata
      criticata, nel breve periodo,
      no.Bravo hai centrato il bersaglio!I sistemi unix sono dotati di maggiore compatibilità rispetto a quelli ms, ma devono anche far i conti col fatto che nessuno paga i driver o le patch... Quindi l'utente medio di linux o aspetta che dopo 2 anni il suo software/periferica sia tanto comune da crearne un adattamento software o spera che qualche geniaccio di buon cuore abbia l'esigenza di fare gli adattamenti del caso.C'è cmq da dire che adesso molti costruttori di periferiche rilasciano i driver anche x unix... Ma le case produttrici di giochini(x lo + sviluppati su unix) non puntano ad un utenza "d'elite" e quindi non si pongono neanche il problema.Tornando alla notizia il provider non è tenuto a modificare le sue impostazioni inquanto il problema è da considerarsi causato dall'utente e non da un loro disservizio.Aggiungo anche che per un provider riaggiornare tutta una rete funzionante porterebbe spese di granlunga meno sostenibili di quelle che affronterebbe ms a rilasciare una patch (anche specifica x gli utenti di quel provider).
      • ... scrive:
        Re: Linari... che delusione siete...
        A dire il vero il mondo unix centra poco con quello linux soprattutto quando si parla di sistemoni costruiti ed ottimizzati intorno a quattro modelli in croce di workstation.Il problema dei produttori di driver come di coloro che scrivono software è che non gli conviene supportare un sistema scisso in centinaia di distribuzioni differenti dove ognuna ha una sua particolare idea e non garantisce nulla sulla compatibilità con le altre "sorelle".Non sai cosa darei per aprire un giorno una scatola di un qualunque hardware e di trovare oltre alla collezione di cd per win ed a volte mac (questi in genere mancano per una questione di elite: la scheda "plebea"
        • stragatto scrive:
          Re: Linari... che delusione siete...
          I drivers delle periferiche non sono specifici delle "200 e passa" distribuzioni (cioe' non e'che ogni distribuzione necessiti di driver specifici), ma del kernel. Il problema comunque sussiste, perche' a seconda delle varie versioni piu'o meno aggiornate del kernel possono essere necessarie diverse versioni di driver. Per esempio, attualmente i kernel piu' in uso sono ben 8 (dal 2.6.14 al 2.6.22). Sarebbe facilmente risolvibile se i drivers venissero forniti in versione sorgente con i Makefile opportuni. Ma i fornitori di hardware sono spesso restii a fornire sorgenti e specifiche, che considerano "segreto industriale". Di fatto accade che l'utente linux non puo'acquistare hardware a occhi chiusi, ma prima di acquistare hardware deve accertarsi dell'esistenza dei corrispondenti driver; ma in fondo non e'un grosso problema, una scheda wifi o una cam supportate si trovano sempre.
          • ... scrive:
            Re: Linari... che delusione siete...
            A parte il fatto che non è solo una questione di kernel perchè insieme ai driver vengono inclusi dei programmi per configurarli (e li hai voglia, altro che 8 versioni diverse di una stessa libreria) dopo 15 anni tutto questo ti sembra logico ?Posso capire di dovermi cercare l'hardware se voglio utilizzare qualcosa di altamente esotico come aros o haiku che sono progetti giovani e sconosciuti ai più ma non lo accetto per linux.Non per dire ma nell'articolo è riportata una statistica di w3counter dove vediamo il risultato di 15 anni di parole, quasi mai seguiti da fatti: 1.34% di diffusione mondiale, pari a quella di windows 98 che è attualmente un os morto, non più supportato (senza contare quelli che stanno sotto, tra i quali spicca solo win 2003 per quei 4 gatti che lo usano per navigare invece che da server).Questi numeri devono far riflettere seriamente, qualcosa nel mondo linux non funziona o non viene visto come tale da parte del mercato.Vista con tutti i suoi bug (e la gente che lo spazza per tornare a xp) in poco più di 6 mesi ha cifre che sono già il triplo del pinguino.
        • finarfin scrive:
          Re: Linari... che delusione siete...
          ma quanto sei pessimista, allora spiegami come fa nvidia a rilasciare un driver unico per i suoi chip grafici, non dipendendente dalla distro, oppure i driver delle stampanti non variano mica da distro a distro, per l'audio non mi sembra che ci siano mai problemi, le periferiche principali1. Sono ampiamente supportate2. Non è necessario localizzarle per ogni singola distro, si puo preparare un pacchetto che vada bene su tutte (vedi nvidia)3. Spesso per alcune periferiche tipo scanner e stampanti ci stanno altri software (demoni o altro) fra il driver e l'os quindi il driver userà quel software e quindi non servirà farne 200 versioni.Il problema dei giochi, si non è da poco, pero' intanto è da considerare il fatto che alcune società rilasciano una versione del gioco per linux (vedi la ID Software, o mi sa pure HalfLife 2) se non si tratta del gioco intero, si scarica un eseguibile che carica il gioco dal cd per windows. Qualche volta per titoli minori ho trovato la scatolina col pinguino al posto del logo di windows per indicare che era un gioco per linux, si tratta di pochissimi titoli pero'.Per fortuna pero' esiste wine o cedega, certo occorre perderci un po' di tempo nella configurazione ma almeno possiamo giocare a molti giochi nativi per windows, certo sarebbe meglio che esistessero nativi per linux.Comunque si dice che roma non fu fatta tutta insieme, ma un mattone alla volta.Ricordiamoci che linux è nato da un progetto amatoriale, e oggi è un sistema operativo che compete egregiamente (e lo supera) con windows. Il problema per il supporto hardware, i driver non dipende solo dalla comunita, ma anche dai produttori di giochi di hardware, che dovrebbero rilasciare i loro prodotti nativi per il SO del pinguino.Sulla faccenda dei drivers ci sta anche da dire che la comunita ha anche fatto una lettera aperta ai produttori di hw, chiedendo che rendano pubbliche le loro specifiche per i loro prodotti e poi la comunita' pensera' a sviluppare i drivers? Quanti hanno risposto a queste richieste? ? ? ^_^
          • ... scrive:
            Re: Linari... che delusione siete...

            ma quanto sei pessimista, allora spiegami come fa
            nvidia a rilasciare un driver unico per i suoi
            chip grafici, non dipendendente dalla distro,
            oppure i driver delle stampanti non variano mica
            da distro a distro, per l'audio non mi sembra che
            ci siano mai problemi, le periferiche
            principali
            1. Sono ampiamente supportate
            2. Non è necessario localizzarle per ogni singola
            distro, si puo preparare un pacchetto che vada
            bene su tutte (vedi
            nvidia)
            3. Spesso per alcune periferiche tipo scanner e
            stampanti ci stanno altri software (demoni o
            altro) fra il driver e l'os quindi il driver
            userà quel software e quindi non servirà farne
            200
            versioni.Puoi dire quello che vuoi, io VOGLIO ANDARE A MEDIAWORLD, VOGLIO PRENDERE IN MANO IL PRIMO HARDWARE CHE MI GIRA PERCHE' MI PIACE LA SCATOLA, LA GIRO E VOGLIO TROVARE SCRITTO CHE CI SONO I DRIVER PER LINUX.Questa condizione non l'ho vista 10 anni fa quando ho cominciato ad interessarmi al pinguino e continuo a non vederla ora, per i driver come per i software.NON E' LIBERTA' COSTRINGERE UNA PERSONA A VIVERE DIETRO I CAPRICCI DI UN KERNEL O DI UN BEN DELIMITATO REPOSITORY per vedere supportato il proprio sistema o il proprio lavoro attraverso la presenza di programmi giusti e non di surrogati.
            Il problema dei giochi, si non è da poco, pero'
            intanto è da considerare il fatto che alcune
            società rilasciano una versione del gioco per
            linux (vedi la ID Software, o mi sa pure HalfLife
            2) se non si tratta del gioco intero, si scarica
            un eseguibile che carica il gioco dal cd per
            windows. Qualche volta per titoli minori ho
            trovato la scatolina col pinguino al posto del
            logo di windows per indicare che era un gioco per
            linux, si tratta di pochissimi titoli
            pero'.Ecco togli gli FPS e dimmi cosa resta degno di questo millennio. Half Life e Quake saranno anche belli ma è sempre un fucile messo di traverso, se volessi a giocare ad un gestionale o ad uno strategico un po' carino c'è la miseria (e wesnoth ne deve ancora mangiare di michette per poter pensare di sostituire mostri sacri come rise of nation o age of empires)
            Per fortuna pero' esiste wine o cedega, certo
            occorre perderci un po' di tempo nella
            configurazione ma almeno possiamo giocare a molti
            giochi nativi per windows, wine e cedega NON SONO LA SOLUZIONE. Ha senso parlare di un emulare un hardware che non si possiede, ma non di mollare windows per poi continuare ad usare i suoi stessi programmi attraverso dei layer di compatibilità che ridisegnano perfino l'interfaccia appena mollatacerto sarebbe meglio
            che esistessero nativi per
            linux.Ecco, questo voglio sentire, ma voglio anche vedere gente che cerca di capire veramente quali sono i motivi per i quali questo processo non avviene.Qui il monopolio non centra niente, solo il fatto che non si determinano seriamente dei riferimenti stabili nel tempo, tali che se adottati da tutte le distribuzioni (o almeno la maggior parte con interessi nel mercato) gli sviluppatori si sentirebbero maggiormente incoraggiati.
            Comunque si dice che roma non fu fatta tutta
            insieme, ma un mattone alla
            volta.Ma non ha neanche avuto un piano regolatore degno di un quadro di Picasso
            Ricordiamoci che linux è nato da un progetto
            amatoriale, e oggi è un sistema operativo che
            compete egregiamente (e lo supera) con windows.Supera windows in alcuni settori ma in media rimane indietro.
            Il problema per il supporto hardware, i driver
            non dipende solo dalla comunita, ma anche dai
            produttori di giochi di hardware, che dovrebbero
            rilasciare i loro prodotti nativi per il SO del
            pinguino.I produttori non hanno problema in tal senso ma vogliono avere la certezza che se supportano una certa distribuzione quella deve essere in un certo senso la dominante, la preferita.Dal momento che questa condizione di similmonopolio non esiste si devono creare dei riferimenti che stanno sopra le distribuzioni, le quali devono adottare in blocco per garantirsi la compatibilità nei due sensi.
            Sulla faccenda dei drivers ci sta anche da dire
            che la comunita ha anche fatto una lettera aperta
            ai produttori di hw, chiedendo che rendano
            pubbliche le loro specifiche per i loro prodotti
            e poi la comunita' pensera' a sviluppare i
            drivers? Quanti hanno risposto a queste
            richieste? ? ?Se le società oltre ai sorgenti dei driver non rilasciano neanche le specifiche è perchè temono che attraverso quelle si possa risalire a cose che vogliono tenere nascoste (forse non nei confronti della gente quanto dell'eolas di turno pronta a denunciare il mondo in virtù di un brevetto sull'acqua calda) ma d'altro canto rilasciare pacchetti per ogni distro, allo stato attuale, costa troppo quindi si evita.
      • Zoolander scrive:
        Re: Linari... che delusione siete...
        - Scritto da: efdsyhhgxja z
        Tornando alla notizia il provider non è tenuto a
        modificare le sue impostazioni inquanto il
        problema è da considerarsi causato dall'utente e
        non da un loro disservizio.E tu come fai a saperlo?Non puoi sapere se i server di Lundis Energi seguono al 100% gli standard.Nessuno può sapere se la causa del problema sia sui server di Lundis Energi o in Vista.Sia Lundis Energi che Microsoft devono verificare qual è la causa e non rimbalzare la patata bollente all'altro (cosa che effettivamente ha fatto solo Lundis Energi), e una volta trovata risolverla.
      • Lak scrive:
        Re: Linari... che delusione siete...
        Se vuoi giocare, comprati il Wii. Il pc serve ad altro. Al porno, ad esempio: 100% compatibile con qualunque sistema operativo!
      • AlbyX scrive:
        Re: Linari... che delusione siete...
        Imparare dal passato... anche remoto.DIVIDE ET IMPERADicevano i romani...In questo caso non c'è bisogno nemmeno di dividere.Il mondo linux, che, ironia del caso vanta di avere un kernel MONOLITICO (quindi "tutto d'unpezzo") (ok scusate la battuta sarcastica)è in realtà diviso in tanto piccole frazioncine, tante mini micro, pico distribuzioni tanti micromondi parenti, simili, che seguono un unica religione, ma pursempre isolati
        • Zombino tanto bonino scrive:
          Re: Linari... che delusione siete...
          - Scritto da: AlbyX
          Imparare dal passato... anche remoto.

          DIVIDE ET IMPERA

          Dicevano i romani...

          In questo caso non c'è bisogno nemmeno di
          dividere.
          Il mondo linux, che, ironia del caso vanta di
          avere un kernel MONOLITICO (quindi "tutto
          d'unpezzo") (ok scusate la battuta
          sarcastica)
          è in realtà diviso in tanto piccole frazioncine,
          tante mini micro, pico distribuzioni tanti
          micromondi parenti, simili, che seguono un unica
          religione, ma pursempre
          isolatiLa frammentazion delle distro non c'entra una mazza, per farti un esempio, tutte quelle Debian based attingono alla loro distro madre, il cui rigore nell'organizzazione facilita loro enormemente il lavoro. Per farti un altro esempio, il numero delle distro principali, che raccolgono la stragrande maggioranza degli utenti, è nello stesso ordine di grandezza del numero di versioni di Vista, non è proprio questo il problema.Il problema è altrove, come hanno fatto notare sia sul forum di questa notizia che sui newsgroup , forum e blog di tutto il mondo, uno dei problemi principali è la situazione driver, solo da pochissimo, per esempio, nonostante fosse richiesta a gran voce da anni, si sono decisi a fare un API stabile per i driver.
      • bestiaplaye r scrive:
        Re: Linari... che delusione siete...
        Io non so se tu usi linux oppure no, ma ti assicuro che negli ultimi 6 o 7 anni di passi avanti ne sono stati fatti, io uso una distribuzione linux che non ha avuto nessun problema a riconoscere tutto il mio hardware, a far funzionare il 3d gioco ai principali giochi 3d con wine con prestazioni superiori a quelle di windows, solo 2 anni fa sarebbe stata fantascienza, io dico che linux ha uno sviluppo che lo migliora in modo esponenziale mentre windows con Vista a mio parere (e di Dell, Acer ecc. ecc.) ha fatto un passo indietro rispetto a xp sp2 vedi tu...
        • Aleks scrive:
          Re: Linari... che delusione siete...

          Oggi o 15 anni fa il supporto driver e software
          commerciale (videogiochi compresi) è sempre
          troppo debole E' una leggenda. Il supporto per il software commerciale NON SERVE a Linux, dal momento che ci sono software liberi di ogni tipo. Detto questo, i software commerciali ci sono anche per Linux, anche se in genere costano molto meno...I driver a volte mancano, ma si tratta in genere di eccezioni o di hardware di tipo particolare: le schede video ATI, i winmodem (ormai pochi). La causa è spesso il produttore delle schede 'incriminate', legato a MS, che si rifiuta di preparare il driver o di concedere le informazioni necessarie perché altri lo facciano.
          e lo è perchè in questi anni non
          avete mai voluto organizzarvi seriamente nelle
          cose che
          contavano.Cioè? Conquistare il mondo? Fare soldi? Il mondo Open Source non è un'azienda, non ha interesse a fare soldi, non deve compilare bilanci. L'unico interesse è diffondere una idea di software (e non solo) differente da quella commerciale. E pare che in questo abbia ottenuto grandi risultati. Nessuno ha interesse a fare installare una copia in più di Linux, perché nessuno guadagna dalla vendita della licenza. Se Linux si diffonde è perché chi lo sceglie è convinto che sia nel proprio interesse usarlo, non perché costretto da posizioni dominanti sul mercato.
          Avete dato la precedenza ad un movimento
          para-politico che rispondeva al fud di microsoft
          con altrettanto fud invece di mettere sul tavolo
          fatti e
          organizzazione.Per esempio? Quali fatti e quale organizzazione? Un sistema operativo da 500 che non funziona? Una organizzazione che impiega 6 anni di sviluppo per partorirlo, per poi correggerlo dopo soltanto quattro mesi dal rilascio?Oppure l'organizzazione di Canonical, una società che sforna un S.O. nuovo ogni sei mesi, sempre migliore, più semplice e completo, oltre che libero? Questo lo chiami FUD? Questa è teoria o sono fatti?La leggenda di Linux difficile ed antiquato non ha alcun legame con la realtà. Ormai le novità tecnologiche sono spesso realizzate da MS dopo essere apparse su Linux da molto tempo; ormai i maggiori costruttori di PC al mondo stanno inserendo Linux sui propri PC desktop, mentre sui server la superiorità di Linux è un dato acquisito da anni. Tutto questo è un fatto, come è un fatto la lista di imbarazzanti e sostanziali difetti di Vista.Per concludere: su Linux lo stesso codice sorgente può essere compilato su tutte le distribuzioni. Per quanto riguarda i pacchetti precompilati, esistono soltanto quattro principali tipologie, e non centinaia. Inoltre esistono applicazioni che possono convertire da un formato all'altro e rimane la possibilità di fare come per Windows: un eseguibile che installi il programma (come per i driver nVidia). Ma per un utente 'normale', tutto questo non è necessario: gli basta aprire il gestore di pacchetti, scegliere con un click il/i programma/i e premere 'OK'. Tutto il resto lo fa il sistema. Molto più semplice che Windows.Ecco, questa è una teoria? Scaricate Ubuntu, provatelo, ed potreste decidere che funziona meglio, più rapidamente ed in modo più semplice e sicuro. Solo a quel punto potreste decidere di installarlo, liberamente.
          • ... scrive:
            Re: Linari... che delusione siete...

            E' una leggenda.
            E' una leggenda ? Allora domani vai a mediaworld con una digitale, fotografi tutte le scatole di hardware esistenti e posti i raw su flickr. Poi contiamo quante riportano la loro compatibilità ufficiale con linux e come la riportano se indicano il kernel o una distribuzione in particolare.
            Il supporto per il software
            commerciale NON SERVE a Linux, dal momento che ci
            sono software liberi di ogni tipo.Il mondo del lavoro vuole determinati software che sono commerciali e rifiuta i surrogati, che siano pure loro commerciali o free.
            Detto questo, i software commerciali ci sono
            anche per Linux, anche se in genere costano molto
            meno...Di nuovo, ne servono di determinati, il fatto di essere commerciali non basta.

            I driver a volte mancano, ma si tratta in genere
            di eccezioni o di hardware di tipo particolare:
            le schede video ATI, i winmodem (ormai pochi). La
            causa è spesso il produttore delle schede
            'incriminate', legato a MS, che si rifiuta di
            preparare il driver o di concedere le
            informazioni necessarie perché altri lo
            facciano.A parte il fatto che una scheda video ATI non si può definire "hardware particolare" o esotico è ora di finirla con sta immensa cazzata del complotto a tre (microsoft-cia-imperialisti). Solo gli immaturi e gli stupidi possono ancora credere a questa cosa quando ci sono prove inequivocabili che un minimo di ordine può portare a risultati eccezionali (Firefox 17.51% + 6.84% + 1.08% dove solo 1.34% viene da Linux).
            Cioè? Conquistare il mondo? Fare soldi? Il mondo
            Open Source non è un'azienda, non ha interesse a
            fare soldi, non deve compilare bilanci. L'unico
            interesse è
            diffondere una
            idea di software (e non solo) differente da
            quella commerciale. E pare che in questo abbia
            ottenuto grandi risultati. Nessuno ha interesse a
            fare installare una copia in più di Linux, perché
            nessuno guadagna dalla vendita della licenza.

            Se Linux si diffonde è perché chi lo sceglie è
            convinto che sia nel proprio interesse usarlo,
            non perché costretto da posizioni dominanti sul
            mercato.Se volete fare tanto i filosofi uscite da PI e dall'informatica comune, chiudetevi in un monastero e restateci. Invece a quanto pare, siete voi quelli che cercate il confronto/scontro con il mondo windows quindi o lo fate seriamente o sparite nelle nebbie.Ci sono fior di os più avanzati che meritano lo spazio che voi occupate senza effettivamente fare qualcosa per meritarvelo.

            Per esempio? Quali fatti e quale organizzazione?
            Un sistema operativo da 500 che non funziona?
            Una organizzazione che impiega 6 anni di sviluppo
            per partorirlo, per poi correggerlo dopo soltanto
            quattro mesi dal
            rilascio?Per esempio ? La marea di stronzate che volano su microsoft che, secondo la vostra visione cyberpunk della vita, a quest'ora dovrebbe essere una religione e non solo un'azienda.

            Oppure l'organizzazione di Canonical, una società
            che sforna un S.O. nuovo ogni sei mesi, sempre
            migliore, più semplice e completo, oltre che
            libero? Questo lo chiami FUD? Questa è teoria o
            sono
            fatti?E cosa mi dici di tutti gli altri linux usciti finora ? Ma a chi credete di poter insegnare qualcosa voi ?

            La leggenda di Linux difficile ed antiquato non
            ha alcun legame con la realtà. Ormai le novità
            tecnologiche sono spesso realizzate da MS dopo
            essere apparse su Linux da molto tempo; Nooo... gli howto per linux ed il mitico rtfm sono leggende popolari, chi s'è sentito rispondere così era solo drogato...ormai i
            maggiori costruttori di PC al mondo stanno
            inserendo Linux sui propri PC desktop, mentre sui
            server la superiorità di Linux è un dato
            acquisito da anni. Tutto questo è un fatto, come
            è un fatto la lista di imbarazzanti e sostanziali
            difetti di
            Vista.L'hai detto: i produttori finalmente si stanno accorgendo di linux perchè vista fa veramente schifo. Mi domando però quanto ci avrebbero messo a riesumarvi se non fosse stato così...

            Per concludere: su Linux lo stesso codice
            sorgente può essere compilato su tutte le
            distribuzioni. Per quanto riguarda i pacchetti
            precompilati, esistono soltanto quattro
            principali tipologie, e non centinaia. Inoltre
            esistono applicazioni che possono convertire da
            un formato all'altro e rimane la possibilità di
            fare come per Windows: un eseguibile che installi
            il programma (come per i driver nVidia).Vai e convinci le software house, se è tanto semplice trova una spiegazione, più intelligente del mega complotto, per la quale linux non gode del supporto che su win e mac è di base e completamente naturale.

            Ma per un utente 'normale', tutto questo non è
            necessario: gli basta aprire il gestore di
            pacchetti, scegliere con un click il/i
            programma/i e premere 'OK'. Tutto il resto lo fa
            il sistema. Molto più semplice che
            Windows.Tutto bello, tutto semplice finchè non si trova un hardware non supportato, finchè non si è nella necessità di utilizzare un ben specifico programma che avrebbe potuto esserci, perchè è tutto facile ed immediato (a parole), ma che guarda caso non c'è...

            Ecco, questa è una teoria? Scaricate Ubuntu,
            provatelo, ed potreste decidere che funziona
            meglio, più rapidamente ed in modo più semplice e
            sicuro. Solo a quel punto potreste decidere di
            installarlo,
            liberamente.Si avvia, si gioca con il cubo, non si trovano le cose che servono, si spegne, si torna alla realtà.Al limite, massima bontà, si ricicla il vecchio pc messo in garage e si installa lì. Poi, quando e se si ha voglia ed ovviamente la propria esistenza è talmente piatta da non avere niente di meglio da fare si accende, giusto per giocare con il cubo e fare il radical chic...Ah si... certo che per farla così, quest'alternativa a windows è (in)utile...
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Linari... che delusione siete...
          contenuto non disponibile
          • bestiaplaye r scrive:
            Re: Linari... che delusione siete...
            Cioè era una battuta? Che ridere, il concetto è io ho un pc composto da scheda madre, scheda video, hd, lettore dvd, masterizzatore, monitor, stampante, webcam, ram e quando ho installato linux tutto è stato riconosciuto automaticamente e installato correttamente senza interventi da parte mia, su windows per esempio devo usare il cd della stampante e quello della webcam per farglieli vedere ... pensa un pò...
            • unaDuraLezione scrive:
              Re: Linari... che delusione siete...
              contenuto non disponibile
            • bestiaplaye r scrive:
              Re: Linari... che delusione siete...
              forse sei soltanto prevenuto, io dico che linux migliora di versione in versione e i risultati sono evidenti per chi li vuole vedere, per l'acquisto del mio hardware il principio che mi guida è il rapporto qualità/prezzo solo quello.
            • unaDuraLezione scrive:
              Re: Linari... che delusione siete...
              contenuto non disponibile
      • Banana Joe scrive:
        Re: Linari... che delusione siete...
        ricapitolando:BLABLABLA... niente drivers... BLABLABLAAspettare che Linux abbia drivers per tutto l'hardware e' un cane che insegue la sua coda.C'e' poca voglia di supportare linux, a costo 0 (basta aprire le specifiche e al resto ci pensano gli hackers, e le specifiche sono delicate solo per le schede video) perche' si diventa antipatici a mamma M$, e con mamma M$ ci devi fare i conti perche' rimane il grosso del mercato e, come questa e altre decine di storie dimostrano, non si fa remore di giocare sporco.La cosa da fare, se si vuole che linux supporti la maggior parte dell'hardware e' passare a linux, e lasciare che i produttori di roba incompatibile perdano quote di mercato. Vedi dopo come cambia la musica.
        • ... scrive:
          Re: Linari... che delusione siete...
          Linux non deve avere tutti i driver, linux deve dare alle software house gli strumenti stabili necessari per far si che la programmazione dei driver possa avvenire in casa loro senza spese assurde.Da sempre i produttori seri di sistemi operativi seri forniscono ai programmatori una cosa che si chiama SDK, software development kit, ovvero un coso che contiene al suo interno tutto il necessario per produrre software compatibile.Visto che vi riempite tanto la bocca di paroloni quali "libertà" perchè non provate a creare un SDK con un set standarizzato di librerie e non includete quest'ultime in qualche distro così vediamo chi ha ragione.Paura di avere successo ? Qual'è il problema ? Che se va in porto si aprirebbe un nuovo capitolo dove non potete più frignare nella parte delle vittime ?Ma se avete tanta paura del confronto perchè vi siete presentati al mondo ?
      • Pinguino Pessimista e Infastidit o scrive:
        Re: Linari... che delusione siete...
        Purtroppo devo darti ragione su molte cose.Finalmente, dopo aver sbeffeggiato chi prima la chiedeva inascoltato, rimproverandoli di voler imbrigliare il meraviglioso modello anarchico di sviluppo, quest'estate si sono decisi, e faranno l'API stabile per i driver (e hanno la faccia tosta, quasi microsoftiana, di spacciarla per una loro grande idea, in realtà da anni alcuni programmatori del mondo linux che si rompevano la testa sui problemi derivanti dalla sua assenza, la chiedevano a gran voce).Speriamo che non sia arrivata troppo tardi per approfittare delle difficoltà di Vista.
        • Barbapuzzol o Stallman scrive:
          Re: Linari... che delusione siete...
          Come osi dubitare del Verbo?Come hai l'ardire di tentare con le tue risibili e miserrime forze di scrutare le Sue impercrutabili variazioni e mutazioni.La mente umana non può cogliere l'essenza metafisica dello GNU/Linux, quindi scegli, credi perché assurdo o vai via dal Tempio, vile pretoriano del Dragasaccocce di Redmond!
          • Pinguazzo (gi)ppi(el le)duista scrive:
            Re: Linari... che delusione siete...
            - Scritto da: Barbapuzzol o Stallman
            Come osi dubitare del Verbo?
            Come hai l'ardire di tentare con le tue risibili
            e miserrime forze di scrutare le Sue
            impercrutabili variazioni e
            mutazioni.
            La mente umana non può cogliere l'essenza
            metafisica dello GNU/Linux, quindi scegli, credi
            perché assurdo o vai via dal Tempio, vile
            pretoriano del Dragasaccocce di
            Redmond!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Albino Gento scrive:
        Re: Linari... che delusione siete...
        - Scritto da: ...[...]
        Se mai Vista recupererà terreno (non si
        sottovaluti il prossimo service pack) quando ci
        sarà mai un'altra occasione così ghiotta
        ?Quando? Subito dopo il rilascio della prossima versione di windows: Windows Olfatto(tm) che, oltre a funzionare di merda, ci puzzerà pure...
      • James Kirk scrive:
        Arroganza
        Mi spiace ma, se le cose stanno come si legge, questa è arroganza bella e buona.Un ISP deve poter risolvere i problemi dei propri clienti, ovviamente se essi sono risolvibili. RIfuitarsi di farlo quando è possibile farlo e arroganza.Tra l'altro, anche se la M$ rilasciasse un patch, con cosda se la scaricano i poveri utenti?Se il mio provider facesse così disdirei il contratto immediatamente.
        • mr_setter scrive:
          Re: Arroganza
          - Scritto da: James Kirk
          Mi spiace ma, se le cose stanno come si legge,
          questa è arroganza bella e
          buona.

          Un ISP deve poter risolvere i problemi dei propri
          clienti, ovviamente se essi sono risolvibili.
          RIfuitarsi di farlo quando è possibile farlo e
          arroganza.

          Tra l'altro, anche se la M$ rilasciasse un patch,
          con cosda se la scaricano i poveri
          utenti?

          Se il mio provider facesse così disdirei il
          contratto
          immediatamente.Certo che entrambi la loro bella figurina di merda la fanno su questo non c'e' alcun dubbio. Interessante sarebbe comunque capire che tipo di "incompatibilita'" sia improvvisamente sorta tra Apache vs Vista dato che il sistemone di Redmond e' uscito gia' da svariati mesi e segnalazioni del genere non mi sembra di averne lette... (newbie)LV&P O)
          • 123 scrive:
            Re: Arroganza
            probabilmente usano qualche software fatto in casa per la connessione o qualche protocollo che con vista scazza... o è incompatibile...
            • Zu1779 scrive:
              Re: Arroganza
              Ma se io uso un router per la connessione, cosa c'entra vista che non riesce ad entrare in rete? Inoltre non mi sembrava avessero parlato di un problema dei apache.Mod.: Ops, piú sotto hanno citato i dettagli della problematica-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 settembre 2007 08.53-----------------------------------------------------------
              • AndreaZ scrive:
                Re: Arroganza
                - Scritto da: Zu1779
                Ma se io uso un router per la connessione, cosa
                c'entra vista che non riesce ad entrare in rete?
                Inoltre non mi sembrava avessero parlato di un
                problema dei
                apache.

                Mod.: Ops, piú sotto hanno citato i dettagli
                della
                problematicascusate ma il riferimento ad apache continuo a non capirlo dato che non trovo i dettagli del problema
              • mr_setter scrive:
                Re: Arroganza
                - Scritto da: AndreaZ
                scusate ma il riferimento ad apache continuo a
                non capirlo dato che non trovo i dettagli del
                problemai dettagli non ci sono infatti ma l'articolista lo cita - a ragione - nell'ultimo paragrafo dell'articolo ;)LV&P O)
      • ------ scrive:
        cantinari...
        ...ma che provider è???
        • anonimo scrive:
          Re: cantinari...
          ...ma che provider è???cantinari di cui si vuole usare le strutture e decidere le compatibilità di protocollidella serie "l'aperitivo che mi hai offerto fa schifo, portamene un altro e mettici più liquore"perchè la grande azienda non ci mette un punto d'accesso MSN ?
          • Robba scrive:
            Re: cantinari...

            ...ma che provider è???

            cantinari di cui si vuole usare le strutture e
            decidere le compatibilità di
            protocolli

            della serie "l'aperitivo che mi hai offerto fa
            schifo, portamene un altro e mettici più
            liquore"

            perchè la grande azienda non ci mette un punto
            d'accesso MSN
            ?Pero nel tuo di aperitivo forse ne hanno messo troppo liquore...Secondo me se uno standard è tale non richiede ne microsoft ne linux ma solo una decente implementazione a presindere dall'OS...
            • franco scrive:
              Re: cantinari...
              - Scritto da: Robba
              Pero nel tuo di aperitivo forse ne hanno messo
              troppo
              liquore...
              Secondo me se uno standard è tale non richiede ne
              microsoft ne linux ma solo una decente
              implementazione a presindere
              dall'OS...Infatti... se con Xp e tutti gli altri funziona tutto, e solo con Vista non funziona, di chi e' la colpa? fammi indovinare...PS: piu' che aperitivo siete alla frutta
            • anonimo scrive:
              Re: cantinari...


              ...ma che provider è???



              cantinari di cui si vuole usare le strutture e

              decidere le compatibilità di

              protocolli



              della serie "l'aperitivo che mi hai offerto fa

              schifo, portamene un altro e mettici più

              liquore"



              perchè la grande azienda non ci mette un punto

              d'accesso MSN

              ?
              Pero nel tuo di aperitivo forse ne hanno messo
              troppo
              liquore...dato che scendi sul personale, rispondo che forse anche nelle merendine che mangiavi a scuola c'era troppo liquore, se scrivi ne al posto di né ( e tralascio presindere )
              Secondo me se uno standard è tale non richiede ne
              microsoft ne linux ma solo una decente
              implementazione a presindere
              dall'OS...se lavori da un po' nell' it ti sarai accorto che: 1) di standard ce ne sono parecchi3) non tutte le features e i livelli di compatibilità sono obbligatori da implementare2) alcune features sono obsolete e a volte deprecate4) un servizio offerto è legalmente obbligato a conformarsi agli standard imposti dalla legge e dal contrattoper esempio, io non ho mai sentito nessuno incavolarsi con oracle perché non implementa la sintassi SQL standard per l'inner joinquindi condividerei un discorso tipo "beh potrebbero anche mantenere compatibilità di features benché in disuso, nonostante un certo aumento del traffico di rete"ma non "è colpa del provider, brutti cantinari!"tra l'altro chi ha provato a usare vista con alcuni CAD dichiarati vista-compatibili dall'utility MS é prontamente tornato ad XP, e non credo si tratti di linari, non sto poi a sindacare dell'implementazione di kerberos e ldap della ditta di redmond quanto sono compatibili con lo standard, per cui da che pulpito ...
              • Robba scrive:
                Re: cantinari...



                ...ma che provider è???





                cantinari di cui si vuole usare le strutture e


                decidere le compatibilità di


                protocolli





                della serie "l'aperitivo che mi hai offerto fa


                schifo, portamene un altro e mettici più


                liquore"





                perchè la grande azienda non ci mette un punto


                d'accesso MSN


                ?


                Pero nel tuo di aperitivo forse ne hanno messo

                troppo

                liquore...

                dato che scendi sul personale, rispondo che forse
                anche nelle merendine che mangiavi a scuola c'era
                troppo liquore, se scrivi ne al posto di né ( e
                tralascio presindere
                )


                Secondo me se uno standard è tale non richiede
                ne

                microsoft ne linux ma solo una decente

                implementazione a presindere

                dall'OS...

                se lavori da un po' nell' it ti sarai accorto
                che:


                1) di standard ce ne sono parecchi
                3) non tutte le features e i livelli di
                compatibilità sono obbligatori da
                implementare
                2) alcune features sono obsolete e a volte
                deprecate
                4) un servizio offerto è legalmente obbligato a
                conformarsi agli standard imposti dalla legge e
                dal
                contratto

                per esempio, io non ho mai sentito nessuno
                incavolarsi con oracle perché non implementa la
                sintassi SQL standard per l'inner
                join

                quindi condividerei un discorso tipo

                "beh potrebbero anche mantenere compatibilità di
                features benché in disuso, nonostante un certo
                aumento del traffico di
                rete"

                ma non

                "è colpa del provider, brutti cantinari!"

                tra l'altro chi ha provato a usare vista con
                alcuni CAD dichiarati vista-compatibili
                dall'utility MS é prontamente tornato ad XP, e
                non credo si tratti di linari, non sto poi a
                sindacare dell'implementazione di kerberos e ldap
                della ditta di redmond quanto sono compatibili
                con lo standard, per cui da che pulpito
                ...Scusa la mia voleva essere una battuta simpatica e non sul personale cmq l'esempio che mi porti di Oracle con il suo sql (standard query che non lo credo piu da tanto tempo) non mi pare sia da avvicinare agli standard dei protocolli di comunicazione...Libero di affossarmi ma non dirmi che il listener Oracle o menate sql sono cosi importante come un dhcp..Insomma anche la tabellina iso osi spiega bene dove si posiziona oracle (7 ultimo livello) e gli standard di comunicazione...Che dici?Niente di personale...
              • anonimo scrive:
                Re: cantinari...




                ...ma che provider è???







                cantinari di cui si vuole usare le
                strutture
                e



                decidere le compatibilità di



                protocolli







                della serie "l'aperitivo che mi hai offerto
                fa



                schifo, portamene un altro e mettici più



                liquore"







                perchè la grande azienda non ci mette un
                punto



                d'accesso MSN



                ?




                Pero nel tuo di aperitivo forse ne hanno messo


                troppo


                liquore...



                dato che scendi sul personale, rispondo che
                forse

                anche nelle merendine che mangiavi a scuola
                c'era

                troppo liquore, se scrivi ne al posto di né ( e

                tralascio presindere

                )




                Secondo me se uno standard è tale non richiede

                ne


                microsoft ne linux ma solo una decente


                implementazione a presindere


                dall'OS...



                se lavori da un po' nell' it ti sarai accorto

                che:





                1) di standard ce ne sono parecchi

                3) non tutte le features e i livelli di

                compatibilità sono obbligatori da

                implementare

                2) alcune features sono obsolete e a volte

                deprecate

                4) un servizio offerto è legalmente obbligato a

                conformarsi agli standard imposti dalla legge e

                dal

                contratto



                per esempio, io non ho mai sentito nessuno

                incavolarsi con oracle perché non implementa la

                sintassi SQL standard per l'inner

                join



                quindi condividerei un discorso tipo



                "beh potrebbero anche mantenere compatibilità di

                features benché in disuso, nonostante un certo

                aumento del traffico di

                rete"



                ma non



                "è colpa del provider, brutti cantinari!"



                tra l'altro chi ha provato a usare vista con

                alcuni CAD dichiarati vista-compatibili

                dall'utility MS é prontamente tornato ad XP, e

                non credo si tratti di linari, non sto poi a

                sindacare dell'implementazione di kerberos e
                ldap

                della ditta di redmond quanto sono compatibili

                con lo standard, per cui da che pulpito

                ...
                Scusa la mia voleva essere una battuta simpatica
                e non sul personale cmq l'esempio che mi porti di
                Oracle con il suo sql (standard query che non lo
                credo piu da tanto tempo) non mi pare sia da
                avvicinare agli standard dei protocolli di
                comunicazione...
                Libero di affossarmi ma non dirmi che il listener
                Oracle o menate sql sono cosi importante come un
                dhcp..Insomma anche la tabellina iso osi spiega
                bene dove si posiziona oracle (7 ultimo livello)
                e gli standard di
                comunicazione...
                Che dici?
                Niente di personale...lasciamo pure perdere l'sql di oracle, ma kerberos ?comunque il dhcp è una cosa, una feature del dhcp è un'altra, ripeto che un discorso sul tipo "beh potevano implementare quella feature obsoleta" è un conto il discorso "brutti cantinari" un altro
              • Bacchetta scrive:
                Re: cantinari...
                Era proprio così indispensabile quotare TUTTO il post cui rispondevi?Clicca su Rispondi la prossima volta, oppure quota solo quel che è importante e relativo a quello che scrivi tu.
Chiudi i commenti