Uno snowboard elettrizzante

Per ricaricare i dispositivi elettronici anche sulle vette più sperdute

Sulle vette innevate splende spesso il sole. Questa caratteristica meteorologica ha dato un’idea al team di Signal Snowboards : usare la tavola da snowboard per ricaricare ovunque i propri gadget elettronici. Dall’idea si è passati alla pratica con la realizzazione di Solar Snowboard.

Solar Snowboard

Il prototipo della Solar Snowboard è costruita con una particolare copertura (offerta da Powerfilm Solar ), in cui sono integrate delle celle solari ultrasottili.

Queste celle sono capaci di catturare l’energia solare e tramutarla in energia elettrica, pronta da essere utilizzata per ricaricare i dispositivi elettronici in mobilità, grazie a due batterie ricaricabili con uscita USB. In questo modo, ovunque ci si trovi, i device possono essere sempre alimentati, sia nelle baite, sia nei rifugi, ma anche durante l’utilizzo degli impianti di risalita.

L’estrema flessibilità delle celle solari permette un adattamento ed una perfetta aderenza alla tavola, tanto che l’utilizzatore, durante la discesa, non avverte alcuna differenza fra il film fotovoltaico e le altre tipologie di coperture fino ad ora usate sugli snowboard.

Inoltre, una volta terminata la stagione sciistica, il tappetino fotovoltaico può essere rimosso dalla superficie dello snowboard e conservato, oppure può essere riutilizzato per continuare a ricaricare i device elettronici durante tutto l’anno.

Per dimostrarne le funzionalità, il team ha viaggiato fino a Mammoth Mountain nel Nord della California, dove lo snowboarder Tyler Flanagan ha provato il prodotto per verificarne l’effettivo funzionamento dopo una giornata di discesa.

(via Gizmodo )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dataghoul2 scrive:
    Evviva!
    Il buonismo all'italiana ha finalmente attecchito anche in terra d'Albione!Nessuno è resposabile di nulla!E' colpa della società, brutta e cattiva!Ma vaff...
    • Leguleio scrive:
      Re: Evviva!
      - Scritto da: dataghoul2
      Il buonismo all'italiana ha finalmente attecchito
      anche in terra
      d'Albione!Col termine buonismo si etichettano fenomeni anche molto diversi fra di loro, in genere fenomeni che non si capiscono. È perfettamente possibile che la legge inglese conceda forti benefici a rei minorenni. Non la conosco, non lo so. In quel caso, è una scelta precisa del legislatore, per non marchiare a vita un uomo per uno sbaglio giovanile. Anche in Italia esiste il perdono giudiziale, per i minorenni.
  • oltrelamente scrive:
    ehhhh???
    "profondamente confuso"??? cazz vuol dire?passava notti davanti al suo pc premendo tasti alla "dick of dog" (cazzo di cane) e quindi... confuso...Ma porca puttana com'è cambiata la scena dai tempi che mi ricordo io....
    • Leguleio scrive:
      Re: ehhhh???
      - Scritto da: oltrelamente
      "profondamente confuso"??? cazz vuol dire?Oh be', quando Carmen Consoli cantava una frase quasi identica, nessuno è andato a sindacare:http://www.youtube.com/watch?v=GnrsQE793RoChissà perché, ho idea che il giovane Birchall parli quotidianamente con la stessa cadenza con cui canta la Consoli. :-D
  • Leguleio scrive:
    Ma insomma...
    A leggere queste notizie su PI, sembra che in Gran Bretagna non puniscano mai nessuno, se l'imputato ha dei problemi. Gary McKinnon non venne estradato negli Usa per problemi di salute:http://punto-informatico.it/3626895/PI/News/uk-mckinnon-resta-casa.aspxIl giovane Birchall evita il carcere, ma non l'affidamento ai servizi sociali, perché "profondamente confuso". Augusto Pinochet non venne estradato per.... ooooops!
Chiudi i commenti