Una base semovente per l'Antartide

La missione britannica nel gelido continente potrà contare su Halley VI: una stazione semovente capace di... sciare sui ghiacci grazie ad un complesso sistema informatico e meccanico


Londra – La British Antarctic Survey , missione britannica per l’esplorazione del remoto continente antartico, si prepara ad equipaggiarsi di… sci per muoversi velocemente sopra il ghiaccio. No: i ricercatori non saranno costretti ad imparare i trucchi della discesa libera ma potranno contare su una base semovente che aumenterà mobilità e sicurezza.

Alcuni designer hanno infatti realizzato Halley VI , struttura modulare ad altissima tecnologia in grado di scivolare sopra lo strato di permafrost che ricopre l’Antartide – un progetto avveniristico che porterà alla nascita di vere e proprie carovane per l’esplorazione delle distese antartiche. La produzione dei moduli inizierà nel 2007 e verrà ultimata non prima del 2008.

Si tratta di una grande novità in fatto di abitazioni e domotica : i moduli di Halley VI poggeranno su speciali “gambe retrattili” e potranno muoversi liberamente tramite un sistema di controllo informatico. L’obiettivo del progetto, tra i più ambiziosi nel campo dell’ingegneria cosiddetta “estrema”, è di fornire un nuovo tetto all’attuale missione del Regno Unito sulla piattaforma ghiacciata di Brunt Ice – una zona particolarmente a rischio, messa a repentaglio dal surriscaldamento globale.

Halley VI supplirà infatti alle esigenze di mobilità che il distacco di iceberg e pack rende cruciale: le previsioni degli scienziati attualmente impegnati nei laboratori di ricerca di Brunt Ice non sono rosee – la base Halley V, costruita alcuni decenni fa, potrebbe essere inghiottita dalle acque entro il 2010.

Una volta ultimata, la nuova base “su sci” sarà costituita da 12 moduli intercambiabili, capaci di resistere a temperature incredibilmente basse. Gli stessi architetti che hanno realizzato il progetto, Faber Maunsell ed Hugh Broughton, parlano di “una iniziativa di proporzioni epiche”: ogni modulo avrà un peso compreso tra le 65 e le 130 tonnellate.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    TippingPoint
    Fino a un mesetto fa non ne avevo mai sentito parlare... poi mi hanno appioppato un paio di loro prodotti da installare da un cliente e devo dire che non sono male... pochissimi falsi positivi... interfaccia abbastanza buona...In ogni caso li uso da molto poco, ma il primo impatto è positivo... l'unico solito problema è che costano un botto.... (server + appliance quasi top di gamma 90mila euro....)Fabio D.
  • Anonimo scrive:
    Aranzulla milionario :)
    Come da oggetto :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Aranzulla milionario :)
      - Scritto da: Anonimo
      Come da oggetto :Dah questo è certo! troverà milioni di bagssss
    • Anonimo scrive:
      Re: Aranzulla milionario :)
      - Scritto da: Anonimo
      Come da oggetto :Dnon credo, visto che:" [...] gli esperti della società non analizzeranno tutte le segnalazioni pervenute attraverso il sito dedicato ma solo quelle sottoposte da ricercatori affermati o da studiosi [...] "
      • Anonimo scrive:
        Re: Aranzulla milionario :)
        - Scritto da: Anonimo
        non credo, visto che:
        " [...] gli esperti della società non
        analizzeranno tutte le segnalazioni pervenute
        attraverso il sito dedicato ma solo quelle
        sottoposte da ricercatori affermati o da studiosi
        [...] "E' molto conosciuto e recensito sui motori di ricerca, come disse una signora una volta...
        • Anonimo scrive:
          Re: Aranzulla milionario :)

          E' molto conosciuto e recensito sui motori di
          ricerca, come disse una signora una volta...Solo in Italia perche' ha gli "appoggi", per il resto del mondo fortunatamente non esiste.
  • Anonimo scrive:
    iDefense
    Stessa cosa anche per iDefense ed a quanto pare funziona visto che il 99% dei loro advisory e' di "esterni", pero' vedere queste persone che si vendono come puttane mi fa' schifo.Certo puo' essere un lavoro pero' personalmente vedo la ricerca come un divertimento ed un hobby, tutto qui.
    • Anonimo scrive:
      Re: iDefense
      - Scritto da: Anonimo
      Stessa cosa anche per iDefense ed a quanto pare
      funziona visto che il 99% dei loro advisory e' di
      "esterni", pero' vedere queste persone che si
      vendono come puttane mi fa' schifo.
      Certo puo' essere un lavoro pero' personalmente
      vedo la ricerca come un divertimento ed un hobby,
      tutto qui.Allora tutti i venditori sono puttane. Il commercio stesso e' un puttanificio. Ma anche il lavoro operaio e' una prostituzione della propria forza lavoro.Sei un idealista, al mondo tocca mangia' e meglio se lo si fa 2 volte al giorno
      • Anonimo scrive:
        Re: iDefense

        Sei un idealista, al mondo tocca mangia' e meglio
        se lo si fa 2 volte al giornoIl problema e' anche il fatto che queste sono aziende statunitensi che sono un po' "strane" quando si tratta di pagare qualcuno.La stessa iDefense se non erro paga ad un anno di distanza dalla segnalazione del bug... e poi vatti a fidare:http://www.idefense.com/poi/teams/vcp_reward_programs.jsp?flashstatus=falsee fai caso agli asterischi.Comunque si sono un'idealista ma ho cercato di essere piu' obbiettivo stavolta.
  • Anonimo scrive:
    Obscurity?
    Si bella!! Ma che succede se poi quei report non arrivano da nessuna parte e la Titilling poi li usa per i propri comodi e non li fa vedere a chi ha i buchi? Che garanzie ci sono???psss tra l'altro andrebbe visto quanto scuciono...
    • Anonimo scrive:
      Re: Obscurity?
      - Scritto da: Anonimo

      Si bella!! Ma che succede se poi quei report non
      arrivano da nessuna parte e la Titilling poi li
      usa per i propri comodi e non li fa vedere a chi
      ha i buchi? Che garanzie ci sono???O magari chiede "il pizzo" minacciando di non rivelare i bug di cui e' a conoscenza (dato che il bug hunter dovra' firmare un NDA all'atto del pagamento, altrimenti il gioco non regge)?
      • Anonimo scrive:
        Re: Obscurity?
        - Scritto da: Anonimo
        O magari chiede "il pizzo" minacciando di non
        rivelare i bug di cui e' a conoscenza (dato che
        il bug hunter dovra' firmare un NDA all'atto del
        pagamento, altrimenti il gioco non regge)?E' un nuovo business.Compra per pochi soldi i report dei bug hunter, e li rivende a tanto alle società produttrici del prodotto buggato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Obscurity?

          E' un nuovo business.
          Compra per pochi soldi i report dei bug hunter, e
          li rivende a tanto alle società produttrici del
          prodotto buggato. Ma poi il libero mercato fa il suo dovere e queste societa' di intermediazione verrebbero scavalcate e il bug-hunter potrebbe andare direttamente da M$ che sara' ben contenta di pagare meno per un bug-report.Benvenga il nuovo business. Solo aualche anno fa, se ricordate, a un bug-hunter poteva anche capitare di essere denunciato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Obscurity?
            - Scritto da: Anonimo
            Ma poi il libero mercato fa il suo dovere e
            queste societa' di intermediazione verrebbero
            scavalcate e il bug-hunter potrebbe andare
            direttamente da M$ che sara' ben contenta di
            pagare meno per un bug-report.
            Benvenga il nuovo business.No forse non hai capito con l'informazione riguardo al bug lo scopritore vende anche i diritti ad esso connesso, nel senso che non può più divulgarlo ad alcun altro! Sono semplicemente delle nuove case discografiche!
          • Anonimo scrive:
            Re: Obscurity?
            Vabbè, al bug successivo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Obscurity?

            No forse non hai capito con l'informazione
            riguardo al bug lo scopritore vende anche i
            diritti ad esso connesso, nel senso che non può
            più divulgarlo ad alcun altro! Sono semplicemente
            delle nuove case discografiche!Ho capito benissimo.Infatti io ipotizzo che il bug-hunter, una volta avviata la pratica che i bug-report si pagano, decide lui a chi vendere i diritti della sua scoperta e lo fara' al migliore offerente che sia la M$ o a queste societa' di intermediazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Obscurity?
            - Scritto da: Anonimo
            Ho capito benissimo.
            Infatti io ipotizzo che il bug-hunter, una volta
            avviata la pratica che i bug-report si pagano,
            decide lui a chi vendere i diritti della sua
            scoperta e lo fara' al migliore offerente che sia
            la M$ o a queste societa' di intermediazione.Non penso sia giusto creare un business del genere, dove alcuni bug anche gravi potrebbero non essere mai rivelati nel caso la software house non accettasse i prezzi praticati da questi "gestori di diritti". Il problema con queste grandi organizzazioni è che non si può patteggiare dal lato del bug hunter, che potrebbe anche avere l'interesse a che il bug sia rivelato comunque se dopo un tot l'azienda non accetta di pagare, mentre le società intermediarie se ne fregherebbero totalmente.
Chiudi i commenti